Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Il rimborso elettorale ai partiti

Posted by fidest press agency su giovedì, 11 giugno 2009

La Commissione di Vigilanza per la Democrazia Partecipativa, organo astensionista di vigilanza politico-sociale del Comitato Cittadini Attivi di Bernalda e Metaponto, insediatasi il 22 febbraio 2008 con proprio regolamento notificato alle alte Cariche dello Stato, in riferimento ai risultati delle elezioni europee 2009, e nel rispetto delle analisi di approfondimento specifico spettanti ai partiti e ai movimenti politici, pone in evidenza il forte incremento astensionistico in tutte le sue forme.  Senza entrare nel merito delle cause che hanno spinto circa venti milioni di elettori (dieci milioni in più rispetto alle politiche del 2008) a non recarsi alle urne o a non esprimere alcun valido consenso (schede bianche e nulle), questa Commissione rinnova gli appelli già lanciati in passato, in particolare prima e dopo le elezioni politiche 2008, su alcune questioni legate all’attuale legge elettorale, riguardanti le frazioni astensionistiche dell’elettorato. I problemi fatti emergere si riferiscono:  all’annosa questione dei sondaggi che non evidenziano mai i dati relativi alla scelta astensionistica dell’elettorato; alla cronica mancanza, ad ogni livello mediatico del pubblico dibattito politico elettorale, della informazione sulle motivazioni di ogni forma astensionistica, programmata e non, da parte di gruppi o movimenti organizzati che all’astensionismo aderiscono, nelle competizioni politico-amministrative e non solo referendarie;  alla vergognosa questione del rimborso elettorale spettante ai partiti che raggiungono i quorum previsti dalla legge che però, in maniera del tutto opinabile e indebita, si “spartiscono” anche le quote di rimborso comprendenti gli astensionisti, in violazione dei più elementari principi etici, comportamentali e di buon esempio. Questi fondi, si ribadisce, non possono essere attribuibili a nessuno proprio in virtù della mancanza di consenso ad alcun partito. Questa Commissione riafferma, anche in questa occasione, che se i partiti sono legittimati dalla volontà espressa dagli elettori ad appropriarsi del rimborso loro dovuto, non possono in alcun modo “allungare le mani” anche sulle quote riconducibili all’elettorato astenuto”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: