Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 170

Posts Tagged ‘ordine’

Italia in armi

Posted by fidest on Monday, 2 April 2012

Il nostro Paese spende per la Difesa lo 0,83% del Pil (Il Messaggero del 1 aprile 2012) e Rosario Amico Roxas commenta: “0,83% corrisponde all’ 8 per mille che l’Italia elargisce al Vaticano; per cui, anche ad abolire totalmente le forze armate, l’Italia non resterebbe scoperta nel campo della difesa, potendo disporre degli armigeri della Guardia Svizzera, armati di alabarda a loro volta affiancati dagli armigeri celti della Padania, con spadone e pentola, fornita di corna, in testa. Nessun esercito al mondo resisterebbe a queste forze armate, verrebbero sopraffatti da isteriche crisi di risate a crepapelle. Provare per credere: basterebbe mandare un contingente in Afghanistan.
Volendo superare l’ironia che suggerisce la notizia, sarebbe opportuno selezionare le forze armate (ma non secondo il metro di La Russa e con le intenzioni recondite del medesimo !) e mantenere una forza efficiente prevalentemente nel campo della protezione civile. L’esercito di difesa, privo delle ipocrisie delle missioni di pace o delle guerre preventive, dovrà essere un esercito europeo senza mire di controllo nell’ambito della sicurezza nazionale, a quella devono essere adibite le forze dell’ordine, opportunamente potenziate.
La tentazione di far intervenire le forze armate al controllo di manifestazioni deve essere neutralizzata a monte per evitare derive autoritarie. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Movida romana

Posted by fidest on Tuesday, 27 March 2012

Roma «Invito i giovani della Capitale a proporre e a vivere una nuova movida romana, perché è possibile divertirsi in maniera sana, senza gli eccessi raccontati nelle pagine più brutte della cronaca». Lo dichiara l’assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale, Gianluigi De Palo commentando l’uscita dell’avviso pubblico per il reperimento di proposte riguardanti il tema “Riprendiamoci la notte”, titolo ereditato dalla serie di iniziative già messe in campo dall’Assessorato alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani nei mesi di settembre e ottobre 2011. «Credo che la Movida non sia solo un problema di sicurezza o di decoro, ma anche educativo e di proposta culturale. Dobbiamo cercare di canalizzare le energie e l’entusiasmo dei giovani in maniera costruttiva. Per questo, in vista dell’estate, quando i problemi si moltiplicheranno, abbiamo approvato un finanziamento di 235mila euro per realizzare un nuovo ciclo di eventi, da realizzare nei luoghi della movida romana, in collaborazione con organismi del Terzo Settore, rivolti ai giovani di età compresa tra i 15 e i 35 anni: da Piazza Trilussa a Campo de’ Fiori, da Piazzale Ponte Milvio a San Lorenzo, passando per il Pigneto e Ostia, nel periodo da giugno a dicembre 2012». «Quando nei mesi scorsi ho fatto un tour della Movida, insieme a un gruppo di giovani, ho constatato che l’impiego e l’impegno delle forze dell’ordine non basta. Come Istituzioni, dobbiamo dare un’alternativa concreta e noi ci appelliamo a quanti operano per i giovani, perché ci aiutino non tanto a contrastare il fenomeno, quanto a trasformarlo in maniera costruttiva». È possibile consultare l’avviso all’indirizzo http://www.comune.roma.it/dipscuola, oppure sulla pagina facebook di Roma Capitale dei Giovani. Per partecipare, c’è tempo fino al 4 maggio.

Posted in Cronaca, Roma, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Rinnovo ordine avvocati romani

Posted by fidest on Saturday, 18 February 2012

Per gli avvocati di Roma Cambia tutto. Confermata la “rivoluzione” alle elezioni per il rinnovo dell’Ordine degli Avvocati di Roma Le elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma si sono concluse con l’elezione di 13 Consiglieri della Lista Mauro Vaglio e 2 della Lista Insieme del Presidente uscente Antonio Conte.Dopo l’elezione al primo turno dell’Avv. Mauro Vaglio, che ha costituito un evento storico in quanto non si verificava da 32 anni, un altro segnale importante è venuto dall’Avvocatura romana: la volontà di cambiamento totale. Infatti, degli 11 Consiglieri uscenti della maggioranza che ha governato per il precedente biennio il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Roma solo 2 sono stati confermati, mentre la Lista Mauro Vaglio è passata da 4 Consiglieri a ben 13.”In questo momento di soddisfazione per un’affermazione di tale entità – dichiara l’Avvocato Mauro Vaglio – ritengo mio dovere ringraziare prima di tutto gli unici due candidati della Lista Mauro Vaglio che, per pochi voti, non sono riusciti a diventare Consiglieri dell’Ordine. Il merito di questo risultato è stato di tutti e 15 i candidati che negli ultimi due anni si sono messi al servizio dell’Avvocatura romana ed hanno dimostrato con i fatti che si può operare in modo concreto ed incisivo in favore della nostra categoria. Quello che si è verificato in queste elezioni può considerarsi una vera e propria “rivoluzione sociale”, legata evidentemente anche alla pesante crisi che si è abbattuta sulla società e sulla nostra professione. L’Avvocatura romana ha dimostrato che cambiare si può e che il peso della “base” torna ad essere determinante nello scegliere chi deve governare e tracciare la rotta per uscire dalla crisi. Non era mai successo, almeno a mia che l’elettorato forense decidesse di sostituire ben 9 Consiglieri dell’Ordine Uscenti . Questo è però un messaggio preciso per noi e che ci affida un compito enorme: traghettare la Categoria fuori dalla crisi e non deludere le aspettative che sono state riposte in noi. Naturalmente non ci tireremo indietro e con l’impegno di sempre affronteremo uno ad uno tutti i problemi che assillano gli Avvocati con l’aiuto di tutti coloro, tra i 23.000 iscritti all’albo di Roma, che vorranno dare il proprio contributo concreto e fattivo. Sarà un Consiglio dell’Ordine di tutti gli Avvocati ed opererà in coesione con l’Organismo Unitario dell’Avvocatura, con il Consiglio Nazionale Forense, con la Cassa Forense, con l’Unione Distrettuale del Lazio, con gli altri Consigli dell’Ordine territoriali, con tutte le altre Istituzioni Forensi e, soprattutto, con il mondo associativo di base. La ricchezza dell’Avvocatura è la sua molteplicità di componenti, ma se il numero di 250.000 Avvocati italiani fino ad oggi è stato un limite per la mancanza di una forte rappresentatività unica, lavoreremo in modo da conseguire quell’unità di indirizzo politico, indispensabile per contare nella società italiana. Non dimentichiamo che i numeri sono dalla nostra parte e che anche la “politica” dovrà rendersi conto che noi Avvocati italiani possiamo rappresentare un bacino di almeno 1.000.000 di voti. Non creda il mondo politico di poter continuare a tenerci fuori dalle decisioni che riguardano la nostra vita professionale e la sacrosanta tutela dei diritti dei cittadini. Con questo spirito di unità parteciperemo alle manifestazioni del 23 e 24 febbraio a Roma ed al Congresso Straordinario Forense di Milano del prossimo mese di marzo”.

Posted in Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Alessandro Massari: notizie di economia

Posted by fidest on Saturday, 5 March 2011

Nelle ultime 48 ore, alcuni fatti e dichiarazioni in tema di economia si sono susseguiti, tutti gravi, senza che la politica abbia abbozzato ad un timido segnale di governo della complessità. Procediamo con ordine:è di ieri la notizia che le vendite di Fiat a febbraio, in Italia, siano diminuite di oltre il 20%.  Il peggior risultato dal 1995. Di conseguenza, nelle casse dello Stato, solo considerando questo mese, entreranno 138 milioni di iva in meno, cui si dovranno aggiungere i bolli e altre tasse, tra cui quelle provinciali. Un disastro dal punto di vista economico, di cui il governo probabilmente ignora la portata. Una volta cessati gli incentivi (un costo per tutti a beneficio di qualcuno), che hanno drogato il libero mercato, queste sono le logiche conseguenze.Sempre ieri la Marcegaglia è tornata a parlare di flessibilità del lavoro, come Cicerone attenta solo ai propri egoistici interessi. Ne ha parlato sia in entrata, ottenuta grazie alla sola parziale e quindi ingiusta applicazione della riforma Biagi, ben più ambiziosa ed equa nel suo complesso, che ha prodotto una “generazione senza futuro”, che in uscita, che significa licenziamento. Comodo. Ma per l’intero sistema economico, fatto di tutti gli imprenditori, sarebbe molto meglio la realizzazione di una riforma complessiva ed equa delle regole. Invece si replicano da sempre richieste che avvantaggiano solo la grande impresa tutelata dallo Stato. Come durante il fascismo, con la formula Iri, ben proseguita anche nell’età repubblicana. Fase quasi conclusa con le famose privatizzazioni degli anni ’90, nefaste per il modo in cui furono condotte. Privatizzazioni senza liberalizzazioni, ovvero monopolio pubblico divenuto privato. Con buona pace della giustizia sociale. Immediata la replica della Camusso che, capita l’antifona, ha salmodiato la solita litania, lamentando l’attacco ai lavoratori (quelli garantiti da contratti a tempo indeterminato, impiegati in grande imprese ed iscritti al sindacato), allo Statuto dei lavoratori ed al famigerato articolo 18. Una visione parziale della realtà, speculare a quella della Mercegaglia. Questo non è libero mercato, è il capitalismo inquinato di Ernesto Rossi. Per il momento, invece, Fiom dice no a nuove regole ma vuole la cassa integrazione, che privilegia sempre le stesse grandi imprese ed i suoi operai, prime tra tutte la Fiat, ben accompagnata da Confindustria, che continua a privatizzare i profitti e socializzare le perdite. E che come la Fiom vuole solo la cassa integrazione. Nessun altro ammortizzatore più efficiente e moderno, come quelli contenuti in numerose proposte parlamentari radicali. Troppo comodo, inefficiente e superato dalla storia. Perché in Italia, lo si ricorda, la tutela non scatta automaticamente, ma solo dopo un intervento dell’esecutivo, che ha tra gli imprenditori qualche preferenza. E qualche costante esclusione. Non è così che si aiuta l’economia, fatta soprattutto di lavoratori e imprenditori capaci. Fin qui si è parlato di quei lavoratori assunti anni fa, con tante tutele pagate “a babbo morto” ricorrendo al debito pubblico. Ma chi pensa ai giovani? Nessuno!Oggi infatti leggiamo che il reddito di ingresso, per quei fortunati che trovano lavoro, con questo sistema medievale, è pari a soli 800 euro. Una miseria. In aggiunta a ciò, la disoccupazione giovanile è giunta al 30%. Quindi un giovane su tre non lavora. Ed accetta queste miserie umane e morali perché non ha alcuna alternativa maggiormente dignitosa. Infatti è indecente scoprire, oggi, che la cassa integrazione straordinaria è salita in febbraio del 17%. Non certo a vantaggio di chi il lavoro proprio non lo ha, o che ha stipulato contratti a tempo determinato che non consento di programmare il proprio futuro. Ed i giovani continuano ad essere l’anello debole della catena di questa ingiusta società, dove il merito è un emerito sconosciuto.Nel frattempo la banca centrale europea, quella che dovrebbe avere, tra i propri fini istituzionali, il contenimento dell’inflazione, annuncia che il denaro costerà ancora l’1%. Poco importa se ciò aumenterà ancor più l’inflazione. I tecnici di Bruxelles prevalgono sui politici, incapaci di organizzare le politiche economiche nazionali o quelle comunitarie. Tutto ciò grazie alla deriva neostatalista che ha di fatto ha abbandonato, dopo il trattato di Lisbona, ogni afflato autenticamente federalista.Inutili le politiche di sostegno alla domanda, perché inefficaci. Bisogna rilanciare il risparmio, l’offerta, l’economia fatta di prodotti tangibili, non di cartolarizzazioni finanziarie ed emissioni di banca moneta fittizia, senza valore reale alle spalle, cioè senza aumento di produzione.Oltre ad essere illegale questo è anche un comportamento riprovevole ai danni dei tanti cittadini con impiego dipendente i quali, volenti o nolenti, sono obbligati alla virtù grazie al meccanismo del sostituto d’imposta.Noi proponiamo invece un nuovo sistema di ammortizzatori sociali, di welfare to work, rispetto alla sterile difesa della cassa integrazione e del superato articolo 18, cioè tutele più ampie e eque. Proponiamo una Europa federale che sappia governare l’area, senza sottostare ai diktat degli stati più ricchi o alle scelte parziali dei tecnici, incapaci di visioni complessive. E’ ancora una visione aperta ed inclusiva. Anche per quanto riguarda la lotta all’evasione fiscale, mediante l’abolizione del sostituto d’imposta. Proposte fatte non solo in Parlamento, ma ancor prima coi referendum. Inutilmente, purtroppo, vista l’opposizione della maggioranza e delle opposizioni, unite nella repressione della capacità di fornir lucide soluzioni di governo. Tra gli altri, come sempre, molte dichiarazioni, ma nessuno si muove.

Posted in Economia | Tagged: , , , | Leave a Comment »

L’ordine soprannaturale dei battezzati

Posted by fidest on Monday, 10 January 2011

Lettera al direttore. Domenica 9 gennaio, il Pontefice ha amministrato il battesimo a 21 neonati, e ha raccomandato ai genitori di non dare ai propri figli nomi che non siano compresi nel martirologio cristiano. Infatti, ha spiegato durante l’Angelus, “ogni battezzato acquista il carattere di figlio a partire dal nome cristiano, segno inconfondibile che lo Spirito Santo fa nascere ‘di nuovo’ l’uomo dal grembo della Chiesa”. E ha citato il beato Antonio Rosmini, sottolinenando che “il battezzato subisce una segreta ma potentissima operazione, per la quale egli viene sollevato all’ordine soprannaturale, vien posto in comunicazione con Dio”. Belle e giuste parole che un Papa deve dire, però qualcuno potrebbe pensare che solo coloro i quali hanno subito la segreta potentissima operazione, siano in comunicazione con Dio. Ma le cose non stanno così. La distinzione nel Vangelo non è tra battezzati e non battezzati, ma tra giusti e ingiusti, tra buoni e cattivi. Si può anche non conoscere Dio, non credere in Dio, e stare con Dio. Così, in questo strano mondo può anche accadere che un “non sollevato all’ordine soprannaturale” possa essere un santo, e un “sollevato” uno spietato assassino. (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore | Tagged: , , , | 3 Comments »

L’Ordine di Protezione Europeo

Posted by fidest on Monday, 15 November 2010

Roma 19 novembre p.v., ore 15.30 “Sala della Mercede”, Camera dei deputati  Via della Mercede, 55  L’Associazione Nazionale Volontarie Telefono Rosa – Onlus in collaborazione con l’Onorevole Silvia Costa, ha organizzato un convegno dal titolo “L’Ordine di Protezione Europeo” Strumento di tutela delle persone vittime di violenza riconosciuto in tutti gli Stati Membri dell’Unione Europea Relatori:
Onorevole Silvia Costa – Parlamentare Europea;
Senatrice Vittoria Franco – Senato della Repubblica Italiana;
Maria Gabriella Carnieri Moscatelli – Presidente Telefono Rosa;
Antonio Bevere – Consigliere di Cassazione presso V Sezione Penale Corte di Cassazione;
Fabrizia Panzetti – Consigliere Politico gruppo S&D Commissione Libertà Civili Parlamento Europeo;
Irma Conti – Consigliere Delegato “Ordine degli Avvocati” – Moderatrice.
Interverrà per un saluto Donatina Persichetti – Presidente Consulta Femminile Regione Lazio.

Posted in Cronaca, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Abolizione ordine giornalisti?

Posted by fidest on Sunday, 14 November 2010

C’e’ voluta l’assurda condanna a tre mesi di sospensione del giornalista Vittorio Feltri perche’ qualcuno di “peso politico” (in senso di numeri in Parlamento) si accorgesse che la struttura con cui sono organizzate le cosiddette professioni libere è corporativa, inutile e svolge una funzione proprio contro coloro che dovrebbe tutelare. Stiamo parlando degli ordini professionali, nella fattispecie quello dei giornalisti, che oggi il capogruppo del Pdl alla Camera dei Deputati, Fabrizio Cicchitto, ha detto non solo che dovrebbe essere abolito ma che lui da anni e’ abolizionista in merito. Sara’, ma noi non ce ne eravamo accorti… e poi se il leader dei deputati della maggioranza di Governo dice di essere da anni favorevole all’abrogazione della corporazione dei giornalisti, cosa ha aspettato fino ad ora a darsi una mossa? Ci voleva il caso Feltri per ricordarglielo? E tutti i progetti di legge in merito che al Parlamento giacciono nei cassetti… cosa ha fatto per tirarli fuori?
Domande che facciamo senza secondi fini, ma solo perche’ da anni sosteniamo l’abrogazione di tutti gli ordini professionali a partire da quello dei giornalisti, e ci e’ sembrato di essere stati sempre in scarsa compagnia. A questo punto bene, per tutti. La maggioranza per procedere all’abrogazione ci sarebbe. Proceda on.Cicchitto. (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Miss Italia: ordine di assegnazione titoli

Posted by fidest on Saturday, 4 September 2010

Nel corso delle tre serate su Raiuno, l’11 il 12 e il 13 settembre, verranno assegnati undici titoli nazionali abbinati oltre a quelli di Miss Cinema, Miss Eleganza e Miss Italia. Si parte l’11 settembre con la serata dedicata al cinema al termine della quale verrà consegnata l’omonima fascia. Nel corso della diretta, inoltre, saranno proclamate le vincitrici dei seguenti titoli relativi agli sponsor del concorso: Miss Moda Mare Bear, Miss Rocchetta Bellezza e Miss Wella Professionals. Durante la diretta del 12 settembre, dedicata all’Eleganza e che culminerà con la proclamazione dell’omonima reginetta, verranno assegnate anche le fasce di Miss Valleverde Ragazza in Gambissime, Miss Liabel e Miss Deborah Milano. Per la finalissima del 13 settembre invece gli occhi saranno puntati tutti sull’elezione della nuova Miss Italia. Nell’attesa di sapere chi sarà la reginetta di bellezza 2010, saranno premiate Miss Peugeot, Miss Tecnologia Sony, Miss Miluna Cielo Venezia 1270, Miss Sasch Modella Domani e Miss Tv Sorrisi e Canzoni.

Posted in Cronaca, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Gheddafi: visita contestata

Posted by fidest on Monday, 30 August 2010

Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia  – boccia, senza se e senza ma, lo spazio dato alla visita di Gheddafi da parte di un Governo che, millantando il rispetto della libertà della professione di fede, permette che siano pagate 500 ragazze per essere catechizzate sull’islamismo. “Anche noi siamo per la libertà – dice Franco Maccari – per il rispetto dell’ospite e per la libera circolazione degli uomini, ma un ospite proprio perché tale, ha l’obbligo di attenersi alle regole della casa che lo ospita e non piantare i pali e provare a stravolgere l’ordine”. Continua Maccari: “Se Gheddafi si fosse limitato a spiegare i principi del Corano a gente che liberamente aveva scelto di incontrarlo sarebbe stato un conto, ma costringere delle donne, ad ascoltare una lezione di catechismo significa aver avallato una iniziativa a dir poco discutibile. Non ci permettiamo di dire che le signore che si sono prestate a questo show siano delle incapaci, possiamo anche capirne le ragioni, ma la miseria morale a cui questo Governo ci ha ridotto, si manifesta anche con queste espressioni”.

Posted in Spazio aperto | Tagged: , , , | 1 Comment »

Eurotech: ordine di 1m usd da Cadec Global

Posted by fidest on Friday, 6 August 2010

Amaro (UD),  Eurotech, fornitore leader di tecnologie, prodotti e sistemi embedded, ha annunciato  di aver ricevuto un ordine di 1 milione di dollari da Cadec Global, cliente di lunga data specializzato nelle soluzioni per la gestione delle flotte. Le consegne inizieranno a fine 2010 e proseguiranno nel 2011. I computer embedded di Eurotech saranno il cervello del sistema di bordo PowerVue di Cadec, impiegato per la gestione di flotte di veicoli per il trasporto. Il sistema PowerVue si basa sulla tecnologia Eurotech e consente migliori performance della flotta, integrazione lungo la catena logistica e interfacciamento con la diagnostica dei mezzi di trasporto, il tutto all’interno di un più ampio piano di gestione della flotta stessa.
Eurotech (ETH.MI) è un’azienda globale che integra hardware, software, soluzioni e competenze per fornire piattaforme di calcolo e sottosistemi embedded a OEM, integratori di sistemi e clienti aziendali leader, affinchè possano implementare in modo efficace ed efficiente i loro prodotti e servizi. Ricorrendo al concetto di “minimalist computing”, Eurotech riduce l’assorbimento di potenza, minimizza le dimensioni fisiche e diminuisce la complessità della programmazione SW per portare sul mercato sensori, piattaforme embedded, sottosistemi, dispositivi pronti all’uso e computer ad alte prestazioni, specializzandosi nei settori della difesa, dei trasporti, industriale e medicale. Combinando competenze specifiche nella connettività wireless e nei protocolli di comunicazione, Eurotech realizza soluzioni integrate che semplificano l’acquisizione, l’elaborazione e il trasferimento dei dati attraverso reti di comunicazione globali. I nostri clienti si affidano a noi per semplificare il loro accesso a tecnologie embedded all’avanguardia, in modo da potersi concentrare sulle loro competenze chiave. Per ulteriori informazioni su Eurotech, visitate il sitowww.eurotech.com.

Posted in Economia | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Roma: “Sicurezza e decoro non andranno in ferie”

Posted by fidest on Tuesday, 3 August 2010

“Roma si prepara a fronteggiare l’emergenza estate, un’emergenza non soltanto legata al problema del caldo, ma anche al fenomeno della desertificazione connesso alla rincorsa delle tanto agognate vacanze. L’amministrazione capitolina conosce le preoccupazioni di chi resta  solo, come anche quelle di chi si allontana ma rimane con il pensiero a qualcuno che a casa potrebbe avere bisogno di aiuto o semplicemente di un’attenzione di più. E’ per questo che si propone un vademecum, un breve prontuario che elenca numeri di soccorso e iniziative a favore di chi resta in città. Il Campidoglio, così come le altre amministrazioni locali e le forze dell’ordine, hanno messo in campo una serie di interventi utili volti a prevenire e  combattere il rischio e per tutelare la sicurezza durante il mese di agosto”. Lo dichiara in una nota Fabrizio Santori, Presidente della Commissione sicurezza del Comune di Roma. “Non si fermerà neppure il servizio istituito da questa Commissione per consentire ai cittadini di segnalare situazioni di pericolo, di degrado o di eventuali disservizi che potessero verificarsi anche in questo delicato periodo dell’anno. Anche se il mese di agosto rappresenta un momento in cui la città si svuota ed i servizi al cittadino subiscono una diminuzione in rapporto al calo temporaneo degli abitanti, sicurezza e decoro non andranno in ferie”, conclude Santori.

Posted in Roma, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Carceri: rientrare nella legalità

Posted by fidest on Wednesday, 14 July 2010

Per la prima volta un tribunale di sorveglianza, in base al ruolo che gli viene attribuito dall’ordinamento penitenziario, dà ordine a un carcere di rientrare nella legalità. Succede a Napoli, dove la dottoressa Angelica Di Giovanni, presidente del tribunale di sorveglianza di Napoli, prendendo atto della drammatica situazione degli istituti di pena della Corte di appello di Napoli ha inviato, alle rispettive direzioni, l’ordine di disporre quanto necessario per eliminare l’evidente contrasto tra le condizioni di vita all’interno degli istituti di pena partenopei e le norme vigenti. Con ordinanza del 20 aprile 2010 la presidente Di Giovanni ha infatti disposto che la direzione della Casa Circondariale di Poggioreale si attivi con pronta sollecitudine per eliminare ogni possibile situazione di contrasto con l’articolo 27 della costituzione e con l’articolo 3 della Convenzione Europea dei Diritti Umani. Su questo provvedimento giudiziario i deputati della delegazione Radicale nel gruppo di Pd hanno depositato un’interrogazione al ministro della Giustizia Alfano, per sapere quali provvedimenti urgenti intenda adottare, sollecitare e promuovere al fine di risolvere i problemi evidenziati nell’ordinanza adottata dal presidente del tribunale di sorveglianza di Napoli. L’interrogazione è a prima firma della deputata Rita Bernardini, membro della Commissione Giustizia, che nel corso di diverse visite ispettive al carcere di Poggioreale, ha potuto riscontrare condizioni di detenzione palesemente contrastanti con i principi costituzionali e con le norme dell’ordinamento penitenziario. Come si legge nell’ordine del tribunale di sorveglianza, infatti: “attualmente il numero dei detenuti presenti nella Casa Circondariale di Napoli «Poggioreale» è di 2.759 a fronte di una capienza di 1.400 unità, ormai quasi il doppio, per cui la situazione è tale da essere oggettivamente, di per sé, possibile fonte di violazione dell’articolo 3 della Convenzione Europea dei diritti dell’uomo. Di tutta evidenza, peraltro, appare la compromissione del dettato costituzionale, articolo 27 della Costituzione, atteso che in tali condizioni, resta difficile assicurare la concreta realizzazione del principio per cui «le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato».” La risposta all’interrogazione è attesa per questa settimana in Commissione Giustizia. “Notizia delle ultime ore- fa sapere Rita Bernardini – è che il magistrato di sorveglianza di Napoli, dott.ssa Di Giovanni, ha consegnato tutte le carte riguardanti il provvedimento del 20 aprile alla Procura della Repubblica di Napoli, evidentemente spinta dall’inottemperanza degli istituti di pena partenopei all’ordine impartito”.

Posted in Diritti, Welfare | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Centenario ordine farmacisti

Posted by fidest on Thursday, 8 July 2010

Roma, 10 luglio a partire dalle 9,30, presso il Complesso Monumentale di S. Spirito in Sassia si terrà una manifestazione per celebrare i cento anni della nascita degli Ordini professionali di farmacisti, medici e veterinari, che furono istituiti, appunto con la Legge  n° 455 del 10 luglio 1910.  La ricorrenza verrà celebrata in una manifestazione organizzata dalla Federazione degli Ordini dei Farmacisti Italiani, dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri e dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Veterinari.
L’evento si svolgerà sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e prevede interventi di Andrea Mandelli, presidente della FOFI, Amedeo Bianco, presidente della FNOMCeO e di Gaetano Penocchio, presidente della FNOVI. Il professor Giuseppe De Rita, presidente del Censis e lo storico della medicina e della sanità professor Giorgio Cosmacini terranno due lezioni magistrali, intitolate rispettivamente Cento anni di professioni sanitarie e Cento anni di sanità italiana. Alla fine degli interventi, i più giovani tra i neoiscritti agli Albi dei Farmacisti,  dei Medici, degli Odontoiatri, e dei Veterinari presteranno il loro Giuramento Professionale.

Posted in Cronaca, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Politici Yes men?

Posted by fidest on Wednesday, 7 July 2010

“E’ chiaro che non godranno più di alcuna credibilità, agli occhi di quanti indossano una qualunque divisa, tutti quei politici che in passato hanno fatto parte delle Forze dell’Ordine. Come potrebbe essere altrimenti, dal momento che non si riesce a registrare ancora nessun significativo intervento di quei rappresentanti istituzionali che hanno un passato da tutori dell’ordine – specie del Pdl – contro le scellerate intenzioni del Governo, che con questa assurda manovra finanziaria vuole mettere in ginocchio gli Operatori del Comparto Sicurezza. Abbiamo bisogno di gente che ci rappresenti seriamente, non di inutili yes man che sono solo fantocci nelle mani di chi decide come gli pare infischiandosene dei cittadini, e non si oppongono a questo scempio”. E’ quanto afferma Franco Maccari, Segretario Generale del Coisp – il Sindacato Indipendente di Polizia, che a nome di tutti gli iscritti al Sindacato, “ma nell’interesse di tutti i colleghi Poliziotti, Carabinieri, Finanzieri, e di tutti gli Operatori del Comparto Sicurezza”, torna a scagliarsi contro il provvedimento in discussione in queste ore. La campagna del Coisp “Ancora una volta… Ci hanno pugnalato alle spalle!” che sta animando le città italiane da Nord a Sud si accompagna, infatti, a numerosi interventi di contestazione nei confronti, spiega Maccari, di “un Governo che ha detto solo bugie in campagna elettorale, strumentalizzando le paure degli italiani e promettendo di puntare sull’azione di contrasto alla criminalità ma poi, di fatto, tradendo le aspettative della gente – quella perbene, ovviamente, perché i criminali invece stanno già festeggiando – e nostre”.  “Gli elettori – tuona Maccari – misureranno politici e amministratori dai fatti, e lo faranno anche uomini e donne in divisa che su tutto non possono sopportare la codardia e la vigliaccheria, e cioè la mancanza di coraggio e la mancanza di spina dorsale e coerenza quando in ballo ci sono i propri micragnosi interessi da difendere. Ciascuno dovrebbe fare il proprio dovere come un buon padre di famiglia, secondo scienza e coscienza, ma se è così, ed i nostri politici ex appartenenti alle Forze dell’Ordine – conclude il leader del Coisp – ritengono onestamente e convintamente di non doversi opporre agli strazi che il Governo vuole riservare a chi fa ciò che anche loro hanno fatto in passato, ma con mille sacrifici in più, beh allora non osiamo immaginare quale sia il livello qualitativo della gestione dei rispettivi nuclei familiari di lor signori!”.

Posted in Politica, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Reati ambientali

Posted by fidest on Wednesday, 9 June 2010

Un illecito ambientale ogni 43 minuti, un modo per comprendere il senso del Primo Rapporto sul Contrasto all’illegalità ambientale, presentato dal ministro dell’ambiente, Stefania Prestigiacomo, il 26 maggio scorso. L’indagine raccoglie dati e informazioni relative all’impatto ambientale dell’azione della criminalità lungo l’intero territorio nazionale e individua settori e modalità per sviluppare le più idonee strategie di contrasto al fenomeno. Nel 2009 sono stati effettuati oltre 12 mila controlli in cui sono state riscontrate attività illecite, con oltre 10 mila persone denunciate, 188 arresti e circa 2800 sequestri. Numeri che sottolineano l’impegno e le capacità operative delle forze dell’ordine, di cui si sono rafforzate anche competenze, conoscenze, professionalità specifiche e che traducono l’impegno politico del governo sulla tolleranza zero in materia di illeciti ambientali in azioni concrete di repressione e prevenzione. La stesura del Rapporto raccoglie infatti informazioni e azioni proprie delle Forze (articolazioni operative) di cui si avvale il Ministero dell’Ambiente, acquisite nel corso delle attività di contrasto ai fenomeni di illegalità ambientale nel biennio 2008 – 2009: Comando Carabinieri per la Tutela dell’Ambiente, Corpo Forestale dello Stato, Corpo delle Capitanerie di Porto, Guardia Costiera, e delle altre Forze di polizia: Guardia di Finanza e Polizia di Stato.

Posted in Diritti | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 42 other followers