Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 320

Archive for June 18th, 2010

La sconfitta della Germania cambia le quote

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Un’altra grande del torneo subisce una sconfitta a sorpresa. Dopo la Spagna contro la Svizzera tocca alla Germania, battuta 1-0 dalla Serbia con un gol di Jovanovic. Nella ripresa, sui piedi di Podolski, c’era la possibilità dell’1-1, ma il tedesco fallisce clamorosamente il calcio di rigore. La vittoria della Serbia sulla lavagna Better era a 6,00. Inevitabilmente, dopo questo risultato cala la fiducia sui tedeschi. Cambiano le quote Better sulla “vincente mondiale”: la vittoria finale della Germania sale da 7,50 a 9,00. Scende clamorosamente la quota del “vincente mondiale” per la Serbia, da 150,00 a 75,00.  Le quote sono soggette a variazioni  http://www.better.it

Posted in Cronaca | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Pronostici: Italia-Nuova Zelanda

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Gli scommettitori e i quotisti stavolta non hanno proprio dubbi: l’Italia vincerà la sua seconda partita del Mondiale, a Nelspruit contro la Nuova Zelanda. I dati Matchpoint dicono che la percentuale di pronostici per gli azzurri tocca il 99%, nonostante una quota appena a 1.15. Gli scommettitori si dividono invece, anche in maniera netta, sul risultato esatto: il 37% dei giocatori Matchpoint, alla luce dei problemi offensivi degli azzurri, punta su una vittoria di misura per 1-0 (a 7), mentre il 20% confida in una goleada, col 3-0 in lavagna a 6. In occasione delle partite dell’Italia aumenta notevolmente il volume di raccolta anche per le scommesse più particolari, come quelle relative alla possibilità che venga assegnato un calcio di rigore o estratto un cartellino rosso dall’arbitro: la prima ipotesi vale 3, la seconda 3.25.

Posted in Cronaca | Leave a Comment »

Pugni di zolfo – Storia di un Caruso

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Roma, da martedì 22 giugno a sabato 26 giugno ore 22.30 Via Locri 42/44, (traversa di Via Sannio) Scritto, diretto e interpretato da  Maurizio Lombardi Vincenzo Barrisi, un pugile nel suo spogliatoio, ha appena finito un incontro duro. Troppo duro. Ha combattuto contro l’americano: forte, coriaceo, grande incassatore. Ha perso, male. Nel silenzio fischietta una canzone, la ninna nanna di sua madre e ricorda, ritorna a quando era bambino.La sua terra, la Sicilia. Il suo paese, un pugno di terra strappato al sole. Sua nonna, seduta sotto la veranda con lo sguardo lontano fisso verso le miniere di zolfo, la sua fuga da Picciriddu, quando dovette essere aiutato dalla mamma per sottrarsi alla discesa nell’inferno della zolfara dove i “carusi”, bambini di sette-otto anni, si spezzavano la schiena per portare in superficie lo zolfo, la nuova ricchezza della Sicilia.  na discesa in un budello di terra fatto di sangue e fatica. Due bambini che sognano il mare, le acciughe, l’amore che non hanno mai vissuto. Uno spettacolo che usa il corpo quale strumento narrativo e dove la parola si fa vera, sanguigna, viscerale. La scena, scarna, viene riempita dall’attore Maurizio Lombardi, il quale interpreta più personaggi che trascineranno lo spettatore in un viaggio al’interno della tragica vicenda delle zolfatare siciliane di fine ottocento. Il testo trae spunto da un componimento del grande poeta siciliano Ignazio Buttitta (1899 – 1997): “A li matri de li carusi”, un’accusa rivolta alle madri di questi figli mandati sotto terra, privati della luce del sole e di un’infanzia vera. Questo fortunato incontro letterario con il poeta di Bagheria ha permesso all’attore di costruire una struttura narrativa intorno alla poesia.  Poesia che si tramuterà in parola e preghiera sulle labbra della nonna di Vincenzo. Biglietto unico 10,00 euro (pugni di zolfo)

Posted in Mostre - Spettacoli, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Iniziative Organalia

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Pinerolo 19 giugno, Organalia – Ekklesia 2010, la rassegna organistica della Provincia di Torino, sostenuta dalla Fondazione CRT, inaugurerà a Pinerolo, due strumenti restaurati dalla Bottega Organara Dell’Orto & Lanzini di Dormelletto (Novara), grazie al contributo della stessa Fondazione CRT. Alle 21.15, Luca Guglielmi suonerà alla console dell’organo costruito da Alessandro Collino nel 1864, collocato in controfacciata nella splendida Basilica di San Maurizio. Il programma prevede la Kleine Orgelmesse di Johann Sebastian Bach. Alle 22, invece, nell’attiguo Santuario dedicato alla Beata Vergine delle Grazie, ancora Luca Guglielmi, alla console dello strumento costruito da Giuseppe e Alessandro Collino nel 1848, accompagnerà il soprano Jenny Campanella e l’alto Gloria Banditelli nello Stabat Mater di Giovanni Battista Pergolesi. ll concerto che è a ingresso libero e gratuito, si avvale del patrocinio della Città di Pinerolo. (gloria, jenni)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Open: mostra d’arte

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Trapani fino al 18/7/2010 via Custonaci 5 Magazzini dell’Arte Contemporanea, Un viaggio tra opere di pittura, installazioni, video, fotografia, scultura. Magazzini dell’Arte presenta “OPEN” una mostra collettiva con lapartecipazione di artisti italiani e stranieri che hanno già alle loro spalle un percorso professionale consolidato (Biennale di Venezia e Art Basel).Artisti: Carla Accardi (Italia), Mariana Acuna (Cile), Antonio Barrese (Italia), Simone Barbieri (Italia), Barbara Crimella (Italia), Casentini Claudia (Italia), Cippi Mariani Cristina (Italia), Mario Cassisa (Italia), Alberto de Braud (Italia), J.P. Delaney (Irlanda), Rita Ernst (Svizzera), Sami Fray (Tunisia), Kamo Hamaid (Tunisia), Francesco Impellizzeri (Italia), Jung Uei Jung (Corea del Sud), Liu Jung Yen, (Taiwan), Sabine Korth (Germania), Sue Kennington (Inghilterra), Kazumi Kurihara (Giappone), Mauro Lovi (Italia), Roberta Lozzi (Ialia), Franco Mazzucchelli (Italia), Antonio Marciano (Italia), Samir Makhlouf (Tunisia), Jacques Montel (Svezia), Davide Nelson De MerraTrine Olrik (Inghilterra), Claudio Olivieri (Italia), Michael Oberlik (Austria), Giuseppe Occhipinti (Italia), Massimiliano Pace (Italia), Marco Papa (Italia), Giampiero Poggiali Berlinghieri (Italia), Darine Rajhi (Tunisia), Antonio Sammartano (Italia), Jano Sicura (Italia), Simona Seveso (Italia), Ganesha Shastri (India), Elena Strada (Italia), Turi Simeti (Italia). (Immagine: Alberto de Braud, Unexpected, poliestere e elio)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

È uscito il nuovo numero di “Sorridiamo”

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Nuovo appuntamento per chi è attento al sorriso e alla bellezza: anche in questo nuovo numero di Sorridiamo i temi trattati sono tanti e di grande interesse. Fra gli articoli da non perdere: L’intervista a Maria Grazia Cucinotta: uno dei volti e dei sorrisi più amati del cinema italiano – Chi ha paura dell’apparecchio: la parola agli esperti per un oggetto che può essere incubo o vera star nel percorso di crescita di un ragazzo – Co-terapia: cooperazione e stimolo reciproco tra le diverse discipline mediche sono alla base di cure più funzionali – La Pet Therapy: quando i terapisti hanno ali, pinne e coda – Cosa accade in uno studio dentistico? Dalla sterilizzazione alle cure endodontiche per riportare in salute denti che altrimenti verrebbero estratti – Jerry Calà e il segreto per trasmettere allegria E tanti altri articoli interessanti, da A caval donato non si guarda in bocca, alle origini del chewing-gum, alle pillole di curiosità per sorridere un po’… Infine non manca ovviamente neanche in questo numero la sezione dedicata ai bambini Il mondo di Dentopoli. Sorridiamo è la prima rivista italiana focalizzata sulla salute orale, il benessere e il sorriso, con una tiratura minima di 70.000 copie, distribuita principalmente attraverso il dentista di famiglia, ma anche presso farmacie, centri diagnostici e ambulatori medici e in formato web su http://www.sorridiamo.info . Nato per ricreare, migliorare e consolidare il rapporto tra odontoiatra e paziente, è un mezzo di comunicazione etico, innovativo, autorevole e familiare al tempo stesso. (sorridiamo)

Posted in Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

La raccolta di Mario De Ciccio

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Napoli fino al 18/7/2010 Via Miano 2, Museo di Capodimonte L’arte del collezionare Del vasto e raffinato mondo delle arti applicate, fatto di bronzi dorati, di argenti, rami e ottoni, di marmi colorati e di pietre dure e lucenti maioliche o, ancora, di legni capricciosamente intagliati e dorati e di porcellane dall’elegante linguaggio rococo’, il Museo di Capodimonte conserva una ulteriore, splendida testimonianza, di assoluta rilevanza, nella collezione di Mario De Ciccio, donata nel 1958.  Appassionato collezionista e conoscitore d’arte, antiquario, raffinato esponente di una cultura di e’lite di matrice ancora tardo-ottocentesca, giunse a Napoli da Palermo, sua città d’origine, nel 1906, portando con se’ un primo, cospicuo numero di manufatti siciliani sei e settecenteschi (argenti ed oreficerie, tessuti e paramenti sacri, rare maioliche) che poi costituiranno il nucleo principale della sua raccolta, ulteriormente ampliata ed accresciuta nella nuova patria di adozione.  La ricca collezione di oggetti d’arte via via acquistati per se’, e non per la vendita, e sistemati nella abitazione, diventata una sorta di -casa-museo- di sapore neo-rinascimentale, fu molto apprezzata e conosciuta negli ambienti colti della città e all’estero. (de ciccio)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Il politico acrobata e lo scrittore clown

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

di Marco Romanelli La vena creativa dell’on. Veltroni è, sia detto senza nessuna ironia, francamente impressionante: dopo i commoventi racconti di Senza Patricio, dopo il successo internazionale di La scoperta dell’alba, a soli quattro mesi dall’uscita del poderoso romanzo generazionale Noi, ecco apparire Quando cade l’acrobata entrano i clown, presentato poche settimane fa dall’autore al teatro Eliseo di Roma (in platea Giovanna Melandri, Maurizio Costanzo, Serena Dandini) e poi riproposto in un tour promozionale culminato nella memorabile serata di Sesto Fiorentino alla presenza del vicesindaco Baccelli e del proposto mons. Arturo Pollastri. Come si legge in una nota finale, il libro non è nato per iniziativa della fertile mente dell’autore, ma è stato commissionato da Stefano Valanzuolo, direttore di Ravello Festival, il quale ha chiesto a Veltroni “di scrivere un monologo sulla tragedia dello stadio Heysel che sarà rappresentato, con una musica appositamente composta, nell’edizione estiva del 2010”.  Si tratta dunque di un testo, per così dire, preterintenzionale, anche se qualcuno ha osservato che potrebbe pure essere rubricato come colposo, stante l’entusiasmo e il coinvolgimento con cui l’autore ha accettato la proposta del Valanzuolo. Tuttavia, ci sembra che il giudizio di colposità sia troppo severo: il calcio, si sa, è in cima agli interessi degli italiani, e segnatamente dei politici, e non è solo Veltroni a viverlo con tanta partecipazione.  Tutti abbiamo in mente le immagini domenicali dei vertici istituzionali della Repubblica in tribuna d’onore mentre assistono (ovviamente senza pagare) alla partita insieme ai loro cari, da Fini a Berlusconi, da Rutelli a D’Alema, da Casini a Gasparri, né dimenticheremo facilmente l’immagine del ministro della difesa, on. La Russa, mentre danza seminudo in Piazza del Duomo a Milano per festeggiare la vittoria dell’Inter in Champions League (l’unico politico di livello che sembra non condividere questa infatuazione è, sia detto a suo onore, l’on. Di Pietro, il quale al calcio preferisce la “rulla”, ossia il lancio tramite cordicella di una forma di pecorino lungo i tratturi molisani).  Come dunque fare una colpa all’on. Veltroni se ha dato senza indugi la sua incondizionata adesione al progetto di Valanzuolo? Casomai verrebbe da dire “Valanzuolo Valanzuolo, tu ssì ’nu poco mariuolo”. (fonte MicroMega http://www.micromega.net)

Posted in Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

La sanità non è una priorità per il governo

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

«La sanità ha bisogno di una nuova legge sulla governance per ridurre gli sprechi, eliminare l’invadenza dei partiti e amministrare meglio i servizi sanitari, ma nonostante le rassicurazioni è evidente che manca la volontà politica del Governo. Infatti la settimana scorsa alla Camera è arrivato l’ennesimo stop a un ddl che non risponde pienamente ai problemi in campo, ma che può essere un punto di partenza. La maggioranza, invece, non ha tentennamenti a varare una manovra economica che toglie 1 miliardo di euro dalle tasche dei medici». Questo il commento di Gianfranco Rivellini, dirigente nazionale del Sindacato dei medici italiani (Smi), sul taglio previsto dalla manovra economica alla sanità pubblica e sul voto alla Camera dei Deputati, giovedì scorso, sul Ddl sulla governance che ha visto la maggioranza battuta due volte, con il conseguente ritorno del progetto di legge in Commissione. Per lo Smi assistiamo a una politica sulla sanità senza alcuna vocazione riformatrice. «Siamo in linea con i provvedimenti già attuati nell’ultimo decennio da differenti governi – spiega Rivellini – tagli e solo tagli a danno del Ssn e dei cittadini. Con il blocco dei contratti si tolgono ai medici convenzionati e dirigenti oltre 1 miliardo di euro. Altri 10 miliardi verranno meno dai bilanci delle Regioni. Con lo stop al turn over avremo un deficit di oltre 20mila medici e dirigenti, ma assisteremo anche al licenziamento di migliaia di precari che da anni hanno ruolo importantissimo nei nostri ospedali. Dure le ripercussioni quindi su tutta la macchina che garantisce la salute dei cittadini».

Posted in Politica, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Mostra dell’artigianato

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Feltre dal 24 al 27 giugno.  Quattro giorni di appuntamenti nel segno della riscoperta di forme e tradizioni dell’artigianato italiano di qualità. Un calendario di incontri, dibattiti, ma anche spettacoli e intrattenimenti musicali per una festa della creatività del fare che  prenderà il via a Feltre il prossimo 24 giugno con la 24° Mostra dell’Artigianato Artistico e Tradizionale.  Protagonisti della manifestazione un centinaio di artigiani selezionati tra i numerosissimi che da tutto il Triveneto avevano richiesto la possibilità di intervenire. Un dato che da solo basta a testimoniare la credibilità della manifestazione: nonostante la crisi che continua a gelare il settore, il numero degli aspiranti espositori è infatti sensibilmente cresciuto rispetto alle precedenti edizioni. Filo conduttore tra essi: il valore artistico e tecnico del loro lavoro e la disponibilità a realizzare in mostra le loro opere. La scelta degli espositori, avviata già nel mese di marzo, si è conclusa pochi giorni fa. Soddisfazione è stata espressa dal Presidente della Mostra, Simone Moretti, che si era impegnato a garantire al territorio una manifestazione di assoluto livello. “La mostra – ha affermato – sarà non solo un momento per appassionati del settore ma una vera e propria vetrina del fare, nella speranza che il grande pubblico ed i giovani in particolare scoprano la ricchezza culturale, artistica e storica che appartiene ad ogni manufatto artigianale”. Palcoscenico per l’esposizione sarà come da tradizione la cittadella rinascimentale di Feltre. Le centralissime via Mezzaterra, via Paradiso e via Luzzo apriranno ai visitatori gli androni dei loro cinquecenteschi palazzi. Al loro interno troveranno spazio gli stand espositivi, per un percorso nella miglior creatività triveneta che avrà in Piazza Maggiore il suo cuore. L’antica platea maior accoglierà infatti alcune tra le iniziative collaterali più attese: tra esse la premiazione dei vincitori dei concorsi di forgiatura e falegnameria, i concerti, il defilè di sabato sera e i numerosi convegni in programma.

Posted in Cronaca, Economia | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Brunetta a “Mettiamoci la faccia”

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Roma 22 giugno ore 9.45  Camera di Commercio di Roma Tempio di Adriano – Piazza di Pietra, Roma Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta firma i Protocolli d’intesa  per la sperimentazione del servizio “Mettiamoci la faccia” con i Comuni di Bagnara di Romagna, Firenzuola, Margherita di Savoia, Sabaudia e Bianzano. ore 10  Il Ministro apre i lavori della seconda Convention: “Mettiamoci la faccia”.
Roma Ore 14    Palazzo Vidoni, – Corso Vittorio Emanuele, 116 – Conferenza Stampa del Ministro Renato Brunetta per la diffusione della posta elettronica certificata (PEC)  nelle imprese associate di Confartigianato attraverso il servizio “Impresa Semplice” di Telecom Italia. Intervengono:  Il Presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini, L’Amministratore Delegato di Telecom Italia SpA Franco Bernabè.

Posted in Cronaca, Economia, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Centro servizi Uil a Buenos Aires

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Come da programma, la missione dei dirigenti della UIL in America Latina, dopo gli incontri avvenuti prima in Brasile e poi in Argentina con i propri dirigenti, il sindacato e le autorità locali, è terminata a Buenos Aires con l’inaugurazione del primo Centro Servizi UIL dell’Argentina. Un nastro tagliato personalmente dal Segretario Generale della UIL, Luigi Angeletti, accompagnato in questa missione in America Latina da Antonio Messia e dal Vice Presidente del patronato ITAL, Mario Castellengo e dal Coordinatore dell’ITAL-UIL per il Sud America José Tucci. Un Centro Servizi UIL che ospiterà il patronato, il Centro di assistenza fiscale (CAF), l’Unione degli Italiani nel Mondo (UIM) e gli uffici di tre categorie della UIL presenti con propri iscritti anche all’estero e cioè la UIL Pensionati, la UIL Scuola e la UIL Esteri. Una sede polifunzionale della UIL, ospitata in una palazzina nel centro di Buenos Aires, dove la comunità italiana locale potrà avere un’assistenza ed una tutela a 360 gradi e cioè per ogni necessità, come ha tenuto a ricordare Luigi Angeletti nel suo saluto alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia in Argentina, Guido La Tella, del Console Generale di Buenos Aires, Gian Carlo Maria Curcio, dell’onorevole Fabio Porta giunto appositamente dall’Italia, della Presidente del locale Comites Graziella Laino, nonché di numerosi dirigenti, operatori ed iscritti delle varie Strutture UIL dell’Argentina e di altri Paesi dell’America Latina.

Posted in Estero, Welfare | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Schifani: sacrifici e salute

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Contenere gli sprechi, senza intaccare i diritti fondamentali come la tutela della salute. Il presidente del Senato Renato Schifani assicura, in vista dell’inizio dell’esame della manovra, il proprio impegno per garantire il confronto tra maggioranza e opposizione e, nel contempo, invita a tutelare le fasce più deboli della società, distribuendo equamente i sacrifici. «La manovra all’esame del Senato – afferma intervenendo alla presentazione della relazione sull’attività della Commissione di garanzia dell’attuazione sulla legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali – non può che essere aperta al confronto parlamentare e il mio impegno sarà quello di garantire, a tale confronto, i giusti tempi perché esso sia ampio e costruttivo». «La riduzione strutturale della spesa pubblica – prosegue Schifani – non è rinviabile, né sono più accettabili sprechi e privilegi. Ma i sacrifici, pur necessari, non possono intaccare le tutele fondamentali, come quella della salute, che rappresentano sul piano della giustizia e dell’equità la difesa dei più deboli ed emarginati. Nella sanità – conclude il presidente del Senato – gli sprechi vanno eliminati con fermezza ma garantendo la tenuta degli standard qualitativi e collettivi del servizio pubblico, al quale si rivolgono anche le fasce sociali meno abbienti e quindi meritevoli di particolare e doverosa attenzione e tutela». (fonte doctor news)

Posted in Economia, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

E’ tempo di InJam

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Siena 23 giugno ore 21,45 ingresso libero Enoteca Italiana Fortezza Medicea. Si rinnova l’appuntamento con il grande show di talenti jazzistici provenienti da tutto il mondo, che arrivano nella città del Palio per il primo Master di Alto Perfezionamento Jazzistico in Europa, promosso dalla Fondazione Siena Jazz.  Si comincia con nomi di spicco quali Wayne Krantz, già chitarrista degli Steely Dan, Rich Shemaria, David Schroeder e i loro straordinari New York Ensembles, con i musicisti del Jazz Departement della New York University. Il connubio artistico e didattico tra Fondazione senese e il Jazz Departement della New York University, utile per rafforzare l’immagine artistica e formativa dell’Italia e di Siena nel mondo, verrà ulteriormente celebrato a novembre con la presenza a New York di una selezione di allievi e docenti dell’istituzione jazzistica senese che si esibiranno con gli studenti newyorkesi. Nell’occasione il presidente della Fondazione Siena Jazz Franco Caroni incontrerà David Schroeder, direttore del Dipartimento di Jazz della New York University per porre in essere una serie di collaborazioni fra le due istituzioni nell’ambito dell’Alta formazione. Ma nel frattempo, l’evento di mercoledì 23 giugno, vedrà sul palco i tre gruppi capitanati da Wayne Krantz, Rich Shemaria e Dave Schroeder. Wayne Krantz è una delle “chitarre di culto” più apprezzate in tutto il mondo e non solo nell’ambito jazz. Ha suonato negli Steely Dan e Billy Cobham, portando l’arte dell’improvvisazione oltre i confini del jazz. Il suono della sua chitarra reso personalissimo da una robusta iniezione di rock e la sua capacità di creare variazioni ritmiche e armoniche mai ascoltate fanno di ogni suo concerto un’occasione irripetibile. Il polistrumentista e compositore Dave Schroeder (sassofono, clarinetto, flauto e armonica) è uno dei nomi di riferimento del panorama musicale statunitense, leader del Combo Nuvo Ensemble, formazione eclettica newyorkese da lui fondata. Rich Shemaria ha studiato musica classica e jazz coltivando diverse esperienze artistiche. Nel 1985 si è trasferito a New York dove ha fondato la “Rich Shemaria Jazz Orchestra”. Dal ’90 ha partecipato ad uno dei primi BMI Composers Workshop sotto la direzione di Bob Brokmeyer e Manny Albam. Ha diretto per due anni la UMO Jazz Orchestra, Big Band della Radio Nazionale Fillandese.  Gli altri protagonisti di questo grande concerto rappresentano la selezione dei migliori studenti della New York University e sono: Edalji Zubin (tromba), Jason Arce (sax), Timothy Zerone (piano), Nicholsa Tannura (chitarra), Marco Benedetti (contrabbasso), Piero Spitilli (contrabbasso), Martin Isenberg (basso elettrico) Rodrigo Recabarren, Jordan Chiolis e Antonio Econom (batteria).

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Arnulf Rainer “Piranesi”

Posted by fidest on Friday, 18 June 2010

Roma 21 Giugno alle ore 18,00 Gallerja Via della Lupa 24 (Fontanella Borghese) inaugurazione della mostra. Protagonista di spicco di alcune tra le più significative correnti dell’arte contemporanea della seconda metà del XX secolo, Arnulf Rainer si riaffaccia nella Gallerja di via della Lupa a Roma dopo la mostra Je est un autre, nella quale si erano potuti ammirare alcuni esempi storici delle sue opere a base di pose corporali, esempi pioneristici della body art. Il percorso artistico di Arnulf Rainer è densissimo di fasi linguistiche differenti, oltretutto all’insegna di tecniche e materiali diversi. Dall’incisione alla fotografia, dall’uso del corpo alla pittura, tutta la sua opera è attraversata da una volontà di superamento dei mezzi tradizionali in una ricerca di libertà sottolineata da alcune preoccupazioni costanti; tra esse il pensiero e la condizione della morte, della distruzione, della catastrofe sono ricorrenti, come realtà compresenti alla vita e su di  essa incombenti. Tra le opere presenti a Roma, oltre a una grande Schlenkerkreuz, 1991-93, dipinta su tavola, si distinguono le incisioni sulle “urne cinerarie” (1987) piranesiane, la Veduta del tempio di Antonino, 1990 e la Veduta di Piazza del Popolo 1990, i cui ariosi cieli e le vestigia monumentali sono contrassegnati e coperti da fitti segni blu neri e gialli che modificano radicalmente lo spazio della città eterna introducendovi una vistosa cifra melanconica. Per la mostra, che resterà aperta dal 22 giugno al 12 settembre 2010, è in preparazione un catalogo che reca un testo critico di Bruno Corà e le immagini di tutte le opere esposte.

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli, Roma | Tagged: , , , | 1 Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 44 other followers