Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 320

Archive for November 16th, 2011

Brutta partenza del prof. Monti

Posted by fidest on Wednesday, 16 November 2011

Mario Monti - Caricature

Image by DonkeyHotey via Flickr

Durante le due giornate di consultazioni, il Premier in pectore Mario Monti ha ricevuto ben trentaquattro delegazioni politiche, altrettanto rappresentanze delle parti sociali, degli enti locali e due non meglio identificabili “rappresentanze istituzionali di giovani e donne”, dimenticando di inserire nel calendario delle consultazioni la maggiore componente sociale del paese quale è quella dei pensionati e degli anziani. Un errore molto grave che dà l’esatta dimensione del rispetto delle istituzioni nei confronti di diciotto milioni di soggetti che, nella stragrande maggioranza, vive quotidianamente sotto la soglia di povertà. Inaccettabili le motivazioni dell’accaduto da parte della Segreteria del Presidente del Consiglio incaricato ad Age Platform Italia alla richiesta di convocazione. Il Professore Monti, forte della sua esperienza europea, sa benissimo che Age Platform Europe rappresenta 28 milioni di anziani dislocati nei paesi dell’Unione e che solo in Italia conta ben oltre 8 milioni di associati. La riunione di Age Italia, già convocata per il 22 novembre prossimo, sarà l’occasione utile per valutare l’atteggiamento tenuto dal Professore Monti anche alla luce delle dichiarazioni programmatiche che lo stesso riterrà opportuno illustrare nei prossimi giorni nei due rami del Parlamento. Programma di Governo che dovrà tener conto di una inversione di tendenza nell’impostazioni di provvedimenti per la crescita economica e di equità nell’eventuale rigore.

Posted in Spazio aperto | Tagged: , , , | 4 Comments »

Giornata Nazionale della malattia di Parkinson

Posted by fidest on Wednesday, 16 November 2011

Parkinson

Image via Wikipedia

Roma 23 novembre 2011 alle ore 11.00 presso l’Hotel Hassler Piazza Trinità dei Monti 6
presentazione della Giornata Nazionale della malattia di Parkinson e lancio del progetto di ricerca sulla prevenzione delle cadute, che si celebrerà in tutta Italia il 26 novembre prossimo ad iniziativa del Limpe (Lega italiana per la lotta contro la malattia di Parkinson). Modera l’incontro Laura Cason giornalista del Tg1. Interverranno all’incontro:
·Prof. Ubaldo Bonuccelli – Presidente LIMPE
·Prof. Paolo Barone – Presidente DISMOV-SIN
·Associazioni di Pazienti: Le esigenze dei familiari e dei caregivers
Pazienti: testimonianze ed esperienze

Posted in Cronaca, Medicina, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

La società italiana di Neurologia ha un nuovo presidente

Posted by fidest on Wednesday, 16 November 2011

hmb-neurologia-pruebas (7)

Image by USP Hospitales via Flickr

Il Professor Giancarlo Comi, Direttore del Dipartimento di Neurologia e Istituto di Neurologia Sperimentale Università Vita – Salute San Raffaele di Milano, è il nuovo Presidente della Società Italiana di Neurologia. Giancarlo Comi succede ad Antonio Federico, Professore Ordinario di Neurologia presso il Dipartimento di Scienze Neurologiche, Neurochirurgiche e del Comportamento dell’Università degli Studi di Siena, che ha diretto e presieduto la SIN negli ultimi due anni.
“La Società Italiana di Neurologia ormai è ben organizzata – ha dichiarato il neo Presidente Comi, ringraziando il suo predecessore per le attività svolte – e si parte con un buon patrimonio, una capacità di indirizzo e di concertazione a livello regionale e nazionale molto forte; inoltre, i neurologi italiani vi si riconoscono”. “Il momento critico di trasformazione che il mondo occidentale sta vivendo e il potente sviluppo medico e tecnologico – ha aggiunto Comi – comportano l’elaborazione di nuovi modelli assistenziali e un potenziamento della formazione e dell’aggiornamento. La SIN è pronta a giocare il proprio ruolo avendo in mente l’interesse supremo dei pazienti che ci affidano la loro salute. La qualità dei neurologi italiani è molto elevata. Da sempre, in Italia – ha concluso il Neo Presidente Comi – esiste una radicata tradizione per le Neuroscienze e il successo di molti neurologi italiani a livello mondiale ne è la chiara espressione. Si tratta di organizzare questo corpo in modo tale che risponda nel modo migliore alle nuove esigenze”. La Società Italiana di Neurologia conta tra i suoi soci circa 3000 specialisti neurologi ed ha lo scopo istituzionale di promuovere in Italia gli studi neurologici, finalizzati allo sviluppo della ricerca scientifica, alla formazione, all’aggiornamento degli specialisti e al miglioramento della qualità professionale nell’assistenza alle persone con malattie del sistema nervoso.

Posted in Medicina, Recensioni, Università | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Salute: Precisazione su procreazione assistita

Posted by fidest on Wednesday, 16 November 2011

Referendum Procreazione Medicalmente Asssistita

Image by Marco Gentili via Flickr

(NewsMedia 15 novembre 2011, Silvana Stazzone) – Roma, reazioni vivaci alle dichiarazioni rilasciate neanche un’ora fa dal comunicato del Sottosegretario alla Salute Eugenia Roccella sulla procreazione assistita e le linee guida sulla relativa Legge 40. “Colpo di coda di Eugenia Roccella – nota il TG3 in apertura serale. Qui di seguito riportiamo il testo della dichiarazione dell’On Roccella.“Visto il ‘polverone strumentale’ – osserva l’On Roccella – che è stato sollevato nelle ultime ore sulle linee guida sulla legge 40, vorrei precisare quanto segue:1. Non c’è stato alcun golpe per la predisposizione delle linee guida della legge 40. Semplicemente, come prevede la legge, è stata inoltrata al Consiglio Superiore di Sanità la richiesta di un parere su un testo sul quale abbiamo lavorato, in assoluta trasparenza, da almeno due anni. La parte più innovativa, e cioè l’applicazione alla PMA delle direttive europee 23/2004 e collegate, è stata messa a punto da un osservatorio a cui partecipavano Ministero, Regioni, Istituto Superiore di Sanità, Società Scientifiche ed operatori del settore, ed è stata successivamente condivisa con le regioni, che le hanno approvate all’unanimità sempre, a tutti i livelli.La richiesta al CSS è stata fatta nel pieno delle funzioni dell’attuale governo, al contrario di quanto avvenne per il decreto con cui il Ministro Livia Turco licenziò il le linee guida nel 2008, che portano la data dell’ 11.4.2008, firmato addirittura a camere sciolte.
“2. Le linee guida come si sa – precisa Eugenia Roccella – possono fornire solo indicazioni per l’applicazione della legge; non possono quindi vietare né consentire più di quanto sia già previsto dalla legge vigente.
La legge 40 prevede, all’art. 4, afferma che l’accesso alla PMA è “circoscritto ai casi di sterilità o di infertilità”: le coppie portatrici di malattie genetiche possono ricorrere alla PMA solo nel caso siano infertili.
Per quanto riguarda la diagnosi preimpianto, la legge prevede, per la parte sulle misure a tutela dell’embrione (art. 13), in particolare: “La ricerca clinica e sperimentale su ciascun embrione umano è consentita a condizione che si perseguano finalità esclusivamente terapeutiche e diagnostiche ad essa collegate volte alla tutela della salute e allo sviluppo dell’embrione stesso, e qualora non siano disponibili metodologie alternative”, e vieta “ogni forma di selezione a scopo eugenetico degli embrioni”.Nelle linee guida abbiamo riportato esclusivamente alcuni passaggi del testo di legge. Del resto, la possibilità di eseguire la cosiddetta diagnosi osservazionale, prevista dalle linee guida firmate dal Ministro Sirchia, è stata cancellata dal Ministro Turco in seguito a una sentenza in cui si stabiliva l’impossibilità di utilizzare le linee guida per modificare il testo di legge”.
“3. Non si può quindi cambiare la legge – conferma il Sottosegretario Roccella – attraverso le linee guida, ma solo con un referendum abrogativo (che ha dato risultato opposto), oppure con un intervento del Parlamento o della Corte Costituzionale.
Dopo l’approvazione della 40, l’unico intervento della Corte che ha modificato il testo riguardava l’abolizione del limite massimo di tre embrioni per un unico e contemporaneo impianto, e una notazione sulla tutela della salute delle donne, entrambe recepite dal testo delle nuove linee guida.
“Sul resto della legge 40, la Consulta finora non ha modificato niente – tiene a precisare l’On Roccella – Sentenze di tribunali civili o amministrativi valgono solamente per i singoli casi esaminati e, notoriamente, non possono cambiare un testo di legge.”
Poi aggiunge: “Per quanto la volontà di schedare i pazienti, si tratta di un’accusa insensata, ingiustificata ed irresponsabile, che dimostra tutta la sua strumentalità. Abbiamo applicato, con la condivisione delle regioni, direttive europee su qualità, sicurezza e tracciabilità di cellule e tessuti, nell’ambito della PMA. Come dovrebbe essere ben noto, e non solo agli addetti ai lavori, ogni atto medico è tracciabile, ed ogni tipo di cessione di materiale biologico ad uso clinico deve essere tracciabile, per ovvi motivi di sicurezza sanitaria: dalla donazione degli organi, a quella del sangue, a quella delle cornee, e via di seguito. Abbiamo applicato gli stessi criteri di sicurezza anche alla PMA, uniformandoci alla normativa europea”.“Rispedisco quindi al mittente – conclude nel suo comunicato il Sottosegretario alla Salute On Roccella – le volgari accuse di sfacciataggine e arroganza (evidentemente rivoltemi per aver applicato la legge), ed aggiungo quelle di disinformazione e malafede”. (Silvana Stazzone)

Posted in Medicina, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Parlamento europeo agenzie di rating

Posted by fidest on Wednesday, 16 November 2011

 

Michel Barnier

Image by michelbarnier via Flickr

Alla fine della presentazione del Commissario per il mercato interno Michel Barnier della nuova proposta legislativa sulle agenzie di rating, il relatore per il Parlamento Leonardo Domenici (S&D, IT) ha detto: “Il provvedimento appare oggi privo di alcune parti significative rispetto alle anticipazioni ed è ridimensionato rispetto alle attese”.Domenici ha inoltre criticato la procedura seguita ed espresso preoccupazione: “Ci siamo trovati oggi di fronte a una procedura piuttosto travagliata e inusuale in occasione della presentazione di un provvedimento molto importante quale quello sulla regolamentazione delle Agenzie di Rating. E’ questo un evidente sintomo di difficoltà di decisione da parte della Commissione su un argomento assai delicato e forse spiega anche il ritardo con cui si è giunti ad approvarlo. Il provvedimento, per ammissione dello stesso Commissario Barnier, appare oggi privo di alcune parti significative rispetto alle anticipazioni ed è ridimensionato rispetto alle attese”. Domenici ha poi aggiunto: “Il Parlamento europeo attende ancora di essere informato sia per ciò che riguarda la procedura fin qui seguita e la tempistica sia circa il contenuto ufficiale e finale del testo. Il fatto che ci si trovi in questa situazione su un provvedimento molto atteso come questo, non può che suscitare preoccupazione sia sotto l’aspetto istituzionale che sotto il profilo politico”.

Posted in Economia, Estero | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti

Posted by fidest on Wednesday, 16 November 2011

Litter on a Sunny Afternoon

Image by Alan Stanton via Flickr

Al via sabato 19 novembre in tutta Europa le iniziative che partecipano alla terza edizione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti una campagna di comunicazione ambientale che nasce all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea con l’obiettivo primario di sensibilizzare le Istituzioni, i consumatori e tutti gli altri stakeholder circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti messe in atto dall’Unione Europea.
E’ infatti evidente che la migliore pratica di gestione dei rifiuti consiste nel non generarli, perché i benefici in termini di riduzione di estrazione di risorse, consumo energetico, emissioni di gas serra e altri impatti ambientali che si concretizzano superano di gran lunga i benefici provenienti dal riciclaggio.
Sono quasi 900 le azioni con cui partecipa l’Italia all’evento europeo che si possono consultare sul sito dedicato Menorifiuti.org. Tra queste figurano le iniziative promosse da Porta la Sporta tra cui la richiesta alla Grande Distribuzione Organizzata di attuare sette azioni concrete ed urgenti per prevenire la produzione dei rifiuti resa nota con la lettera aperta di una decina di giorni fa.Queste azioni sono determinanti per consentire ai cittadini consumatori di accogliere i consigli di acquisto a basso impatto ambientale proposti con Meno plastica per Tutti e Mettila in rete le recenti iniziative della campagna finalizzate a tagliare il peso degli imballaggi e altri articoli usa e getta. Due insegne della grande distribuzione hanno accolto l’invito di sperimentare Mettila in rete per ridurre il consumo dei sacchetti monouso del settore ortofrutta in due punti vendita del centro Italia.Porta la Sporta confida nel fatto che la Grande Distribuzione voglia rispondere nel breve periodo e fare grandi cose in campo ambientale poiché i gruppi hanno al loro interno risorse e know how per pianificare velocemente in alcuni ambiti. Sicuramente la GDO si trova nella posizione di poter influenzare il mondo della produzione a monte e agire direttamente sui prodotti a marca dell’insegna, che non è poco. La consapevolezza della limitatezza delle risorse del pianeta ha posto in primo piano il concetto di sostenibilità in generale e, più in particolare la sostenibilità delle imprese. Fare di più con meno rappresenta per le aziende il vantaggio competitivo del XXI secolo. (1) Non possiamo fare altro che augurarci che la competizione abbia inizio !Ecco le sette azioni di riduzione dei rifiuti o di miglioramento della riciclabilità che Porta la Sporta, Italia Nostra e Adiconsum chiedono ai gruppi della GDO di realizzare in tempi brevi:
1)-Ridurre drasticamente il consumo di sacchetti monouso nel reparto ortofrutta con l’affiancamento di una soluzione riutilizzabile come proponiamo con la nostra specifica iniziativa Mettila in rete;
2)-inserire nell’offerta attuale di spazzolini almeno un modello con testine intercambiabili con ricariche in confezione a parte e invitare i produttori delle marche trattate a convertirsi a questo sistema meno impattante;
3)-ridurre l’overpackaging dei prodotti di gastronomia confezionati nei punti vendita eliminando ad esempio gli inutili vassoietti nel confezionamento dei formaggi quando la pellicola trasparente potrebbe essere già sufficiente;
4)- chiedere ai propri fornitori di eliminare al più presto: a) i doppi imballaggi evitabili come le confezioni di cartoncino che contengono dentifrici o altri prodotti di detergenza per il corpo. b) gli imballaggi secondari come l’involucro che avvolge le due confezioni di caffè singole da 250 gr a marca Lavazza e altre marche. Basterebbe una grafica diversa sulle singole confezioni che evidenzi l’impossibilità di un acquisto separato. Il fatto che un prodotto con doppio imballaggio e maggiore impiego di materiale sia più conveniente rispetto al singolo acquisto non contribuisce ad educare il consumatore ad un consumo responsabile inducendolo a sottovalutare i costi e gli impatti ambientali che l’imballaggio ha nella realtà;
5)-sostituire gli imballaggi a partire dalla private label in poliaccoppiato non riciclabile con imballaggi in monomateriale riciclabili come ha fatto per ora Barilla con una nuova linea di biscotti con involucro monomateriale in polipropilene;
6)- mettere a disposizione in tutti i punti vendita un ampio assortimento di prodotti per la detergenza del corpo e della casa acquistabili alla spina o in formati concentrati;
7) -ultima azione ma non meno importante riguarda la necessità di fare una regolare comunicazione per valorizzare le politiche ambientali intraprese. Le iniziative a carattere ambientale che richiedono la partecipazione dei consumatori necessitano di essere accompagnate da una comunicazione a lungo termine che ne promuova l’adozione con il supporto di sistemi premianti. Andrebbero attivati allo scopo tutti gli strumenti di comunicazione e di fidelizzazione che le insegne hanno a disposizione. Dal sito web, alla newsletter, alla comunicazione nel punto vendita tramite cartellonistica e passaggio di spot audio.
Ulteriori approfondimenti sono disponibili sul sito di Porta la sporta: http://www.portalasporta.it

Posted in Cronaca, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Le reliquie del Buddha a Roma

Posted by fidest on Wednesday, 16 November 2011

Gendun Drup, 1st Dalai Lama

Image via Wikipedia

Roma 18 – 20 novembre 2011 Fondazione Maitreya Spazio PAEMA, Via Clementina, 7. La Fondazione Maitreya, unico istituto italiano di cultura buddhista, nello Spazio Urbano Protetto  – PAEMA – presenta una preziosa collezione di reliquie di Buddha Sakyamnuni, il Buddha storico, e di alcuni suoi discepoli che hanno raggiunto l’Illuminazione. Le reliquie che verranno esposte sono piccole formazioni cristalline, simili a perle, raccolte dalle ceneri dei maestri spirituali in cui compaiono dopo la loro cremazione, chiamate dai tibetani ”ringsel” e custodite in apposite urne. L’iniziativa si inserisce in un progetto di dialogo interculturale Oriente/Occidente, un altro aspetto della globalizzazione che lo spazio PAEMA sta promuovendo nello storico quartiere Monti.
L’esposizione con l’Adesione del Presidente della Repubblica e con il patrocinio dell’Unione Buddhista Italiana e di Roma Capitale  rappresenta per i buddhisti italiani un’occasione per rimettere al centro dell’attenzione delle istituzioni l’INTESA, che dopo oltre dieci anni non è ancora stata trasformata in Legge come previsto dall’articolo 8 della Costituzione. Nello Spazio PAEMA saranno visibili numerosi resti sacri, parte di una grande raccolta messa insieme nel corso degli anni dalLama Zopa Rinpoche, una delle personalità più alte del buddhismo tibetano, che annovera alcuni pezzi rarissimi, come le reliquie del primo Buddha, il Buddha Sakyamuni, concesse dal Dalai Lama, o alcuni esemplari recuperati in Tibet dalle statue in cui erano state custodite per centinaia di anni o altre frutto di donazioni di musei e monasteri. Lama Zopa Rinpoche ha organizzato a partire dal 2001 un  tour mondiale di questa rara e preziosa raccolta, il Relic Tour, che ha già toccato oltre cento città prima di approdare a Roma. Le esposizioni sono aperte al pubblico e gratuite. Secondo la filosofia buddhista ammirare queste reliquie porta un grande beneficio in quanto si tratta di ”resti dei maestri che hanno dedicato la loro vita a pratiche spirituali per il bene di tutti” secondo Lama Zopa Rinpoche, e quindi “ogni parte del loro corpo ha un’energia positiva che ispira bontà e riduce le negatività ecco perchè queste reliquie sono così preziose.”
Alla fine del tour le reliquie verranno portate a Kushinagar nel Nord dell’India, luogo sacro ai buddhisti in cui Buddha lasciò le sue spoglie terrene, dove è in progetto la costruzione di una grande statua  in bronzo alta 152 metri, in cui le reliquie verranno custodite in maniera permanente.Durante i giorni dell’esposizione sarà possibile partecipare ad una cerimonia in cui le reliquie verranno poste al di sopra della testa del visitatore come benedizione personale, chi desidera potrà in uno spazio dedicato trascrivere versi di un famoso testo buddhista per la pace interiore: Il Sutra del Cuore.
Domenica 20 novembre dalle ore 12.00 alle ore 14.00 è in programma una benedizione per  gli animali.

Posted in Cronaca, Roma, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Tutor: multe annullate

Posted by fidest on Wednesday, 16 November 2011

Another bad driver

Image by Anika Malone via Flickr

Innovativa sentenza della Cassazione per le infrazioni multiple al Cds. E’ possibile il ricorso a un unico Giudice di Pace anche se le violazioni contestate all’automobilista siano state commesse in luoghi diversi. L’importante decisione che si riporta per la validità del procedimento logico argomentativo seguito, costituisce un prezioso precedente per quanti vorranno ricorrere a questo tipo di sanzioni amministrative che in effetti non denotano una particolare trasparenza nella loro emissione. L’automobilista proprietario del veicolo che sia stato sanzionato su un lungo tragitto autostradale accertate con il sistema di controllo della velocità “server-tutor”, può ricorrere davanti a un unico giudice di pace anche se ha violato più volte le disposizioni in materia di limiti di velocità contenute nel codice della strada. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza numero 23881 del 15 novembre 2011, nonostante le trasgressioni siano astrattamente di competenza dei giudici di pace diversi perché commessi in luoghi diversi. La Suprema Corte, ha ritenuto errata la dichiarazione di inammissibilità del ricorso del giudice di pace di Pistoia, in opposizione avverso diversi verbali della Polizia stradale per violazioni commesse durante il percorso autostradale Milano-Roma e Bologna Bari Taranto, rivelate con il sistema di controllo di velocità “server-tutor”. Tant’è che nel merito sottolineando la legge applicabile afferma che “In effetti il giudice di pace col suo provvedimento d’inammissibilità ai sensi dell’articolo 23 della legge 689, ha adottato un provvedimento non previsto da tale norma, nel quale sostanzialmente si afferma che in ipotesi di violazioni multiple, di competenza dei giudici di pace diversi perché commesse in luoghi diversi, ciascuno dei quali rientranti nella competenza di diversi uffici del giudice di pace, il giudice di pace investito dell’opposizione avverso tutti i verbali in questione, in relazione a ciascuno dei quali sussiste la propria incompetenza territoriale, può adottare la statuizione di inammissibilità prevista dal primo comma dell’articolo 23 della legge 689/81 soltanto per l’ipotesi di tardività dell’impugnazione”. Proprio in data 01/10/2011 Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, aveva segnalato l’importante sentenza del Giudice di Pace di Casarano, Avvocato Franco Giustizieri, il quale aveva già argomentato in materia anticipando anche gli assunti dell’autorevole decisione della cassazione.

Posted in Diritti | Tagged: , , , | 1 Comment »

Pediatria e olio di pesce

Posted by fidest on Wednesday, 16 November 2011

Granada, Spain

Image via Wikipedia

A dispetto di alcune evidenze circa il beneficio, per lo sviluppo intellettivo dei neonati, dell’assunzione in gravidanza di integratori a base di olio di pesce, uno studio dimostra che non vi sono differenze tra i bimbi all’età di 6 anni indipendentemente dalla supplementazione materna. Per lo studio di coorte Nuheal (Nutraceuticals for a healthier life) donne sane e incinte, afferenti ai 3 centri europei partecipanti, sono state assegnate ad assumere, dal sesto mese di gravidanza in poi, integratori di: olio di pesce, olio di pesce e folato, solo folato o placebo. All’incirca 7 anni più tardi il team di ricercatori, guidato da Cristina Campoy della università di Granada in Spagna, ha somministrato test d’intelligenza a 154 bambini nati da questo gruppo di mamme. I bambini hanno ottenuto risultati sovrapponibili ai test, indipendentemente dal tipo d’integratore che era stato assunto dalla madre. In realtà, all’età di 6 anni è emersa una differenza a favore dei bimbi le cui madri avevano elevati livelli di Dha negli eritrociti nel periodo del parto. Però queste donne non erano necessariamente quelle che avevano assunto integratori di olio di pesce. Presumibilmente i valori riscontrati «riflettono l’introito di Dha da diverse fonti e per un lungo periodo di tempo, e stanno a indicare che esso è più efficace di una supplementazione circoscritta al periodo della gestazione» concludono gli autori. (American Journal of Clinical Nutrition, online August 17, 2011)

Posted in Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 44 other followers