Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 19 marzo 2009

I Sabini popolo d’Italia

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

10Roma, fino al 26 aprile 2009Complesso del Vittoriano Salone Centrale, Via San Pietro in Carcere (Fori Imperiali) “I Sabini popolo d’Italia. Dalla storia al mito”. il Complesso del Vittoriano ospita una grande mostra di carattere storico, artistico e archeologico che vuole raccontare le vicende dell’antico popolo dei Sabini e la fortuna del loro mito attraverso i secoli. Promossa dalla Provincia di Rieti con il sostegno della Regione Lazio e della Provincia di Roma, l’esposizione, che nasce sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Comune di Rieti, è stata inaugurata giovedì 19 marzo alle 18.30 presso il Complesso del Vittoriano. La mostra presenta per la prima volta insieme, l’antico popolo e il suo mito, le tracce della sua esistenza e quelle lasciate nell’immaginario collettivo a comporre un quadro suggestivo che attraversa millenni di storia e di arte. Oltre 120 le opere esposte tra reperti archeologici, antiche carte geografiche, codici, manoscritti, miniature disegni, olii su tela e sculture che indagano per la prima volta la fortuna del celeberrimo episodio del Ratto delle Sabine nell’arte dall’epoca dei Romani, attraverso il Medioevo, il Rinascimento, il Barocco, il Neoclassicismo fino alle testimonianze dell’arte contemporanea. L’esposizione si avvale della cura scientifica di Maria Carla Spadoni per la sezione storica, di Giovanna Alvino per la sezione archeologica, di Maria Grazia Bernardini per la sezione dedicata al mito dei Sabini nell’arte, di Alessandro Cosma e Roberta Cerone per la sezione sui Sabini tra letteratura, musica e cinema. La direzione e il coordinamento generale della mostra sono di Alessandro Nicosia. Foto sabini)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Junior Marathon

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

maratonaTorino domenica 19 aprile, in contemporanea con la Turin Marathon, con partenza alle 9,30 da piazza Carlo Felice e arrivo in Piazzetta Reale, la Provincia di Torino e l’Unione Province Piemontesi ripropongono insieme agli organizzatori della Turin Marathon ai ragazzi  dai 6 ai 13 anni la “Junior Marathon – Di corsa nella storia” L’Unione Province Piemontesi e le amministrazioni provinciali che ne fanno parte coordineranno il trasporto in autopullman dei ragazzi che raggiungeranno Torino dal resto del Piemonte.Con la sua effige riportata sulle magliette dei ragazzi partecipanti, Vittorio Emanuele II, primo Re d’Italia, accompagnerà i maratoneti in erba alla scoperta del centro di Torino e dei personaggi illustri che lo popolarono nei secoli andati. Il gran finale della manifestazione sarà il cambio della guardia davanti a Palazzo Reale, inscenato dal Gruppo Storico Pietro Micca della Città di Torino, che, dal 1974, ricostruisce storicamente ed in modo dinamico alcuni corpi dell’esercito sabaudo distintisi nella difesa della Città durante l’assedio del maggio-settembre 1706. Del Gruppo Storico Pietro Micca fanno parte un centinaio di componenti, divisi in un plotone di musicanti, due Gruppi Bandiera (con il “drapeau” dello Stato Sabaudo e con il vessillo della Città di Torino), un plotone di Granatieri del Reggimento di Guardia (con un drappello di Zappatori), uno del Reggimento Dragoni di Piemonte, uno del Reggimento d’ordinanza di Monferrato, uno del Reggimento d’ordinanza di Piemonte, uno del Reggimento “La Marina”, una sezione di cannonieri del battaglione di Artiglieria ed un nucleo di Ausiliarie femminili. Ad intrattenere i ragazzi al loro arrivo davanti a Palazzo Reale sarà anche il gruppo “Nobiltà Sabauda”, che ricostruisce le situazioni quotidiane, gli usi, le consuetudini, l’atmosfera, lo sfarzo e le miserie del periodo barocco, attraverso musiche, danze, recitazione e costumi riprodotti con attento rigore storico. Particolare importanza viene data al periodo intorno al 1730 e alla figura di Vittorio Amedeo II, le cui vicende sono ricordate ogni anno a Rivoli con la Rievocazione storica “C’era una vola un Re”. Per i podisti in erba della “Junior Marathon” ci sarà poi un’attrattiva in più, poiché domenica 19 aprile per Torino sarà anche la giornata di un altro grande evento di rilevanza nazionale: il Raduno dei Granatieri di Sardegna il cui fulcro sarà in piazza Vittorio Veneto. La banda del 1° Reggimento Granatieri si esibirà in piazza Castello prima della partenza della Turin Marathon, mentre una quarantina di militari in congedo in uniforma storica si schiereranno come una sorta di “cancello umano” davanti ai concorrenti della corsa competitiva, lasciando loro il passaggio non appena lo starter darà il segnale di partenza. (foto maratona)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Temi&Variazioni

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

cerilliVenezia 21 marzo alla Collezione Peggy Guggenheim di Temi&Variazioni. Dalla grafia all’azzeramento, mostra a cura di Luca Massimo Barbero. Jason Martin, tra i più interessanti pittori della generazione degli Young British Artists, presente in mostra con la personale Vigil/Veglia, insieme ad Arcangelo Sassolino, Riccardo De Marchi, Ettore Spalletti, Roman Opalka, Maurizio Nannucci, John McCracken, sono solo alcuni degli artisti-portavoce dell’arte contemporanea voluti dal curatore ad esporre le proprie opere accanto ai grandi capolavori della collezione di Peggy Guggenheim, in un vero e proprio dialogo che dalle avanguardie del primo Novecento arriva a lambire i confini della contemporaneità. Dalla grafia all’azzeramento prende in analisi la presenza del segno all’interno della composizione, passando dalla tipografia di Carrà al collage di Gris, dalle lettere di Nannucci e della Holzer ai numeri di Opalka, ai tagli di Fontana, sino ad arrivare al monocromo che conduce all’inevitabile azzeramento del segno. È Jason Martin a rappresentare questo grado zero della pittura attraverso una serie di 13 opere, alcune delle quali espressamente realizzate per la mostra veneziana, che, come dichiara l’artista stesso, “ […] è una risposta alle straordinarie opere conservate alla Collezione Peggy Guggenheim, ed è mirata a suscitare un dialogo, una conversazione tra i miei dipinti e quelli del primo Modernismo”. La mostra rimarrà aperta fino al 17 maggio (foto cerilli)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Legislazione sull’ambiente

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

La Commissione europea procede contro l’Italia in relazione a due casi di violazione della legislazione UE per la tutela dell’ambiente. Nel primo caso lo Stato membro non si è pienamente conformato a una sentenza della Corte di giustizia europea che ha condannato l’Italia per non aver adottato la totalità delle disposizioni applicabili alle discariche di rifiuti. La Commissione si accinge quindi a inviare all’Italia un primo avvertimento scritto a norma dell’articolo 228 del trattato; in caso di inadempienza lo Stato membro potrebbe incorrere in un’ammenda. Nel secondo caso, riguardante le procedure di valutazione dell’impatto ambientale per alcune grandi opere, la Commissione si appresta ad inviare all’Italia un ultimo avvertimento scritto a norma dell’articolo 226 del trattato. Il commissario europeo per l’ambiente, Stavros Dimas, ha dichiarato al riguardo: “Scopo della normativa ambientale dell’UE è prevenire i danni all’ambiente e ridurre al minimo i rischi per la salute dei cittadini europei. Per garantire ai cittadini la massima protezione sollecitiamo l’Italia a porre rapidamente rimedio alle carenze di alcune norme nazionali in materia ambientale, allineandole a quelle europee.”  Discariche La Commissione si appresta a inviare all’Italia un primo avvertimento scritto a norma dell’articolo 228 del trattato per inosservanza di una sentenza pronunciata dalla Corte di giustizia europea nell’aprile 2008 in relazione all’inadeguato recepimento nell’ordinamento nazionale della direttiva relativa alle discariche di rifiuti[1]. Alcuni articoli della direttiva non sono stati integrati nella corrispondente norma nazionale e il regime transitorio per l’adeguamento delle discariche esistenti non era compatibile con la direttiva. La direttiva sulle discariche stabilisce una serie di misure in materia di ubicazione, costruzione e gestione delle discariche al fine di prevenire o ridurre al minimo l’inquinamento delle acque, del suolo e dell’aria da esse generato. La direttiva, adottata nel 1999, doveva essere recepita nel diritto nazionale entro il 16 luglio 2001. L’Italia non ha ancora completato il recepimento delle misure mancanti, con particolare riguardo a quelle concernenti i criteri di accettazione dei rifiuti da conferire a discarica. La Commissione si appresta pertanto ad inviare all’Italia un primo avvertimento scritto a norma dell’articolo 228 del trattato, che si applica quando uno Stato membro non ha dato piena esecuzione a una sentenza della Corte di giustizia europea. L’articolo attribuisce alla Commissione la facoltà, dopo l’emanazione di due avvertimenti, di deferire lo Stato membro alla Corte una seconda volta e di chiedere che vengano inflitte ammende.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Inaugurazione museo

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

refettorioAbbazia di Novalesa 22 marzo, alle 15: si inaugura il museo Diventa realtà il Museo Archeologico all’Abbazia della Novalesa. La Provincia di Torino, proprietaria  del complesso millenario, lo ha fortemente voluto e domenica lo inaugura. Saranno presenti il presidente della Provincia di Torino, Antonio Saitta, l’assessore provinciale alla Cultura, Valter Giuliano, il Direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici del Piemonte, Liliana Pittarello, il Soprintendente per i Beni archeologici del Piemonte e Museo delle Antichità egizie, Maria Giovanna Bacci.(foto refettorio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

I debiti dello stato

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

Martedì 24 Marzo alle ore 10:30 presso la sala Conferenze di Palazzo Marini – Camera dei deputati –  via del Pozzetto, 158 Roma, si terrà il convegno “In un clima di inciviltà finanziaria, imprese fornitrici e Pubblica Amministrazione a confronto. I primi provvedimenti dal Governo e dalla Commissione Europea” promosso dall’Osservatorio su Imprese e Pubblica Amministrazione.Il problema del ritardo da parte dello Stato nel saldare i pagamenti alle imprese fornitrici ha raggiunto connotati drammatici. 16 miliardi di euro è la cifra che le Pubbliche Amministrazioni sarebbero costrette a sborsare, a titolo di interessi su pagamenti non ancor saldati ai propri fornitori. Al convegno si discuterà dell’imminente nuova Direttiva della Commissione Europea e delle misure prossime del Governo, inoltre verranno presentati dati aggiornati sulla situazione attuale. All’incontro saranno presenti il Presidente di OIPA Antonio Persici, la Vice presidente Milene Sicca, l’Ufficio legale Avv. Antonino Galletti,  l’On. Luigi Casero e  l’On. Daniele Molgora Sottosegretari di Stato – Ministero dell’Economia e Finanze, il Sen. Antonio Paravia, Dott. Quirino Cervellini, Direttore Finanziario Comune dell’ Aquila e  il Dott. Carlo Chiappinelli, Magistrato della Corte dei Conti. Al convegno interverranno anche i rappresentanti delle associazioni di categoria Confindustria, Federfarma, Compagnia delle Opere, Assistal, Api, Acfago, Federlab, Assobiomedica, Andaf, Acen OIPA è l’organizzazione no-profit promossa dalla EuroService Group Spa che monitora e studia il fenomeno del ritardo cronico da parte degli enti istituzionali nel non ottemperare ai pagamenti nei tempi prestabiliti.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Iraq a 6 anni dalla guerra

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

Una conferenza in occasione dell’anniversario della guerra in Iraq è stata ospitata al Parlamento Europeo da Luisa Morgantini, Vice Presidente del PE, e da Giusto Catania, (MEP GUE/NGL) e co-organizzata con il BRussells Tribunal.Aprendo l’evento e dando il benvenuto agli ospiti, Luisa Morgantini ha dichiarato: “la guerra e l’occupazione in Iraq sono parte di una politica militare degli Stati Uniti, e purtroppo appoggiata da alcuni paesi europei, una politica che ci impegniamo a fare in modo che non succeda più”. “Milioni di persone – ha ricordato la Vice Presidente – hanno manifestato nelle strade di tutto il mondo per dire no alla guerra. Questi milioni di persone non sono stati ascoltati: ecco perché la guerra e l’occupazione dell’Iraq è stata anche un fallimento delle nostre democrazie. Dopo 7 anni non vediamo ancora pace, sicurezza e sviluppo nel paese, dove anzi ci sono povertà, morte, milioni di rifugiati, orfani, tortura, discriminazione e oppressione delle donne”.”Oggi – ha detto Luisa Morgantini concludendo il suo intervento – vorrei rendere omaggio alla popolazione civile irachena che è ancora in pericolo e che spera che, con la fine dell’occupazione, sarà in grado di costruire il proprio paese e di essere padrona del proprio destino e rinascita”. La conferenza al Parlamento Europeo ha analizzato 3 temi principali: la situazione umanitaria critica, in particolare nel settore della salute e per i rifugiati; la questione del petrolio, sottolineando che il paese non è stato ancora in grado di tornare ai livelli di produzione che aveva prima della guerra; e una sessione finale su quale può essere il futuro del paese. L’evento si è concluso con un appello alla pace, indipendenza e democrazia per l’Iraq e il suo popolo.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Pop Life

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

pop-lifeRoma Martedì 21 aprile – ore 19.00 Via degli Specchi, 6 Massimiliano Palmese presenta il suo libro Pop Life Crudo, La trama si impernia su un giovane scrittore. Ha lasciato la sua città e si è trasferito in un appartamento a Roma sognando di vivere solo della sua unica passione, i romanzi. Il risultato è che adesso il frigo è vuoto e lui è sommerso da bollette, avvisi di pagamento, reclami, denunce, ingiunzioni. Holly è un’aspirante attrice. Non le interessa studiare recitazione, vuole solo «diventare famosa entro la fine del mese». Scappata dalla noia della provincia, gli si piazza in casa ma non pagherà mai un soldo. In compenso gli insegnerà come pranzare gratis nei supermercati e saziarsi con salatini da aperitivo. Insieme scopriranno che la giovinezza è una lunga serie di giorni selvaggi. Fortunatamente non dura per sempre. Massimiliano Palmese è stato finalista al Premio Strega 2006 con il suo romanzo d’esordio, L’amante proibita, pubblicato dalla Newton Compton. Il libro ha poi vinto il Premio Santa Marinella ed è stato pubblicato anche in Spagna e Germania. Scrive sulla pagine napoletane della Repubblica, e il suo sito internet è http://www.massimilianopalmese.com 224 pagine circa € 12,90 ISBN 978-88-541-1333-6 (foto: Pop Life)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tecniche di analisi criminale

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

Camerino 26 marzo 2009, alle ore 15,30 presso l’aula “Allara e Grosso” del Palazzo Ducale di Camerino, un incontro organizzato dai docenti di Criminologia della Sezione di Medicina Legale di Unicam su “Tecniche di analisi criminale e criminal profiling tra fiction e realtà”.  La relazione sarà tenuta dal dottor Carlo Bui, Dirigente Superiore Tecnico della Polizia di Stato e docente di “Analisi criminale” dell’Università dell’Aquila. Il dottor Bui è stato direttore dell’Unità per l’Analisi del Crimine Violento, UACV, della Polizia Scientifica italiana e attualmente Direttore dello Stabilimento della Polizia di Stato di Senigallia. Esperto d’arte, filosofia e logica, da anni si occupa di analisi criminale e, in particolare, dei metodi della psicologia e della psichiatria forense applicati all’investigazione di omicidi senza apparente movente, particolarmente efferati e/o commessi dai cosiddetti serial killer. Il dottor Bui è stato consulente del FBI in materia di analisi della scena del crimine, è membro dell’ASCLD, l’American Society of Crime Lab Directors, è vicedirettore del Gruppo di Analisi degli Omicidi a carattere Transfrontaliero di Europol. Si è occupato di numerosissimi casi di omicidio avvenuti in Italia, a partire dal caso di Ferdinand Gamper, il serial killer di Merano, di Michele Profeta, di Gaspare Zinnanti e di Unabomber. Inoltre è autore del romanzo “Morte tra le rovine”. L’incontro sarà strutturato in una presentazione che, partendo dalle basi della logica investigativa e dai concetti di semiotica applicati in campi diversi da quelli criminoligici, illustrerà, anche attraverso l’esame di casi pratici, le potenzialità del criminal profiling come tecnica di supporto alle indagini nei casi di omicidi efferati e senza immediato movente.  Seguirà la relazione del dottor Bui un dibattito, per cui sono invitati a partecipare studenti, giuristi ed operatori del settore.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Carmina Sensus

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

carmina-sensusNice (France) exposition jusqu’au 17 avril 2009 Galerie Depardieu 64 boulevard Risso (face au MAMAC) Jean-Pierre Giovanelli était déjà dans les années soixante-dix théoricien dans la sphère du Collectif d’Art Sociologique et, également, de l’Esthétique de la Communication. Artiste « d’ordre substantiel », selon Paul Virilio, œuvrant à une ontologie du virtuel, comme le dit Jean-Paul Thenot, J-P Giovanelli, architecte, expose une vidéo-installation. L’œuvre multimédia, Carmina Sensus, « la poétique des Sens », sollicitant le plaisir sensoriel d’une caresse sur une fourrure de renard argenté posée sur une partie du corps nu de femme, ne fait que frustrer l’attente érotique de l’observateur, à l’inverse d’une pure fiction digitale. La bande sonore, la sensualité de la peau, le voile aisément mobile du boa mû par le vent, évoquent un corps présent seulement en tant que simulacre fonctionnant comme une forte métaphore des fantasmes que génère l’écran. Fondée sur le couple sentir/penser, l’œuvre de l’artiste français est en conséquence une notion de matérialité – qui ne se réduit pas à une simple matérialisation sur le plan du conceptuel/virtuel – et trouve sa modalité communicative à travers l’aisthesis et le pathos. Devant les surfeurs du spectacle qu’est le monde, plus réel que réel, de qui subit la violence, trop de violence –  soutien Jean Pierre Giovanelli – dire que le monde n’est pas réel. Il est nécessaire de commencer à respecter la plus haute des machines technologiques : le corps humain, retranché dans sa peau. (carmina sensus)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lo sviluppo possibile

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

Editoriale fidest. Tutto il XX secolo è stato attraversato da un complessa storia evolutiva del genere umano. In esso sono venuti a compimento i disegni tecnologici appena avviati verso la fine del secolo precedente e saggiata la possibilità di mettere a frutto gli effetti di dottrine economiche tra di loro inconciliabili. Ora che siamo arrivati al giro della boa, e siamo nel terzo millennio, ci accorgiamo che non si tratta tanto di disquisire sulla bontà di un sistema rispetto a un altro quanto di adeguare i minimi standard di sviluppo con i suoi massimi. E sono infatti tali diseguaglianze a rendere più complessa la soluzione globale del problema e a creare conflittualità a catena: sperequazioni sociali, conflitti razziali, forti correnti migratorie e crescita demografica. Non ci siamo chiesti, ad esempio, se le tecnologie non avessero finito con il ridimensionare l’impegno lavorativo dell’uomo, mettendo a  repentaglio lo stesso complesso delle manovre che ci portano la crescita, e se tali conseguenze non fossero suscettibili di un aggravamento, già per altro in atto, con l’innesto di una logica “consumistica?” Alla fine ci siamo ritrovati con tanti rancori ereditati dal passato che prima di essere chetati vengono talvolta rinfocolati dai rinascenti integralismi vuoi d’origine religiosa che politica, sociale ed economica. Un passato, ovviamente, che non va gettato nella pattumiera in toto, ma semmai rivisto in chiave critica e riproposto, all’occorrenza, con nuove formule. E’ il caso della “famiglia”. Essa ha rappresentato, lungo tutto il corso della storia dei tempi dell’umanità, un ruolo di primaria importanza per la crescita culturale e civile dell’uomo. Le piccole e le grandi famiglie hanno fatto la fortuna e la disgrazia di intere comunità con i loro commerci e le guerre, con le emigrazioni e lo sviluppo dell’economia agricola. Successivamente, con la industrializzazione e l’urbanizzazione vi è stato un periodo di appannamento del ruolo della famiglia e si è rischiato il suo disfacimento sotto i colpi del maglio dei diritti civili, del libero amore e dello stesso lavoro della donna fuori di “casa”. Ma si è rivelato solo uno stordimento passeggero.  La famiglia stava semplicemente ricercando altri punti di appoggio per esistere e riproporsi all’attenzione della società  e per rinnovarle, come di consueto, il suo prezioso contributo.  Il processo di “ristrutturazione” la famiglia lo ha vissuto nelle campagne allorché è nata la figura del “coltivatore diretto” e si è ritrovata senza dubbio più esile nella sua composizione ma più efficace nelle sue realizzazioni mercè il supporto delle macchine impiegate in agricoltura. Poi l’esperienza si è trasferita in città, ma limitata per certe categorie di lavoratori e non per altre: gli autonomi e gli artigiani per esempio.  Gli americani chiamano tutto ciò “homeworking”, ma già lo jobsharing si trova lungo lo stesso percorso.  Abbiamo così capito come la comunità internazionale, quella dei paesi industrializzati per intenderci, si sta avviando verso il suo “Eldorado” ovvero alla ricerca di una società del cambiamento mutuando le sue ciminiere e  gli alti forni con il caminetto e la canna fumaria.  Ed una volta portato il piede in avanti per intraprendere questo nuovo cammino all’interno della società del futuro, è necessario ora capire come si può trasformare una famiglia tipo in una vera e propria azienda con obiettivi economici e produttivi ben definiti e nello stesso tempo rendersi conto cosa può cambiare all’esterno. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Editoriali/Editorials | Leave a Comment »

“Nucleare, grid parity fotovoltaica, Enerpoint all’estero”

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

Circa 3.000 MWp installati in Spagna nel 2008. Questa è certamente la notizia di maggior rilievo di questo inizio anno. E’ un dato che meglio di ogni altro fa capire che il fotovoltaico è in grado di raggiungere potenze significative in tempi brevi, probabilmente come nessun altra fonte energetica. Certo, è successo in un quadro normativo caratterizzato da incentivi molto interessanti, ma l’informazione che voglio sottolineare è proprio la rapidità nell’installazione e messa in funzione dei MWp fotovoltaici, dato ancora più significativo se consideriamo la riduzione dei costi già avvenuta e in corso che consentirà di raggiungere la “grid parity” nel giro di pochi anni. 3.000 MWp fotovoltaici in un solo anno, che corrispondono a circa 600/700 MW di una centrale termoelettrica in quanto a energia producibile, sono un traguardo ancora più importante nel momento in cui giornali e televisioni parlano sempre più insistentemente della ripresa del nucleare in Italia. Francia e Italia hanno sottoscritto un accordo per lo sviluppo congiunto di 4 centrali nucleari. La prima centrale entrerebbe in funzione nel 2020. Non mi sembra un risultato poi così interessante, soprattutto se consideriamo i già ricordati punti deboli del nucleare: – Elevatissimi costi per le realizzazioni delle centrali, spesso caratterizzati da errate previsioni: in Finlandia la centrale di Olkiluoto sta registrando 1,7 miliardi di euro di extracosti. E in Italia siamo maestri in quanto a “costi imprevisti”, quindi chissà cosa ci aspetta. Come ricorda Gianni Silvestrini nell’editoriale di Qualenergia, la costruzione delle centrali nucleari recentemente è stata accompagnata anche da forti rincari nelle bollette. E’ il caso della Progress Energy Florida, che per finanziare una nuova centrale atomica ha aumentato le bollette verso tutti i clienti dell’11%. Tale aumento ha generato così tante proteste che la compagnia è stata costretta a fare marcia indietro. – I benefici in bolletta al massimo saranno per alcune grandi industrie, che sigleranno contratti pluriennali per l’acquisto dell’energia elettrica prodotta dalle centrali nucleari. La collettività (comprensiva anche delle piccole e medie imprese, che rappresentano il 97% dellerealtà imprenditoriali dell’Italia) vedrà quindi solo alti costi e nessun beneficio reale. – Dipendenza dall’uranio, che ha subito fortissimi rincari in questi ultimi anni e che arriva da aree del pianeta spesso instabili. – Problema irrisolto delle scorie delle centrali, i cui costi di smaltimento non vengono mai conteggiati nei costi di produzione dell’energia. – Rischiosità. Le nuove centrali sono sicuramente più sicure delle centrali tipo Chernobyl, ma studiando ingegneria mi hanno insegnato che il rischio zero non esiste. Se si considera l’enormità del danno possibile in caso di grave incidente mi chiedo se ne vale veramente la pena – Effettiva riduzione delle emissioni di anidride carbonica nell’ambiente: alcuni studi hanno calcolato l’intero ciclo di produzione di energia da fonte nucleare, dall’estrazione dell’uranio (molto energivora) alla realizzazione e mantenimento della centrale stessa. Il risultato non è come ci si aspetta: le centrali nucleari comportano comunque un significativo incremento di anidride carbonica nell’atmosfera – La necessità di enormi quantità di acqua di raffreddamento. Quanti sanno che in certi periodi estivi la Francia nuclearizzata si è trovata a importare energia elettrica dalla Germania perché si era costretti a ridurre in modo consis tente l’attività delle centrali nucleari per mancanza di quantità sufficienti di acqua per il raffreddamento? Sapendo poi che l’energia Enerpoint svolge un ruolo primario nel panorama fotovoltaico italiano. L’azienda, con sede a Desio (MI), è stata fondata nel 2001 dall’Ing. Paolo Rocco Viscontini, quando il settore era ancora agli esordi. Ha sviluppato tre linee di business: distribuzione di moduli e inverter, realizzazione di grandi impianti fotovoltaici e formazione tecnico-specialistica per operatori. Ad oggi Enerpoint ha distribuito oltre 40 MWp di moduli fotovoltaici e realizzato centinaia di impianti installati grazie ad una fitta rete di installatori e professionisti presenti su tutto il territorio nazionale. (fonte:Paolo Rocco Viscontini in abstract)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nel segno del “Tridente”

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

Fiera di Roma fino al 19 Aprile 2009, si tiene una mostra dedicata alla Maserati.Una carrellata di vetture storiche e leggendarie nel segno del “Tridente”. A Fuoriserie (www.fierafuoriserie.it),  L’evento, a cura della rivista Granturismo, vuole essere un omaggio ad una delle case automobilistiche più prestigiose del panorama mondiale. Collezionisti ed appassionati  potranno visionare una selezione di diversi modelli, tra i più rappresentativi, delle granturismo più famose degli anni Sessanta e Settanta, quali Ghibli, Bora e Merak, fino alla “Biturbo”, modello che nel 1981 riportò prepotentemente alla ribalta il nome di Maserati. La mostra dedicata alla celebre maison modenese si svolgerà a Fuoriserie, la rassegna di auto e moto d’epoca alla Fiera di Roma il 18 e 19 aprile 2009. Una kermesse dove il “rombo della passione” si coniuga con  le vantaggiose opportunità di quello che si conferma il più importante mercato del centro – sud Italia. Organizzata da Intermeeting, Fuoriserie,  è la manifestazione più attesa non solo dai migliaia di appassionati del settore, ma anche dai neocollezionisti. Un week-end per scoprire e trovare le auto dei propri sogni, scovare i classici d’eccezione, le produzioni limitate e le offerte competitive dei privati.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tumore del cervello, nuovo farmaco

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

E’ partita dal capoluogo emiliano la nuova sfida terapeutica contro il glioblastoma: l’Unità Operativa diretta dalla Dott.ssa Brandes è il primo Centro al mondo a iniziare la sperimentazione che coinvolgerà le più prestigiose strutture che si occupano del trattamento delle neoplasie cerebrali con un farmaco, chiamato cilengitide, una nuova sostanza anti-cancro che può bloccare la crescita tumorale diminuendo l’apporto di sangue. Uno stop alle ‘vie di alimentazione’ del tumore, ma anche una azione diretta contro le cellule neoplastiche. Funziona così cilengitide, sostanza in grado di inibire alcune proteine, chiamate integrine, che agevolano la formazione di nuovi vasi sanguigni all’interno del tumore portando nutrimento ed ossigeno necessari alla crescita neoplastica,  e di bloccare la capacità di invadere il cervello da parte delle cellule del glioblastoma. Ora verrà utilizzato per la prima volta nel nostro paese nell’ambito di un trial clinico di fase III condotto sotto l’egida dell’EORTC (European Organisation for Research and Treatment of Cancer). “Questo trattamento innovativo verrà associato a quelli chemio radioterapici (temozolomide più radioterapia) già utilizzati  in modo da affamare il tumore e renderlo più debole di fronte alle terapie ‘classiche’ – spiega la dott.ssa Alba Brandes, Direttore dell’Unità Operativa Complessa di Oncologia Medica dell’Ospedale Bellaria-Maggiore di Bologna. Questo studio, partito recentemente, prevede che il tumore, immediatamente dopo l’intervento chirurgico, venga valutato a livello centralizzato in Europa, in termini di caratteristiche genetiche ed in particolare per lo stato di metilazione di un gene chiamato MGMT. I pazienti saranno divisi in due gruppi, uno ‘di controllo’ sottoposto a chemio-radioterapia standard (per 8 mesi), uno ‘di trattamento’ ovvero la stessa chemio-radioterapia standard cui viene aggiunta cilengitide per 18 mesi. Ogni 2-3 mesi i pazienti saranno sottoposti ad una Risonanza Magnetica Cerebrale. Per consentire al medico di decidere sulla base della risposta ottenuta al trattamento il proseguimento della terapia”. La precocità della valutazione del tipo di paziente, se portatore o no del gene metilato, è un elemento di fondamentale importanza. “Si deve immediatamente poter analizzare le caratteristiche genetiche del tessuto tumorale ottenuto dall’intervento – continua la dott.ssa Brandes – prima dell’inizio della terapia sperimentale”. La dott.ssa Brandes è la coordinatrice per l’Italia di questo studio mondiale che potrebbe rappresentare un importante passo avanti nella lotta a questo tipo di tumore: la studiosa italiana è tra i massimi esperti mondiali di tumori del cervello, membro dell’EORTC e presidente del GICNO (Gruppo Italiano Cooperativo di neuro-oncologia).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Uto Ughi torna alla sua città natale

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

Grande ritorno a Busto Arsizio (Va) per Uto Ughi. Martedì 24 marzo alle 21 il grande violista terrà un certo nella sua città natale nella Basilica di San Giovanni accompagnato dall’orchestra I Filarmonici di Roma. Il concerto inizierà con la sinfonia n. 44 “Trauer – simphonie” in mi minore di Haydn, il Preludio e Allegro di Pugnani Kreisler e il concerto per violino e orchestra n. 7 in re maggiore K271a, poi il maestro proporrà brani ispirati dalle sensazioni ed emozioni che avrà provato in basilica. La Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate ha voluto partecipare all’evento con il suo sostegno. “Si tratta di un evento fondamentale per la storia musicale del nostro territorio – spiega Lidio Clementi, presidente della Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate – Un grande ritorno. Uto Ughi ha un modo molto particolare di suonare il violino, sembra quasi che dalla sua musica trapeli la sua anima, ci fa intravedere sentimenti e passioni profonde. In basilica al concerto un posto particolare verrà riservato ai ragazzi delle scuole del territorio, perché possano vedere dove la passione per la musica, l’impegno ed il talento possono portare”.Nato a Busto Arsizio il 21 gennaio 1944 Uto Ughi è tornato in varie occasioni nella sua città natale per condividere con i suoi concittadini la sua musica. Suona alternativamente un violino Guarneri del Gesù del 1744, forse uno dei più bei “Guarneri” esistenti, che possiede un suono caldo dal timbro scuro, e uno Stradivari del 1701 denominato “Kreutzer” perché appartenuto all’omonimo violinista a cui Beethoven aveva dedicato la famosa Sonata. Per permettere a tutti di assistere al concerto, i posti in basilica sono 900, saranno allestiti due maxi schermi nelle chiese di s. Maria e s. Michele a Busto Arsizio, dove l’evento sarà trasmesso in diretta. La serata verrà poi registrata in un Dvd, il cui ricavato sarà destinato a progetti di educazione musicale per le scuole del territorio.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

VII Salone d’Impresa

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

Venerdì 27 Marzo 2009 ore 16,30 Stra (VE).Villa Foscarini Rossi di  Imprenditori, manager, politici, docenti universitari, policy maker saranno chiamati a rispondere e ad analizzare un nuovo modo di fare economia: quella del Capitalismo delle Emozioni.  Mai si e saputo tanto o si e creduto di sapere sul mondo emozionale. Nuove espressioni linguistiche come: “intelligenza emotiva”, “la macchina delle emozioni”, “economia emozionale” rimandano a nuovi modelli di comportamento, a nuove gerarchie e a nuove classificazioni.  Un evento che permetterà ai partecipanti, con momenti ed interventi diversi,  di capire in che cosa si concretizza il mutamento organizzativo delle piccole e medie imprese di fronte alla nuova crisi mondiale.Connecting-Managers® sarà presente con il seguente convegno: Social & Business Network: Considerazioni su Marketing & Relazioni in epoca web 2.0 Roberta Benedetti, Releazioni Esterne Connecting-Managers®
Luigi Fusco, Presidente Connecting Managers® Claudio Ancilotti, Team Manager di 2.0TaskForceItaly  Alex Badalic, AAA Copywriter Pubblicità Varese Antonio Monizzi, Team Leader Connecting Managers®Ospite: Robert Jhonson Comunicatore e stratega di razza. Laurea in scienze biologiche all’universita del Quebec a Montreal, laurea in marketing e comunicazione alla Harvard Business School, due master in psicologia del cambiamento, consulente dell’ex presidente USA Bill Clinton, del campione NBA Michael Jordan, di Bill Gates. Formatore di top manager, politici e professionisti attraverso corsi specifici tenuti in giro per il mondo in piu di 70 nazioni. Conosce perfettamente sette lingue tra cui l’italiano. È considerato il life trainer numero uno al mondo per aver coniato la formula del cambiamento individuale, organizzativo ed internazionale.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Aerei e bagagli persi. Cosa fare

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

Quarantadue milioni di valigie consegnate in ritardo o smarrite, oltre un milione irrimediabilmente: sono i dati -relativi al solo 2007- diffusi dall’Air Transport Users Council (Auc). Non c’e’ viaggiatore aereo che non sia stato coinvolto in questa disfunzione talvolta anche criminogena e la situazione, invece di migliorare sembra che peggiori.Importante, quindi, sapere che fare. La prima cosa e’  di andare all’Ufficio oggetti smarriti (lost&found), presentare il proprio biglietto, il tagliando del bagaglio e compilare un modulo: operazioni che servono per avviare le ricerche del bagaglio perso. Il viaggiatore che vuole essere risarcito, per il bagaglio perso o danneggiato, deve presentare anche una denuncia alla compagnia aerea entro 21 giorni in caso di ritardo e entro 7 giorni in caso di danneggiamento. Spesso si dimentica di effettuare quest’operazione, confortati dalle assicurazioni degli addetti all’Ufficio oggetti smarriti che il bagaglio sara’ prontamente ritrovato e riconsegnato. Occorre pero’ fare attenzione ai tempi entro i quali fare la denuncia, poiche’ si rischia di non ricevere il risarcimento dovuto. La Convenzione di Montreal o di Varsavia stabiliscono valori diversi e prevedono un rimborso a bagaglio, indipendentemente dal valore del bene perduto (salvo il caso di maggiore dichiarazione di valore): * Per gli Stati che aderiscono alla Convenzione di Montreal: in caso di distruzione, perdita, danno o ritardo si ha diritto ad un risarcimento fino a 1.167 euro; * Per gli Stati che non aderiscono alla Convenzione di Montreal: per smarrimento o danno si ha diritto ad un risarcimento di 20 euro a kg di bagaglio. Si puo’ chiedere anche il rimborso degli abiti acquistati, allegando ovviamente le ricevute e il risarcimento del danno “biologico” subìto, la cui quantificazione e’ lasciata alla valutazione del passeggero che, per avere soddisfazione, dovra’ con molta probabilita’ rivolgersi al Giudice di pace.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le nuove tecnologie per una società dell’informazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

Roma 27 marzo 2009  Sala del Tempio di Adriano Piazza di Pietra,  Nuovo appuntamento del ciclo dei Seminari Bordoni centrato su nuove tencologie e società dell’informazione. Obiettivo dell’incontro è fare una sintesi delle diverse aree tecnologiche, sociali e politiche che sono raccolte sotto i temi e-inclusion ed e-government.  La partecipazione di tutti i cittadini alla società dell’informazione è un tema cruciale per il futuro dell’Europa: da una parte permetterà il loro accesso ai servizi resi disponibili dall’innovazione tecnologica, dall’altra aumenterà la competitività del mercato interno. La Conferenza Ministeriale di Riga ICT for an inclusive society, promossa dalla Commissione Europea nel 2006, ha vincolato lo sviluppo dell’ICT nei Paesi Membri al rispetto di principi comuni di inclusione digitale in campo legislativo, economico e sociale. Questo significherà attuare un quadro strategico mirato ad aumentare l’accessibilità tecnica dei siti e dei servizi in rete e ad estendere la copertura della banda larga, favorendo una crescita della cultura informatica (e-accessibility).   Accanto agli interventi di natura tecnologica per l’abbattimento della barriera digitale occorre anche promuovere l’uso dell’ICT per una più efficace partecipazione dei cittadini ai processi politici e amministrativi, introdurre piani di educazione permanente (e-competence), prevedere politiche per aiutare tutte le minoranze ad integrarsi e migliorare il loro stile di vita (e-inclusion socio-culturale e geografica) e garantire il pieno coinvolgimento a livello sociale e lavorativo a tutte le persone a rischio di esclusione per età e per diversa abilità. Keynote speaker della giornata saranno Loris Di Pietrantonio, della Direzione Generale per la Società dell’Informazione e i Media presso la Commissione Europea e Helle Zinner Henriksen, Professore in Digital Government alla Copenhagen Business School.  Seguirà, dopo una presentazione delle attività della Fondazione in tali tematiche, una tavola rotonda, nella quale rappresentanti di istituzioni, organismi e industrie faranno il punto sulla situazione italiana in fatto di e-government, e-inclusion ed e-accessibility.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovo statuto Unicam

Posted by fidest press agency su giovedì, 19 marzo 2009

Tra le novità introdotte dal nuovo Statuto UNICAM razionalizzazione della didattica e della ricerca riunite in un’unica struttura. Minori poteri e mandato unico per il Rettore che può essere sfiduciato. Ingresso di rappresentanti del mondo dell’impresa, della cultura, di enti, istituzioni, associazioni all’interno del Consiglio d’Amministrazione dell’Ateneo. Ruolo centrale degli studenti che non sono considerati dei semplici utenti, bensì componente fondamentale della Comunità universitaria e in quanto tali assumono un ruolo centrale e partecipano attivamente alla programmazione annuale e pluriennale dell’Ateneo e alla valutazione delle attività dell’Ateneo, con particolare attenzione alla valutazione delle attività didattiche: queste le principali novità contenute nello Statuto Unicam pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 63 del 17 -03 -2009 .  Con questa nuova carta statutaria l’Ateneo di Camerino risponde alle accuse che spesso l’opinione pubblica muove al Sistema universitario italiano, dando un segnale forte di cambiamento e accogliendo nel documento gli auspici e le linee guida espresse da svariati anni dal Ministero dell’istruzione, dell’Università e della Ricerca. Grande soddisfazione emerge dalle parole del Rettore Esposito: “il nuovo Statuto rende UNICAM il primo Ateneo che ripensa profondamente il proprio modello di governance. Abbiamo raccolto le esigenze di un contesto normativo e socio-culturale che non si può più far finta di ignorare.  Abbiamo lanciato forti segnali di cambiamento all’opinione pubblica affinché torni a scommettere sul futuro dell’Università in quanto luogo attraverso il quale si costruisce il futuro del paese. Abbiamo voluto spazzare via in un colpo solo i capi d’accusa rivolti al sistema universitario e fare dell’avvenire degli studenti la nostra vera e unica missione. L’elaborazione di un nuovo Statuto faceva parte del programma del mio Rettorato e oggi sono molto felice di poter affermare che non potrò essere rieletto.   Con questo Statuto si apre un terreno di sperimentazione per molti versi inesplorato. Sarà importante verificare la tenuta delle innovazioni sostanziali che sono state introdotte, una volta sottoposte alla prova delle sfide quotidiane che la società della conoscenza con ritmo incalzante impone.” Il nuovo Statuto è disponibile all’indirizzo http://web.unicam.it/ateneo/organizzazione/statuto.asp

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »