Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

L’utopia

Posted by fidest press agency su martedì, 30 giugno 2009

Simplicio scrive a Rosario: In questi giorni leggo che alcuni esponenti politici laziali si sono attivati per sensibilizzare i loro attivisti e potenziali simpatizzanti in previsione della prossima tornata elettorale per la regione Lazio che si terrà tra circa otto mesi. Mi son fatto premura di scrivere ai leader politici dei partiti del centro-sinistra per invitarli a superare i contrasti per ricercare un progetto comune e a “presa rapida” per gli elettori. Nessuno sino ad ora, dopo due settimane dal mio scritto, ha pensato a rispondermi mentre aleggia, sempre più, tetro il fantasma del “divide et impera”. So bene che, ad esempio, tra l’Udc e Rifondazione comunista vi è “un baratro” che li divide. E’ la loro formazione ideologica, la loro cultura e quanto altro. Ma non ritengo che questo sia un problema se scorporiamo le passioni e guardiamo dritto al bene comune nella logica della trasversalità che fa in tutto l’arco del centro-sinistra tanti bravi e onesti cittadini, tanti sinceri democratici, tante forze sane. Perché ho chiesto ai leader di partito non facciamo una “lista civica” e vi inseriamo le figure più rappresentative sul piano morale e culturale di ciascuna forza e le dotiamo di un programma serio raccolto dagli incontri e dai dibatti attivati per l’occasione  per costruire una identità regionale diversa e, soprattutto, meno compromessa con le logiche del passato. Ora mi rivolgo a te, caro Rosario, per chiederti se la mia “utopia” è in qualche modo praticabile e se si come potremmo realizzarla trasformandola in qualcosa di meno utopico. (Simplicio)

Una Risposta a “L’utopia”

  1. Rosario Amico Roxas said

    Ma non si tratta di utopia, ma di una speranza fondata su elementi razionali e ragionevoli…per cui inattuali in questo periodo di disordine culturale.
    Gli abissi che ci sarebbero tra le parti non inghiottite dalla logica di questo potere, potrebbero essere superati se solo si ricercasse il minimo comune denominatore in grado di promuovere aggregazioni da emergenza. Perché siamo in piena emergenza, dall’economia alla progettazione, dalla programmazione alla realizzazione, per finire all’etica politica che sembra essere diventata un ostacolo alla libertà.
    Dici bene: “… guardiamo dritto al bene comune nella logica della trasversalità che fa in tutto l’arco del centro-sinistra tanti bravi e onesti cittadini, tanti sinceri democratici, tante forze sane.”
    Praticamente indichiamo la medesima strada; cos’altro è la ricerca del bene comune se non la ricerca di quel minimo comun denominatore ?
    Ma chi ci assicura che in una aggregazione trasversale emergerebbero quei “tanti bravi e onesti cittadini…” ? La democrazia del più forte ha ampiamente vaccinato i più furbi, facendoli diventare immuni da ripensamenti; emergeranno sempre e si presenteranno con il vestitino nuovo, rigorosamente di colore diverso dal precedente, come se bastasse cambiar colore all’abito per certificare un adeguamenti a quel bene comune di cui parli.
    Senza una rivoluzione culturale non c’è scampo; e insisto nel dire culturale perché quell’altra non porta bene a nessuno, in quanto, al termine della follia collettiva c’è sempre la restaurazione.
    Piuttosto andrebbe cercato e identificato il movimento in grado di pilotare la rivoluzione culturale, quella della irrevocabile scelta umanistica.
    Ciao, fatti coraggio, l’ipotesi risolutiva non rientra nei nostri programmi cronologici.
    Rosario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: