Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 230

Archive for May 7th, 2011

Amedeo Bocchi: 1919 e dintorni

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Parma 7 maggio p.v. alle ore 11,30 presso il Museo Amedeo Bocchi (Palazzo Sanvitale – ingresso Museo Amedeo Bocchi) inaugurazione della Sala in cui il dipinto Nella veranda potrà essere ammirato al Museo da martedì a domenica dalle ore 10,30 alle 13 con ingresso gratuito.
Il Museo dedicato ad Amedeo Bocchi cambierà aspetto: una sala in particolare, quella de I capolavori, verrà temporaneamente riallestita per ospitare un quadro che non ha mai lasciato le private stanze dei proprietari. La ricostruzione del catalogo pittorico di Bocchi, pittore longevo e prolifico, si arricchisce ora di un nuovo significativo tassello che ammalia per la raffinata bellezza, stupisce per la novità dell’impianto e conquista per la forza del colore. Solo pochi fortunati hanno finora potuto ammirare dal vivo Nella veranda, quadro di grandi dimensioni (cm 130 x 200) che la famiglia degli attuali proprietari ha acquistato direttamente da Bocchi nell’anno stesso in cui venne dipinto: il 1919 e che ora viene concesso in comodato alla Fondazione Monte di Parma. L’opera di grandi dimensioni, presenta un’insolita composizione a più voci non altrimenti presente nei quadri a soggetto familiare: cinque donne, tra cui Niccolina, la seconda moglie del pittore, sono ritratte durante un concerto domestico nella veranda, circondate da magnifici vasi di fiori. Il 1919 è un anno speciale per Bocchi che dipinge, oltre a Nella veranda, due altri capolavori: Nel Parco della Galleria Comunale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma e La colazione del mattinodella Galleria Ricci Oddi di Piacenza. Alla serenità della vita domestica, corrispondeva in quegli anni la vitalità di una ricerca artistica che, sebbene riconosciuta dalla critica solo a partire dagli anni ’70, rappresenta nel panorama pittorico italiano uno dei più alti traguardi. Nella veranda sarà esposto al Museo e sarà circondato da opere con cui è possibile stabilire uno stretto rapporto di parentela: il bozzetto Niccolina con chitarra (1917), ma anche Niccolina ammalata(1919) con cui condivide, ancora una volta, la stessa sensibilità coloristica, espressione però non più di gioia, ma di angosciosa compartecipazione; le prove ad affresco per la Sala della Cassa di Risparmio, passaggio artistico fondamentale per comprendere il nuovo quadro esposto; il bozzetto La malaria (1919) che documenta la parallela ricerca di Bocchi nelle paludi Pontine e il bozzetto La colazione del mattino (1919).(bocchi)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Salone del libro di Torino

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Torino. Tra i 150 libri selezionati per raccontare l’Italia in mostra al prossimo Salone del Libro di Torino, non poteva mancareCentomila gavette di ghiaccio di Giulio Bedeschi, pubblicato nel 1963 da Mursia, un long seller di cui sono stati venduti a oggi oltre 4 milioni e mezzo di copie. A Torino, in questi giorni “occupata” da centinaia di migliaia di alpini provenienti da tutta Italia per l’84° Adunata Nazionale, si ripercorre anche il contributo che gli scrittori con la Penna Nera hanno dato alla letteratura e alla saggistica italiana: un ‘reparto’ che ha arruolato firme come Scipio Slataper, Salvator Gotta, Mario Rigoni Stern,Piero Jahier, Paolo Monelli, Curzio Malaparte, Carlo Emilio Gadda, Nuto Revelli. Un ruolo importante nella diffusione della pubblicistica alpina l’ha avuto la casa editrice Mursia, che ha attualmente in catalogo circa 100 titoli di e su gli alpini ed è l’editore di riferimento dell’ANA di cui ha pubblica i volumi storici. Oltre a Centomila gavette di ghiaccio Mursia ha pubblicato titoli su tutta l’epopea alpina: dalla Grande Guerra ai nostri giorni. Del triestino Scipio Slataper, 3° reggimento artiglieria alpina, medaglia d’oro al valor militare, Mursia sta per ripubblicare Il mio carso, autobiografia di uno scrittore di frontiera; già in catalago invece Piero Jahier, poeta, scrittore e sottotenente alpino autore di Canti di soldati e Con me e con gli alpini, diario in versi e in prosa della sua esperienza bellica. ll catalogo prosegue con il capitano alpino e letterato arguto Paolo Monelli, tra i fondatori del premio Bagutta, giornalista del Resto del Carlino, Corriere della Sera, La Stampa, la Gazzetta del popolo ha raccontato la naja in cronache ora raccolte nel volume Ricordi di naja alpina. Ma è nella seconda guerra mondiale che la memorialistica e la letteratura delle Penne Nere ha il suo periodo più intenso: Giulio Bedeschi ed Egisto Corradi vivono la tragedia dell’ARMIR che documenteranno nei loro memoriali:Centomila gavette di ghiaccio di Bedeschi (premio Bancarella nel 1964) e La ritirata di Russia di Corradi, Nelson Cenci e Carlo Vicentini, autori rispettivamente di Ritorno, diario della ritirata e di Noi soli vivi, drammatico resoconto sulla prigionia nel lager sovietici, ancora oggi riempiono le sale: giovani e meno giovani accorrono per sentire dalla viva voce degli ultimi reduci la storia della Ritirata. Cambiano i tempi, il servizio militare e il modo di condurre le guerre. Il reparto delle Penne Nere impegnate sul fronte letterario cambia profilo e stile lettarario. Filippo Pavan Bernacchi, ufficiale degli alpini e scrittore di spy-story fa vivere le sue storie nei nuovi teatri bellici: Non uccidete Bin Laden, ambientato in Afghanistan ha anticipato l’eliminazione dello sceicco del terrore con i suoi ambigui retroscena. Infine le nuove testimonianze di guerra: non più scritte a mano con la matita ma su blog e pagine dei social network. E’ stato curando un blog dei soldati della Taurinense che Mario Renna, maggiore degli alpini, ha dato voce agli alpini in missione in Afghanistan nel suo diario Ring Road.
In occasione della 84° Adunata che si concluderà domenica a Torino, Mursia ha riportato sugli scaffali delle librerie una testimonianza davvero eccezionale, un reportage firmato da Rudyard Kipling che nel 1917, come inviato speciale, dedicava un ritratto affettuoso, a tratti toccante, alla Penne Nere impegnate sul fronte durante la prima guerra mondiale. Da quel «corpo di giovani scapestrati, con il carattere tosto, l’aspetto curato e lo sguardo inflessibile», Kipling rimarrà letteralmente affascinato regalando agli Alpini pagine straordinarie pubblicate dai giornali dell’epoca e raccolte ora, insieme a un breve storia su questo corpo militare a cura di Massimo Zamorani, inLa guerra nelle montagne (pagg.128; euro 12,00). (renna)

Posted in Cronaca, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Quando la frutta diventa un gioco

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

L’Organizzazione Mondiale della Sanità consiglia, per mantenersi in forma, di mangiare almeno 400 grammi al giorno di frutta e verdura, fare un po’ di moto, evitare il fumo e limitare gli alimenti grassi o troppo zuccherati. L’indicazione è semplice e apparentemente facile da seguire ma la realtà presenta dati molto preoccupanti. Oltre un milione di bambini in Italia sono in sovrappeso e 400 mila sono obesi. Si tratta, rispettivamente del 22,9% e dell’11,1% di tutti i bimbi tra gli 8 e i 9 anni in Italia. (Fonte: Istituto Superiore di Sanità). D’altra parte è noto che le buone abitudini alimentari si apprendono dall’infanzia e quindi diventa fondamentale riuscire a proporre la frutta e la verdura in un contesto che non sia il solito banale fine pasto. E’ per questo che nasce la Frutteria Almaverde Bio , il marchio leader del biologico in Italia, a Mirabilandia che con i suoi 85 ettari è il Parco Divertimenti più grande d’Italia e che con una presenza annuale di circa 2.000.000 di visitatori è leader del settore divertimento La Frutteria è uno spazio allegro e coloratissimo, in cui è possibile pranzare o fare un veloce spuntino per rinfrescarsi e caricarsi di energia con la frutta fresca biologica pronta da gustare senza conservanti e coloranti disponibile in tanti pezzi tagliati e serviti in invitanti coppe miste come il gelato oppure in comode vaschette monodose .Per un pranzo salutare ed energetico si potranno scegliere le ricche insalatone pronte al consumo, o richiedere i frullati, i centrifugati, le spremute tutto esclusivamente a base di prodotti certificati biologici. Non mancheranno ovviamente i succhi di frutta, le bevande a base di tutti i tipi di frutta, la frutta, secca e le polpe fresche. Un trionfo di benessere ed energia per i visitatori di Mirabilandia che potranno trovare un ristoro naturale unico in Italia per potersi poi dedicare alle montagne russe più emozionanti d’Europa e alle attrazioni più divertenti dell’intero stivale. (piraccini)

Posted in Medicina, Welfare | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Il libro che mi manca

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Milano, dal 12 Maggio al 25 Giugno 2011 orari: da martedì a sabato 10.00-13.00; 16.00-19.00 Inaugurazione: Giovedì 12 Maggio 2011– dalle ore 18.30 Piazzale Baiamonti, 2 Fabbrica Eos a cura di Francesco Poli Ingresso libero. José D’Apice, artista inquietante e problematico, torna a Milano con una mostra che lascia molti spunti per riflettere sull’importanza dell’individuo all’interno della società moderna, fragile e disunita, che vede la trasformazione dei suoi protagonisti da produttori a consumatori che perdono le loro sicurezze a causa di una vita sempre più frenetica e costretta ad adeguarsi alle attitudini del ‘gruppo’ per non sentirsi esclusa e che corre sorda verso un futuro abitato da grandi incertezze. In mostra anche Autoritratto dopo, culmine dell’autoironia grottesca di questo artista, costruita sul rovesciamento degli equilibri: in alto la testa e il busto di un navigatore con enormi denti cannibaleschi che stringono un osso, in basso due piccole braccia scheletriche e una gamba di un tavolino, che si trasforma in un piede da danzatore che regge tutta la costruzione, posato su una piccolissima sedia; l’unico riferimento ipotizzabile è la crudeltà degli europei nella conquista dell’America. Illuminata è un dittico di facile interpretazione erotico-sessuale, che ci mostra due gambe di manichino piegate e aperte. I piedi con scarpette da ballerina poggiano su due piccole silhouette di danzatrici, mentre in centro vediamo, in basso, un vaso in cui entrano i tubi prolungamenti delle gambe, e in alto una farfalla ricamata su un frammento di tessuto.
Piccolo atlante imperfetto del mondo, opera molto suggestiva, è un lungo polittico formato da una serie di grandi disegni, ciascuno dei quali dovrebbe rappresentare un continente, almeno se si leggono i cartigli in basso, ma questi “continenti” in effetti sono delineati come dei pezzi del corpo umano ischeletrito: il cranio, la gabbia toracica, il bacino, la parte superiore e inferiore delle gambe e i piedi. Sullo sfondo scuro si vede fluttuare una sfera che allude al nostro o a un altro pianeta. Una peculiarità di tutte le opere di José D’Apice è l’effetto iperreale derivato dalla precisione maniacale dell’elaborazione figurativa che, attraverso il disegno, la tecnica mista e il collage, crea una nuova e suggestiva dimensione. (la vita, autoritratto, piccolo atlante)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Festival nazionale della birra agricola

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Macerata. Nelle giornate del 7 ed 8 maggio, alle 16, in collaborazione con il Consorzio produttori orzo e birra (Co.bi) ci saranno degustazioni e corsi di abbinamento della birra agricola con i cibi guidati dal presidente AIS Macerata, Cesare Lapadula. Oltre tutto domenica pomeriggio l’artista marchigiano Patrizio Moscardelli allestirà un laboratorio di pittura creando opere con la birra. Il tutto per proporre e far conoscere la birra agricola che con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale 212 del 10 settembre scorso del decreto ministeriale del 5 agosto 2010 è entrata a far parte a tutti gli effetti nell’attività di produzione agricola. Ciò apre a nuovi margini di diversificazione produttiva in agricoltura. Ed è il risultato di una grande sfida che la Copagri ha portato avanti dal 2000 quando il progetto non godeva di alcun credito tra gli addetti ai lavori ed a livello istituzionale. La Copagri non ha mai mollato la presa fino ad investire l’ex ministro Luca Zaia della questione, sollecitando l’inserimento della birra nell’elenco delle attività agricole in sede di revisione. Lo scoglio era rappresentato dal mancato riconoscimento dell’attività totalmente agricola dal punto di vista fiscale, cioè pagare le tasse sulla base del solo reddito agrario, così come avviene per il vino o il grano. Il tutto ora è superato e le aziende agricole che ricavano il malto dall’orzo prodotto prevalentemente in azienda possono realizzare birrifici. Due aspetti fondamentali fanno ben sperare per lo sviluppo della produzione di birra agricola: la qualità data dalla selezione di particolari tipologie di orzo e la possibilità di creare l’intera filiera della birra, dai cereali da maltizzare fino al prodotto finito ed alla somministrazione in agriturismi e spazi di ristorazione in azienda. Un esempio tangibile dell’impegno profuso in questo campo da Copagri Marche è la promozione del Consorzio marchigiano produttori dell’orzo e della birra (Co.bi), che ha un impianto in provincia di Ancona con una capacità produttiva di 1500 quintali di malto l’anno con l’obiettivo di arrivare a quota 12mila vista l’espansione della domanda. “Ringraziamo gli organizzatori della Raci – dice il presidente di Copagri Macerata, Andrea Passacantando – per questa grande opportunità concessaci che ci permettere di diffondere il grande valore di prospettiva della birra prodotta direttamente dalle aziende agricole, per il quale la Copagri si è battuta fino al formale riconoscimento nello scorso agosto. E non solo. La Copagri è riuscita a realizzare sul territorio quelle sinergie con il mondo dell’artigianato, del turismo, del commercio locale, che rappresentano un modello economico non in competizione, ma comunque alternativo alla globalizzazione. In definitiva sono quelle forme di associazione che noi vogliamo, che riescono a superare i limiti dimensionali in senso lato delle aziende agricole, rendendo protagonisti i produttori”. (andrea)

Posted in Cronaca, Viaggia | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Storia del libro in Europa

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Bologna 12 maggio 2011 alle ore 17 presso la Biblioteca d’Arte e di Storia di San Giorgio in Poggiale (via Nazario Sauro, 22) prenderà il via il ciclo di lezioni magistrali Storia del libro in Europa Scrittura, stampa e lettura promosso da CERB – Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica dell’Università di Bologna Universidad de Alcalá Saluti di apertura Fabio Roversi-Monaco Presidente Fondazione Carisbo Gian Mario Anselmi Direttore Dipartimento di Filologia Classica e Italianistica Lezione magistrale di David McKitterick Trinity College, Cambridge Evento collaterale Presentazione di Teca la nuova rivista di Storia del libro nata dal CERB e sostenuta dalla casa editrice Pàtron di Bologna diretta da Paola Vecchi, Maria Gioia Tavoni e Paolo Tinti. (image002)

Posted in Cronaca, Università | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Nella pietra

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Roma 11 maggio al Teatro India lo spettacolo “Nella Pietra” di Christa Wolf, adattamento, scena e regia di Enrico Frattaroli Il racconto Nella pietra – scritto da Christa Wolf nel 1996 e apparso in Italia solo nel 2009, nella raccolta “Con uno sguardo diverso” (edizioni e/o) – è il resoconto fonologico dell’autrice che ripercorre, letterariamente, la sua operazione di protesi all’anca effettuata in anestesia epidurale. L’attrice è distesa su un tavolo chirurgico orientato lungo l’asse centrale della scena, nella metà compresa tra la linea di proscenio e il centro. Giace con la testa riversa verso il pubblico. Il suo busto è libero mentre il bacino e le gambe sono legate al tavolo: la sua immobilità è reale. Un velatino nero, esteso quanto il piano frontale della scena, divide lo spazio in due metà attraversando il corpo della donna esattamente lungo la linea della vita, come una membrana, un filtro, un diaframma tra il corpo anestetizzato e l’immaginazione acuita. Su questo velo-schermo, un flusso discontinuo di immagini (in foto e in video) tratteggia in contrappunto il flusso continuo del racconto. Un quadrato di luce verde si intaglia nel velatino come il telo di stoffa usato per nascondere la scena chirurgica allo sguardo del paziente. Nei momenti in cui l’intervento chirurgico irrompe con la sua realtà, un fondale illuminato in verde dissolve il flusso di immagini e fa apparire la sala operatoria che il velatino occultava. Alla fine del testo, l’operazione chirurgica e l’operazione teatrale si concludono di concerto: l’anestesia, la finzione, il raggiro dei sensi termina, la donna viene sciolta dal tavolo operatorio, il velatino scompare, si torna alla realtà, alle gambe, al mestiere, agli applausi… (annapaola)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Racconta la mamma

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Napoli 8 maggio, ore 11.00 al San Carlo, spettacolo per la festa della mamma con lo spettacolo Racconta la mamma… e portala a Teatro, ideato per le famiglie e dedicato al pubblico di bambini e di adulti. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con la Direzione Generale della Pubblica Istruzione. All’evento partecipano i familiari delle vittime della criminalità, grazie al contributo della Fondazione Pol.i.s Sul palco, si esibiscono il Coro delle Voci Bianche, diretto da Stefania Rinaldi, e il tenore Amedeo Moretti, che ha offerto la sua amichevole partecipazione all’evento. In programma, canzoni del repertorio napoletano e della musica leggera italiana degli anni ’50, tra cui il “classico” Mamma son tanto felice. Durante lo spettacolo, i vincitori del concorso “Invia una lettera alla mamma”, promosso dal San Carlo, leggeranno dal palco i propri messaggi. L’attrice Francesca Rondinella leggerà un testo di don Tonino Palmese, vice presidente della Fondazione Pol.is: una lettera dalle vittime innocenti della criminalità alle mamme. Prima dell’esibizione, gli allievi della Scuola di ballo, diretta da Anna Razzi, con indosso costumi da scimmiette, uccellini e ranocchiette, si muoveranno tra le poltrone della platea per scherzare con il pubblico, regalando piccoli omaggi. Costo del biglietto: 15 euro, posto unico (voci bianche)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , , | Leave a Comment »

Tramonto alpino

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Gli Alpini
Sogni in grigio-verde,
scarponi di gloria
per una Patria da difendere.
Montagne di ricordi,
il Piave, l’amara Grecia,
le impervie Alpi
e le Ambe etiopi.
Oggi: missioni d’amore,
penne nere color Afghanistan,
armate di un sorriso
e lacrime di sangue,
combattono con il cuore
l’aspra battaglia della pace.
Ermanno Eandi
http://www.eandiermanno.it (tramonto alpino)

Posted in Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Lucia Luque e Irene Castellini

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Genova (San Martino), 11 maggio 2011 ore 21:30 BORGOCLUB Via Vernazza 7/9 R nel tempio genovese del jazz si apriranno le porte a Brahms, Rachmaninov, Bizet-Sarasate e a Franck. Questi gli autori delle musiche proposte dalla violinista argentina Lucia Luque accompagnata dalla pianista Irene Castellini.
Lucia Luque, classe 1988, vanta il primo concerto da solista a 9 anni e con orchestra a 14. Prima esibendosi nei teatri e nelle sale più prestigiose dell’Argentina e dell’area latino-americana, poi con le migliori orchestre del mondo: l’Orchestra Sinfonica Nacional Argentina, l’Orchestra Sinfonica di Rosario, l’Orchestra Sinfonica di Mar Del Plata, la Filarmonica di Mendoza, l’orchestra Sinfonica della Provincia di Cordoba, l’Orchestra OSPA del Brasile, l’Orchestra Sinfonica Cilena, la Sinfonica di Entre Rios, l’Orchestra della Fondazione Arena di Verona, l’Orchestra La Offerta Musicale di Venezia, ecc. Nel suo repertorio spiccano i Concerti di Tchaikovsky, Sibelius, Beethoven, Bruch, la Carmen Fantasy di Sarasate. Dal diversi anni vive in Italia dove si perfeziona con il maestro Salvatore Accardo nella Accademia Stauffer di Cremona, con il maestro Felice Cusano a Roma e con il maestro Rafael Gintoli a Buenos Aires. Durante la sua giovane carriera professionale ha ricevuto importanti riconoscimenti e vinto innumerevoli concorsi, come l’“Austrian Master Classes” (2005 e 2006), ottenendo inoltre la segnalazione come una tra i 10 grandi talenti d’Europa; Primo Premio al “Concorso Internazionale di Esecuzione Musicale di Asti”, in Piemonte (2007); Primo Premio nel “Premio Nazionale delle Arti” a Torino, riconosciuta anche comela migliore violinista di tutte le universitá ei conservatori d’ Italia; vince i tre Primi Premi nel Concorso Internazionale “Riviera Etrusca” di Toscana (2008); Premio Speciale nel “Concorso Internazionale di violino Curci” di Napoli (2008); il “Premio Accademia Filarmonica dell’Arena” di Verona, come la migliore diplomata del anno (2008), Borsa di studio “Teresa Grüneisen” del Mozarteum Argentino (2009) e tantissimi altri premi. Con il “Trio Opera Cento” ha suonato nella “Sala Maffeiana” del Teatro Filarmonico di Verona, alla Radio Vaticana di Roma, al “Festival Harmos” in Portogallo, a “Verona Contemporánea” solo per citare alcuni dei concerti più imporanti. Dal 2008 è rappresentante musicale di Yahama Italia. I suoi prossimi impegni la vedranno in tournèe in Canada, Italia e Cina per presentare il suo nuovo CD inciso assieme al pianista Mauro Bertoli. Lucía Luque suona un violino Enrico Marchetti inizi del 1900. (lucialunque)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Concorso letterario nazionale InediTO

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

14 maggio alle ore 10.30 al Salone Internazionale del Libro di Torino presso la Sala delle Regioni, entra nel vivo la premiazione finale che si svolgerà dal 20 al 22 maggio con il coinvolgimento dei comuni di Chieri, Pecetto Torinese, Baldissero Torinese, Andezeno e Moriondo Torinese. Gli ospiti che parteciperanno alla rassegna di reading dedicata ai vincitori con la direzione artistica di Valerio Manni Vigliaturo, sono l’attore torinese Fabio Troiano protagonista della serie televisiva «I Ris Roma – delitti imperfetti» in onda su Canale 5 che sarà presto impegnato ad interpretare Massimo Troisi in un nuova fiction prodotta da Mediaset, Rita Marcotulli, pianista jazz e compositrice tra le più apprezzate in Italia e all’estero, accompagnata per l’occasione dal fisarmonicista Luciano Biondini, l’attrice nonché regista torinese Laura Curino e i Musicanti di Riva p. Chieri, ensemble di musicisti che si ispirano al teatro musicale in lingua piemontese. La proclamazione dei vincitori si terrà insieme alla presentazione della raccolta poetica dal titolo Transitoria di Antonella Sbuelz, vincitrice della sezione poesia di InediTO 2010, edita attraverso il premio da Raffaelli Editore con prefazione di Davide Rondoni. Tra i giurati che interverranno all’evento Bruno Babando, Davide Rondoni, Giuseppe Pellegrino, Adriano Pizzo, Stefano Caselli, Mario Baudino, Gianni Oliva, Teodora Trevisan, Valerio Manni Vigliaturo, Sergio Zoppi.
Gli artisti che presenzieranno alla premiazione di questa X Edizione che si svolgerà dal 20 al 22 maggio saranno impegnati nella lettura delle opere vincitrici e in interventi musicali e teatrali. L’anteprima della premiazione si terrà giovedì 19 maggio alle ore 18 presso la Libreria Mondadori in Piazza Cavour 3 a Chieri con l’incontro Napuli vs. bogianen. Nord e Sud a 150 anni dall’Unità d’Italia in cui verrà presentato il libro Polentoni di Lorenzo del Boca edito da Piemme. Interviene Bruno Babando, direttore de «Lo Spiffero». Modera Valerio Manni Vigliaturo.
Venerdì 20 maggio, ore 21, in piazza Roma a Pecetto Torinese, si svolgerà la premiazione della Sezione Racconto con lo spettacolo dei I Musicanti di Riva p. Chieri Se ij bogianen a bogio…porca miseria!, storie di contadini e di emigranti, teatro musicale in lingua piemontese di Domenico Torta e Luciano Marocco. Sabato 21 maggio alle ore 18 a Chieri in Piazza Umberto la premiazione del vincitore per la sezione poesia con letture di Laura Curino accompagnata alla fisarmonica da Luciano Biondini. Seguirà alle ore 21 la premiazione delle Sezioni Testo Canzone e Teatrale con ospiti Laura Curino, Rita Marcotulli e Luciano Biondini che eseguiranno anche un reading dedicato a Giuseppe Avezzana (generale e politico italiano di origini chieresi, Ministro della Guerra nella Repubblica Romana e deputato del Regno d’Italia che combattè a fianco di Garibaldi), tratto dal libro Giuseppe Avezzana di Daniela Bonino. Infine, alle ore 23 live set “Words in progress” con Squeeze dj (Monique Musique – Pesca Records). Domenica 22 maggio alle ore 18, nella piazza del Castello di Moriondo Torinese, in collaborazione con i comuni di Baldissero Torinese e Andezeno, ultimo appuntamento con la premiazione della Sezione Romanzo e del Premio speciale “Strade di colori e sapori” con ospiteFabio Troiano, accompagnato dalla Banda Musicale di Marentino. Tra i finalisti spicca il nome di Chiara Canzian, figlia di Red Canzian dei Pooh, iscritta nella sezione Testo Canzone dedicata a Leo Chiosso, autore e paroliere, di origini chieresi, di Fred Buscaglione.
I finalisti scelti dal comitato di lettura per la sezione poesia sono Battaglio Claudia, De Gregorio Anna Elisa, Fattorini Francesco, Giampieri Marco, Hanley Patricia, Lancione Michele, Magro Gaetano Giuseppe, Rafaiani Mariachiara, Santi Patrizia; per la sezione narrativa-romanzo Anau Roberta, Solo Vega, Bencivenga Luigia, Bonavita Cinzia, Capanni Elisa, Cesari Mario, De Filippis Fausto Carlo, De Pascale Gaia; per la sezione narrativa-racconto Avanzi Alessandro, Bonci Fabrizio, Cossaro Olga, Faroni Paolo, Farris Antonello, Ferrari Fabio, Frenguelli Sandra, Monco Matteo, Vasile Flavio, Vencia Eddi; per la sezione testo teatrale Barberio Maria Costanza, De Renzi Giuseppe, Di Donato Carla, Licciardi Maddalena/Stefania Ruggiero, Maistrello Morgagni Maria Grazia, Ninfole Daniele; per la sezione testo canzone Bombi Marco Federico, Canzian Chiara, Di Donato Carla, Geddo Davide, Ripepi Eugenio, Torrini Enrico, Velotti Nino, Zilli Davide.
Il Premio è organizzato dall’Associazione culturale Il Camaleonte di Chieri con l’Alto Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, il contributo della Regione Piemonte, della Provincia di Torino e dei comuni di Chieri, Pecetto T.se, Baldissero T.se, Andezeno, e Moriondo T.se, il sostegno della Fondazione CRT, della Camera di Commercio di Torino, della Banca Intesa Sanpaolo e della Banca del Piemonte di Chieri, di Legacoop, di Aurora-Penne, la partnership con il Circolo dei Lettori di Torino e il Centro di Poesia Contemporanea di Bologna, nonché la collaborazione con il progetto Strade di Colori e Sapori della Provincia di Torino attraverso l’istituzione di un premio speciale assegnato ad un’opera iscritta alle sezioni del concorso che tratti il tema del paesaggio e del territorio, valorizzando la storia, le bellezze architettoniche e i prodotti tipici enogastronomici dei comuni che parteciperanno all’iniziativa. Inoltre, InediTO sarà nuovamente inserito nel calendario di eventi della manifestazione Il Maggio dei libri (fino allo scorso anno Ottobre, piovono i libri: i luoghi della lettura), promossa dal Centro per il Libro e la Lettura della Direzione Generale per i Beni Librari, gli Istituti Culturali ed il Diritto d’Autore del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Il concorso è presieduto da Sergio Zoppi (responsabile Istituto di Storia dell’Europa mediterranea del C.N.R. dell’Università degli Studi di Torino), mentre il vice presidente è Bruno Babando (scrittore, direttore de «Lo Spiffero»). La Giuria è composta da esperti del settore, scrittori, giornalisti, critici, musicisti ed artisti di rilievo regionale e nazionale, tra i quali,Davide Rondoni, Giovanna Ioli, Gianni Oliva, Mario Baudino, Massimo Scaglione, Massimo Cotto, Laura Curino, nonché alcuni vincitori delle passate edizioni del concorso. (rita, fabio)

Posted in Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Personale di Pietro Mele

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Piacenza. 07 Maggio 2011 alle ore 18 Placentia Arte Via Scalabrini 116 si inaugura la mostra personale di Pietro Mele La mostra prosegue fino al 30 giugno 2011 Orario galleria 16-19 escluso festivi e lunedi. L’informazione come atto estetico è il concetto su cui si basa “Another degree of normality”. Attraverso un percorso espositivo incentrato sull’uso di materiale documentativo, la mostra apre una parentesi sulle attività militari in Sardegna, concentrandosi sul luogo che di fatto ospita il 60% del demanio militare nazionale. Il prezzo che la popolazione sarda sta pagando per questa specificità non richiesta si traduce in una strage di civili, morti per tumori al sistema emolinfatico o di leucemia, così come un’altissima incidenza di malattie genetiche, che da anni costituiscono una situazione di normalità nei territori vicini ai poligoni militari. La mostra tralascia ogni intenzione di esaustività e si lascia leggere piuttosto come il tracciato di un’indagine giudiziaria che, a partire da una serie di indizi da interpretare, veicola informazioni implicite in grado di ricostruire la scena del delitto. Dietro questa ottica di lettura ogni opera presenta ambiguamente se stessa nella doppia veste di prova investigativa e manufatto artistico rilanciando nel pubblico il tema controverso di una possibile utilità sociale dell’arte. http://www.placentiaarte.it http://www.studiobaldini.info (piccola)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Afghanistan: criminali di guerra

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Secondo l’Associazione per i popoli Minacciati (APM), l’uccisione di Osama bin Laden deve fornire l’occasione affinché finalmente la Comunità internazionale riveda la sua strategia in Afghanistan. Se da un lato viene ucciso il leader di un gruppo terroristico, dall’altro la Comunità internazionale non ha alcuna intenzione di arrestare e portare davanti a tribunali internazionali i signori della guerra afghani responsabili di massacri e che, anzi, si sono profilati come importanti partner dei governi europei e occidentali. Dopo l’uccisione del capo di Al-Qaeda Osama bin Laden si è riacceso negli Stati Uniti come anche in Europa il dibattito sull’intervento in Afghanistan. L’intervento avrebbe dovuto impedire che il paese potesse fungere da base per nuovi attacchi terroristici e avrebbe dovuto porre le basi per uno sviluppo pacifico del paese. Le mete prefissate in origine non hanno alcuna possibilità di essere realizzate fintanto che la Comunità Internazionale continua a collaborare con i signori della guerra afghani. Così Abdul Rab Rasul Sayyaf, ex-partner di Osama bin Laden, dovrebbe presto assumere la dirigenza del Tribunale Supremo afghano. Nel 1993 a Kabul le sue milizie si sono rese responsabili degli omicidi di massa di oltre 10.000 Hazara sciiti. Da anni Abdul Rab Rasul Sayyaf lavora nel parlamento afghano per la non-persecuzione dei crimini di guerra da parte dei tribunali afghani. Abdul Rashid Dostum è uno dei più famigerati signori della guerra ed è consulente militare del presidente Karzai. Le sue milizie controllano diverse province dove continuano a commettere impunemente gravi violazioni dei diritti umani contro persone appartenenti a minoranze nonostante si tratti di un territorio controllato dalle truppe internazionali sotto il commando delle forze armate tedesche. Abdul Rashid Dostum è considerato responsabile del massacro di almeno 2.000 prigionieri di guerra talebani (novembre 2001). A causa della partecipazione di soldati statunitensi al massacro, l’amministrazione USA impedisce ogni forma di persecuzione penale. Tra il 1993 e il 1995 Gulbuddin Hekmatyar ha fatto bombardare la capitale Kabul causando la morte di circa 50.000 persone. Al suo partito Hezb-e Islami appartengono oggi un quinto dei ministri del governo afghano, dieci governatori e una miriade di ambasciatori. Da marzo 2011 un funzionario di Hezb-e Islami gestisce l’ufficio di presidenza afghano.

Posted in Estero, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Il Presidente Napolitano e la sinistra

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Ricordando Antonio Giolitti, il Presidente della Repubblica ha ripreso un suo spunto molto attuale, sostenendo che la sinistra può vincere solo se rappresenta un’alternativa credibile, autorevole, praticabile. Altrimenti rimane opposizione. A mio giudizio Giorgio Napolitano afferma una verità sacrosanta. Ma il vero problema è che spesso quando il Presidente della Repubblica parla, tutti gli danno ragione e poi ognuno continua a fare quello che gli pare. Io penso che il centrosinistra tornerà a vincere quando smetterà di parlar male degli altri e inizierà a parlar bene del Paese che vogliamo costruire. Di occasioni per attaccare gli avversari ne abbiamo tre al giorno. L’ultima, la più ghiotta, è stata la scelta di nuovi nove sottosegretari. Ma come! Non dovevano essere il Governo che riduce i costi della politica, che non cede ai ricatti dei partitini, che dà una dimostrazione di efficienza e qualità? E questo come si concilia con il fatto che su 9 nuovi sottosegretari – di cui, come noto, nessuno avvertiva la struggente esigenza – ben otto sono professionisti del cambio di casacca (Questo articolo de La Stampa spiega tutto, leggetelo se pensate di riuscire a non rovinarvi la giornata)? Noi non possiamo gridare allo scandalo, visto che tanto lo facciamo ogni giorno e alla fine è come quando si grida “Al lupo, al lupo”. Però potremmo impegnarci concretamente a presentare in Parlamento la proposta per dimezzare il numero dei parlamentari. Rinnovo l’invito al Segretario Bersani; batta un colpo su questo tema.
Immediatamente sarebbe evidente la distanza tra chi moltiplica le sedie e chi prova a combattere l’antipolitica. Proposte alternative e concrete. Solo così torneremo a incrociare l’umore e l’anima degli italiani. (Matteo Renzi)

Posted in Politica, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Milano: i socialisti per la Moratti

Posted by fidest on Saturday, 7 May 2011

Milano lunedì 9 maggio alle ore 13:00 presso la Fondazione Craxi (via F. Confalonieri, 38) conferenza stampa alla quale parteciperanno Maurizio Sacconi Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali e la stessa Letizia Moratti, attuale sindaco uscente della città. Tra gli altri saranno presenti all’iniziativa: Paolo Pillitteri, Ugo Finetti, Renato Massari, Giovanni Manzi.
L’iniziativa è stata assunta da un folto gruppo di esponenti politici direttamente legati alla tradizione socialista milanese che dal secondo dopoguerra agli anni Novanta ha dato tanti importanti sindaci al capoluogo lombardo ha deciso di aderire ad una iniziativa promossa da Stefano Pillitteri e Stefania Craxi in appoggio alla candidatura a sindaco di Milano di Letizia Moratti.

Posted in Cronaca, Politica | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 43 other followers