Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 25 marzo 2009

Hélène Grimaud incontra Daniel Harding

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Parma venerdì 27 marzo 2009, ore 20.00 con la Mahler Chamber Orchestra La grande pianista Hélène Grimaud incontra a Parma Daniel Harding per un attesissimo appuntamento che la vedrà impegnata con la Mahler Chamber Orchestra all’Auditorium Paganini di Parma venerdì 27 marzo 2009, ore 20.00, per la Stagione Concertistica 2008/2009 del Teatro Regio di Parma. Sarà dedicato al grande romanticismo tedesco il programma che segna il ritorno della prestigiosa orchestra fondata da Claudio Abbado che ha inaugurato lo scorso dicembre la Stagione Concertistica del Teatro Regio con uno straordinario appuntamento diretto dallo stesso Abbado e che da Parma partirà per una nuova e intensa tournée nel nostro paese. Alla bacchetta di Harding è affidata, in apertura, l’esecuzione dell’ouverture Genoveva di Robert Schumann, mentre l’affascinante pianista francese affronterà subito dopo il Concerto in sol maggiore per pianoforte e orchestra n. 4 op. 58. Il finale è affidato alla Sinfonia in fa maggiore n. 3 op. 90 di Johannes Brahms.  Star del pianismo internazionale e scrittrice di successo, Hélène Grimaud nasce a Aix-en-Provence il 7 novembre 1969. Entra al Conservatorio di Parigi nel 1982, a tredici anni, nella classe di Jacques Rouvier. Si diploma tre anni dopo a pieni voti. Nello stesso anno registra il Secondo concerto di Rachmaninov, con cui ottiene il Grand Prix du Disque dell’Accademia Charles Cros. Nel 1987 partecipa al Midem di Cannes, al festival di La Roque-d’Anthéron, interpreta il suo primo recital da solista a Parigi, suona con l’Orchestra di Parigi diretta da Daniel Barenboim e da quel momento si esibisce con le orchestre più prestigiose. A ventun anni si trasferisce negli Stati Uniti. I suoi dischi sono pubblicati dalla Deutsche Grammophon, i suoi due fortunati volumi – Lezioni private e Variazioni selvagge sono pubblicati anche nel nostro paese da Bollati Boringhieri. La sua passione per i lupi ha spinto nel 1999 Hélène Grimaud a fondare il Wolf Conservation Center, causa per cui continua a lottare. Più recentemente ha dato il proprio nome e sostegno a molte altre associazioni, tra cui Amnesty International, International Children’s Camp Villa Sans Souci e il World Wide Fund for Nature. Daniel Harding è stato assistente di Simon Rattle e Claudio Abbado e nel 1996, giovanissimo, ha diretto i Berliner Philharmoniker.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Combattere il razzismo e le discriminazioni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Roma 07 Aprile 2008   -Sala della Protomoteca in Campidoglio dalle 9 alle 13 Primo Convegno del Coordinamento Nazionale Antidiscriminazione “Sa phrala” Ogni persona c tuo fratello. Il Coordinamento si riunisce per discutere i seguenti punti all’ordine del giorno: 1) Denuncia degli episodi di razzismo e di discriminazione contro Rom e Sinti; 2) Strategie per combattere il razzismo e le discriminazioni; 3) Celebrazione della Giornata Mondiale della popolazione romang; 4) Accoglienza nuove associazioni nel Coordinamento; 5) Denuncia dei siti internet anti-Rom e Sinti che incitano all’odio razziale; 6) Varie ed eventuali; Sono stati invitati Deputati, Senatori, Europarlamentari ed artisti amici con diritto di parola (10 min.). Ad ogni associazione del coordinamento, attraverso il suo legale rappresentante, saranno dati 15 minuti per esporre la propria relazione. Gli interventi devono essere prenotati prima del convegno.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italia wave love festival 2009

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Livorno Venerdì 27 Marzoh 11.00 c/o Sala delle Cerimonie  Palazzo Municipale Piazza del Municipio 1 conferenza stampa per presentare Italia wave love festival 2009.. Saranno presenti: Alessandro Cosimi, Sindaco del Comune di Livorno Giorgio Kutufà, Presidente della Provincia di Livorno Roberto Nardi, Presidente Camera di Commercio di Livorno Gabriele Gargiulo, Dirigente della direzione Promozione, Relazioni Esterne-Gabinetto di Presidenza Autorità Portuale Mauro Valenti, direttore artistico Italia Wave Love Festival

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Unesco: patrimonio dell’umanità

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

San Marco Argentano 4 aprile prossimo alle ore 10.30, nella sala consiliare di palazzo santa Chiara di San Marco Argentano, antica ed importante cittadina del cosentino, sede della diocesi di San Marco Argentano-Scalea, si terrà un convegno sul tema Unesco: patrimonio dell’umanità. Interverranno all’iniziativa, moderata dallo scrivente, Pinotto Mollo, sindaco della città; Virginia Mariotti, assessore comunale alla cultura; Enrico Marchianò, presidente Club UNESCO Cosenza; Rita Fiordalisi, Biblioteca Nazionale Universitaria Cosenza; Adele Bonofiglio, Soprintendenza BAP della Calabria; Nella Mari, Soprintendenza BSAE della Calabria; Adriano Ritacco, referente Comitato promotore Club UNESCO San Marco Argentano; Giulio Serra, consigliere regionale.  Concluderà i lavori mons. Domenico Crusco, vescovo della diocesi di San Marco Argentano-Scalea. Nel corso della manifestazione sarà presentata l’istituenda sede Club UNESCO San Marco Argentano. Grande è l’attesa nella cittadina normanna per un evento storico che coinvolgerà istituzioni, enti, scuole, famiglie ed associazioni. Infatti, sono previste alcune iniziative collaterali di notevole impatto: ragazzi che frequentano le scuole elementari sventoleranno mille palloncini che voleranno poi nel cielo; saranno predisposti striscioni; locandine; inviti. La sala consiliare riceverà gli ospiti, che saranno accolti da alcune hostess, in un’atmosfera cordiale ma solenne.  Adriano Ritacco, referente del Comitato promotore Club UNESCO San Marco Argentano, non nasconde la sua soddisfazione per un’iniziativa di così alto livello e anche per le finalità che l’UNESCO si prefigge e che, come vuole ricordare l’attivo referente sammarchese, constano nel <<contribuire alla pace e alla sicurezza, promuovendo la collaborazione tra le Nazioni, attraverso l’educazione, la scienza, la cultura e la comunicazione, onde garantire il rispetto universale della giustizia, della legge, dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali che la Carta delle Nazioni Unite riconosce a tutti i popoli, senza distinzione di razza, sesso, lingua o religione>&gt.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Meeting with Australian Prime Minister Kevin Rudd

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

The White House. Oval Office Slight news content: POTUS says some greater regulation of hedge funds and other non-bank financial companies that could affect the global economy (like AIG) is necessary, promises to push for it at G-20 summit, doesn’t give specific details beyond endorsing the Treasury request for power to seize non-banks when they fail. Transcript should be out soon. POTUS and Australian Prime Minister Kevin Rudd spoke for several minutes each, then took questions — two each from the U.S. and Australian press. POTUS said their private meeting focused on Afghanistan, and Australia’s troop commitment there, and also on the global financial crisis. Rudd also mentioned climate change, and told POTUS, “It’s great to have America on board” on that issue. POTUS sat to Rudd’s left, in front of the fireplace, in the chair closest to the door where your pool entered the Oval. At the top, POTUS reaffirmed Australia’s strategic importance: “Obviously, there are very few countries that are closer than the U.S. and Australia.” Rudd agreed: “It’s a first-class alliance and a first-class partnership.” On financial issues, POTUS said “there is a great meeting of the minds between Prime Minister Rudd and myself.”Both leaders indicated they’d push Europe for some sort of action on toxic assets at the G-20 and for a world financial regulatory system that’s better coordinated than it is now, but neither gave much in the way of specifics. Rudd praised the administration’s toxic assets plan, announced Monday, as “an important step on the overall road to global economic recovery” and also called it “really fundamental stuff” which he’d like to see European nations match. Likewise, Rudd said the U.S. stimulus package was critical to global recovery. Asked about the request for the power to take over failing financial firms besides banks, POTUS brought up AIG. “Right now, we do not have resolution authority for a non-bank institution, like AIG, that’s comparable to what we have for banks,” he said. He said the administration was working with Congress. “In the absence of that capacity you can end up with the situation that we’ve been in, with an institution that poses a systemic risk to the system, but a lack of capacity to shut it down” when it fails. That would be only one phase of a broader push for new financial regulation, he said. Asked later about hedge fund regulation, POTUS demurred, saying greater regulation of the system was necessary but giving nothing specific. He did say it was no longer desirable to have the entire global financial system regulated under a framework set up in the 1930s. “There’s got to be a more comprehensive view than the one we have been taking,” he said. Once the meeting ended, your pool dashed around the Rose Garden to watch POTUS escort Rudd to his car. They walked out of the Oval Office a few minutes later, POTUS gesturing toward the swing set at one point. An Australian reporter called out, “Mr. President, any plans to visit Australia?” POTUS took the bait. “I would love to visit Australia,” he said. “Of course, I have been to Australia quite a bit. I love the Australian people.” The reporter who asked the question was instantly popular with the rest of the Aussies. “Good on you, brother,” one of his colleagues congratulated him. We now have a lid until 5 p.m. One addendum to the earlier report — your pooler left out the critical detail that POTUS also cracked a joke about Tang, the space drink of years gone by. He asked the astronauts if they still drink it, which left Sen. Bill Nelson looking like he couldn’t decide whether to laugh or smack POTUS in the head. For the record, the astronauts said they’ve moved on to other beverages.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Iphigénie en Aulide”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

riccardo-mutiNel corso della serata di sabato 21 marzo è andata in scena al Teatro dell’Opera “Iphigénie en Aulide”, diretta magistralmente dal Maestro concertatore Riccardo Muti. Un altro di quei personaggi di cultura apprezzati a livello internazionale che il sud ha partorito e continuerà a partorire. Nato nella città di Napoli, ha studiato pianoforte con Vincenzo Vitale, diplomandosi con lode nel Conservatorio di San Pietro a Macella e ha proseguito gli studi al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, dove ha conseguito il Diploma in Composizione e Direzione d’Orchestra, sotto la guida di Bruno Bettinelli e Antonino Votto. Nell’atto primo di “Iphigénie en Aulide”, la scena rappresenta l’accampamento dei greci in Aulide. La flotta greca costretta all’approdo per evitare le conseguenze dell’ira della dea Diana, alla quale Agamennone, re di Micene e generale dell’esercito greco, per placarla ha giurato di sacrificare sua figlia Ifigenia, al fine di ricevere venti favorevoli che consentano di salvare la sua flotta e di farla salpare verso Troia. Il sacerdote Calcante unitamente ai guerrieri greci sempre più impauriti premono affinché il sacrificio abbia luogo. L’angoscia del sovrano è enorme. La responsabilità per il popolo è forte ma lo è anche l’amore paterno. Pertanto il suo progetto è quello di evitare l’arrivo ad Aulide della figlia, facendole credere che il suo promesso sposo Achille si sia invaghito di un’altra donna. Ifigenia ha però già raggiunto con sua madre Clitennestra il campo greco, ma in breve diventa consapevole della falsa notizia dell’infedeltà di Achille, con il quale dapprima si mostra distaccata e offesa per poi riconciliarsi, rinnovando ancora una volta il giuramento di vivere insieme l’eterno amore. Nel secondo atto abbiamo la stessa scena. Le celebrazioni per le nozze imminenti hanno luogo, ma nel momento stesso in cui Achille conduce la fidanzata all’altare, si scopre l’orrenda verità: “ Ifigenia deve essere immolata”. Clitennestra, disperata supplica Achille di proteggerla. La fanciulla che ha un grande amore per Achille, ma nutre al tempo stesso, un senso di forte responsabilità per il popolo ed un legame di intensa spiritualità e di amore per la figura paterna, accetta rassegnata il funesto destino mentre l’eroe ed il promesso sposo giura di difenderla e sfida Agamennone. (Alberto De Marco in abstract) (foto muti)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

“I Valori e l’Economia”

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Roma,31 marzo,15.30, presso l’Auditorium della Tecnica di Confindustria, in Viale Umberto Tupini, 65 sarà dibattuto il tema “I valori e l’economia”. Interverranno Giulio Tremonti, Ministro dell’Economia e delle Finanze, Emma Marcegaglia, Presidente di Confindustria, Paolo Savona, Presidente della UniCredit Banca di Roma. Modererà Piero Schiavazzi, Direttore degli Eventi di Elea.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Visti biometrici per chi ha più di 12 anni

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Il Parlamento ha adottato una modifica dell’attuale istruzione consolare comune (ICC) per consentire agli Stati membri di rilevare gli identificatori biometrici obbligatori – immagine del volto e impronte delle dieci dita – dei richiedenti il visto, ma solo per chi ha più di 12 anni. Le nuove norme chiariscono poi il quadro normativo per l’organizzazione e la cooperazione tra i consolati degli Stati membri e, in particolare, per l’affidamento del servizio a un fornitore esterno.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Consiglio Nazionale della Democrazia Cristiana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Bologna sabato 28 marzo 2009, con inizio alle ore 10.00,  a Bologna aperta alla partecipazione dei rappresentanti di tutte le forze politiche ed associazioni aderenti al Terzo Polo di Centro. La riunione si terrà presso l’Hotel 4 Masini, in Via Masini n. 4 a Bologna. Tra i vari punti all’ordine del giorno: la partecipazione alle elezioni europee ed amministrative 2009, determinazioni in ordine all’uso del simbolo della Democrazia Cristiana, meeting dell’Amicizia tra D.C. austriaca e italiana a Klagenfurt il 04-04-2009, patto di collaborazione con la Federazione Nazionale Lavoratori, vari altri punti.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Voli più sicuri, brevi ed ecologici

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Il Parlamento europeo ha adottato dei testi legislativi volti ad accrescere le prestazioni del sistema aeronautico europeo. La gestione transfrontaliera del traffico, tramite blocchi funzionali dello spazio aereo, permetterà di percorrere rotte più brevi, risparmiando carburante e riducendo le emissioni. Saranno anche definite norme comuni in materia di sicurezza e infrastrutture aeroportuali, gestione del traffico aereo e servizi di navigazione.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La crisi idrica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

L’ignoranza, nel senso di non conoscenza, purtroppo dilaga. Anche tra i politici e tra alcuni operatori dell’informazione.  È questa l’amara considerazione da fare dopo la pretestuosa polemica scatenata qualche giorno fa sulle prescrizioni date dal Parco Nazionale della Majella per lavori all’interno del proprio territorio, sulla sorgente Rocca di Ferro, che porta acqua anche a Chieti. La sacrosanta posizione di tutela dell’ecosistema della Valle del Foro assunta dal Parco (a salvaguardia anche dell’Homo sapiens che, per sopravvivere, può “usare” ma non “consumare” le risorse) è stata strumentalizzata e presentata in maniera distorta. Sembra quasi che sia “colpa” degli ambientalisti se Chieti vive un’emergenza idrica causata, invece, da una pessima gestione della risorsa acqua che va avanti da anni e da una rete di distribuzione che tutti definiscono “colabrodo”, ma nessuno si preoccupa di rinnovare totalmente. Gli anfibi (a proposito: anche Salamandrina perspicillata è un anfibio e non una lucertola) e i pesci citati sono specie di grande rilievo, protette a livello europeo e, tra l’altro, rappresentano importanti indicatori della qualità dell’ambiente. Ovunque in Europa e spesso anche in Italia la tutela, che ha conseguenze positive per la qualità della vita di tutti gli esseri, uomo compreso, è praticata con grande impegno. Si arriva a sopraelevare strade per impedire che il traffico faccia stragi di anfibi, Da noi evidentemente è più importante portare ruspe nei boschi nel pieno della stagione riproduttiva, con danni e disturbo, diretto e indiretto, per decine di specie animali. Studiare un po’ di ecologia farebbe bene ai politici e a taluni disinformati operatori dell’informazione. La Socìetas Herpetologica Italica è un sodalizio scientifico che raccoglie studiosi e ricercatori, accademici e non, che si occupano di anfibi e rettili.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ora legale. Fa risparmiare? Sembra di no

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Domenica prossima, 29 marzo, alle due di mattina dovremo spostare in avanti di un’ora i nostri orologi e cosi’ sara’ fino alla ore tre del 25 ottobre 2009, quando invece dovremo tornare indietro di altrettanta ora. Il Governo, con apposito decreto dello scorso settembre ha cosi’ stabilito perche’ ci sarebbero vantaggi per tutti gli abitanti dello Stivale, essenzialmente per quell’ora in piu’ di luce naturale nelle ore pomeridiane/serali, che tarderebbero l’accensione dei vari sistemi artificiali per illuminare e alimentare le nostre attivita’. Ma siamo proprio sicuri di questo vantaggio? Secondo uno studio californiano, il risparmio di energia delle utenze private e quello per lo Stato del conseguente minore impatto ambientale, non sarebbe tale. I ricercatori per tre anni hanno valutato i dati dei contatori di oltre sette milioni di abitazioni nello Stato dell’Indiana  Il cambio d’orario: – ha incrementato i consumi annuali delle utenze domestiche tra l’1% e il 4%, per una spesa aggiuntiva di 8,6 milioni di Usd l’anno (quasi 6 milioni di euro); – per i costi che hanno inciso sull’inquinamento, il calcolo parla di 1,6/5,3 milioni di dollari l’anno (1,1/3,6 milioni di euro). Lo Stato dell’Indiana e’ stato scelto perche’, nel 2006, l’ora legale e’ stata introdotta su tutto il territorio, mentre prima riguardava solo 15 distretti su 92. L’analisi indica che “in primavera si verifica un leggero risparmio, abbondantemente vanificato nell’estate inoltrata e in autunno”. Motivo? La necessita’, nella prima primavera e in autunno, di accendere il riscaldamento la mattina presto e il maggior uso d’aria condizionata nei lunghi pomeriggi e nelle calde sere d’estate.  Pur con le dovute differenze di clima tra l’Indiana e l’Italia, e’ credibile anche da noi l’accensione dei riscaldamenti nella prima primavera meteorologica e in autunno (e anche settembre non scherza…), nonche’ l’accensione prolungata nelle serate estive dell’aria condizionata, soprattutto dopo che in questi ultimi anni il clima torrido, e relativi black-out energetici per il sovraconsumo, e’ frequente. Percio’ crediamo che sia opportuna una attenta valutazione anche nel nostro Paese e, a chi sicuramente ci ricordera’ che si tratta anche dell’attuazione di una direttiva comunitaria (2), ricordiamo che proprio in quella sede ci sono eccezioni notevoli, come la Gran Bretagna, rigidamente rispettosa dell’orario di Greenwich

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’opinione di Raffaello Morelli

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

L’on. Castagnetti ( importante esponente prima della DC, poi della Margherita ed ora del Partito Democratico ) ha dichiarato :” noi abbiamo due appartenenze, una alla Chiesa, una alla politica. Per me, come per Franceschini, per tutti noi cattolici, insomma, il vero “capo” è lui: il Papa.” Questa dichiarazione virgolettata attribuita all’on. Castagnetti dal primo quotidiano nazionale centra il cuore del problema, decisivo per l’Italia, del rapporto tra politica e religione. E non conta neppure se l’attribuzione è puntuale oppure no. Se non lo fosse potrebbe essere prontamente smentita, ma anche in tal caso, a parte il suo vero autore, compendierebbe con grande efficacia il vero nodo tuttora non sciolto del confronto politico italiano. Ciò che rende così diversa ed irrigidita la politica italiana rispetto a quella dei grandi paesi occidentali, non è affatto il rapporto tra livello di religiosità e istituzioni ( almeno negli Stati Uniti i credenti sono assai più numerosi e praticanti che da noi). E’ la circostanza che da noi molti credenti ( che soprattutto sono cattolici perché cattolico è il credo largamente più numeroso ) non sono stati ancora capaci di sciogliere il nodo del loro personale rapporto tra le proprie convinzioni religiose e le regole che presiedono alla convivenza con gli altri. Da un secolo e mezzo ( con conferme sia nell’esperienza applicata sia nella progressiva accettazione da parte di altre culture) , la cultura liberale ha indicato come strada maestra del vivere insieme la separazione dei ruoli, quello istituzionale dello Stato che regola la convivenza democratica e quello religioso della Chiesa cui lo Stato garantisce ogni espressione pubblica delle credenze individuali. Di fatto, tuttavia, in Italia la cultura della separazione è sempre più apertamente contestata e comunque mal sopportata da quei cittadini che, pur non appartenendo ad ordini ecclesiali,
vorrebbero, per spirito cortigiano, imporre nella convivenza comportamenti comunitari. Innanzitutto una identità religiosa univoca ove le diversità non sono ammesse ( o se ammesse, solo con uno statuto speciale che le rinchiude in una sorta di ghetto ). Di conseguenza, nel discutere le regole che lo Stato è chiamato di volta in volta a stabilire, il confronto e il dibattito politici non si svolgono sulle culture, sulle idee e sulle proposte civili che consentano una convivenza il più possibile rispettosa della libertà dei cittadini membri. Il tentativo è modellare le istituzioni pubbliche sulla fede religiosa che i cortigiani dichiarano prevalente. Per raggiungere il loro scopo, i cortigiani ricorrono spesso anche a totali falsità, come quando sostengono che in Italia sarebbe in pericolo la libertà di religione. Ma a parte queste assurdità che trovano udienza solo in piccole cerchie di tifosi e non nel grosso dell’opinione pubblica, i cortigiani riescono a diffondere una grave confusione concettuale anche in personaggi politici di primo piano. Specie in un paese come il nostro, in cui è forte l’abitudine ad essere formalmente ecumenici e a nascondere le differenze dietro i miti del conformismo e dell’unità in modo da impedire la libertà individuale dei cittadini. E così , anche politici di primo piano, fanno completa confusione circa i principi e le persone che devono presiedere al processo di confronto democratico per costruire le istituzioni. In una democrazia anche solo un pò ispirata al principio della separazione, è fisiologico che un capo religioso esprima come meglio crede i suoi dettami religiosi, che, per definizione, sono rivolti ai suoi credenti e sono atti di proselitismo verso gli altri cittadini, senza alcuna valenza sul piano civile. Il fatto non fisiologico – e pericoloso per la convivenza – è che questi uomini politici, con i loro comportamenti, si sforzino di applicare quei dettami nelle istituzioni. E per di più inducano altri cittadini, credenti o no, a riconoscere la guida politica ad una fede religiosa e ad un gran sacerdote, chiamando a riconoscere come capi persone mai sottoposte a scrutinio democratico e mai liberamene elette dai cittadini. Questa propensione , che in Italia è ancora oggi molto diffusa (principalmente nei due partiti più grossi), provoca la rigidità politica. Fa danno al paese. Ed è potenzialmente preoccupante perché spalanca le porte alla logica dei fondamentalismi, che non è davvero riferibile esclusivamente all’estremismo islamico. Perdissolvere tale rigidità, non basta che questi uomini politici non dicano queste cose. Occorre che questi uomini politici divengano capaci di sciogliere questo loro nodo personale, separando il credo privato dalla politica pubblica. E cambino la loro mentalità in senso più liberale. Accettando che la convivenza è solo tra diversi. Per natura. (Raffaello Morelli presidente federazione dei liberali)

Posted in Editoriali/Editorials, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Consiglio europeo: Applausi e sfiducia

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Appena concluso il Consiglio europeo, il Presidente della Commissione Barroso ringrazia, di fronte alla sessione plenaria del Parlamento europeo, il Primo Ministro della Repubblica Ceca Topolanek, presidente di turno dell’Ue, per aver consentito di arrivare a importanti risultati concreti. Il Primo Ministro raccoglie, praticamente allo stesso tempo, da una parte i complimenti del Presidente e dell’assemblea di Strasburgo, e dall’altra la sfiducia del suo parlamento nazionale a Praga, a causa dell’emergenza economica dovuta alla crisi. Ma lo stesso parlamento ceco, l’unico su 27 a non aver ancora approvato il Trattato di Lisbona (insieme all’Irlanda bloccata dal voto negativo al referendum) e a mantenere di fatto l’Unione europea nella situazione di stallo istituzionale che dura ormai da troppo tempo, sembra disposto a mantenere in carica l’esecutivo di Topolanek fino al termine del semestre di Presidenza dell’Unione europea.    Dell’importanza e la concretezza dei risultati del Consiglio (stimoli economici importanti e coordinati pari al 4% del PIL, 5 miliardi di euro ai progetti energetici strategici, un’agenda solida e coerente in vista del G20 di Londra, un programma regolamentare ambizioso, un messaggio forte contro ogni forma di protezionismo, un impegno sostenuto e solidale a favore degli obiettivi del millennio a favore dei più poveri del mondo), nessuno dubita. Tanto meno nei primi giorni di timida luce per le borse. Ma proprio perché non si dubita dei risultati e della necessità di agire insieme, ci sorge spontanea una domanda: fino a dove potranno arrivare gli sforzi comuni per il bene dell’Europa e dei suoi cittadini il giorno in cui le istituzioni europee potranno agire libere da condizionamenti quali quelli cui è sottoposto oggi, tanto per citare l’esempio attuale, la sua massima autorità politica (il Presidente Topolanek) a causa di un meccanismo istituzionale alquanto bizzarro?

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Starza (Pdl) smentisce

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

“Circa una mia presunta adesione al movimento di Daniela Santanchè come riportato oggi sul quotidiano Libero, smentisco tale illazione, essendo io delegato al congresso di fondazione del Popolo della Libertà, che si terrà venerdì prossimo, e quota Alleanza Nazionale dove sono stato membro dell’assemblea nazionale”. E’ quanto dichiara Giulio La Starza (Pdl)

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

IV Congresso Nazionale Fegica Cisl

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

L’Assessore alle Attività Produttive Davide Bordoni ha partecipato questa mattina al IV Congresso Nazionale FEGICA Cisl, presso il salone delle Fontane, Roma Eur. Il convegno ha l’obiettivo di fare il punto della situazione nel settore della distribuzione dei carburanti, definendo le politiche e le strategie della federazione per i prossimi quattro anni. “L’Amministrazione Comunale è in prima fila su questi temi – ha dichiarato l’Assessore alle Attività Produttive Davide Bordoni – e il Piano Carburanti del Comune di Roma è la prova di questo impegno. E’ una piattaforma di partenza degli obiettivi di questo Assessorato che si propone di ridare stimolo all’ammodernamento e all’efficienza della rete comunale della distribuzione dei carburanti. L’obiettivo è l’incremento dei servizi resi all’utenza inerenti alle attività commerciali e di somministrazione. Fondamentale è la figura del gestore degli impianti di distribuzione in quanto parte di quella piccola e media imprenditoria da proteggere e sostenere. Dobbiamo sviluppare nel territorio comunale una rete di carburanti moderna ed efficiente, aggiornata agli standard europei. Pensare allo sviluppo di tutte quelle attività commerciali integrative che siano collegate alla possibilità di abbassare il prezzo al dettaglio”. “Ho già dato disposizioni ai miei uffici – continua l’Assessore – per convocare un tavolo tecnico con tutte le organizzazioni di categoria per un confronto costruttivo e aperto nell’ottica della partecipazione e del consenso”. “Vorrei infine segnalare – conclude Bordoni – l’importanza di valutare l’opportunità di un invito alla Regione per una riforma della legge regionale 8/2001 divenuta ormai indispensabile viste le novità normative statali come la legge 133/2008”. All’evento partecipano 210 delegati in rappresentanza degli oltre 5400 iscritti sparsi su tutto il territorio nazionale, che saranno chiamati a rinnovare gli organi statutari della Federazione, Il congresso è anche l’occasione per aprire un dibattito con gli esperti del settore e le Istituzioni per una riflessione approfondita su alcuni temi sensibili del ramo come la razionalizzazione del mercato della distribuzione dei carburanti, la crisi internazionale e la competitività a livello locale.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Contaminazione alla Call & Call

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Il responsabile per la Liguria dell’Italia dei Diritti: “Mi auguro che si tratti semplicemente di un atto goliardico”  Riguardo all’episodio accaduto due giorni fa a La Spezia nella sede in via Fontevivo del call center Call & Call, in cui ci sarebbe stata una contaminazione di gas urticante, il responsabile ligure dell’Italia dei Diritti Maurizio Ferraioli, dopo aver assunto informazioni presso alcuni dipendenti, dichiara: “Eliminata l’ipotesi di contaminazione dei condotti di aerazione, mi auguro che si tratti semplicemente di un atto goliardico e che non sia collegato allo sciopero indetto da un’altra azienda che opera nel settore dei call center, come lasciano intuire alcuni recenti articoli. La Call & Call è un’azienda ben amministrata e ben diretta che negli ultimi anni si è fatta carico delle esigenze delle proprie lavoratrici e lavoratori assumendoli quasi tutti a tempo indeterminato e programmando per i restanti la soluzione a scaglioni. Ci sembra opportuno ribadire- continua Ferraioli- sempre per informazioni assunte nell’ambiente,  che i dipendenti svolgono le loro mansioni in un ambiente protetto e almeno per ora con la serenità e la garanzia della conservazione del posto di lavoro. Il direttore ha dimostrato anche nell’episodio accaduto lunedì la sua efficiente professionalità evacuando immediatamente i locali. Italia dei Diritti auspica che in ogni caso vengano effettuati tutti gli accertamenti indispensabili per verificare che gli operatori e le operatrici possano continuare a lavorare senza la paura che vengano arrecati danni alla loro salute. E’ doveroso- conclude il responsabile per la regione Liguria del movimento presieduto da Antonello De Pierro- per chiunque sia preposto a farlo, continuare a lavorare perché questo sacrosanto diritto sia sempre garantito”

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il premio cronista Piero Passetti

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Viareggio 3,4 e 5 aprile  al Gran hotel Royal per il quinto anno consecutivo, grazie alla collaborazione fra Unione nazionale cronisti italiani e Comune di Viareggio,  Provincia di Lucca,  Fondazione festival Puccini, Fondazione Carnevale,  Regione,  Apt Versilia e Apt Lucca. Gli enti e le fondazioni, insieme a Banca della Versilia Lunigiana e Garfagnana, a Fondazione Banca del Monte, Ducato spa e Lions club Viareggio-Versilia radicano sempre di più al territorio uno dei premi di giornalismo più prestigiosi d’Italia. Anche quest’anno, l’obiettivo del premio è di portare alla ribalta i temi più attuali e più scottanti della cronaca attraverso le migliori inchieste italiane che spesso hanno anche risonanza all’estero. Il primo esempio in questo senso, lo fornisce proprio il premio città di Viareggio che negli anni è stato attribuito a Sigfrido Ranucci, per lo scoop delle bombe al fosforo su Falluja, Milena Gabanelli, per la trasmissione inchiesta Report, a Lirio Abbate, il collega dell’Ansa costretto a vivere sotto scorta da quando ha dato la notizia dell’arresto di Bernardo Provenzano, a Vera Schiavazzi (Corriere della Sera) per lo scoop sul documento scandalo sul rogo della Tyssen group di Torino. Quest’anno il premio non è da meno: viene attribuito a Carlo Bollino direttore de La Gazzetta del Sud e a Giuseppe Lobuono presidente della società Edisud. Spa per l’impegno contro le norme liberticide sul divieto di pubblicazione delle intercettazioni. E’ la prima volta che il premio Viareggio viene assegnato a un direttore e, soprattutto, al presidente di una società editoriale. La scelta può sembrare in contrasto con le vicende degli ultimi anni della stampa italiana che combatte contro gli editori per il rinnovo del contratto di lavoro, scaduto da un quadriennio. In realtà non è così: la Gazzetta del Mezzogiorno è il giornale che, per primo, ha avuto l’idea di scrivere, in fondo agli articoli di cronaca giudiziaria, che una serie di notizie non sarebbero state rese note se fossero già in vigore le disposizioni del decreto Alfano. Questa iniziativa è stata resa possibile proprio dalla disponibilità del direttore e della società editoriale a pubblicare la chiosa agli articoli giudiziari.  Fra l’altro, proprio la questione delle intercettazioni è al centro del dibattito e del convegno internazionale in programma sabato 4 aprile al Royal alla presenza di Renate Shroeder, direttore della federazione europea di giornalismo, del costituzionalista Enzo Cheli e di Alessandro Butticè, portavoce dell’Oalaf e coordinatore della Oafcs, la rete dei comunicatori delle polizie  europee anti-frode.  Questo, però, non è il solo appuntamento internazionale e di confronto fra Italia ed Europa. Importante è l’incontro previsto venerdì pomeriggio fra i cronisti italiani e Clive Stafford Smith, avvocato inglese che da anni si batte a livello mondiale per il rispetto e la tutela dei diritti civili. A Viareggio Stafford Smith è stato invitato in quanto legale del cameraman di Al Jazeera, Sami Al Haj, rimasto prigioniero per 6 anni a Guantanamo: durante questo periodo, il collega non è mai stato accusato di niente. In compenso è stato sottoposto a oltre 200 interrogatori e liberato dopo anni di sofferenze pochi mesi fa. A Viareggio Stafford Smith parlerà di queste sue battaglie e della difficoltà che esiste, anche a livello internazionale, di mantenere diritta la barra della libertà di stampa.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Crisi dell’auto: un quadro europeo per gli incentivi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

Riconoscendo l’importanza dell’industria automobilistica per l’occupazione, l’innovazione e la competitività, il Parlamento chiede di definire un quadro d’azione europeo per le misure a sostegno del settore, senza distorcere la concorrenza. Sollecita poi la semplificazione e l’aumento del sostegno finanziario al comparto, specie tramite la BEI e i programmi di rottamazione, con lo scopo di sostenere e accelerare le necessarie trasformazioni tecnologiche e garantire l’occupazione. Il Parlamento chiede anche di agevolare, migliorare e velocizzare l’accesso ai fondi dell’UE a sostegno della R&S e dell’innovazione e di garantire parità di condizioni sul piano internazionale, evitando misure protezionistiche sul mercato mondiale.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia: multa all’Enel per tutelare i consumatori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 25 marzo 2009

“Il provvedimento sanzionatorio pari a 2 milioni di euro che l’Autorità per l’energia elettrica ha inflitto all’Enel è un importante intervento a garanzia dei consumatori”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario Generale dell’Unione Nazionale Consumatori. “La multa -spiega Dona- è il frutto dell’indagine dalla quale è emerso che Enel Distribuzione non ha effettuato presso tutti i clienti allacciati alla rete il tentativo obbligatorio di lettura annuale per il periodo compreso tra il 2003 e il 2005”. “La mancata lettura -prosegue Dona- ha portato un grave danno ai consumatori che si sono ritrovati a ricevere bollette di conguaglio estremamente elevate”.“Da parte nostra apprezziamo il continuo impegno dell’Authority -conclude Dona- e insistiamo nel sostenere che non si può tollerare il mancato adempimento di regole e normative poste a tutela del consumatore, specie se ciò avviene ad opera di aziende leader sul nostro mercato”

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »