Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 170

Posts Tagged ‘movimenti’

Incontro D.C. a Roma

Posted by fidest on Tuesday, 17 January 2012

Roma venerdì 20 gennaio ore 10 sala convegni dell’hotel Portamaggiore Antonino Magistro Presidente Nazionale Vicario D.C. e il segretario Angelo Sandri terranno un incontro con i movimenti politici, i partiti le associazioni, la libera società civile, i sindacati autonomi di ispirazione centro, centro-destra, cattolica, cristiana che si rifanno ai valori fondanti della Democrazia Cristiana, la forza che ha fatto grande l’Italia.(n12904)

Posted in Cronaca, Politica, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

I rischi del regime democratico

Posted by fidest on Thursday, 16 June 2011

Il clima di fiducia nei confronti dello Stato e delle sue diramazioni è, in Italia, molto basso. Secondo i più recenti dati dell’Itanes soltanto il 24% degli intervistati risponde che “ci si può fidare della maggior parte della gente”. Mentre addirittura il 74% afferma che “non si è mai abbastanza prudenti con la gente”. Inoltre emerge che soltanto il 18,7% degli italiani era iscritto ai sindacati, associazioni di categoria e movimenti, il 20,4% vi era stato iscritto in passato. Infine il 61% degli italiani non era mai stato iscritto né ai sindacati, né ad associazioni di categoria, né a partiti o movimenti. Già al suo tempo Tocqueville (La democrazia in America, Parigi 1895) aveva avvertito dei rischi di un regime democratico nella crisi di ogni nesso connettivo all’interno della società e tale da spingere verso l’individualismo affermando in proposito che “… un sentimento ponderato e pacifico, che dispone ogni cittadino ad isolarsi dalla massa dei suoi simili, a ritirarsi in disparte con la sua famiglia ed i suoi amici; così che dopo essersi creata una piccola società a proprio uso, abbandona volentieri la grande società a se stessa.” Ed aggiungeva Ibidem: “Se i cittadini continuano a chiudersi sempre più strettamente nella cerchia dei piccoli interessi familiari e ad agitarvisi dentro senza requie, c’è da temere che finiscano con il diventare come inaccessibili a quelle grandi e potenti emozioni, che travagliano i popoli, ma che pure li sviluppano e li rinnovano… si pensa che le società nuove cambino continuamente fisionomia; e, io, invece, temo che finiscano per rimanere troppo fisse nelle stesse istituzioni, negli stessi pregiudizi, nelle stesse abitudini, in modo tale che il genere umano si fermi e si limiti; che lo spirito di spieghi e si ripieghi eternamente su se stesso, senza produrre idee nuove; che l’uomo di esaurisca in piccoli moti solitari e sterili, e che, pur agitandosi senza posa, l’umanità non avanzi più.” Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Confronti | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Noi Sud

Posted by fidest on Monday, 23 May 2011

“Mi ritrovo nelle parole dell’on. Arturo Iannaccone, con l’auspicio che un partito del Sud possa rappresentare l’obiettivo ultimo di un percorso che ha come partenza un “Noi Sud” forte e compatto” lo dichiara l’on. Americo Porfidia di Noi Sud “Invito i miei amici dell’ufficio politico – aggiunge Porfidia – a riunirci intorno ad un tavolo per trovare una sintesi per il futuro. La costituzione di un grande partito che possa raggruppare tutti i movimenti che si pongono seriamente il problema del meridione è per me una grande speranza. La nascita di un gruppo parlamentare che rappresenti le istanze del Sud, che dia più forza ai territori del meridione è un obiettivo che può essere raggiunto, anche se gradualmente, senza determinare scossoni nella maggioranza e senza contraccolpi al governo. Invito di nuovo – conclude il deputato campano – il segretario nazionale on. Iannaccone a riunire l’ufficio politico per discutere ed affrontare questi problemi” (On. Americo Porfidia)

Posted in Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Emergenza casa

Posted by fidest on Thursday, 14 April 2011

Roma. Si è tenuto presso il Ministero delle Infrastrutture a Porta Pia un importante tavolo interistituzionale, da tempo richiesto a gran voce dai movimenti,  che ha visto la partecipazione del Ministro Matteoli, del Sindaco di Roma Alemanno e dell’ Assessore alla Casa Antoniozzi; non ha partecipato la governatrice del Lazio Polverini, ci è stato detto per seri impegni di carattere personale. Nel tavolo, articolato in una prima parte esclusivamente istituzionale ed in una seconda allargata alla partecipazione dei rappresentanti dei movimenti, si sono affrontate in particolare le questioni legate alla dismissione del patrimonio degli enti previdenziali, degli sfratti, della necessità di realizzare un piano straordinario di edilizia residenziale pubblica. Nell’incontro, che fra luci ed ombre, giudichiamo  complessivamente come un passo avanti, ci è stata comunicata la volontà di affrontare in uno specifico incontro congiunto con i Ministeri dell’Economia e degli Affari sociali la drammatica situazione in cui versano gli inquilini degli enti previdenziali;  la volontà di studiare provvedimenti che offrano maggiori tutele alle persone e alle famiglie sotto sfratto, considerando  quindi, anche le numerosissime situazioni di morosità cosiddetta “incolpevole”. Si è messa a fuoco, soprattutto, la necessità di realizzare con urgenza un piano straordinario di edilizia residenziale pubblica che, anche a fronte dei provvedimenti predisposti in merito dal Comune di Roma, dia una risposta solida e strutturale al disagio e all’emergenza con cui sempre più persone nella capitale sono quotidianamente costrette a fare i conti. L’obiettivo è quello di definire, entro un periodo di massimo due mesi, un protocollo sull’emergenza abitativa in cui vengano fissate le responsabilità ed i compiti di ciascuna istituzione e soprattutto garantiti tempi e risorse certe per la realizzazione delle case popolari. Il Comune di Roma ha già annunciato in questo senso, la prossima adozione di un provvedimento che individuerà le aree da destinare al piano casa. Il problema centrale, dunque, appare soprattutto quello delle risorse. Non sono infatti sufficienti  i finanziamenti relativi ai fondi ex GESCAL  – fra i 100 ed i 200 mln di euro – ancora colpevolmente non spesi. Occorre su questo terreno, acquisire la disponibilità della Regione Lazio ad investire i fondi stanziati per l’edilizia sovvenzionata, e soprattutto uno sforzo immediato e consistente da parte del governo. La disponibilità sembra esserci, ma, come abbiamo sottolineato già troppe volte, questa non è l’ora delle chiacchiere ma quella dei fatti. La situazione esplosiva in cui sono costretti a vivere tanti “precari della casa” a Roma come in altre città è oramai insostenibile e non permette di attendere oltre. Per questa ragioni deve essere mantenuto l’impegno a riconvocare entro 15 giorni il tavolo interisituzionale. Come movimenti per il diritto all’abitare proseguiremo, con sempre maggiore forza e determinazione la mobilitazione e la lotta. Molte saranno infatti le manifestazioni che avranno luogo nella giornata di domani in molte città d’Italia (Milano, Firenze, Bologna etc. ), promosse dalla rete “Abitare nella Crisi”.

Posted in Roma, Welfare | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Acqua: 26 marzo tutti in piazza!

Posted by fidest on Saturday, 26 March 2011

Roma Piazza della Repubblica alle ore 14.00 appuntamento per formazione del corteo per concludere in Piazza San Giovanni con il concerto degli artisti per l’acqua. Il popolo dell’acqua torna in piazza con una grande Manifestazione promossa dal Comitato Referendario 2 Sì per l’Acqua Bene Comune e dal Forum dei Movimenti per l’Acqua, e alla quale stanno aderendo moltissime realtà rappresentanti dell’ampio arco sociale che si riconosce nella difesa dei beni comuni.  Siamo convinti che una vittoria dei Sì ai referendum convocati per il 12 e il 13 giugno possa costituire una prima e fondamentale tappa, contro la privatizzazione dell’acqua, per fermare il nucleare e in difesa dei Beni Comuni. Per questo chiamiamo tutte le donne e gli uomini a partecipare ad una manifestazione aperta, allegra e plurale. Per dire che un’altra Italia è possibile.

Posted in Cronaca, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Agenda sindaco di Roma

Posted by fidest on Monday, 21 February 2011

Roma 21/2/2011 ore 8.35:   Galleria Alberto Sordi Il sindaco, Gianni ALEMANNO, è ospite della rubrica televisiva di
Sky TG24 “Un caffé con”.ore 15: Campidoglio, sala del Carroccio Il sindaco, Gianni ALEMANNO, incontra i Movimenti di lotta per la Casa.

Posted in Cronaca, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Alemanno incontra i movimenti

Posted by fidest on Tuesday, 15 February 2011

Roma 17/2/2011 alle ore 15.30, il sindaco di, Gianni Alemanno, e gli assessori al Patrimonio e all’Urbanistica, Alfredo Antoniozzi e Marco Corsini, incontreranno in Campidoglio i Movimenti di lotta per la casa. La riunione servirà per affrontare, in vista degli Stati Generali del 22 e 23 febbraio, i problemi relativi alla questione abitativa a Roma e quelli legati al piano casa. Lo rende noto l’Ufficio stampa del Campidoglio.

Posted in Cronaca, Welfare | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Regione Lazio: movimenti e sindacato di base

Posted by fidest on Saturday, 4 December 2010

Roma 6 dicembre ore 14,30 assemblea pubblica teatro Mongiovino, via Giovanni Genocchi 15. La crisi profonda che ha spinto tante vertenze ad unirsi per produrre una maggiore pressione nei confronti della Polverini e dei suoi assessori fino ad ora ha ricevuto la peggiore delle risposte. Lo scorso 25 novembre l’edificio regionale blindato da centinaia di agenti in tenuta antisommossa e l’intervento degli stessi per sgomberare la delegazione di manifestanti rimasta dentro la Sala Liri dopo un incontro deludente con una controparte tecnicamente autorevole ma impossibilitata a prendere decisioni politiche, rappresentano un messaggio che non distende animi già duramente provati da licenziamenti, cassaintegrazione, precarietà e disoccupazione. Ora non intendiamo mollare la presa: per seguire da vicino la manovra di bilancio e per rispondere con forza agli accadimenti del 25 novembre, per dare continuità alla scommessa risultata vincente di unire le lotte e provare a rappresentare i tanti punti di vista e le tante sofferenze esistenti nella Regione e nel Paese.
Il 3 dicembre è iniziato l’iter della manovra di bilancio della Regione Lazio. Molti capitoli dello stesso bilancio riguardano la mobilitazione che ha visto i movimenti e i sindacati di base assediare la sede della Giunta.

Posted in Cronaca, Roma, Welfare | Tagged: , , , | Leave a Comment »

I movimenti per la vita crocifissa

Posted by fidest on Tuesday, 30 November 2010

Lettera al direttore. Dimenticare la risurrezione del Cristo e preferire vederlo solo sulla croce, è un gravissimo errore che commettono molti cristiani. Del resto, vederlo in croce, il Cristo,  ci rassicura. E’ lì, sulla croce, che il Signore soffre per noi, per la nostra salvezza. Oltre a salvarci, in qualche modo ci libera anche dai sensi di colpa. Se poi c’è un nostro simile che soffre e che il Cristo in croce ce lo mostra in carne e ossa, qui e ora, ci sentiamo ancora più rassicurati: non c’è bisogno che siamo noi personalmente a sacrificarci, a pagare per le nostre colpe, giacché c’è chi lo fa al posto nostro.  Le conseguenze di questo modo di pensare, magari inconscio, possono essere pericolose, se non addirittura nefaste.  In Verbi Sponsa (Istruzione sulla vita contemplativa e la clausura della monache) leggiamo: ” Le contemplative claustrali, in modo specifico e radicale, si conformano a Gesù Cristo in preghiera sul monte e al suo mistero pasquale…Al dono di Cristo-Sposo, che sulla croce ha offerto tutto il suo corpo, la monaca risponde similmente con il dono del suo corpo, offrendosi con Gesù Cristo al Padre e collaborando all’opera della redenzione” (N. 3). Ecco: le monache, in fondo, sacrificandosi per noi e al posto nostro, ci rendono un bel servizio. Si dà il caso però che  l’atto redentore di Cristo fu perfetto e sovrabbondante, e che Gesù non chiese mai a nessuno di collaborare all’opera della redenzione.  Ma se le cose stanno così, se coloro che soffrono, volontariamente o involontariamente, sono cristi in croce, non viene abbastanza naturale augurarsi, magari inconsciamente, che ci sia sempre qualcuno che soffra per noi e al posto nostro? Nel mese di settembre del 2008, padre Aldo Trento, missionario in Paraguay, divulgava la fotografia impressionante (Tempi.it 23 settembre 2008) di un bambino irrimediabilmente malato, e riferiva: «Il piccolo Victor di un anno…geme in continuazione… mmm, ah, ah, ah…La sua testa è enorme e come d’improvviso la parte inferiore è sprofondata lasciando una piccola fossa, lì dove non ha il cranio…Attraverso l’apparato messogli dai medici, è uscita tutta l’acqua della testa…l’altro giorno gli è scappato l’occhio destro: è rimasta una cavità vuota che spurga di tutto…Victor, il mio bambino, non solo è un piccolo cadaverino che vive, ma è tutto deformato, lacerato, pieno di cannucce che entrano ed escono dal corpo…Il mondo dice: perché non lo lasciate morire?…Victor è Gesù, il mio piccolo Gesù che agonizza, che soffre, che geme…Lo bacio, lo bacio sempre… i gemiti si calmano. Gli accarezzo la fronte… non più testa ormai, sgonfiata, con la pelle infossata, come un laghetto di montagna…e sento che accarezzo Gesù…Come vorrei che questo scritto con la foto arrivasse a chi ha deciso che Eluana “deve” morire. No, non può morire se Dio non ha ancora deciso. La vita è sua, di Dio… se la uccidiamo saremo tutti più poveri e disgraziati». Ecco: padre Trento aveva il suo piccolo cristo in croce che soffriva per lui e al posto suo. Per noi e al posto nostro. Il piccolo Gesù agonizzante da baciare e coccolare. E così giunge a pensare che quei tubicini, quegli apparati sofisticati per tenerlo in vita per forza, in continua agonia, siano voluti da Dio, che sia Dio ad aver deciso di non volerlo subito in cielo. Deve restare ancora sulla terra a soffrire. Per farci sentire meglio.   Eluana Englaro non sembra soffrisse, ma era pur sempre un cristo in croce da accarezzare e coccolare. Perché non tenerla in vita il più a lungo possibile? Questo modo di pensare spinge oggi i movimenti per la vita ad esultare poiché il Governo ha istituito la Giornata nazionale degli stati vegetativi, per il 9 febbraio, data in cui ad Eluana fu restituita la pace.  Movimenti per la vita, oppure per la vita crocifissa?  (Renato Pierri e Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore | Tagged: , , , | 3 Comments »

“Acida Aqua Caelata” Incisioni e Acquerelli

Posted by fidest on Thursday, 25 November 2010

Mantova dal 27 novembre ore 17.00 (fino al 9 dicembre 2010 Orario di apertura: 10.00 – 12.30 / 16.00 – 19.30. Festivi 15.30 – 19.00) Galleria “Arianna Sartori” via Cappello, 17 : Raffaello Margheri. Acida Aqua Caelata. Incisioni e Acquerelli
A chi lo incontra per la prima volta, Margheri può far pensare agli artisti parigini di Montmartre. L’andatura lenta è accentuata dalla corporatura alta e robusta, leggermente proiettata in avanti, che la fa sembrare in armonia con i pigri movimenti della figura. Il volto, apparentemente serio e pensieroso, è spesso sormontato da un basco scuro che lo rende somigliante al “ritratto del poeta Paul Fort”, una litografia del 1931 di Gino Severini.
In realtà Margheri è un camminatore instancabile, capace di salire sei piani di scale senza alterare la respirazione. Ho sempre pensato che amasse giocare con questa aria un po’ bohemienne dell’artista artigiano “autodidatta”, come ama definirsi, all’apparenza malinconico e pessimista. Frequentandolo ci si accorge che sotto una patina protettiva nasconde un carattere sornione, spesso incline alla battuta vernacolare; un “toscanaccio” solitamente mite e disponibile, amante della buona tavola anche se, curiosamente, astemio.
I suoi paesaggi, spesso contrastati da ombre che sembrano sdoppiarli, sono immersi in una luce statica che conserva l’attimo emozionale dell’autore. Questa luce, bianca e tagliente, si insinua anche nelle variegate composizioni floreali e nelle nature morte divenendo la principale protagonista delle sue migliori acqueforti. La rigorosa fedeltà ai neri espressa nelle tavole calcografiche viene spesso abbandonata nelle sue linoleumgrafie. In queste tavole, generalmente di non grande formato, i colori, morbidi e distribuiti dai passaggi di più matrici, esprimono l’aspetto più nascosto della sua personalità d’artista. Un’anima solare e mansueta, umile nel metodo di lavoro ma ambiziosa di risultati. La seconda anima di Raffaello Margheri.  Marco Fiori (Bologna, maggio 2009)
Raffaello Margheri, toscano per nascita e bolognese d’adozione, ha preso dalla sua terra d’origine la parlata dall’accento tipico e, forse, pure il carattere un po’ schivo, schietto e limpido che lo caratterizza. Tutto questo si può  leggere nelle sue incisioni. (il merlo)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Astrazioni: Collettiva

Posted by fidest on Monday, 22 November 2010

Roma fino al 3/12/2010 via Raffaele Cadorna, 28 RossoCinabro A cura di Cristina Madini  Opere di: Laura Mazzuoli, Antonella Panarello, Erri Rossi, Claudio Sireci.  Incontro con gli artisti 27 novembre ore 18. ‘Astrazioni’ e’ l’occasione per una rilettura del concetto stesso di astrazione e dei diversi significati che questo termine ha ormai assunto nel progressivo distacco dai movimenti  artistici precedenti. Astrazione, termine di origine latina derivante dal verbo astrarre ovvero trarre da, distogliere, separare. Questa mostra evidenzia quegli artisti che hanno rivolto la loro ricerca al quel processo di conoscenza che attraverso la scelta di distacco dal reale viene sottoposto ad una analisi puramente intellettiva.
Laura Mazzuoli (Chiaravalle 1974) Nel 1993 consegue il Diploma di Maturità d’Arte Applicata ad Ancona e nell’anno successivo si diploma in Decorazione Pittorica all’Accademia di Belle Arti di Urbino.
Antonella Panarello (Torino 1966) Laureata in lingue e letterature straniere .e’ dirigente scolastico. L’interesse per la psicologia e per l’ipnosi le ha permesso di scoprire i nuovi orizzonti dell’arte del colore e della pittura materica. Vive e lavora a Caltagirone.
Erri Rossi (Schio 1968), si e’ diplomato all’Istituto d’Arte Fanoli di Cittadella nel 1990.  Ha alternato il suo interesse per la pittura ad altre forme di espressione artistica come la musica e la scrittura. E’ presente con tre sue opere all’Esposizione Arte Fiera Padova novembre 2010. Vive e lavora a Schio (VI).
Claudio Sireci (Viterbo 1962) Pittore autodidatta ha la fortuna di incontrare il maestro Enzo Maria Mattioli. Frequenta il suo studio “Il Paradosso” come ragazzo di bottega. Vive e lavora a Viterbo. (Immagine: Claudio Sireci ‘ Il burattinaio’ tecnica mista e collage su tela 50×70)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Movimenti di prezzo dei prodotti agricoli

Posted by fidest on Wednesday, 17 November 2010

ETF Securities pubblica un report sui significativi movimenti di prezzo dei prodotti agricoli che si sono verificati recentemente. Il report analizza trend degli investimenti, tematiche e potenziali implicazioni per il settore agricolo. In particolar modo, lo studio si focalizza su mais, grano, cacao, semi di soia, zucchero, caffè e cotone.
I prezzi del cibo, che hanno avuto i trend di crescita più alti e sono stati più volatili dal 2003, suggeriscono che la produzione è stata insufficiente per soddisfare i livelli della domanda in crescita nel medio periodo. Riflettendo questo trend, lo United Nations Food Price Index ha toccato il 27esimo mese di massimi ad ottobre. Allo stesso modo, gli ETC su prodotti agricoli hanno raggiunto la “leaderboard” per rendimenti all’interno della piattaforma di ETF Securities fino a questa parte dell’anno.
Il settore agricolo ha dimostrato storicamente la tendenza ad avere una bassa correlazione al ciclo economico a causa del ruolo “unico” giocato nella produzione del cibo. In aggiunta ai suoi collegamenti con i dati demografici di lungo periodo dei paesi emergenti, la sua bassa correlazione al ciclo economico lo ha reso molto popolare tra gli investitori in cerca di un investimento difensivo che abbia potenzialità di crescita nel lungo periodo. Nel medio termine, i prezzi del cibo hanno avuto i trend di crescita più elevati dato che i paesi emergenti hanno aumentato la loro quota di domanda mondiale di cibo a causa dell’aumento della popolazione e della crescita dei redditi. I prodotti alimentari sono sempre più privati di risorse limitate come acqua, terra e fertilizzanti che sono invece indirizzate verso applicazioni alternative come i bio-carburanti. Per fare un esempio, un terzo della produzione annuale di mais negli Stati Uniti viene utilizzato per produrre etanolo, in netta crescita rispetto al 5% di dieci anni fa. Il posizionamento attuale dei future in alcuni prodotti agricoli ha superato i livelli massimi raggiunti durante il boom delle commodity nel periodo 2007 – 2008. Gli investitori hanno esercitato largamente il take profit sulle posizioni costruite nel 2009 quando i prezzi erano ai minimi estremi.

Posted in Economia | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Assemblea inquilini enti privatizzati

Posted by fidest on Saturday, 6 November 2010

Roma. 8 novembre 2010  alle ore 17 presso il salone dell’INPDAP in via S. Croce in Gerusalemme 55 si terrà una importante assemblea cittadina alla quale interverranno l’On. Sergio Piffari e l’On. Chiara Braga (presentatori nel mese di luglio delle due mozioni sulla moratoria in VIII Commissione della Camera), Teodoro Buontempo assessore alla casa della Regione Lazio, Mario Di Carlo consigliere regionale (ex-Assessore alla Casa della Regione), Alfredo Antoniozzi (assessore alla casa del Comune di Roma), Luigi Nieri consigliere regionale (ex-Assessore al Bilancio del Regione) e i Movimenti per il diritto all’abitare.  I comitati inquilini degli Enti previdenziali privatizzati, aderenti alla ASIA/USB, che in questi mesi hanno dato vita a molte iniziative di protesta, lanciano la mobilitazione  per fermare, con una MORATORIA, il caro affitti, le vendite speculative, tutti gli sfratti  e rivolgono l’appello “E’ GIUNTA L’ORA DELLE SOLUZIONI” ai rappresentati istituzionali del Governo, del Parlamento, della Regione Lazio e del Comune di Roma .
Chiedono di fermare la gestione immobiliarista degli Enti privatizzati (Casse o Fondazioni), di quelli assicurativi, dei Fondi pensione, di quelli immobiliari (le cosi dette SGR); di ridare una funzione sociale e calmieratrice a questo patrimonio utilizzando i fondi destinati all’housing sociale; l’apertura di un tavolo inter-istituzionale (Governo, Enti locali e rappresentanti degli inquilini) che affronti questa nuova emergenza abitativa; di ratificare in tempi brevi una legge di riforma delle politiche abitative, mettendo a disposizione mezzi e risorse necessarie, superando la L. 431/98.

Posted in Cronaca, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Convenienza e moralità

Posted by fidest on Monday, 20 September 2010

Lettera al direttore. Mi scusi Sig. Storace; E’ Lei l’anima Sociale della Destra nel PDL? Dei due soggetti che ho nominato Lei è il più astruso. Almirante non voleva questo. Lei e la Sig.a Santachè avete il sostegno di elettori che si ispirano al fascismo? Dica a loro, ed è suo dovere civile,  che anche gli altri (partiti,movimenti, ecc.) hanno qualcosa di buono da insegnare e che bisogna accogliere; Che sono compassati e che c’è necessità di rinsavire. Anche per Lei vale quanto ho comunicato alle precedenti persone. Il mio voto è sempre stato per la destra sociale non certo quella che intende lei, rimanendo a sostegno di Berlusconi. Cordialmente.  (Miotto Gianni)

Posted in Lettere al direttore | Tagged: , , , | Leave a Comment »

I movimenti di base del Pd

Posted by fidest on Friday, 27 August 2010

«E’ quello che ci sentiamo di sottoscrivere alla fine di un’estate che ha certificato uno dei momenti più bassi della qualità civica ed istituzionale del nostro Paese. Un piccolo manifesto politico molto calibrato rispetto ai tempi in cui viviamo». Francesco Russo, segretario generale di TrecentoSessanta, l’Associazione che fa riferimento a Enrico Letta, definisce così la lettera di Pier Luigi Bersani, in un articolo pubblicato questo pomeriggio sul web magazine del think tank lettiano.  «Sappiamo bene che è più entusiasmante vivere le stagioni in cui è possibile invitare all’impegno civile attraverso le emozioni forti – continua Russo – piuttosto che quelle in cui è necessario far prevalere il richiamo alle (apparentemente) piccole cose ben fatte, al passo dopo passo, alla costruzione delle fondamenta dopo che i terremoti hanno lasciato soprattutto macerie. Ma sappiamo anche che è una colpa mortale non saper distinguere fra due situazioni così radicalmente opposte». «Gli italiani – conclude Russo – hanno bisogno di vedere che chi li rappresenta è capace di riconoscere l’eccezionalità delle difficoltà in cui vivono. Chi, nel passato, ha guidato il Paese fuori dalle secche delle sue crisi ricorrenti ha sempre scelto questo profilo. Attraverso l’arte del possibile, attraverso la fatica di mettere insieme tutte le donne e gli uomini di buona volontà. L’arte dei passi regolari che arrivano lontano. Quella che ci ha fatto scegliere la leadership di Pierluigi Bersani e di Enrico Letta e che in questo momento rappresenta il miglior regalo che il Pd può fare ad un Paese stanco di strappi e di eccessi».

Posted in Politica | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 43 other followers