Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 26 n° 170

Posts Tagged ‘sud’

Elezioni europee. Un euro del Sud?

Posted by fidest on Thursday, 22 May 2014

EuropeDa piu’ parti si propone di istituire un euro del Nord Europa e uno del Sud Europa. Due economie diverse e, quindi, due monete diverse, si sostiene. Questo risolverebbe i noti problemi che hanno afflitto, e affliggono, i Paesi mediterranei? A nostro parere no. Vediamo.
In pratica l’Italia, insieme al altri Paesi, dovrebbe sganciarsi dall’euro attuale, o dal suo valore, per avere un euro piu’ “debole”, capace di favorire le esportazioni e stimolare le imprese. Cosa succederebbe? Che i risparmiatori farebbero la fila davanti alle banche per ritirare i propri risparmi e investirli nei Paesi ad economia piu’ solida. Le banche, per acquisire liquidita’ dovrebbero ricorrere al mercato o dichiarare fallimento. Le imprese seguirebbero la sorte delle banche. Si creerebbe una situazione simile a quella dell’uscita dall’euro. L’Italia, inoltre, farebbe da capofila, rispetto alle altre economie piu’ deboli, assumendo anche il peso di maggiori oneri finanziari per sostenere le altre economie e mettendo a repentaglio la propria. La soluzione la dobbiamo trovare noi stessi, trasformando questo Paese sclerotizzato da infiniti lacciuoli, pubblici e privati, da corporazioni, sindacati e partiti, in uno Stato e una societa’ efficienti ed efficaci. Conviene a costoro, cioe’ a buona parte dei cittadini? No, purtroppo.

Posted in Politica, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Voci del Sud

Posted by fidest on Sunday, 4 August 2013

E’ partito il conto alla rovescia per l’inizio di “Voci dal Sud – Summer Festival” (8 – 11 agosto Sant’Arsenio (Sa) e San Pietro al Tanagro (Sa) ) uno degli eventi più attesi dell’estate italiana, di certo uno dei più importanti festival del Sud-Italia, giunto ormai alla sua ottava edizione, organizzato dall’omonima associazione per la direzione artistica di Giuseppe Macchia in collaborazione con Arealive, patrocinato dal comune di Sant’Arsenio e sponsorizzato dell’associazione giovani Banco di Credito Cooperativo Monte Pruno di Roscigno e Laurino.
Tantissime novità per questa edizione che per la prima volta propone attività di rafting e trekking in parternariato con il festival, una programmazione teatrale e diventa itinerante. Una formidabile quattro giorni che coinvolgerà l’intera cittadina di Sant’Arsenio (Sa), ma anche tantissimi giovani da ogni regione italiana, in un caleidoscopio di eventi a 360 gradi. Attesissimi Fabri Fibra special guest Clementino il 9 agosto con l’unica data estiva in Campania, gli Asian Dub Fundation, Meg, Almamegretta, Jovine e Vinicio Capossela che per la prima volta in terre campane presenta la Banda della Posta.
2 palchi montati per big ed emergenti, 1 teatro per 4 giorni con la programmazione di Egidio Carbone e il suo laboratorio teatrale, 3 mostre fotografiche e 4 momenti di riflessione con Meet&Eat a cura di Francesca Curto. Quest’anno ospite domenica 11, il vice presidente del Parlamento Europeo Gianni Pittella (piazza Domenico Pica ore 16,30) che discuterà di occupazione giovanile e delle difficoltà che le piccole realtà incontrano per entrare in Europa, insieme a Michele Albanese direttore della Banca di Credito Cooperativo Monte Pruno di Roscigno e Laurino, e il sindaco di Sant’Arsenio Nicola Pica. A chiudere l’incontro, la degustazione enogastronomica dei Prodotti Caseari latteria Tripaldi (Pt) che confezionerà mozzarelle dal vivo e dei vini della Cantina di Sant’Arsenio f.lli Pica. L’8 agosto sarà la volta del maestro Antonio Cava ed il suo “bibliotecarro” (piazza Domenico Pica ore 18,30 – alle 16,30 giro in paese) una preziosa testimonianza di social innovation che sta facendo il giro dell’intera nazione: aperitivo a cura dell’agriturismo Bue Boschi di Caggiano (Sa) e merenda per i più piccoli con il latte fresco Campolongo (Sa) e prodotti dolciari. Il 9 agosto si parla di sociale con i progetti della Cooperativa Pegasus (ore 18,30 piazza Domenico Pica), degustazione a cura dell’agriturismo Erbanito di San Rufo; spazio alla letteratura il 10 agosto (ore 18,30 piazza Domenico Pica) con “Derive e Approdi” una raccolta degli appunti di viaggio di Luciano Zaami tra il 1998 ed il 2009 edita dalla casa editrice Orientexpress.
Ogni appuntamento “Meet and Eat” è inoltre chiuso da “Leggendo tra le righe” uno spazio dedicato a giovani sognatori che hanno fatto delle proprie passioni e delle proprie idee il loro progetto di vita. Ospiti dell’edizione 2013: il cantautore Tommaso Primo, l’innovatore Roberto Esposito (DeRev), la giovane scrittrice Alice Pugliese.(Caterina Piscitelli)

Posted in Cronaca, Mostre - Spettacoli | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Manovra: il problema è il Sud

Posted by fidest on Thursday, 15 December 2011

«Il Nord non è il problema dell’Italia, lo sono i debiti enormi accumulati dal Sud» parte da questo assunto l’analisi del Presidente della provincia di Varese, Dario Galli, nell’intervista sul numero di dicembre de “il Varesino”.
Al governo Monti non concede fiducia piena: «Se si procederà con la riforma federale, noi ci saremo. Se si opererà realmente per tagliare i costi della politica, noi ci saremo. Ma se il federalismo dovesse essere accantonato o le pensioni dovessero essere intaccate allora noi pronunceremo un no forte e chiaro».
Con la riapertura del parlamento Padano la Lega continuerà a «difendere a spada tratta il territorio» perché «Noi non abbiamo responsabilità nel disastro dell’Italia. Non vogliamo fare la fine del pollo di Trilussa».
E sulla situazione di Varese si mostra fiducioso, pur auspicando una riforma del lavoro non più rinviabile: «I dati di Unioncamere (la produzione cresce del 5,3%) sono positivi ormai da anni. È vero, perdono le aziende grandi ma l’occupazione regge e crescono le imprese medio-piccole. Siamo i primi in Lombardia in tema di produttività e questo è indice di estrema vitalità. Certo, casi come quello della Whirlpool sono orribili soprattutto considerando l’enorme indotto che alimentano. La politica deve intervenire, rivedere la legislazione del lavoro. Limitare i freni e gli ostacoli. Lavorare sul costo del lavoro, sulla burocrazia collegata e sulla tassazione per impedire che gli investimenti scappino altrove. Si tratta di una riforma non più rinviabile anche perché noi abbiamo la concorrenza della Svizzera dove è molto più facile fare impresa».

Posted in Economia, Spazio aperto | Tagged: , , , | 1 Comment »

L’impegno del governo per il Sud

Posted by fidest on Wednesday, 22 June 2011

Southern Italy

Image by Feuillu via Flickr

“Accogliamo con favore le parole pronunciate dal Presidente del Consiglio riguardo all’impegno del Governo per il Sud” lo dichiara l’on. Americo Porfidia di Noi Sud. “Nel discorso del Premier si comprende come il Governo abbia recepito i ripetuti appelli di Noi Sud al fine di porre la questione del Meridione quale asse centrale dei lavori di Governo. Se questi sono gli obiettivi Noi Sud non mancherà di sostenere con forza la maggioranza sino a fine legislatura. Il Piano per il Sud è questione fondamentale non solo per la situazione meridionale, ma per un rilancio complessivo del paese Italia. La divisione tra nord e sud è inaccettabile sotto diversi punti di vista, in particolare sul piano del lavoro e dell’occupazione. Il Sud rappresenta un’occasione per tutto il paese, un enorme bacino di potenzialità ancora poco espresse. Noi crediamo – conclude Porfidia – che il rilancio del Sud possa rappresentare la vera ed autentica svolta positiva per tutto il paese, e Noi Sud darà il suo contributo affinchè si realizzi in tutti i suoi aspetti”

Posted in Politica, Spazio aperto | Tagged: , , , | 1 Comment »

Libro “il nostro sud” a palazzo Chigi

Posted by fidest on Wednesday, 22 December 2010

Ariccia 22 dicembre alle 17,30 presso Palazzo Chigi verrà ampiamente discusso il tema del libro con il Vescovo Mons. Giancarlo Bregantini, attuale presidente della Commissione Episcopale per i Problemi Sociali e il Lavoro, già vescovo nella Locride.  Il nome Bregantini è davvero sinonimo di vescovo antimafia, reso inoffensivo con lo spostamento dalla Locride? In realtà, il presule è molto più del consunto stereotipo. Nel libro-intervista argomenta con la consueta freschezza le sue chiare ed evangelicamente ben fondate posizioni sui temi più scottanti. Il libro intervista edito da Città Nuova “Il nostro Sud in un Paese (reciprocamente) solidale” di mons. Bregantini che verrà presentato pone al centro i temi del federalismo fiscale e unità d’Italia, Vescovi e Sud, Lega Nord e Mezzogiorno, donne e ’ndrangheta, Fiat e sindacati, grande centro e politici cattolici, Chiesa e lavoro. Paolo Loriga condurrà il dibattito con il vescovo ed il pubblico che si precede numeroso.  presenti oltre a Paolo Loriga caporedattore di Città Nuova e coautore del libro, Salvatore Cantone, presidente dell’associazione Antiracket “Pomigliano per La Legalità – Domenico Noviello”, e altre personalità del mondo imprenditoriale, sindacale e formativo. L’ingresso è aperto a tutti i cittadini.

Posted in Cronaca, Recensioni | Tagged: , , , | Leave a Comment »

La viabilità nel Sud

Posted by fidest on Tuesday, 30 November 2010

Morano Calabro (Cs) Ci scrive Giuseppe Di Luca, responsabile del settore giovanile: “Da ormai parecchi mesi perdura, presso le nostre ormai martoriate contrade, un grosso problema di viabilità, problema anni fa  risolto con il completo rifacimento del manto stradale per merito dell’allora amministrazione De Bartolo. Ad oggi purtroppo a seguito dei lavori per la creazione della rete idrica e fognaria del campo base del cantiere autostradale, questa spiacevole situazione, che arreca problemi sia alla cittadinanza che ai turisti che giungono  presso le strutture ristorative situate in zona, si è ripresentata. Durante gli scavi si sono più volte verificate rotture della rete idrica comunale, con conseguenti disagi: a breve termine per l’interruzione della fornitura  della idrica, ed a lungo termine a causa della presenza di pietre e fango nelle tubazioni, che giungendo nelle abitazioni hanno causato non pochi danni. Ma il danno persistente come già anticipato riguarda il manto stradale, in quanto dopo alcuni mesi dalla fine dei  lavori non è stato ancora ripristinato, ed oggi con le abbondanti piogge autunnali  le strade sono state inondante per centinaia di metri da fango e detriti, creando delle voragini enormi. Qualche cittadino di buona volontà, visto il totale immobilismo amministrativo che alberga da ormai due anni a Morano, ha provato a rimediare per quanto possibile, ma chiaramente  ciò non basta poiché la cosa si ripete ogni qualvolta piove. Ritengo che un amministrazione comunale debba adempiere ai propri compiti che comprendono la supervisione ai lavori che interessano il proprio territorio e l’eventuale intervento ,quando, come in questo caso, la ditta appaltatrice dei lavori ha pensato bene di non completarli, con notevole risparmio, considerando che non esiste nessun tipo di controllo. Pertanto a titolo personale e per nome di tutti i residenti, chiedo a codesta amministrazione di prendere in considerazione la problematica e risolverla in tempi utili (l’inverno è alle porte), possibilmente non  come il caso delle buche, per le quali l’amministrazione ha “risolto” il problema, facendo installare dei cartelli di “pericolo buche”. Questa soluzione sembra una presa per i fondelli vera e propria, dato che invece in campagna elettorale aveva promesso il rifacimento di un Km di manto stradale all’anno, ed in merito al quale lo scetticismo sembrava eresia, purtroppo però risponde a verità.

Posted in Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Scontri nel sud dello Yemen

Posted by fidest on Thursday, 30 September 2010

Secondo le stime dell’agenzia, gli scontri scoppiati la scorsa domenica hanno finora costretto almeno 4mila civili yemeniti a lasciare le proprie abitazioni nel villaggio di Al-Hawatah e negli insediamenti vicini a circa 400 km a est di Aden. Secondo quanto riportato, il numero di sfollati è ancora in crescita. La maggior parte degli sfollati ha cercato sicurezza e rifugio nei vicini villaggi di Al-Azzem e Al-Kharamah. A soli 30 km vi è il centro di accoglienza dell’UNHCR di Mayfaa, dove vengono registrati e temporaneamente accolti tutti i nuovi arrivati dal Corno d’Africa.
Come parte del team delle Nazioni Unite in Yemen, l’UNHCR è in stretto contatto con le autorità, che hanno già iniziato la distribuzione di aiuti, e collabora con altri partner umanitari presenti sul campo. Una veloce missione di ricognizione dell’ONU prevista per oggi dovrebbe aiutare lo staff presente in Yemen a stabilire con maggiore accuratezza l’entità dei nuovi movimenti forzati e le necessità primarie. L’UNHCR e altre agenzie ONU stanno intanto predisponendo nel centro di accoglienza di Mayfaa l’assistenza per 300 famiglie (2.100 persone, poiché un gruppo familiare medio conta circa 7 membri).
L’UNHCR ha registrato in Yemen circa 168mila rifugiati somali. Inoltre, più di 304mila civili yemeniti continuano a vivere come sfollati interni a seguito dei 7 mesi di conflitto terminato a febbraio di quest’anno nel nord del Paese.

Posted in Estero | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Summit del Movimento per il Sud

Posted by fidest on Thursday, 16 September 2010

Scordia 18 settembre c.a., presso i locali di Palazzo Modica, sito in Piazza San Rocco a partire dalle ore 18, si terrà il Primo Summit Organizzativo Regionale del Movimento per il Sud. In tale assise il Presidente Nazionale del MpS Antonino Calì illustrerà le linee guida per il programma politico 2011-2018 del Movimento e consegnerà le deleghe a tutti i dirigenti regionali, provinciali e comunali siciliani. A partire dalle ore 20, invece, presso i medesimi luoghi, si svolgerà un convegno sulla questione meridionale e le condizioni politiche, culturali e sociali attuali del Mezzogiorno d’Italia. A tale evento interverranno con relazioni e dibattiti Antonino Calì (Presidente Nazionale Movimento Per Il Sud), On. Giuseppe Arena (Deputato Regionale MPA), Enzo Maiorana (Coordinatore Regionale IO SUD), Sen. Adriana Poli Bortone (Presidente Nazionale IO SUD), Nicolò Ferro (Consigliere Comunale di Scordia – Generazione Italia), Prof. De Sanctis (Storico Regione Sicilia), Paolo D’Arrigo (Coordinatore Regionale Movimento Per Il Sud).

Posted in Cronaca, Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Napoli e “Sud indipendente”

Posted by fidest on Sunday, 12 September 2010

Gallipoli.8 e 9 ottobre 2010 si terrà il convegno “L’indipendenza delle Due Sicilie”. Il convegno intende  esprimere tutta la sua determinazione per il realistico progetto per Napoli ed il Meridione. Inoltre i promotori con l’Operazione Napoli come Montecarlo annunciano la presentazione di una propria lista alle elezioni di Napoli 2011. Intanto incominciano ad essere visibili sul web con il sito http://www.sudindipendente.superweb.ws e il blog http://www.udindipendentenapoli.blogspot.com. Già alle sue prime battute il sito ha riscosso un entusiasmante apprezzamento da parte dei già numerosissimi visitatori.
Durante il tour di sondaggio sono giunte due proposte dalla potente partitocrazia, che si ritiene siano state finalizzate a non far presentare Sud Indipendente alle elezioni, poiché spazzerebbe via gli pseudo paladini meridionalisti, smascherando gli imbonitori nazional-tricolorati meridionali. Sul sito e blog di “Sud Indipendente” è pubblicato il programma elettorale per la città di Napoli, che sarà periodicamente integrato.
“Sud Indipendente” ha sviluppato un fattibile progetto legislativo, giudiziario, politico ed economico da attuare in fasi progressive, non traumatiche, che affranchi il Sud dal colonizzatore italiota. Il movimento intende collaborare con altri soggetti politici, associazioni e singoli, purché indipendentisti per i territori delle Due Sicilie.  L’operazione Napoli come Montecarlo non è un progetto locale e vuole essere la scintilla per l’orgoglio ed il riscatto meridionale. (sud indipendente)

Posted in Cronaca, Politica | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Qualcosa si muove al Sud

Posted by fidest on Friday, 20 August 2010

A circa cinque mesi dalla nascita, e dopo la costituzione di una serie di coordinamenti regionali e provinciali presenti in varie regioni del Mezzogiorno d’Italia, subito dopo la pausa estiva di agosto, entrerà a pieno regime e avvierà la campagna adesioni per il 2011 il Movimento per il Sud. Il Movimento per il Sud nasce dall’esigenza di difendere gli interessi del popolo meridionale, partendo dalle problematiche sociali ed economiche sino alla tutela e alla valorizzazione dei beni storici, artistici, archeologici e ambientali; di salvaguardare e promuovere le attività produttive sia agricole che artigianali ed industriali (e con esse tutti quei prodotti che rappresentano la cultura e l’economia del Sud); di proporre forme innovative di sviluppo economico adeguate alle vocazioni del Mezzogiorno d’Italia. L’idea del Movimento per il Sud nasce dalla base, dalla gente, dall’idea di progettare per poi eseguire ciò che si è progettato; nasce dal popolo stanco di essere spettatore dello sviluppo degli altri, di essere solo un numero all’interno di un sistema di potere individualistico; nasce dall’esigenza di essere protagonisti del proprio futuro. Il Movimento per il Sud è una associazione di cittadini cattolici che si riconoscono negli ideali propri delle tradizioni storiche, sociali, culturali ed antropologiche del Mezzogiorno d’Italia. Essi ispirano la loro azione politica ai valori universali di libertà, giustizia e solidarietà operando a difesa delle necessità politiche e sociali dei cittadini meridionali, per lo sviluppo economico e sociale e per una corretta applicazione dei principi della Costituzione italiana. Il Movimento fonda la sua azione politica sul radicamento nel territorio acquisendo, dunque, i caratteri peculiari di movimento territoriale.
In una nota introduttiva, il Presidente Nazionale del Movimento per il Sud, il 30enne giurista catanese Antonino Calì,  sostiene fermamente i principi ed i valori cardine della meridionalità ed espone le linee guida del Movimento: << il principio cardine dell’attività del Movimento è quello di conseguire il miglioramento della qualità della vita del popolo meridionale – afferma il Presidente -. Noi non siamo né di destra, né di sinistra, né di centro. Noi siamo del Sud. Il Movimento per il Sud edifica progetti concreti di sviluppo sociale, economico e legalitario da diffondere ed attuare all’interno della società. Il Movimento per il Sud non accetta al suo interno mercenari e politici di professione, ma unisce giovani e meno giovani, abili e diversamente abili, professionisti, agricoltori, artigiani, imprenditori e lavoratori di ogni genere che hanno la volontà di costruire un presente e un futuro migliore per i nostri territori. Qui non c’è posto per parassiti, né si offrono poltrone di passaggio >>. Dopo aver stabilito i concetti principali dell’azione politica e sociale del Movimento, il Presidente Calì parla del panorama politico italiano odierno e prende le distanze da tutte le compagini esistenti: <<la politica italiana degli ultimi anni produce una condizione di indubbia insoddisfazione per gli elettori meridionali. L’alternanza dei governi di centrodestra e di centrosinistra ha evidenziato solamente un dato politico-elettorale ben individuato nel progressivo sentimento di sfiducia, nei confronti delle istituzioni, che produce frequenti conseguenze quali l’astensionismo e l’alienazione dagli ambienti politici. Fattore rilevante di tale situazione è la mancanza di concreti progetti di sviluppo per il Sud e la mancanza di varie alternative offerte agli elettori, che si sentono obbligati ad esprimersi soltanto tra due schieramenti anche se non si sentono rappresentati da entrambi”. Il Movimento per il Sud oggi è ufficialmente presente in Sicilia, Calabria e Campania, ma conta simpatizzanti sparsi in tutto il meridione.

Posted in Confronti | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Il Sud sprecherebbe! E la Padania?

Posted by fidest on Wednesday, 4 August 2010

Il nostro beneamato Ministro on.le Bossi spesso e volentieri si scaglia contro “Roma ladrona” e contro gli sprechi che si verificherebbero nei Comuni del Sud. Naturalmente, si guarda bene dal citare i Comuni spreconi della sua Padania. Ecco alcuni esempi: – il Sindaco di Verona, Flavio Tosi, ha fatto cambiare le panchine della città, installandone delle nuove con al centro un bracciolo di ferro; il perchè? perchè non si potessero coricare durante la notte gli extra – comunitari; – a Como, il Sindaco Leonardo Carioni, ha stanziato 71 mila euro per il seguente progetto: “Rilevazione lessicale e studio etno – antropologico nell’area prospiciente la riva orientale del Lago di Como”; – la Provincia di Belluno, Presidente Giampaolo Bottacin ha destinato le seguenti somme per delle manifestazioni: 225 mila euro per il progetto “Sapori alpini” e 8 mila euro per “Sapori e saperi della tradizione veneta”; – con la “Legge Mancia” gli onorevoli leghisti hanno richiesto ed ottenuto dal Governo – pur trovandoci in un periodo di “vacche magre” – 800 mila euro per la ristrutturazione della scuola “Libera Scuola dei Popoli Padani” fondata a Varese dalla moglie dell’on. Bossi; nonchè 115 mila euro per la ristrutturazione di un asilo di Cazzago; – il Comune di Cuneo non si limita a bandire delle gare; ma, addirittura, di pre – bandirne una per la “formazione delle ditte da invitare per la manutenzione del sistema informatico comunale a partire dal 1911″. Cosa dire, poi, degli atteggiamenti dell’on.le Bossi? Quando era deputato europeo (dal 2004 in poi) nominò portaborse il figlio Riccardo ed il fratello Francesco. E, poi, una semplice impiegata della Regione Veneto, Stefania Villanova, pur non essendo munita di laurea, è stata destinata all’Assessorato alla Sanità, percependo lo stipendio di 70 mila euro, rispetto ai 25 di ieri. Ma chi è questa fortunata? Semplicemente la moglie del Sindaco leghista di Verona Flavio Tosi, il “castigatore” degli extra – comunitari! Cosa dire a tal punto? Quanto segue: forse, o senza forse, nessun partito è  privo dall’avere scheletri nell’armadio. (Rodolfo Bava)

Posted in Spazio aperto | Tagged: , , , | 1 Comment »

Il Sud e la deriva greca

Posted by fidest on Monday, 2 August 2010

«A Tremonti, che finalmente  ha parlato di Sud, chiedo: se è vero, come anche io credo e lui afferma, che il Mezzogiorno rischia di portare l’Italia all’approdo greco, perché il governo ha cestinato il grande piano per il Sud annunciato solo un anno fa? Perché di fronte a una tragedia annunciata l’esecutivo non fa nulla per sventarla? Non vorremmo che Tremonti si svegli, un bel mattino, con le sembianze di Alogoskoufis, ministro dell’Economia di Atene dal 2004 al 2009, indicato oggi tra i responsabili del tracollo greco. Agisca subito, il nostro ministro, per evitare a se stesso e al Paese questa eventualità ». Lo dichiara Guglielmo Vaccaro, deputato campano del PD, sul sito di TrecentoSessanta, l’Associazione che fa riferimento ad Enrico Letta.

Posted in Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

I giovani abbandonano il Sud

Posted by fidest on Wednesday, 21 July 2010

«Il dato più eclatante e preoccupante venuto fuori dalla presentazione del rapporto SVIMEZ 2009 è rappresentato dalla fuga di 18.000 laureati dal Mezzogiorno. Si pensi che le famiglie e le istituzioni meridionali investono oltre 100.000 euro per formare un giovane professionista (OCSE 2009). Ciò significa – se andiamo a incrociare i dati – che il nostro Mezzogiorno ha perso circa due miliardi di euro di investimento sul proprio capitale umano in un solo anno. È evidente che la situazione da preoccupante è diventata drammatica per la crescita economica e culturale di un Paese come il nostro che forma classe dirigente in un’area incapace di valorizzarla». Lo dichiara Guglielmo Vaccaro, deputato del PD, a margine della presentazione del rapporto SVIMEZ sul Sud.

Posted in Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Si riparte dai circoli del sud

Posted by fidest on Friday, 16 July 2010

Girolamo Foti abbandona l’incarico di Segretario nazionale della Confederazione SUD Euromediterranea per assenza di stimoli per proseguire. Contemporaneamente lascia anche l’incarico di segretario del MovimentoSUD “per dar spazio ad altri e proseguire nel cammino per il riscatto del Sud”. Dichiara FOTI: “Ho letto e mi sono commosso le tante e-mail di incoraggiamento di persone anche sconosciute, e in coscienza non mi sentivo di abbandonarle, ma non posso nemmeno tornare indietro. Penso di aver trovato la strada giusta dando vita ai Circoli del sud, un progetto che sul consenso e sul vivo entusiasmo di coloro che vorranno costituire questi nuovi aggregati. Tutti siamo fondatori e tutti siamo responsabili di questo progetto, per sentirsi uniti e realizzare veramente la partecipazione popolare. Saranno conivolti anche politici di tutti i livelli e schieramenti, protagonisti uscendo dai soliti schemi delle gerarchie, con l’impegno per la collettività e la visibilità positiva che ne consegue. Nulla è precluso a nessuno: coloro che vorranno aderire a questi circoli con la doppia tessera lo potranno fare, è una scommessa ambiziosa. A tutti gli amici della Confederazione sud e del mio ex Movimentosud auguro buona fortuna. E spero che considerino questo progetto come qualcosa di loro. (Girolamo Foti detto Mirco)

Posted in Spazio aperto | Tagged: , , , | Leave a Comment »

Una manovra che non aiuta il Sud

Posted by fidest on Wednesday, 26 May 2010

Da decenni la classe politica ha trasformato il Mezzogiorno in un pozzo dove attingere voti per disegni politico-economici estranei al suo sviluppo, con una sorta di patto scellerato tra centro e periferia che ha finito col sacrificare le potenzialità di sviluppo del nostro Sud”.  Così l’On. Scilipoti (IDV), in relazione alla manovra da 24 miliardi di euro. “Insieme al pesante pregiudizio della  manovra economico-finanziaria, è noto ai più come dal 2013 verrà meno la riserva sui fondi strutturali europei, per cui le regioni Obiettivo1 dovranno muoversi sullo scenario economico contando essenzialmente sulle proprie risorse”. Continua il deputato di Italia dei Valori: “Garantisca il Governo  che le disposizioni attuative della legge delega 42/2009 sul federalismo fiscale rispettino, come dalla legge stessa previsto, le linee guida per l’attuazione della fiscalità di sviluppo volta alla creazione di nuove attività d’impresa e nuova occupazione nelle aree sottoutilizzate delle regioni del Mezzogiorno”. Conclude l’On. Scilipoti (IDV): “Se ci sono Movimenti per il Sud, i motivi ci sono e vanno cercati in anni di immobilismo!”

Posted in Economia, Politica | Tagged: , , , | Leave a Comment »

 
Follow

Get every new post delivered to your Inbox.

Join 42 other followers