Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 320

Posts Tagged ‘scienziati’

Guerra al cancro, gli scienziati: “Non c’è più tempo da perdere”

Posted by fidest on Tuesday, 12 February 2013

Non c’è più tempo da perdere nella lotta ai tumori. Non basta solo sensibilizzare: serve un concreto piano d’azione. Lo afferma Franco Cavalli, presidente del World oncology forum (Wof) e del Comitato scientifico dell’European school of oncology (Eso) in occasione della Giornata mondiale contro il cancro, che si celebra oggi, e del lancio di un appello rivolto ai leader politici mondiali, il cui obiettivo è ridurre la mortalità mondiale di cancro del 25% entro il 2025. «Il cancro è una delle principali cause di morte ovunque nel mondo» spiega Cavalli «lanciando questo appello non vogliamo solo sensibilizzare i leader mondiali al problema de l cancro ma presentare un concreto piano d’azione». Ed è, infatti, di strategie che tratta il documento, invitando governi e responsabili politici a fare prevenzione, in primis con misure anti-tabacco, ma anche informando la popolazione «da quali tumori devono maggiormente difendersi e come ridurre il rischio di ammalarsi», e attuando «strategie scientificamente valide, compresi i vaccini, per combattere i tumori causati dalle infezioni». I governi dovranno, inoltre, intervenire sui tumori curabili con specifici programmi di diagnosi precoce e accesso a indagini diagnostiche, trattamenti e cure palliative, di dimostrata efficacia. Vanno sostenuti anche coloro che convivono con il cancro, offrendo un controllo del dolore ottimale e riconoscendo loro un ruolo attivo nelle decisioni politiche che li riguardano. «Ciò che il Wof ha evidenziato» conclude Umberto Veronesi, fondatore della Eso «è che nella lotta al c ancro finora ognuno si è concentrato sul proprio campo: i ricercatori sullo sviluppo di farmaci, i clinici sull’anticipazione diagnostica e le tecniche terapeutiche, i palliativisti sul controllo del dolore e così via. Manca una visione globale del problema e non esiste un soggetto globale, un organismo che coordini la molteplicità di interventi che la lotta al cancro richiede. A livello internazionale, per esempio, il cancro rientra genericamente tra le malattie non trasmissibili e non ha un Ufficio specifico neppure all’interno dell’Oms».(Simona Zazzetta- fonte doctornews33)

Posted in Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

No Smoking Be Happy

Posted by fidest on Thursday, 23 February 2012

La Fondazione Umberto Veronesi e la Fondazione Pfizer, nell’ambito della Campagna No Smoking Be Happy, hanno voluto indagare su quali sono i motivi per cui gli italiani adulti non riescono ad abbandonare il vizio delle ‘bionde’. L’indagine, che ha coinvolto 1000 persone di età compresa tra i 30 e i 64 anni, sia ex-fumatori che fumatori, è stata organizzata anche con lo scopo di capire qual è il ruolo delle Campagne antifumo e di come implementare ulteriormente gli strumenti che la Fondazione Veronesi e la Fondazione Pfizer, da anni, mettono a disposizione del pubblico per prevenire l’iniziazione del fumo e favorirne il percorso di disassuefazione.I risultati più importanti hanno evidenziato che soltanto il 22,2% di chi ha provato a smettere ha avuto successo, mentre il 54,5% non ci è mai riuscito. Invece, il 23,3% degli intervistati che non ha mai provato a smettere di fumare, ha affermato di non aver nessun interesse a farlo (37,3%) oppure che è un piacere al quale non sa rinunciare (27,9%). Questo risultato è in linea con i motivi per cui chi ha provato a smettere non ci è riuscito, cioè la poca forza di volontà (58,2%) o una dipendenza psico-fisica che non vuole, o riesce, a combattere (22,9%).I motivi principali che hanno spinto gli intervistati a provare ad abbandonare la sigaretta sono stati il miglioramento della salute in generale (62,1%) e il ritorno ad avere migliori relazioni sociali e riscoprire sapori e profumi (48,8%). Sorprendentemente, la preoccupazione per la salute delle famiglia e, in particolar modo, dei figli, è stato un fattore determinante solo per il 32,6% degli intervistati, quasi al pari del miglioramento nelle attività fisiche (33%).
Per quanto riguarda i metodi per smettere di fumare, i centri antifumo (48,3%) e Internet (45,9%) sono considerate le fonti migliori per reperire informazioni, seguite a stretto giro dal medico (44,8%). Sorprendentemente, considerando che gli intervistati sanno dove è possibile reperire informazioni, il 43% di loro ha dichiarato di non essere abbastanza informato su come smettere di fumare. Infine, è stato confermato il dato che evidenzia che le donne continuano a fumare perché è l’unico modo che hanno per rilassarsi. «Le donne – afferma il prof. Paolo Veronesi – sono sempre state uno dei target, insieme ai giovani, che abbiamo privilegiato, in quanto colpite in modo particolare dai danni provocati dal fumo. Questo dato va però letto anche in una chiave più estesa. Bisogna, infatti, pensare al fatto che questo è un periodo di grande crisi, sempre più fonte di ansia e stress. Quindi, è necessario tenere presente che questo trend potrebbe toccare sempre di più anche il mondo maschile che, dai dati in nostro possesso, dimostra già uno scarso interesse ad intraprendere una strada di disassuefazione».
No Smoking Be Happy è un programma educativo realizzato grazie al sostegno della Fondazione Pfizer, e che ha come obiettivo primario di prevenire l’iniziazione al fumo, favorire un maggiore orientamento ai servizi disponibili per la disassuefazione dal vizio e educare alla tutela della propria salute. La campagna si rivolge agli adulti fumatori per cercare di dissuaderli, ma al contempo parla ai giovani in termini di prevenzione.
La Fondazione Umberto Veronesi nasce nel 2003 allo scopo di sostenere la ricerca scientifica, attraverso l’erogazione di borse di ricerca per medici e ricercatori e il sostegno a progetti di altissimo profilo. Ne sono promotori scienziati, tra i quali ben 6 premi Nobel che ne costituiscono anche il Comitato d’Onore, il cui operato è riconosciuto a livello internazionale.
La Fondazione Pfizer è stata costituita il 20 febbraio 2002 per dar seguito alla volontà dell’azienda farmaceutica Pfizer di dar vita ad un’entità, da essa indipendente e organizzativamente autonoma, capace di contribuire alla crescita della cultura e della conoscenza scientifica in Italia.

Posted in Medicina, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Scienziati e credenti

Posted by fidest on Tuesday, 23 November 2010

Roma 23 novembre 2010 alle 17.10, presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (via degli Aldobrandeschi 190), si tiene un’interessante conferenza della serie “Scienziati e credenti”. bnell’ambito del Master in Scienza e Fede, si terrà la conferenza con ingresso libero “Fede e studi scientifici al Collegio Romano”. Parlerà il Prof. Luigi Iafrate, geografo, esperto di Storia della meteorologia. L’incontro sarà trasmesso in videoconferenza a Bologna, presso l’Istituto Veritatis Splendor (Via Riva di Reno 57).  L’incontro fa parte della serie di conferenze “Scienziati e credenti” del Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, giunto quest’anno alla sua nona edizione. È diretto dall’Istituto di Scienza e Fede dello stesso Ateneo, che è stato eretto il 13 aprile 2010. Questo Istituto ha come oggetto lo studio, la ricerca e l’insegnamento delle tematiche del rapporto tra scienza e fede, per fornire risposte alle questioni etiche ed antropologiche che gli incessanti sviluppi della scienza e della tecnica suscitano, cercando punti di incontro verso il dialogo.

Posted in Cronaca, Roma | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Conferenza del ciclo “Scienziati e credenti”

Posted by fidest on Monday, 8 November 2010

Roma 9 novembre 2010, alle 17:10, in via degli Aldobrandeschi 190, e in videoconferenza a Bologna, presso l’Istituto Veritatis Splendor (Via Riva di Reno 57). Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum dedicherà a Gerberto una conferenza con ingresso libero.
Il Prof. Costantino Sigismondi, storico dell’astronomia, ripercorrerà le tappe principali della vita di Gerberto e illustrerà le sue opere in ambito matematico ed ecclesiastico. L’incontro fa parte del ciclo di conferenze “Scienziati e credenti” del Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, giunto quest’anno alla sua nona edizione. E’ diretto dall’Istituto di Scienza e Fede dello stesso Ateneo, che è stato eretto il 13 aprile 2010. Questo Istituto ha come oggetto lo studio, la ricerca e l’insegnamento delle tematiche del rapporto tra scienza e fede, per fornire risposte alle questioni etiche ed antropologiche che gli incessanti sviluppi della scienza e della tecnica suscitano, cercando punti di incontro verso il dialogo. Si ispira alle linee guida proposte dall’enciclica Fides et ratio di Giovanni Paolo II, come la complementarità e l’aiuto reciproco tra la fede e la ragione nella comune ricerca della verità, il ruolo particolare della filosofia nella conoscenza di verità fondamentali per l’esistenza dell’uomo (cf. FR 5), la specificità, l’autonomia e il rispetto dei diversi ambiti del sapere, la fiducia nella capacità della ragione di raggiungere la verità. http://www.uprait.org

Posted in Cronaca, Roma, Università | Tagged: , , , | Leave a Comment »

22° Concorso Unione europea per giovani scienziati

Posted by fidest on Thursday, 23 September 2010

Lisbona  dal 24 al 29 settembre.Vanno a rappresentare l’Italia nella finale comunitaria di Lisbona:  Sebastian Cincelli, autore di “Eurex (Eurosocial Rover for Exploration)”, 19 anni, Liceo scientifico europeo Rainerum Salesiani Don Bosco, Bolzano; Davide Lucarelli (1992), Nicolò Pozzi (1991), Stefano Sanfilippo (1991), con il lavoro “Analisi della rete delle farmacie nel Comune di Monza”, allievi del Frisi di Monza; Valentina Filiputti e Davide Messina, entrambi di 19 anni, provenienti dall’Iti Malignani di Udine, con il progetto “Batkill-Bacterium Killer”.
Concorrono a premi da 7000 a 3000 € e a soggiorni studio assieme ad altri 140 studenti da 40 paesi: i 27 dell’Unione europea, gli associati, i partecipanti al programma di cooperazione internazionale.
Il Concorso europeo per giovani scienziati, promosso dalle istituzioni comunitarie (Parlamento, Consiglio, Commissione), è in carico alla Direzione generale Ricerca della Ce; si rivolge ai migliori talenti delle scuole superiori e del primo anno di Università. La prima finale ha avuto luogo a Bruxelles nel 1989. In seguito l’evento è stato ospitato a Copenhagen, Zurigo, Siviglia, Berlino, Lussemburgo, NewCastle on Tyne, Helsinki, Milano (nel 1997 in concomitanza con il centenario della Fast), Porto, Salonicco, Amsterdam, Bergen, Vienna, Budapest, Dublino, Mosca, Stoccolma, Valencia, ancora Copenhagen per il 20° anniversario del concorso; poi Parigi, Lisbona e, nel 2011, Helsinki.
Solo partecipando alla selezione italiana organizzata dalla Fast con I giovani e le scienze gli studenti del nostro paese possono arrivare alla manifestazione internazionale. Le finalità e le regole sono le stesse dell’evento comunitario: avvicinare i giovani alla scienza e alla ricerca; individuare e incoraggiare i più meritevoli; promuovere lo spirito di innovazione e di collaborazione in Europa. Tra i progetti pervenuti, la giuria, a suo insindacabile giudizio, sceglie chi invitare alla finale di I giovani e le scienze, in programma nel mese di aprile presso la sede Fast a Milano. I giovani e le scienze è inserito fin dal 2007 in Io merito, programma per la valorizzazione delle eccellenze del Ministero dell’Istruzione. Per il 2011 il termine per presentare i progetti è il 18 febbraio; l’esposizione e la premiazione dei finalisti si tiene dal 10 al 12 aprile 2011.
La Fast, Federazione delle associazioni scientifiche e tecniche, è un’organizzazione non profit, legalmente riconosciuta con decreto Murst del 1995; ha 113 anni di storia; raggruppa 36 associate con circa 50 mila aderenti; pubblica 40 periodici; collabora attivamente con la Commissione europea e con importanti organizzazioni internazionali; realizza quasi 800 eventi l’anno in Italia e in Europa, coprendo tutti i campi della scienza e della tecnologia. http://www.fast.mi.it

Posted in Cronaca, Estero, Università | Tagged: , , , | Leave a Comment »

“Anatomia” di una molecola

Posted by fidest on Wednesday, 2 September 2009

Gli scienziati IBM del centro di Zurigo sono riusciti ad acquisire l’immagine dell’“anatomia” – o struttura chimica – all’interno di una molecola con una risoluzione senza precedenti, utilizzando una tecnica complessa, nota come microscopia a forza atomica senza contatto.  I risultati stimolano l’esplorazione dell’uso di molecole e atomi sulla più piccola scala e potrebbero avere un  enorme impatto nel campo della nanotecnologia, che cerca di comprendere e controllare alcuni degli oggetti più  minuscoli noti all’umanità. La recente pubblicazione dello studio è successiva a  un altro esperimento, pubblicato  solo due mesi fa sul numero del 12 giugno di Science (Volume 324, Numero 5933, pagg. 1428-1431), in cui gli  scienziati IBM hanno misurato gli stati di carica degli atomi utilizzando un microscopio a forza atomica (AFM).  Questi risultati rivoluzionari apriranno nuove possibilità per studiare la modalità di trasmissione della carica  attraverso le molecole o le reti molecolari. Comprendere la distribuzione della carica su scala atomica è essenziale  per costruire componenti di calcolo più piccoli, più veloci e più efficienti dal punto di vista energetico rispetto  ai processori e ai dispositivi di memoria di oggi. Questi componenti potrebbero un giorno contribuire a realizzare  la visione di IBM di un pianeta più intelligente, aiutando a dotare di strumenti ed a interconnettere il mondo  fisico.   Il microscopio AFM utilizza una punta di metallo affilata per misurare le minuscole forze tra la punta e il  campione, come ad esempio una molecola, per creare un’immagine. Negli esperimenti in questione, la molecola studiata  è stata il pentacene. Il pentacene è una molecola organica oblunga, composta da 22 atomi di carbonio e 14 atomi di  idrogeno e lunga 1,4 nanometri. Lo spazio tra gli atomi di carbonio adiacenti è di appena 0,14 nanometri – circa 1  milione di volte più piccolo del diametro di un granello di sabbia. Nell’immagine sperimentale, le forme esagonali  dei cinque anelli di carbonio, nonché gli atomi di carbonio, nella molecola sono chiaramente definiti. Dall’immagine  possono essere dedotte perfino le posizioni degli atomi di idrogeno della molecola. Inoltre, gli scienziati sono stati in grado di evidenziare una mappa completa tridimensionale della forza della molecola esaminata. “Per ottenere una mappa completa della forza, era necessario che il microscopio fosse altamente stabile, sia meccanicamente che  termicamente, per assicurare che sia la punta dell’AFM che la molecola rimanessero inalterati durante le oltre 20  ore di acquisizione dei dati”, spiega Fabian Mohn, che sta svolgendo la sua tesi di dottorato presso IBM Research – Zurigo.
IBM è stata pioniera nelle nanoscienze e nella nanotecnologia sin dallo sviluppo del microscopio a effetto tunnel nel 1981 da parte di Gerd Binnig e Heinrich Rohrer, IBM Fellows, presso IBM Research, Zurigo. Per questa invenzione, che ha reso possibile acquisire l’immagine di singoli atomi e in seguito manipolarli, Binnig e Rohrer sono stati insigniti del premio Nobel per la Fisica nel 1986. L’AFM, un discendente del microscopio a effetto tunnel (STM), è stato inventato da Binnig nel 1986. L’STM è considerato lo strumento che ha aperto le porte al mondo delle nanoscienze. Una nuova struttura per la ricerca collaborativa su nanoscala di altissimo livello, il Nanoscale Exploratory Technology Laboratory, sarà inaugurata nel 2011 nel campus del centro di Ricerca di Zurigo. Il centro nanotech s’inserisce in una partnership strategica nella nanotecnologia on l’ETH di Zurigo, una dei più prestigiosi politecnici europei.

Posted in Medicina | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Corso “Advanced Catalysis and Organometallic Chemistry”

Posted by fidest on Friday, 21 August 2009

corso camerinoCamerino, Ha preso il via nei giorni scorsi a Camerino e proseguirà fino al prossimo 28 agosto, nella Sala degli Stemmi di Palazzo Ducale, il corso intensivo “Advanced Catalysis and Organometallic Chemistry”, finanziato dall’Agenzia Nazionale Lifelong Learning Programme che coordina i progetti Erasmus. Il corso, promosso e diretto dal prof. Claudio Pettinari, docente del Dipartimento di Scienze chimiche dell’Ateneo camerte e Referente del Rettore per le relazioni internazionali, è uno dei trentacinque corsi che l’Agenzia Nazionale ha finanziato negli ultimi due anni, l’unico in Italia per quel che riguarda il settore della chimica.  Il corso è rivolto sia ai docenti che agli studenti delle nove Università coinvolte, le lezioni sono tenute dai docenti degli stessi Atenei. Al termine i partecipanti dovranno sostenere un test di verifica delle conoscenze e delle competenze acquisite, sulla cui base riceveranno dei crediti formativi che andranno ad arricchire il loro curriculum.   L’iniziativa è una delle tante che il gruppo di Chimica organometallica di Unicam sta portando avanti ormai da molti anni. Per il prossimo mese di settembre, dal 5 al 9, è in programma anche la settima edizione della Scuola Internazionale di Chimica organometallica rivolta ai ricercatori e ai dottorandi degli ultimi cicli. La Scuola, inserita tra le Summer school di Ateneo, si propone di facilitare l’incontro e il confronto tra giovani ricercatori e eminenti scienziati europei per approfondire e conoscere i possibili sviluppi della chimica organometallica. (corso camerino)

Posted in Università | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Legalizzato l’infanticidio

Posted by fidest on Saturday, 1 August 2009

“Il parere favorevole alla commercializzazione della pillola killer è la sconfitta dell’intera cultura della vita. A nulla è valso il richiamo di ventinove donne morte a causa di questo farmaco killer. Il via libera dell’AIFA rappresenta la vittoria della Norimberga farmaceutica che si appresta  a spacciare il primo veleno per la vita nascente. Con la RU si legalizza di fatto l’infanticidio per la modica cifra di 14 euro a pasticca”. Lo dichiara Novella Luciani, delegato del Sindaco Alemanno alla vita, a commento del parere favorevole espresso oggi dal CdA dell’AIFA per l’immissione in commercio della pillola Ru 486. “Abortire oggi sarà quindi più facile. Trovo sgradevoli  – continua Luciani – se non deliranti le dichiarazioni e le manifestazioni di soddisfazione da parte di autorevoli membri dell’opposizione e sedicenti scienziati pionieri della pillola”. “Dopo le macchinette dei preservativi, ora una semplice “caramella” banalizzerà ancor di più la sfera affettiva dei nostri adolescenti. Soltanto pochi giorni fa – conclude Luciani – il Parlamento votava una storica mozione contro l’aborto indotto. Ieri una decisione tecno-burocratica dell’AIFA ha espropriato il Parlamento della sua sovranità su un tema fondamentale quale quello della promozione e tutela della vita”.

Posted in Cronaca, Spazio aperto | Tagged: , , , | 1 Comment »

Sesta edizione Festival della Mente

Posted by fidest on Saturday, 11 July 2009

Sarzana, 4-5-6 settembre 2009  il Festival della Mente, diretto da Giulia Cogoli, giunge alla VI  Il primo festival europeo dedicato alla creatività e ai processi creativi, promosso dalla Fondazione Carispe e dal Comune di Sarzana, chiama a raccolta scrittori e linguisti, artisti e musicisti, architetti e designer, psicologi e psicanalisti, matematici e storici, attori e chef, oltre a scienziati, filosofi e pensatori italiani e stranieri, che hanno avviato riflessioni originali sulla natura e le caratteristiche di una delle più apprezzate tra le capacità umane. Il programma della sesta edizione prevede oltre 60 appuntamenti tra conferenze, spettacoli, incontri, letture e anche laboratori per bambini e ragazzi.  Ritorna, a grande richiesta, la sezione approfonditaMente, una serie di lezioni-laboratorio a numero chiuso molto apprezzata per il rapporto stretto ed efficace tra pubblico e relatore. Quest’anno le tematiche affrontate sono: etnopsichiatria, etica ed estetica della città, etologia botanica, funzioni e non del design, il potere della musica, l’enigma dell’ispirazione, mente e cammino.  Ecco i protagonisti della sesta edizione: il genetista Luigi Luca Cavalli Sforza; lo scrittore Luis Sepùlveda con l’ispanista Bruno Arpaia; il neuroscienziato Semir Zeki; lo psichiatra Eugenio Borgna; lo scrittore israeliano Aharon Appelfeld con il critico Ranieri Polese; il Consigliere Delegato e CEO di Intesa Sanpaolo Corrado Passera con lo psicologo Paolo Legrenzi; il neuropsichiatra Piero Coppo; i filosofi Roberta De Monticelli e Carlo Sini; gli storici Alessandro Barbero e Adriano Prosperi; lo scrittore Stefano Benni con il pianista Umberto Petrin; il fondatore di Slow Food Carlo Petrini; il matematico Piergiorgio Odifreddi; l’architetto e urbanista Marco Romano; la giornalista e saggista Miriam Mafai; il drammaturgo e storyteller Luca Scarlini; l’architetto e designer Franco Raggi; il progettista di giardini Antonio Perazzi; lo scrittore e critico Giuseppe Montesano con l’attrice Anna Bonaiuto; l’enigmista e semiologo Stefano Bartezzaghi con il compositore Carlo Boccadoro e con l’ autore televisivo Davide Tortorella; lo psicanalista Luigi Zoja; lo storico della letteratura Alberto Casadei; lo chef Davide Oldani con la scrittrice e giornalista Camilla Baresani; il linguista Luca Serianni; il critico d’arte Francesco Bonami; il sociologo Alessandro Pizzorno; il matematico Giovanni Filocamo; l’ex magistrato Gherardo Colombo con la scrittrice Anna Sarfatti; il critico d’arte Franck Maubert con il filosofo Stefano Zecchi; il direttore di Famiglia Cristiana Antonio Sciortino con l’editorialista di Repubblica Marco Politi; lo psicoterapeuta Andrea Bocconi con il fondatore della Scuola del viaggio Claudio Visentin. Il progetto e la direzione del Festival sono di Giulia Cogoli. http://www.festivaldellamente.it http://www.delosrp.it

Posted in Cronaca, Università | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 44 other followers