Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 4 aprile 2009

Se il GPace si fa a Lecce allora anche il G8 a Lecce

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

tremonti

L’obiettivo del G8, come emerso dalle dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dal ministro Giulio Tremonti, è quello di elaborare un “Manifesto del diritto futuro”, in cui individuare e mettere a punto le regole e le direttive che sono mancate in questi anni di eclissi giuridica e globalizzazione selvaggia. Il frutto di questo lavoro, ha spiegato il ministro, verrà poi offerto, come documento di indirizzo circa le misure da adottare e le raccomandazioni da rivolgere ai paesi membri e alle organizzazioni internazionali al vertice di luglio della Maddalena. Mentre l’obiettivo del GPace è quello di raccordare e riunire in un unico luogo migliaia e migliaia di giovani da ogni parte d’Italia e del mediterraneo per mandare un forte messaggio al mondo che parla di pace, di tolleranza, di reciproco rispetto e di non violenza. Il 23 maggio tutti i giovani riuniti nella città di Lecce formeranno una simbolica gigantesca Stella Umana di Pace, ossia, partendo dalla centralissima Piazza Mazzini, i ragazzi creeranno cinque catene che si indirizzeranno in cinque direzoni diverse simboleggaindo, appunto, una forma di stella (logo del movimento). Dopo la rappresentazione simbolica della stella, i giovani raggiungeranno in massa un’area della città in cui avrà luogo il concertone “DreamPeace”. Un festoso e spettacolare jam party in cui musicisti e band, a partire dal primo pomeriggio, saliranno sul palco in forma gratuita a suonare e a far ballare tutti i presenti a suon di rock, pizzica, reggae e pop. “GPace – Giovani per la Pace” ha ricevuto il patrocinio della Presidenza della Repubblica, dell’UNICRI (organo dell’ONU), della OMPP WOFP (Organizzazione Mondiale per la Pace), della Commissione Europea, dell’Università del Salento, della Regione Puglia, della Provincia di Lecce e del Comune di Lecce. E’ un progetto che nasce dal basso, dai giovani, e non, come spesso accade, dagli adulti. Questo offre al movimento una marcia in più in quanto i “linguaggi” di comunicazione (il gergo, la grafica, gli strumenti) sono proprio quelli del loro mondo. “GPace” riuscirà ad arrivare ai giovani in maniera diretta e non come una “classica” lezione dall’alto. Inoltre il movimento “GPace” è una “creatura di oggi”, ossia nasce nell’era delle grandi potenzialità della comunicazione multimediale, parliamo di Internet e di tutti servizi collegati (social network, mailing, blog, …) tutte le comunicazioni sono quindi immediate, economiche, veloci e globali. Prova ne è che due giorni dopo la nascita del movimento, esisteva già il sito ufficiale del movimento http://www.gpace.net, il gruppo specifico su Facebook, il social network più utilizzato al mondo, su MySpace, su Msn. Il sindaco di Lecce Paolo Perrone ha accolto con entusiasmo ed emozione la scelta ricaduta sul capoluogo salentino ed ha tenuto a ringraziare il Governo ed il ministro Tremonti: “la nostra Città sarà Città del Mondo e si prepara al meglio per esprimersi quale Città degli eventi e delle opportunità che guardi il futuro con fiducia, quale luogo aperto che faciliti anche le decisioni pubbliche ed attragga per le bellezze dei nostri luoghi e per la ospitalità della nostra gente. E’ un programma politico nel quale credo e con forza porterò avanti questo progetto in cui invito ad avere fiducia sempre di più, tutti gli enti, istituzione e forze economiche sociali che si identificano in questo sforzo ambizioso, ma di prospettiva positiva”. (foto tremonti)

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tree bar con Rafael Moraes

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

rafael

Roma Via Flaminia, 226. Per la prima volta il Tree Bar da il benvenuto a Rafael Moraes – eclettico musicista brasiliano – e al suo sofisticato dj set, in una serata tutta dedicata ai sapori brasiliani. L’esperimento Nomumbah è stato ideato dai tre musicisti Ale Reis, André Torquato e Rafael Moraes, pubblicati da Yoruba Records. Unito dallo stesso stile musicale, il trio cerca musica carica di riferimenti, collegando l’elettronica con la musica strumentale brasiliana e il soul internazionale. Crea un ponte tra elementi di jazz, ritmi spezzati, sfumature afro latine, deep house e soprattutto musica brasiliana con tutti i suoi sotto-generi.  Noti per i loro remix di Lo Borges “Tudo que você Podia Ser” e “Like A Rainbow”, con la splendida voce di Nadirah Shakoor, questo insolito trio proveniente da Sao Paulo, ha ricevuto elogi da parte di gente del calibro di Jazzanova e da tutti gli appassionati e addetti ai lavori. Nomumbah ha raggiunto quello che in pochi sono riusciti a fare cioè mantenere l’essenza della bellezza culturale brasiliana fondendola con la musica elettronica. Rafael De Oliveira Moraes è stato contornato fin dalla culla dalla musica, libri, poster, l’enorme collezione di dischi di famiglia e anche musicisti in carne ed ossa come Elis Regina, Tom Zè, Renato Teixeira, Arrigo Barnabe per citarne alcuni. Capisce ben presto che la musica è la sua strada e frequenta la “Tom Jobim Music University”, iniziando a preparare delle performance musicali con tecniche diverse, collaborando con i suoi piatti e le percussioni con molti artisti brasiliani. Inizia la sua carriera come producer collaborando con marchi come Vogue, Samsung, Talent, Sao Paulo Fashion Week. Si è esibito in molti prestigiosi club in Brasile, Londra, Parigi. (foto rafael)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Monferrato Aperto

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

monferrato

E’ la nuova proposta  turistica offerta dal Monferrato Casalese e dall’area circostante della Pianura del Po. L’idea nasce da Mondo (consorzio pubblico-privato per la promozione del territorio) e prevede l’apertura dei monumenti e degli interni più significativi del territorio – e contestualmente di aziende e cantine della produzione tipica – insieme all’organizzazione di percorsi culturali e artistici con visite guidate ed eventi che conducono i visitatori anche lungo itinerari paesaggistici e ambientali, diversi a seconda della stagionalità. L’iniziativa decolla dal weekend di Pasqua (11 – 12 aprile) per ogni secondo fine settimana del mese (escluso agosto), fino ad ottobre ed oltre, in concomitanza con lo svolgersi del “Mercatino dell’Antiquariato” e di “Casale Città Aperta” nella capitale del Monferrato. Tante occasioni per avvicinarsi all’arte, entrare nelle chiese, passeggiare in natura, indugiare nei luoghi del vino attraversando i borghi più incantevoli. Un viaggio tra chiese e santuari, cascine e mulini, castelli e musei, storia e mercatini tematici, infernot e cantine, alla scoperta di un territorio inedito.  Ad Ozzano – in occasione di manifestazioni o su prenotazione – si potrà essere accompagnati lungo il caratteristico centro storico facendo tappa nella trecentesca Chiesa di San Salvatore che custodisce gli affreschi del ‘400 – ‘500 della scuola dello Spanzotti.; la Chiesa di San Francesco e la Chiesa di S. Antonio a Moncalvo – aperte tutte le domeniche con possibilità di visite guidate su richiesta – racchiudono bellissimi altari e dipinti del Caccia e della sua scuola; ad Alfiano Natta dalla Chiesa di Sant’Agata, costruita nel 1600 sulla sommità della frazione Cardona, con caratteristico campanile triangolare poi ricostruito in stile barocco, si potranno raggiungere tutti i punti storici e caratteristici del paese, attraverso percorsi effettuati da una guida locale su prenotazione. (foto Monferrato)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Prospettiva danza teatro 2009

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

raghunath

Padova 19 aprile (dalle ore 11 alle 14), al Teatro alle Maddalene all’interno del festival Prospettiva danza teatro 2009, diretto da Laura Pulin, vi sarà un momento formativo di grande prestigio: il coreografo, danzatore e musicista  indiano Raghunath Manet condurrà, un seminario di danza indiana Bahrata Nâtyam, stile coreutico originario dei templi della regione del Tamil che vanta una tradizione di oltre tremila anni. Manet, salutato come il “Nureyev indiano” dalla stampa internazionale e definito miglior ballerino di Bharata Nâtyam nel 1987, ha ricevuto il titolo di Maestro della danza nel 1990 quale  uno dei principali esponenti di quest’arte antica dell’India del Sud. Nel corso del seminario verranno esplorati i due aspetti principali della danza: Nritia, cioè la tecnica, e Nriiya, ossia l’interpretazione emotiva attraverso i movimenti delle mani (mudras) e le espressioni del viso (abhnaya).  Il Bharata Nâtyam, che ha superato i confini dei templi indù diffondendosi in tutto il mondo, è caratterizzato da una sofisticata grazia delle movenze, e accompagnato dalle composizioni liriche della veena, il più antico strumento classico del Sud dell’India. Nonostante la diffusione planetaria, il Bharata Nâtyam non ha mai perso la sua profonda religiosità, che si manifesta nella mistica identificazione della danzatrice con la divinità. Il seminario è rivolto a danzatori ed è aperto fino ad un massimo di 35 iscritti. Il costo di partecipazione è di 45 euro. Per informazioni ed iscrizioni, tel. 339 7898967.
Raghunath Manet è originario di Pondichéry (antica colonia francese in India). Questo ambasciatore delle arti tradizionali può sfoggiare una carriera di musicista e ballerino condotta con maestria. Molto apprezzato per aver rinnovato e introdotto per la prima volta il concetto di coreografia nel Bharata Nâtyam viene considerato, per questo motivo, uno dei migliori rappresentanti di questa arte millenaria, danza classica del Sud dell’India, e della veena. È stato avvicinato a questa arte dal venerabile maestro Sri Nathan, della scuola del tempio di Villenour, e ha approfondito la sua conoscenza della danza classica a Kalakshetra, la grande Accademia di danza e musica di Madras. In seguito ha studiato il repertorio tradizionale della danza con i grandi maestri garanti della tradizione, come Ram Gopal, straordinario ballerino indiano che, alla testa propria compagnia, è stato il primo a far conoscere il Bharata Nâtyam in Occidente negli anni quaranta. (foto ragunath)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Una navigazione esclusiva tra passato e futuro

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

veliero

Signora del Vento è un veliero a tre alberi lungo circa 85m con una superficie velica di oltre 3000 mq che nasce in Polonia nel 1962, navigando per oltre 30 anni nei mari del nord. A partire dagli anni ’90 viene impiegato come Nave Scuola nelle acque di tutto il mondo, partecipando a innumerevoli raduni di velieri. Nel 2006 approda nel Mediterraneo e viene ristrutturato completamente per adeguarlo agli altissimi standard di sicurezza necessari all’ottenimento della bandiera italiana e all’iscrizione nei Registri Italiani seguendo la normativa SOLAS del RINA.  “Signora del Vento offre un’esperienza unica a chi la vive” commenta il Capitano Andrea Coscia. “A bordo è possibile imparare le tecniche di navigazione, le manovre, l’uso della strumentazione di bordo, l’armamento e la gestione delle vele”. Queste attività, unite a elementi come mare e vento, consentono di vivere esperienze di gruppo uniche: particolarmente adatte per chi vuole fare team building. Chi invece sogna una vacanza indimenticabile nel Mediterraneo, potrà affidarsi all’esperienza dell’ equipaggio che è in grado di suggerire i luoghi più incantevoli su ogni isola o lungo la costa, personalizzando il viaggio in base alle singole richieste.  Ormeggiata a Civitavecchia (RM), Signora del Vento dispone di 27 cabine doppie/matrimoniali predisposte per accogliere fino a 58 passeggeri. I 600mq di ponte possono accogliere fino a 200 persone per un day cruise o per una cena di gala.  La sobrietà e la cura dei dettagli, il calore e la polivalenza degli ambienti, unitamente alle molte attività possibili all’interno del veliero valorizzano le iniziative ospitate da Signora del Vento veicolando nel modo più efficace l’immagine dell’azienda. Un contesto coinvolgente fatto di piacere, divertimento e motivazione. (foto veliero)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

P.A. Gravissimo attacco alle lavoratrici

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

Dopo aver confermato la decisione del Governo di innalzare l’età pensionabile, il Ministro Brunetta ha lanciato un violentissimo attacco alle lavoratrici pubbliche. “Le donne della P.A. vengono utilizzate da anni per colmare il vuoto dello stato sociale nel nostro paese, supplendo alla mancanza assoluta di servizi pubblici, di nidi pubblici, di assistenza sanitaria e domiciliare per anziani malati, di assistenza adeguata ai portatori di handicap”, denuncia Paola Palmieri, della Direzione Nazionale RdB-CUB Pubblico Impiego. “E’ quindi evidente che il vero obiettivo è quello di espellere le donne dal mondo del lavoro, a cominciare dalle lavoratrici pubbliche, per obbligarle a svolgere definitivamente le funzioni che dovrebbero essere assicurate  dallo stato sociale. Oltre a questo – prosegue Palmieri –  il Governo vuole costringerle al lavoro per ulteriori 5 anni, cancella il divieto del lavoro notturno per le donne in gravidanza e fino ad un anno di vita del bambino, licenzia centinaia di migliaia di lavoratrici precarie dai nidi comunali, dalle scuole, dalle aziende sanitarie e dagli enti di ricerca”, conclude la dirigente RdB-CUB P.I. Per tali ragioni la RdB-CUB ha formalizzato una richiesta di incontro urgente al Ministro per le pari opportunità, On. Mara Carfagna, ed ha invitato le parlamentari elette in ambedue gli schieramenti politici a sostenere l’appello lanciato dalla stessa RdB-CUB e firmato da migliaia di lavoratrici pubbliche contro l’aumento dell’età pensionabile.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

TLC: basta promesse di Pulcinella!

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

“Quanto è veloce la connessione Internet di Wind-Infostrada?” E’ quanto si domanda l’Unione Nazionale Consumatori che negli ultimi tempi ha ricevuto numerose segnalazioni da parte di utenti che si lamentano del servizio. “Dal gennaio 2008 -si legge nella nota dell’Associazione- i vecchi abbonati Wind hanno visto modificarsi il proprio contratto ‘Libero Tutto incluso’ con la promessa di navigare più velocemente in Internet, passando, nel dettaglio, da 4 ad 8 mega. Il tutto per ‘adeguamenti tecnologici’ della banda di connessione finalizzati ad ottenere un miglioramento delle prestazioni ADSL per gli utenti”. “Peccato -prosegue l’Unione Consumatori- che solo i nuovi clienti hanno potuto usufruire subito degli 8 mega di velocità, mentre i clienti più ‘vecchi’ sono ancora in attesa. Inutili i reclami al call center anche perché risulta impossibile la segnalazione del problema on line al sito della Wind”. “Da parte nostra -conclude l’Unione Consumatori- grazie alle segnalazioni dei nostri associati abbiamo chiesto chiarimenti formali alla compagnia telefonica. Restiamo dunque in attesa di risposta; intanto tutti coloro che vogliono segnalarci il proprio caso, possono utilizzare lo sportello ‘segnalaci un problema’ disponibile sul sito http://www.consumatori.it ”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Polizia: risorse non demagogia con le ronde

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

Roma. 6 aprile 2009, dalle ore 14 fino alle ore 19 i poliziotti scendono nuovamente in piazzamettendo in atto uno specifico presidio davanti a Montecitorio dopo il volantinaggio del 31 marzo davanti al Viminale. Lo fanno in concomitanza con la discussione alla Camera dei Deputati del decreto sulle ronde. Lo scopo dell’iniziativa è quello di ribadire la forte contrarietà alla norma che sta per essere discussa in Parlamento e, al tempo stesso, l’iniziativa costituirà un momento di sensibilizzazione dell’opinione pubblica rispetto ai tagli alla sicurezza e alla necessità di garantire reali quanto necessarie risorse alle Forze dell’Ordine. L’attuale carenza di sicurezza che si evidenzia ovunque nel nostro Paese non può essere nascosta da una coltre di fumo, perché solo questo produrrebbe l’impiego delle “ronde”, ma deve trovare soluzioni concrete. Se la “concretezza” comporta spese che non si vogliono sostenere, allora forse è meglio dire ai cittadini italiani che la loro sicurezza non è tra le priorità del Governo, ma all’ultimo posto.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

WFP launches first food voucher operation in middle east

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

The  United Nations World Food Programme (WFP) has launched a food voucher operation, the first of its kind in the Middle East, to assist some 30,000 people in the occupied Palestinian territories (oPt). The  12-month  voucher operation began yesterday in urban areas of the West Bank, where the price of basic food commodities such as wheat flour, sugar, rice, oil, pulses and milk increased by almost 70 percent in 2008. Families will  receive  eight vouchers  per  month,  with a monthly value of NIS200 (US$50). Voucher  and cash transfer programmes allow WFP to address hunger when food is available but people are unable to afford it. The  UN  agency  is also planning to start a food voucher operation in Gaza for about 15,000 people. This will enable them to access food directly from small-  and  medium-sized  traders  in Gaza and help restore the food chain that has been affected with the recent conflict there. The   US$6.7  million  voucher  project  was  conceived  and  developed  in collaboration  with  the  Palestinian  Authority. Voucher distribution took place  yesterday  in  Qualqilya  and  will  continue in Hebron, Nablus, and Tulkarem,  with  Action  Contre  la Faim (ACF) and Catholic Relief Services (CRS) as WFP’s cooperating partners. Beneficiaries  will  be  able to use the vouchers in selected shops, to buy bread, eggs, milk, yoghurt and two types of white cheese. A  study  carried  out by WFP in July 2008 found that people in the oPt are highly  vulnerable  to the impact of global food prices on domestic markets because of their dependence on imports. Donor  countries  contributing  so  far  to  the operation are Saudi Arabia (US$2.5 million) and France (US$2 million). WFP is the world’s largest humanitarian agency and the UN’s frontline agency for hunger solutions. In 2009, WFP aims to feed around 100 million people in 77 countries. WFP now provides RSS feeds to help journalists keep up with the latest press releases, videos and photos as they are published on WFP.org. For more details see: http://www.wfp.org/english/?n=999.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Tumore del colon-retto

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

Cresce il numero di italiani che hanno sconfitto il tumore del colon-retto: sono ormai il 54% dei pazienti. Ma i morti ogni anno restano 18.000: troppi, a fronte degli screening e delle terapie oggi disponibili. L’esempio della Toscana deve farci riflettere: nonostante l’elevato consumo di carne rossa, uno dei principali fattori di rischio per questo tumore, presenta una mortalità in linea con la media nazionale, con 1.600 decessi l’anno. Non solo: chi si ammala ha più probabilità di sopravvivere (59% gli uomini, 60% le donne). Le ragioni? Un ottimo servizio di screening e il coordinamento dei servizi di diagnosi e cura oncologica gestito dall’Istituto Toscano Tumori. Lo screening in particolare copre il 51.4%  della popolazione eleggibile, con una lieve prevalenza di quella femminile (52,9% vs 49,2%) esteso dal 2007 a tutto il territorio regionale, rende la Toscana una fra le eccellenze italiane. “Ma solo 6 regioni raggiungono questo standard e, nel sud, i livelli sono inferiori al 10% – spiega Francesco Boccardo, presidente AIOM -. Il nostro impegno come oncologi clinici deve essere teso non solo alla ricerca, per individuare terapie sempre più mirate per il singolo paziente, ma anche alla sensibilizzazione delle Istituzioni, per promuovere una vera rivoluzione culturale. È inaccettabile che vi siano intere zone del Paese in cui di fatto i cittadini non possano sottoporsi ai controlli preventivi, o debbano farlo a loro spese”. La diagnosi precoce rappresenta un fattore chiave per affrontare con successo questa neoplasia, che colpisce 48.000 italiani ogni anno, provocando 18.000 decessi.
Il tumore del colon-retto rappresenta uno dei maggiori big killer in tutto il mondo e anche nel nostro Paese sta diventando il più frequente tra i maschi e il secondo nelle femmine. “Purtroppo è in costante aumento soprattutto a causa del permanere di stili di vita scorretti, in particolare l’alimentazione – commenta Boccardo  -. Il cancro del colon è infatti direttamente associato ad un’assunzione eccessiva di grassi. Rispetto alle persone normopeso, analisi recenti suggeriscono un incremento di rischio del 15% nelle persone in soprappeso, del 33% negli obesi. In parallelo all’azione nei confronti dei referenti istituzionali, dobbiamo quindi impegnarci sempre più intensamente anche per migliorare il livello di consapevolezza della popolazione”. Il metodo di screening più consolidato è il test del sangue occulto fecale (SOF) raccomandato a tutti gli over 50, uomini e donne, anche senza fattori di rischio specifici. “Un numero limitato di casi, pari al 5%, è di origine genetica – aggiunge Falcone -. Per chi possiede una familiarità o altri fattori predisponenti (morbo di Crohn, rettocolite ulcerosa, ecc.) è molto importante eseguire anche la colonscopia. Si tratta di un esame essenziale per la diagnosi precoce del cancro del colon-retto, utilizzato soprattutto per la sorveglianza dei pazienti ad alto rischio e per accertamenti di secondo livello nei casi positivi al test di screening”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La nuova sfida della giustizia minorile

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

“Solidarietà e federalismo solidale sono i valori che accompagnano da più di 50 anni la nostra storia e attraverso cui oggi vogliamo affrontare i problemi sociali, come le devianze minorili, attraverso la valorizzazione degli Enti locali. Per questo mettiamo a vostra disposizione le nostre reti italiane ed europee”. Lo ha detto il Consigliere nazionale Aiccre Piero Fabretti, portando i saluti del Segretario generale dell’Associazione, Senatore Roberto Di Giovan Paolo, alla tavola rotonda “Il sistema dei servizi minorili. Progetti per il recupero dei minorenni sottoposti a provvedimenti penali”. L’evento è stato organizzato dal Dipartimento Giustizia minorile, in collaborazione con la Polizia penitenziaria ed è stato ospitato dall’Aiccre, oggi 2 aprile 2009, nel corso della fiera EuroP.A., il Salone delle Autonomie locali. Anche Carla Olivieri, referente dell’Area ‘Sociale per l’Europa’ dell’Associazione ha sottolineato “l’importanza degli Enti locali nella concertazione delle politiche sociali” e ha ribadito che l’Associazione “utilizzerà tutti i suoi strumenti di animazione territoriale, informazione e sensibilizzazione per combattere pregiudizi e stereotipi sul tema e per costruire reti interistituzionali consapevoli sui territori”. Serenella Pesarin, Direttore generale per l’attuazione dei provvedimenti giudiziari, Dipartimento per la giustizia minorile ha parlato, nel corso della tavola rotonda, di “una nuova sfida della giustizia minorile” attraverso “l’attivazione e l’implementazione di percorsi socio–educativi indirizzati al reinserimento sociale dei minorenni”. Pesarin ha anche ricordato “Le linee guida in materia di inclusione sociale” approvate lo scorso anno dalla Commissione Nazionale Consultiva e che definiscono ‘il Patto di inclusione sociale’ volto a “costruire una grande rete integrata e qualificata su tutto il territorio nazionale”. Per l’ispettore capo Luigi Petrucci, Comandante di reparto, istituto penale per i Minorenni di Nisida “bisogna sostituire alla cultura o all’incultura del silenzio, la cultura del dialogo, della comunicazione, della partecipazione… Una cultura in cui – ha sottolineato l’esponente della polizia penitenziaria – pur nella distinzione dei ruoli, i custodi offrono ai custoditi una concreta possibilità di tornare nella sociètà”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vodafone sceglie Oggettocontinuo per My Future

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

My Future è il progetto di Vodafone che raccoglie le iniziative per un business responsabile e a tutela dell’ambiente, che si avvale del contributo di Enel e di Legambiente. Nell’ambito del progetto Vodafone, ha istituito il primo Spazio MyFuture attivo dal 1° all’11 aprile a Milano in corso Garibaldi 59. Qui, nella prima vetrina eco-social d’Italia, oltre che partecipare alle iniziative Vodafone MyFuture, sarà possibile acquistare una delle tre esclusive borse confezionate interamente con materiale riciclato firmate oggettocontinuo, realizzate con le affissioni in PVC delle passate campagne pubblicitarie di Vodafone. Il prezzo sarà compreso tra i 25 e i 35 euro a seconda del modello scelto, sia esso il pratico zaino, la tracolla unisex o la comoda borsa multitasche. Il ricavato dalla vendita sarà utilizzato da Vodafone per finanziare il progetto MyFuture. Sotto questa ottica precisa, il progetto MyFuture di Vodafone rientra appieno nella mission di oggettocontinuo. Il brand oggettocontinuo (il perché del nome è evidente), nasce a Torino e si occupa di progetti di riciclo, recuperando banner e altri supporti della comunicazione. Disegna così oggetti tra i più diversi, che propone agli enti, a chi organizza eventi culturali in genere e a tutte le strutture che desiderano dare un preciso segnale di rispetto per l’ambiente, con un’attenzione particolare alla riduzione degli sprechi. Per Vodafone oggettocontinuo ha progettato e realizzato, tre modelli per un totale di 1000 borse tagliando e mescolando i vari pezzi di materiale in modo da rendere sempre diverso e unico ogni esemplare.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La crisi degli olivicoltori della Puglia

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

In Puglia siamo di fronte ad una gravissima crisi dell’olivicoltura e dell’intera attività agricola. Non ne sono certo responsabili gli agricoltori o i lavoratori della terra ma l’economia di mercato, la globalizzazione, la logica del profitto a tutti i costi ed i sostenitori di tale “filosofia”, primi fra tutti le maggiori forze politiche del paese e l’attuale governo. I danni arrecati al settore sono di tre tipi: – quello di mercato, causato da globalizzazione e dagli speculatori; – quello causato dagli allagamenti per piogge abbondanti; – quella causato da un evento straordinario, l’invasione di decine di milioni di storni. Da una parte quindi il “mercato ed il profitto”, dall’altra l’inquinamento ed un surriscaldamento del clima che sta compromettendo l’ecosistema dell’intero pianeta. Uccelli che arrivano con 6 mesi di anticipo, che distruggono circa il 40% della produzione olearia, sterminano lombrichi, coccinelle utilissimi all’agricoltura e necessari per eliminare concimi e altri prodotti chimici. Piogge abbondanti e campagne allagate per oltre un mese, più del 30% del prodotto olivicolo, è andato disperso nel terreno. Il prezzo delle olive è passato dalle 120.000 lire del 1989 ai 23 euro del 2009. I produttori perdono il 70% di prodotto per calamità ed oltre il 90% del valore di acquisto rispetto a 20 anni fa. Il Governo di Berlusconi non riconosce lo stato di crisi e di calamità naturale al sud ma elargisce solo incentivi al nord per tenere buono l’alleato Bossi. Ciò è umiliante e discriminante per gli agricoltori e per tutta la gente del sud: siamo pronti a scendere in piazza per una manifestazione nazionale per la difesa dell’agricoltura, (fonte di sopravvivenza per i pugliesi) insieme ai lavoratori del settore, con gli enti locali, le associazioni di categoria

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Disegna la tua cittadinanza in Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

La Direzione Generale Giustizia, libertà e sicurezza della Commissione europea ha bandito un concorso per la creazione di un fumetto di una tavola capace di illustrare il tema della cittadinanza nell’Unione Europea.Essere cittadini europei significa condividere valori universali ed indivisibili appartenenti ad un’area del mondo che si adopera affinché siano garantiti e promossi ovunque. Questi sono i principi alla base del Concorso Europeo di fumetti: “Unione Europea e cittadinanza”, voluto dal vicepresidente della Commissione Europea Jacques Barrot che ha invitato i giovani di 27 nazioni a cimentarsi nell’elaborazione creativa e nell’interiorizzazione del concetto di cittadinanza europea. All’appello del Vicepresidente Barrot, hanno risposto 754 artisti italiani, che hanno prodotto e inviato 609 tavole da tutte le regioni italiane, tutte di grande valore simbolico e tecnico. Una giuria, composta da membri delle Istituzioni e da esperti designer ha selezionato tre tavole vincitrici, che saranno premiate oggi 3 aprile alle ore 15:00, presso la Sala Azzurra della sede della sede della Rappresentanza Italiana della Commissione Europea, in Via IV Novembre 149. I vincitori dei primi premi a livello nazionale gareggeranno in un secondo round a livello europeo, e saranno invitati a Bruxelles dal 9 all’11 maggio 2009, per visitare le istituzioni europee e la città. L’ultima mattina del soggiorno i ragazzi, dopo aver visitato le sedi della Commissione Europea, parteciperanno alla cerimonia di premiazione conclusiva presieduta dal Vicepresidente Jacques Barrot. I vincitori riceveranno rispettivamente un assegno del valore di 6000 € (1° premio), 4000 € (2° premio) e 2000 € (3° premio).

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italia: una commedia fiscale

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

La fotografia del Paese che esce dai dati presentati ieri dal Ministero dell’Economia sui redditi degli italiani nel 2006 mette a fuoco un’Italia irreale, con in primo piano quasi solo i tanto vituperati manager. In un paese dove un italiano su due (50%) dichiara meno di 15mila euro e due su cento (2%) più di 70mila euro, infatti, solo un italiano su cento (0,9%) dichiara più di 100mila euro. E il 78% di queste mosche bianche sono lavoratori dipendenti, manager in attività (56%) o in pensione (22%). Solo il 22% infatti viene da liberi professionisti e imprenditori (6%). Incredibile: il paese con più imprenditori (5milioni) al cospetto del fisco cambia faccia.  <<Siamo sotto attacco – dice Claudio Pasini, Presidente di Manageritalia (Federazione nazionale dirigenti, quadri e professional del terziario con oltre 35mila associati) – da troppo tempo. Si confondono pochissimi top manager, in Italia più imprenditori o banchieri che manager, con tutti i dirigenti, alcuni fomentano inutili lotte di classe e poi succede che qualcuno di noi venga anche assediato dai suoi collaboratori. Tanti manager stanno subendo le conseguenze di questa grave crisi, perdendo il posto o tagliandosi lo stipendio per mantenere i livelli occupazionali. Siamo tutti impegnati a gestire al meglio la difficile situazione in azienda, salvaguardando per quanto possibile l’occupazione, motivando e guidando i nostri collaboratori verso la ripresa. Senza fare confusione sulle responsabilità, oggi più di ieri i dirigenti stanno coinvolgendo tutti in azienda, per comprendere al meglio le difficoltà e condividere le strategie per superarle.
Confedir-Mit (Confederazione dirigenti pubblici e manager del terziario) è il punto d’unione dei manager ed in generale delle alte professionalità del settore terziario pubblico e privato e porta una forte innovazione nel panorama della rappresentanza del management italiano. La Confederazione – con oltre 65.000 manager associati alle 16 organizzazioni attualmente aderenti – costituisce un polo di aggregazione rappresentativo delle professionalità che contribuiscono e concorrono in maniera determinante allo sviluppo economico e sociale del Paese, rendendo sempre più effettiva e concreta la sinergia tra settori pubblico e privato. Alla Confederazione dirigenti pubblici e manager del terziario hanno dato vita nel 2008, dopo una collaborazione di alcuni anni, CONFEDIR (Confederazione dei sindacati dei funzionari direttivi, dirigenti e delle elevate professionalità della funzione pubblica) e Manageritalia (Federazione Nazionale dei dirigenti, quadri e professional del commercio, trasporti, turismo, servizi e terziario avanzato e ha subito aderito FIDIA, Federazione che rappresenta dirigenti e quadri delle imprese assicurative, e sono in atto relazioni per il coinvolgimento di altre importanti organizzazioni.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fare la dialisi a domicilio

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

Un corso per aiutare i pazienti e i loro famigliari a gestire la malattia, prendersi cura di sé e collaborare nel migliore dei modi con il personale di assistenza: è l’obiettivo di un’iniziativa dell’Azienda sanitaria locale di Chieti rivolta alle persone in dialisi peritoneale. Il corso, che si è svolto presso l’Ospedale Policlinico di Chieti, ha coinvolto direttamente i pazienti che eseguono la dialisi peritoneale a domicilio e chi ne ha in carico la cura. Il team medico e infermieristico del Servizio di Dialisi Peritoneale – attivo presso la Clinica Nefrologica e Terapia Emodepurativa – ha esaminato gli aspetti che caratterizzano la malattia renale e la dialisi peritoneale. Si è parlato del comportamento alimentare – poiché una dieta corretta aiuta a vivere bene chi è in dialisi -, dell’importanza dell’esercizio fisico, della necessaria attenzione all’igiene e alla prevenzione delle infezioni. Durante il corso sono state fornite indicazioni pratiche su come affrontare ogni giorno l’esperienza della malattia e della dialisi, rispondendo in maniera assai colloquiale, quasi familiare, a tutti i dubbi e le curiosità dei partecipanti. La dialisi a domicilio ha un doppio valore: per i pazienti significa poter seguire la terapia a casa, nel luogo e in condizioni ideali, senza il fastidio e lo stress di doversi recare continuamente in ospedale, avendo comunque la sicurezza di un team qualificato al quale rivolgersi in qualsiasi momento; per la Asl rappresenta un alleggerimento delle attività svolte in una difficile fase legata alla nota carenza di personale.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quarta edizione di “Architettura e sostenibilità”

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

Firenze, Fortezza da Basso, 29-31 maggio 2009 Aperte fino al 17 aprile le iscrizioni al concorso.  Il 29 maggio la proclamazione dei vincitori a Terra futura Terra Futura continua a promuovere l’architettura sostenibile, l’innovazione tecnologica e la progettazione partecipata quali elementi cardine per migliorare la qualità della vita delle persone, la sostenibilità del costruito, nonché il rispetto dell’ambiente e del paesaggio, contribuendo anche a una migliore gestione del territorio. E lo fa con “Architettura e Sostenibilità”, il premio alla migliore tesi di laurea e di dottorato e alle migliori buone prassi delle pubbliche amministrazioni in tema di edilizia e architettura partecipata e sostenibile.  “Il modo in cui abitiamo – a detta dei promotori dell’iniziativa – e gestiamo i nostri spazi vitali contribuisce, infatti, in maniera determinante al nuovo modello di sviluppo che è necessario adottare e del quale la crisi che attraversiamo ci ricorda tutta l’urgenza. Per questo saranno valutati con particolare attenzione i lavori che hanno considerato variabili di sostenibilità ambientali, sociali ed economiche nello sviluppo del progetto di ricerca”. E’ stato riproposto anche quest’anno da Terra Futura e dall’Associazione internazionale “Cultura e Progetto Sostenibili”. il premio, è alla sua quarta edizione e vede la collaborazione di numerose facoltà italiane di architettura e ingegneria: Facoltà di Ingegneria Edile Architettura Politecnico di Milano, Centro Studi Progettazione Edilizia Ecocompatibile e Facoltà di Architettura “Aldo Rossi” (sede di Cesena) Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Facoltà di Architettura Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Facoltà di Architettura e Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Firenze, Facoltà di Architettura Università di Roma “La Sapienza”, Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Molise, Dipartimento ITACA-Industrial design Tecnologie dell’Architettura e Cultura dell’Ambiente Università di Roma “La Sapienza”, DIPARC-Dipartimento di Progettazione e Costruzione dell’Architettura Università degli Studi di Genova.  Gode inoltre del patrocinio di ANCI-Associazione Nazionale Comuni Italiani, Coordinamento Agende 21 locali italiane, Lega delle Autonomie Locali, UNCEM-Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani, UPI-Unione delle Province d’Italia. Oltre alla categoria “Ricerca e Innovazione” che premia le tesi di laurea e dottorato, il 2009 si arricchisce della categoria “Tradizione e Innovazione”, pensata per le pubbliche amministrazioni: saranno premiate le PA che meglio hanno saputo modulare sul costruito consolidato (post seconda guerra mondiale) e nei centri storici, i principi, la ricerca e l’innovazione nel campo dell’architettura sostenibile. Per entrambe le categorie, il 17 aprile 2009 è l’ultimo giorno utile per iscriversi e partecipare (bando scaricabile dal sito http://www.terrafutura.it).

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Kenya: rimpatrio forzato di richiedenti asilo somali

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

L’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) esprime preoccupazione per i crescenti rimpatri forzati di richiedenti asilo somali da parte del governo kenyota. Mercoledì 31 marzo, 31 richiedenti asilo, fra i quali 9 uomini, 8 donne e 14 bambini che si stavano recando in autobus nei campi per rifugiati di Dadaab, sono stati costretti a rimpatriare in Somalia. Secondo un funzionario governativo i militari avrebbero intercettato l’autobus e portato i richiedenti asilo alla centrale di polizia di Dadaab, scortando in seguito l’autobus a Dobley, un centro vicino al confine con la Somalia. Alla richiesta di intervento, l’UNHCR è stato informato che polizia e militari continuano a rimpatriare forzatamente i richiedenti asilo in Somalia perché così è stato loro ordinato dalle autorità del Quartier Generale Provinciale di Garissa. Secondo la polizia di Dadaab un incidente simile sarebbe già avvenuto il 23 marzo quando 61 richiedenti asilo, fra i quali 25 donne, 22 uomini e 14 bambini sono stati arrestati dai militari, portati alla centrale di polizia di Dadaab e poi riportati a Liboi. Anche a gennaio tre richiedenti asilo erano stati costretti dalle autorità kenyote a rimpatriare in Somalia. L’UNHCR si è fatto portavoce della denuncia di questi atti inviando un reclamo formale al Ministro dell’Immigrazione e della Registrazione. Ciò nonostante, si teme non sia stata intrapresa alcuna azione. L’UNHCR ribadisce che il governo kenyota deve aderire e rispettare in pieno il patto di non-refoulement, come sancito dalla Legge kenyota sui Rifugiati e dal Diritto Internazionale, con particolare riguardo ai richiedenti asilo somali.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Minacce ai cittadini di religione Baha’i in Egitto

Posted by fidest press agency su sabato, 4 aprile 2009

L’Associazione per i popoli minacciati (APM) si è rivolta oggi al governo egiziano per chiedere la protezione della piccola minoranza religiosa dei Baha’i dai continui attacchi dei musulmani radicali e per permettere il ritorno nelle proprie case dei Baha’i che sono dovuti fuggire. Precedentemente era stato reso noto che che musulmani radicali avevano appiccato il fuoco a quattro case di cittadini Baha’i nel villaggio di al-Shoraniya im nel distretto di Sohag, nell’Alto Egitto. Inoltre le operazioni di spegnimento del fuoco sono state impedite da gruppi di facinorosi. Gli edifici sono andati completamente distrutti, secondo quanto riportato dal Centro per i diritti umani del Cairo.Secondo queste informazioni il fuoco sarebbe stato appiccato già lunedì e martedì scorso, dopo che una emittente locale aveva trasmesso un film in cui i Baha’i venivano accusati di “impurità e contrarietà al buon costume dell’islam”.I 30 Baha’i che vivevano ad al-Schoraniya sono fuggiti. Anche se la polizia era stata allertata, non ha fatto nulla per proteggere il gruppo appartenente a questa piccola minoranza. Gli agenti hanno semplicemente allontanato gli aggressori dalle strade. Nessuno di loro è stato arrestato. Anche in passato i Baha’i in questo villaggio erano stati spesso oggetto di attacchi. Tuttavia le autorità non hanno mai intrapreso alcuna indagine al riguardo. La religione Baha’i è nata nel nel XIX secolo in Iran, sviluppata dal suo fondatore Baha’ullah a partire dall’Islam sciita. Essa conta oggi circa 7,7 milioni di seguaci. In Egitto vivono solo circa 2.000 Baha’i. In questi ultimi anni gli adepti di questa religione hanno tentato di far riconoscere legalmente il diritto al riconoscimento e al libero esercizio della propria religione. I recenti attacchi alla loro comunità hanno distrutto ogni speranza di migliorare la loro situazione.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »