Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 290

Archive for January 22nd, 2010

Expo: Kalle Kataila

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

Torino 06 febbraio 2010 – 05 marzo 2010 via dei Pomba 17 Palazzo Marenco  Vernissage su invito giovedì 05 febbraio 2009 dalle ore 19,00  alle ore 22,00  Landscapes and Contemplations  A cura di Monica Trigona. Nato nel 1978 ad Helsinki, Finlandia, Kalle Kataila ha frequentato l’autorevole University of Art and Design della sua città e fa parte della generazione più giovane della cosiddetta “Scuola di Helsinki”. La Scuola di Helsinki include artisti che si esprimono attraverso i linguaggi del video o della fotografia e che si sono laureati, oppure hanno insegnato, all’Università di Art and Design. Il Kunstmuseum di Wolfsburg ha dedicato lo scorso anno un’interessante mostra a questo fenomeno artistico, soffermandosi sulle sue personalità più autorevoli, come Ola Kohlemainen e Pertti Kekarainen. Il concetto di “Helsinki School” non è definito da una specifica disciplina, nazionalità o regione geografica. Rappresenta un modo di pensare che si è evoluto all’ Università di Art and Design dove viene insegnato un approccio unico nel modo di adoperare la macchina fotografica come se fosse un attrezzo concettuale. Oltre a lavorare assieme in esposizioni che irradiano un forte spirito di co-operazione, molti di loro hanno intrapreso una carriera individuale.  La mostra, un vero e proprio viaggio dei sensi, comprende una ventina di fotografie dell’ultima produzione dell’artista finlandese e inaugura un nuovo anno dell’Alessandro Marena Project e del suo fondatore, Alessandro Marena, che, il giorno dell’inaugurazione, compierà trentatré anni. La meravigliosa location ottocentesca, Palazzo Marenco, con i suoi affreschi e i preziosi stucchi, rappresenta l’ambiente ideale per festeggiare, in compagnia degli amici della galleria, un compleanno importante all’insegna della ricerca artistica di qualità.

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Abitare Palermo

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

Palermo 12 febbraio 2010 debutterà al Nuovo Montevergini di Palermo lo spettacolo Abitare Palermo della compagnia Teatro de los Sentidos di Barcellona, diretta dal drammaturgo colombiano Enrique Vargas. Lo spettacolo si inserisce nel progetto di Museo diffuso regionale avviato da Riso nel 2007 con la volontà di creare una rete sovraregionale tra istituzioni culturali. Riso, Museo d’Arte Contemporanea della Sicilia, oltre a farsi promotore di una continuità storico-culturale che coniuga l’antico al contemporaneo per una nuova lettura del patrimonio artistico della Sicilia, avvia ora una collaborazione con Napoli Teatro Festival Italia e Palermo Teatro Festival, producendo lo spettacolo di Enrique Vargas.  Il drammaturgo colombiano si concentra già da tempo sulla domanda “di che cosa è fatta una città?”, affrontandola da differenti prospettive e geografie. A giugno 2008, durante la prima edizione del Napoli Teatro Festival Italia, la compagnia Teatro de los Sentidos aveva presentato lo spettacolo Cosa deve fare Napoli per rimanere in equilibrio sopra un uovo. Ora, dopo Barcellona, Lille, Napoli e Copenhagen, è la volta di Palermo, con un lavoro originale pensato e realizzato appositamente per la città siciliana, risultato, anche qui, di mesi di lavoro durante i quali il drammaturgo e la sua compagnia hanno vissuto intensamente Palermo, diventandone abitanti ed investigatori, immergendovisi per esplorarne spazi, modi, abitudini e per appropriarsi dell’estetica e delle strategie culturali tipiche della città. (filatura)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Expo: Vanni Vannucci

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

Firenze fino all’8 febbraio 2010 Via Larga 7/r Palazzo Medici Riccardi – Galleria di Via Larga Dalle Ande alla citta’ del Fiore. Bolivia-Firenze A cura di Ruth Cardenas  L’autore Vanni Vannucci espone 22 fotografi (50x75cm) a colori sulla Bolivia sui due piani della galleria e 18  foto di Firenze in bianco/nero 30x45cm, tutte montate su forex e con pellicola protettiva. E’medico da sempre appassionato di viaggi e di fotografia. Ama raggiungere mete lontane, spesso non facili, soprattutto -diverse- per cultura, tradizioni, etnia dalla -sua- Firenze.  La innata curiosità lo ha sempre guidato nella ricerca di quelle atmosfere dove -il passato ed il presente riescono ancora a dialogare-  Ha testimoniato queste sue esperienze in varie mostre personali: nel 2002 e nel 2003 sullo Yemen, nel 2004 sull’ Etiopia, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Firenze e del CIGV (Club Internazionale dei Grandi Viaggiatori).  L’ evento e’ stato ideato e realizzato e coordinato dalla poetessa ed attrice boliviana Ruth Càrdenas, Presidente dell’Istituto Mircea Eliade, a sei anni dalla scomparsa del suo compagno di vita e di cultura Vittorio Vettori, illustre scrittore, poeta e dantista e filosofo, ultimo Umanista del Novecento europeo. (vanni)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Vasco Montecchi: Sculture per la Pace

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

Bologna fino al 21/3/2010 Viale A. Moro, 46 Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna  a cura di Mauro Carrera e Marzio Dall’Acqua  Sculture per la Pace intende presentare al pubblico il talento dello scultore reggiano. La Regione Emilia Romagna promuove questa Antologica poiche’ il Maestro di fama internazionale, è senz’altro tra i pochi le cui opere, oltre ad essere presenti in spazi pubblici in tutta la Penisola e all’estero, sono collocate sul territorio regionale – da Ferrara a Piacenza – al di là degli ambiti provinciali.  Vasco Montecchi inoltre si è formato come uomo e come artista, partendo dall’originaria Baiso (RE) attraverso l’esperienza di emigrante, la conquista di un sapere da autodidatta, la costante attenzione ai temi sociali e della pace, per i quali ha elaborato o rinnovato nuovi simboli. Da qui il titolo Sculture per la Pace.  Il catalogo dell’esposizione e’ a cura di Mauro Carrera e Marzio Dall’Acqua.
Vasco Montecchi (Castagneto di Baiso – RE, 1938). Dopo un’infanzia vissuta nel mondo montanaro e tradizionale, a causa delle difficoltà economiche del Dopoguerra, emigra giovanissimo in Francia e poi lavora come carpentiere a Zurigo, Andorra, e ancora Bordeaux e Strasburgo. Vasco Montecchi ha al suo attivo importanti mostre personali e antologiche in prestigiose sedi nazionali e internazionali tra cui la Pinacoteca Nazionale di Monaco di Baviera (1976), i Chiostri di S. Domenico di Reggio Emilia (1992), il Maschio Angioino di Napoli (1993), il Parlamento Europeo di Strasburgo (1998), la Galleria Comunale di Arte Moderna di Piombino (2003), Casa Toschi a Baiso – Rocca del Boiardo a Scandiano – Palazzo Bentivoglio a Gualtieri (2007). Ha inoltre partecipato a circa ottanta esposizioni collettive in Italia, Francia, Belgio, Spagna, Danimarca, Ex Jugoslavia, Repubblica Ceca e Giappone. Vive a Ventoso di Scandiano (RE) di fronte alla torre di Matteo Maria Boiardo. (vasco)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Teatro: “Il sogno di Ipazia”

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

Roma dal 28 gennaio  al 14 febbraio, alle ore 21,00 Teatro LoSpazio.it via Locri, 42 (traversa di via Sannio) – Metro San Giovanni  in scena  “Il sogno di Ipazia”  di Massimo Vincenzi con Francesca Bianco Voce fuori campo Stefano Molinari Musiche di Francesco Verdinelli regia di Carlo Emilio Lerici Se ragione e fede costituiscono i due binari paralleli lungo i quali si è mossa la storia dell’Occidente negli ultimi duemila anni, l’episodio più emblematico della contrapposizione fra queste due ideologie accadde nel marzo del 415, con l’assassinio di Ipazia …  …e non voltatevi mai indietro a vedere il mio corpo che brucia. Il pensiero non brucia. Io adesso voglio solo salire sul tetto della mia casa a guardare le stelle. Mio padre è lassù che mi aspetta. Lo so…  Lo spettacolo racconta l’ultimo giorno di Ipazia. Dal suo risveglio al mattino, seguito dall’uscita di casa per recarsi alla sua scuola, sino all’aggressione e alla morte. La narrazione è intervallata dal ricordo di una delle imprese “disperate” tentate dalla protagonista: salvare la biblioteca di Alessandria.  Impresa che abbiamo preso come simbolo della sua intera vita. (francesca bianco)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Haiti’s quake: a woman out from the rubble

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

A second woman was rescued by the Caritas team from the ruins of Port-au-Prince’s Cathedral. Earlier, a Caritas organized Search and Rescue team has pulled a woman out from the rubble of Haiti’s quake. It took two hours to pull Enu Zizi from the rubble. She was in pain but ok. Cancun Mexico Rescue Brigade and the South African Relief Team have been working with Caritas for the past week. “The rescue of Zizi has been the best thing  in the team we have experienced. It is the first time we have saved somebody´s life after such a long time after the quake. The team has got an energy boost new and we are heading out to do more work as there is still hope,” said Ahmed Bham,leader of the South African Relief Team. The identity of the second woman is not yet know. She was about 60 years old. Sadly, the team also found the body of the Vicar General Mons Charles Benoit. They found his body, with his hands around a reliquary with a wafer inside. Mexican doctors with Caritas along with Cuban doctors are taking care of survivors at the Cathedral. People are arriving with serious wounds in advanced degrees of decomposition. The doctors have been carrying out amputations to save lives. (rescue)

Posted in Estero | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Collegio sindacale

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

“Plaudiamo alla decisione del Governo di modifica del testo, inizialmente presentato, in merito all’obbligo di nomina del Collegio sindacale per le imprese cooperative costituite in forma di S.p.A.” A dichiararlo è il Presidente Unci – Unione Nazionale Cooperative Italiane – Paolo Galligioni in riferimento allo schema di decreto legislativo che dà attuazione alla specifica direttiva comunitaria. “Tale decisione – aggiunge – non desta alcuna meraviglia perché la specificità dell’impresa cooperativa risultava così evidente fin dall’inizio, tale, infatti da indurre il Governo ad accogliere quanto espresso dal Parlamento.”

Posted in Diritti, Economia | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Dichiarazione Partito dell’Alleanza

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

In apertura di campagna elettorale per le elezioni dei Consigli Regionali del 28 e 29 marzo 2010 il Partito dell’Alleanza comunica che per colpa della famigerata legge elettorale “Porcellum” che impone ai Partiti politici non federati la, molto discutibile, raccolta delle firme, non presenta proprie liste e veicola i propri elettori, in alcune Regioni verso propri candidati ospitati nelle liste del PDL e nelle restanti verso candidati del Centro Destra.  Ciononostante segnala, sin da subito, una questione fra le priorità delle Agende dei Governi Regionali, che solleciteremo per il quinquennio 2010/2015, che riguarda la difficoltà di riuscire a far entrare questioni preminenti come quelle della crisi economico-finanziaria, del clima, della galoppante disoccupazione, dell’imprenditoria giovanile, della sanità, della scuola.  Questi temi non trovano rappresentazione non solo a causa di una sordità individuale dei politici o delle dirigenze dei partiti che governano le residuanti giunte regionali di sinistra ma perché il sistema politico e i partiti corrispondenti sono nati storicamente attorno ad altri conflitti che pur indeboliti continuano a stabilire i confini del confronto politico. Questi sistemi politici si sono andati costruendo attorno a tre fondamentali fratture: la prima, nata dai processi di unificazione bipolare o bipartitica che ha generato l’opposizione centro/periferia; le altre due sono nate in seguito ai processi di industrializzazione e riguardano l’opposizione campagna/città (gli interessi legati all’agricoltura e quelli legati all’industria), e infine quella tra capitale/salariati.  Oggi queste rigide opposizioni sono sempre più inadatte a dar conto del mutamento sociale, mentre i nuovi conflitti emersi nella seconda modernità, a partire dai processi di globalizzazione, non trovano adeguata rappresentazione nello spazio politico attuale. Quello che sosteniamo è che processi quali la globalizzazione, la crisi ecologica, i fenomeni migratori, l’informatizzazione, la trasformazione e la svalorizzazione del lavoro, la precarizzazione, la fine del patriarcato, la libertà e il protagonismo delle donne (e le resistenze che incontrano) nel lavoro e nella società, stanno creando un nuovo quadro politico che vede definirsi – seppure ancora in modo confuso – nuovi soggetti, nuove identità, nuovi valori, nuovi spazi pubblici, nuove forme di organizzazione, nuove pratiche di azione e soprattutto nuove richieste. Questo è quanto ci aspettiamo si verifichi dal 30 marzo in poi; un nuovo quadro del panorama politico nazionale con la valorizzazione delle minoranze, non rappresentate da corpo politico parlamentare, che pur possono contribuire alla costruzione di un Paese in grado di affrontare i processi di globalizzazione. (Sante Pisani – Segretario Politico del Partito dell’Alleanza)

Posted in Politica, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Presentazione Incontrotempo.org

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

Reggio Emilia 23 gennaio alle ore 16.30 presso La Gabella. Presentazione del Progetto e Sito Internet Incontrotempo– per conoscere e diffondere una diversa cultura dell’informazione  Incontrotempo nasce nel 2001, ad opera di un gruppo di studenti universitari ed amici, desiderosi di conoscere e diffondere una cultura dell’informazione diversa da quella somministrata dai mass media. Nel 2003 nasce così il Centro di Documentazione e Ricerca per la raccolta e analisi di materiale informativo e formativo su tematiche specifiche quali ad esempio: ecologia e futuro sostenibile, economie alternative e stili di vita, nonviolenza ed educazione ai conflitti, comunicazione, informazione e potere, pace, guerre e disarmo, migrazioni e culture…Oggi, questo percorso, è approdato alla creazione di un sito internet (www.incontrotempo.org) -con il sostegno CSV di Reggio Emilia DarVoce-, il cui obiettivo è creare e diffondere una cultura dell’informazione dal basso, fatta dalle notizie e dalle testimonianze di singoli cittadini e associazioni, che pone al centro del proprio interesse la crescita culturale e l’incontro/confronto fra le persone e le differenti realtà che convivono nel territorio.  Un’informazione dunque che coinvolge gli utenti in modo attivo, in prima persona. Un progetto certamente ambizioso quanto necessario che ha già suscitato, fin dai primi mesi di vita del sito, interesse e collaborazione.

Posted in Spazio aperto, Università | Tagged: , , , | Leave a Comment »

I rischi della ”inflazione controllata”

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

Per salvare le banche con i soldi pubblici, gli stati, a cominciare dagli Stati Uniti e dagli altri paesi più profondamente coinvolti nella crisi finanziaria globale, hanno drammaticamente aumentato il loro debito.   Un recente studio della Bank of England ha quantificato il costo di questi salvataggi e delle varie forme di intervento pubblico in circa 14.000 miliardi di dollari.Il debito pubblico americano ha raggiunto il 90% del Pil. Per gli Usa è diventato insostenibile in quanto si somma ad un gigantesco debito privato. Per fortuna in molti altri paesi industriali questo è stato finora relativamente contenuto.  L’Italia pur avendo un debito pubblico del 120% del Pil, può contare ancora su un notevole risparmio delle famiglie.   Nei prossimi mesi il mondo sarà inondato da obbligazioni e da altri titoli emessi proprio per coprire i disavanzi e l’aumento dei debiti pubblici. Il sistema economico e finanziario è impegnato a conquistare i compratori che la crisi ha reso meno disponibili e più poveri.   Già si parla di rischio di “bancarotta argentina”per alcuni stati come la Grecia o l’Ungheria. Invece negli USA, in Inghilterra e altrove si sta facendo strada la pericolosa soluzione di una “inflazione controllata”.  Questa è vista come un “abbassamento del debito” per lo Stato a spese della maggioranza della popolazione e dei detentori stranieri dei titoli di debito. Si ricordi che il debito americano è per il 44% in mani straniere.   L’inflazione vuol dire “svalutazione” del debito pari al tasso di aumento generale dei prezzi.   Recentemente negli Usa è  partita una vera e propria campagna mediatica a sostegno della “controlled inflation”. Due noti economisti come Kenneth Rogoff e Paul Krugman, ne sono diventati i paladini. E’ stato già preparato uno studio intitolato “Using inflation to erode the U.S. public debt” (Usare l’inflazione per ridurre il debito pubblico) che sta provocando un intenso dibattito nei circoli finanziari e sulla stampa economica.
Nello studio in questione si sottolinea che “con una moderata inflazione del 6 %, in USA si potrebbe ridurre il tasso debito/Pil del 20% in 4 anni”.  Si fa un paragone con il periodo che va dal 1946 al 1955 quando l’inflazione ridusse di circa il 40% il rapporto debito/Pil  che era del 108,6%. Ma allora vi era un’economia reale in robusta crescita, oggi avremmo invece una “stagflazione” sconfinante nella recessione economica. L’“inflazione controllata” è vista in più come la exit strategy per altre situazioni presentate come insostenibili quali il crescente costo delle pensioni e del welfare.  L’impoverimento delle famiglie e dei settori più deboli della società, combinato con le perdite sul risparmio provocate dall’inflazione, sarebbe la miccia di una vasta e forse incontrollabile esplosione sociale. Se la crisi fino ad oggi ha prodotto meno reddito e più disoccupazione, l’inflazione renderebbe pandemica l’insicurezza sociale che negli USA neanche il carismatico Obama riuscirebbe a bloccare. L’inflazione è una “bestia” molto pericolosa e difficilmente manovrabile. Quando si lascia libera non è detto che poi si può fermare.  E’ infatti da tempo ripartita anche la speculazione sulle “commondities”, che gonfia i prezzi delle materie prime e di altri beni di largo consumo, come alcuni hanno denunciato. Tra questi anche il ministro Giulio Tremonti alla riunione del G7 di Lecce dello scorso giugno. L’Europa e l’Italia hanno una triste esperienza con l’inflazione. Perciò non si può giocare con il fuoco. L’unica soluzione vera alla crisi sta nella ripresa dell’economia reale.  Certe scappatoie potrebbero essere devastanti. (Mario Lettieri, sottosegretario all’Economia nel governo Prodi Paolo Raimondi, economista)

Posted in Economia | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Rai: Contratto di servizio

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

Per la realizzazione del nuovo Contratto di servizio, 2010-2013, che regola i rapporti fra la RAI e il Governo – dichiara Paolo Landi, Segretario Generale Adiconsum –  si è tornati indietro abolendo l’audizione pubblica, aperta alla società civile, introdotta dal ministro Gentiloni che caratterizzò la stesura del precedente contratto, ora in scadenza. Il  nuovo contratto sta per essere firmato, ma è stato discusso solo da esponenti della RAI e del Governo. Non ci sono state audizioni di nessun tipo e i cittadini, quindi,  dovranno accettare passivamente quanto verrà deciso. Sicuramente un cambio di rotta – continua Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum – che non ci aspettavamo e che evidentemente vuole evitare le eventuali critiche che si potrebbero avanzare. Il testo è blindato e non se ne sa nulla, tranne alcune indiscrezioni trapelate dagli organi di stampa.
Nonostante Agcom nelle sue linee guida indichi che “la Rai, dovrà consultare periodicamente le associazioni dei consumatori sul grado di soddisfazione degli utenti”, allo stato attuale – continua Giordano – nessuno ha sentito la necessità di ascoltare il parere delle associazioni rappresentative degli utenti in merito al contratto che si vuole approvare. Tanto più che è in corso la transizione al digitale e che sempre l’Agcom, nelle sue linee guida alla stesura del contratto, rivolge pressanti inviti alla Rai a coinvolgere adeguatamente gli utenti di volta in volta interessati dalla transizione. Coinvolgimento disatteso in fase di stesura del contratto, che non lascia ben sperare neanche per il futuro. Chiediamo  l’apertura, al più presto, di un confronto per fornire un parere costruttivo sul prossimo contratto in modo che la televisione possa  confermarsi non solo mezzo di diffusione di massa, ma strumento fondamentale al servizio della collettività e non privilegio solo di pochi.

Posted in Politica, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Tour teatrale: L’ebreo

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

Roma 26 gennaio, alle ore 12, presso la Sala Santa Rita dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Roma (Via Montanara, vicino Piazza Campitelli), presentazione del tour teatrale dello spettacolo “L’Ebreo”, di Gianni Clemente. Intervengono il regista Enrico Maria Lamanna, gli attori Ornella Muti, Pino Quartullo, Emilio Bonucci; la produzione Mithos Group.

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Leggere la Shoah

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

In occasione del 27 gennaio, giornata della memoria in commemorazione delle vittime del nazismo, del fascismo e della Shoah, un aggiornamento della bibliografia di libri per ragazzi già presente nel volume Viaggio ad Auschwitz / Leggere l’Olocausto pubblicato da Idest nel 1998 con il contributo di LiBeR. Più volte LiBeR si è occupato del tema, proponendo percorsi di lettura per ragazzi.Un’importante occasione fu proprio la pubblicazione, nel 1998, di Viaggio ad Auschwitz, la documentazione di un viaggio di studio compiuto con i ragazzi delle scuole medie del Comune di Campi Bisenzio nel maggio del 1997. Uno strumento utile per impostare scelte di lettura adeguate alle diverse fasce d’età e per l’adozione di materiali documentari a supporto di una corretta e consapevole attività di studio e approfondimento del tema anche in ambito didattico. Il libro si presenta infatti in formato “testa-coda”: sul verso della pubblicazione è proposto Leggere l’Olocausto, un quaderno di lavoro realizzato con la collaborazione di LiBeR con, al centro, la proposta di lettura, aggiornata in questa occasione in LiBeRWEB. Nel campo della letteratura giovanile il tema della Shoah ha saputo guadagnarsi una presenza sempre rilevante, dai classici del dopoguerra alle opere più recenti, trovando forme nuove di rivisitazione attraverso una feconda contaminazione dì generi letterari, testimonianze storiche e fughe ne! fantastico. La proposta di lettura per ragazzi compresa nella bibliografia documenta i vari versanti del tema, quasi sempre narrato attraverso le vicende dì giovani protagonisti.

Posted in Cronaca, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Oreal Melbourne Fashion Festival

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

12 Febbraio al 21 Marzo 2010 ‘Oreal Melbourne Fashion Festival”. Saverio Palatella sarà uno dei rappresentanti italiani alla  mostra  Paladino della tecnologia Wholgarment in collaborazione con Shima Seiki, Palatella  porterà oltreoceano la sua collezione in mostra ad un pubblico internazionale. L’appuntamento di Melbourne  ogni anno raccoglie i maggiori talenti  creativi nel mondo  del Fashion Design ed organizza tavole di discussione e seminari, sull’evoluzione e sul futuro produttivo con i maggiori rappresentanti della moda. Quest’anno la mostra, metterà in scena il lavoro di 12 designer dal contemporay fashion di Myake Studio fino al talento emergente di Sandra Backlund. Saverio Palatella darà così il suo contributo innovativo dedicato alla produzione in 3D, con una collezione realizzata  applicando  i moderni virtuosismi delle macchine ad un design dall’allure e dalla contemporaneità made in Italy.

Posted in Cronaca, Estero | Tagged: , , , | Leave a Comment »

“Dati UGL sui tempi di attesa non sono drogati”

Posted by fidest on Friday, 22 January 2010

Rimaniamo sorpresi della reazione del responsabile dell’unità operativa di radiologia Asl Viterbo Enrico Pofi in cui ci accusa di aver comunicato dati non corretti o peggio “drogati” come è stato citato su alcuni quotidiani locali del Viterbese.  Lo dichiara in una nota il Dirigente Regionale Ugl Sanità Lazio Pietro Bardoscia. Purtroppo tutti i dati riportati nel comunicato, frutto della nostra indagine, corrispondono a verità; vorremmo chiarire al dott. Pofi che  i tempi di attesa si calcolano sulle sole prenotazioni pubbliche e non sui  ricoveri e sulle urgenze ( anche se vogliamo sottolineare l’importanza dei dati forniti dall’Asl Viterbese). Per cui il dato incontestabile è che ad oggi se un cittadino prova a prenotarsi un esame di risonanza magnetica dell’addome superiore a Bel Colle  avrà come risposta quella di attendere ben 8 mesi (22 Settembre 2010) prima di poterla eseguire. Vorremmo chiarire che il nostro comunicato non voleva essere un accusa contro le nostre strutture pubbliche laziali che hanno tutto il nostro rispetto e stima, in primis l’Ospedale Bel Colle di Viterbo, ma è una denuncia su una problematica che riguarda milioni di cittadini laziali e che potrebbe essere risolta nei modi che la UGL Sanità ha già indicato in passato, offrendo come sempre il nostro contributo quando si discuterà il prossimo Piano di Contenimento dei Tempi di Attesa previsto nel 2010. La Ugl Sanità, conclude Bardoscia, non sta facendo campagna elettorale per nessuno; stiamo solo portando avanti, da molti mesi, molte battaglie a difesa dei lavoratori e dei cittadini laziali.

Posted in Diritti, Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 43 other followers