Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 17 Mag 2009

Party con Alice

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

aliceNurachi (Or) Museo_Peppetto Pau 23 maggio ore 19.30  Durante la serata inaugurale di Party con Alice si potrà assistere alla performance musicale della pianista Cinzia Casu con Alice Madeddu (soprano) e Riccardo Spina (basso)   In mostra abiti dello stilista Carlo Petromilli    Progetto ideato e curato da Askosarte interno alla rassegna di arte contemporanea Troppo periferici>> fenomenologia dei margini realizzata con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Nurachi direzione artistica e testi di Ivo Serafino Fenu catalogo di Ivo Serafino Fenu) Gli altri spettacoli seguono sino al 7 giugno dalle 18,30 alle 20,30 con chiusura il lunedì. Vi partecipano Lidia Bachis_Franco Casu_Chiara Demelio_Elisabetta Falqui_Gavino Ganau_Gruppo Sinestetico_Nilla Idili_Silvia Idili_Jara Marzulli_Tonino Mattu_Michele Mereu_Marco Pili_Progetto Askos (Chiara Schirru_Michele Mereu)_Francesca Randi_Pietro Sedda_Gianfranco Setzu.  PARtire con Alice, PARteciPARe a un PARty con Alice o PARteciPARe a un PARty di Alice apPARtiene, giocoforza, e con maggiore o minore consapevolezza critica, al percorso di ciascun artista, costretto a superare, malgré lui, la dimensione ambigua dell’apPARerza. Significa, insomma, percorre quell’universo “altro” che può aprirsi come una voragine per coloro che decidono di attraversare lo specchio e non si accontentano di rimanervi davanti a contemplare, in un onanistico narcisismo, la propria immagine riflessa.  (Dal testo critico in catalogo di Ivo Serafino Fenu)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

DC: una diaspora senza fine

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

Editoriale fidest Non vogliamo fare della dietrologia per non annoiare chi ci legge, ma certe cose vanno dette. Partiamo dall’ultimo atto. Sabato scorso si è maturata a Roma un’altra crisi interna alla Dc con le dimissioni di alcuni esponenti apicali per un contrasto insanabile sulla linea politica assunta dal segretario Angelo Sandri. Sandri è una mia “vecchia” conoscenza. Ho apprezzato il suo impegno politico e la sua disponibilità ad ereditare l’impegno di Flaminio Piccoli nel non voler rinunciare alla presenza della Dc nel panorama politico italiano dopo il grande polverone sollevato da “mani pulite” e dalla conseguente falcidia della dirigenza del partito sottoposto ad indagine giudiziaria per talune loro manchevolezze e che ha spinto i “padri spirituali” del partito a sancirne lo scioglimento. Dagli anni novanta in poi ho sperato in una rimonta del partito che in qualche modo lo riconciliasse con il suo elettorato. Non è stato così. La Dc a livello nazionale è rimasta per lo più sotto la soglia dell’1% e per giunta travagliata da una diaspora dei suoi figli sparsi tra i vari partiti dell’area che va dalla destra alla sinistra. Si litigava su tutto ma soprattutto sul simbolo e sull’eredità storica del nome tanto che ebbi un abboccamento con Andreotti per avere da lui un’opinione in proposito. Egli mi fece intendere chiaramente che a suo avviso l’esperienza storica della Dc era esaurita. Lo scioglimento del partito lo considerava valido né era immaginabile, per lui, che qualcuno privo di carisma potesse assumersi l’onere di tenerlo in qualche modo in piedi. Si riferiva, probabilmente, a Sandri e forse allo stesso Piccoli. Non me lo disse. Se seguo questo stesso filo di ragionamento e mi rifaccio all’attuale tentativo di Sandri di appoggiarsi al polo di centro e mettendo in un certo senso da parte la centralità del suo partito nel simbolo e nella proposta politica ne deduco che è la prova provata che non vi è futuro nel partito che fu di De Gasperi, di Fanfani e di quanti altri. Sono, probabilmente, cambiati i tempi. E’ un genere di svolta che lo stesso Enrico Letta ha avvertito allorché parlando a Vercelli, nell’ambito del convegno organizzato dal Pd, ha asserito: “vediamo come l’Italia politica è divisa in due: non tra chi sta nel centro destra e chi nel centro sinistra, ma tra Bossi e Berlusconi e il PD è terza forza marginale, avulsa da una qualsiasi capacità di governo. E questo vale anche per la Sicilia, dove la gente si schiera tra PdL e Autonomisti”. Come potremmo a questo punto immaginare la presenza della dc se la stessa proposta politica del Pd, un partito che bene o male marcia con il 20% di consensi elettorali, riscontra obiettive difficoltà nel panorama politico italiano? La domanda, semmai, che dovremmo porci è il perché, nel giro di pochi anni, siamo giunti alla radicalizzazione della lotta politica che come un bulldozer sta schiacciando altri partiti come quelli della sinistra, dei radicali e dei verdi, ed insidia persino l’Udc di Casini e l’Italia dei Valori di Di Pietro. Ora Sante Pisani, uno dei transfughi dalla famiglia Dc, ci propone un’alternativa che è quella “di uno schieramento di centro finalmente in grado, di rappresentare la zeppa tra i due maxi agglomerati confusi e contraddittori del Pdl e del Pd. Il Partito dell’Alleanza dunque, con le sue peculiarità e il suo messaggio di rinnovamento, concorrerà a formare con tutti i partiti, movimenti e associazioni, l’associazionismo laico e cattolico, un nuovo soggetto politico”. Se si impegna ad affrontare temi concreti e a portare lontano il suo messaggio e a farlo “digerire” agli elettori sempre più sconcertati e diffidenti da un percorso politico fatto più di personalismi che di interessi generali, forse lui e i suoi amici riusciranno là dove altri hanno fallito. Auguri sinceri. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Seminario degli Italianisti Cubani

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

dusemusiniL’Avana, 18 – 21 maggio 2009 Gran Teatro de La Habana Biblioteca Rubén Martínez Villena  Con l’undicesima edizione del Seminario degli Italianisti Cubani si apre il secondo decennio di una felice e fruttuosa collaborazione tra l’Ambasciata d’Italia all’Avana e molte Istituzioni cubane le quali, con impegno e dedizione, operano per la diffusione della lingua italiana nell’Isola. I dieci anni appena trascorsi sono serviti per gettare basi solide per la nostra iniziativa, basi sulle quali si è fondato un lavoro importante, che e’ andato progressivamente sviluppandosi. Ora si dispone di un consistente patrimonio e dei necessari strumenti per proseguire nel solco tracciato e per quindi perfezionare ulteriormente il risultato di tali sforzi. Come ogni anno, anche questa edizione del Seminario si caratterizza per un programma intenso e serrato, al quale prenderanno parte, in qualità di relatori, numerosi studiosi, sia italiani che cubani, con l’obiettivo di costituire nuovi bagagli di conoscenze, utili a consolidare e a radicare ulteriormente l’esperienza dell’italianistica qui a Cuba. Un programma che, come da tradizione, è stato arricchito con una dedica speciale, alla grande attrice italiana Eleonora Duse (1858-1924), nell’ottantacinquesimo anniversario della rappresentazione all’Avana (era il 1924, pochi mesi prima della scomparsa dell’attrice) dell’opera teatrale La citta’ morta di Gabriele D’Annunzio, autore che con la Duse stabili’ un celebre ed intenso sodalizio sentimentale ed artistico. Si ricorderà, dunque, Eleonora Duse con l’inaugurazione di una targa, preparata dall’Ambasciata d’Italia all’Avana e dalla Oficina del Historiador de la Ciudad de La Habana, e con due interventi di un’attrice italiana, Daniela Musini, che alla Divina ha dedicato tanti anni della sua attivita’ e delle sue ricerche. Il programma dell’evento è il seguente: Lunedì 18 maggio 2009 14:30 Gran Teatro de La Habana Cerimonia di scopertura di una targa dedicata ad Eleonora Duse, nell’ottantacinquesimo anniversario della rappresentazione all’Avana de La citta’ morta, opera teatrale di Gabriele D’Annunzio Basílica Menor del Convento de San Francisco de Asís. 16:00 Inaugurazione del Seminario con la prolusione dell’ Ambasciatore d’Italia Domenico Vecchioni. seguono Roberto Espí – Decano della FLEX – Universidad de La Habana e Eusebio Leal Spengler – Historiador de la Ciudad de La Habana e Presidente del Comitato cubano della Società Dante Alighieri. Alle 16:30 Recital dell’attrice Daniela Musini  Gabriele ed Eleonora. Una passione scarlatta  Martedì 19 maggio 2009 10:30 Biblioteca “Rubén Martínez Villena” Mayerín Bello Valdés – Italia en la obra de Félix Pita Rodríguez (en el centenario de su natalicio), Paolo Torresan – Atteggiamenti e convinzioni nei confronti della scrittura in una classe di livello avanzato, Giuseppina Rastelli – I  Manifesti del Futurismo Rafael Rodríguez Beltrán  I poemi italiani di José María Heredi. Nel pomeriggio Alla Biblioteca “Rubén Martínez Villena” Deisy Torres Delgado – Il bis del corso di lingua italiana alla TV  Giuseppina Moscatelli – Dante Alighieri, centro certificatore PLIDA  Guillermo Rodríguez Cortés, Rosa Caignet Medina, Ernesto Montoya Lahera – Glosario multilingüe ilustrado de frutas, viandas, granos condimentos, vegetales y otros produco Mercoledì 20 maggio 2009 ore 10  Biblioteca “Rubén Martínez Villena” Daniela Musini – Eleonora. Una donna. Un’attrice. Una leggenda segue il Laboratorio coordinato da Paolo Torresan – Promuovere la scrittura. Nel pomeriggio  presso la Biblioteca “Rubén Martínez Villena” Luciano Castillo – Le rassegne cinematografiche italiane alla Dante Alighieri Mayra Rodgers e Yanai Garcia – Le sfide dell’insegnamento dell’italiano come terza lingua.  Giovedì 21 maggio 2009 ore 10 alla Biblioteca “Rubén Martínez Villena” Diana Sarracino – Didattica del canto, didattica dell’italiano Laboratorio coordinato da Paolo Torresan – Promuovere l’interazione orale. Nel pomeriggio Liuba Kautzman Hernández, Virginia Gutierrez Ramos, Luis Rodríguez González – Il programma nazionale d’ italiano durante la bassa stagione turistica Danilo Manera – L’avventura dell’italiano attraverso i secoli. Presentazione e donazione del manuale Breve historia de la lengua italiana di Silvia Morgana, collezione Un Mare di Sogni Le conclusioni saranno tratte dal Consigliere culturale dell’Ambasciata d’Italia, Marco Giomini. Segue la consegna dei diplomi ai partecipanti  fonte: http://www.ianieriedizioni.it (foto duse, musini)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Thomas Gillespie. No Country for Old Men Totally painting

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

thomasFirenze fino al 21/7/2009 Galleria Poggiali e Forconi Via della Scala, 35/A e via Benedetta, 3 /rosso A cura di Lorenzo Bruni  L’artista vive e lavora tra Londra e Levadia, nella Grecia centrale, a pochi chilometri da Delfi. Queste due realtà rivivono nella sua pittura, in cui coesistono paesaggi metropolitani e orizzonti sognanti, lo spazio urbano e il sogno arcaico, il presente senza memoria e un presente mitico.  Appositamente per questa esposizione Gillespie ha realizzato 32 oli su tela, alcuni di grandi dimensioni e 20 lavori su carta – nei quali l’artista interviene direttamente su pagine di libri d’epoca – che saranno presentati nella sede storica di via della Scala, mentre 10 quadri su carta, a olio e tecnica mista, saranno esposti nella Project Room di via Benedetta.  Il corpo centrale della mostra e’ costituito dalla serie di oli su tela che raffigurano distributori di benzina, strutture di servizio tipiche del mondo occidentalizzato, sempre uguali e allo stesso tempo diverse, indipendentemente dal contesto in cui si trovano. Le immagini di Gillespie sono filtrate e rinascono attraverso il colore: le slavature del monocromo rosso, giallo, viola rivestono i soggetti di un’atmosfera che permette all’artista di rianimare spazi asettici e senza memoria. Quelli di Gillespie sono i -non luoghi- della contemporaneità, quelle zone grigie – nella definizione dell’antropologo Marc Auge’ – di collegamento e di attraversamento tra i diversi spazi urbani. A questi -non luoghi- l’artista dona una nuova capacità di preservare la memoria di chi li utilizza, riconosce loro una sorta di memoria personale, capace di registrare gli eventi.  Le grandi tele raffiguranti scorci di paesaggi urbani, con grattacieli che si innalzano verso un cielo opaco, non sono il risultato di una visione apocalittica, ma il tentativo di osservare in maniera oggettiva la spinta fantascientifica che ha attraversato il Novecento. «In questa nostra attuale perdita di memoria generale, necessaria in alcuni casi» dice Lorenzo Bruni, « le atmosfere di Gillespie puntano ad osservare il reale, ricercando e trovando appigli personali che mettano in risalto la possibilità di vivere questa contemporaneità.». La mostra sarà corredata da un catalogo con testo critico di Lorenzo Bruni.
Thomas Gillespie e’ nato a Canterbury, in Inghilterra, nell’aprile del 1986, da padre greco e madre inglese. Nel luglio 2008 si diploma presso la Byam Shaw School of Art Ba (Hons) Fine Art, al celebre Saint Martins di Londra. (imnagine thomas)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quale democrazia? di Rosario Amico Roxas

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

Lettera al direttore. Stiamo vivendo il fallimento del sistema capitalistico che ha generato l’attuale crisi come momento di indispensabile cambiamento. Lo hanno capito le maggiori potenze planetarie, tranne l’Italia del cavaliere ancora abbarbicata nella difesa corporativa dei privilegi conquistati sulla pelle del lavoro a vantaggio della finanza.   E’ un’epoca che si chiude alle nostre spalle e non basta tenere aperta una finestrella per fornire un po’ d’ossigeno, utile a spremere ancora quel pochissimo che è rimasto. L’economia della finanza, giunta alla “finanza creativa” come capolinea di un sistema selettivo, è crollata generando macerie; ma i fatti vengono alterati con una incosciente interpretazione che mira esclusivamente a mantenere uno status quo liberista e liberticida. Anche il concetto stesso di democrazia rimane sconvolto, a causa della mimetizzazione del vero quesito che dovremmo proporre: “Quale democrazia ?”. L’economia della finanza, così arrogantemente sostenuta in questi ultimi 15 anni, è riuscita a imporre l’antitesi di un modello culturale, nonché la sintesi  delle contraddizioni tra la cronaca reale e l’apparenza formale, che si è concretizzata  nella formula “Più mercato, meno Stato”. Così lo Stato è diventato un latitante dei suoi doveri, permettendo l’affermazione della legge del più forte. Il 15 % della popolazione italiana possiede il 50% del patrimonio nazionale, generando un GAP sociale irreversibile. Il patrimonio del capitalismo liberista rinnega la stessa democrazia che lo ha promosso, privilegiando metodi autoritari in grado di esercitare la pressione protettiva necessaria alla propria esistenza e resistenza in vita. La  crisi economia italiana, parzialmente differente alla crisi di altre nazioni perché differente è l’approccio operativo che dovrebbe promuovere il superamento, è sostenuta dalla mancanza del circuito virtuoso formato da investimenti produttivi-lavoro-consumi.  Il denaro/capitale si è chiuso a riccio fuori dal mercato produttivo, preferendo comode condizioni protettive nei paradisi fiscali, ed ha lasciato l’onere del superamento di tale crisi alla collettività attraverso i provvedimenti tampone che propone questo governo. Il liberismo che ha esaltato il mercato, esigendo la massima libertà operativa, ha scoperto le proprie contraddizioni e fa marcia indietro, delegando proprio quello Stato che aveva contestato a risolvere i problemi che dello Stato non sono, ma rimangono problemi del “tipo” di mercato che si pretende restaurare.  Nelle parole che vengono spese emerge l’esigenza di affermare o riaffermare il concetto si “solidarietà”; quella medesima solidarietà rinnegata a vantaggio della classe capitalistica; ma oggi quel capitalismo dei pochi magnati della finanza, mostra tutte le sue debolezze così chiede solidarietà alle classi che fin oggi ha vessato generando un GAP tra le classi che si è dilatato al punto di generare due “Italia”: l’Italia del denaro/capitale e l’Italia del denaro/lavoro. La solidarietà sociale sarebbe possibile e auspicabile ove si trattasse di un GAP economico e finanziario; in tal caso i valori della democrazia potrebbero suggerire soluzioni macroeconomiche in grado di proporre un ritorno allo sviluppo equilibrato dell’economia. Lo hanno capito gli USA, lo ha capito la Germania, lo ha capito (suo malgrado) l’Inghilterra, lo ha capito la Francia e la Spagna e le altre nazioni occidentali, non lo capisce l’Italia che si ritrova nel Pantano delle Libertà, assurdamente legata ad un passato remoto che si vorrebbe far risorgere dalle proprie ceneri. In Italia il GAP tra le classi non è più economico, ma è diventato politico, per cui non riesce ad emergere quella solidarietà che viene richiesta per realizzare la restaurazione del vecchio. In queste condizioni anche il concetto stesso di democrazia è a rischio, proprio perché è venuto a mancare il quesito di fondo che alimenterebbe il rinnovamento innanzitutto culturale, per diventare successivamente economico: “Quale democrazia ?”. (Rosario Amico Roxas) (n.r. non vogliamo aggiungere nulla di nostro ma apriamo, invece, il dibattito tra i nostri lettori poiché due sono i richiami di ordine politico che abbiamo rilevato in questi giorni. Ci riferiamo in particolare a quanto ha detto, tra l’altro, a Vercelli qualche giorno fa Enrico Letta “vediamo come l’Italia politica è divisa in due: non tra chi sta nel centro destra e chi nel centro sinistra, ma tra Bossi e Berlusconi e il PD è terza forza marginale, avulsa da una qualsiasi capacità di governo. E questo vale anche per la Sicilia, dove la gente si schiera tra PdL e Autonomisti”.

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autori credenti, miscredenti e agnostici

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

Lettera al direttore. Caro direttore, da un po’ di tempo le case editrici sfornano libri che parlano dell’esistenza di Dio, però la maggioranza dei lettori credenti disdegna quelli scritti da autori atei, e difficilmente li acquista; mentre forse ancor più difficilmente lettori atei acquistano quelli d’autori credenti. Un simpatico giornalista ateo, e un teologo controcorrente inventore di un nuovo cristianesimo, hanno trovato il modo di prendere due piccioni con una fava: hanno scritto insieme il libro “Disputa su Dio”. Si dà il caso però che riguardo al problema dell’esistenza di Dio: nihil sub sole novum, e c’è da giurarci che le convinzioni di atei e credenti, dopo averlo letto, non si sposteranno di una virgolina. Un suggerimento ai due autori: il prossimo libro lo scrivano in collaborazione con un agnostico: così con una fava prenderanno tre piccioni. (Veronica Tussi Ex docente di religione)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Reggio Emilia, contributi alle imprese agricole e forestali

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

La Provincia di Reggio Emilia intende dare attuazione all’erogazione di contributi alle imprese agricole e forestali a parziale rimborso delle spese sostenute per l’acquisto di servizi di formazione, informazione e consulenza, in applicazione delle Misure 111 azione 1 e 114 del P.S.R. 2007-2013. I contributi sono concessi esclusivamente per l’acquisto di servizi di formazione, informazione e consulenza contenuti nelle proposte contrattuali del “CATALOGO VERDE” costituito con deliberazione della Giunta Regionale n.1652 del 5/11/2007. Le domande possono essere presentate nel periodo tra il 01/05/2009 e il 15/12/2009

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Fondartigianato, attività di formazione continua

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

Il Consiglio di Amministrazione del Fondo Artigianato Formazione ha deliberato lo stanziamento e la messa a disposizione di complessivi € 17.000.000,00 (diciassettemilioni/00), al fine di procedere alla pubblicazione di un Invito per la realizzazione di attività di formazione continua:   1. finalizzate all’attuazione di Piani Formativi; volte a sostenere processi di riorganizzazione e/o ristrutturazione aziendale;  destinate all’attuazione di Piani Formativi specificatamente rivolti al sostegno dello sviluppo locale dei territori regionali del Mezzogiorno. I Progetti devono pervenire entro le ore 12,30 delle seguenti date: 13 luglio 2009; 12 ottobre 2009; 14 dicembre 2009; 15 febbraio 2010

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Preliminary Results On Phase II Orazol(tm) Study

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

Dublin, Ireland, May (Globe Newswire) — Dr. John Fox, of Merrion Pharmaceuticals (“Merrion” or the “Company”), will address the 7th International Cancer Conference in Dublin and will speak about the very positive preliminary results from a multi centre Phase II study on Merrion’s Orazol(tm) drug (formerly known as MER 101). The study, conducted in hormone refractory prostate cancer patients with proven bone metastases, enrolled patients at sites in the U.S. and Europe. The preliminary results show that weekly therapy with 20mg Orazol(tm) (tablet) appears to be as therapeutically effective as monthly treatment with the intravenous drug Zometa(r)(4mg) based on movements in observed levels of critical bone biomarkers. Changes in bone biomarkers, e.g. NTX, have been correlated with improvement in clinical outcomes such as skeletal related events (SRE) and death. This study examined the effects of treatment on four separate bone biomarkers, NTX, serum CTX, serum bone specific alkaline phosphatase and serum calcium. John Lynch, Merrion CEO said, “We are very pleased with these preliminary results. It is clear that Orazol has the potential to make an impact on patient care in the years ahead — and we will now work on identifying a licensing partner to complete Phase III development and market the product.” Orazol(tm) is a once weekly tablet form of zoledronic acid, which is currently only available as an intravenous infusion (Zometa(r) and other trademarks, Novartis). Zoledronic acid is a very potent and thoroughly investigated bisphosphonate compound, which has been used to treat over 3 million patients worldwide. Orazol(tm), as a weekly tablet formulation, offers many new potential advantages to patients, physicians and healthcare providers. The preliminary data show a rapid response to treatment on biomarkers of bone resorption in each of the study arms. These effects were noted at 7 days and were sustained throughout the study period.  The Company anticipates that the data will be fully analyzed and comprehensive results will be published on 31st May 2009 at the annual general meeting of the American Society of Clinical Oncology (ASCO) in Florida.

Posted in Estero/world news, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pedal-Plantar: A new method for revascularization of foot vessels

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

By Marco Manzi, MD Chronic critical limb ischemia (CLI) is due to extensive atherosclerotic occlusive disease of the lower limb arteries. This condition, typical of diabetic patients, is often associated with ulceration and/or gangrene of the foot and represents the main cause of nontraumatic lower limb amputation.1 Restoring adequate blood flow to the foot is essential to promote healing of trophic changes and to provide relief from pain.” In our institution between January 2007 and September 2008, the pedal-plantar loop technique was performed in 114 patients among a total of 1,331 CLI diabetic patients with BTK disease undergoing PTA (Rutherford category 4–6). CLI was documented on the basis of nonhealing gangrene and/or ulceration of the foot associated with a critically low level of oxygen tension (TcPO2). After exclusion of aortoiliac disease by noninvasive examinations (mainly duplex scan), patients were sent to the catheterization laboratory for invasive angiography and PTA. Ninety-five percent of patients were diabetic (20% type 1, 75% type 2). Acute success for the pedal-plantar loop technique was achieved in 84.2% of cases. No clinically relevant complications were observed. The pedal-plantar loop technique is feasible and safe in a good number of patients; it permits an almost-complete revascularization of the foot arteries leading to a good inflow and outflow from both anterior and posterior tibial vessels. This technique should be considered whenever the foot is in jeopardy and angiographic and/or clinical results of above-the-ankle PTA remain suboptimal or insufficient to achieve limb salvage. Furthermore, our preliminary data demonstrate a significant clinical improvement in terms of wound-healing time and in the level of oxygen tension in the patients successfully treated.Thus, the pedal-plantar loop technique has been largely dependent on technical and technological advancements and dedicated devices, such as the introduction of low-profile long balloon catheters giving high conformability. These improvements have made PTA for critical limb ischemia a reasonable alternative to the standard treatment, bypass surgery.  (abstract) (from Ufficio Stampa Policlinico Abano Terme)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Expo: Vito Acconci Seventies

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

Chiasso22 May – 13 June 2009  Centro d’Arte Contemporanea Ticino_Switzerland Vernissage Friday 22 May 2009 at 6.00 p.m. Thur-Fri-Sat_3.00-7.00 p.m. (or by appointment)  Artists have always dialogued with the space around them, almost as though driven to undertake a necessary attempt to confer on it and on themselves – in general – a different, further-reaching dimension. In space, the creative has always left the sign of his passing, of his power, as though that individual trace could be represented in the model for a society of the future, thus stratifying experiences and ultimately strengthening the concept of evolutionism. Contemporary art, the interface with a paradoxical reality in a technological post-modern era that tends to level us all, needs to redefine the architectural spaces in which it operates, since it is through urban fabrics that man’s identity stands to be strengthened or weakened. This applies to the years of Marc Augé, of Marshall McLuhan and many, many more, who have been working in this sense ever since the fifties; to the concept of ‘art in space’ and the duality of art and architecture, in which the architectural structure of the museum was later destined to become totally subject to the requirements of artists’ spatial needs and proposals.  it was in those same years that the author of works of art started sensing the need fully to accept his social responsibility, faced with a situation in which art critics and historians were revealed to be incapable of competently outlining the changes taking place, but also the societal and epoch-making constructions under way, culminating in the advent of the new force and potentially ultimate great revolution of telematics: a revolutionary discovery, because it uses virtual languages, once again, to influence the parameters and confines of man’s identity, seriously questioning the very notion of body, of space and of time that, moreover, has become demagnetised.  The exhibition presents a selection of video works, aptly dating back to the seventies, which reveal the performance-oriented slant mentioned above. Acconci tackled film technology and the architecture of closed spaces, so architectural constriction, preserving himself for posterity and recording his carnal and corporal action with the camera. He became a psychological subject almost detached from the actual exercise of culture, but that tended – at times imprisoned or desperate – to reconstruct his own awareness of identity, though before that his human awareness, through the obsessive liturgy of the gesture or the repetitive conceptualisation of an obsession that he repeated verbally.(abstract) Mario Casanova/Silvano Repetto_2009 [Translation Pete Kercher]

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le tasse locali nel 2009 continuano ad aumentare

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

La studio, condotto da Krls Network of Business Ethics per conto dell’Associazione Contribuenti Italiani è stato presentato oggi a Ischia in anteprima dal presidente Vittorio Carlomagno e sarà pubblicato nel prossimo numero della rivista mensile Contribuenti.it. Milano prima, Isernia ultima, ma stavolta i contribuenti del capoluogo lombardo avrebbero fatto a meno del primato. È Milano la città dove la pressione fiscale locale crescerà di più. Ogni milanese verserà nel 2009 ai propri enti locali, imposte, tasse, tributi e addizionali varie per 2.302,94 euro contro una media nazionale di 1.586,14 euro. Al secondo posto, ha sottolineato il presidente dell’associazione Vittorio Carlomagno, c’è Napoli con 2197,06, anche se il capoluogo partenopeo è da ritenere fuori classifica, visto che tra le entrate tributarie comunali annoverano la tassa rifiuti e quella sui morti, che “falsano la classifica”: da sole incidono per 291 euro contro la media nazionale di 217 euro. Al terzo posto, Aosta con 2176,41 euro e al quarto posto Bologna con 2137,92 euro. All’ultimo posto, Isernia con soli 668,03 euro pro capite. Considerando la ripartizione delle imposte tra gli enti locali, dallo studio emerge che il 54,2% va alle Regioni, il 40,7% dei Comuni e il rimanente 5,1% alle Province. “Le ragioni di questa crescita – sostiene Carlomagno – sono da ricercarsi principalmente nella assenza di un Garante per la sorveglianza dei tributi. Bisogna istituire presso il ministero dell’Economia la figura di Mister Fisco”. Il garante dei tributi, secondo il presidente Carlomagno, dovrà sorvegliare la tassazione degli enti locali, sia attraverso le segnalazioni dei cittadini sia attraverso una più stretta collaborazione con la guardia di finanza; a lui spetterà anche il coordinamento e il confronto con le altre istituzioni locali e nazionali nel contrasto all’evasione fiscale e all’aumento dei tributi “favorendo il dialogo tra le associazioni dei contribuenti, le amministrazioni finanziarie e gli agenti delle riscossione”. Lo studio, si legge in una nota, sono stati analizzati tutti i balzelli applicati dagli enti locali, intesi come sommatoria delle imposte versate dai contribuenti ai Comuni, Provincie e Regioni. Si tratta di imposte che ciascun ente locale applica, per legge, ai propri residenti, sia persone fisiche che giuridiche. Per i Comuni sono state esaminate le principali fonte di gettito quali Ici, addizionale comunale Irpef, tariffa rifiuti urbani e la tassa sui morti. Per la Provincia, invece, l’imposta sulla Rc auto, l’addizionale sulla bolletta dell’Enel e l’imposta di trascrizione. Per la Regione, infine, l’Irap, la compartecipazione all’Iva, all’addizionale regionale sull’Irpef e la compartecipazione sulle accise della benzina. (fonte Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Roma disabili, rilascio pass parcheggi

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

Criteri oggettivi di valutazione e abbattimento dei tempi per il rilascio dei contrassegni per i parcheggi riservati ai disabili. Il Consiglio comunale ha approvato la delibera, proposta dall’assessore alle Politiche sociali del Comune di Roma, Sveva Belviso, di modifica e integrazione del Regolamento comunale relativo alle modalità di valutazione per l’assegnazione dei contrassegni per gli spazi sosta personalizzati per le persone con disabilità. Queste le novità che interessano le Commissioni, il tempo di rilascio dei permessi e i criteri di valutazione. Saranno cinque, e non più una, le commissioni preposte a ricevere e valutare le richieste di assegnazione, una per ogni distretto capitolino. Ogni commissione dura in carica due anni ed è costituita da un presidente, un medico legale della Asl di riferimento, un rappresentante dell’Ufficio Interdisciplinare Traffico e Segnaletica (U.T.I.S.) del Municipio, un rappresentante della Consulta municipale sui problemi dell’handicap. La Commissione si riunisce ogni settimana. Tempi di rilascio. Le cinque commissioni consentiranno lo snellimento delle domande da esaminare e la velocizzazione dei rilasci dei pass. Ad oggi  viene  esaminata una media di 25-30 pratiche ogni settimana. Con la moltiplicazione delle commissioni, si stima che si riusciranno ad esaminare circa 150 domande a settimana e arrivare all’azzeramento delle liste d’attesa in pochi mesi.  Criteri di valutazione. Con l’approvazione della delibera viene stabilità l’uniformità dei criteri di valutazione delle domande. Le commissioni valuteranno i casi di particolare rilevanza sociale tenendo presenti i seguenti tre criteri: persone con patologie gravi che compromettano fortemente la normale mobilità e l’uso di mezzi pubblici di trasporto; persone con disabilità intellettiva che non renda possibile l’uso di mezzi di trasporto pubblico e che non possano essere lasciate sole; persone con capacità di deambulazione permanentemente ridotta, non abilitate alla guida, e che necessitino di essere trasportati con frequenza nel corso della settimana, in relazione ad attività lavorative, studio o sanitarie dimostrate.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sri Lanka: migliaia di bambini soli arrivano nei campi profughi

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

Continua ad aumentare il numero di bambini traumatizzati e malnutriti, alcuni di soli 5 anni, che arrivano nei campi profughi dello Sri Lanka senza i propri genitori, persi durante la fuga per scappare dalla spirale di violenza che sta colpendo il nord est del Paese. “Questi bambini arrivano da aree dove imperversavano continui combattimenti e di conseguenza sono fortemente traumatizzati. Purtroppo ora devono affrontare una situazione ancora più difficile”. “Molti bambini sono malnutriti e la maggior parte di loro ha assistito ad episodi terribili. Il fatto di essere rimasti anche senza il supporto della propria famiglia, rischia di avere un effetto devastante per la loro crescita complessiva”. Secondo un recente studio condotto in 100 rifugi temporanei , il 72% delle famiglie sono state separate o si sono perse durante la fuga. Save the Children, inoltre, sottolinea che nelle ultime settimane il numero di bambini separati da uno o entrambi i genitori sono aumentati drammaticamente a causa dell’enorme flusso di persone che sono scappate da Vanni. Dall’inizio dell’anno ad oggi, sono circa 196.000 le persone fuggite dalle aree sotto il controllo delle Tigri Tamil, di cui almeno il 40% sono bambini, e la maggior parte di esse è arrivata nei campi sfollati nelle ultime tre settimane. Il governo dello Sri lanka stima che almeno altri 50.000 civili siano rimasti intrappolati nella zona in cui il conflitto è in corso e Save the Children stima che ameno altre 20.000 persone entro la fine della settimana arriveranno nei campi già stracolmi. Secondo i dati relativi alla registrazione degli sfollati, attuata dal governo, ci vorranno almeno sei settimane prima che il processo di riunificazione delle famiglie possa essere avviato. Durante questo periodo, migliaia di bambini soli e vulnerabili potranno contare unicamente sui sistemi predisposti da save the Children e dalle altre organizzazioni umanitarie per cercare di ricongiungerli con i loro genitori. “Siamo molto preoccupati, perché i bambini soli sono tanti e questo processo è molto difficile”, conclude Golubovic.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La crisi del camper

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

“Esprimo profondo stupore, oltre che tutta la mia insoddisfazione, per la risposta fornita dal sottosegretario allo Sviluppo economico Stefano Saglia in merito alla grave situazione che interessa la camperistica italiana, e in particolare, il distretto valdelsano. Nella risposta fornita dal Ministero non c’è alcun riferimento agli interventi e alle misure prese o da adottare per far fronte alla perdita dei livelli occupazionali o al rischio di delocalizzazione produttiva. C’è, al contrario, solo un elenco di ciò che da mesi stanno facendo gli enti locali e la Regione Toscana. Questo, però, lo sappiamo bene senza che ci venga spiegato dal governo”. Con queste parole Susanna Cenni (Pd), commenta la risposta che il sottosegretario di stato allo Sviluppo economico ha fornito in Commissione attività produttive, all’interrogazione presentata ad ottobre 2008 dalla parlamentare, insieme ai deputati Pd Franco Ceccuzzi e Andrea Lulli. “Ciò che oggi ci saremmo aspettati dal governo – osservano i parlamentari intrerroganti – erano risposte chiare e precise su come affrontare il nodo chiave della vicenda: il rischio di delocalizzazione, dal momento che la proprietà di alcune delle maggiori aziende presenti sul territorio fanno riferimento a società straniere o sono partecipate da fondi azionari internazionali. Non dimentichiamo, inoltre, che mentre attendevamo la risposta del Ministero, gli uomini e le donne che si trovano in cassa integrazione o in mobilità sono passati da qualche centinaio a milletrecento (dati Cgil) e che non si è tanto mancato di rispondere ad alcuni deputati del territorio, ma a decine di piccole e medie imprese e a migliaia di lavoratori”. “Le uniche iniziative a sostegno del settore del camper e, soprattutto, per contrastare la crisi – aggiunge Franco Ceccuzzi – rimangono quelle degli enti locali, della Regione Toscana e dell’opposizione parlamentare. La risposta del governo all’interrogazione è sconfortante perché dopo sei mesi dalla sua presentazione sono stati disattesi tutti gli impegni. Impegni che erano stati sanciti anche dall’accoglimento di un ordine del giorno dell’aula del 4 novembre scorso, dove si chiedeva la convocazione di un tavolo di concertazione in cui tutti i soggetti istituzioni e sociali potessero esaminare le misure di sostegno più appropriate. Quel tavolo, ad oggi, non è stato ancora convocato”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Le Stanze” di Mario Di Marco

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

mariodimarcoRoma 21 Maggio 2009, ore 21,15 Teatro Arciliuto sala anfiteatro, Piazza di Montevecchio 5 (alle spalle di Piazza Navona. Dopo il successo al RomaEuropa Festival (finalista del contest di musica elettronica nella sezione RomaEuropa Web Factory), il musicista e performer Mario Di Marco presenterà al Teatro Arciliuto di Roma giovedì 21 maggio il suo ultimo lavoro musicale, “Le Stanze – suite per clarinetto, elettronica e oggetti”. Il concerto di Mario Di Marco, clarinettista tra i più acclamati della scena nazionale, sarà pensato come un racconto musicale che si realizza tra la musica classica e quella elettronica, senza dimenticare l’uso dell’improvvisazione tipico del jazz. Un’ora e venti minuti ininterrotti di musica originale composta da Mario Di Marco per l’occasione, con l’artista unico protagonista della performance insieme al suo clarinetto. Partecipano attivamente effetti elettronici ed oggetti di scena che diventano veri e propri strumenti musicali. Mario Di Marco, clarinettista e compositore, è diplomato in clarinetto con il massimo dei voti presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma. Ha scritto per numerose ensemble musicali. Tra queste, le più recenti, sono il duo con Riccardo Fassi, il quintetto di musica contemporanea Mario Di Marco Ensemble (flauto, clarinetto, viola, pianoforte e contrabbasso), il trio con Giulio Ceccacci e Roberto Palermo (del quale è in uscita un cd registrato live al Teatro Eliseo), e il quintetto jazz Okinerò. Negli anni ha composto per la danza, il teatro e le video installazioni, per le quali ha curato anche la realizzazione e la messa in scena. Dal 1995 é direttore del mensile “Prove Aperte”. Attualmente è direttore artistico del Jazz Festival del Teatro del Sogno di Roma, del Jazz Festival di Civitella Alfedena (AQ) e della rassegna di musica contemporanea dell’Anfiteatro Naturale della Camosciara (Parco Nazionale d’Abruzzo). Ha al suo attivo numerose collaborazioni, sia nell’ambito della musica classica che jazz e contemporanea; ha composto le musiche per video, spettacoli di danza e di teatro presentati in numerose rassegne sia nazionali che internazionali. Nell’ultimo anno ha scritto le musiche per gli spot pubblicitari di Grandi Stazioni.

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Millenniumexpo 2009 corre la passione

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

caracaferrariRoma dal 6 al 7 giugno 2009 si terrà presso l’ippodromo di Capannelle in via Appia 1245, la XVIII edizione del MillenniuMexpo, punto di riferimento per gli appassionati e i collezionisti di veicoli e accessori d’epoca. Molte le novità riservate ai visitatori.  In più un evento particolarmente atteso: domenica 7 giugno a Roma partirà la 1a rievocazione storica  del Gran Premio Roma-Circuito di Caracalla, memorial del più famoso circuito cittadino d’Italia riservato a moto in regola con il C.d.S. e costruite fino al 1980. Saranno presenti i piloti e le moto del passato, le derivate e le “Sport Production”. si svolge sotto l’egida della Federazione Motociclistica Italiana e gode del patrocinio del Comune di Roma. Collaborano alla riuscita dell’evento: il Moto Guzzi Roma (al quale spetta il primato di aver fatto rinascere il Circuito di Montemario), che sarà responsabile dell’organizzazione e della logistica;  il Moto Club Aprilia, che curerà con i suoi Giudici di gara la regolarità del percorso; il Club Tusculum  che effettuerà il controllo dei tempi di percorrenza attraverso la rilevazione con pressostato elettronico. Per chi ricorda, oltre ai grandi motociclisti Tenni, Francisci e Liberati, Piero Taruffi e la prima vittoria della Ferrari conseguita da Franco Cortese al Gran Premio di Roma del 25 maggio 1947, una rassicurazione: se il 7 giugno si correrà in moto, tutti pronti l’11 ottobre 2009 – in occasione della edizione autunnale di MillenniuMexpo in programma dal 10 all’11 ottobre –  per assistere alla rievocazione storica con auto d’epoca alla quale, già da ora, è possibile iscriversi.  http://www.millenniumeventi.it.
Un po’ di storia Dalla sua prima edizione, avvenuta nel 1999, MillenniuMexpo con i suoi 700 spazi espositivi dedicati ai privati, con le centinaia di moto e auto d’epoca in vendita, con le migliaia di pezzi di ricambio – oltre agli spettacoli, alle mostre, ai raduni, alle sfilate di moda,  ai convegni – grazie ad un ambiente fuori dal comune e servizi di elevata qualità, ha saputo catturare l’attenzione di migliaia di visitatori (l’ultima edizione ha raggiunto quota 12 mila) inserendosi a pieno titolo tra le mostre-scambio più importanti d’Italia.  Sono state molte, nelle  varie edizioni, le iniziative sociali culturali sportive e di costume partite da Millenniumexpo: estemporanee di pittura sui temi inerenti le auto, le moto e il mondo dell’ippica, sfilate di moda, sfilate di bellezza dei veicoli d’epoca, i convegni che hanno visto la partecipazione attiva di esponenti del Parlamento, della Regione, del Campidoglio, dei club motoristici. (foto caraca – ferrari)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bene ddl sui villaggi della gioventù

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

Accogliamo positivamente l’approvazione del disegno di legge fortemente voluto dal Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, che dà riconoscimento e promuove i villaggi della gioventù, infatti, crediamo che, dopo gli ultimi spiacevoli episodi di violenza giovanile accaduti a Roma, con questo ddl sia stata intrapresa la via giusta in grado di proporre alternative aggregative per combattere il disagio giovanile, soprattutto nelle periferie e nei luoghi di degrado sociale – così dichiara in una nota il portavoce del Movimento Roma Europa Sociale, Giovanni Picone Crediamo – prosegue la nota – che debbano essere utilizzati tutti i mezzi necessari per permettere ai giovani d’oggi un’integrazione sociale sana e basata sui valori, totalmente opposta allo “standard” odierno dell’adolescente che vive ormai una vita senza identità e senza sviluppare quei valori della competizione, della meritocrazia, della lealtà e della solidarietà che sono le basi di una crescita sana nel rispetto dell’altro, del diverso o soltanto della buona educazione. Riteniamo – dichiara il RES – che con questa iniziativa si tessa finalmente quell’auspicata rete sociale tra giovani, famiglie, servizi sociali e istituzioni che tanto è mancata in questi anni, soprattutto nelle periferie romane.  Il primo importante passo dal Governo crediamo sia stato fatto – conclude Picone – ora auspichiamo che anche la Giunta Alemanno voglia contribuire a questa seria iniziativa fornendo spazi adeguati ai giovani e alle neonate comunità giovanili, magari valutando l’opportunità di inserire tali comunità giovanili all’interno delle strutture del Forte Bravetta, da pochi giorni passate alla disponibilità del Campidoglio.

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Allarme usura nel Mezzogiorno

Posted by fidest press agency su domenica, 17 Mag 2009

“Nel 2009 si sta diffondendo l’usura nel mezzogiorno a seguito della grave situazione di difficolta’ economica in cui versano le famiglie e le piccole imprese. Il sovra indebitamento delle famiglie del mezzogiorno, nei primi 4 medi del 2009, è cresciuto del 86,3%, rispetto al 2008 e l’usura è aumentata del 71,4%”. Lo rilevano i dati statistici resi noti oggi da Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani che con Lo Sportello Antiusura monitora costantemente il fenomeno del sovra indebitamento delle famiglie e delle piccole imprese in Italia. “Nel mezzogiorno sono a rischio d’usura 524.000 famiglie e 590.000 piccoli imprenditori- afferma Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani –Il debito medio delle famiglie meridionali ha raggiunto la cifra di 24.420 euro, mentre quello dei piccoli imprenditori ha raggiunto il tetto dei 43.180 euro”. “Al primo posto delle regioni maggiormente esposte all’usura – afferma Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani – troviamo la Sicilia con 238.000 famiglie e 266.000 imprese, seguita dalla Campania con 145.000 famiglie e 185.000 imprese, Puglia con 43.000 famiglie e 64.000 imprese, Calabria con 36.000 famiglie e 52.000 imprese, Basilicata con 12.000 famiglie e 13.000 imprese, chiude la classifica il Molise con 1.100 e 1.200 imprese. ”La crisi economica, il crollo della borsa italiana, il boom delle carte di credito revolving, il proliferare del gioco d’azzardo ed il fisco iniquo – continua Carlomagno – rischiano di far scivolare migliaia di famiglie italiane ed imprese in mano agli strozzini”. ”I dati statistici – conclude Carlomagno – confermano che il fenomeno sta aumentando, e l’apice sarà raggiunto tra giugno e luglio del 2009, presumibilmente in concomitanza con il pagamento delle tasse. In passato, ogni qual volta l’economia ha segnato brusche frenate, l’usura ha subito delle forti crescite. Ora c’e’ un ulteriore problema. Ovvero, la poca propensione alla elargizione del credito da parte delle banche, specialmente nel mezzogiorno, e l’aggressione al patrimonio familiare da parte del fisco che ha costretto numerose famiglie monoreddito a richiedere la rateizzazione delle imposte. Tra queste, numerose sono quelle che si sono rivolte agli strozzini. Sarebbe opportuno concedere una dilazione del pagamento delle tasse senza interessi”.
Contribuenti.it chiede al governo uno stanziamento straordinario di un miliardo di euro a favore della Banca del Mezzogiorno, per rilanciare il Sud attraverso il microcredito sociale e per fermare il proliferarsi dell’usura. (Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani)

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »