Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

La reumatologia va sul territorio

Posted by fidest press agency su sabato, 18 aprile 2009

Potenza. Il prof. Ignazio Olivieri, direttore del Dipartimento di Reumatologia della Regione Basilicata, dalle 9 alle 13 di oggi, nell’Auditorium dell’Ospedale “San Carlo” di Potenza, si confronterà con i cittadini e i rappresentanti delle Istituzioni in un convegno sui “Dieci anni di Reumatologia in Basilicata”. “Vogliamo spiegare alla popolazione, al contribuente, – afferma il prof. Olivieri – come sono stati investiti i fondi messi a disposizione e, sulla base dei risultati ottenuti, essere valutati. Perché una piccola regione del Sud come la Basilicata, che conta solo 600.000 abitanti, negli ultimi 10 anni è riuscita a realizzare nel campo della reumatologia ciò che nessuna altra regione italiana ha fatto”. La rete reumatologica lucana è formata dall’Ospedale “San Carlo” di Potenza e dall’Ospedale “Madonna delle Grazie” di Matera: vi lavorano 9 specialisti,  due borsisti e uno specializzando.” La rete dipartimentale è stata istituita dieci anni fa per frenare la migrazione sanitaria verso altre Regioni. In Basilicata non esisteva, infatti, nessuna struttura a cui il paziente reumatologico lucano potesse rivolgersi. Attualmente sia il centro di Potenza che quello di Matera dispongono dell’ambulatorio e della diagnostica strumentale (il day hospital ed il reparto di degenza si trovano solo a Potenza). Le malattie reumatologiche sono molto diffuse, interessano infatti il 15% della popolazione italiana. Ma una percentuale rilevante di persone convive con questi disturbi senza ricevere una diagnosi. Ad esempio, due gravi patologie croniche come l’artrite reumatoide e la spondiloartrite colpiscono più di 700.000 italiani, ma solo il 30% è in cura. Gli altri non sanno di essere portatori di una malattia altamente invalidante. “Il nostro scopo – spiega il prof. Olivieri – è far arrivare nei nostri centri tutte le persone con malattie reumatologiche croniche.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: