Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

La malattia del sonno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 27 Maggio 2009

Ginevra La nuova terapia NECT (a base di Nifurtimox-Eflornitina) contro la malattia del sonno – patologia mortale che minaccia nell’Africa sub-sahariana 60 milioni di persone – è stata inserita nella Lista dei medicinali essenziali dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), basata sul documento presentato dall’organizzazione no-profit di ricerca per le malattie dimenticate DNDi (Drugs for Neglected Diseases iniziative) e sostenuto da Medici Senza Frontiere (MSF) ed Epicentre, il centro di ricerca affiliato ad MSF.Secondo l’OMS, la terapia NECT può essere utilizzata da subito sui pazienti e rappresenta una buona opportunità per migliorare la gestione dei casi di malattia del sonno. L’OMS ha già previsto l’arrivo di questo nuovo trattamento e si occuperà di assicurare ai pazienti l’accesso alla terapia, organizzando corsi di formazione e fornendo i farmaci e gli strumenti necessari agli stati colpiti da malattie endemiche.La NECT, basata sulla co-assunzione di nifurtimox per via orale e di eflornitina per via endovenosa, è utilizzabile grazie a donazioni all’OMS da parte della Sanofi-aventis per l’eflornitina e della Bayer per il nifurtimox. Recentemente è stata completata una fondamentale fase di studio (la terza), durata 5 anni, durante la quale si è confrontato l’utilizzo della NECT con l’utilizzo della sola eflornitina, grazie alla partnership fra Epicentre, MSF, DNDi, lo Swiss Tropical Institute e i programmi nazionali di controllo della malattia del sonno della Repubblica del Congo e della Repubblica Democratica del Congo (RDC). La malattia del sonno colpisce soprattutto gli adulti, ciò significa che ha un immenso impatto sia sociale che economico sugli stati in cui è endemica, molti dei quali devono già combattere con povertà, conflitti armati così come con malattie gravi come la malaria. Il vettore di questa malattia è la mosca tse-tse ed esiste in due varianti, Tripanosoma brucei gambiense (T.b.gambiense) o Tripanosoma brucei rhodesiense (T.b.rhodesiense). La T.b. gambiense riguarda circa il 97% dei casi registrati ed è endemica in 24 stati; questa forma è più cronica rispetto all’equivalente rhodesiense. Lo stadio iniziale emolinfatico (stadio 1) spesso non viene diagnosticato poiché presenta lievi sintomi clinici. Se non viene trattato, la malattia progredisce allo stadio meningo-encefalitico avanzato (stadio 2) in cui i parassiti giungono al liquido cefalo-rachidiano e invadono il sistema nervoso centrale del paziente. Questo stadio provoca problemi neuropsichiatrici, convulsioni e gravi disturbi del sonno e in alcuni casi questi sintomi conducono al coma. In mancanza di cure adeguate questa malattia è mortale. La TAU pesa gravemente sulle comunità e le singole famiglie. Per saperne di più MSF e la malattia del sonnoMSF ha realizzato più di due milioni di visite a persone colpite dalla malattia del sonno e ha curato oltre 40mila pazienti, la maggior parte dei quali in uno stato avanzato della malattia. Per MSF è inaccettabile che l’accesso ai farmaci essenziali sia sempre più difficile, soprattutto per quanto riguarda le malattie più comuni che colpiscono i paesi poveri. MSF realizza una campagna internazionale per trovare soluzioni di lungo termine alle crisi e per ridurre il prezzo delle medicine, per riattivare la fabbricazione di farmaci fuori produzione e per stimolare la ricerca e lo sviluppo sulle malattie. (in sintesi fonte medici senza frontiere)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: