Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 27 giugno 2009

Soirée bossa nova avec Catia Wernec

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

catiaNice 29 juin à 20h30 Galerie Depardieu 64 boulevard Risso  (face au Mamac coté Garibaldi) « Catia WERNECK, vocaliste compositrice, navigue entre bossa nova, samba, et jazz.  Elle prépare son nouvel album PRIMAVERA qui sortira en septembre 2009. Elle compte de nombreuses collaborations avec les grands du monde musical, De Joao Gilberto à Sarah Vaughan, en passant par Touré Kunda et Didier Sustrac ». Catia Werneck : chant  Vincent Vidal : piano, claviers François Arnauld : violon Jean-Marc Jafet : basse Entrée participative 10 € (Dernier concert avant l’été, reprise en septembre…)  http://www.myspace.com/ catiawerneck

Posted in Estero/world news, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra collettiva: Punti di Vista

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

valentinaRoma dal 4 al 20 luglio 2009 Via Ostilia 41, (zona Colosseo)VISTA Arte e Comunicazione. Inaugurazione sabato 4 luglio ore 19.00. Curatrici Linda Filacchione e Marina Zatta. “Vista” è un centro dedicato all’arte ed alla comunicazione che nasce dall’esperienza di alcuni giornalisti da sempre impegnati nell’organizzazione di eventi d’arte e cultura. Uno spazio espositivo che si rivolge ai giovani talenti esordienti ma accoglie anche esperienze confermate all’ombra della splendida cornice del Colosseo.  In questo luogo Soqquadro espone la collettiva, curata da Linda Filacchione e Marina Zatta Punti di Vista. La mostra vuole mettere a confronto due arti diverse entrambe necessarie alla narrazione della realtà: La Fotografia e la Pittura. Nel tempo la fotografia e la pittura hanno sempre più varcato i propri confini invadendo l’una lo spazio dell’altra. Molti pittori oggi utilizzano le tecniche fotografiche, così come spesso i fotografi ritoccano con tecniche pittoriche i loro lavori. La netta separazione tra queste due arti si fa ancora più labile nella scelta dei soggetti e delle inquadrature per la rappresentazione della visione del reale. Ed anche in questa mostra possiamo trovare opere pittoriche che hanno dei tagli fotografici, così come opere fotografiche che sfiorano, nella scelta focale, l’astrazione finanche geometrica propria delle ricerche pittoriche. Questa mostra diviene quindi l’occasione, più che per un confronto competitivo, per una narrazione estetica in cui le due diverse forme d’arte si fanno complementari. Man Ray diceva che dipingeva ciò che non poteva dipingere e dipingeva ciò che non poteva fotografare. Nel tempo, questa concezione di integrazione ed interconnessione tra le due arti si è affermata sempre di più. In questa mostra il confronto tra queste due modalità di espressioni accentua le analogie e le differenze portando lo spettatore a riflettere sulle possibilità comunicative della tecnica artistica.   Tra gli artisti espositori figurano 9 fotografi e 6 pittori. I fotografi presentano un racconto seriale di foto, piccoli reportage, mentre i pittori espongono una tela per ciascuno. http://www.soqquadro.eu  (valentina)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gen Rosso in concerto

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

gen rossoFormello (Roma) 4 luglio 2009 ore 21.00  giardino comunale. 18 persone provenienti da 10 nazioni: Brasile, R.d. Congo, Kenia, Tanzania, Argentina, Spagna, Italia, Svizzera, Filippine, Polonia. L’originale attività del Gen Rosso scaturisce, fin dall’inizio, dal suo bagaglio artistico-culturale, dalla internazionalità dei suoi componenti e dall’impegno personale di ciascuno ad attuare, nel contesto di vita quotidiana, i valori di fratellanza universale e di pace di cui si fa ambasciatore. Musica senza etichette e senza frontiere. Musica che va diritta al cuore. Il  Concerto ZENIT dall’omonimo CD Zenit  nasce per celebrare i 40 anni dalla nascita del  primo nucleo musicale. 11 brani fra cui uno inedito, che hanno visto il coinvolgimento di alcuni cantanti affermati: Antonella Ruggiero, Francesco Guccini, Rosalia Misseri, Cheryl Porter, Paola Stradi, Kate Kelly e Francesco Silvestre. Come arrivare: Formello si trova a circa 25 km dal centro di Roma in direzione nord, tempo percorrenza circa 30 minuti.  Arrivare al G.R.A. e uscire a Cassia Veientana (Cassia bis), percorrerla per circa 10 Km e uscire per Formello, percorrere la strada  provinciale formellese per 4 Km e si è arrivati a destinazione. (gen rosso)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Io Disegno per la Cambogia

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

locandinaMariano Comense 5 luglio ore 14,30 – 19,00 Via S. Ambragio 37. Un ponte ideale tra i bambini italiani e quelli di Neak Long, in Cambogia. Dedicato ai bambini cambogiani, realizzato dai bambini italiani. E’ quanto si propone “Io disegno per la Cambogia”.. Protagonisti della giornata saranno proprio i bambini, che con i loro disegni creeranno piccoli capolavori destinati a essere esposti in una mostra accessibile la settimana dopo l’evento.  Neak Loeung, a una sessantina di chilometri dalla capitale Phom Penh, è il capoluogo della provincia sud-orientale di Prey Veng. Come tante altre città, è meta di una continua e disordinata immigrazione dalle aree rurali confinanti. Tra le molte migliaia di persone che abbandonano la campagna alla ricerca di migliori prospettive di vita in città, ci sono molti bambini: le vittime principali di questo dramma sociale ed economico.In una situazione al limite dell’inaccettabile – e forse anche oltre – questi bambini sono costretti  contribuire alla sussistenza delle loro famiglie: per loro la scuola, l’educazione, i giochi, tutto ciò che noi associamo con l’infanzia, sono poco più di un miraggio. In un contesto urbano come quello di Neak Loeung, l’impossibilità di accedere ad un sistema scolastico rappresenta un ulteriore fattore di disagio sociale e di rischio, per loro e per le generazioni a seguire. Una condizione comune in moltissimi paesi del Terzo Mondo, ma particolarmente acuita in un paese come la Cambogia che ancora fatica ad uscire da decenni di guerra civile e dal periodo degli stermini di massa attuati dai Khmer Rossi. Pensando a loro, ai bambini di Neak Loeung, il Cifa – organizzazione non governativa e senza scopo di lucro – agisce da anni con progetti che si propongono di assicurare l’istruzione primaria a 85 bambini di questa cittadina cambogiana. Una goccia nell’oceano della miseria e del disagio della Cambogia, certo, ma che per questi bambini e per le loro famiglie rappresenta la speranza di una vita migliore. (locandina)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Circuito Off 2009

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

Roma, 2 luglio p.v. alle ore 12, a presso la sede della Regione del Veneto (Via del Tritone, 46, IV piano) presentazione decima edizione di Circuito Off, Venice International Short Film Festival, il festival internazionale dei cortometraggi di Venezia, dedicato al mondo dei film brevi, con particolare attenzione al cinema indipendente e alla creatività emergente, verrà presentata, il  Nell’occasione verrà illustrato anche il programma di Venice Off Trade (quarta edizione del Venice International Short Film Market e terza edizione di Digital Expo), unico mercato internazionale in Italia dedicato esclusivamente a corti, video clip e short format. Mercato e Festival si terranno sull’Isola di San Servolo dal 2 al 5 settembre 2009. Alla conferenza stampa di Roma di giovedì 2 luglio, interverranno, oltre ai direttori del Festival Mara Sartore e Matteo Bartoli: Maria Teresa de Gregorio, dirigente dell’unità di progetto attività culturali e spettacolo della Regione del Veneto; Marino Folin, della Fondazione Venezia; Giuseppe Piccioni, presidente della giuria della decima edizione di Circuito Off; Gianluigi de Stefano, curatore di Romaeuropa Webfactory.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lacune bibliografiche

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

Lettera al direttore Gentile direttore, una lunga trasmissione (Enigma Raitre 26 giugno) dedicata a streghe e mistiche e al loro rapporto non soltanto spirituale con il sacro. Si è parlato dell’ultima grande mistica italiana, Gemma Galgani, e non è stato fatto il minimo cenno ai due libri più importanti dedicati alla santa: La follia della croce di J.F. Villepelé, (Città Nuova), che la esalta, e La Sposa di Gesù Crocifisso  (Kaos Edizioni) del nostro Renato Pierri, che la distrugge. E sarebbe stato interessante, poiché si parlava della sensualità espressa nelle estasi da questa santa, citare quella dell’11 agosto 1902: “O amore, o amore infinito! Vedi: l’amor tuo mi penetra con troppa veemenza fino nel corpo…Fallo fallo!…Ch’io muoia e muoia d’amore…Calma, calma o Gesù; se no l’amor tuo finirà con l’incenerirmi! O amore, amore infinito! Fa che l’amor tuo  tutta mi penetri; altro da te non vo’. Mio Dio, mio Dio, ti amo…”. (Miriam Della Croce)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Novità per gli azionisti di Alitalia

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

Il componente nazionale del  Dipartimento Tematico Nazionale dell’Italia dei Valori “Tutela del Consumatore” Giovanni D’Agata sottolinea che Il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri pomeriggio la manovra d’estate che contiene importanti novità per gli azionisti della vecchia compagnia di bandiera. Gli azionisti potranno cedere i titoli al Tesoro per un controvalore determinato sulla base del valore medio di borsa delle azioni nell’ultimo mese di negoziazione ridotto del 50%, pari a 0,2722 del valore nominale” Proprio nel Tribunale di Lecce è stata avviato il primo giudizio civile per il risarcimento del danno da parte di numerosi azionisti, difesi dal prof. Fernando Greco  e dall’avv. Francesco D’Agata, al fine di individuare la responsabilità del Presidente del Consiglio per aver interferito nella relazione commerciale in fieri tra Alitalia ed Air France.  Ciò ha reso sempre più impervia la prosecuzione delle trattative con Air France fino al punto in cui Air France ha deciso di ritirarsi dalle trattative, in considerazione delle avversioni italiane ed in particolare di colui che si proponeva come possibile futuro capo del Governo. Nello stesso giudizio, gli azionisti intervenuti  hanno formulato  la chiamata in causa del Ministero dell’Economia evidenziando che l’ostinata preservazione, nel tempo, dell’attività di Alitalia, malgrado lo Stato irreversibile e conclamato di crisi, abbia di fatto depauperato il patrimonio della società con evidente pregiudizio delle ragioni dei risparmiatori azionisti. Secondo gli azionisti le costanti rassicurazioni istituzionali in ordine alla continuità aziendale di Alitalia ed al rinvenimento di imprenditori disponibili ad acquistare la partecipazione di controllo detenuta dal Ministero dell’Economia  in Alitalia, avrebbero orientato i comportamenti economici dei piccoli azionisti che confidavano nel dichiarato impegno dello Stato ad attuare ogni misura idonea ad evitare lo stato di insolvenza della società. Il Ministero ha, per gli azionisti, una responsabilità anche nei confronti degli azionisti che hanno investito i propri risparmi acquistando o mantenendo la azioni della Compagnia di bandiera; si tratta di un danno da affidamento incolpevole nelle dichiarazioni del Ministero dell’Economia tese a rassicurare il mercato circa il mantenimento della continuità aziendale di Alitalia. Proprio di recente il Presidente Berlusconi era  intervenuto direttamente e personalmente lanciando un segnale di attenzione improntato alla individuazione di soluzioni miranti alla realizzazione degli interessi generali di migliaia di risparmiatori (azionisti ed obbligazionisti) rimasti imbrigliati nella rete di Alitalia. La scelta del Governo di aprire agli azionisti il risarcimento rappresenta, quindi,  una conseguenza dell’azione intrapresa dai piccoli azionisti e del conseguente impegno assunto dal Presidente del Consiglio e dal Ministero dell’Economia. Come sottolineano l’avv. Fernando Greco e l’avv. Francesco D’Agata “il Governo risponde all’appello che più volte gli azionisti di minoranza hanno lanciato. Abbiamo invitato il Governo a risarcire oltre agli obbligazionisti anche gli azionisti Alitalia. Certo i parametri individuati dal Governo per gli azionisti non sono soddisfacenti tenuto conto che si prende in considerazione il valore delle azioni dell’ultimo mese ed il limite del risarcimento in 50.000 euro. Siamo però fiduciosi che in sede di conversione del decreto ci sarà un ampliamento tenuto conto che la volontà di risarcire gli azionisti rimasti imbrigliati nella rete Alitalia è condivisa da tutte le forze politiche, anche dell’opposizione che spingono per un risarcimento integrale”. Il componente dell’Italia dei valori Giovanni D’Agata ritiene, allo stato, del tutto insufficienti le misure individuate dal Governo per gli azionisti della vecchia compagnia di bandiera, oggi in amministrazione straordinaria, e sottolinea che l’Italia dei valori si batterà, in sede di conversione del decreto, per ottenere il risarcimento integrale.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Commerzbank si rafforza in Europa

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

Francoforte. A seguito della fusione tra Commerzbank e Dresdner Bank con Dresdner Kleinwort, l’Istituto tedesco rafforzerà la propria presenza nel mercato del Fixed Income & Currencies (FIC) e il proprio ruolo di operatore primario e specialista espandendosi dal mercato domestico, la Germania, a quello dei principali Paesi europei con il ruolo di  Bundesanleihen in Austria, Recognised Dealer in Belgio, Primary Dealer in Finlandia, SVT in Francia, Specialista in Italia, Primary Dealer in Olanda, Operadores de Mercado Primário (OMP) in Portogallo, Primary Dealer in Slovenia, Creadores de Mercado in Spagna.  Commerzbank rimarrà Market Maker in Grecia e Irlanda e, attraverso BRE Bank SA (del Gruppo Commerzbank), continuerà a operare in Polonia come Primary Dealer.    Hui-Sun Kim, Head of FIC Trading della Divisone Corporates & Markets di Commerzbank, ha così commentato: “Questa scelta testimonia la direzione intrapresa da Commerzabank e la sua ambizione di rimanere in futuro un operatore chiave in Europa nel mercato dei Bond Governativi”.
Commerzbank Corporates & Markets  (CBCM) è la divisione di Corporate e Investment Banking di Commerzbank AG. CBCM offre un’ampia gamma di prodotti e servizi commerciali e d’investimento per clienti istituzionali e corporate. La divisione integra nell’attività di Capital Markets prodotti e servizi di credito, titoli, tassi e valute, con una forte specializzazione in prodotti derivati e prodotti strutturati.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Congresso PD

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

Dichiarazione dell’on.le Gianluca Susta del Pd:: “L’approvazione da parte della direzione nazionale del regolamento congressuale non è solo un adempimento formale, ma rappresenta l’inevitabile avvio, dopo il risultato elettorale, di un chiarimento di fondo sulla natura e l’identità del Partito Democratico, che non può che avvenire attraverso un congresso che coinvolga sia gli iscritti sia il popolo delle primarie.  La competizione tra Franceschini e Bersani non può essere letta – né può essere nella realtà – quale l’ennesima riproposizione di uno scontro D’Alema-Veltroni, cosa che non solo sarebbe negativa ma che risulterebbe estranea a una gran parte del PD. Semmai è la competizione interna tra la visione di un partito che si concepisce come una forza progressista coerente con la storia del socialismo europeo e la visione di un partito democratico e plurale, che si sente parte di una più ampia alleanza progressista in Europa e nel mondo, capace di raccogliere le sfide del XXI secolo e non solo di rinchiudersi nelle storie del Novecento.  Stando così le cose, è difficile immaginare ‘terze vie’ che potrebbero riguardare semplicemente la scelta di una classe dirigente o raccogliersi intorno a questioni di metodo. Qui in gioco non c’è una questione di metodo, ma di visione politica sulla natura e l’identità del PD. Per questo credo che l’opzione di Franceschini – forse espressa in maniera un po’ cruda, ma comunque capace di rompere gli schemi di liturgie superate – sia un’opzione condivisibile e da rafforzare anche in Piemonte”.

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Adunanza Eucaristica Nazionale

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

Roma Circo Massimo nella notte tra il 27 ed il 28 Giugno terza edizione dell’Adunanza Eucaristica Nazionale  12 ore di preghiera no stop animata dai giovani e 100 stand delle associazioni di volontariato ‘Mani per pregare, mani per operare’. Vedrà la partecipazione di circa 100 associazioni tra parrocchie, gruppi di preghiera, ma anche associazioni di volontariato sia cristiane che ‘laiche’. Al classico appuntamento che prevede la Celebrazione della Santa Messa alle ore 20, presieduta dal Vescovo Ernesto Mandara alla quale seguirà l’inizio della preghiera (che si protrae fino alle 6 della mattina, con le prime luci dell’alba di Roma) in questa edizione è stato aggiunto un ampio e variegato momento di animazione con musica ed apertura di stand di varie associazioni, il giorno di sabato 27 giugno. L’iniziativa dell’incontro delle associazioni di volontariato prende il nome di ‘Mani per pregare, mani per operare’ e sarà un momento di confronto ed incontro tra circa 100 associazioni ed ‘onlus’ che operano nel territorio romano, ma anche nazionale ed internazionale. “Questo scambio di esperienze e meeting – spiega Fabio Anglani, coordinatore nazionale dell’Adunanza Eucaristica – è stato inserito per creare una rete di persone di buona volontà, e le associazioni presenti non saranno solo quelle di ‘ispirazione cristiana’; un momento di grazia particolare poiché tutti gli stand saranno distribuiti intorno alla zona dell’esposizione eucaristica, e quindi sarà possibile per tutti gli operatori di pace, avere di fronte ai propri occhi la presenza del Signore, centro e vertice della nostra Adunanza”. Durante la notte saranno allestite alcune tende dedicate al sacramento della confessione. I giovani dell’Associazione Nazionale Papaboys hanno invece pensato a coordinare un momento di ‘apertura’ di tutta l’iniziativa, dalle ore 18, quando sarà la compagnia teatrale della Band ‘Le Fragole’ a presentare un allestimento musicale dal titolo ‘Il Segreto delle Sette fonti’, per poi lasciare il palco al “Good News Festival in Tour”, iniziativa già promossa dalla Pastorale Giovanile del Vicariato di Roma, alla quale parteciperanno alcuni giovani cantanti di “christian music”, emergenti nel panorama musicale romano. Il concerto sarà condotto dal giovane artista Andrè (un passato sul palco del teatro Ariston per il Festival di Sanremo ed un presente nell’impegno sociale con altri giovani coetanei) con la collaborazione di Patrizia Antonacci e vedrà la partecipazione di Padre Raf ed altri artisti di ispirazione cristiana tra cui gli Ndg. Nella mattina di domenica 28 sarà il turno della festa dei giovanissimi che dalle ore 9 alle ore 12 saranno intrattenuti al Circo Massimo con giochi, clown ed animazione, con gli stand aperti, fino alle ore 12 quando è previsto l’appuntamento con l’Angelus di Papa Benedetto XVI.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , , | Leave a Comment »

African can Lose the African Growth and Opportunity Act

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

Washington, DC- U.S. African Chamber of Commerce Said that African can Lose the African Growth and Opportunity Act (AGOA) if not Better Organized. The staff of the Senate Finance Committee late last week continued its apparent preparation for a bill altering U.S. preference programs by discussing their importance and possible program changes with officials from Colombia, India, Brazil and Kenya, according to informed sources. In the June 19 meeting, officials from these countries provided insights into different aspects of the programs, under which the United States provides duty-free access to developing countries’ exports, sources said. They were asked for their views on the importance of these programs for their respective economies, and for their development, but also about the potential impact of graduating products from the duty free access provided by the Generalized System of Preferences (GSP), these sources said. The official representing Brazil made a PowerPoint presentation which showed that the percentage of exports from Brazil benefitting from GSP have fluctuated over the past 10 years from 16 to 9 percent. He told the staff that the Brazilian private sector believes these fluctuations are being caused by the uncertainty of the reauthorization of GSP. He also emphasized the importance of GSP for the development of two poor regions of Brazil, but conceded there are no hard data to show the exact impact, according to sources. The Brazilian official also made the case that whenever Brazilian products were graduated from the GSP because they met the competitiveness threshold, they lost their footing in the U.S. market and were replaced by products from China or developed countries. He also argued that it would be a mistake to graduate products from GSP because they are not import-sensitive and 50 percent of the GSP imports are the result of intra-company trade between U.S. companies and their foreign subsidiaries. In the meeting, India was also asked to comment on the issue of graduating products from the GSP, sources said. Graduating products from India and Brazil from the GSP has been an important issue for Finance Committee Ranking Member Charles Grassley (R-IA). Last week, Grassley said there should be a “clear policy” for graduating advanced developing countries from the GSP, and said the benefits of the program should be spread more evenly between the more than 130 countries that currently receive GSP trade benefits. In the June 19 meeting, the representative of Colombia focused on the importance of the Andean Trade Promotion and Drug Eradication Act in terms of job creation and exports from that country, but also emphasized that a temporary program is less attractive than the permanent market access that would be provided through the free trade agreement that the U.S. and Colombia have negotiated, according to informed sources. The Colombian official also emphasized that even if that FTA were passed this year, Colombia would still need the APTDEA preferences until the FTA were implemented, according to these sources. The official did not address whether the ATPDEA should continue once the FTA is implemented, which is the case with the Peru FTA. This allows Peru to take advantage of rules of origin for apparel that are more favorable than those under the FTA. The ATPDEA is now scheduled to expire on Dec. 31, 2009, and Congress is expected to debate possible reforms to that program and the GSP this year. But congressional aides and other observers say they do not expect reform legislation to pass this year. Kenya is a beneficiary of the African Growth and Opportunity Act (AGOA), and its representative requested that the AGOA preferences be extended at least 10 years beyond 2015 during the meeting with Finance staff. He also told the Finance briefing that preference programs should not be extended uniformly to all least-developed countries, since it would give them an unfair advantage over AGOA countries, particularly in terms of apparel exports to the U.S., according to a Kenyan official. He cited as such competitors Cambodia, Bangladesh and even some African countries, the official said. African countries often have higher production costs, due to factors such as infrastructure and supply-side capacities, than countries such as Bangladesh, the official said. These demands run counter to a proposal by an informal group of business associations and non-governmental organizations that want to create one preference program in the United States, with a more generous level of benefits for the world’s poorest nations, and GSP like benefits for developing countries. That proposal also foresees special treatment of AGOA countries through rules of origin and targeted capacity building. But in order for it to be considered a viable option by policymakers, it has to have the support of AGOA countries (Inside U.S. Trade, April 10 & April 24). The Finance Committee staff examination of preference programs is taking place at the request of Chairman Max Baucus (D-MT), and has taken place over a number of weeks involving various stakeholders (Inside U.S. Trade, June 19). That process may lead to the introduction of a preference reform bill, if only to stimulate discussion on the issue for next year, sources said. Grassley last week said he would discuss his concrete ideas for preference reform in the summer with Baucus, and that the driver for such a bill should be changes to the GSP. In the House, Rep. Jim McDermott (D-WA) has held off on introducing his version of a preference reform bill because he said he is now focused on the issues of climate change and health care reform. Ways and Means has discussed the possibility of a hearing on preference reform sometime this year.  The USACC is the leading advocacy organization for U.S. African relations and emerging African markets.  The USACC is the umbrella organization for African chambers of commerce and professional trade and business associations throughout the United States and abroad. (from Martin Mohammed http://www.usafricanchamber.com)

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza comune di Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

«Forse Buonasorte non è mai stato a Bogotà, dove la criminalità è controllata dai cartelli della droga. A Roma, fortunatamente, non abbiamo una condizione di carattere così grave. Di concerto con Prefettura e Forze dell’Ordine, l’amministrazione guidata dal sindaco Gianni Alemanno ha intrapreso una politica per l’affermazione di legalità e sicurezza. Tutti gli indicatori ci danno ragione in merito, ovviamente i fenomeni di microcriminalità per loro natura sono estremamente diffusi e articolati, tanto da imporre dei tempi non immediati per la risoluzione degli stessi. Lo sforzo che stiamo compiendo tutti è quello di riportare a una percentuale fisiologica per una metropoli il numero dei reati nella Capitale. Questo non solo con politiche di repressione dei fenomeni, ma anche attivando quegli strumenti di crescita e promozione sociale che possono allontanare alcune fasce della popolazione da fenomeni di devianza. Le risposte che La Destra vorrebbe dare a un fenomeno così complesso risultano del tutto semplicistiche ed inadeguate alla complessità sociale di una grande area metropolitana come Roma». Lo dichiara Giorgio Ciardi, delegato del sindaco alle Politiche della sicurezza

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Centri italiani per immigrati

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

Franco Maccari, Segretario Generale del COISP – Sindacato indipendente di Polizia, tira le somme dopo essere stato, nelle ultime settimane, in diversi Centri di identificazione ed espulsione (CIE) ed in Centri di accoglienza richiedenti asilo (CARA) italiani. Le ultime strutture visitate, sempre assieme a rappresentanti locali del COISP, sono state quelle di Milano, Roma, Foggia, Elmas (Ca). “Ebbene – spiega Maccari – già sapevamo, perché è ovvio che sia così, che ogni regione presenta proprie specificità legate alle diverse caratteristiche del territorio ed alla tipologia dei flussi di clandestini che li interessano. Ma fa veramente effetto toccare con mano quanta diversità possa esserci, tra una realtà e l’altra, in termini di organizzazione e di considerazione delle necessità degli operatori delle Forze dell’ordine. Questo lungo viaggio ha mostrato, via via lungo la strada, come si possa passare da situazioni di ‘normalità’ e di relativa ‘serenità’ di servizio, a situazioni di disagio, fino a situazioni di vero e proprio scempio, di vergognosa inadeguatezza, di clamorosa pericolosità, nella gestione di un pur sempre delicato e difficile compito come quello di garantire la sicurezza in questi centri”. E’ quanto accade soprattutto al sud. Osserva, infatti, Maccari: “ci si trova di fronte ad una vera e propria vergogna senza limiti. Avevamo già potuto constatare, e raccontare ampiamente all’intero Paese, le condizioni assurde del CIE di Lampedusa. E, oggi, ci troviamo a fare i conti con una realtà, quella del CARA di Foggia, che è assolutamente unica in Italia. Dire che gli appartenenti alle Forze dell’ordine siano lasciati a se stessi è veramente troppo poco. Aggirandosi per il CARA quello che si vede è davvero difficile da mandare giù, e l’indignazione serra lo stomaco. Il Centro ospita ben 700 persone e, soprattutto, si estende su ettari ed ettari di terreno. E’ vero che i problemi legati alla sicurezza sono diversi rispetto a quelli che si presentano nei CIE, ma comunque ne sorgono quotidianamente. E si può capire quale rischio ciò rappresenti se si considera che ad occuparsi della vigilanza sono destinati 14 militari, 2 poliziotti o finanzieri. Da una parte 700 clandestini, che nella notte – si racconta qui – diventano almeno 900 visto che dai vari buchi disseminati nella recinzione in tanti entrano per mangiare e dormire. Dall’altra 16 operatori per la sicurezza. Il rapporto non mi pare che necessiti di alcun altro commento!”. “Da ciò si deduce – incalza Maccari – che è tristemente assodato come il diverso grado di attenzione di buona volontà di chi rappresenta la Polizia di Stato nelle diverse realtà del Paese si riverberi sulle condizioni dei colleghi chiamati a prestare il proprio servizio. Non serve certo un indovino per capire dove si ha veramente a cuore la sicurezza e la dignità degli uomini e delle donne in divisa e dove, invece, non ci si pone neppure il problema di come essi ‘sopravvivono’ a servizi massacranti e seriamente pericolosi. Il mio giro per l’Italia, a visitare i vari centri in cui ci si occupa degli immigrati clandestini, mi ha mostrato una volta di più quanto tutto ciò sia vero, e quanto bisogno ci sia di sopperire all’ignavia di alcuni, che relega i colleghi all’inferno

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cartelle pazze a Roma

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

L’assessore al Bilancio del Comune di Roma, Maurizio Leo, ha adottato le prime iniziative per accelerare la realizzazione di un nuovo sistema di gestione delle informazioni relative alle contravvenzioni per infrazioni al codice della strada. Il sistema si fonda sull’aggiornamento e la realizzazione delle banche dati del Comune di Roma, di Equitalia -Gerit (la società a capitale pubblico incaricata della riscossione), della Prefettura e dell’Ufficio del Giudice di Pace, che saranno collegate per lo scambio telematico di informazioni sulle procedure relative alla gestione delle contravvenzioni. Il nuovo sistema consentirà di allineare le diverse banche dati e superare il loro sfasamento temporale, eliminando la necessità per i cittadini di entrare in contatto con gli Uffici comunali o con quelli di Equitalia-Gerit per produrre la documentazione dell’avvenuto pagamento delle contravvenzioni o delle eventuali, favorevoli decisioni amministrative o giurisdizionali sulle relative controversie. Per quanto riguarda le regole delle procedure di riscossione coattiva, che sono fissate dalla legge nazionale (iscrizioni a ruolo delle somme non pagate, misura delle sanzioni e interessi, termini per i versamenti e per i ricorsi, azioni esecutive di fermo amministrativo e di pignoramento), l’assessore Leo avvierà contatti e iniziative a livello nazionale, per sollecitare un riesame delle norme vigenti, alla luce delle esperienze applicative riscontrate, in particolare, nel Comune di Roma.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In Italia due ombrelloni su tre si aprono da soli

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

L’Italia è il Paese europeo con la più alta evasione fiscale, avendo raggiunto ad oggi il 22,7% del PIL. Dall’analisi dei dati indicati negli studi di settore, emerge un nuovo record: “In Italia due ombrelloni su tre si aprono da soli”. E’ questa la nuova stima diffusa stamane a Capri nel corso del convegno “Tax Compliance ed evasione fiscale” da Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani, che con “Lo Sportello del Contribuente” monitora costantemente il fenomeno dell’evasione fiscale, in continua crescita. “Stagione che viene evasori che trovi. Dopo i nullatenenti con lo Yacht, a stupirci con i propri virtuosismi sono i gestori degli stabilimenti balneari” – dichiara Vittorio Carlomagno, presidente di Contribuenti. it Associazione Contribuenti Italiani – “Dall’analisi dei dati fiscali emerge che sulle spiagge italiane i bagnini sono un miraggio ed in due casi su tre i gestori non rilasciano la ricevuta all’atto del pagamento”. Nella top ten degli evasori “marittimi” troviamo località turistiche come Rimini, con il 71%, Ischia con il 70%, Positano con il 68%, Capri con il 68%, Riccione con il 67%, Forte dei Marmi con il 66%, Alassio con il 65%, Gallipoli con il 65%, Milano Marittima con il 64% e Taormina con il 62%. “Di fronte a un fenomeno così pervasivo quale è l’evasione fiscale – conclude Carlomagno – è necessario da un lato riorganizzare l’amministrazione finanziaria rendendola più efficiente e dall’altro migliorare i servizi resi ai contribuenti dalla pubblica amministrazione con la tax compliance”.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quattro riflessioni

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

Lettera al direttore. Credo che i risultati delle elezioni, ancorché condizionati da una modesta affluenza alle urne che altrimenti avrebbero potuto determinare un diverso orientamento, ci consentano quattro riflessioni basilari. Primo: il centro destra tiene bene ed anzi rafforza sensibilmente la propria presenza nei poteri amministrativi locali, segno che la politica del governo, nonostante un anno di obiettive difficoltà,  quali una crisi economica di particolare intensità ed il terremoto d’Abruzzo, risponde in buona sostanza alle attese dei cittadini. Secondo: a dispetto delle previsioni dei sondaggi, il centro sinistra perde qualche punto ma non manifesta certo una “disfatta”. E’ un risultato che incrina l’affidabilità dei sondaggi ed induce inevitabilmente a ridurne l’utilizzo. Terzo: credo sia evidente che il verificarsi di tanti attacchi all’on. Berlusconi, ( l’uso di aerei a titolo personale, la costituzione di uno specifico corpo di guardia, i rapporti con Noemi, le visite delle ragazze di Bari) in prossimità di una tornata elettorale, non sia casuale ma orchestrato e diretto: sensazione che trova indiretta conferma nelle inopportune dichiarazioni dell’on. D’Alema! Questo significa che il centro sinistra non è ancora stato capace di abbandonare la politica dei complotti e di sospetti che ha accompagnato il comunismo fin dalla sua nascita ed a confrontarsi apertamente sui temi politici e programmatici. Quarto: l’on. Berlusconi ha probabilmente ragione a sostenere che i fatti addebitatigli hanno tutti natura personale, ma continua ad agire con una “ingenuità” a dir poco disarmante: sarebbe opportuno che si rendesse finalmente conto che il paese attraversa momenti di particolare difficoltà, la fazione politica opposta usa ogni mezzo per distruggerne la credibilità ed i cittadini cercano inevitabilmente di trovare negli uomini che li rappresentano modelli di comportamento che non corrispondono certo all’immagine che il Presidente lascia di sé. A sua difesa l’on. Berlusconi usa dire che la genuinità delle sue azioni, propria dei giovani, è la sua forza: perdoni la franchezza, Presidente, è vero che la genuinità è propria dei ragazzi, ma prima o poi anche i ragazzi crescono. E sarà d’uopo crescere prima che qualcuno di coloro che hanno libero accesso a Palazzo Grazioli si impossessi di qualche documento segreto: dopo sarebbe ridicolo imputargli scarsa serietà! (Diogene da http://www.giustapensione.org)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Mostra di Pittura Babele

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

d'ortaRoma 2 luglio 2009 ore 18.30 (fino a sabato 11 luglio 2009) Via Lariana 8  (RUFA – Rome University of Fine Arts) mostra collettiva “Babele”. Curata dal Maestro Tullio De Franco, la mostra propone una selezione di circa 45 opere rappresentative di altrettanti allievi del Corso libero di Pittura tenuto dallo stesso De Franco.  Più che un autocelebrativo appuntamento espositivo di fine corso, come ironicamente suggerito dal titolo, la mostra tende a presentarsi come un banco di prova finalizzato a evidenziare la caleidoscopica diversità degli orientamenti espressivi proposti dagli oltre quaranta espositori.  Espongono Abraam Abraamianz, Emanuela Avignone, Simonetta Barbaresi, Elisa Belardinelli, Carla Camagni, Giulietta Cavallotti, Roberta Cervelli, Diana Ciocchi, Mario Corinthios, Chantal Corso, Angelina De Biase, Letizia Di Giulio, Stefania Di Filippo, Alfonsina Di Fusco, Carlo D’Orta, Stefano Ebner, Marina Fabbri, Elena Fabris, Marta Farina, Sabrina Faustina, Sandro Felici, Ludovica Maria Gasparini, Luca Giannini, Giovanna Giacomini, Piera Giorgi, Pietro Guglielmi, Federica Malagesi, Ornella Marinelli, Luca Mongo, Sabrina Navarra, Antonella Paliotti, Lilly Pungitore, Alessandro Rampello, Patricia Paolillo, Anna Pinzari,  Angela Scaramuzzi, Ivan Toller, Emanuele Tortora,  Francesca Trusso, Sabrina Valenza, Higuerey Iomar, Denise Melvine, Aldina Vitaletti  (D’orta)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Concerto di musica popolare

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

musica popolareA Cosenza, nel cinema-teatro Italia, si è tenuto un concerto di musica popolare (Uniti per l’Abruzzo) che ha riscosso notevole successo e che ha avuto la nobile finalità di dare sostegno alla popolazione dell’Abruzzo, colpita da un recente terremoto. L’artista che si è esibita è la nota Brunella Gatto che per l’occasione è stata accompagnata dal Gruppo I ricordi più belli “live”. La poliedrica cantante ha ripercorso i brani più famosi del repertorio classico calabrese. Fra i “pezzi” presentati alla serata cosentina segnaliamo: ‘A tarantula; ‘A palummella russa” e “Calabrisella mia”. L’evento ha dato la possibilità, in un clima di grande solidarietà (l’incasso è stato devoluto alla popolazione abruzzese), di riscoprire il canto, le melodie e i suoni della tradizione musicale calabrese che rappresenta una testimonianza della storia, del costume e delle vicende umane e culturali dell’antica terra di Calabria.  Fra i presenti si menziona Annamaria Lico, responsabile del Settore Etnoantropologico della Soprintendenza BSAE della Calabria, la quale si è pronunciata in queste termini: <<Brunella Gatto con la sua voce e la sua vivace presenza esprime al meglio l’anima e il cuore del popolo calabrese di cui canta vicende e sentimenti antichi. La sua particolare versatilità canora e le sue personalissime e gradevolissime interpretazioni delle canzoni tradizionali ne sottolineano le notevoli capacità drammatiche e sceniche. Parte del merito va condiviso con l’autore della maggior parte dei testi cantati da Brunella Gatto, Pietro Toscano, menestrello calabrese contemporaneo dotato di autentico lirismo poetico>>. (foto musica popolare)

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La guerra della nazione

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

guerraguerra1Roma fino al 20 settembre 2009 Piazza S. Egidio 1b  Museo di Roma in Trastevere Italia 1915-1918.  L’Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione del Comune di Roma, la Sovraintendenza ai Beni Culturali del Comune di Roma e l’Archivio Centrale dello Stato presentano, dal 25 giugno al 20 settembre 2009, presso gli spazi espositivi del Museo di Roma in Trastevere in Piazza S. Egidio 1b, la mostra fotografica “La Guerra della Nazione. Italia 1915-1918”, promossa dal Sovrintendente Prof. Aldo G. Ricci, in collaborazione con la Direzione Generale per gli Archivi ed il Museo Centrale del Risorgimento.  Prima Guerra Mondiale, Grande Guerra, Quarta guerra d’Indipendenza. In questi e altri modi può essere chiamato il conflitto che sconvolse l’Europa, e non solo, tra il 1914 e il 1918. Ma nel caso dell’Italia, il nome più appropriato dovrebbe essere proprio la Guerra della Nazione perché si trattò dell’unico conflitto che trovò l’Italia impegnata nei quattro sanguinosissimi ed estenuanti anni di una guerra nata baldanzosamente e logoratasi poi nella consunzione delle trincee, dove trovarono la morte centinaia di migliaia di giovani, mentre altri milioni di uomini e donne lavoravano nelle retrovie a mantenere in funzione la macchina della produzione bellica.  Perché unica guerra della Nazione? Perché tali non possono essere definite, se non idealmente, le guerre d’Indipendenza: guerre di eserciti semiprofessionali, supportati dall’aiuto di minoranze patriottiche, con una Nazione non ancora riunita in Stato. Né tali possono essere definite la guerra di Libia, o quella di Spagna e d’Etiopia; né la seconda Guerra Mondiale, nata male e peggio conclusa. La Grande Guerra è guerra della Nazione perché l’intera Nazione è riunita dietro lo Stato nato nel 1861, che entra in guerra per una causa ancora fortemente risorgimentale (pur senza nasconderci le implicazioni nazionalistiche presenti) e si trova poi a combattere, dopo la catastrofe di Caporetto, per la sua stessa sopravvivenza, trovando pronti a mobilitarsi per questa causa tutti gli Italiani, compresa la maggior parte di quelli che all’inizio avevano contrastato l’entrata in guerra.  La mostra è una selezione delle migliaia di fotografie, per lo più inedite, conservate dall’Archivio Centrale dello Stato e appartenenti a tre fondi diversi : la mostra della rivoluzione fascista con documenti e immagini, raccolti a fini espositivi e propagandistici, sulla storia d’Italia dal Risorgimento all’avvento del fascismo e oltre; gli album fotografici con la raccolta delle immagini scattate sui teatri di guerra da due addetti dello Stato Maggiore Italiano; e infine le migliaia di foto raccolte dal Ministero delle armi e munizioni a documentazione della mobilitazione industriale e civile che interessò l’intero Paese. Insomma non solo le foto di guerra in senso stretto, ma le foto della Nazione in guerra. (guerra,1)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Global Chemical Industry Announces

Posted by fidest press agency su sabato, 27 giugno 2009

chemicalRome on 7 July 2009Via di Ripetta 231, 10.00 hrs – 14.00 hrs The International Council of Chemical Associations (ICCA) commissioned Öko-Institut to contribute to this project and to support McKinsey & Company. Öko-Institut’s specific role was to conduct a critical review on the Carbon Life Cycle Analyses (cLCA). These cLCA calculations have been used in the project in order to quantify the CO2e emissions of selected chemical industry products over their whole life cycle in comparison to non-chemical industry product emissions and to assess the differences regarding in-use emissions due to performance difference between chemical and non-chemical products. The results of these calculations are presented in this study in two ways, the gross savings ratio and the net emission abatement. The report will be presented in the context of the G8 Summit, which will be debating energy and climate change issues during its meetings. Key speakers of chemical industry from Europe and Japan, international and European institutions and Italian government will have the floor. (chemical)

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »