Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 290

Posts Tagged ‘mediterranea’

Dieta Mediterranea

Posted by fidest on Wednesday, 4 December 2013

Picture of a path in the "Olmate" in...

Picture of a path in the “Olmate” in Oriolo Romano, Provincia di Viterbo, Italy (Photo credit: Wikipedia)

La Dieta Mediterranea con i valori che esprime può diventare un marchio sinonimo di qualità italiana e quindi una straordinaria opportunità per le imprese dell’agroalimentare di conquistare nuovi mercati anche all’estero? E’ questa la domanda alla quale cercherà di rispondere il convegno “La Dieta Mediterranea e la sfida dei mercati” organizzato dalla Camera di Commercio di Viterbo in collaborazione con l’Associazione nazionale Città dell’Olio, che si terrà sabato 7 dicembre alle ore 10, presso la Sala Conferenze della Camera di Commercio di Viterbo (Via Fratelli Rosselli 4). Un’occasione per riflettere con le istituzioni e gli esperti di settore sulle opportunità che il “marchio” Dieta Mediterranea offre alle aziende. In un’ottica di impresa, infatti, la Dieta Mediterranea, riconosciuta patrimonio dell’Umanità dall’Unesco nel 2010, potrebbe assumere un nuovo valore ed essere il “manifesto” delle eccellenze agroalimentari del made in Italy nel mondo. Nel corso dell’incontro si parlerà anche di come la Dieta Mediterranea con i prodotti alimentari che ne sono espressione, olio extravergine in primis, da sola non basti. Le imprese dovranno fare la loro parte e mettere in campo nuove strategie di marketing che con il prodotto riescano a promuovere la sua storia e il suo territorio di provenienza, puntando prima di tutto sul mercato italiano che rappresenta il mercato naturale della Dieta Mediterranea, per poi muoversi alla conquista di nuovi mercati internazionali. “Dobbiamo impegnarci ad esportare nel mondo lo stile di vita mediterraneo che con la sua attenzione alla stagionalità e territorialità degli alimenti è sinonimo di benessere e di qualità – ha dichiarato Enrico Lupi presidente delle Città dell’Olio – l’Expo 2015 che ha come tema l’alimentazione rappresenta per l’Italia e per tutto il comparto una grande opportunità per promuovere le nostre eccellenze. In vista di questo importante appuntamento anche le nostre imprese devono prepararsi ad un cambio di passo, puntando sul messaggio culturale che la Dieta Mediterranea porta con sé per educare i consumatori e conquistare così sempre nuovi mercati”.“Veniamo da un’esperienza entusiasmante – ha detto Ferindo Palombella, presidente della Camera di Commercio di Viterbo – come quella di ‘Piacere Etrusco’ a Roma, in cui nel promuovere le nostre eccellenze enogastronomiche abbiamo verificato che l’abbinamento di prodotti tipici di qualità del Marchio Tuscia Viterbese con la cultura enogastronomica del territorio creano un mix vincente, particolarmente richiesto sia dai consumatori sia dagli operatori del settore. Tanto più che la totalità dei nostri prodotti è pienamente inserita nella Dieta mediterranea, sinonimo di una sana e corretta alimentazione”.Un focus specifico sarà dedicato alle opportunità rappresentate dal network della ristorazione italiana nel mondo. I ristoranti italiani all’estero sono, infatti, i veri ambasciatori delle produzioni agroalimentari italiane e attraverso ricette ispirate ai principi della Dieta Mediterranea, possono rappresentare una vetrina importante per i produttori italiani. La parte finale del convegno sarà incentrata sulle opportunità offerte alle imprese dal nuovo Piano Agricolo Comunitario (PAC) 2014-2020. I lavori del convegno saranno introdotti da Ferindo Palombella, Presidente della Camera di Commercio di Viterbo. Seguiranno i saluti di Pietro Abate, Segretario Generale Unioncamere Lazio, Roberto Staccini, Assessore all’Agricoltura della Provincia di Viterbo, Leonardo Michelini, Sindaco del Comune di Viterbo. Sarà poi il presidente dell’Associazione nazionale Città dell’Olio Enrico Lupi ad aprire i lavori con una relazione sul tema “La Dieta Mediterranea un’opportunità per le imprese”. Spazio poi agli interventi di Giovanni Antonio Cocco, Direttore generale ISNART sul tema “I Ristoranti italiani nel mondo e Dieta Mediterranea” e Stefano Ciliberti, CesarEurope Direct Università di Perugia sul tema “PAC 2014-2020”. Le conclusioni sono affidate a Sonia Ricci, Assessore all’Agricoltura della Regione Lazio. Modera il convegno Francesco Monzillo, Segretario Generale Camera di Commercio di Viterbo. Seguirà un light lunch con degustazione dei prodotti tipici del territorio.

Posted in Medicina, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Prevenzione contro il cancro

Posted by fidest on Saturday, 24 March 2012

“Quando si parla di salute meglio giocare in attacco. Non bisogna restare in attesa ma muoversi per tempo per anticipare le mosse di questo terribile avversario: il cancro. Quindi ragazzi, niente sigarette, dieta sana e tanto sport!”. È la raccomandazione di Stephan El Shaarawy, uno dei giovani più promettenti del panorama calcistico nazionale, assoluto protagonista questa mattina al Liceo “Piero Bottoni” di Milano per la prima tappa del progetto nazionale “Non fare autogol” che parte dalla Lombardia. Dopo il grande successo della prima edizione, che ha coinvolto migliaia di ragazzi in tutta Italia, torna la campagna promossa dall’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), per spiegare come tenersi alla larga dai tumori. “La prevenzione oncologica comincia da giovani – ha spiegato il prof. Stefano Cascinu, presidente nazionale AIOM -. Circa il 40% delle neoplasie è causato da fattori modificabili ed evitabili. Grazie all’aiuto dei calciatori, vogliamo spiegare ai ragazzi quali siano i rischi e convincerli che non è mai troppo presto per iniziare a giocare questa partita”. Un progetto innovativo che fino al termine del campionato toccherà 5 scuole di 5 capoluoghi di regione coinvolgendo alcuni dei più importanti calciatori italiani: Giorgio Chiellini, Tommaso Rocchi, Sebastian Giovinco e Vincenzo Montella, ex campione ed ora allenatore. Nella prima edizione grazie anche al contributo di Pato, Legrottaglie, Miccoli, Gilardino, Palombo, De Sanctis, Sculli, Perrotta e al CT della Nazionale Cesare Prandelli, che completano la “squadra” dell’AIOM, sono stati raggiunti migliaia di studenti dal vivo e on line. Nel sito http://www.nonfareautogol.it e sulla pagina facebook (http://www.facebook.com/NonfareAutogol) è infatti attivo il primo “Campionato della Salute”: tappa per tappa i ragazzi devono sfidarsi a rispondere correttamente a domande di prevenzione, imparando gli stili di vita per proteggersi. Per tutti è inoltre disponibile un opuscolo, in distribuzione in centinaia di istituti secondari italiani, con le caricature dei calciatori. “Sappiamo di essere un esempio – ha affermato El Shaarawy – e questo ci dà grandi responsabilità. Possiamo far capire ai giovani quali siano i comportamenti positivi e quelli negativi da eliminare. È con grande piacere e onore, quindi, che ho deciso di accettare di partecipare a un progetto così importante, soprattutto perché dedicato a ragazzi come me e i miei coetanei”. In Italia nel 2012 si registreranno circa 400 mila casi e 180 mila morti per tumori, 100 mila negli uomini e 78 mila nelle donne. I tumori sono secondi solo alle malattie cardiovascolari come numero di decessi, ma sono la principale causa di anni di vita persi, poiché insorgono in età più giovane rispetto alle patologie del cuore. I più frequenti nel 2012 in Italia saranno quelli del polmone, dell’intestino, della mammella, del pancreas, dello stomaco e della prostata. Si tratta in tutti i casi di neoplasie in cui la prevenzione può fare la differenza: per ribadire questo concetto al fianco di AIOM si sono schierati anche la Presidenza del Consiglio dei Ministri, il CONI, la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC) e la Federazione Medico Sportiva Italiana (FMSI).
Fra i giovani la conoscenza del rischio oncologico è molto scarsa: “Pochissimi sanno che oltre il 30% dei tumori è direttamente collegato ad una dieta scorretta e che esiste una forte relazione, ad esempio, tra alcol e cancro – ha aggiunto il prof. Carmelo Iacono, Presidente della Fondazione AIOM –. Secondo i sondaggi raccolti da AIOM fra gli studenti, nella prima edizione del progetto ‘Non fare autogol’, il 71% non ha mai ricevuto informazioni in proposito, solo il 17% ne ha parlato in famiglia, appena il 12% a scuola. Le conseguenze sono una forte ignoranza sui pericoli, da fumo e alcol (un terzo non crede abbiano legami con i tumori) fino alla sedentarietà (il 43% la sottovaluta). Ma il 94% dei ragazzi ha apprezzato il nostro intervento, di questi la metà si augura possa diventare un appuntamento fisso in classe”. AIOM, che riunisce oltre 2.000 specialisti, ha identificato nella fascia d’età 14-16 un target prioritario per la formazione e la sensibilizzazione, dentro e fuori la scuola. Per massimizzare la ricaduta educazionale è infatti attivo anche un canale YouTube e un gruppo su facebook. Nel sito è prevista inoltre un’area dedicata agli insegnanti (e più in generale agli educatori), strutturata con schede pratiche e consigli, a cura di AIOM, su come prevenire i principali fattori di rischio. “La mortalità per tumore in Lombardia è superiore alla media nazionale, nonostante la regione sia considerata un’eccellenza in campo oncologico – ha concluso il prof. Cascinu –. Dai dati in nostro possesso, inoltre, emerge che l’indice di mediterraneità della dieta (MAI: indicatore di salubrità dell’alimentazione), in Lombardia è pari a una media di 1.32, mentre per le altre regioni italiane è dell’1.44”. Un dato che rivela un’adesione complessivamente deludente dei lombardi al modello alimentare mediterraneo, che prevede un regolare consumo di verdure, frutta, pesce (soprattutto azzurro), carboidrati, olio di oliva, cereali e legumi. Il regime alimentare deve essere corretto ed equilibrato, così da avere la giusta energia per svolgere tutte le attività quotidiane senza assumere calorie in eccesso, che possono poi trasformarsi in chili di troppo.

Posted in Medicina, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

La dieta mediterranea salva dalla demenza

Posted by fidest on Wednesday, 21 March 2012

PET scan of a human brain with Alzheimer's disease

PET scan of a human brain with Alzheimer's disease (Photo credit: Wikipedia)

Lo studio Predimed (Prevencion con dieta mediterranea), appena pubblicato sul Journal of Alzheimer’s disease, è stato condotto da ricercatori spagnoli dell’università di Barcellona su circa 450 uomini e donne fra i 55 e gli 80 anni, tutti ad alto rischio cardiovascolare. I medici hanno valutato il profilo del genotipo di apolipoproteina E, una proteina che trasporta il colesterolo e che spesso si associa a un maggior rischio di Alzheimer; quindi hanno indagato il tipo di alimenti consumati, il livello di polifenoli nelle urine e i risultati ottenuti in test neuropsicologici di valutazione della memoria e delle capacità cognitive. «Alcuni cibi sono risultati associati a una migliore funzionalità cognitiva» spiega Giuseppe Paolisso, presidente della Società italiana di gerontologia e geriatria (Sigg) «Un paio di cucchiai di olio di oliva al giorno migliorano la memoria verbale e quella a lungo termine; due/tre tazzine di caffè al giorno si associano a un incremento della capacità di immagazzinare ricordi nel lungo periodo; un pugno di noci, nocciole o altra frutta secca migliorano la memoria di lavoro, mentre il consumo di una modica quantità di vino rosso al giorno è correlato a punteggi migliori ottenuti nel Mini-mental state examination, test molto attendibile nel determinare il grado di un eventuale deficit cognitivo e la progressione in condizioni di demenza. Merito degli effetti antiossidanti dei polifenoli contenuti in olio, caffè, vino e frutta secca». Secondo la Sigg, la prevenzione con la dieta potrebbe diminuire i costi associati all’Alzheimer, che oggi in Italia ammontano a 50mila euro all’anno per paziente, per un totale di oltre 30 miliardi di euro annui fra costi sociali e sanitari. J Alzheimer’s Dis. 2012 Feb 20. [Epub ahead of print]

Posted in Medicina, Welfare | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Borsa Mediterranea sul turismo

Posted by fidest on Thursday, 13 January 2011

Napoli dal 1 al 3 aprile 2011 Mostra d’Oltremare Puntare alla concretezza dei risultati”. Si potrebbe sintetizzare così la mission della quindicesima edizione della Borsa Mediterranea del Turismo.  La prossima edizione della Borsa Mediterranea del Turismo ospiterà nei suoi cinque padiglioni espositivi i più importanti operatori dell’incoming e dell’outgoing, i protagonisti del mercato del lusso e del termalismo, oltre ai buyers nazionali ed internazionali che animeranno i workshop tematici con le contrattazioni tra domanda ed offerta. Non parole, quindi, ma fatti.
Protagonisti della prossima BMT saranno soprattutto gli agenti di viaggio. Ed è a loro che la Borsa di Napoli fornirà, durante i tre giorni di lavori, importanti occasioni per aggiornare la propria formazione, per poter così rispondere al meglio alle diverse richieste dei clienti. Importanti momenti di incontri e dialogo ed un grande evento realizzato in collaborazione con un prestigioso partner, vera e propria sorpresa dell’edizione 2011, forniranno infatti gli strumenti più appropriati per vivere al meglio la futura stagione estiva. “Alla BMT le potenzialità del turismo diventano concrete opportunità di business sia per l’outgoing che per l’incoming – continua De Negri – perché per gli agenti di viaggio e per i protagonisti dei tour operator che partecipano alla fiera, poter contare su costi e tempi ottimizzati sono già di per sé la garanzia di un buon investimento” .
La Borsa Mediterranea del Turismo sarà ancora una volta una fiera essenziale, perchè importante è l’efficacia dei contatti commerciali prodotti. Il mercato d’altronde non necessita di promesse vane, né le soluzioni per rilanciare il settore turismo sono contenute in seminari o tavole rotonde come qualcuno propone al solo scopo di far lievitare i costi della partecipazione alle fiere.
Le strategie reali e concrete di sviluppo del turismo, passano quindi ancora una volta per Napoli, e la borsa napoletana si conferma una piazza affari centrale nel sistema della promozione turistica nazionale ed internazionale. http://www.bmtnapoli.com

Posted in Cronaca, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

La Centralità mediterranea

Posted by fidest on Wednesday, 20 October 2010

I popoli rivieraschi del Mediterraneo, che hanno molto da imparare dal mondo Occidentale, ma che hanno anche  moltissimo da insegnargli, rifiutano gli eccessi del modernismo perchè scardina i valori che hanno tenuto insieme le civiltà. Il senso della storia, la proiezione retrospettiva, la memoria del passato, il culto delle proprie origini come tasselli indispensabili per comprendere il presente, sono prerogative attive e produttive sia  del mondo arabo che del mondo mediterraneo  in tutta la loro estensione.  Il solido legame con il retroterra ancestrale, ricco delle esperienze trascorse, consente il mantenimento in vita di quel cordone ombelicale  che arabi e mediterranei non abbiamo mai reciso e che abbiamo in comune..  E’ questa la nostra soggettività sociale e la nostra peculiarità, che ci rende vicini al mondo arabo, molto più di quanto non lo siamo con la Padania dei Celti. Il modernismo si affida al progresso della scienza e della tecnica, ma mentre scienza e tecnica progrediscono, l’etica regredisce.  E’ la ragione per cui  molti contenuti del modernismo occidentale vengono respinti dal mondo arabo, così come li respingiamo noi meridionali.  Si consuma  un  dramma esistenziale che non può trovare una soluzione se non si comprende la portata reale  di quella cultura così radicata nel passato. L’Occidente-America, modernista e tecnologico, non è in grado di comprendere tale dimensione culturale   per la sola ragione che non dispone di un proprio autonomo e antico passato, che possa  tracciare  l’itinerario verso il futuro.   Vige, nell’Occidente-America, la regola dell’improvvisazione e delle scelte estemporanee, dettate da esigenze immediate, prive di programmazione, perché prive di una storia che le supporti. Il nemico di ieri diventa l’alleato di oggi e viceversa, secondo le convenienze momentanee. Il Meridione d’Italia  deve convincere l’Occidente-Europa  a diventare un viatico verso un nuovo modello di reciproca comprensione; la storia, le tradizioni dell’Europa si mescolano con quelle del mondo arabo.  Ma l’Europa è, ancora, troppo distante per potere sperare in una integrazione con il mondo arabo senza la pretesa di volerlo europeizzare, ma nello stesso tempo è troppo vicina allo stesso mondo perché questi possa dimenticarsi dell’Europa e sviluppare un proprio modello di vita.  Per questo serve una politica estera in grado di restituire credibilità al dialogo tra l’Occidente Mediterraneo e i popoli arabi e musulmani; l’attuale politica ha favorito l’esasperarsi delle contraddizioni, per questo vince Hamas in Palestina, vince Ahmadinejad in Iran, vincono i “fratelli musulmani” in Egitto, vincono gli Sciiti in Iraq. Per questo scoppiano le rivolte antioccidentali in tutti i paesi musulmani; nessuno ha voluto chiarire che l’Occidente è l’Europa e il Meridione dell’Europa  è   il Centro del Mediterraneo. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Teatro: Mediterranea di Claudio Giova

Posted by fidest on Monday, 4 October 2010

Roma Via Luca della Robbia 47, fino al 10 ottobre 2010 è in scena al Teatro Cometa-Off, la piece Mediterranea di Claudio Giova – Stefano Mogavero – Melissa Manna, per la Regia di Vito Matassino, con Melissa Manna – Claudio Giova – Mario De’ Fiori, Producer Giulio Magnolia.Dal Martedì al Sabato ore 21.00 Domenica ore 18.00; biglietto : € 10 Mediterranea è la casa comune di tanti sognatori e opportunisti, Madonne e Puttane, persone semplici e teste arrovellate. Apparente generosità. Falsa tolleranza e cinismo mascherato. Le tipologie dei paesi che si affacciano sul Mediterraneo di cui Napoli è l’emblema, che con divertimento e dramma, sfiorano quotidianamente le nostre vite. Con questo spettacolo nasce una nuova formazione teatrale con molte incursioni nel cinema.
Bionda, magra, occhi azzurri, pare una bellezza nordica. Ma basta sentirala recitare in dialetto verace napoletano,per comprendere che in lei vive l’anima calda di una vergine partenopea. Melissa Manna è la giovane attrice bella e  brava che interpretandone tutti i ruoli femminili è la protagonista di Mediterranea. Già nota per aver recitato nel film “25/12 natale in disco” un film che affronta il delicato tema delle stragi del sabato sera,nello spettacolo teatrale comico ‘Coccole e guinzaglio’ed ultimamente nella fiction di Rai Uno “Ho sposato uno sbirro 2″.

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Unesco favorevole a dieta mediterranea

Posted by fidest on Monday, 30 August 2010

L’Unesco torna ad occuparsi di dieta mediterranea che alla seconda candidatura ottiene il primo parere positivo. «Il parere favorevole del Comitato tecnico dell’Unesco riguardo alla dieta mediterranea, quale patrimonio immateriale dell’umanità, rappresenta per l’agricoltura del Mediterraneo un riconoscimento di grande prestigio. Ritengo ci siano tutti i presupposti affinché anche il Comitato esecutivo, che si riunirà a novembre e di cui l’Italia è membro, dia parere favorevole. Il mio ringraziamento va a quanti, nel ministero, hanno continuato a credere nell’alto valore della dieta mediterranea anche dopo la sua bocciatura, riscrivendone interamente la candidatura, secondo quanto richiesto dall’Unesco. Per il nostro Paese e per i nostri agricoltori questo primo sì è uno straordinario successo». Con queste parole, il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Giancarlo Galan, commenta la positiva valutazione dell’Unesco riguardo all’iscrizione della dieta mediterranea nella prestigiosa lista delle tradizioni considerate patrimonio mondiale immateriale dell’umanità. Tale parere dovrà ora essere ratificato dal Comitato esecutivo della Convenzione sul patrimonio mondiale immateriale dell’umanità che si riunirà a Nairobi in Kenya dal 14 al 19 novembre prossimi. La candidatura della dieta mediterranea era stata avanzata già quattro anni fa dall’Italia, dalla Spagna, dalla Grecia e dal Marocco, ma per l’Unesco non soddisfaceva i requisiti previsti dalla Convenzione del 2003 sul patrimonio mondiale immateriale dell’umanità, per cui i quattro Paesi decisero di ritirarla. Lo scorso anno, il 30 agosto 2009, l’Italia l’ha ripresentata, sempre insieme a Spagna, Grecia e Marocco, e ha assunto il coordinamento del gruppo di lavoro internazionale, riscrivendo interamente la candidatura e sottolineandone il valore culturale. Questa volta l’Unesco ha dato parere favorevole. (fonte doctor news)

Posted in Medicina, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Con la mediterranea niente diabete

Posted by fidest on Sunday, 15 August 2010

L’alimentazione fa parte, a pieno titolo, degli stili di vita, vale a dire di quell’insieme di elementi a cui ogni individuo è esposto quotidianamente e in ogni momento della sua vita, ragion per cui tutto il mondo scientifico, da anni, si batte affinché siano abitudini corrette e salutari. In questo senso continua a riscuotere consensi, scientificamente supportati, la dieta mediterranea, già consolidata nella prevenzione delle malattie cardiovascolari, ora anche del diabete. L’elevato contenuto di fibre, di grassi vegetali, il consumo moderato di alcool e il basso tenore di acidi grassi trans (TFA) sono i motivi principali dell’effetto protettivo. Il regime alimentare mediterraneo è basato su un tenore relativamente alto di grassi, ma tendenzialmente monoinsaturi, per esempio l’olio di oliva, con pochi acidi grassi saturi. Studi su soggetti diabetici hanno dimostrato che una dieta ricca di acidi grassi monoinsaturi migliora il profilo lipidico e il controllo glicemico, suggerendo l’ipotesi che tale regime migliori la sensibilità insulinica. Gli effetti su soggetti sani, quindi la capacità di prevenire l’insorgenza del diabete, è stata valutata in una popolazione dell’area mediterranea residente in Spagna.

Posted in Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Cilento: “patria della dieta mediterranea”

Posted by fidest on Sunday, 16 May 2010

Camerota (Salerno) dal 23 al 28 maggio 2010. con il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Giancarlo Galan, quinta edizione della campagna di sensibilizzazione sull’importanza di una consapevole alimentazione “Mangia bene cresci meglio” La campagna, promossa dal Mipaaf e che gode del patrocinio del Ministero della Pubblica Istruzione, è rivolta agli insegnanti e agli studenti di tutte le scuole secondarie di primo grado e prevede un concorso per la realizzazione di un annuncio pubblicitario su due argomenti: “L’importanza della consapevolezza di una sana alimentazione” e la “Varietà e la qualità dell’agroalimentare italiano”.  I 10 migliori lavori, che sono stati pre-selezionati fra le oltre cinquecento proposte da una giuria tecnica composta di pubblicitari, giornalisti, esperti di comunicazione e rappresentanti del Ministero promotore, saranno sottoposti alla ulteriore valutazione di una qualificatissima giuria di esperti che sceglierà i due vincitori assoluti delle due sezioni del concorso.
La scelta del territorio del Cilento, come sede della manifestazione, è stata motivata anche dalla candidatura della Dieta mediterranea a diventare patrimonio dell’UNESCO, recentemente supportata anche dalla firma, avvenuta lo scorso 13 marzo, della “Dichiarazione di Chefchaouen” da parte delle quattro comunità individuate da Italia, Grecia, Spagna e Marocco, rappresentative della Dieta mediterranea. La dichiarazione impegna i Paesi firmatari ad avviare forme di partenariato e collaborazione reciproca a sostegno della Dieta mediterranea. E proprio dalla città di Chefchaouen arriverà una delegazione di 10 ragazzi marocchini che con la loro presenza testimonieranno l’importanza della dieta mediterranea come elemento di aggregazione e coesione sociale.
Dal 21 maggio presso la sede dell’ex Convento dei Domenicani di Vallo della Lucania sarà inoltre allestita una mostra in cui sarà possibile vedere alcune decine di annunci pubblicitari realizzati dagli studenti per il Concorso “Mangia Bene Cresci Meglio” per l’edizione 2010.

Posted in Cronaca, Viaggia | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Bmt 2010 – borsa mediterranea del turismo

Posted by fidest on Friday, 19 March 2010

Napoli 26-28 marzo 2010 Mostra d’Oltremare. La BMT – Borsa Mediterranea del Turismo sarà per la Turchia l’occasione ideale per incontrare gli operatori del settore e per proporre interessanti offerte turistiche sempre più rivolte alla soddisfazione di un mercato esigente. Grazie a questo appuntamento, la Turchia farà emergere le sue numerose potenzialità turistiche : culturale, balneare, sportivo, termale, religioso e anche gastronomico, con un ottimo rapporto tra qualità e prezzo. Tra le mete più amate si confermano nuovamente, oltre ad Istanbul, la Cappadocia, Pamukkale ed Efeso.  Fra le destinazioni estive i luoghi più gettonati sono Bodrum sulla costa Egea ed Antalya sulla costa mediterranea. Tra le nuove destinazioni si evidenziano invece le zone dell’Est della Turchia come Trabzon, il lago Van e il Monte Nemrut. In occasione della BMT, si potrà quindi approfittare per conoscere in lungo e in largo le tante offerte di questo territorio. Il numero di turisti internazionali arrivati in Turchia nell’anno 2009 (dati da gennaio a dicembre) è stato di 27.077.114 con un incremento del 2,81% rispetto all’anno precedente e gli italiani presenti sono stati 634.886. Le città più visitate sono state Antalya con 8.260.399 di turisti, Istanbul con 7.510.470 e Muğla con 2.820.298. La Turchia ha chiuso quindi l’anno 2009 con la soddisfazione di chi ha ottenuto nel settore turistico risultati eccellenti e si prepara al 2010 con nuovi e stimolanti obiettivi, soprattutto in vista di Istanbul Capitale Europea della Cultura 2010.  Presso lo stand, oltre all’Ufficio Cultura e Informazioni dell’Ambasciata di Turchia, saranno presenti diversi co-espositori : Turkish Airlines, Intra Tours DMC & Inair Aviation Turkey, Marveltour, Dirotta da Noi Tour Operator – Insieme Tour, Turbanitalia, Entour Tour Operator, Alfina Hotel Cappadocia e Divan Hotels.  Barometro prestiti di Crif  Nel mese di febbraio 2010 la domanda di prestiti da parte delle famiglie italiane (nel suo aggregato di prestiti personali e prestiti finalizzati) continua a calare, segnando un -7%, a parità di giorni lavorativi, rispetto allo stesso mese del 2009. Distinguendo la domanda nelle due macrotipologie di finanziamenti, prestito personale e prestito finalizzato, si osserva come a febbraio 2010 si inverta la composizione del calo della domanda: diventano infatti i prestiti finalizzati la componente che incide maggiormente nel calo complessivo, registrando un -10% (ponderato sui giorni lavorativi) rispetto allo stesso periodo del 2009, mentre il calo dei prestiti personali si attesta su un più contenuto -2%.

Posted in Cronaca, Economia | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 44 other followers