Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 338

Perduca (Radicali) contro la Libia

Posted by fidest press agency su giovedì, 21 Maggio 2009

Dichiarazione di Marco Perduca, co-Vicepresidente del senato del Partito Radicale Nonviolento, Senatore nel gruppo del Pd: “Dopo la presidenza della Commissione diritti umani, il turno al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni unite, per non parlare dei conque miliardi di euro del “grande gesto” date al Governo Berlusconi con l’esplicito accordo di Massimo D’Alema a Gheddafi, adesso ci si appresta ad eleggere la Libia alla presidenza dell prossima Assemblea generale dell’Onu. Il prescelto per l’onore sarebbe il Ministro libico per gli affari africani Al Triki, quello che all’inizio dell’anno invitava gli stati africani a ritirarsi dallo Statuto di Roma della Corte Penale Internazionale contro il mandato di arresto spiccato nei confronti del Capo di Stato sudanese Al Bashir per I crimini commessi in Darfur. Contro questa ennesima onorificenza al regime del colonnello Gheddafi vanno ravvivati immediatamente i “democracy caucus” previsti dalla comunita’ delle democrazie a cui l’Italia partecipa in veste di membro del comitato di pilotaggio. Questi infatti erano nati per opporre nelle varie elezioni all’Onu paesi democratici alle dittature. In caso contrario si dica chiaramente in campagna elettorale europea che PdL e PD continuano coi piccoli scontri di giorno per perseguire uniti “obiettivi strategici” la notte”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: