Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 344

Archive for 14 giugno 2009

6° Festival dell’India

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

Torino 2-3-4 Ottobre 2009 si terranno congiuntamente il 6° Festival dell’India, l’8° Congresso di Yoga e Ayurveda  e il 2°Simposio di Spiritualità: Raggi di un’Unica Luce”. Con l’occasione, gli organizzatori pensano di dedicare una sezione al Mahatma Gandhi nella Giornata internazionale della non-violenza. Nello stesso tempo si dichiarano disponibili a prendere in considerazione proposte inerenti  Conferenze o Workshops da parte dei rappresentanti di ogni spiritualità  Esperti nel settore della cultura indiana  Yoga performers Artisti praticanti stili indiani di Musica Danza, Canto, Arti Figurative ecc Artigiani per dimostrazioni sul posto. L’iniziativa è curata dal World Movement for Yoga European Yoga Federationdi cui è presidente Mahamandaleshwar Swami Suryananda Saraswati.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Due mostre dedicate a Darwin

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

darwinCaltagirone (CT) fino al 10/9/2009 MACC – Museo d’Arte Contemporanea via Luigi Sturzo, 167.  Prova d’autore a cura di Domenico Amoroso  IL MACC, nell’ambito di -Musei in Primavera a Caltagirone-, coglie l’occasione del bicentenario della nascita di Charles Darwin come stimolante opportunità per gli artisti invitati a questa edizione di Prova d’Autore, per confrontarsi in maniera personale non solo con una delle teorie fondative della nostra cultura ma anche con argomenti quali il -codice-, il -caso-, il -progetto-, l’errore-, che nell’Arte contemporanea si presentano con una particolare carica di ricerca e di suggestione.  Ha come affascinante e fondamentale prologo la mostra fotografica di Luigi Chies, scienziato e appassionato viaggiatore, particolarmente attratto dalla biodiversità e dalle culture etniche, che tra il 19 dicembre 2008 e il 3 gennaio del 2009, ha visitato le isole Galapagos, dove il grande scienziato inglese aveva osservato i fenomeni che successivamente gli consentirono di pubblicare il suo capolavoro -On the Origin of Species by Natural Selection- (1859), realizzando fotografie affascinanti per la purezza della visione intellettuale e per la sapienza dell’inquadratura, ricche di valori formali e cromatici che trasformano una esperienza personale in un racconto per immagini denso di significati estetici ed etici. Numerosi gli artisti che rappresenteranno, con le proprie opere (pitture, sculture, fotografie e disegni), il tema dell’evoluzione per confrontarsi in maniera personale non solo con una delle teorie fondative della nostra cultura, ma anche con argomenti quali il -codice-, il -caso-, il -progetto-, l’-errore-, che nell’arte contemporanea si presentano con una particolare carica di ricerca e di suggestione: Rosetta Berardi, Silvio Bonomo, Innocenzo Carbone, Carmela Comes, Fiorenza Di Bella, Gaetano Di Gregorio, Salvo Falcone, Gaetano Gambino, Santina Grimaldi, Emanuele Guzzardi, Emmanuel Herth, Simona Impresario, Gaetano Interlandi, Mario Lo Coco, Carmelo Minardi, Miriam Pace, Vincenzo Piazza, Giovanni Pitrolo, Daniela Riccioli, Ernesto Romano, Antonio Saviezza, Takashi Shimizu, Roberto Strano e Salvatore Zimone. (darwin)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Thomas Lawson: New world

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

thomasNew York until 26/7/2009, 253 East Houston Street – Participant INC Curated by Lauri Firstenberg Initially inspired by Giandomenico Tiepolo’s 18th Century fresco, The New World, Lawson reworks the scene of a crowd lining up to view a spectacular attraction, restaged here with contemporary subjects rendered with experim ental hues and facture, inclusive of fuchsia flesh, royal blue boots, and lime green limbs. The density and excess of these canvases complicate the artist’s interest in -passive confrontation’ with his subjects. Lawson frames his figures with decorative details, which he reveals are forms taken from his studio, including abstractions inspired by a faux marble medium, stripes gesturing to Cubist lozenges, and circles adapted from coffee cans.Thomas Lawson is the Dean of the School of Art at CalArts. He has shown paintings at Metro Pictures in New York, Anthony Reynolds in London, and the Richard Kuhlenschmidt and Rosamund Felsen galleries in Los Angeles. More recently he has staged solo exhibitions at LA> (Thomas)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stretta sul mobbing

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza n. 23923 del 10 giugno 2009. La questione portata innanzi alla Giustizia, trae origine da una storia che ha visto condannare definitivamente un dirigente di un ufficio giudiziario della Liguria a risarcire gli stati ansiosi e depressivi provocati dal suo comportamento aggressivo nei confronti di una cancelliera. Al dirigente è stato contestato di aver offeso l’onore e il decoro dell’impiegata, pronunciando contro di lei espressioni come “è una falsa, non finisce qui, gliela farò pagare, è una irresponsabile”. Durante il processo i colleghi di lavoro avevano testimoniato che il dirigente aveva un “atteggiamento quotidiano violento, aggressivo, alimentato da intemperanze, gesti di violenza e prevaricazione”. Questi comportamenti avevano provocato nella donna “uno stato ansioso depressivo, con tachicardia in stress emotivo”, malattia che valse alla donna circa 20 giorni di riposo. Ad avviso dei giudici della Cassazione non c’è dubbio che si tratta di mobbing e al dirigente prepotente spiegano che la sua colpa consiste nel fatto di non aver azionato i “conseguenti poteri inibitori” per tenere a bada le sue intemperanze, una precauzione che ogni “uomo medio, dotato di comuni poteri percettivi e valutativi avrebbe dovuto fare per evitare le conseguenze dannose. Il mobbing, la parola più inflazionata negli uffici italiani, ha trovato, in attesa di una legge, una tutela sul piano civilistico e su quello penalistico nei principi generali del nostro ordinamento: anche se non esiste un reato chiamato mobbing gli atteggiamenti prevaricatori tipici di questa fattispecie possono essere puniti con altri reati come le lesioni o addirittura i maltrattamenti in famiglia. Ma c’è sempre un problema: il mobbing è difficilissimo da provare. Questo caso giudiziario spiana però la strada per una dimostrazione delle prevaricazioni in ufficio che sia meno impossibile. Pertanto, il componente del Dipartimento Tematico “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori, Giovanni D’AGATA, impegnato in prima persona da anni nella lotta contro il mobbing sui luoghi di lavoro, esprime sincera soddisfazione per il riconoscimento da parte della Suprema Corte, di un principio importante che rafforza le tutele e le garanzie dei lavoratori contro le ingiustizie ed i soprusi sui luoghi di lavoro

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

64 milioni di nuove occupazioni nel 2015

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

Occupazione in crescita nei prossimi sei anni: secondo i dati della ricerca condotta per Manpower dalla Cambridge Econometrics, entro il 2015 i posti di lavoro in Europa registreranno un incremento di oltre il 6%, raggiungendo un numero superiore a 64 milioni – di cui 51 milioni saranno dovuti alla necessità di sostituire personale in uscita – per un totale di 223 milioni di occupazioni in Europa nel 2015.  Il 2015 vedrà pertanto occupati complessivamente 223 milioni di persone, con un incremento rispetto al 2006 del 6% (dato 2006: 210 milioni). I settori che maggiormente contribuiranno a definire tale trend di crescita occupazionale saranno Logistica (oltre 34 milioni di occupazioni nel 2015), Terziario e Servizi (oltre 33 milioni), Manifatturiero (oltre 22 milioni), Sanità e Servizi Sociali (22 milioni), Edilizia (15 milioni e mezzo), Istruzione (15 milioni e mezzo), Servizi generici (oltre 15 milioni), Pubblica Amministrazione e Difesa (oltre 14 milioni), Trasporti e Telecomunicazioni (oltre 12 milioni), Hotel e Catering (11 milioni e mezzo), Agricoltura (quasi 8 milioni), Ingegneria (7 milioni e mezzo), Banche e Assicurazioni (oltre 6 milioni), Alimentari e Tabacco (oltre 4 milioni e mezzo), Elettricità, Gas e Acqua (quasi 1 milione e mezzo), Minerario ed Estrattivo (500 mila). Il trend di crescita individuato dall’indagine vede l’incremento maggiore nel settore del Terziario e Servizi, che dal 2006 al 2015 aumenterà quasi del 30%, seguito dal comparto Hotels & Catering (+16%) e Sanità e Servizi Sociali (+10%). Nel delineare la situazione del mercato del lavoro in Europa analizzando le variazioni del quadro occupazionale, la ricerca sottolinea l’importanza di una crescente domanda di lavoro dovuta alla necessità di sostituire il personale in pensione, emigrato in paesi extra europei, che ha cambiato occupazione e deceduto sul lavoro. L’entità di tale domanda è pari a 64 milioni e 281 mila posti vacanti, e vede Germania e Regno Unito nelle prime posizioni: tra il 2006 e il 2015, registrano rispettivamente il 15% e il 14,9% del totale delle nuove occupazioni dovute a suddette motivazioni. Seguono la Francia (11,9%), la Spagna (8,1%), la Polonia (6,8%), l’Olanda (5,1%), la Svizzera (3,7%), il Portogallo (2,3%), la Repubblica Ceca (2,2%), l’Austria (2,1%), la Grecia (2,1%), il Belgio (2%), l’Ungheria (1,9%), la Svezia (1,8%), la Danimarca (1,4%), l’Irlanda (1,2%), la Norvegia (1%), la Finlandia (1%), la Slovacchia (0,8%), la Lituania (0,6%), la Slovenia (0,5%), la Lettonia (0,4%), Cipro (0,3%), l’Estonia (0,2%), il Lussemburgo (0,2%) e Malta (0,1%). La situazione in Italia? Tra il 2006 e il 2015 il nostro paese registrerà un numero complessivo di nuove occupazioni dovute a necessità di sostituire il personale pari a quasi 8 milioni (12,4% del totale europeo), posizionandosi quindi al terzo posto dopo Germania e Regno Unito. Questo il quadro dei profili professionali coinvolti: 2 milioni e 300 mila i tecnici e professionisti associati (pari al 28%), 1 milione e 500 mila i direttori di funzione, manager e quadri (18%), oltre 1 milione gli impiegati nei servizi e nelle vendite (13,2%), 865 mila i lavoratori generici (10,8%), oltre 800 mila gli impiegati (10,7%), 730 mila i liberi professionisti (9,2%), 530 mila gli artigiani (6,6%), 330 mila gli operai e assemblatori di macchine e impianti (4,2%), 58 mila nelle forze armate (0,7%). Gli unici profili in calo – meno 115 mila – sono gli operatori specializzati del settore agricoltura e pesca (1,4%). A livello Europa, gli oltre 64 milioni di posti di lavoro originati dal bisogno di sostituire il personale in uscita, vedono maggiori volumi tra i tecnici e professionisti associati (18%), gli impiegati nei servizi e nelle vendite (16,4%), i lavoratori generici (15%) e i liberi professionisti (14,8%). Seguono direttori di funzione, manager e quadri (11%), artigiani (9,4%), operai e assemblatori macchine e impianti (7,2%), impiegati (7%), operatori specializzati agricoltura e pesca (0,8%), forze armate (0,4%). La ricerca individua inoltre il livello di professionalità che il mercato del lavoro richiederà nei prossimi anni. Emerge la domanda di una sempre maggiore specializzazione del personale impiegato: nel 2020, il 31,5% dei lavoratori dovrà avere un livello di qualifica professionale molto alto (nel 1996 era il 22%), il 50% un livello medio (contro il 45% del 1996) e in ultimo il 18,5% un livello basso (33% nel 1996). “I settori trainanti di questo trend dell’occupazione in crescita costante – Terziario & Servizi, Sanità & Servizi Sociali – rivelano la sempre maggiore attenzione alla persona da parte del mercato, conseguenza anche di una popolazione che sta cambiando la propria struttura a seguito di una mobilità sempre crescente, e che avverte la necessità di validi servizi che agevolino una integrazione completa e che sia proficua sia per la persona che per il Paese ospitante” dichiara Stefano Scabbio, Presidente e Amministratore Delegato di Manpower.
Manpower è uno dei principali datori di lavoro privati al mondo e garantisce un’occupazione a 2 milioni di persone ogni anno. Con 21 miliardi di dollari di fatturato, la società si conferma leader nell’industria dei servizi per il lavoro e supporta le aziende nella gestione dell’intero ciclo occupazionale in ogni fase della loro attività. Opera in 80 Paesi e fornisce personale a oltre 400.000 aziende clienti. È presente in Italia dal 1994 e oggi opera come Agenzia per il Lavoro attraverso una rete di oltre 450 filiali e uno staff di 2.000 dipendenti. È specializzata in ricerca e selezione di personale per tutte le posizioni professionali; somministrazione di lavoro a tempo determinato; pianificazione e realizzazione di progetti di formazione; consulenza per l’organizzazione aziendale; servizi di ricollocamento del personale, servizi di outsourcing e consulenza. Manpower nel 2008 ha garantito una nuova occupazione a più di 200 mila lavoratori con assunzioni a tempo determinato e indeterminato in circa 26 mila aziende italiane.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

New and Emerging Mission Movements in Europe

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

The Churches in Dialogue Commission of the Conference of European Churches (CEC) in cooperation with the Nova Research Centre drew together representatives of 15 Orthodox and Protestant churches and missionary movements to explore the theme “New and Emerging Mission Movements in Europe Today”. The consultation took place in the Lutheran theological seminary of Pullach, Germany. The consultation recognized that the issue of ecclesiology is “essential for mission”, and that mission is “the calling of the whole Church”: “The Church in mission is the Body of Christ and not just the institutional churches, though the two are called to be closely related. The mission of God goes beyond the institution as seeds of the Logos are sown in advance of the work of the Church’s mission”. Participants underlined the importance of discipleship and spiritual formation. While there is a renewed interest in spirituality, there is a “lack of formation of our own church members in the riches and depth of the Christian spiritual tradition”. The consultation stressed the importance of “incarnating the gospel in the different cultural contexts” and among different ethnic groups. There is a need to have a “dynamic approach to the understanding of mission in the different cultures”. The biblical vision of the reconciled people of God does not mean “the end of cultural diversity but the end of division between people of different cultures as the church became incarnate in each culture. One of the great issues in European culture is the tension that exists between different cultural groups and yet also the positive situations in which once oppressed cultures have found new freedoms. We believe the Church has a calling in this situation to be the Body of Christ in which the different parts are all honoured for what they are and the gifts they bring”. “Co-operation in mission is one of the major challenges for churches in Europe today”, stated the CEC Mission Researcher, Ms Kyriaki Avtzi, “so the witness and the contribution of the new emerging movements to the mission of the churches is very significant and stands as a hopeful sign for the future of missionary work in Europe”.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Salviamo il clima

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

Greenpeace chiede ai Ministri riuniti a Lecce di prendere un impegno concreto per limitare gli impatti dei cambiamenti climatici nei Paesi in Via di Sviluppo. “Dopo aver saldato la banche e l’industria dell’auto è giunto il momento di salvare il clima – afferma Francesco Tedesco, responsabile campagna Energia e Clima di Greenpeace – Questo dovrebbe essere il primo punto dell’agenda del meeting, che paradossalmente nessuno ancora conosce”. Greenpeace è fortemente preoccupata per l’inconsistenza dei negoziati delle Nazioni Unite sul clima che si concludono oggi a Bonn, e per l’inerzia delle discussioni del G8, che rischiano di compromettere la strada verso un accordo alla conferenza di Copenhagen, il prossimo dicembre.  “Il Pianeta sta drammaticamente correndo verso il collasso climatico, con la previsione di un aumento della temperatura media di 6 gradi al 2100 – continua Tedesco – I figli dei nostri figli non conosceranno lo stesso Pianeta di oggi. Sarà stata colpa dei leader del mondo che non vogliono salvarci dalla crisi climatica, che già oggi è responsabile di 300mila morti l’anno”. Greenpeace chiede ai Paesi industrializzati un impegno concreto a stanziare almeno 110 miliardi di euro ogni anno fino al 2020 per aiutare i Paesi in Via di Sviluppo a ridurre le proprie emissioni nocive, fermare la distruzione delle foreste tropicali e per misure di adattamento agli impatti climatici ormai inevitabili. L’Europa dovrebbe contribuire con 35 miliardi all’anno. “Si tratta di briciole se pensiamo che, per salvare le banche, Europa e Stati Uniti hanno speso oltre 2700 miliardi di euro dei contribuenti- commenta Tedesco- o che la sola evasione fiscale in Italia supera i 100 miliardi di euro. Chiediamo che anche per salvare il clima vengano messi i soldi sul tavolo adesso”. La questione finanziaria, uno dei maggiori nodi dei negoziati, verrà discussa sia al prossimo summit europeo dei Capi di Stato, la prossima settimana, che nel corso del G8 dell’Aquila. A sei mesi dal vertice di Copenhagen, ancora non emergono i presupposti per un accordo globale per evitare che il 20 per cento del PIL mondiale vada in fumo a causa di impatti climatici irreversibili, e per evitare che il 20-30 per cento di tutte le specie viventi conosciute vadano incontro a estinzione.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia sostenibile per l’Europa

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

(SEE) è una iniziativa dell’Unione europea per accrescere la consapevolezza e modificare la prospettiva dell’energia. L’Aiccre, in partenariato con SII Consulting, è un soggetto attivo nella promozione dello sviluppo sostenibile con una particolare attenzione alle fonti rinnovabili sul territorio italiano anche grazie all’ottenimento nel 2008 del “bollino blu” in tema ambientale della Commissione europea, per realizzare un’adeguata campagna di sensibilizzazione e diffusione sul tema. È stata attivata una collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare che dal 2006, su invito della Commissione europea, è uno dei soci della campagna SEE e focal point della campagna a livello nazionale. L’iniziativa ha tra i suoi obiettivi quello di accrescere la consapevolezza sul costante aumento del consumo energetico in Europa con conseguente  impatto negativo sull’ambiente, promuovendo una modifica della produzione e dell’utilizzo dell’energia nell’ottica anche del raggiungimento degli obiettivi del protocollo di Kyoto. Questa iniziativa, che nasce da un progetto dell’Aiccre in partenariato con la SII Consulting e sostenuto dalla Commissione europea, riguarda l’Energia Rinnovabile per gli Enti locali e regionali. Le Fonti di Energia Rinnovabili (FER), riguardano le tecnologie offerte dai: generatori eolici e fluido dinamici, sistemi per biogas e syngas, cogeneratori, turbine sterling per biogas, turbine a gas, turbine e micro turbine per fluidi idro ed aereo dinamici, turbine a vela, fuel cells, pannelli solari termici e fotovoltaici, sistemi geotermici.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Università e i giovani per la cooperazione e la pace

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

Pavia 17 giugno 2009, alle ore 9,30 presso l’Aula Volta dell’Università degli Studi di Pavia Strada Nuova, 65.  L’Università degli Studi di Pavia e il Politecnico di Milano organizzano il Primo Congresso Scientifico del CUCS, il Coordinamento Universitario per la Cooperazione allo Sviluppo, che si terrà il 17 e il 18 giugno presso l’Aula Magna dell’Università degli Studi di Pavia, Strada Nuova 65. Il progetto e gli obiettivi della collaborazione tra Università e Ministero degli Affari esteri saranno illustrato nel corso di una  conferenza stampa Interverranno: Elisabetta Belloni, Direttore Generale della Cooperazione allo Sviluppo del Ministero degli Affari Esteri, Ministro Plenipotenziario, Giulio Ballio, Rettore del Politecnico di Milano, Angiolino Stella Rettore dell’Università degli Studi di Pavia.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Global hunger and humanitarian needs

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

Rome – The Executive Director of the United Nations World Food Programme (WFP), Josette Sheeran, has urged G8 Development Ministers meeting today in Italy, to remember the needs of the world’s hungriest people and continue to support WFP, which depends entirely on voluntary donations. “We must not forget the urgent hunger needs around the world, or cut back on support for hungry people.  The world’s most vulnerable are being hit by the combined effects of the global financial downturn and stubbornly high food prices in many developing world markets.  Hunger can lead to dangerous destabilisation, and impact global peace and security.” “With one in six people going hungry, one child dying every six seconds, and 80 per cent of Sub-Saharan African countries facing higher food prices than a year ago, the poor and the hungry are facing one of the biggest crises in our lifetimes.  It is critical for the world to remember that hunger will have a permanent impact on children and we may lose a generation unless they have adequate access to nutrition during this crisis.” “After the Great Depression, the world created institutions, including World Food Programme, which should expand – not contract – when times are bad.  Global food aid is at a 20 year low and we must meet urgent needs to avoid an unprecedented humanitarian crisis.    At this moment of dramatically growing need, it would be wrong to cut our funding. We have proven our ability to scale up when the world calls on us and equips us with the means to do so.  We have also shown that we can do this in a way that supports recipient nations’ own long term development strategies to tackle hunger.”

Posted in Estero/world news, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

L’Energia fonte di vita per un mondo sostenibile

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

Si è concluso in questi giorni in provincia di Taranto, il primo seminario educativo “L’Energia fonte di vita per un mondo sostenibile”, organizzato e finanziato con propri fondi dalle società energetiche “Energyoung S.r.l.” e “Carbotti Consult S.r.l.”, in vista dell’apertura di alcuni parchi fotovoltaici nei comuni di Crispiano e Mottola dove le due società parteciperanno alla realizzazione insieme a grossi produttori energetici nazionali ed internazionali. Le prime tre centrali a partire saranno nel comune di Crispiano tali centrali produrranno nell’arco dell’anno una potenza complessiva di 4.500.000 KWh, in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di 1000 famiglie. Tale parco verrà successivamente ampliato sino a raggiungere una capacità produttiva annuale di 22.500.000 KWh soddisfacendo così l’intero comune di Crispiano. Quasi contemporaneamente partiranno i lavori per altre tre centrali a Mottola con una produzione annuale di circa 4.500.000 kwh, dove sarà previsto un futuro ampliamento che porterà la produzione a circa 48.000.000 kwh l’anno. L’obiettivo di tale seminario è quello di far scoprire e conoscere ai piccoli studenti delle classi 4° e 5° il mondo delle energie alternative e rinnovabili e l’importanza di assumere un atteggiamento energeticamente corretto, per evitare lo spreco energetico ed educarli ad essere persone capaci del futuro. L’impatto con gli studenti è stato veramente positivo. La loro partecipazione attiva, la curiosità e l’interesse mostrato ha reso l’intero seminario attivo e veramente costruttivo. Nel secondo incontro sono state trattate nello specifico le varie forme di energie prodotte da fonti rinnovabili: il solare termico, il fotovoltaico, l’eolico, l’idroelettrico, le biomasse; verrà mostrata “la casa del sole”, in grado di prodursi calore ed energia elettrica grazie al sole, un automobile che cammina con l’energia solare e una turbina idroelettrica con dei lavori da realizzare in gruppo. Il seminario si è concluso con la visita guidata al “Parco Fotovoltaico” della SIG SOLAR, realizzato nel comune di Mottola da 3 MW e una verifica finale che ha attestato cosa e come hanno appreso gli studenti i concetti esposti durante i nostri incontri.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vietnam Intervista al vescovo di Dalat

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

Sul numero di Giugno 2009 del mensile Missioni Consolata  troverete l’intervista di Piergiorgio Pescali effettuata al vescovo di Dalat. Si parla, oltre che della situazione della Chiesa in Vietnam, dello sviluppo sociale, politico ed economico del Paese, anche della situazione dei Montagnard, le popolazioni etniche degli altipiani centrali

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mestruazioni abbondanti

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

Può capitare di dover rinunciare al bagno e di dire addio alla tintarella. Si prova imbarazzo e disagio, senza mai separarsi dal pareo. Ci si sente deboli, spossate, con l’umore e la pressione a terra e, spesso, con svenimenti improvvisi. Capita, quando le mestruazioni sono troppo abbondanti. Un problema molto diffuso che interessa una donna su 5, e diventa vera e propria patologia in una su 20 tra i 30 e i 49 anni. Il disturbo peggiora notevolmente durante la calura estiva ed ha il potere di rovinare la vacanze, se coincide con la fatidica settimana di ferie.. “Parliamo di patologia (metrorragia) quando le perdite eccessive provocano anemia e astenia – spiega il dr. Giampietro Gubbini, ginecologo responsabile del progetto Mestop (progetto salva-utero) L’opuscolo che è stato realizzato per fare il punto della situazione sarà distribuito in queste settimane ai ginecologi italiani. si rivolge a donne che fino ad oggi non si sono poste il problema semplicemente perché non sanno che esistono rimedi efficaci, poco invasivi, che preservano la fertilità e sono totalmente reversibili. Tra questi Mirena, il sistema a rilascio intrauterino di levonorgestrel, raccomandato dalle linee guida del NICE inglese come valida alternativa farmacologica ad interventi chirurgici demolitivi”. Sono infatti purtroppo numerose le operazioni inappropriate: delle 70.000 asportazioni dell’utero praticate nel 2004 in Italia circa il 60% hanno come indicazione i flussi mestruali abbondanti. “Ben un terzo delle donne con questo problema vengono tutt’oggi trattate in maniera impropria – afferma il prof. Ivan Mazzon, responsabile del centro di endoscopia ginecologica “Arbor Vitae” della Clinica Villa Claudia di Roma -. Il percorso “tipico” prevede una diagnosi frettolosa o incompleta, una scorretta impostazione della terapia medica (che quindi spesso fallisce) ed il successivo ricorso all’isterectomia”. Proprio per questo il tema è fra quelli più dibattuti al Congresso, che vede riuniti 600 specialisti da tutta Italia: l’obiettivo è informare le donne ma soprattutto sensibilizzare i professionisti sulle nuove possibilità terapeutiche e i corretti percorsi di diagnosi e cura.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Simplicio tra il reale e il “supposto”

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

Creare un personaggio è facile. Il difficile è gestirlo in specie se ha scelto di parlare di politica, quella domestica, come dire?, tanto per gradire, e di quella internazionale tanto per chiudere il cerchio. Ora ha un interlocutore di valore, è Raroxas, e il povero simplicio è costretto a sostenere le sue idee giocando in difesa e con qualche “svirgolatura” per giunta. Semplicio è di quelli, tanto per intenderci, che continua a mangiare da una vita “pane e acqua” e a trovarla gradevole e non stanchevole. Dopo tutto è un “simplicio” non gradisce i piatti sofisticati. E a questo punto simplicio diventa il classico italiano medio che vive nell’anonimato ma non disdegna la curiosità, il confronto e la ricerca della verità. E’ consapevole che come è accaduto a Terenzio: veritas odium parit e che nel detto volgare si potrebbe anche tradurre che quando la “verità è brutta solo la menzogna par bella”. Un amico di vecchia data mi diceva: ti ricordo quel tal onorevole che andava ai comizi in bicicletta? Oh si. Quelli erano tempi dove la passione politica ti riscaldava il cuore e trasformava la mente in una fornace. Ora vanno in elicottero, con una limousine e con tanto di scorta. Ma come la mettiamo, osserva simplicio, con il fatto che piacevano agli italiani di allora e continuano a piacere agli italiani di oggi anche se oggi hanno cambiato casacca? Non vi è una contraddizione non solo generazionale? La verità, la solita verità di Terenzio, ci dice che siamo stati intossicati da quel veleno che si chiama consumismo e dai modelli che ha prodotto dove vale chi ha i soldi, è trasgressivo, prepotente e si sente super partes perché sa che col denaro può pagarsi tutto: le amicizie e le inimicizie e che persino gli onesti possono essere merce da shopping. Almeno ci prova. A questo punto semplicio può diventare la stessa coscienza degli italiani, di quelli che sanno o intuiscono, o glissano la verità ma dentro di loro sanno che esiste ma anche che per sostenerla, difenderla, vuol dire pagare un prezzo che molti ritengono troppo oneroso e vi rinunciano e fanno come le tre classiche scimmiette: non vedono, non sentono, non parlano. Forse è una soma troppo pesante anche per simplicio. Forse. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Sistema banche

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

Editoriale fidest. Le banche italiane contuano a trovarsi in una fase di transizione che è partita dalla seconda metà degli anni ottanta ed ancora oggi, non  riescono a sortire un modello soddisfacente. Non certo mancano gli strumenti legislativi. Non da meno sono quelli tecnologici  ed allora? Taluni esperti spiegano l’attuale disagio delle banche nel definire la loro collocazione ottimale nel fatto che per troppi anni hanno goduto di un “regime protetto”.  Man mano che il settore si avviava alla sua liberalizzazione è prevalso il timore di essere scavalcati dalla concorrenza straniera.  A questo punto cosa hanno fatto i banchieri come prima mossa? Aprire più sportelli possibili con l’intento di saturare il mercato e di non lasciare spazio territoriale ed operativo alle banche straniere. Per farlo si sono sovraccaricati di spese, sovente superflue, e la Banca d’Italia non ha mancato di metterle sull’avviso. Nello stesso tempo si è ricorso ad una “selvaggia” forma di aggiornamento tecnologico con il rischio, sovente reale ,di comprare apparecchiature inadatte, troppo costose sia per acquistarle che per gestirle ed altri inconvenienti del genere. E per finire in bellezza gli sportelli bancari si sono caricati di “servizi” assicurativi, finanziari, mobiliari ed immobiliari senza molto rendersi conto dei costi aggiuntivi che le operazioni potevano determinare sia dal punto di vista operativo che per i suoi ritorni d’immagine. Tutto questo è potuto accadere perché nessuno ha  pensato di mettersi dalla parte del cliente e di capire il nuovo e il diverso che maturava in lui nei suoi rapporti con un Istituto di credito. La prima riflessione la facciamo accorgendoci che nonostante l’apertura di centinaia di nuovi sportelli in tutta Italia la gente resta insoddisfatta.  Se chiediamo un prestito, un’apertura di credito, uno scoperto di c/c non fa molta differenza se siamo vecchi clienti o nuovi, se abbiamo aperto dei conti presso una filiale della stessa banca o di altre ed abbiamo dei depositi amministrati.  Le risposte che riceviamo sono da manuale: se sei impiegato tanto, se sei pensionato qualcosa di meno e via dicendo. Un imprenditore, un commerciante, una società di servizi non sono trattati diversamente ed i parametri di valutazione sovente vengono amministrati con eccessiva “cautela”. In alcuni casi si fa bene ed in altri no, ma il punto non sta qui. E’ necessario cambiare mentalità ed essere in grado di servirsi degli strumenti idonei per gestire al meglio l’azienda di credito. Incominciamo da una considerazione di carattere generale. Oggi, in Italia, volendo, siamo in grado di servirci di società che possono dirci “in tempo reale” se un certo “signore” è un insolvente o no, se ha precedenti penali, se è stato coinvolto in frodi amministrative e contabili e via dicendo. Cosa significa tutto ciò? Che mentre il “cliente” vi espone le sue esigenze, l’operatore può attingere tutte le informazioni possibili dal “monitor” e farsi un’idea precisa di chi ha davanti e poter dare, in questo modo, risposte adeguate. Lo stesso sistema informatico con i suoi opportuni collegamenti potrebbe essere utilizzato per molte altre cose. Pensiamo alla possibilità di una migliore informazione assicurativa, finanziaria, borsistica e sui cambi. Ma le sue applicazioni sono praticamente senza limiti. Abbiamo abituato, ad esempio, il cliente a servirsi della banca stando in casa in specie se possiede un fax, un p.c.? A consentirgli di trarne vantaggio con una o più carte di credito? A gestire con “intelligenza” le bollette della luce, del gas e del telefono? Infatti il timore dell’utente è quello di dover pagare delle fatture emesse dall’azienda creditrice prima del tempo o, per un errore qualsiasi, caricate di un ammontare fuori misura. In quest’ultimo caso la soluzione possibile sarebbe quella che una volta stabilita la media annuale dei pagamenti e il relativo importo bimestrale, quest’ultimo non dovreb be superare il 20/25% di quello convenuto. In caso contrario la banca dovrebbe sospendere l’operazione ed interpellare il cliente. Se questi ed altri correttivi venissero adottati ci accorgeremmo ben presto che molte operazioni (in specie quelle elementari) verrebbero sottratte agli sportelli bancari ed indirizzate altrove. Ci sarà poi da chiedersi se sono utili tante “presenze” sul territorio e se non è più facile e pratico movimentare le operazioni finanziarie con “comandi” in luogo di “spostamenti  materiali di carta moneta.” Esistono, ovviamente, altri rischi, ma niente che non sia rimediabile così come si è fatto nel passato con i metodi tradizionali. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra di arte contemporanea

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

GuttusoRoma 22 giugno 2009 ore 20.00 Musei di San Salvatore in Lauro, Piazza San Salvatore in Lauro 15 Asta delle cinquanta opere esposte >  L’UNESCO – Italia, presieduta da Giovanni Puglisi, e la Casa Editrice Il Cigno hanno coinvolto Christie’s, il Pio Sodalizio dei Piceni e le autorità competenti in un progetto per rialzare uno dei giganti in pietra calcare del IV secolo a. C. del più maestoso edificio del della Valle dei Templi di Agrigento.  Incisioni, pezzi unici, olii, sculture di alcuni tra i più grandi artisti internazionali contemporanei, sono esposte all’interno dei Musei di San Salvatore in Lauro fino al 21 giugno. Tra queste i “bon à tirer” di Renato Guttuso, Franco Gentilini e Piero Guccione, le teste dei bozzetti per la Basilica di Santa Maria degli Angeli di Igor Mitoraj, tre lastre in rame di Amedeo Modigliani, il bozzetto della scultura dell’ONU di Giacomo Manzù e ancora opere di Matta, Marino Marini, Rufino Tamayo, André Masson, Hans Hartung, Mimmo Paladino e Mimmo Rotella. Tutte le opere provengono dalle collezioni de Il Cigno, casa editrice fondata nel 1968 oggi diretta da Lorenzo Zichichi e Norberto G. Kuri, che festeggia i suoi quarant’anni di attività con questa donazione in favore del progetto “Con l’arte rinasce il Tempio di Zeus”. Il ricavato dell’iniziativa sarà devoluto a sostegno del progetto. Il quadro riassuntivo della spesa è di 436.750,22 euro. È in programma una seconda edizione dell’evento ad Agrigento – novembre 2009 – se il budget di spesa non dovesse essere raggiunto durante questa prima edizione.   Il catalogo della mostra, edito da Il Cigno GG Edizioni, contiene testi critici di Giovanni Puglisi (Presidente Unesco-Italia), Rosalia Camerata Scovazzo (Presidente del Consiglio del Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi), Giorgio Bizzarri (Presidente del Pio Sodalizio dei Piceni) e Clarice Pecori Giraldi (Direttore Generale di Christie’s Italia). L’iniziativa è patrocinata anche dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Regione Siciliana (Assessorato Beni Culturali, Ambientali e Pubblica Istruzione). (guttuso)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collettiva Summertime

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

matteo clementiTeramo fino al 31 Luglio 2009, presso la Galleria Piziarte in Viale Francesco Crucioli 75a Manuela e Patrizia Cucinella , , presentano “Summertime” collettiva dedicata a giovani artisti della nuova figurazione italiana: Angelo Barile, Matteo Clementi, Constantin, Danilo Di Nenno, GianLuca Doretto, Sam Punzina.  La forza creativa dell’esposizione esprime costante interdisciplinarietà, ricerca di differenti modi espressivi, ettenzione all’estetica delle forme e in un gioco di continui rimandi, sfoga il suo bisogno esplosivo di contestualità e contemporaneità. E’ questo un avvincente viaggio nell’arte che intinge” il femminile” nel margine tra realtà e sogno, distorce volti e altera fisionomie, cattura spiriti inquieti per proiettarci in un mondo fontastico “di alchimie ed illusioni” quale momento vitale, esodo senza finzione, fatto di fughe, colori accesi e forme fiabesche mettendo a dura prova l’immaginazione plastica del visitatore che senza rendersene conto, vive nell’opera la sua capacito’ di esplorare quel mondo intorno e davanti a se che nella realtà difficilmente riesce a vedere.  (Immagine: Matteo Clementi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parlare con Dio Dipinti antichi

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

parlare con dioPerugia fino al 21 giugno Via San Francesco 4/6/8 Le Gallerie dei Gerosolimitani A cura di Rob Smeets  La mostra di dipinti antichi vede esposte oltre venti opere, alcune delle quali di grandi dimensioni, di autori come il Maestro di Alkmaar, Abraham Bloemaert, Pietre Binoit, Abraham Bosschaert, Jacob Gerritsz. Cuyp, Orazio de Ferrari, Giusto Fiammingo, Jan Fris, Georg Flegel, Fedele Galizia, Niccolo’ Gerini, Luis de Morales, Bernard van Orley, Marco Palmezzano, Giulio Cesare Procaccini, Alessandro Tiarini, Claude Vignon e Juan Ximenez.  Attraverso l’iconografia, la forza espressiva e l’intimità delle opere in mostra si vuole cercare di trasmettere all’osservatore piu’ attento il senso originario di misticismo, rigore ed estasi religiosa cosi come veniva comunicato nel passato.  La magica intimità dei fondi oro italiani e dei primitivi fiamminghi, i criptici messaggi moralistici dei dipinti olandesi del -600 e -700 e la travolgente forza del credo della pittura barocca italiana sono esempi iconici di sorgenti quali i Vangeli, le predicazioni, la catechesi e la liturgia cristiane.  Il nuovo spazio espositivo Le Gallerie dei Gerosolimitani e’ composto dall’ingresso posteriore delle Gallerie, con ampia terrazza esterna che si apre su Via della Sposa e sulla facciata medioevale della chiesa di San Luca costruita a metà del XII secolo.  Dal 1460 al 1471 Francesco della Rovere, Cardinale titolare di San Pietro in Vincola, successivamente Papa Sisto IV, ebbe l’arcipriorato proprio della Chiesa di San Luca, che fu per quattro secoli Collegiata dei Canonici Regolari del San Sepolcro, con annessa la loro residenza e l’oratorio dopo il loro distaccamento da Gerusalemme.  L’ingresso anteriore delle Gallerie si trova invece su Via San Francesco, nella parte dell’oratorio della Casa della Commenda ristrutturata nel 1484 da Cataneo dei Traversagni, come si legge sul fregio dell’architrave del portone d’entrata, incastonato nella facciata dalle bellissime finestre quadripartite quattrocentesche in travertino.  Nel 1560 tutto il complesso, fu affidato ai Cavalieri del Sovrano Militare Ordine di Malta.  Maestro di Alkmaar, Abraham Bloemaert, Pietre Binoit, Abraham Bosschaert, Jacob Gerritsz. Cuyp, Orazio de Ferrari, Giusto Fiammingo, Jan Fris, Georg Flegel, Fedele Galizia, Niccolo’ Gerini, Luis de Morales, Bernard van Orley, Marco Palmezzano, Giulio Cesare Procaccini, Alessandro Tiarini, Claude Vignon e Juan Ximenez (parlare con dio)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ilde Barone: Appunti.rosso

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

ildeModica (RG) fino al 4 luglio Palazzo Grimaldi  Corso Umberto I  a cura di Antonio Sarnari  La mostra è organizzata dalla galleria Tecnica mista arte contemporanea (Scicli) in collaborazione con la Fondazione Grimaldi. L’artista modicana presenta una selezione di opere recentissime nelle quali si coglie un’intima tensione tra la razionalità e l’emotività.  «In altre opere – ha scritto Franco Sarnari nel testo critico che accompagna la mostra – create immettendo della materia all’interno di una struttura preesistente, riconosco l’esistenza dell’intuizione di una relazione pittorica molto sentita. La materia immessa è straordinariamente sintonica con lo spazio, la volumetria, l’elemento plastico necessari, divenendo, in qualche maniera, quella che io chiamo cancellazione. Ilde sottrae ad uno spazio definito la sua certezza, creando antitesi e dialettica. Nel momento in cui lei invade una volumetria definita con un -segno- emotivo, fa precipitare la concezione razionale che apparteneva ai pixel dell’immagine originaria. Entrare in quell’immagine, lacerandone la certezza, mette in moto una tensione, che e’ possibile definire come tensione pittorica. L’opera diventa inquietante ed affascinante, perche’ rimane vivida in essa la dicotomia tra l’aspetto razionale e quello emotivo. Cio’ che entra in collisione con le certezze dell’immagine definita, diviene tensione, lotta. Questa lotta e’ violenza armonica, sostanza vera di quello che e’ la pittura: la ricerca, l’emozione». (Ilde)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giuseppe Cardoni: Frammenti Metropolitani

Posted by fidest press agency su domenica, 14 giugno 2009

frammentiPalermo fino al 26 giugno Lanterna magica  via Goethe, 43 A cura di Vincenzo Mirisola  Tre, in sostanza, le linee portanti su cui poggia Frammenti Metropolitani, una ricerca intensa e raffinata: realizzare un reportage personale, intimo, in grado di dare spazio e visibilità alla propria sensibilità; raccontare una città, anche nei luoghi meno conosciuti o famosi; impossessarsi delle molteplici e diverse dimensioni che puo’ assumere in un particolare momento, una persona, un luogo, un’atmosfera, un contesto.  Giuseppe Cardoni, in totale libertà interpretativa, affidandosi alla estemporaneità delle circostanze e alla propria capacità percettiva, individua il probabile soggetto, immagina il possibile frammento e lo sintetizza, dopo averlo innervato della propria sensibilità. Frammenti di riflessioni collegati tra loro da un sottile ed invisibile filo conduttore – il tratteggio narrativo strutturale che connota l’indagine – che hanno una loro individualità iconica significante e nel contempo si fondono, in termini di linguaggio, in una trama stilistico-espressiva di raffinata valenza culturale e di stimolante gusto estetico.  L’autore umbro e’ affascinato dal rapporto tra la dimensione plurale del soggetto individuato – le persone, le cose, i luoghi, le atmosfere, i contesti – e dalla correlazione e/o contrapposizione con gli elementi grafici – segni, tracce, simboli, profili allegorici, richiami pubblicitari – della città stessa.  Frammenti Metropolitani e’ un lavoro in progress. In Cardoni fotografo e’ forte la speranza, anche per il suo modo di guardare e di vedere chi incontra (o cerca o trova), di riguardare e rivedere, nei luoghi già indagati, in tempi diversi, il riproporsi di approcci comunicativi simili e momenti percettivi comparabili, magari in dimensioni inedite, nuove, e una diversa intensità emotiva, ma con i segni del tempo trascorso. Un modo per tentare di misurare i passaggi intervenuti, stimare le memorie sedimentatesi, studiare le differenze e riflettere sulle ulteriori possibili dinamiche evolutive, previsualizzandone, al limite, forme e contenuti.  (Fausto Raschiatore) (foto frammenti)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »