Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 15 giugno 2009

Arianna Bonamore: Alter ego

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

ariannaAvellino fino al 10 luglio Banca Sella Arditi Galati Sud  corso Europa, 8g a cura di MonnaLisa Salvati  L’indagine artistica di Arianna Bonamore e’ tutta centrata sulla figura femminile.Volti enigmatici di donne affascinanti e misteriose dalle lunghe chiome lasciate capricciosamente alla volontà del vento o raccolte in acconciature elegantemente austere,vengono rappresentate nelle sette tele ad acrilico esposte in questa sede. I capelli sono l’alter ego di ogni donna: espressione di interiorità, segno di cambiamento, soggetti alle mode e agli stati d’animo ma anche liberi da ogni tipo di costrizione e regola, sono il simbolo vero della donna con tutte le sue contraddizioni. Ogni donna vive con gli stessi un rapporto -ossimorico’, amati e odiati allo stesso tempo, sono lo specchio della propria interiorità che comunque si manifesta anche quando si tenta di mascherarla.
Arianna Bonamore e’ nata a Roma nel 1977.  Dopo essersi diplomata presso il Liceo artistico A.Caravillani di Roma si dedica all’apprendimento delle tecniche decorative. L’esperienza londinese segna l’evoluzione nel suo lavoro. Apre un laboratorio di creazione e interpretazione nel campo della pittura, con varie esperienze di restauro in collaborazione con altri studi. Molte le sue presenze a manifestazioni di vario genere: in occasione della giornata dei diversamente abili realizza una tela fuori misura che sarà usata come scenografia per uno spettacolo di beneficenza trasmesso su Rai Uno; partecipa alla performance nello spettacolo teatrale ”La Barbiera”; per Emergecy realizza una tela dal vivo durante un concerto di piazza; per il film – Il sole di Nina – dipinge nove tele. Partecipa al concorso di pittura ”Arte visiva 2007” vincendo il premio per il simbolismo. Per l’8 Marzo realizza un segnalibro in collaborazione con il mensile d’informazione culturale Post it ; sua la copertina del libro di Delfina Ducci – Le avventure di Lucy -.(arianna)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gilbert and George Jack Freak Pictures

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

gilbertBerlin until 18/9/2009 Arndt & Partner Hamburger Bahnhof As the international tour of the last Gilbert & George retrospective (2007-2009) did not include Berlin, Arndt & Partner are now all the more delighted to present a solo exhibition of the celebrity artist duo in its gallery rooms behind the Hamburger Bahnhof. It is the first Gilbert & George solo show in Berlin for 14 years.  The exhibition features a selection of 20 large-scale pieces from the Jack Freak Pictures, the largest Gilbert & George group of pictures to date. The thrust of the content is given by the colors and shapes of the Union Jack flag that dominate the bulk of the pictures as well as the recurring motive of medals, emblems and trees. In the Jack Freak Pictures the artist duo explores aspects of nationhood and of the sentient individual in the nets of society. In his essay published in the catalogue accompanying the exhibition the British writer Michael Bracewell describes these pictures as -the most iconic, philosophically astute and visually violent works that Gilbert & George have ever created…- The result is a fascinating kaleidoscopic mix of the monstrously grotesque with an intricate ornamental structure reminiscent of sacred art. In ever new variations, Gilbert & George order the signs and fragments of social life they find in their neighborhood – the multicultural East End of London -, where solidarity and friendship are as visible as intolerance and marginalization. A fully illustrated catalogue with an essay by Michael Bracewell will be published by the Hatje Cantz Verlag, Ostfildern, to accompany the exhibition. (gilbert)

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collettiva: Don’t Look Away

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

don't look awayRoma until 20 giugno via Gramsci 61, Accademia Britannica -Don’t Look Away- e’ la mostra conclusiva per la stagione 2008-2009 del Programma Fine Arts dell’Accademia Britannica, diretto da Jacopo Benci. La mostra – che ha il sostegno di Photoworks e del Conseil des Arts et des Lettres del Governo del Que’bec – presenta nuove opere degli artisti Katie Cuddon, Graham Durward, Celia Hempton, Eddie Peake, David Spero, Amikam Toren, e degli architetti Joseph Bedford e Pierre Gendron. Con l’occasione, verrà pubblicato l’annuale catalogo Fine Arts che raccoglie le opere create dagli artisti e architetti residenti all’Accademia Britannica da settembre 2008 a giugno 2009.  Dopo aver conseguito il BA alla Glasgow School of Art nel 2002, Katie Cuddon (Sainsbury Scholar in Sculpture and Drawing, ottobre 2008-settembre 2009) ha conseguito, sempre alla GSA, un Mphil nel 2004, e quindi un MA al Royal College of Art, Londra. -I dipinti di Graham Durward incorporano immagini (talvolta elusive) tratte dalla storia.
Graham Durward (Abbey Fellow in Painting, aprile-giugno 2009) vive e lavora a New York. La sua piu’ recente personale si e’ tenuta nel febbraio 2009 alla Maureen Paley Gallery, Londra..  -Celia Hempton realizza dipinti di luoghi atmosferici, atemporali, desolati e dimenticati.  -David Spero ha sviluppato diverse serie dal carattere ben definito che distillano varie tradizioni e approcci alla fotografia, da quello documentario alla foto-scultura, costituendo una pratica ricca e sfaccettata, caratterizzata nel suo insieme da un’indagine quieta e contemplativa -Amikam Toren esplora la natura della rappresentazione affrontando un oggetto o un’immagine a un livello perspicuo ed impiegandone materiale, uso, o forma per riaffermare o ricostituire il significato in modi sempre stranamente familiare eppure nuovi. (don’t look away)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Dichiarazione dell’On. Giorgio Merlo (PD)

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

“Le reazioni scomposte e preoccupate del centro destra piemontese dopo l’alleanza tra il centro sinistra e l’Udc per le province di Torino ed Alessandria, è la migliore conferma che questo progetto politico può arrecare seri danni alla stabilità e alla forza elettorale dello schieramento berlusconiano. Ma quel che più conta è che questa alleanza può fare del Piemonte un laboratorio politico nazionale sia per la scomposizione delle vecchie coalizioni e sia per dar vita, finalmente, ad uno schieramento autenticamente moderato e riformista”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Io scrivo

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Roma 18 giugno ore 19.00 Via Ostilia 41 (zona Colosseo) VISTA Arte e Comunicazione, presentazione del manuale di sopravvivenza creativa per autori emergenti di Simone Maria Navarra (Edizioni Delos Book) Io scrivo è proprio quello che ci voleva: un corso di scrittura per aspiranti romanzieri ed allo stesso tempo uno sguardo ironico, divertente e disincantato al mondo editoriale attraverso le esperienze di chi ha deciso di fare della scrittura la propria professione. Il libro è inserito nell’esposizione Working “OUT” progress, così intitolata proprio per sottolineare, con l’alterazione del famoso modo di dire inglese Working in progress, il momento di drammatica regressione che il mondo del lavoro sta affrontando in questo periodo che si traduce in minori diritti e tutele dei lavoratori oltre che in vere e propri momenti di disagio se non di disperazione sociale. Come lo stesso autore scrive, sono “Consigli per diventare uno scrittore che poi non lo pubblica nessuno” . Soqquadro ha scelto questo testo da presentare all’interno di una mostra sulle difficoltà del mondo del lavoro per aprire uno spaccato di riflessione sulle difficoltà di inserimento lavorativo nell’ambito delle attività creative. “Vista” è un centro dedicato all’arte ed alla comunicazione che nasce dall’esperienza di alcuni giornalisti da sempre impegnati nell’organizzazione di eventi d’arte e cultura. Uno spazio espositivo che si rivolge ai giovani talenti esordienti ma accoglie anche esperienze confermate all’ombra della splendida cornice del Colosseo.

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nazzareno Carusi for Celano

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Mississauga, Ontario June 17, 2009 – 8:00 pm Le Treport – 1075 The Queensway East, Program: Domenico Scarlatti (1685 – 1787)  Franz Liszt (1811 – 1886) from Années de Pélérinage (Deuxième Année: Italie)  Nazzareno Carusi was born in Celano, Abruzzo. Among the many Institutions where he has performed  are the Teatro La Scala of Milan, Carnegie Hall of New York, the Téatro Colón of Buenos Aires,  and the Los Angeles’s Herbert Zipper Hall. He founded I Solisti della Scala Trio with the oboist  Francesco Di Rosa and the clarinettist Fabrizio Meloni, first solo parts of the Orchestra del Teatro  alla Scala of Milan. The ensemble tours worldwide and has been beautifully reviewed by  The Washington Post.

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia: eliminiamo gli extra delle bollette

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Ribassi insufficienti di gas e luce a detta del Codacons. Iniziamo ad eliminare i costi extra nelle bollette e cerchiamo di aiutare le famiglie ad arrivare a fine mese. Ci sono stati ribassi annunciati qualche giorno fa da Nomisma Energia, ma sono insufficienti. Il Presidente del Codacons Carlo Rienzi il 6 giugno aveva invitato l’Autorità ad eliminare dalle bollette i cosiddetti “extra-costi” che incidono mediamente per il 6% sull’importo delle fatture a carico delle famiglie. Oggi il Presidente di Primoconsumo, Marco Polizzi, torna sull’argomento e afferma: “Negli ultimi anni le famiglie hanno subito troppi rincari dei costi energetici previsti. Spero che il Codacons porti avanti questa battaglia con l’Autorità perché per risanare le famiglie italiane bisogna partire dalle tariffe dei consumi quotidiani”.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

SMAU Business 2009

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Bologna Fiere 18 e 19 giugno SMAU Business 2009 è il principale circuito di appuntamenti locali del mondo dell’ICT in Italia, dedicato a imprese, pubbliche amministrazioni e operatori del canale ICT. Vi partecipa tra gli altri Cisco, con il supporto dei propri partner di canale, si concretizzerà con uno spazio espositivo e con due workshop durante i quali verranno presentati importanti casi di successo e varranno forniti approfondimenti relativi alle tecnologie di Comunicazione Unificata e Collaboration, Sicurezza e Mobility.  Nello specifico, verranno analizzati i seguenti casi di successo: 18 giugno, ore 15.00  Davide Fiumi Amministratore di Gencom e Giovanni Bedocchi ICT Manager di Edis spa  Aumentare la produttività e la competitività grazie all’infrastruttura di comunicazione: il caso EDIS 19 giugno, ore 11.00  Fabrizio Pappalardo, Market Manager per la divisione Small Medium Business di Cisco Italia, Anselmo Aldrovandi, Responsabile Sistemi Informativi di Dolce, Giancarelli Alessandro, Direttore Commerciale di VEM Sistemi. Collaborare, comunicare o offrire servizi innovativi ai propri clienti grazie alle infrastrutture di rete: il caso della Cooperativa Società Dolce
Cisco (NASDAQ:CSCO) è leader mondiale nella fornitura di soluzioni di rete che trasformano il modo con cui le persone comunicano e collaborano. del Notizie e informazioni relative alla società ed ai prodotti sono disponibili all’indirizzo http://www.cisco.com./ Le apparecchiature di Cisco Systems sono fornite in Europa da Cisco Systems International BV, una consociata interamente controllata da Cisco Systems, Inc.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Film Commission Day

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Roma, 18 giugno 2009 orario: h. 9.30 – h. 16.30 casa del cinema – largo Marcello Mastroianni, 1 per una riflessione su come le Film Commissions italiane si sono evolute; per fare il punto sui  rapporti con le istituzioni nazionali e con gli enti locali; per parlare non solo di cinema, ma anche turismo ed attività produttive e per un incontro con i produttori cinematografici, televisivi e pubblicitari: le nuove domande degli interlocutori produttivi. Si aggiungono TRE PANEL  con la partecipazione dei rappresentanti più qualificati del mondo istituzionale e produttivo italiano ed europeo: I territori come “finanziatori” dell’audiovisivo: un confronto con l’Europa; Da location a destinazione turistica: la produzione audiovisiva per valorizzare il territorio; Il ruolo delle Film Commissions per la competitività del Sistema Cinema Italia. In altri termini Film commission day, è un’occasione per partecipare in modo attivo ad un evento unico nel suo genere.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’era ghedaffiana

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Su confronti riportiamo uno stralcio del libro di Riccardo Alfonso “Gheddafi profeta incompreso”. Data l’ampiezza degli argomenti trattati abbiamo sdoppiato il lavoro in sette parti.  (Prima parte) Quest’anno ricorre il 40° anniversario della rivoluzione libica. Il recente arrivo di Gheddafi a Roma mi offre l’occasione per un approfondimento tematico su una “rivoluzione” che non mi sembra sia stata inquadrata in un contesto storico e ne abbia vista l’evoluzione partendo da tali premesse. Talvolta confondiamo, sia pure in perfetta buona fede, i due momenti che ci attraversano. Mi riferisco a quelli che ci sono proposti ora dalla “cronaca” quotidiana e ora dal giudizio “storico”. Il primo è più emotivo, particolare e settoriale e il secondo più ponderato e riflessivo e inquadrato in un contenuto di più ampie vedute.  Solo in questo modo possiamo sgomberare la mente dai luoghi comuni e dai pregiudizi e affermare, ad esempio, che Gheddafi e la sua rivoluzione, per la mia generazione ed anche per quella che mi segue, sono storia e cronaca nello stesso tempo. Ecco perché è necessario capire sino a che punto la storia ha plasmato Gheddafi e la cronaca, a volte, l’ha gettato nella polvere. La svolta significativa avvenne nella notte tra il 31 agosto ed il primo settembre del 1969. Quella notte era piena di stelle. Gheddafi si ritirò a pregare con il capitano Mustafa Kharrubi e con il tenente Mohamed Mogarief. Alle 2,30 scattò “l’operazione Gerusalemme”. L’ora X, tanto attesa, era giunta. Alle quattro del mattino Gheddafi era già nei locali della stazione radio di Bengasi per attendere le notizie sulla rivoluzione dal resto del Paese. Nel frattempo gli alti ufficiali furono arrestati, le caserme e i punti nevralgici occupati. Questo avvenne in poche ore con uno spiegamento minimo di forze e in pratica senza spargimento di sangue. Ben presto, durante la giornata, Gheddafi potrà lanciare dalla rete radio di Bengasi il proclama alla Nazione esordendo con queste parole: “Popolo di Libia, interpretando la tua libera volontà…”. Solo dopo otto giorni l’Occidente conosce l’artefice della rivolta: è Muammar Gheddafi, promosso sul campo, colonnello. Il Movimento degli ufficiali unionisti liberi diventa il Consiglio del Comando della Rivoluzione (C.C.R.) l’organo supremo del Paese. Esso è definito “puro e duro”. Vi fanno parte i maggiori Abdessalam Giallud e Bascir Hawadi, otto capitani: Abu Bakr Yunes, Awad Hamza, El Kueldi Hamidi, Mustafa Kharrubi, Abdel El Huni, Omar Meishi, Muktar El Qirwi, Mohamed Najm e il tenente Mohamed Mogarief. Tutti sono entrati nel 1963 nell’Accademia Militare di Bengasi. Americani e Inglesi, che hanno sul territorio delle basi militari, non interferiscono. Probabilmente tale presa di posizione si deve ai buoni uffici esercitati da due alti ufficiali libici e i loro referenti: per gli Inglesi il colonnello Adam Hawwaz e per gli americani il suo collega Mussa Ahmed. D’altra parte si sapeva bene che Re Idriss era un “cavallo perdente” e alla fine una rivolta lo avrebbe detronizzato. Le ragioni che hanno portato a questo capovolgimento degli assetti interni libici posso sintetizzarli con le stesse parole di Gheddafi, espresse in un’intervista rilasciata ad una rete televisiva egiziana: “L’imperialismo culturale dell’Occidente soffocava lo spirito e s’infiltrava dappertutto, perfino nella scrittura. La società libica era minata dalla corruzione, sottoposta all’arbitrio che gli stranieri potevano esercitare su ognuno dei suoi cittadini che nella maggioranza non guadagnavano neppure il minimo vitale, nonostante le ricchezze favolose del petrolio”. Tra le prime misure adottate dal consiglio della rivoluzione vi fu il raddoppio dei salari minimi, il dimezzamento degli stipendi dei dignitari. Tutti i redditi furono decurtati del 30%. I trasferimenti all’estero dei fondi dei residenti stranieri furono limitati in ragione del 60% del salario percepito. Tutte le banche furono nazionalizzate. Si dà spazio alle leggi islamiche dal divieto dell’uso degli alcolici. Si ritorna all’uso integrale della lingua araba, dalle insegne al neon, in luogo dei caratteri latini. Si passa, quindi, al monolinguismo in vece del trilinguismo: arabo, italiano, inglese. Fin qui sono evidenti i segni di una svolta e i suoi effetti pratici. Questo evento è Importante non perché fu una rivoluzione. D’altra parte se la definissimo, genericamente, in questo modo, non potremmo considerarla che una delle tante. Fu grande per un altro motivo. Essa maturò su una precisa base ideologica. Non era di sinistra. Non era di destra e nemmeno di centro. Essa usciva dai canoni tradizionali perché era portatrice di un nuovo verbo. Il suo ideatore si allacciava al gran filone dei rivoluzionari “puri”. Platone fu per noi un rivoluzionario. Lo fu Gandhi ma non Napoleone, Robespierre e lo stesso Lenin. Gheddafi fece qualcosa di meno convenzionale, secondo l’ortodossia occidentale e orientale. Trasformò l’utopia in una rivoluzione e la rese permanente.

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La centralità dell’Italia

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

“il Presidente degli Stati Uniti incontra Silvio Berlusconi, il secondo leader europeo dopo il premier inglese Gordon Brown. Mi sembra un fatto di evidente importanza che riconosce la centralità dell’Italia e di Berlusconi a livello internazionale”. Così afferma il Sen. Mario Mantovani, sottosegretario alle Infrastrutture e responsabile nazionale Albo Difensori del voto del PdL.  “Il ben noto pragmatismo americano ovviamente supera ed ignora le solite e stantie polemiche che la sinistra mette in campo in queste settimane nei confronti del Presidente Berlusconi. L’incontro tra Obama e il nostro Premier –continua Mantovani- è piuttosto il segnale di una forte alleanza che troverà nell’entusiasmo e nella concretezza dei due leader un nuovo punto d’incontro, per affrontare insieme alcuni dei temi più scottanti dell’agenda internazionale”.

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

European Credit Transfer System

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Parma 15 giugno, alle 11, presso la Sala del Consiglio del Palazzo Centrale dell’Università (via Università 12), conferenza stampa che si terrà in occasione della consegna del Marchio ECTS (European Credit Transfer System) 2009-2013 all’Università degli Studi di Parma, avvenuta a Bruxelles giovedì 11 giugno da parte dell’Education, Audiovisual and Culture Executive Agency dell’Unione Europea.Alla conferenza stampa interverranno il Rettore Gino Ferretti e il Prof. Sandro Cavirani, Pro Rettore con Delega per i rapporti internazionali.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Il capitale umano

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Milano 23 giugno 2009 alle ore 15.00 presso l’Auditorium di Federchimica in via Giovanni da Procida 11, assemblea su “Il capitale umano: la risorsa indispensabile per vincere”. Durante i lavori saranno proettate  Video interviste con i “top students” delle Università di Milano. Ne parlano: Mauro Vassena, fondatore e CEO di Brainware SpA; Sergio Borra, AD di Dale Carnegie Training It.; Patrizia Bonometti di Tenaris Dalmine; l’approfondimento è guidato da Stefano Blanco, DG del Collegio di Milano. Nel corso dell’incontro sarà distribuito il tradizionale Rapporto Annuale elaborato dal Centro Studi e Cultura d’Impresa con gli approfondimenti su mercato, industria, investimenti e commercio estero.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le guardie dell’urbe in sciopero

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Roma 16 giugno ore 15.00 manifestazione in piazza di Monte Citorio  Le guardie giurate dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci – Istituto Vigilanza dell’Urbe sciopereranno per l’intera giornata in difesa del posto di lavoro e dei diritti acquisiti e contro la cessione della Federazione Provinciale di Roma. La vendita della sola Federazione Romana, già posta in amministrazione straordinaria, anziché dell’Associazione Nazionale tutta, di cui i lavoratori sono diretti dipendenti e per i quali è riconosciuta la stabilità d’impiego, porterebbe infatti alla precarizzazione di ben 800 guardie giurate che, dopo una vita di rischi, si ritroverebbero a perdere diritti acquisiti. Dichiara Massimo Fofi, della Federazione Nazionale RdB-CUB: “I lavoratori continuano a difendere il loro diritto nelle piazze, presso le istituzioni alle quali si sono rivolti e nelle aule di giustizia a cui hanno presentato esposti, denunce e querele. Se questa vendita andrà in porto saranno ancora una volta pronti a mobilitarsi e ad impugnarne l’atto. Contro questa cessione – conclude Fofi – sono infatti già in fase di preparazione i ricorsi alle sedi competenti”. I lavoratori con la RdB-CUB chiedono alla Presidenza del Consiglio un intervento definitivo, che garantisca il diritto al lavoro ed impedisca una conclusione di fatto avallata dalle istituzioni responsabili dell’omesso controllo dell’Ente, controllo che, seppur stabilito per legge, non è stato esercitato nell’ultimo decennio; chiedono inoltre decisioni coerenti e condivise al fine di scongiurare la perdita dei diritti acquisiti determinata dalla vendita.

Posted in Roma/about Rome, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La “carica degli atomi”

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Gli scienziati IBM in collaborazione con l’Università di Ratisbona, Germania, e con l’Università di Utretcht, Paesi Bassi, hanno dimostrato per la prima volta la possibilità di misurare lo stato di carica di singoli atomi, utilizzando un microscopio a forza atomica senza contatto.  Misurando con la precisione di carica di un singolo elettrone e una risoluzione laterale nanometrica, i ricercatori sono riusciti a distinguere gli atomi neutri da quelli a carica positiva o negativa. Ciò rappresenta una tappa fondamentale nelle nanoscienze ed apre nuove possibilità nell’esplorazione delle strutture a nanoscala e dei dispositivi agli estremi limiti atomici e molecolari. Questi risultati potranno avere un impatto in svariati campi, quali l’elettronica molecolare, la catalisi od il fotovoltaico.  Come riportato nel numero del 12 giugno della rivista Science, Leo Gross, Fabian Mohn e Gerhard Meyer dello Zurich Research Laboratory IBM, in collaborazione con i colleghi dell’Università di Ratisbona e dell’Università di Utrecht, hanno fotografato ed identificato le differenti cariche in singoli atomi di oro e di argento misurando le minuscole differenze nelle forze tra la punta di un microscopio a forza atomica ed un atomo, caricato o non caricato, situato in stretta prossimità al di sotto di esso.  In linea di principio, il microscopio AFM utilizza una punta sottile per misurare le forze di attrazione tra la punta e gli atomi su un substrato. Nell’impostazione di questo lavoro, l’AFM utilizza un sensore di forza qPlus, composto da una punta montata su un terminale di un diapason, mentre l’altro terminale del diapason è fisso. Il diapason, simile a quello che si trova nei comuni orologi da polso, è azionato meccanicamente ed oscilla con un’ampiezza di appena 0,02 nanometri, equivalenti a circa un decimo del diametro di un atomo. Man mano che la punta dell’AFM si avvicina al campione, la frequenza di risonanza del diapason varia, a causa delle forze che agiscono tra il campione e la punta. Facendo passare la punta al di sopra di una superficie, e misurando le differenze nella variazione di frequenza, è possibile derivare una mappa precisa delle forze di superficie.  Questa scoperta rivoluzionaria è un ulteriore progresso cruciale nel campo della scienza su scala atomica. Al contrario dell’STM, che può essere utilizzato solo su materiali conduttivi, l’AFM è indipendente dalla conduttività e può essere impiegato per studiare materiali di tutti i tipi, soprattutto gli isolanti. Nel campo dell’elettronica molecolare, che punta a utilizzare le molecole come elementi funzionali per i futuri dispositivi  di calcolo, nonché per dispositivi  a singolo elettrone, è necessario un substrato isolante che eviti la dispersione degli elettroni. Ciò rende il microscopio a forza atomica senza contatto il metodo di elezione per le sperimentazioni. Lo studio scientifico intitolato “Measuring the Charge State of an Adatom with Noncontact Atomic Force Microscopy” a cura di L. Gross, F. Mohn, P. Liljeroth, J. Repp, F. J. Giessibl e G. Meyer, è stato pubblicato su Science, Volume 824, Numero 5933. http://www.zurich.ibm.com/news/09/afm.html
IBM è stata pioniera nelle nanoscienze e nella nanotecnologia sin dallo sviluppo dell’STM nel 1981 da parte di Gerd Binnig e Heinrich Rohrer, IBM Fellows, presso lo Zurich Research Laboratory IBM. Per questa invenzione, che ha reso possibile acquisire l’immagine di singoli atomi e in seguito manipolarli, Binnig e Rohrer sono stati insigniti del premio Nobel per la Fisica nel 1986. L’AFM, che deriva dall’STM, è stato sviluppato da Binnig nel 1986. L’STM è diffusamente considerato lo strumento che aperto le porte al mondo delle nanoscienze.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bambini e giovani colpiti dai conflitti armati

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Roma, 23 giugno 2009 Campidoglio (Sala Protomoteca e Sala Gonzaga) Incontro internazionale “Bambini e giovani colpiti dai conflitti armati: ascoltare, capire, agire” promosso da Ministero degli Affari Esteri e Comune di Roma,  in collaborazione con: Ufficio del Rappresentante Speciale del Segretario Generale ONU per i Bambini nei Conflitti Armati, UNICEF, Save the Children, UN Department for Peacekeeping Operations, Network dei bambini e giovan  colpiti da conflitti armati (NYPAW) Negli  ultimi  decenni  i  bambini  sono  stati  sempre  più  coinvolti nei conflitti  in corso in tutto il mondo, sfruttati nelle guerre degli adulti come facchini, servitori, schiavi sessuali e anche come soldati. L’incontro internazionale  di  Roma  affronterà in particolare il problema dei bambini soldato  e  la  necessità di costruire un ambiente protettivo per i bambini durante  i  conflitti.  Verranno  esaminate  le  “buone  pratiche”  per  il reinserimento  sociale,  con  testimonianze  di ragazzi e ragazze che hanno subito  le  conseguenze  delle  guerre,  di  esperti di agenzie ONU, ONG, e autorità italiane. Alle  ore  10  verrà  inaugurata,  in  Piazza  del Campidoglio,  la mostra fotografica “Bambini di guerra: l’infanzia spezzata”. Dalle ore 10,15 alle 12, in Sala della Protomoteca (piazza del Campidoglio) si  terrà  la  prima  sessione dell’incontro “Bambini e giovani colpiti dai conflitti  armati:  ascoltare, capire, agire”. Interverranno fra gli altri, dopo  il  saluto  del Sindaco di Roma Giovanni Alemanno, Grace Akallo e Kon Kelei  del  Network  dei bambini e giovani colpiti dai conflitti armati, il Ministro  degli  Affari  Esteri Franco Frattini, il Rappresentante Speciale del  Segretario  Generale  ONU  per  i bambini nei conflitti armati Radhika Coomaraswami,   il   vice  Direttore  UNICEF  Hilde  Frafjord  Johnson,  il Segretario Generale dell’International Save the Children Alliance Charlotte Petri   Gornitzka,   l’Ambasciatore   d’Italia   presso  le  Nazioni  Unite Giuliomaria  Terzi  di  Sant’Agata,  l’Ambasciatore  di  Francia  in Italia Jean-Marc de la Sablière. Alle  12,  in Sala della Protomoteca, i relatori risponderanno alle domande della stampa. Nel  pomeriggio i lavori proseguiranno dalle ore 14 nella Sala Gonzaga (via della  Consolazione,  4)  con  sessioni sulla partecipazione dei ragazzi ai processi  di  pace e alle iniziative di giustizia e riconciliazione e sugli impegni  delle  istituzioni  e  della società civile italiana per i bambini colpiti  da  conflitti  armati.  Interverranno,  tra  gli altri: Elisabetta Belloni,   Direttore   Generale,   Direzione  Cooperazione  allo  Sviluppo, Ministero degli Affari Esteri, Valerio Neri, Direttore Generale di Save the Children Italia e Vincenzo Spadafora, Presidente dell’UNICEF Italia.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Come da una piccola realtà possono nascere grandi cose

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

pagliapinottipaladini(di Marco Federici) La televisione che parla alla gente ed è per la gente. Il mondo dell’informazione si è da poco arricchito di un’emittente televisiva che desta sicuramente interesse, Teleregina, costituita grazie alla spinta propulsiva di un’associazione no profit, e con le idee e l’impegno di un sacerdote, don Giacomo Ribaudo che dalla sua Palermo ha costruito un palinsesto ricco di novità e di rubriche che vanno in onda su Sky canale 840. Una di queste, “Rotocalco Militare”, riguarda il comparto militare e le forze di polizia, e garantisce una discreta audience, con un fedele pubblico di almeno 20000 telespettatori che lo seguono abitualmente . La conduzione, è stata affidata ad un giovane e dinamico presentatore, Girolamo Foti, esperto nella materia per l’acquisizione sul campo delle conoscenze sulle rispettive problematiche e dinamiche, che nei ritagli del suo tempo libero, e in forma del tutto gratuita, vi riversa la passione per la vita militare.  Il programma si articola principalmente in un notiziario, che va in onda ogni Martedì alle 21,00 ed già alla sua diciottesima puntata. Un progetto che quindi mostra un successo enorme, per gli standard delle reti locali, dovuto in gran parte proprio alla grinta e alla capacità comunicativa del suo presentatore. In esso sono stati affrontati temi d’attualità nazionale e internazionale, con ospiti di riguardo ed estremamente trasversali per garantire l’approccio imparziale e bipartisan che un approfondimento giornalistico dovrebbe sempre avere. Nell’ordine, possiamo ricordare: l’approfondimento sulla lunga attesa del riordino delle carriere, con l’intervento dell’ On. Palladini, membro della commissione lavoro alla Camera per il gruppo parlamentare “L’Italia dei Valori”; l’impiego dei militari nell’operazione “Città Sicure” e la richiesta da parte degli imprenditori siciliani dell’utilizzo dei militari contro il racket (in quell’occasione è stato intervistato l’On. Giampiero Cannella Assessore alla Cultura del comune di Palermo); il problema dei precari delle forze armate, discutendone con il direttore dell’agenzia giornalistica Fidest; l’operazione “Vespri Siciliani”; il contratto delle forze armate e il suo rinnovo; i tagli al comparto difesa; l’intervenuto il dr. Miceli esperto di materia militare e collaboratore di Sideweb, un sito con oltre 70 mila utenti che fornisce informazioni e consulenze a membri delle forze armate o comuni cittadini che lo richiedono. Sono stati poi affrontati temi più trasversali come quello trattato dall’inchiesta sulla “casta” dei politici con la partecipazione di Fabio Sortino,  la testimonianza del giornalista Pino Maniaci sulla vicenda della vile aggressione da parte del figlio di un boss della mafia, il ricordo e la storia delle vittime delle foibe con uno speciale sulla manifestazione del comitato 10 febbraio, il problema delle case demaniali con la partecipazione del dr. Sergio Boncioli presidente dell’associazione “Casa diritto”. La fortunata serie si è infine conclusa con l’intervento dell’On. Gianfranco Paglia (membro della commissione difesa per il  PDL), medaglia al valor militare dalla cui vicenda personale è stata tratta ispirazione per una recente pellicola in onda qualche mese addietro su canale 5 .Non sono mancati gli articoli apparsi in rete o sulla carta stampata su “La Repubblica” di Palermo, “il Pavese” , Messinaonline, http://www.dirittierovesci.it ; la Fidest agenzia giornalistica in un editoriale del suo direttore Dott. Riccardo  ha pubblicato quanto segue : “Rotocalco militare” proprio per merito del suo animatore Girolamo Foti, per il suo entusiasmo, rimane non solo la grossa novità del palinsesto televisivo di Teleregina ma acquista un valore aggiunto per le Forze armate e per i corpi di polizia per la carica di umanità, la professionalità espressa nei vari e non sempre facili dibattiti televisivi e per la vasta eco che è riuscita a conquistarsi”. Non pochi quotidiani tra quelli a diffusione nazionale e regionale, agenzie stampa e altre reti televisive hanno espresso giudizi favorevoli all’iniziativa e si sono congratulati con Girolamo Foti, il suo capo redattore Fabio Sortino e l’impareggiabile ideatore Don Giacomo Ribaudo. Dovremmo dire, a questo punto, che se non vi fosse Rotocalco Militare bisognerebbe inventarlo. Ma è sicuramente doveroso menzionare un’altra produzione di Teleregina “Rivelazioni”, approfondimento e inchiesta sui rapporti tra mafia, chiesa e politica, (e a quanto sembra molto gradito dal micelipubblico per la serietà e l’ottima costruzione del programma) in cui Girolamo Foti intervista Padre Giacomo Ribaudo su temi scottanti e vicende ricche di zone d’ombra inesplorate. È per questo successo che sia “Rivelazioni” che “Rotocalco Militare” riprenderanno le proprie trasmissioni in autunno, sempre presentate da Girolamo Foti che, (seppur impegnassimo a livello istituzionale, quale delegato Cocer esercito) riesce non solo a trovare il tempo per le battaglie sociali in cui è coinvolto ma diventa anche un esempio di come qualsiasi persona volenterosa possa raggiungere consistenti risultati se impara ad ascoltare i suggerimenti delle persone più mature ed esperte e soprattutto mette buona volontà nell’apprendere, tantissima creatività e soprattutto sacrificio nel lavoro a cui si dedica. Nell’estrema fallacia e difettosità che ciascun essere umano, Foti non escluso, ha nella vita. Collaborano con Girolamo Foti , Rosi Gambino ; il regista Giorgio da Genzano ; il tecnico Pasqaule Migliore (Marco Federici)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La situazione politica in Perù

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Sembra incrinarsi dopo le dimissioni del ministro Carmen Vildoso in seguito alla crisi provocata dalla morte di decine di Indios che continuano a protestare per l’eccessivo sfruttamento della foresta, loro unica base vitale. La crisi ha ormai raggiunto una dimensione internazionale dopo le accuse ufficiali mosse da Lima alla Bolivia di Evo Morales di aver sostenuto e garantito protezione ai rivoltosi. Inoltre Alberto Pizango, uno dei leader della rivolta e dirigente dell’AIDESEP, l’organizzazione che riunisce le diverse associazioni indigene dell’Amazzonia peruviana, dopo essersi rifugiato presso l’ambasciata del Nicaragua a Lima, ha ottenuto asilo politico da Managua. L’altra spina nel fianco della folle politica di sfruttamento dei territori indigeni è padre Mario Bartolini che da oltre trenta anni vive in Amazzonia al fianco degli Indios. Accusato dal governo peruviano di “istigazione alla rivolta” tramite la piccola emittente radiofonica che dirige – La voz de Caynarachi – Mario Bartolini in settimana dovrà presentarsi in tribunale. Non è la prima volta che padre Bartolini viene accusato di essere un agitatore. Più volte minacciato di morte, è stato denunciato dal Grupo Romero, l’azienda che sta procedendo al disboscamento di intere aree dell’Amazzonia peruviana per la produzione di biocarburante. Dal primo processo a suo carico padre Bartolini è uscito con l’assoluzione piena. Ora rischia l’espulsione dal paese. Il governo peruviano ha emesso nel frattempo una moratoria di 90 giorni per il decreto legge che avrebbe ulteriormente facilitato lo sfruttamento delle risorse nella selva amazzonica. L’Associazione per i popoli minacciati (APM) chiede al governo di Alan García di ritirare definitivamente questa legge come tutte le altri leggi che violano la Dichiarazione Generale delle Nazioni Unite per i Diritti dei Popoli Indigeni nonché la Convenzione ILO 169 che fissa in modo vincolante i diritti delle popolazioni indigene, firmata e ratificata dal governo peruviano nel 1994.L’APM inoltre sostiene l’operato di Padre Bartolini e di tutti coloro che vedono nello sviluppo come quello imposto dal governo peruviano l’ultima minaccia che potrebbe portare alla scomparsa definitiva di intere popolazioni indigene dell’Amazzonia peruviana.

Posted in Estero/world news, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Maturità: scoppia la “febbre da esami”

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

E’ partito il conto alla rovescia per i 500 mila studenti che fra dieci giorni saranno impegnati con la prima prova dell’esame di maturità e vivono in questo periodo giorni convulsi e densi di stress. Resta poco piu’ di una settimana per prepararsi al meglio, e se qualcuno si concentra sulle tecniche per copiare (dal gadget hi tech alla tradizionale “cartucciera”), tantissimi si preparano a vere e proprie “maratone” di studio. Non si contano quelli che trascorrono ore e ore a studiare in modo ossessivo e senza pause, mangiano in modo scorretto (61%), passano troppo tempo davanti a libri e Pc (74%) e si “dimenticano” di andare a dormire (52%), solo per citare alcuni dei comportamenti da evitare individuati dagli esperti. I risultati? I danni di questo rush finale sono numerosi: dalle brusche variazioni del peso corporeo (36%), all’insonnia (77%), passando attraverso mal di schiena e cervicali (72%), ma anche sbalzi d’umore e irritabilita’ (61%). E, cosa piu’ grave, secondo gli esperti interpellati dall’Osservatorio Federsalus in molti casi non si tratta di “piccole noie” che scompaiono dopo la maturita’ ma di fastidi che potrebbero far sentire i loro effetti nel tempo.Quali sono, in concreto, i rischi derivanti dall’insieme di comportamenti scorretti che si assumono in periodi come quello della maturita’? Secondo il 32% sono soprattutto di natura fisica, ma il 56% e’ convinto che coinvolgano sia la sfera fisica che quella psicologica. Ben il 61% teme i danni provocati da comportamenti alimentari scorretti: dal saltare uno o piu’ pasti (62%), all’aumento di caffeina per stare svegli (54%), passando per chi, nelle lunghe ore di studio, mangia continuamente “schifezze” (59%) o per chi sceglie proprio questo periodo per prepararsi al costume da bagno, minando il proprio fisico con diete ipocaloriche (42%). Le conseguenze di questo regime alimentare sballato possono avere ripercussioni sul fegato (43%) e gli effetti vanno dalle repentine variazioni di peso (36%), al venir meno nell’organismo di sostanze importanti per la salute e il benessere psicofisico (28%), passando per il gonfiore e il continuo senso di spossatezza (19%) e l’abbassamento delle difese immunitarie (13%). A tutto questo si aggiunge la drastica riduzione di ogni attivita’ fisica e la postura scorretta, con mal di schiena e attacchi di cervicale (72%).Dall’Osservatorio FederSalus il decalogo per superare indenni la febbre da maturita’ Fare almeno 30 minuti di leggera attivita’ fisica al giorno. Scegliere con cura la zona della casa riservata allo studio. Studiare in compagnia di amici aumenta il senso di sicurezza sulle nozioni acquisite e anche ad allentare la tensione.Assicurarsi un ambiente circostante sereno e incoraggiante. Non eccedere nel consumo di caffe’. Utili gli integratori alimentari per integrare eventuali carenze dovute ad un’alimentazione poco ricca o squilibrata. Abolire gli alcolici e il fumo. I primi hanno effetti negativi sul sistema nervoso centrale, impedendo di restare svegli e lucidi durante il giorno; il secondo provoca tachicardia.Banditi i sedativi per facilitare il sonno. In assenza di reale necessita’ e controllo medico, possono essere dannosi. In questi casi possono bastare valeriana, passiflora e biancospino.

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nasce “Pullicinella Sapurito”

Posted by fidest press agency su lunedì, 15 giugno 2009

Al  Puerto Svago di Pozzuoli con l’attenta regia del direttore Renato Formisano, l’Associazione socio culturale Giovani del sud presieduta dal giornalista Lello La Pietra ha promosso una serata di gastronomia, spettacolo, cultura e tradizione con il varo del piatto  Pullicinella Sapurito. Il piatto  Pullicinella Sapurito, ideato dal docente dell’IPSSAR “G. Rossini” Antonio Faracca e dall’allievo Antonio Carillo, vuole promuovere il sapore della napoletanità a tutela dei prodotti della Campania Felix.  La leccornia gustosa e semplice si richiama al folclore e all’orgoglio di essere partenopei. Gli ingredienti sono di facile reperibilità a un costo accessibile e sono spaghetti, peperoni rossi, melenzane, alice deliscate, mitili di Baia, vongole comuni, pomodori vesuviani, zafferano, brandy, sale q.b. tra gli elementi come si può notore c’è un componente non napoletano lo zafferano, con cui Pulcinella ha voluto contribuire ad unire il nord e il sud.  Il  sindaco di Roma Gianni Alemanno e il sindaco di Milano Letizia Moratti hanno già manifestato l’intenzione di voler tutelare due piatti tipici delle rispettive città e noi potremmo pensare di fare la stessa cosa a Napoli con il piatto Pullicinella sapurito come ha  dichiarato il funzionario del Ministero Politiche Agricole e Forestali Rosario Lopa nel corso del suo intervento.
L’origine del nome Pulcinella, è da attribuire  ad un contadino di Acerra Puccio d’Aniello famoso da un ritratto di Annibale Carracci dalla faccia scura e il naso lungo.  Pulcinella è una maschera nata a Napoli, durante la seconda metà del Cinquecento, quando ci fu l’avvento della Commedia dell’Arte, e fu inventata dall’attore Silvio Fiorillo. I napoletani amano denominare affettuosamente la loro maschera “Pullicinella”.  La maschera di Pulcinella ha un significato non solo storico, artistico e culturale, ma soprattutto sociale, o meglio di denuncia sociale. Metaforicamente quindi la maschera simboleggia la plebe napoletana che stanca degli abusi e delle umiliazioni ricevute dalla cinica classe alto media borghese, si ribella a questi disumani potenti, che hanno fatto di tutto per rendere nel corso dei secoli una vita dura e avversa al popolo partenopeo. Secondo alcuni studiosi di linguistica il nome Pulcinella si deve associare a ‘pulicinello’ cioè piccolo pulcino con naso adunco.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »