Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 170

Posts Tagged ‘indignados’

Manifestazione degli indignados

Posted by fidest on Friday, 14 October 2011

Revisitando Roma: Basílica de Santa Maria degl...

Image by Fred Matos via Flickr

Roma 15 ottobre basilica di Santa Maria degli Angeli a piazza della Repubblica raduno manifestanti indignados. per continuare l’impegno contro le spese militari. Le proposte operative sono di due tipi, di lungo periodo e di breve periodo. Quelle di lungo periodo sono le seguenti:
1. E’ stato proposto, partendo dall’appello, di promuovere una legge di iniziativa popolare contro le spese militari sul tipo di quella per l’acqua pubblica. Si tratta di una iniziativa che ha lo scopo di coscientizzare quante più persone possibili sul problema delle spese militari e di tutto il sistema di corruzione politica e morale che lo accompagna. A tale scopo chiediamo di sapere se fra i circa 11000 aderenti all’appello ci sia qualche giurista disposto ad impegnarsi in tale lavoro oppure se fra i firmatari dell’appello c’è chi può sensibilizzare qualche giurista di sua conoscenza ad assumere un tale impegno. Una volta preparata da un giurista questa legge dovrebbe poi essere diffusa e approvata da tutti voi.
2. Connettere la questione degli armamenti con la questione della remissione del debito, che è legato alle enormi spese militari, come suggerito nel documento di Gesualdi.
3. Promuovere un incontro autoconvocato fra i firmatari dell’appello e tutti i movimenti e associazioni che operano per la pace (dal Tavolo della Pace ad Emergency,…) .
Le iniziative di breve periodo sono invece:
1. avvio di un digiuno a staffetta nazionale legato al gazebo di Roma. Ove possibile a livello locale organizzazione di gazebo dove si pubblicizzi il contenuto dell’appello, si raccolgano adesioni e si sensibilizzino i mass media locali ad occuparsi del tema delle spese militari visto che quelli nazionali si sono mostrati sordi sul tema;
2. Organizzare il 4 novembre, insieme a tutte le associazioni del movimento per la pace e laddove ciò è possibile, manifestazioni nonviolente che portino all’accerchiamento (girotondo) di tutte le caserme italiane come segno di rifiuto delle spese militari e della militarizzazione del territorio;
3. Chiedere ai tantissimi preti, religiosi e religiose che hanno firmato l’appello, di portarlo ai propri vescovi chiedendo la loro adesione ed il loro impegno.
Questi in estrema sintesi le proposte venute fuori dall’assemblea di Santa Maria degli Angeli del 25 settembre. http://www.ildialogo.org (Alex Zanotelli)

Posted in Cronaca, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 42 other followers