Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 95

Posts Tagged ‘autismo’

Autismo

Posted by fidest on Wednesday, 8 January 2014

Per una ricerca scientifica aperta e pluridisciplinare sull’autismo, l’Istituto di Ortofonologia (IdO) promuove sabato e domenica a Roma (11 e 12 gennaio) una conferenza internazionale su ‘La nascita del simbolismo nella terapia diadica con il bambino autistico’ in collaborazione con il Milman center di Haifa (Israele).
La due giorni, dedicata allo studio delle relazioni primarie per favorire quella comunicazione tra la madre e il bambino volta a mettere in moto i processi di sintonizzazione che mancano nel soggetto autistico, avrà luogo nella Capitale presso l’Aula magna dell’Istituto comprensivo Regina Elena in via Puglie 6, dalle ore 9 alle 18.30.
Da diversi anni l’Italia e Israele lavorano insieme per impostare osservazioni comuni e verificare la possibile efficacia delle terapie attraverso uno scambio di strumenti di valutazione. Nel Milman center si segue un approccio diadico di stampo psicoanalitico: “Per dimensione diadica si intende la relazione primaria – spiega Magda Di Renzo, responsabile del servizio Terapie dell’IdO – perché nel modello israeliano la terapia funziona attraverso incontri madre-figlio, padre-figlio e genitori-figlio, così da trovare quella sintonia primaria di ciascun genitore con il bambino e poi della coppia genitoriale con il figlio. Questo approccio favorisce l’attenzione congiunta – aggiunge la psicologa dell’età evolutiva – e mette in moto nel piccolo quel processo di simbolizzazione della capacità cognitiva che nasce dalla dimensione affettiva”.
L’Istituto di Ortofonologia ha portato in Israele il “nostro Test sul contagio emotivo (Tce) per valutare il livello di empatia dei bambini seguiti all’interno del Milman center. D’altro canto – conclude Di Renzo – ad Haifa stanno conducendo studi approfonditi sul Manuale diagnostico psicodinamico per mettere in comune invece le conoscenze specifiche di ciascuno”.I relatori della due giorni saranno Ayelet Erez, psicologa clinica dell’età evolutiva e dell’educazione (Israele); Magda Di Renzo, psicoterapeuta dell’età evolutiva; Hanna Kaminer, psicologa clinica e dello sviluppo (Israele); Motti Gini, psicologo dello sviluppo (Israele); Yaniv Dolev Edelstein, psicologo clinico (Israele).
Al termine del convegno verrà rilasciato un attestato di partecipazione ma, dato il numero limitato di posti, è necessario registrarsi.

Posted in Cronaca, Roma, Welfare | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Vaccino mpr e autismo: falso scientifico in una recente sentenza

Posted by fidest on Tuesday, 10 April 2012

Il Board Scientifico del Calendario Vaccinale per la Vita, (che riunisce figure di elevato prestigio dell’Igiene e della Sanità Pubblica, della Medicina Generale, della Pediatria territoriale-ospedaliera ed universitaria facenti capo a Società Scientifiche ed Associazioni Mediche – Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI); Federazione Italiana Medici di Medicina Generale (FIMMG); Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP); Società Italiana di Pediatria (SIP) esprime forte sconcerto per la recente sentenza del Tribunale di Rimini (n°2010\148, Ruolo n°2010474; Cron. N° 2012\886) che torna ad associare la vaccinazione anti Morbillo-Parotite-Rosolia (MPR), alla Sindrome di Kanner, meglio nota come Autismo, evidentemente basandosi su quanto pubblicato, ormai 14 anni fa, dalla rivista Lancet, e successivamente ritirato per l’evidente infondatezza di quanto inizialmente proposto da un gruppo di ricercatori britannici.
La nota rivista medica Lancet ha infatti ufficialmente ritirato lo studio sui possibili collegamenti tra autismo e vaccino trivalente MPR. L’articolo, pubblicato nel 1998 e scritto dal medico britannico Andrew Wakefield, è stato causa di una lunga disputa scientifica durata quasi 12 anni. Wakefield sosteneva che il vaccino fosse causa di infezioni intestinali, a loro volta legate alla sindrome di Kanner. Le sue affermazioni furono screditate dal mondo scientifico, e sono state alla base di uno dei più rilevanti contenziosi nella storia della medicina: purtroppo le false tesi proposte portarono ad una forte diminuzione del numero di vaccinazioni negli Stati Uniti, in Gran Bretagna e in altre parti dell’Europa, con la conseguenza, in molti casi nefasta, di un repentino aumento dei casi di morbillo e delle sue complicanze,
inclusi numerosi casi di encefalite e di morte. “Diversi punti del lavoro del 1998 di Wakefield sono scorretti“, disse in un comunicato stampa la stessa rivista scientifica, ritrattando la pubblicazione del 1998. Una commissione disciplinare del Comitato medico generale britannico (General Medical Council), dopo un accurato studio, ha decretato come Wakefield
presentò la sua ricerca in modo “irresponsabile e disonesto” ed ha “ignorato insensibilmente” la sofferenza dei bambini oggetto dello studio. Nel rapporto del comitato scientifico si legge, inoltre, che Wakefield ha anche “rovinato la reputazione” della professione medica. Lo stesso Wakefield è stato espulso dal Royal College of Physicians e non può più praticare la medicina. Verdetti quindi netti e gravi che lasciano pochi dubbi.
I risultati di due studi scientifici recentemente pubblicati su una delle riviste mediche più accreditate a livello mondiale, il British Medical Journal (uno il 5 gennaio 2011 BMJ 2011; 342: c5347; l’altro pubblicato l’11 gennaio 2011 – BMJ 2011; 342: c5258) hanno decretato l’infondatezza di questa associazione e, tra l’altro, che i pazienti sono stati reclutati attraverso attivisti anti-vaccinali, e che lo studio è stato commissionato e finanziato con un preciso scopo connotato da pregiudizi ideologici e interessi economici.
Troppo spesso e senza riscontri scientificamente sostenibili, la sola correlazione temporale tra la somministrazione di un vaccino ed un evento avverso o una patologia dovuta a cause ignote viene considerata di per sé stessa sufficiente a decretare che la colpa sia della vaccinazione.
Il Board raccomanda che prima di compiere azioni che direttamente o indirettamente esitano in senso negativo su tutta la comunità rimettendo a rischio di malattia bambini e adulti per riflessi negativi sulla adesione ai programmi nazionali di prevenzione, chi è chiamato a giudicare – Commissioni ex Legge 210/92 comprese – assuma il massimo rigore scientifico e soprattutto la sostenibilità delle affermazioni, delle sentenze e dei giudizi basata su acquisizioni universalmente riconosciute.
Risulta anche anomalo il fatto che la citata sentenza possa ignorare le ragioni e le azioni della comunità scientifica nazionale ed internazionale che, tra l’altro, ha il diritto/dovere di tutelare tutti gli operatori al solo fine di far esercitare la professione con le dovute garanzie medico-legali. Purtroppo sentenze come quella appena emanata rischiano di avere il solo risultato di far perdere fiducia in uno strumento preventivo fondamentale per la salute dei bambini e di tutta la popolazione, con conseguente ri-emergenza di malattie gravi e talora anche mortali, come il morbillo, inducendo peraltro nei genitori di bambini affetti da una seria patologia come l’autismo la falsa convinzione di aver trovato la ragione di
tante sofferenze patite. E certamente questi genitori non meritano un’ulteriore falsità sulla condizione dei propri figli.
Infine, onde evitare che tale sentenza faccia giurisprudenza negativamente incidendo sulle dinamiche professionali degli operatori, il Board auspica che il Ministero della Salute, quale parte resistente nella causa conclusasi con la contestata sentenza di primo grado, voglia proporre Appello presso la Corte di Bologna. A tal proposito i componenti del Board si rendono disponibili a coadiuvare l’Avvocatura dello Stato fornendo pareri e letteratura scientifica che valga a ribadire la lex artis e segnatamente l’inidoneità della specifica vaccinazione a configurare antecedente dotato di valore causale nel determinismo dell’autismo. (Stefano Sermonti)

Posted in Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Autismo: progetto ricerca europeo

Posted by fidest on Tuesday, 3 April 2012

Autism Speak Logo

Autism Speak Logo (Photo credit: iFireDesign)

European Autism Interventions (EU-AIMS) è il nome del programma di ricerca per lo sviluppo di nuovi approcci terapeutici contro i disordini dello spettro autistico (ASD), che vede coinvolti quattordici centri universitari e di ricerca europei, aziende farmaceutiche riunite nella European Federation of Pharmaceutical Industry Associations (EFPIA) e la più grande organizzazione mondiale per la lotta a questa patologia, l’Autism Speaks. Nel gruppo di lavoro il nostro Paese è rappresentato dall’Università Campus Bio-Medico di Roma.
“Le nostre conoscenze scientifiche – spiega il Prof. Antonio Persico, Professore associato di Neuropsichiatria Infantile al Campus Bio-Medico e responsabile del gruppo di ricerca italiano – hanno finalmente raggiunto la massa critica necessaria per passarealla fase traslazionale, ossia alla loro traduzione in metodi diagnostici e in agenti terapeutici innovativi. Tutto questo sarebbe impossibile, senza uno sforzo congiunto d’istituzioni universitarie e di ricerca, case farmaceutiche e Comunità Europea“.Con un badget di 29,6 milioni di euro nell’ambito del VII Programma Quadro dell’Unione Europea, EU-AIMS rappresenta il più grande progetto di ricerca sull’autismo al mondo e il più grande mai sviluppato a livello europeo nell’ambito della salute mentale. Un consorzio internazionale di gruppi di ricerca, organizzazioni di pazienti e industrie farmaceutiche uniscono le forze per ottenere entro i prossimi cinque anni nuovi test cellulari, nuove tecniche di analisi tramite risonanza magnetica funzionale e nuovi bio-marcatori genetici e proteomici.“La mancanza di efficaci trattamenti farmacologici per i disturbi dello spettro autistico – ci spiega Robert Ring, Vice Presidente della Ricerca Traslazionale per Autism Speaks – ha un profondo effetto sulla vita dei pazienti. Siamo entusiasti di questa collaborazione unica. Ora possiamo sperare in un reale cambiamento nel trattamento futuro di questa malattia devastante”.L’autismo colpisce 1 bambino su 88 ed è caratterizzato da un gruppo di disordini dello sviluppo cerebrale, causati da una combinazione di geni e influenze ambientali. “È una ricerca senza precedenti al mondo – è il commento del Prof. Declan Murphy, del King’s College di Londra – Ci darà la possibilità di cambiare il panorama scientifico sull’autismo e sullo sviluppo clinico di farmaci efficaci in tutta Europa”. Il soggetto autistico vive in un mondo personale e distaccato dagli altri, che preclude l’accesso comunicativo e relazionale. Chi ne è colpito, manifesta quella che viene definita la triade del comportamento autistico: lo sviluppo anomalo o deficitario dell’interazione sociale, gravi difetti di comunicazione e una marcata ristrettezza del repertorio di attività e di interessi.

Posted in Estero, Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

CinemAutismo

Posted by fidest on Sunday, 1 April 2012

Museo Nazionale del Cinema - Torino - Italia.

Museo Nazionale del Cinema - Torino - Italia. (Photo credit: Wikipedia)

Torino lunedì 2 aprile 2012, alle ore 20.45, Cinema Massimo Via Verdi 18, Nella Giornata Mondiale dedicata all’Autismo e in occasione della IV edizione di CinemAutismo – manifestazione cinematografica dedicata all’autismo e alla sindrome di Asperger – l’Associazione Museo Nazionale del Cinema presenta al Cinema Massimo, il film Simple Simon – Non ci sono sentimenti nello spazio diAndreas Öhman. Ingresso libero fino a esaurimento posti.organizzata dall’AMNC in collaborazione con ANGSA Piemonte Onlus, Gruppo Asperger Onlus,Fondazione Paideia Onlus e Comitato Siblings Onlus – è una rassegna cinematografica gratuita volta a sensibilizzare il pubblico sul tema dell’autismo. Il suo obiettivo è quello di dare visibilità all’argomento avvalendosi di un mezzo comunicativo immediato ed emotivamente coinvolgente quale il cinema e stimolando il dibattito al fine di rendere i disturbi dello spettro autistico meno “invisibili”. http://www.amnc.it; http://www.cinemautismo.it/
Simple Simon – Non ci sono sentimenti nello spazio (I rymden finns inga känslor) (Svezia 2010, 85’, v.o. sott. it. e ingl.) Simon, 18 anni, è affetto dalla Sindrome di Asperger. A causa di questo disturbo, per far funzionare la sua vita, ha bisogno di strutture sicure e schemi prevedibili assicurategli da Sam, il fratello maggiore, che si è sempre preso cura di lui. Questa vita controllata e metodica è però d’improvviso sconvolta quando Sam viene lasciato dalla fidanzata, portando il giovane ad essere distante e a volte distratto. Per riportare tutto alla “normalità”, Simon, che non comprende appieno l’amore e le emozioni, decide allora di mettersi alla ricerca di una nuova ragazza per Sam.
Sc.: A. Öhman, Jonathan Sjöberg; Fot.: Niklas Johansson; Int.: Bill Skarsgård, Martin Wallström, Cecilia Forss, Sofie Hamilton, Susanne Thorson.

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Bambini e rischio autismo

Posted by fidest on Monday, 17 October 2011

Federación Autismo Madrid Día Mundial del Auti...

Image by Imagen en Acción via Flickr

Roma 12 novembre 2011 si terrà presso il Palazzo dei Congressi il convegno “Autismo infantile. La centralità della diagnosi precoce per un progetto terapeutico mirato”. Un bambino su 250 potrebbe essere a rischio di autismo e un ritardo nella diagnosi, anche solo di 6 mesi, costituisce una differenza fondamentale nella prognosi. Per sviluppare un percorso formativo diretto ai pediatri di famiglia e agli insegnanti della scuola d’infanzia e per creare un filtro iniziale che permetta la precoce individuazione dei soggetti a rischio, l’IdO – Istituto di Ortofonologia di Roma ha avviato a partire dal mese di aprile 2011 il progetto di formazione “La centralità della diagnosi precoce nell’autismo infantile”, co-finanziato dalla Fondazione Telecom Italia con accordo siglato in data 3 marzo 2011. Durante la prima fase del progetto, l’IdO ha organizzato corsi di formazione per insegnanti ed educatori in 42 scuole, cui hanno preso parte 301 insegnanti, e corsi per medici pediatri che hanno visto l’adesione di alcune delle più importanti società scientifiche del settore (FIMP – Federazione Italiana Medici Pediatri, la federazione CIPe, Simpef, l’UNP – Unione Nazionale Pediatri e l’Accademia Internazionale di Pediatria) e il coinvolgimento di 60 medici pediatri. Nel complesso sono stati effettuati protocolli di screening su 1.200 bambini, e in totale sono stati coinvolti indirettamente circa 6.000 bambini. Nell’ambito del progetto scientifico il
L’incontro è realizzato nell’ambito di Diregiovani Direfuturo – Il Festival delle giovani idee, evento promosso ogni anno dall’IdO e dal portale diregiovani.it, in programma nei giorni 9-10-11-12 novembre 2011 presso il Palazzo dei Congressi di Roma. Il Festival, giunto alla sua 3° edizione, è dedicato alla positività e creatività dei giovani.

Posted in Medicina, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Plasticità del cervello: genetica e ambiente

Posted by fidest on Thursday, 23 June 2011

GABAergic synapse showing the production, rele...

Image via Wikipedia

Trieste, 27 giugno alle 12.00, alla Sissa nell’aula 128-129 al primo piano della sede della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati in via Bonomea 265. L’incontro, che si terrà in lingua inglese, sarà occasione per discutere di sistema nervoso, epilessia, autismo e ossitocina Sono dieci milioni di miliardi le sinapsi tra i neuroni nel nostro cervello. La spettacolare complessità delle connessioni tra i neuroni e l’interazione geni-ambiente, determinante per lo sviluppo del sistema nervoso, saranno al centro della conferenza pubblica del neurobiologo Yehezkel Ben-Ari, Genes and environmental cues in brain construction.
Ben-Ari, vincitore del Grand Prix 2009 dell’Inserm, Istituto nazionale della salute e della ricerca scientifica francese, è nato al Cairo, in Egitto, nel 1943. Dal 1966 vive in Francia, dove a Marsiglia ha fondato l’Institut de neurobiologie de la Méditerranée(Inmed), uno dei più grandi e importanti centri francesi dedicati alle neuroscienze. Ha studiato i meccanismi cellulari e molecolari che regolano i fenomeni di plasticità sinaptica nel cervello in via di sviluppo e con la sua attività di ricerca ha contribuito a comprendere il funzionamento del sistema nervoso sia in condizioni fisiologiche sia patologiche (epilessia e autismo). A lui si deve la scoperta (con Enrico Cherubini, coordinatore del settore di neurobiologia della Sissa e presidente della Società italiana di neuroscienze) dell’azione eccitatoria del trasmettitore GABA durante lo sviluppo postnatale. L’acido gamma-amino-butirrico è il principale neurotrasmettitore inibitorio nel cervello adulto e agisce come un freno all’eccitabilità delle cellule nervose. «Ma nell’immediato periodo postnatale questo neurotrasmettitore eccita le cellule su cui viene rilasciato – commenta Cherubini, che ha lavorato insieme a Ben-Ari all’Inserm di Port-Royal a Parigi prima del suo arrivo, nel 1991, alla Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste -. Questo effetto è cruciale per la stabilizzazione e lo sviluppo di nuove sinapsi e la formazione di un circuito neuronale adulto».
Fondamentale è stato il contributo di Ben-Ari anche alla comprensione dell’azione dell’ossitocina sul GABA. L’ossitocina è un ormone rilasciato dall’ipofisi, una ghiandola che si trova alla base del cervello, che contribuisce a stimolare le contrazioni dell’utero, durante il parto, e delle cellule dei dotti lattiferi delle mammelle provocando la fuoriucsita del latte (in risposta allo stimolo della poppata). Ben-Ari ha scoperto che questo ormone, al momento della nascita, modifica l’azione del GABA, da eccitatoria ad inibitoria, con effetti protettivi sul bambino che, quando viene espulso, deve affrontare la difficoltà di respirare per la prima volta autonomamente. L’ossitocina, in pratica, informa i neuroni del feto e li rende più resistenti ai traumi del parto: per effetto dell’ormone materno, i neuroni vengono “anestetizzati”, così da riuscire a sopportare le variazioni di afflusso di ossigeno.
Ben-Ari è fondatore dell’Institut de neurobiologie de la Méditerranée (Inmed) a Marsiglia, uno dei più grandi e importanti centri francesi dedicati alle neuroscienze.

Posted in Cronaca, Medicina, Università | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Giornata mondiale autismo

Posted by fidest on Sunday, 3 April 2011

L’1% circa dei bambini in Italia è affetto da un disturbo autistico, con una prevalenza di circa 1 su 150 bambini e i maschisono colpiti 4 volte in più delle femmine. Cinque Società Scientifiche di Pediatria danno il via insieme a corsi di formazione continua, rivolti ai pediatri e al personale medico-scientifico per una diagnosi precocedell’autismo e del ritardo mentale. Duplice obiettivo dei corsi sarà redigere alcune linee guida per un inquadramento diagnostico precoce e impostare un piano di cura che agevoli il più possibile la crescita del bambino, tenendo conto del nucleo familiare nel quale è inserito. A siglare la collaborazione sono i Presidenti delle Società Scientifiche coinvolte: Giuseppe Di Mauro, Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale(SIPPS); Alberto Ugazio, Società italiana di Pediatria (SIP); Paolo Balestri, Società Italiana di Neurologia Pediatrica (SINP); Marina Picca,Società Italiana delle Cure Primarie Pediatriche (SICuPP); Angelo Selicorni, Societa’ Italiana Malattie Genetiche Pediatriche e Disabilita’ Congenite (SIMGePeD). Il progetto italiano, finanziato dal Ministero della Salute e realizzato dalla ricercatrice dell’Istituto Superiore di Sanità Maria Luisa Scattoni, ha l’obiettivo di individuare markers comportamentali precoci fondati sul repertorio vocale e motorio dei bambini nei primi mesi di vita, basandosi sull’osservazione dei general movements di bambini alla nascita, a un mese, a tre e a sei mesi, attraverso studi non invasivi registrati, attraverso file video, direttamente a casa dei piccoli. La dottoressa Maria Luisa Scattoni parteciperà al gruppo di lavoro dei corsi ECM, con un intervento dal titolo “Nuove teorie: cogliere i segni anticipatori della diagnosi”. I Disturbi dello Spettro Autistico (Autism Spectrum Disorders, ASD) includono un insieme relativamente eterogeneo di disturbi dell’età evolutiva (Autismo, Sindrome di Asperger e Disturbi Pervasivi dello Sviluppo Non Altrimenti Specificato) nei quali sono colpite le funzioni comunicative e sociali fin dai primi anni di vita. La gravità e la sintomatologia dell’autismo variano molto da individuo a individuo, dalla forma grave, come il Disturbo Autistico che presenta significativi deficit cognitivi a quella più lieve come la sindrome di Asperger, dove il ritardo mentale è lieve o assente. Seguendo la letteratura internazionale, è più corretto parlare di autismi al plurale, piuttosto che di autismo; questo, sia per dar conto della pluralità dei sintomi e della complessità dei deficit che investono l’area della comunicazione e delle relazioni sociali; sia perché, in diverse fasce d’età e a parità di trattamento, alcuni bambini, probabilmente per ragioni genetiche, reagiscono in modo nettamente più efficace rispetto ad altri.

Posted in Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Giornata mondiale autismo

Posted by fidest on Friday, 1 April 2011

Ventignano 2 aprile, in occasione della Giornata mondiale dell’autismo, la Casa di Ventignano apre le porte alle famiglie e alla comunità. La giornata sarà un’occasione di festa dove i partecipanti potranno assistere ai laboratori di pittura, psicomotricità e musica dedicati ai giovani ospiti della struttura. La Casa di Ventignano, aperta nel 2009, è una struttura terapeutica e socio-riabilitativa nata per rispondere ai bisogni speciali dei minori e dei giovani adulti artistici.Sono coinvolti nella gestione e nell’organizzazione del centro l’Associazione Autismo Toscana, l’unità operativa di Neuropsichiatria infantile del Dipartimento salute mentale dell’Asl 11 e il comune di Fucecchio. Un ruolo importante lo rivestono anche le famiglie degli ospiti del centro, che in questi anni hanno contribuito, con il loro impegno e la loro collaborazione, alla costruzione di un progetto integrato e completo dedicato alla patologia autistica. La Casa di Ventignano è stata realizzata per superare l’isolamento sociale della persona affetta da autismo e della sua famiglia, offrendo un contesto adatto ad integrare il soggetto autistico e offrendo progetti terapeutici mirati. Gli interventi realizzati nel centro sono finalizzati all’acquisizione di competenze per il raggiungimento dei migliori livelli possibili di autonomia personale, di interazione sociale e di inserimento nel mondo del lavoro. La struttura è inserita nell’ambito di un’articolata offerta di servizi per l’autismo forniti dall’Asl 11, che da tempo ha riorganizzato gli interventi per questa particolare patologia anticipando le indicazioni contenute nel Piano Sanitario Regionale 2008-2010. A partire dal 2003 l’unità operativa di Neuropsichiatria Infantile ha, infatti,  elaborato un progetto che ha previsto l’attivazione di un percorso specifico per l’autismo (individuazione di spazi dedicati, costituzione di un team multiprofessionale specificamente formato, attuazione di programmi  di intervento che rispondono ai requisiti identificati dalla comunità scientifica internazionale come criteri di buona pratica nell’intervento sull’autismo) e la diversificazione  dell’intervento sulla base dell’età e della gravità dei sintomi. Il team professionale partecipa, inoltre, a importanti progetti di ricerca, grazie anche  alla disponibilità e collaborazione delle famiglie. La casa di Ventignano, contesto adattato alle specifiche caratteristiche dell’autismo, è strutturata secondo la logica di offerta assistenziale per il ciclo di vita. E’ ampiamente dimostrato, infatti, che la crescita psicologica, lo sviluppo di autonomie e di competenze in questi soggetti può continuare a lungo se adeguatamente supportata  all’interno di un contesto adattato, coerente e prevedibile. Anche nei casi più gravi l’autismo mostra possibilità e risorse imprevedibili e aspetti straordinari di umanità, ma il percorso verso l’adultità resta difficile, delicatissimo e spesso esposto al  rischio di un arresto o di una  regressione. Il deficit sociale che si esprime nell’incapacità di entrare in comunicazione con il mondo, di stabilire un contatto con gli altri, di imitarne il comportamento e di comprenderne pensieri, emozioni e sensazioni è fortemente disabilitante.

Posted in Cronaca, Welfare | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Convegno su autismo

Posted by fidest on Friday, 19 November 2010

San Miniato 2 e il 3 dicembre prossimi, al centro studi “I Cappuccini”, in via Calenzano n. 38  Nel corso delle due giornate verrà dato ampio spazio ai temi dei disturbi sensoriali e dei comportamenti ossessivi nell’autismo, alla gestione dei comportamenti problematici a scuola, alle strategie educative efficaci. Verranno, inoltre, affrontati argomenti quali la sessualità nell’autismo, i programmi di preparazione per i genitori e l’autismo ad alto funzionamento. Al convegno potranno partecipare 110 iscritti fra medici, pediatri, neuropsichiatri infantili, psichiatri, psicologi, terapisti, educatori, assistenti sociali, infermieri e genitori. Per i genitori di persone autistiche iscritte all’Associazione Autismo Toscana e affiliate non è previsto il pagamento della quota di iscrizione.
“Ancora uno sforzo da parte della nostra associazione –  ha commentato Marino Lupi, presidente dell’Associazione Autismo Toscana – Grazie al sostegno di molte persone che hanno deciso di devolvere il cinque per mille della propria dichiarazione dei redditi alla nostra associazione abbiamo avuto la possibilità di promuovere e finanziare in parte questo convegno sull’autismo, sul futuro dei nostri ragazzi. Nel nostro territorio siamo riusciti a portare professionisti di chiaro valore come Michael D. Powers, Mark Palmieri e Marco De Caris che ha già lavorato con noi. Questo convegno fa parte di un progetto più ampio che cerca di portare il nostro territorio all’avanguardia nella presa in carico di questa grave disabilità e di inserirlo in una rete di importanti rapporti internazionali necessari ad uno sviluppo scientifico ad alti livelli. L’Associazione Autismo Toscana è sicuramente la promotrice di questo convegno che però si è potuto realizzare grazie alla sensibilità e all’immediato interessamento del direttore generale dell’Ausl 11 Eugenio Porfido, al presidente della Società della salute di Empoli Andrea Campinoti e al presidente della Società della salute Valdarno Inferiore Vittorio Gabbanini.

Posted in Cronaca, Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

IX Congresso Internazionale di Autisme-Europe

Posted by fidest on Wednesday, 30 June 2010

Catania, dall’8 al 10 ottobre 2010, presso il Centro culturale “Le Ciminiere”, IX Congresso Internazionale di Autisme-Europe, “Un futuro per l’Autismo”. Il convegno, promosso da Autisme-Europe-aisbl e Autismo Italia-onlus, sarà incentrato sui più recenti progressi della scienza e sugli approcci contemporanei che intendono migliorare la qualità della vita delle persone con autismo e delle loro famiglie. Ogni 3 anni, infatti, Autisme-Europe organizza un Congresso Internazionale che riunisce gli esperti e i ricercatori più rinomati nel campo dell’autismo provenienti da tutto il mondo, allo scopo di divulgare le conoscenze scientifiche più attuali. Il Congresso che si svolgerà a Catania, vuole rappresentare un’opportunità unica per le persone con ASD, i loro familiari e i professionisti, per condividere informazioni attendibili sui progressi della scienza e sulle migliori pratiche d’intervento. Ma non solo, l’evento vuole essere anche  un’occasione di svago per quanti, ogni giorno, si confrontano con questa disabilità.  Durante il Congresso, pertanto, sarà possibile partecipare a un meeting scientifico unitario delle forze che operano nelle varie branche dell’Autismo, con lo scopo di presentare la migliore produzione scientifica internazionale. Si parlerà, quindi, di autismo e dei problemi  che provoca tanto sulle persone colpite quanto sul nucleo familiare di appartenenza: un forum interdisciplinare esaminerà lo stato dell’arte della conoscenza scientifica e gli attuali approcci culturali nel campo del ASD. Ma non solo. Sarà presente, infatti, un’ area espositiva dedicata ai  settori medico, turistico, enogastronomico, culturale e dell’artigianato per offrire agli intervenuti anche un’occasione di svago. Il Congresso Internazionale Autisme-Europe è aperto a tutti coloro che per motivi personali e/o professionali vogliono comprendere un mondo considerato “borderline”, fuori dagli schemi della nostra realtà quotidiana,  ma che interessa milioni di famiglie in tutto il mondo. http://www.autismeurope2010.org.

Posted in Estero, Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Sanit 2010, autismo e futuro

Posted by fidest on Sunday, 20 June 2010

Roma dal 22 al 25 giugno al Palazzo dei congressi all’Eur (Piazza Kennedy, 1) Autismo e Futuro onlus parteciperà con uno stand informativo al Sanit 2010, il forum internazionale della Salute. Autismo e futuro, punto di riferimento per le famiglie di persone affette da autismo, ha attivato da qualche mese lo Sportello Informativo sull’Autismo, in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Roma. Si tratta di un punto informativo rivolto a familiari, insegnanti, educatori e a tutti coloro che necessitano di un orientamento sui diritti delle persone con autismo e sui servizi presenti sul territorio.   Sanit 2010 sarà l’occasione per illustrate le attività di Autismo e Futuro e dello sportello attivato.

Posted in Cronaca, Medicina, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Giornata Mondiale dell’Autismo

Posted by fidest on Monday, 29 March 2010

Ventignano 2 Aprile 2010, alle ore 12.00, nei locali della Casa di Ventignano, in località San Pierino, nel comune di  Fucecchio si terrà in occasione dell’evento una conferenza stampa. Saranno presenti: la direzione aziendale dell’Ausl 11, la referente del Gruppo Autismo Area Vasta Centro Annalisa Monti, la referente del Gruppo Autismo dell’Ausl 11 Cinzia Pieraccini, la psicologa Francesca Faggi coordinatrice del Centro, il presidente dell’Associazione Autismo Toscana Marino Lupi, gli operatori  e le famiglie dei ragazzi ospiti della struttura.

Posted in Cronaca, Welfare | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Sindrome di Asperger e HFA negli adulti

Posted by fidest on Sunday, 4 October 2009

Roma il 20/21 novembre 2009 presso l’Auditorium ENEL in viale Regina Margherita, 125. per contribuire alla sensibilizzazione su questi temi, il Gruppo Asperger Onlus, la Cattedra di Psichiatria dell’Università di Roma Tor Vergata, il consorzio UNISAN e SRS (Studi e Ricerche in Sanità) hanno organizzato 2 giornate formative (con crediti ECM) sul tema “Sindrome di Asperger e HFA negli adulti: riconoscere la sindrome e organizzare la presa in carico”. L’Autismo è una complessa alterazione dello sviluppo di origine neurologica che comporta gravi compromissioni nelle aree della comunicazione verbale e non verbale, dell’interazione sociale e del pensiero immaginativo. Seconde stime recenti, colpisce, in forma diversa, 1 persona su 150. Oggi, si preferisce parlare di “spettro autistico” per sottolineare l’ampio range con cui il disturbo si manifesta. Nella Sindrome di Asperger e nell’Autismo ad Alto Funzionamento (HFA), i soggetti colpiti presentano deficit sociali e relazionali di tipo autistico, pur possedendo livelli cognitivi e sviluppo del linguaggio “normali”. Attenzione e conoscenze relative a tali disturbi, sono aumentate sensibilmente in questi ultimi anni, ma limitatamente alla fascia di età infantile. La diagnosi per gli adulti, l’individuazione di trattamenti educativi mirati a partire dall’adolescenza, la progettazione di interventi di inserimento sociale e lavorativo specifici, sono problemi a tutt’oggi largamente irrisolti. Il rischio concreto è quello di trattamenti psichiatrici e farmacologici errati e dell’emarginazione di una larga fascia di popolazione. La formazione degli operatori ed un’organizzazione dei servizi efficace può ridurre questo rischio. Anche attraverso il contributo dell’associazionismo e delle testimonianze dirette di persone con SA e HFA, si cercherà di individuare i percorsi educativi e terapeutici che  – partendo da una diagnosi corretta e da una conoscenza approfondita  delle peculiarità della Sindrome -  possano sviluppare potenzialità, abilità e speranze di tanti giovani e adulti.  http://www.asperger.it

Posted in Cronaca, Medicina, Roma | Tagged: , , , | 2 Comments »

Autismo e ricerca delle cause

Posted by fidest on Friday, 25 September 2009

L’autismo è una patologia estremamente complessa, le cui basi genetiche si stanno a poco a poco chiarendo. Da pochi anni è emerso il concetto di  un cosiddetto “endofenotipo autistico”, ossia di una complessa ragnatela di sintomi comportamentali che correlano con parametri biologici e genetici; uno dei più interessanti fenomeni svelati recentemente in questo ambito di ricerca è che tale endofenotipo è osservabile anche nei fratelli sani, non-autistici, di bambini affetti dalla patologia.  Poiché la malattia autistica ha una base genetica, uno STUDIO coordinato dalla dottoressa Marina Saresella e dal professor Mario Clerici, del Centro IRCCS “S. Maria Nascente Fondazione Don Gnocchi” di Milano, svolto in collaborazione con i neuropsichiatri infantili della Fondazione stessa, ha cercato di chiarire se tale endofenotipo estendesse i suoi effetti anche su altri parametri e più in dettaglio, sul sistema immunitario. In definitiva, il sistema immunitario dei bimbi autistici e dei loro fratelli sani è del tutto sovrapponibile ed è radicalmente differente rispetto a quanto osservato in individui sani che non hanno patologia autistica in famiglia. Quindi, l’endofenotipo autistico non si limita a provocare sottili alterazioni nello sviluppo neurologico dei fratelli sani di bimbi autistici, ma ne altera –potenzialmente in modo severo – anche la maturazione del sistema immunitario.

Posted in Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Si inaugurano Casa di Ventignano e Residenza “La Ginestra”

Posted by fidest on Friday, 29 May 2009

Saranno inaugurate sabato 30 maggio 2009 la Casa di Ventignano e la Residenza sanitaria assistenziale per disabili e centro diurno “La Ginestra”. La Casa di Ventignano, destinata ad accogliere persone affette da autismo, si trova nella frazione di  San Pierino, in località Ventignano, nel comune di Fucecchio, vicino allo svincolo di San Miniato della Firenze-Pisa-Livorno. La Casa di Ventignano sarà inaugurata alle ore 14.30, mentre la RSA e Centro Diurno “La Ginestra”, situata  in via Che Guevara a Castelfiorentino sarà inaugurata alle ore 17.00. La Casa di Ventignano è un centro diurno che fa capo al dipartimento della salute mentale dell’Asl 11. E’ frutto di un progetto elaborato dall’Asl 11 in collaborazione con l’associazione delle famiglie e il comune di Fucecchio per realizzare un centro diurno rivolto a bambini, adolescenti e giovani adulti, nell’ottica di offrire una presa in carico globale, tenendo conto delle concrete necessità dei soggetti con questo tipo di disabilità. La struttura è ubicata in un contesto rurale ed è inserita all’interno della rete dei  servizi per l’autismo (tra cui quello della neuropsichiatria infantile dell’Asl 11) e opera in stretta integrazione con il gruppo multidisciplinare infanzia adolescenza/adulti,  la pediatria di base ed ospedaliera, con i medici di famiglia ed  il dipartimento ospedaliero. La struttura è una casa di 430 metri quadri sviluppata su due piani, dotata di ambienti confortevoli, laboratori, una grande cucina ed una palestra. E’ circondata da tre ettari di terreno, ed è stata studiata per essere il luogo ideale per ospitare soggetti svantaggiati tra gli 8 ei 25 anni (in possesso dell’accertamento dell’handicap  e con diagnosi di autismo). La presa in carico è diversificati a seconda dell’età dei soggetti. Sono previste due fasce età (8-16, ed oltre i 16 anni). Il centro è aperto dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 17, durante le quali sono garantiti percorsi terapeutici e socioriabilitativi nella fase di lunga assistenza. Gli interventi sono finalizzati all’acquisizione di competenze per il raggiungimento dei migliori livelli possibili di autonomia personale, di interazione sociale e di inserimento nel mondo del lavoro. Gli ospiti possono fare attività di recupero, di gioco e soprattutto possono confrontarsi con gli altri. La struttura sarà gestita dall’Asl 11, mentre l’Associazione Autismo Toscana, presieduta dal dottor Marino Lupi, seguirà i ragazzi e le loro attività.

Posted in Cronaca, Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 39 other followers