Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Grande giornata per lo sport romano

Posted by fidest press agency su martedì, 16 giugno 2009

«Sono straordinari i risultati conseguiti dallo sport romano nel corso del fine settimana appena passato e nella stagione sportiva che sta volgendo al termine. Voglio congratularmi a nome dell’Amministrazione capitolina con i dirigenti e gli atleti delle tre rappresentative della capitale che hanno fatto brillare nel panorama nazionale lo sport romano in tre diverse discipline, ottenendo successi prestigiosi che ne confermano storia e ambizioni: il Tor di Quinto, che ha vinto per la quarta volta il campionato Juniores di calcio categoria dilettanti, Il CMB Santa Lucia Sport Roma, nuovo campione d’Italia di basket in carrozzina 2008/2009 al suo XVII scudetto, e le giallorosse dell’hockey femminile della Libertas Seneca San Saba che hanno riportato il tricolore nella capitale. Un pensiero speciale anche ai ragazzi della M. Roma Volley, che ieri hanno conquistato il titolo Under 18 contro Treviso e ai giovanissimi under 9, 15 e 19 della Lazio rugby, Roma rugby e Appia rugby che domani mattina, insieme a Riccardo Viola, presidente del Coni Provinciale, premieremo in Campidoglio. Questi risultati sportivi rafforzano ulteriormente la convinzione del Comune di Roma e dell’Amministrazione Alemanno di sostenere con spazi adeguati e maggiori risorse lo sport di base e i vivai dei settori giovanili delle varie discipline, che ci riempiono oggi di grande soddisfazione». E’ quanto dichiara il Delegato allo Sport, Alessandro Cochi. I rischi del pellet radioattivo “Entrare in contatto con il Cesio 137 significa subire gravi danni cellulari che portano gravi conseguenze ed effetti come vomito, emorragie, perdita di conoscenza e perfino la morte”. Così il Deputato dell’IdV Domenico Scilipoti sull’argomento del pellet radioattivo. “Non è la prima volta che si verifica nel nostro Paese una contaminazione del genere: basti pensare – prosegue il Deputato – all’emissione di Cesio 137 verificatasi presso l’azienda Beltrame di Vicenza. Un’emissione notevolmente superiore agli standard dell’azienda medesima, secondo quanto riportato dall’ISA (Istituto Superiore Antincendi). Questo disastro provocò – conclude Scilipoti – una contaminazione da fumi e polveri che infestarono le acque e l’aria circostanti, gravando come sempre sulla salute dei cittadini inermi; dobbiamo ribellarci! Se non lo facciamo immediatamente continueremo a mettere a  repentaglio la nostra salute e quella delle generazioni future”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: