Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

Gianfranco Bernardi

Posted by fidest press agency su lunedì, 29 giugno 2009

bernardiTrieste fino al  19/7/09 (piazza Unità d’Italia, 4) Sala Comunale d’Arte mostra personale del pittore Gianfranco Bernardi, presentata da Marianna Accerboni. La rassegna propone una ventina di opere realizzate tra il 1997 e oggi mediante tecniche sperimentali su supporti trattati con impregnanti e diverse velature, si’ da far emergere nel tempo, attraverso una sorta di alchimia di riflessi, delle figure-fantasma che caratterizzano quasi tutti i suoi lavori. L’esposizione rimarrà visitabile fino al 19 luglio. Come ogni vero artista – scrive Accerboni – Gianfranco Bernardi e’ capace di maturare efficacemente il proprio linguaggio pittorico, che segue ed estrinseca il pensiero profondo e l’interpretazione dell’equilibrio cosmico. Lo dimostra anche questa rassegna. Dalle architetture pittoriche – che in questa mostra sfiorano il tema del relitto come simbolo, dell’acqua e delle energie della pioggia, senza dimenticare la memoria di ricerche -antiche- di riferimento quali -Le nebbie di Avalon- (1997) e -Varco dimensionale- (2001) – l’artista scende nei reami profondi della conoscenza esoterica e delle realtà extraterrestri e, non a caso, predilige originalmente per le sue esposizioni il ventre del mare e della terra, dove risuonano gli echi della conoscenza, dell’energia (che in tal modo pervade i suoi lavori) e della verità, suscitando lo stupore e l’apprezzamento di personalità di livello elevato come il re dell’apnea profonda Enzo Maiorca.  La maturità di Bernardi nel -narrare- sul piano artistico le proprie intuizioni e nel proseguire una o piu’ ricerche che alzano il velo sul mistero intrinseco all’esistenza e sul suo fascino, e’ dimostrata dalla capacità di dare libero sfogo sotto il profilo tematico alla propria interpretazione degli equilibri che esprimono il visibile e il sensoriale, dipingendo, nell’ambito di una cospicua produzione, immagini fluide e preziosamente seriali e simboliche, in cui -conclude il critico – l’evoluzione del tema diventa Leitmotiv dinamico, coerente e cromaticamente -in linea-, ricco di finezze formali e tecniche spesso inedite. (bernardi)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: