Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 312

“L’aquila a due teste” di Jean Cocteau

Posted by fidest press agency su mercoledì, 3 giugno 2009

aquilaIl Gruppo Editoriale Minerva RaroVideo pubblica il primo adattamento cinematografico ad un suo dramma teatrale del grande poeta-scrittore-regista francese Jean Cocteau.  L’edizione, curata da Gabrielle Lucantonio, è arricchita da  un libretto di 16 pagine con testi critici, dichiarazioni del regista ed estratti del suo diario personale. Ispiratosi molto liberamente a episodi della vita di Ludwig II di Baviera e di Elisabetta d’Austria (Sissi), L’Aquila a due teste nasce come un testo teatrale, presentato per la prima volta nel 1946 al teatro Hébertot, con Edwige Feuillère nella parte della regina, Jean Marais in quello dell’anarchico e Silvia Montfort in quella di Edith de Berg: gli stessi interpreti che Cocteau richiamerà per il film. Cocteau porta sullo schermo, nel 1948, una storia in cui si fondono intrigo politico e dramma psicologico, al cui centro sono i sogni e la passione per i sentimenti: il film di un poeta innanzitutto. Lo stesso dramma ispirerà poi il film sperimentale Il Mistero di Oberwald di Michelangelo Antonioni.  In un paese senza nome, la regina (Edwige Feuillère) sente la sua vita minacciata e si rifugia nel castello di Krantz. L’anarchico-poeta Stanislas (Jean Marais) vuole ucciderla, ma il loro incontro sarà sorprendente. Un amore folgorante, intenso e folle farà vivere loro alcuni giorni di passione in un universo soffocante…  Il film è uscito sugli schermi francesi il 22 settembre 1948. cast: Edwige Feuillère (la regina), Jean Marais (Stanislas), Silvia Montfort (Edith de Berg), Jean Debucourt (Félix de Willenstein), Jacques Varennes (Il conte di Foehn), Yvonne de Bray (la granduchessa), Maurice Nasil (Gentz), Gilles Quéant (Rudy), Edward Stirling (Adams), Ahmed Abdallah (Toni), Gisèle Brucker (Caroline), Guy Favières (il marito di Caroline), Martine de Berteuil (una signora), Nora Costes (una ragazza), Jacqueline Marbaux (un’invitata), Edith Lansac (una ragazza), Germaine Lefebvre (una signora al buffet), Marguerite de Morlaye (un’anziana invitata), Marion Tourès (una ragazza), Roger Vincent (un invitato), André Darnay, Edouard Dermit, Yves Massard, Victor Tabournot. (aquila)

Una Risposta a ““L’aquila a due teste” di Jean Cocteau”

  1. ornella tajani said

    Una nuova traduzione italiana dell’opera teatrale, fuori commercio da decenni, è appena stata pubblicata da Marchese Editore.

    J. Cocteau, L’aquila a due teste, a cura di O. Tajani, Marchese, 2011.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: