Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Archive for 8 giugno 2009

Linea Blu in Sicilia occidentale

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

13 giugno alle 14.30 su RaiUno, il viaggio di Lineablu parte da Castellammare del Golfo e, passando attraverso suggestive tonnare, giunge a Favignana. Ripercorrendo le tappe della storia del porto di San Vito Lo Capo, ci addentreremo nella Riserva Naturale Orientata dello Zingaro: un luogo conosciuto, esplorato, ma mai completamente antropizzato, e che la popolazione locale ha fortemente voluto che rimanesse tale nel tempo. Natura sopra e sotto il mare: ci immergeremo tra le limpide acque del Golfo di Castellammare per scoprire il Marciapiede a Vermeti, una sorta di barriera corallina a ridosso della costa in cui pesci ed altri animali acquatici di rara bellezza hanno trovato tana e rifugio. Visiteremo la tonnara di Scopello, luogo dal fascino straordinario e con forti suggestioni, che riserva sorprese anche per i suoi fondali: grazie alla Soprintendenza del Mare esploreremo la zona antistante, in cui è possibile seguire nuovi percorsi archeologici. Veleggeremo poi verso Favignana per seguire la seconda edizione del Torneo Targa Florio: i regatanti sfideranno i venti che li porteranno a circumnavigare tutta la Sicilia per poi fare ritorno nella più grande delle Isole Egadi. Finale a sorpresa, con una cassata siciliana realizzata a ritmo di musica grazie alle coreografie gastronomiche del pasticcere Peppe Giuffrè. Con Fabrizio Gatta saremo in Liguria e riusciremo a dimostrare che per evadere dalla realtà di tutti i giorni non serve allontanarsi tanto dalle grandi città: Boccadasse, nel cuore pulsante di Genova, ne è un esempio. Infine, il Professor Calabrese ci svelerà la proprietà nutritive che fanno della cucina di mare una delle più nutrienti e ricche.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Per trovare la farmacia di turno

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Un rapido click per scoprire, in città o in vacanza, qual è la farmacia aperta più vicina. E’ il servizio “Trova la farmacia di turno”, attivato online dal gruppo farmaceutico Sanofi-Aventis sul sito http://www.automedicazione.it. Collegandosi alla home page di http://www.automedicazione.it, sarà possibile accedere alla sezione dedicata al nuovo servizio di ricerca. Si inseriscono le informazioni principali (città, comune, etc.), e in pochi secondi compariranno le farmacie di turno più vicine. “Trova la farmacia di turno” si aggiunge ai servizi già attivi come il Glossario farmaceutico (un pratico dizionario interattivo con termini e definizioni medici e scientifici, per comprendere al meglio farmaci e patologie) e il Traduttore farmaceutico: un dizionario pronto all’uso in grado di offrire frasi già tradotte in 4 lingue (inglese, spagnolo, francese e tedesco), utile per orientarsi in un Paese straniero se si ha bisogno di risolvere un piccolo problema o di chiedere informazioni in materia di salute.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Responsabilità diagnostica degli specialisti

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Il professionista, il medico specialista in particolare, è tenuto non già a una prestazione professionale comune bensì ad una condotta specifica particolarmente qualificata, in ragione del proprio grado di abilità tecnico-scientifica nel settore di competenza.   Quando l’intervento da cui sia derivato il danno non presenti particolari difficoltà di esecuzione, l’avvenuta dimostrazione, a vantaggio del paziente danneggiato, dell’aggravamento della situazione patologica ovvero dell’insorgenza di una nuova patologia sarà idonea a fondare una presunzione semplice in ordine all’inadeguata o negligente prestazione. Spetterà, quindi, al medico fornire la prova che la prestazione sia stata eseguita in maniera diligente e che gli esiti peggiorativi siano stati determinati da un evento imprevisto e imprevedibile. (Avv. Ennio Grassini – http://www.dirittosanitario.net)

Posted in Diritti/Human rights, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Luigi Voltolina: Illuminazioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

modulariVenezia fino al22/11/2009 Scuola Grande della Misericordia  Cannaregio, 3599/A a cura di Toni Toniato  Dall’8 giugno e per tutto il periodo della 53^ Biennale d’Arte, la Scuola Grande della Misericordia, distaccamento degli eventi collaterali, ospiterà presso i suoi spazi espositivi la personale dell’artista veneziano Luigi Voltolina.  Caratterizzato da una forte carica espressiva, da sempre opera una ricerca incentrata sullo studio della figura umana. Luigi Voltolina e’ considerato uno dei maggiori interpreti della pittura contemporanea presenti sul territorio. Negli ultimi anni ha raccolto consensi soprattutto all’estero, dove nel 2007 l’Istituto Italiano di Cultura di Berlino lo ha accolto dedicandogli una vasta rassegna.  I lavori esposti alla Misericordia appartengono a vari periodi e sono in grado di offrire una lettura ampia e articolata della produzione dell’artista, riflettendone l’evoluzione della ricerca tesa a tradurre la figura attraverso un linguaggio pittorico attuale e personalissimo, coerente e ricco di coesioni con la tradizione, caratterizzato da una pittura asciutta ed essenziale dove predominano ampie stesure materiche, scandite da un impianto segnico incredibilmente dinamico. La mostra a cura del prof. Toni Toniato sarà inaugurata domenica 7 giugno alle ore 11.00. Inserita in un contesto architettonico di grande prestigio, fa parte di un progetto innovativo che prevede, a partire dalla riqualificazione del complesso della Misericordia, il ripristino dell’originaria destinazione dei suoi spazi ad accogliere e valorizzare l’arte del territorio. L’allestimento e’ stato affidato agli architetti Tobia Scarpa e Roberto Masiero, ideatori di un piano espositivo site-specific che dialoga in perfetta armonia con l’originario progetto sansoviniano. (Immagine: Modulari)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni europee

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Questi sono i dati complessivi rilevati alle 8 di stamani tra i dati letti dal Viminale e da quelli forniti da altre fonti:
PdL : Il Popolo della Libertà 35,02%   29 seggi,
PD : Partito Democratico 26,1%        22 seggi
LN : Lega Nord 10,3%                           8 seggi
IdV-Lista Di Pietro 7,9%                        7 seggi
UDC :  6,5%                                          6 seggi
PRC-PdCI-S2-CU : 3,3%                     0 seggi
Sinistra e Libertà R.Sinistra 3,2%        0 seggi
Bonino/Pannella  2,7%                         0 seggi
Autonomia 2,1%                                   0 seggi
Altri 3,6%
Abbiamo la conferma che è stata scarsa l’affluenza alle urne in tutta l’Ue tanto che si parla di un 43,01% contro il precedente dato del 45,47%. In Italia non siamo da meno. Questo può avere un significato politico? E se si come dobbiamo interpretarlo? A nostro avviso esso denota una certa stanchezza dell’elettorato per una Europa comunitaria fatta di stati ma non di popoli. L’Europa ha perso mordente in molte cose: non si esprime all’unisono in politica estera, continua ad essere individualista in economia e nell’industria e nel welfare e nel lavoro. Non riesce ad avere una forza militare comune che si sottragga dalla logica degli eserciti nazionali. In definitiva ci troviamo con un’Europa che non decide e se lo fa rischia d’avere poco credito e si contraddice nel corso d’opera. Per quanto riguarda l’Italia il voto è stato, più semplicemente, un test per saggiare la forza dei rispettivi partiti politici. Abbiamo sommerso di accuse il leader del Pdl e i suoi oppositori erano convinti che la reazione dell’elettore sarebbe stata quella di abbandonarlo. Non è stato così. I più scontenti hanno preferito non andare a votare mentre gli altri hanno ritenuto, in massima parte, che il nostro capo del governo vada giudicato in modo diverso e appoggiandolo hanno voluto lanciare un segnale alle opposizioni. La vera sconfitta di questa competizione è la sinistra che avrebbe potuto diventare complessivamente una forza credibile, diciamo tra il 6 e il 7%, ed invece con il suo esasperato frazionismo è rimasta sotto la soglia del 3%. Una riflessione a parte andrebbe fatta per gli altri due partiti l’Udc di Casini e l’Idv di Di Pietro. Hanno raggiunto complessivamente circa il 16% dei voti ma rischiano di non riuscire a “monetizzare” il consenso avuto in quanto si sono collocati in una posizione ora rigida, quella di Di Pietro ed ora elastica quella di Casini che li ha lasciati in una condizione di stallo con un voto cuscinetto che rischia di penalizzarli in futuro se non cambiano strategia. Vi è poi la Lega di Bossi che con il suo 10% rappresenta lo zoccolo duro del Nord e spinge il Pdl su posizioni più nazionaliste ed egocentriste. L’Unione di centro, a nostro avviso, non fa storia. E’ un’aggregazione che vorrebbe avere la pretesa di rappresentare l’lter ego della lega nord al sud ma si fonda solo sull’exploit del suo leader Lombardo e sui maneggi siciliani. Vi escono sconfitti, soprattutto, i due movimenti politici storici quali il Partito Pensionati di Fatuzzo e la Dc di Angelo Sandri.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , | 2 Comments »

Europee: Assegnazione dei primi seggi

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Le seconde proiezioni con un livello di attendibilità che prevede un massimo di scarto del 5% hanno permesso di quantificare il numero dei parlamentari italiani e la compagine europea nella quale affluiranno. Resta solo scoperto il Pd con i suoi 22 parlamentari che per i noti motivi non è in grado di aderire nella sua totalità nel Pes (Gruppo socialista al parlamento europeo) essendo di fatto divisa in due tronconi. Il Pdl con i suoi 32 seggi e ai quali si aggiungeranno i 4 parlamentari dell’Udc andranno all’EPP-ED: Gruppo del Partito popolare europeo (Democratici-cristiani) e dei Democratici europei; I sei dell’Idv confluiranno nell’Alde Gruppo dell’Alleanza dei Democratici e dei Liberali per l’Europa mentre gli otto della lega all’UEN : Gruppo “Unione per l’Europa delle nazioni” (fonte parlamento europeo)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il voto “disperso”

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Da anni abbiamo cercato di far capire il grosso errore politico derivante dal frazionamento dei partiti della sinistra italiana da Rifondazione al movimento di Diliberto e altri. Un segnale forte è venuto lo scorso anno con la “rottura” dell’alleanza con i Ds. E’ stata, dal punto di vista elettorale una sconfitta per entrambi se rileviamo, dalle prime proiezioni sul voto europeo, un 27,5% per il Pd e un 7,3% per le restanti coalizioni che si riconoscono nella sinistra. La risposta più eloquente, soprattutto per la sinistra, doveva essere la costituzione di un grande movimento di sinistra. Oggi avrebbe raccolto i suoi frutti anche se ben sappiamo che la domma non avrebbe dato esattamente il 7,3% complessivo raccolto ma di certo avrebbero superato il 5% ed ottenuta una manciata di parlamentari europei. Ciò non solo non è accaduto ma il Pdl ne esce rafforzato con un 39% e che con la lega si porta vicino al 50% dei consensi complessivi. Sono, ovviamente, dati provvisori e gli aggiustamenti di certo non mancheranno nelle prossime ore. La riflessione politica, tuttavia, già si impone con una nota amara: Berlusconi è stato praticamente accusato su tutto e se tanto mi da tanto sarebbe dovuto uscire da queste elezioni con le ossa rotte, Non è stato così e lo prevedevamo. Abbiamo cercato di convincere i nostri amici che la strada della demonizzazione era sbagliata. Gli italiani non avrebbero capito. Gli italiani vogliono venir fuori dal tunnel delle ideologie e ricercano la stabilità anche a prezzo di un governo poco amato. Per contro il partito democratico, da parte sua, ha dimostrato tutta la sua incapacità di essere partito di governo per una certa aspettativa appiattendosi di fatto su posizioni conservatrici. Ora la frittata è fatta. Con questa ennesima debacle i signori della politica lo capiranno finalmente?

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La politica estera italiana

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Editoriale fidest. Potrei farla lunga, anche se le argomentazioni che posso proporre mi appaiono più esaustive partendo dall’Unità d’Italia in poi, ma lo spazio è tiranno e con esso il tempo dei lettori, per cui il mio dato di partenza diventa quello dell’Italia repubblicana e ancor più l’era berlusconiana. Per anni abbiamo dato l’impressione ai nostri alleati occidentali di essere insofferenti alla guerra fredda e ci piaceva dialogare un po’ con tutti tanto che lo stesso compromesso storico (Moro-Berlinguer, per intenderci) fu visto come il fumo negli occhi e le conseguenze sono ben note a tutti. I soliti “critici” considerarono la circostanza come la “prova provata” che la politica estera italiana, con una manovra di politica interna, stava mettendo il classico piede di porco sotto la porta dell’alleanza atlantica. Vennero, poi, il crollo del muro di Berlino, le iniziative giudiziarie di mani pulite e l’exploit di Berlusconi che da eminenza grigia della politica italiana interna e internazionale, divenne il nuovo “patron” dell’elettorato italiano di centro-destra. La novità berlusconiana in politica estera fu “formalmente” di togliersi il frac della diplomazia ingessata italiana e, sostanzialmente la possibilità di dare una pacca sulle spalle all’ex compagno Putin da una parte e a Bush dall’altra dimostrando che i tempi erano maturi non certo per un compromesso storico di matrice ideologica ma più semplicemente affaristica. Per tutto questo occorreva pagare un prezzo e fu quello, come accadde con il regno sabaudo, d’inviare i soldati italiani nei teatri di guerra che gli altri avevano provocato per fini inconfessi. Gli italiani, quindi, a rimorchio di una politica estera pensata da altri. Del resto Putin per avere più tempo per rinforzarsi come leadership interna e per una maggiore credibilità internazionale, dopo il crollo dell’Urss, non trovò di meglio che lasciare che gli Usa si svenassero per conto delle multinazionali del petrolio e della finanza per guerre che, oltre tutto, avrebbero lasciato una diffusa impopolarità nel mondo islamico e non solo. Ora è la volta, per l’Italia, di stabilire un’alleanza più solida con il mondo arabo che, tramite Gheddafi, rappresenta una sorta di compromesso tra integralismo e moderatismo. Questo passo incontra i favori di Putin e l’indifferenza di Obama che ha già scelto come interlocutore arabo di riferimento l’Egitto. Ma Putin ha anche un altro obiettivo che è quello di poter assorbire nella sua area geografica, incominciando con i rubinetti del petrolio e del gas di cui l’occidente europeo ha un grande bisogno, ciò che è oggi l’Ue e questo potrebbe spiegare le critiche berlusconiane alla politica comunitaria. Un’Europa unita dai Pirenei agli Urali e forse oltre e con un grande mattatore, la cui credibilità è ben vista, del resto, anche dai governanti cinesi che a loro volta, presentano un mercato di sbocco allettante per l’Europa. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sinergie d’Arte

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Roma 10 giugno, ore 18, per la rassegna “Sinergie d’Arte” al Caffè Letterario (Via Ostiense 95, ingresso libero). Luciana Finelli, docente di Urbanistica presso l’Università La Sapienza di Roma, parlerà dei suoi cinquant’anni anni di attività. Interverrà Viviana Ravaioli, scultrice e cultore della materia presso la stessa Facoltà di Architettura a Valle Giulia. Maurizio Gronchi, presbitero della Diocesi di Pisa, docente di Cristologia presso la Facoltà di Teologia della Pontificia Università Urbaniana e direttore della Collana “Scritture” per le Edizioni Paoline, presenterà il suo ultimo libro “Trattato su Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore” (Ed. Queriniana), per dare risposte alle originarie domande sulla figura di Gesù Cristo e anche alle provocazioni che provengono dal pluralismo religioso. Quindi sarà la volta di un omaggio alla Fondazione Levi-Montalcini, e alla sua missione a sostegno dello sviluppo culturale delle donne africane, con la lettura di alcune poesie tratte dal libro “Parole clandestine” della poetessa Elisa Kidanè, eritrea missionaria comboniana al suo terzo volume di liriche. Per concludere, il consueto Reading poetico con la partecipazione degli autori presenti in sala. Conduzione e interviste a cura di Deborah D’Agostino.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Un papa, una donna e tante lettere

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Il medico psichiatra Wanda Poltawska, polacca, ha 88 anni. Deve la sua notorietà al fatto che ha scritto un libro nel quale ha reso pubbliche  molte delle lettere che ha ricevuto da Giovanni Paolo II. Scrive in proposito Renzo Allegri  “E le lettere di un Papa a una donna hanno fatto subito gridare allo scandalo. Quelle lettere fanno parte di una intensa corrispondenza intercorsa tra la Poltawska e Wojtyla nell’arco di 55 anni. I due si sono conosciuti subito dopo la  Seconda Guerra Mondiale, sono diventati amici, hanno collaborato in numerose iniziative insieme. Prima a Cracovia, nelle attività culturali e sociali della diocesi, soprattutto per i problemi della famiglia; e,  dopo l’elezione di Karol Wojtyla a Pontefice,   a Roma, dove la Poltawska divenne membro del “Pontificio Consiglio per la famiglia”,  consultore  del “Pontificio Consiglio per gli operatori sanitari” e membro della “Pontificia Accademia per la vita”. Ma l’amicizia affiorò pubblicamente anche per un’altra circostanza nel 1984, quando si seppe che la Poltawska aveva ottenuto un miracolo per intercessione di Padre Pio, tramite richiesta di Karol Wojtyla.  La vicenda risale al 1962. Ammalata di tumore, Wanda stava per morire. I medici non davano speranze. Volevano comunque tentate un intervento chirurgico. Wojtyla, giovane vescovo, si trovava a Roma per il Concilio. Venne informato e scrisse subito una lettera a Padre Pio, chiedendogli di pregare per quella donna. La lettera porta la data del 17 novembre 1962. Fu recapitata a Padre Pio a mano, da Angelo Battisti,  che era amministratore della Casa Sollievo della Sofferenza. Padre Pio chiese a Battisti di leggergli la lettera. Al termine,  disse: “Angiolino, a questo non si può dire di no”.  Battisti, che conosceva bene i carismi di Padre Pio, tornò a Roma stupito e continuava a chiedersi il “perché” di quella frase.”  “Oggi, osserva Renzo Allegri nei vari articoli usciti in questi giorni si parla delle lettere del Papa alla dottoressa Poltawska, ma nessuno si sofferma a spiegare chi sia questa donna e perché sia stata tanto amica di Karol Wojtyla” Un’amicizia che risale ai tempi dell’occupazione tedesca della Polonia, dei suoi cinque anni di prigionia in un lager.  E’ un documento sconvolgente. Svela particolari tremendi, alcuni inediti, sulle crudeltà degli aguzzini nazi¬sti. Solo grazie all’aiuto di un giovane sacerdote, Karol Wojtyla, conosciuto al suo rientro a casa, riuscì a superare e a vincere le conseguenze devastanti che gli orrori patiti avrebbero certamente lasciato nella sua personalità. A quel sacerdote confidò i suoi drammi spaventosi e quel sacerdote potè “capire”,  perché anche lui, negli anni della guerra, era stato martoriato da grandi dolori personali che lo avevano condotto alla vocazione sacerdotale. E nacque così un’amicizia, continuata per il resto della vita, intensa di attività e di iniziative per promuovere i valori che da quelle lontane sofferenze erano germogliati”. Il libretto,  si intitola Ravenshrúck. E ho paura dei miei sogni”. Lo scorso anno è uscito in Italia  dalle Edizioni dell’Orso.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

Un 2008 in crescita per le Bcc lombarde

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Cresce il Credito Cooperativo lombardo. Nel 2008, le 47 Banche di Credito Cooperativo  hanno registrato tassi di crescita a due cifre sia per la raccolta diretta sia per gli impieghi, le BCC lombarde hanno raggiunto i 27 miliardi di euro di raccolta diretta (+13%) e i 23,8 miliardi di impieghi (+12,4%). Gli sportelli sono 731 (+7,2% rispetto al 2007), i soci 145.016 (+7%), i dipendenti 5.689 (+4,8%).  Lodi e Brescia le province lombarde dove le BCC hanno fatto registrare i migliori incrementi percentuali negli impieghi; Como e Lecco le province migliori per la raccolta.  Questi, in sintesi, numeri delle 47 BCC lombarde per il 2008, presentati oggi a Cremona, nel corso dell’assemblea annuale della Federazione Lombarda della Banche di Credito Cooperativo. I dati patrimoniali relativi alla dinamica della raccolta delle BCC lombarde suddivise per provincia di residenza della sede, evidenziano per le BCC milanesi e bergamasche il maggior incremento annuo in termini percentuali (Milano, +14,4%; Bergamo, +13,6%). Anche per le BCC bresciane, comasco-lecchesi, lodigiane e cremasche, hanno avuto un notevole incremento.  Sul lato degli impieghi le BCC lodigiane hanno fatto registrare gli incrementi più significativi (+18,6%), seguite dalle BCC comasco-lecchesi (+12,9%), bergamasche e bresciane che hanno fatto registrare incrementi notevoli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

2° trofeo di dama italiana

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Bologna 9 giugno 2009 ore 14,30 Parrocchia di San Donnino, all’uscita della tangenziale di Bologna – San Donato, nel Quartiere San Donato di Bologna manifestazione damistica giovanile promozionale denominata “2° Trofeo Don Giovanni Minzoni”. E’ indetto dalla Delegazione provinciale FID – Federazione Italiana Dama di Bologna nell’ambito delle “Bologniadi 2009” – la Settimana olimpica petroniana promossa dal CONI, con la collaborazione del “Gnarro Jet Mattei Dama”, della Polisportiva San Donnino e del MCL di Bologna, La riunione damistica rientra nell’ambito delle iniziative per la celebrazione del Cinquantenario del “San Donnino” che si concluderanno nel prossimo mese di settembre 2009; gode del Patrocinio del CONI, della Regione Emilia – Romagna, dell’Assemblea Legislativa regionale, del Comune e della Provincia di Bologna, del Quartiere San Donato e del Centro Sportivo Italiano. I ragazzi partecipanti saranno suddivisi in due categorie, corrispondenti alle fasce di età delle scuole primarie e medie.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Obama in Terra Santa – Il plauso dei cristiani americani

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Una lettera di plauso al presidente Barack Obama per il discorso pronunciato a Il Cairo giovedì scorso. È l’iniziativa di un vasto gruppo – circa una sessantina – di esponenti religiosi cristiani degli Stati Uniti, tra i quali il vescovo di Albany, Howard J. Hubbard, presidente della Commissione giustizia e pace della Conferenza episcopale. Nel messaggio si esprime gratitudine per gli sforzi di Obama di dialogare con il mondo musulmano e per aver posto la questione della pace fra israeliani e palestinesi in cima alle priorità dell’Amministrazione. Allo stesso tempo si esprime grande preoccupazione sul “deterioramento della situazione in Terra Santa” e si sollecita l’Amministrazione Obama a fare passi concreti per raggiungere una giusta pace. Ha detto il vescovo Hubbard al Catholic News Service: “Sono molto contento che il presidente abbia scelto di prendere la personale iniziativa di affrontare tale questione e di aver detto in maniera molto chiara nel suo discorso che il tema sarà in cima alle priorità dell’amministrazione. Questa lettera è una risposta molto positiva al messaggio che egli ha lanciato e mostra l’appoggio di molti leader religiosi affinché quello che è stato iniziato venga proseguito”. Come cristiani americani – si legge nella lettera spedita a Obama – che condividono l’impegno “per una giusta e risolutiva pace fra israeliani e palestinesi” i firmatari della lettera hanno deciso di rivolgersi al presidente degli Stati Uniti per evidenziare come si sia arrivati “a un momento nel quale si presenta – scrivono – una grande urgenza e una grande opportunità. Dopo decenni di tragici conflitti, molti israeliani e molti palestinesi sono sfiduciati circa la possibilità di una pace. Tuttavia noi crediamo che con la sua guida determinata la promessa di due Stati sicuri e indipendenti possa essere realizzata. Lodiamo il suo messaggio alle popolazioni del Medio Oriente e la sua sfida a tutti noi di lavorare per la pace in Terra Santa in modo da cercare di costruire un futuro più positivo per le popolazioni di quella regione e di tutto il mondo. Le siamo grati per avere individuato la soluzione della controversia israelo-palestinese come una priorità e per aver chiarito l’impegno della sua amministrazione”. Tuttavia – continua la lettera – “mentre la comunità internazionale e la maggioranza del popolo palestinese e israeliano sono convinti che la soluzione dei due Stati sia la migliore per raggiungere la pace e la sicurezza, la finestra aperta da questa opportunità si sta rapidamente chiudendo. La continua crescita ed estensione degli insediamenti sta rapidamente erodendo ogni possibilità di creare uno Stato palestinese. I razzi che continuano a prendere di mira i civili israeliani e l’insistente rifiuto al diritto di Israele di esistere rafforza il distruttivo status quo”. Occorre dunque agire con determinazione e celerità: “Condividiamo – si legge ancora nella lettera – il comune impegno per tutte le popolazioni della Terra Santa – ebrei, cristiani e musulmani – ma siamo particolarmente preoccupati dalla situazione della comunità cristiana palestinese. Nel luogo di nascita della nostra fede, una delle più antiche comunità cristiane del mondo sta rapidamente diminuendo di numero e con essa la possibilità un giorno che le tre comunità di fede possano vivere in una pace condivisa a Gerusalemme. Signor presidente, è evidente che senza un accordo di pace israelo-palestinese i cristiani in Terra Santa potrebbero cessare di esistere come comunità a sé stante”. Azioni che diano seguito agli impegni assunti sono quindi ormai inderogabili. I firmatari della lettera sollecitano il presidente degli Stati Uniti a presentare proposte che vadano al di là del mero principio dei due Stati e forniscano una giusta ed equa soluzione che assicuri dignità, sicurezza e sovranità ai due popoli. Fra i cristiani che hanno firmato il messaggio figurano evangelici, protestanti, ortodossi orientali e afroamericani. (fonte Osservatore Romano del 7/6/2009)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Padre Pio. Il santo dei nostri tempi

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Per anni questa figura di frate ha attraversato la strada ai nostri percorsi esistenziali ed è rimasta nella nostra mente con un ricordo particolare per via delle tante cose che si sono dette su di lui. Io credo d’essere rimasto tra i pochi che l’hanno conosciuto e visitata la sua cella. Ero bambino ma la suggestione del luogo, i rituali religiosi, le preghiere e le invocazioni hanno lasciato su di me un ricordo forte e vivido. Ogni tanto vi ritorno e mi chiedo il perché di tanto clamore. Era estraneo a questo frate schivo e un po’ scorbutico e che pareva fare le cose con distacco ma che ti faceva scorrere un brivido lungo le ossa se ti guardava fisso negli occhi. Resto, tuttavia, convinto che è una figura di religioso normale, anche se le stimmate l’hanno reso famoso nel mondo e oggetto di una curiosità morbosa. Dicono che ha fatto miracoli e in un certo senso ha predetto l’elezione di del Papa Giovanni Paolo II. Ciò che mi ha fatto riandare al suo ricordo, quello di un bimbetto tenuto per mano dal padre e circondato da tanti oranti e con il forte odore d’incenso che saliva su per le narici, è stato il modo come si vuole oggi onorare la sua figura attraverso il fanatismo e il feticismo. Sono convinto che il diretto interessato non lo avrebbe voluto. Non lo vuole il buon senso e il rispetto che dobbiamo a chi ha fatto parte della nostra vita e che ora vorremmo possa riposare con i nostri pensieri, con i nostri ricordi in modo semplice e intimo. Vorrei invitare quanti hanno trasformato questo santo uomo in un oggetto di culto fazioso a moderare i loro sentimenti e a riservarli nella teca dei nostri più intimi ricordi. Non c’è bisogno d’esteriorizzarli o di rivitalizzarli intorno ad un oggetto o addirittura un suo “grumo di sangue” come mi dicono una comunità religiosa si appresta ad accogliere. Gli eccessi non possono e non devono far parte della nostra cultura e della nostra fede. (Riccardo Alfonso)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elezioni europee

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

Dai primi dati in nostro possesso potremmo dire: “come volevasi dimostrare”.  Il caso Italia è di quelli che un qualsiasi specialista chiamato al suo capezzale potrebbe dargli poche speranze di guarigione. Nella migliore delle ipotesi resterebbe un malato cronico. Eppure non riusciamo a dare per intera la colpa agli elettori che se da una parte sono molto critici nei confronti di chi ci governa dall’altra nel segreto dell’urna cambiano atteggiamento. La verità è che non abbiamo una opposizione credibile. Non abbiamo una leadership in grado di presentare un progetto alternativo all’attuale maggioranza. Siamo a tutt’oggi condizionati dai due clamorosi insuccessi nel governo della sinistra. La prima volta con la tripletta Prodi-Amato-D’Alema e, la seconda con Prodi e la caduta del governo dopo due anni di mandato con un triste esempio di disaccordo interno che paralizzò ogni iniziativa riformistica. Oggi, per giunta, la tecnica mediatica è diventata una vera e propria presa in giro. Costatiamo, ad esempio, che tutte le volte in cui le forze dell’ordine riescono a sventare qualche atto delittuoso o ad arrestare i colpevoli di un efferato delitto fioccano a ripetizione i messaggi di congratulazione e di stima. Circostanza giusta e opportuna, ovviamente ma che ha il privilegio della gratuità per chi la esprime mentre non si fa nulla per sostenere materialmente tale sforzo organizzativo e di intelligence. Per non parlare poi delle grandi riforme sempre annunciate come quelle della giustizia, della sanità, del welfare e della scuola e che nella migliore delle ipotesi si rivelano un pateracchio se qualcuno ci mette mano sia pure parzialmente. Su tutto, alla fine, regna la disinformazione. L’ultimo esempio è dato dalla recente relazione del Governatore della Banca d’Italia. In un primo momento da destra, da sinistra e da centro le sue parole divennero un altrettanto motivo di lode e di condivisione come se Draghi fosse stato un iscritto al Pd e al tempo stesso del Pdl e degli altri movimenti minori e un loro pedissequo esecutore. Ma quando qualcuno fece notare a Berlusconi che il Governatore aveva parlato di un milione e mezzo di disoccupati privi di ogni forma di tutela economica, subito ritenne d’affermare che si trattava di una affermazione non vera. Vorrei chiedermi, a questo punto, per chi hanno votato questi ex-lavoratori e le loro famiglie considerato che sono i testimonial di chi si fa gioco dell’emarginazione cui sono stati condannati. Ma forse è meglio non sollevare questo velo.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I partiti italiani. Prime proiezioni

Posted by fidest press agency su lunedì, 8 giugno 2009

I partiti italiani. Prime proiezioni alle ore 23,30
Bonino-Pannella : Bonino-Pannella 1,8%
FT-DS : Fiamma Tricolore – Destra Sociale 0,0%
IdV-Lista Di Pietro : Italia dei Valori – Lista Di Pietro 7,8%
LN : Lega Nord 9,5%
LD-MAIE : Liberal Democratici – Movimento Associativo Italiani all’Estero 0,0%
L’Autonomia : Pensionati, La Destra-Alleanza Siciliana, Movimento per le Autonomie-Alleanza Siciliana, Alleanza di Centro 2,0%
PD : Partito Democratico 27,5%
PdL : Il Popolo della Libertà 39,0%
PRC-PdCI-S2-CU : Partito della Rifondazione Comunista, Partito dei Comunisti Italiani, Socialismo 2000, Consumatori Uniti 2,5%
Sinistra e Libertà : Sinistra Democratica, Federazione dei Verdi, Partito Socialista, Unire la Sinistra, Rifondazione per la Sinistra 3,0%
UDC : Unione dei Democratici Cristiani e Democratici di Centro 5,3%

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »