Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 11 Mag 2009

Convenzione università-medici

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Parma 14 maggio, alle ore 12, presso la Sala del Senato del Palazzo Centrale dell’Università (via Università 12), conferenza stampa relativa alla convenzione tra Università di Parma, Azienda USL di Parma e Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Parma per l’insegnamento della Medicina Generale come didattica integrativa nel Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia. La Convenzione sarà firmata dal Rettore Gino Ferretti, dal Direttore Generale dell’Azienda USL Massimo Fabi e dal Presidente dell’Ordine dei Medici Tiberio D’Aloia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Start Cup Umbria Marche 2009: giornate formative

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Camerino 12 maggio Sala Riunioni del Rettorato a Palazzo Ducale (e si concluderà a giugno 2009) serie di incontri di formazione promossi dalla Start Cup Umbria Marche 2009, la competizione sulla redazione di un Business Plan, riservata a studenti e ricercatori universitari che abbiano brillanti idee imprenditoriali a contenuto innovativo, in qualsiasi settore economico, ed aspirino a costituire un’impresa anche di tipo spin-off universitario. I seminari saranno dedicati all’approfondimento di specifiche tematiche che possono essere d’aiuto nello sviluppo del business plan e nell’avvio di una nuova impresa.   Nella mattinata del 12 maggio con inizio alle ore 10.30, dopo i saluti e l’introduzione ai lavori del Prof. Flavio Corradini, referente Unicam per il Trasferimento di conoscenze, competenze e tecnologie, si parlerà di obiettivi, finalità e struttura del Business plan, del Piano strategico Vision mission strategy, di prodotti, servizi e mercato di riferimento, del marketing e le sue strategie, di organizzazione aziendale e management, di previsioni economico finanziarie. Negli incontri successivi saranno affrontati, fra i vari argomenti, i temi della figura dell’imprenditore, le forme societarie utili per lo start up di impresa, la tutela della proprietà intellettuale e valorizzazione dell’innovazione.   Le giornate formative sono promosse dal Liaison Office Unicam.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il club dei pettegolezzi

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

grandiRoma 3 giugno – ore 18.30Piazzale Ponte Milvio 21-24 Libreria Pallotta Daniela Grandi presenta il suo libro Il club dei pettegolezzi Con l’Autrice intervengono: Fulvio Abbate e Luca Telese Tra vino, cappuccini, birra, tisane e brioche, vanno in scena le giornate di “sei amiche al bar”, sei trentenni alla ricerca dell’altra metà. Le disavventure sentimentali e professionali delle nostre giovani donne si alternano a deliranti e improvvisi trionfi. Un felice connubio di amore, amicizia, saggezza, lacrime e frizzanti risate. Un libro da non perdere per la leggerezza di quei giorni raccontati per gioco. Amanda, Anna, Ilaria, Gloria, Laura e Sole, le nostre eroine, con i loro amori persi e quelli ritrovati, i sospirati appuntamenti, le drastiche diete, gli inevitabili tradimenti, gli incontri improvvisi, le colleghe invadenti e i capi arroganti sono un po’ tutte noi e con la loro straripante allegria riusciranno a commuoverci e convincerci. Amanda, redattrice in una piccola televisione di provincia è relegata a occuparsi di spiccioli eventi cittadini e a condividere la scrivania con le molte stagiste di passaggio, proprio lei che da piccola sognava di diventare una reporter di guerra alla Fallaci. Dopo una triste disavventura sentimentale capisce che è ora di dare una svolta alla sua vita e decide di iscriversi ad una agenzia matrimoniale. Amanda nella sua rocambolesca ricerca del principe azzurro da sempre coltiva una silenziosa passione: Mathieu, il suo amico del cuore.  Attraverso racconti dettagliati intorno ad una bottiglia di buon vino o – alle brutte – sorseggiando una tisana fumante, Laura, Gloria, Ilaria, Anna e Sole  supporteranno Amanda, accompagnandola nel corso di tutta la storia e diventando loro stesse protagoniste di vicende parallele spesso paradossali e divertenti.
Daniela Grandi è di Parma, vive a Roma ma vorrebbe vivere a Bologna o a New York. Ha quasi quarant’anni e questo, davvero, le sembra impossibile. È giornalista della redazione Cultura-Spettacoli del Tg la7. Nel tempo libero ama leggere, andare al cinema e  ridere. (foto grandi)

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Massimo di Cave dal laboratorio atelier al museo

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

di caveRoma, 14 maggio 2009 Museo degli Strumenti Musicali Vittorio Sgarbi presenterà la personale dell’artista – architetto Massimo Di Cave. Negli ultimi vent’anni questo intellettuale, estroverso e creativo, si è dedicato soprattutto al tema dell’abitazione, ridisegnando spazi e ambienti dominati dalla contaminazione geografica, da culture lontane e dalle infinte possibilità della linea curva. E’ solo negli ultimi anni che l’invenzione svincolata dai limiti della composizione architettonica, si è espressa in maniera libera e solo apparentemente giocosa, in opere di scultura e pittura realizzate con una manualità di artista del passato.  La sofferenza degli esseri umani e il loro desiderio di redenzione è ben rappresentata dal Cristo in Croce (conservato nella Cappella delle Confessioni, Chiesa di San Pio X), verso cui protende le braccia un uomo che rappresenta il desiderio di elevazione dell’umanità. Molto interessanti le esili figure scavate nel legno, che ricordano i bronzi di Giacometti, mentre la lezione del ready- made duchampiano è presente nei collage e nei dipinti.  Ferro, bulloni, tondini e lamiere sono gli elementi architettonici che, riassemblati e trasformati da una potente vena creativa, diventano elementi di un percorso artistico variegato e complesso. (foto di cave)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Class-action: nuovo testo su misura per le aziende

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

“Il nuovo testo di riforma della class-action che sta per essere discusso in Senato è scritto su misura per le aziende”. E’ quanto dichiara Massimiliano Dona, Segretario generale dell’Unione Nazionale Consumatori, facendo osservare i molti passi indietro rispetto all’attuale art. 140 bis del Codice del consumo, subito congelato dopo la sua approvazione nel 2007.  “Il progetto è stato scritto con mano tremante dal legislatore, forse perché guidata dal mondo confindustriale -prosegue Dona insistendo su alcuni interrogativi irrisolti-. Perché privare le organizzazioni dei consumatori di una legittimazione concorrente rispetto a quella individuale? Se è giusto che ciascun cittadino possa azionarsi, non si spiega perché escludere le associazioni rappresentative dal potere di iniziativa diretta, eventualmente al fianco dei danneggiati?”. Ed ancora: “perché sanzionare in modo punitivo l’azione giudicata infondata e non prevedere analoga sanzione a carico dell’azienda che fosse ritenuta colpevole?”. “La verità -conclude Dona- è che si sta lavorando ad un istituto che nessun Sig. Rossi avrà il coraggio di attivare per paura delle conseguenze di un’eventuale pronuncia di rigetto. E le aziende scorrette avranno ancora vita facile, nella certezza di restare impunite”. L’Unione Nazionale Consumatori, insieme ad Adiconsum e Movimento Difesa del Cittadino, ha convocato una conferenza stampa che si svolgerà stamane, alle ore 11 presso il centro congressi Cavour (Roma, Via Cavour 50/a) per spiegare alla stampa  cosa è indispensabile modificare, perché l’azione collettiva italiana sia efficace contro le truffe, i raggiri, le furbizie e non sia un bluff utile solo a paralizzare i Tribunali e favorire il business per gli studi legali.  Interverranno, insieme a Massimiliano Dona, Paolo Landi, segretario generale Adiconsum, Cristiano Iurilli, responsabile Centro Giuridico Adiconsum e Antonio Longo, presidente di Movimento Difesa del Cittadino.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Errori chirurgici aumentano decessi e nuovi ricoveri

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

I pazienti chirurgici che risultano danneggiati dall’intervento hanno probabilità sette volte maggiori di morire in ospedale o di essere nuovamente ricoverati entro tre mesi dalle dimissioni rispetto agli altri. Gli errori chirurgici che determinano questo effetto comprendono pneumotorace iatrogeno, alcune infezioni determinate dall’assistenza medica, emorragie o ematomi postoperatori, scompensi fisiologici o metabolici postoperatori, insufficienza respiratoria postoperatoria, embolia polmonare o trombosi venosa profonda postoperatoria, sepsi postoperatoria, deiscenza della ferita chirurgica a seguito di intervento addominopelvico e perforazioni o lacerazioni accidentali. Dati gli elevati costi della degenza ospedaliera, i nuovi ricoveri supplementari rappresentano un costo sostanziale per i piani sanitari ed il paziente: essi potrebbero essere considerati come parte dei potenziali risparmi derivanti dagli incentivi per ospedali o equipe mediche finalizzati a minimizzare questi eventi, oppure dalla selezione di personale con migliori performance sulla sicurezza. Esaminare le variazioni nella sicurezza del paziente fra i vari ospedali e le loro possibili determinanti potrebbe essere un modo di sfruttare quanto rilevato: sia la competizione fra medici ed ospedali a livello locale che quella fra diversi piani sanitari potrebbero influenzare i tassi di errori chirurgici. Benchè i fattori alla base di questi fenomeni possano essere complessi, una combinazione di istruzione, reclutamento, pubblicità, ricompense economiche e strategie di penalità potrebbe essere la chiave per il miglioramento della sicurezza del paziente. (Med Care. 2009; 47: 583-90)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova struttura organizzativa di Federcongressi

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

La nuova struttura organizzativa della federazione è composta dal presidente Paolo Zona e da tre coordinatori di area: area «Attività strategiche» per le azioni che rivestono un carattere prioritario per la Federazione, rivolte come sono o agli interlocutori istituzionali o al fund raising. Coordinatrice dell’area è Stefania Agostini. L’affiancano Lorena Bossolesi, e Nicola Pala, L’area «Attività di gestione ordinaria»è  guidata da Andrea Novelli, che si interessa di • Communication, motivation & marketing by events, e per la gestione dei rapporti con le altre associazioni di settore. Responsabile è Margherita Ruggiero, past president di Site Italy (una delle sei associazioni di Federcongressi) da Marcella Gaspardone, Mario Buscema, Emilio Milano, Paola Casentini, Marisa Sartori e Mauro Zaniboni. Per la terza Area «Progetti speciali» il coordinamento è affidato a Riccardo Esposto, componente del Collegio dei Revisori dei conti di Federcongressi e riunisce gli studi di fattibilità volti alla costituzione dei seguenti tre organismi: • Centro studi e ricerche, per la produzione di indagini statistiche di settore. Responsabile di questo progetto specifico sarà il meeting planner professionista Enrico Jesu CMP. Learning center, per l’erogazione diretta di servizi di formazione volti agli studenti di università e scuole superiori nonché ad aziende e a operatori. Questo studio di fattibilità sarà condotto a quattro mani: il Vice president Communications & marketing di MPI Italia Pier Andrea Tosetto ne sarà il responsabile organizzativo, la past president di MPI Italia Gabriella Gentile ne è stata nominata direttore scientifico, l’organizzatrice professionista Maria Cristina Dalla Villa è il responsabile del Corpo docenti e il past president di MPI Italia Pier Paolo Mariotti CMP CMM è il responsabile delle certificazioni professionali. • Struttura finanziaria, per la creazione di un organo di gestione che ottimizzi i flussi finanziari dela federazione. Ne è responsabile il Vice presidente Federcongressi e presidente di Italcongressi-PCO Italia (una delle sei associazioni federate) Alan Pini CMP CMM. http://www.federcongressi.it
Federcongressi è la federazione delle associazioni della meeting & incentive industry operanti in Italia. È organizzazione senza fine di lucro che nasce nel 2004 per dare voce e rappresentanza unitaria a un settore che ha rilevante importanza economica in termini di fatturato, di posti di lavoro e di indotto generato. La compongono le seguenti associazioni: AIMP (Associazione italiana meeting planner – Professionisti dei convegni), Apicef (Associazione professionisti e imprese congressi e fiere), Italcongressi-PCO Italia (Associazione nazionale imprese dell’industria congressuale), Meet in Italy (network delle località congressuali italiane meglio attrezzate), MPI Italia (capitolo italiano di Meeting Professionals International, la più grande community mondiale di professionisti degli eventi) e SITE Italy (capitolo italiano della Society of Incentive Travel Executives, l’unica associazione internazionale dedicata alla motivation by events). Federcongressi si propone di rappresentare la meeting & incentive industry italiana presso le istituzioni, nonché di studiare forme di promozione dell’Italia congressuale all’estero, favorire una nuova normativa di settore, sostenere la qualificazione delle risorse professionali e patrocinare studie analisi di comparto, divulgando in tal modo nozioni sugli aspetti giuridici, normativi e organizzativi relativi alle professioni della filiera.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un lungo novecento

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Gallarate (Va) Sabato 16 maggio 2009 dalle 9,30 Teatro Condominio “Vittorio Gassman” Economia e Imprese nell’Area “Gallarate – Busto Arsizio”Radici e prospettive  presiede  Angelo Moioli. Interventgono:  E. Colombo L’ombra lunga della tradizione: acqua, terra e macchine. A. Salini Reti comunitarie e imprenditoria diffusa: gli anni della Ricostruzione Intelligenza  A. Locatelli “Tirarsi su le maniche!” Intelligenza imprenditoriale e trasformazioni polimorfiche alla base del “miracolo economico”   D. Pozzi  Il “multidistretto” dell’ultimo Novecento: una base per il futuro? Segue una tavola rotonda, dopo una breve pausa dei lavori, sui   problemi dell’oggi e scenari per il futuro. Coordina Pietro Cafaro, Docente di Storia Economica all’Università Cattolica di Milano e vi partecipano: Nicola Mucci, Sindaco di Gallarate  Gianluigi Farioli, Sindaco di Busto Arsizio  Luca Barni, Direttore Generale Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate Mauro Temperelli, Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura  Cristina Martora, UNIVA  Antonio Fabrizio, Segreteria Provinciale UIL. L’iniziativa è propossa da  Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, Città di Gallarate Assessorato alla Cultura, Associazione Museo Studi Patri

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ripristino Ministero salute

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

“Il fatto che ci sia l’intenzione di ripristinare un ministero autonomo della Salute è per me motivo di grande soddisfazione”. Lo dice all’ADNKRONOS SALUTE Carlo Lusenti, segretario nazionale dell’Anaao Assomed, commentando l’anticipazione del via libera in Consiglio dei ministri alla nomina del sottosegretario al Welfare Ferruccio Fazio a viceministro alla Salute, e a un provvedimento per lo scorporo dal Welfare del ministero della Salute.”Il ministero della Salute è necessario, a livello internazionale e nazionale. Basti dire che eravamo l’unico Paese a non averlo. E la sua funzione di coordinamento delle Regioni è indispensabile”, prosegue il segretario nazionale dell’Anaao, già molto soddisfatto per le notizie di oggi (sabato ndr) . “Ma lo sarò ancor di più quando verrà annunciato il ripristino del ministero della Salute – assicura – Intanto faccio gli auguri a Ferruccio Fazio, di buon lavoro e di una proficua collaborazione nelle sue nuove vesti di viceministro”. Il ministero della Salute, infatti, “svolge un ruolo insostituibile per affrontare gli urgenti problemi che gravano sul Ssn e che chiedono immediate soluzioni”, prosegue Lusenti. L’Anaao Assomed, che ha sempre manifestato la sua contrarietà all’accorpamento dei ministeri del Lavoro, della salute e delle politiche sociali, “ritiene che il ritorno di un ministero autonomo possa contribuire a garantire al Servizio sanitario nazionale il suo carattere di unitarietà”. In un Paese “in cui le differenze tra i vari servizi sanitari regionali tendono ad ampliarsi, determinando disuguaglianze sempre più evidenti, è sempre più necessario mantenere un organismo che funga da baricentro, per assicurare il coordinamento programmatorio e di salvaguardia dei criteri di uniformità assistenziali – riflette Lusenti – ed evitare pericolose derive che negano il riconoscimento del diritto alla salute su tutto il territorio nazionale. Porgiamo a Ferruccio Fazio, che il Governo ha designato vice ministro alla Salute riconoscendogli un ruolo di maggiore responsabilità – conclude il segretario dell’Anaao – i migliori auguri di buon lavoro, auspicando di proseguire la collaborazione e il confronto basato sul dialogo e nel reciproco rispetto dei ruoli”.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stabile il mercato in farmacia

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Il fatturato globale delle farmacie nel 2008 è stato di 24,6 miliardi di euro, con un lievissimo incremento (+0,1%) rispetto al 2007. Sembrano così mantenersi stabili i dati di mercato, un segnale importante per produttori e distributori in un anno in cui la crisi si è fatta sentire soprattutto negli ultimi mesi dell’ anno. Dai dati diffusi nella giornata inaugurale di Cosmofarma, è evidente come non siano i farmaci con ricetta a far quadrare i conti, una voce in calo dell’1,2%, bensì le altre categorie di prodotti commerciali venduti sui banchi delle farmacie: colpisce l’aumento dei cosiddetti altri otc (integratori alimentari non registrati) aumentati dell’ 8,7% (quota di fatturato al 7,1%), mentre registrano un segno più anche il settore del cosmetico in farmacia (+3,2% e quota di fatturato al 7,4%), dei prodotti dietetici cresciuti del 3,4% (quota al 2,2%) e infine dei parafarmaci (aghi, siringhe, cerotti, strumentazione medico-diagnostica, prodotti per incontinenza), aumentati del 3,1% (quota globale al 7,3%). In calo invece la fetta dei farmaci per autocura, ottenibili dal consumatore su semplice richiesta, che sono scesi del 2,3% a quota 8,2% del totale venduto.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il cavaliere tra l’essere e l’apparire

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Lettera al direttore: “Con tutto il rispetto verso il Cavaliere, però, giacché finge di essere meno basso di quel che è; finge di essere più giovane di quel che è; finge di non essere calvo; finge di camminare come se fosse un uomo aitante; finge di sorridere; finge che tutto va meglio di come va, in realtà; perché mai dovrei credere che è un dongiovanni? Non sarà tutto fumo e niente arrosto?” (Elisa Merlo)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tratta di esseri umani

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Roma il 12 maggio sala Bologna del Senato, a Roma ore 15 conferenza stampa di presentazione della Conferenza internazionale di Palermo a 10 anni dal protocollo di Palermo del 21 e 22 maggio che si tiene presso il Collegio San Rocco”, Via Maqueda 324 organizzata dall’Oim, in partnership con l’Università di Palermo Facoltà di Scienze Politiche, l’Unicri e l’Aiccre Dieci anni dopo il Protocollo di Palermo sulla tratta di esseri umani, quale lo stato della ratifica? Quali i traguardi raggiunti? Quali le prospettive per il futuro e la situazione giuridica internazionale?. Interverranno: Roberto Di Giovan Paolo, Senatore e Segretario Generale Aiccre; Carmela Godeau, Vice Direttore Ufficio Regionale per il Mediterraneo e Ufficio di collegamento con l’Italia e Malta, OIM; Sandro Calvani, Direttore UNICRI; Anna Finocchiaro, Presidente del Gruppo dei Senatori del PD, già Ministra per le Pari Opportunità; Isabella Rauti, Capo Dipartimento per le Pari Opportunità, Presidenza del Consiglio dei Ministri.  Si indagherà il fenomeno della tratta nei suoi aspetti giuridici nazionali e internazionali ed in particolare l’applicazione del protocollo di Palermo e dei suoi aspetti critici.  Una riflessione di particolare attualità nel nostro Paese se si considera che il fenomeno della tratta di esseri umani non va confuso con altri affini come l’immigrazione irregolare con il quale è, però, strettamente connesso. Una riflessione da porre all’attenzione della politica e dei media visti anche i numeri del fenomeno: sono 1 milione le vittime nel mondo, 500mila solo in Europa (Oim). Per l’Organizzazione internazionale del Lavoro, 12.300.000 sono le persone sottoposte a sfruttamento lavorativo e sessuale (di cui ogni anno 800mila sono trasportate fuori dal loro paese): l’80% sono donne e ragazze, più del 50% sono minori. In Italia tra lavoro nero, accattonaggio, prostituzione sono decine di migliaia gli esseri umani vittime di questo fenomeno. Considerando soltanto quelle per sfruttamento sessuale, le cifre si attestano tra le 29.000 e le 38.000 vittime.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Imprese e laureati. Aspettative a confronto

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Si è svolta presso il Politecnico di Milano la presentazione dei risultati dell’Indagine sulle Competenze dei Laureati in Ingegneria Meccanica, realizzata dalla Fondazione Politecnico di Milano, dal Dipartimento di Meccanica del Politecnico di Milano e da Assolombarda. L’analisi, svoltasi nel 2008, ha recuperato informazioni  circa l’efficacia dei corsi di studio universitari in rapporto al contesto lavorativo, interpellando direttamente i laureati degli ultimi 10 anni, già in possesso di significative esperienze lavorative.   Analizzando le aree aziendali in cui gli ingegneri intervistati sono chiamati ad operare, emerge come le aree “classiche”, per le quali i corsi di Ingegneria Meccanica sono progettati, risultino quelle a maggior assorbimento di laureati, a conferma di un sistema che funziona: “progettazione”, “ricerca e sviluppo”, “tecnico-commerciale”, “gestione della produzione”, “qualità e sicurezza” assorbono da sole quasi il 70% dei dipendenti e l’80% dei liberi professionisti. D’altro canto, non sono rari i casi di ingegneri che prestano la loro opera contemporaneamente in due o più aree, fattore che dimostra il buon livello di spendibilità delle competenze maturate.   La possibilità di crescita professionale è la prima motivazione alla base della scelta dell’azienda in cui lavorare, sia in fase di ricerca di primo impiego che in occasione di ricerca di un nuovo lavoro. Un’alta remunerazione, non essenziale in fase di scelta del primo impiego, diventa per il 70% circa dei rispondenti un elemento imprescindibile nel caso di cambio di occupazione.  Diversa è invece la percezione riguardante la formazione ricevuta per competenze di più diretto interesse aziendale; alcune di esse, quali per esempio le competenze gestionali–organizzative, di negoziazione, di programmazione e gestione delle attività di lavoro, nonché la capacità di muoversi in contesti internazionali, di presentare efficacemente e di utilizzare le normative specifiche di settore, presentano invece gap tra il grado di utilità al lavoro e il livello di padronanza raggiunto durante i corsi universitari, triennali o quinquennali indifferentemente.  Due ulteriori spunti di riflessione si possono trarre con riferimento alla conoscenza delle lingue straniere e alla capacità di lavorare in team, tradizionalmente visti dalle aziende come aspetti critici nella preparazione di un ingegnere. Sebbene l’assoluta maggioranza dei rispondenti (94% del totale) dichiari di padroneggiare la lingua inglese, tuttavia è scarso il merito riconosciuto all’università come luogo ove la competenza è maturata. All’opposto, una considerazione a parte merita la capacità di lavorare in team, che sembra essere acquisita a livelli soddisfacenti (sebbene non ottimali) già durante i corsi universitari. A questo l’università risponde già da due anni con attività di orientamento professionale pensate per fornire le soft kills necessarie.  In estrema sintesi, infine, il 95% degli intervistati ritiene “Utile”o “Abbastanza utile” la formazione universitaria ricevuta, mentre il 90% circa si dichiara “Soddisfatto” o “Abbastanza soddisfatto” della propria posizione lavorativa.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Aumento multe. L’Italia dei Valori contraria

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

“Il rispetto del codice della strada è un dovere di ogni cittadino, ma questo non giustifica il vessare gli automobilisti con multe usuranti”, questa la netta posizione di Roberto Soldà, segretario romano dell’Italia dei Valori, a commento dell’ennesimo aumento delle multe per sosta vietata: “Con le strade che abbiamo i cittadini hanno difficoltà a trovare parcheggi per lasciare in sosta le loro auto, e ora dovrebbero anche ricevere un aumento su delle multe che paion esser diventate quasi una rata stabile?”. Decisamente contraria la posizione dell’esponente del partito di Antonio Di Pietro, che approfondisce la sua analisi: “Gli stipendi specialmente in questo periodo di crisi si aggirano attorno ai 1300/1400 € mensili nei casi più fortunati, ed è molto più basso per i precari e collaboratori a progetto, non è ammissibile aumentare le multe senza aumentare preventivamente il numero di parcheggi e migliorare le condizioni delle strade. Mi auguro – conclude il segretario – che questa decisione venga rivista al più presto, perché non possiamo appesantire le multe ulteriormente quando la gente già fa fatica ad arrivare alla fine del mese”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Raccontare le crisi umanitarie

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Torino 25 maggio 2009 ore 20.30  Cinema Massimo – Sala 3  Via Verdi, 18 saranno proiettati i due episodi dal titolo “Buonanotte, Ouma” di Fernando León de Aranoa e “Crimini invisibili” di Wim Wenders. In “Crimini invisibili” Wim Wenders fissa la sua cinepresa sulla testimonianza diretta di alcune donne, vittime di violenza sessuale nella Repubblica Democratica del Congo, dove il conflitto dura ormai da anni, nonostante gli accordi di pace siglati tra il governo e i gruppi armati nel 2002. Il regista Fernando León de Aranoa  in “Buonanotte, Ouma” ripercorre 20 anni di guerra civile nel Nord Uganda attraverso la  testimonianza di alcuni night commuters, bambini che ogni notte cercano un luogo sicuro per evitare di essere reclutati come bambini soldato  dal gruppo armato del Lord’s Resistance Army (LRA). Dopo la proiezione seguirà l’incontro “Raccontare le crisi umanitarie attraverso le immagini e le parole” con la partecipazione di: Mimmo Candito, giornalista, presidente di Reporters Sans Frontières  Francesco Zizola, fotoreporter, plurivincitore del World Press Photo  Sergio Cecchini, direttore della comunicazione di Medici Senza Frontiere Italia  L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti.  Nel foyer del cinema sarà allestita la mostra fotografica “Women are heroes” a cura dell’Istituto Europeo di Design di Milano. http://www.crisidimenticate.it
“Invisibles” è un film girato da cinque dei più noti registi della scena contemporanea (Mariano Barroso, Isabel Coixet, Javier Corcuera, Fernando León de Aranoa, Wim Wenders) che, attraverso l’occhio della telecamera, hanno raccontato gli invisibili della terra: coloro che non vogliamo vedere ma che popolano le nostre paure e le nostre inquietudini perché non smettono mai di esistere. Il film, presentato alla 57esima edizione del festival Internazionale di Berlino, si divide in cinque episodi girati in cinque diversi contesti in cui opera MSF. Dalla Repubblica Centrafricana, alla Colombia, passando per il Congo e la Bolivia fino all’Uganda, i registi hanno immortalato storie di estrema povertà, di violenza e di miseria in contesti dimenticati.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Economia responsabile

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Bologna 14 maggio a partire dalle 10.00 presso la Sala dei Poeti, Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna, Strada Maggiore 45 convegno su “Economia responsabile, consumi critici e certificazioni etiche”. Una giornata di approfondimento sui temi della sostenibilità e della responsabilità sociale d’impresa. Apre i lavori la Lectio Magistralis dello storico dell’urbanistica statunitense Richard Ingersoll La responsabilità sociale delle imprese è un’espressione complessa che nasconde un concetto estremamente semplice. La Commissione Europea la definisce come “l’integrazione su base volontaria, da parte delle imprese, delle preoccupazioni sociali ed ecologiche nelle loro operazioni commerciali.” In altre parole è ciò che le aziende possono fare, non ciò che devono fare: prestare più attenzione ad alcuni aspetti sociali e ambientali nelle operazioni che l’impresa compie può dare valore aggiunto all’azienda stessa. Questo è vero soprattutto in un momento di crisi come quello attuale. I dati parlano chiaro: le imprese certificate da Icea (l’Istituto di Certificazione Etica ed Ambientale) nell’ultimo anno sono aumentate complessivamente del 68%. Si è passati dalle 139 del dicembre 2007 alle 234 del dicembre 2008, considerando i tre settori della cosmesi (+ 39% di aziende certificate), tessile (+ 190%) ed edilizia (+ 24%). La responsabilità sociale e la sua certificazione incidono positivamente anche sulla competitività dell’impresa: le imprese etiche sono dinamiche, hanno un’identità più forte sul mercato e riescono a comunicare meglio il proprio valore.Chi è Icea – Grazie a controlli e certificazioni per oltre 12 mila aziende a forte valenza etica, ambientale e sociale, l’Istituto Certificazione Etica ed Ambientale è tra i più importanti organismi europei di controllo nei settori del biologico e della crescita sostenibile. Icea (www.icea.info) riunisce associazioni storiche dell’agricoltura biologica, della bioarchitettura, della finanza etica e dei consumatori, tra cui Banca Popolare Etica, Anab, Acu, Csqa. Con 300 tecnici e 24 uffici territoriali presenti in Italia e all’estero, opera nei settori del Food (agroalimentare bio e acquacoltura) e No Food (cosmesi e detergenti ecologici, forestazione e turismo sostenibile, tessile bio, commercio equo, finanza etica, certificazione SA8000, arredamento ecologico, materiali per la bioedilizia). Svolge inoltre attività di ricerca e sviluppo, di formazione, e opera attivamente in campo internazionale. Forte di una lunga serie di accreditamenti in Italia e all’estero, l’Istituto lavora per fornire, con indipendenza e imparzialità, un servizio al fianco dell’impresa che cresce in modo sostenibile e dei consumatori che acquistano responsabilmente. All’insegna dello slogan aziendale: Eco Bio Equo.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bambini e ragazzi: come leggono e comprano

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Torino 15 maggio alle 10 nella Sala Blu della Fiera Internazionale del Libro di Torino presentazione di una fotografia inedita di Istat e Nielsen  nel Convegno organizzato da AIE in collaborazione con la Fiera Internazionale del Libro Altro che digital de-generation: leggono, leggono sempre di più. I ragazzi (6-17enni) che utilizzano le tecnologie mantengono un rapporto sempre più stretto con la lettura. E’ cresciuta infatti negli ultimi dieci anni di 5,3 punti percentuali la quota di bambini e ragazzi che hanno letto almeno un libro nel loro tempo libero, passando dal 51,6% di dieci anni fa al 56,9% di oggi. Se poi si passa a considerare il numero di libri letti in un anno, secondo i dati Istat, il 53,4% dei bambini e ragazzi ha letto fino a 3 libri, il 36,2% da 4 a 11 libri e il 10,4% 12 o più libri. Questo è avvenuto però parallelamente alla forte diffusione di Internet e delle nuove tecnologie tra queste fasce della popolazione: i più piccoli le usano il 30-35% in più della media della popolazione! Nello specifico, tra i bambini di 6-10 anni si è passati dal 13% di utilizzatori di Internet del 2005 al 22,2% nel 2008. Tra i loro fratelli più grandi (i 15-17enni) dal 63,5% al 76,7%. Sono proprio queste fasce più giovani il possibile punto di osservazione dei gusti e dei comportamenti del cliente del futuro di case editrici e librerie: qui stanno gli investimenti da fare e forse anche la chiave per identificare il lettore di domani. Il programma – Il convegno, introdotto dai saluti del presidente di AIE Federico Motta e del direttore della Fiera Internazionale del Libro Ernesto Ferrero, si aprirà con la presentazione dell’indagine Istat a cura di Miria Savioli e della ricerca di Nielsen a cura di Roberto De Lucca, moderati da Giovanni Peresson di AIE. Seguirà una tavola rotonda in cui si confronteranno Antonio Monaco (Coordinatore del Gruppo di lavoro editoria per ragazzi dell’AIE), Luca Domeniconi (Librerie Feltrinelli), Alberto Galla (Libreria Girapagina), Stefano Parise (Fondazione per leggere), Mauro Zerbini (InternetBookShop).

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Neutralità della rete e aspetti socio-economici

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Roma 14 maggio 2009 Ore 10,30 Sala delle Statue Centro Congressi Palazzo Rospigliosi Via XXIV Maggio, 43 convegno sul concetto di ‘neutralità’ riferito alle infrastrutture di rete ha prodotto posizioni contrapposte tra i diversi soggetti presenti sul mercato dei servizi resi attraverso Internet. C’è un dibattito in corso, spesso vivace, che rivela l’esigenza di un approfondimento “super partes”, ma anche di una dialettica costruttiva tra le parti. Il tema riguarda principalmente i modelli di business, ma può dare spunti di riflessione anche su altri temi, altrettanto attuali, come quelli della proprietà, della gestione e dell’accesso all’infrastruttura di rete. In linea di principio, il termine “neutralità” dovrebbe evocare una garanzia per la non discriminazione dell’offerta di servizi e del diritto alla libertà di informazione. E ciò in linea con i principi fondamentali che venti anni fa hanno sotteso la nascita e lo sviluppo di Internet. Se la neutralità della rete venisse a mancare, ci si potrebbe trovare in una situazione in cui chi deve fornire l’accesso a Internet potrebbe farlo in modo da favorire alcuni contenuti del web rispetto ad altri e quindi si potrebbe creare un nuovo mercato tra fornitori di contenuti per il Web e Internet Service Provider. E’ d’altra parte comprensibile che chi gestisce la rete e anche chi, più in generale, è preposto a garantire un processo di miglioramento delle prestazioni della rete stessa, ponga l’accento su come certi servizi, più di altri, richiedano condizioni di priorità e di qualità; e quindi sostenga la necessità di modificare i modelli di business, diversificando la tariffazione del traffico IP. Da questo punto di vista, si ritiene quindi più utile poter individuare criteri di tariffazione coerenti con la disponibilità a pagare dei fornitori di informazione in funzione del “valore di mercato” della loro specifica offerta. Per approfondire meglio queste tematiche, affrontate spesso con approcci assai differenti, la FUB, in collaborazione con NNSquad Italia (ente associativo di recente costituzione che si occupa specificamente di neutralità della rete), ha organizzato un apposito dibattito tra le parti in gioco. Interverrà come keynote speaker, per introdurre i fondamentali economici e sociali della questione, il Dr. Kenneth Carter, Senior Research Fellow al Columbia Institute for Tele-Information della Columbia University e consulente presso la consociata WIK-Consult del WIK (Wissenschaftliches Institut für Kommunikationsdienste).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La rosa e il cavolfiore

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Roma 13 maggio 2009 ore 9.30-19.00 Viale delle Belle Arti, 131 presso la Galleria nazionale d’arte moderna e contemporanea, Salone dell’Ercole, la Fondazione Baruchello presenta il progetto La rosa e il cavolfiore. L’immaginazione al bivio, all’interno di una Giornata di studi alla quale parteciperanno artisti, critici, architetti, poeti, filosofi. La rosa e il cavolfiore è un Premio per la realizzazione di progetti d’artista che, nei vasti spazi esterni della Fondazione (12 ettari nel territorio etrusco del Parco di Veio), si indirizzino all’impiego della terra in ogni senso ma in particolare tenendo presente la messa a cultura nella direzione dell’orto, del giardino e dell’abitare, non escludendo altri usi possibili. Si rivolge alla valorizzazione dell’idea che l’arte è uno strumento in grado di reinventare, costruire, immaginare la natura e il paesaggio.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dichiarazione di Demetrio Bacaro, su Alemanno

Posted by fidest press agency su lunedì, 11 Mag 2009

Scrive Demetrio Bacaro Segretario Associazione Radicali Roma: “L’attuale Sindaco ha fondato la sua campagna elettorale su un duplice aspetto: sicurezza e discontinuità con la politica esponenzialmente debitoria di Veltroni. La onestà intellettuale del primo cittadino non potrà negare che entrambe queste tematiche, in realtà, poterono essere agitate nel primo caso in modo demagogico sull’onda lunga di una campagna mediatica nazionale, che raffigurava le nostre città come delle terre senza legge, mentre a distanza di 12 mesi i reati “eclatanti” a Roma non sono calati (e non potevano perché già bassi rispetto al resto d’Europa) e la sincera sensazione è che poco o nulla sia cambiato. Nel caso del debito invece ebbe vita facile Alemanno ad agitare la bandiera dello spreco, perché in assenza di possibilità di verifica o smentita pubblica, le cifre poterono essere denunciate da  parte sua e non adeguatamente contestate da parte del timido PD di allora; proprio perché, o forse anche perché, mancava uno strumento come l’Anagrafe Pubblica degli Eletti, che avrebbe forse permesso a Veltroni e alla sua coalizione di avere cifre e circostanze per così dire “certificate” dalla conoscenza pubblica e controllabilità delle stesse. Allora Sindaco Alemanno le chiedo: perché non dotarsi di uno strumento, tra l’altro, di tutela nei confronti suoi e della sua Amministrazione, in un momento particolare come questo, quando ingenti finanziamenti verranno riversati su Roma nel progetto di renderla “capitale”? Perché aspettare  il prossimo competitore elettorale che potrà rendergli pan per focaccia, citando numeri magari a sproposito, senza che Lei possa avere la possibilità di difendersi tramite la pubblica conoscenza in itinere delle sue scelte e delle sue spese? Lei sa signor Sindaco come io non sia affatto contiguo alla sua idea di amministrazione e tanto meno alla sua parte politica, che a livello Nazionale ci sta trascinando verso il baratro insicuro della intolleranza e della xenofobia. Ciò nonostante le riconosco amore per Roma e veramente, di là della provocazione politica le suggerisco: si adoperi affinché la sua volontà di firmatario della proposta venga valorizzata dalla sua stessa maggioranza e costringa l’opposizione a convergere sulle sue posizioni di trasparenza: solo così Roma potrà conoscere future campagne elettorali dove la consapevolezza acquisita di ciò che è avvenuto e per merito di chi consentirà al cittadino una scelta basata sul giudizio del già fatto e non sulle stanche ideologie, che il gravissimo danno che potevano arrecare lo hanno già realizzato, grazie al consociativismo”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »