Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Giornata mondiale del rene 2009

Posted by fidest press agency su sabato, 7 marzo 2009

Giovedì 12 marzo a Chieti (Piazza G.B. Vico, ore 10-20) Secondo i dati del Registro Abruzzo di dialisi e trapianto, anche nella nostra Regione vi è un progressivo e costante incremento durante gli anni del numero di pazienti in terapia sostitutiva renale (dialisi e trapianto). La prevalenza di tali pazienti è, infatti, passata da 865 per milione di abitanti nel 2003 a 980 nel 2008. Al 31 dicembre scorso risultavano in trattamento dialitico cronico oltre 1.000 residenti in Abruzzo, mentre i portatori di trapianto renale erano 242. Rispetto ai dati dei Registri di dialisi e trapianto, la rilevanza epidemiologica dell’Insufficienza Renale Cronica (IRC) appare comunque molto più preoccupante. Si stima, infatti, che nella popolazione generale, tra il 7% e il 10% delle persone possa avere un danno renale, molto spesso sconosciuto. Il rischio di evoluzione verso la fase avanzata di IRC è elevato ed è ancora maggiore quello di una malattia cardiovascolare invalidante o mortale. A illustrare il fenomeno, in vista della Giornata mondiale del rene 2009, che si celebra il 12 marzo, è il professor Mario Bonomini, direttore della Clinica Nefrologica dell’Università “G. d’Annunzio” e della Asl di Chieti. Giovedì prossimo, dalle ore 10 alle 20, in collaborazione con la sezione provinciale della Croce Rossa Italiana (Cri), la Clinica Nefrologica allestirà a Chieti, in piazza G.B. Vico, una postazione nella quale personale medico specializzato sarà disponibile gratuitamente a effettuare il controllo della pressione arteriosa e dell’esame delle urine nonché a fornire informazioni e materiale illustrativo a tutti i cittadini interessati. Lo slogan di quest’anno è «Cura la tua salute: cura i tuoi reni». «L’insufficienza renale cronica – spiega il professor Bonomini – è uno stato di malattia di grande impatto clinico, sociale ed economico sul Servizio Sanitario per tre fattori principali. Il numero di pazienti affetti da IRC è in costante ascesa per l’aumento di età della popolazione generale e delle patologie a essa correlate, soprattutto ipertensione e diabete mellito tipo 2, che rappresentano oggi le principali cause di IRC. Inoltre, la mortalità e la morbilità cardiovascolare nell’IRC sono significativamente elevate. Infine, il trattamento dialitico, punto di arrivo di molti pazienti con IRC, è una terapia ad alto costo sociale ed economico».
Negli scorsi decenni molto è stato fatto per assicurare un trattamento dialitico di qualità a tutti coloro che ne presentassero la necessità e per aumentare il numero di trapianti renali. Oltre a intensificare l’impegno per un ulteriore sviluppo di queste terapie, è necessario promuovere una energica campagna di prevenzione e diagnosi precoce delle nefropatie.E’ proprio questo l’obiettivo della Giornata mondiale del rene. L’evento, che si celebra annualmente in tutto il mondo, intende aumentare l’attenzione nei confronti del danno renale cronico e dell’importante patologia cardiovascolare a esso associata, sottolineando la necessità di diagnosi precoce e prevenzione delle malattie renali.La Clinica Nefrologica teatina ha aderito al progetto nazionale «Prevenzione delle malattie renali 2009» proposto dalla Fondazione Italiana del Rene e dalla Società Italiana di Nefrologia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: