Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 34 n° 316

Pluralismo religioso e destino dell’anima

Posted by fidest press agency su lunedì, 20 aprile 2009

22 aprile 2009, alle ore 18, nella libreria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore in Brescia, via Trieste 17/d, saranno presentati due nuovi volumi del teologo mons. Giacomo Canobbio: “Nessuna salvezza fuori dalla Chiesa? Storia e senso di un controverso principio teologico” edito da Queriniana e “Il destino dell’anima. Elementi per una teologia” edito da Morcelliana. Interverranno, insieme all’autore, docente alla Facoltà Teologica dell’Italia settentrionale e già presidente dell’Associazione Teologi Italiani, i direttori delle case editrici che li hanno pubblicati: Rosino Gibellini  e  Ilario Bertoletti. Organizzato da Ccdc, Editrice Morcelliana e Editrice Queriniana, l’incontro offrirà lo spunto per almeno una duplice riflessione. La prima verterà sull’irruzione del pluralismo religioso nella ricerca teologica postconciliare che ha costretto a ridefinire il rapporto fra Chiesa e salvezza. Un rapporto che, a partire dal III secolo aveva trovato espressione nel principio (qui nel titolo evocato come interrogativo) “Nessuna salvezza fuori della chiesa”,  già oggetto di usi strumentali (anche politici) ed ora considerato espressione di una angusta visione dell’azione di Dio nei confronti dell’umanità, benché  la chiesa – quale traccia storica del disegno di Dio manifestatosi in Gesù Cristo – resti effettivamente necessaria per la salvezza. La seconda metterà al centro dell’attenzione il concetto di “anima” nella sua destinazione ultima, all’interno del cristianesimo e in relazione alle più recenti prospettive teologiche e filosofiche. Una la domanda spontanea più ricorrente: regge questo modello antropologico di fronte alle scoperte delle neuroscienze, con il loro ridurre a “mente” ogni funzione spirituale? Un riduzionismo naturalistico che rappresenta la sfida dalla quale parte questo libro per ripensare la funzione e il significato del concetto di anima. Un ripensamento della tradizione nelle sue molteplici voci che diventa rivisitazione della classica antitesi dell’escatologia cristiana: immortalità dell’anima o risurrezione dei corpi?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: