Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 348

Le età del Jazz

Posted by fidest press agency su domenica, 5 luglio 2009

Campocroce di Mirano 7 luglio Ore 20.30 – Trattoria da Pulliero (Campocroce di Mirano, via Braguolo 40) Presentazione del libro di Claudio Sessa “Le età del Jazz” Scorre via con l’intensità di un brano musicale “Le età del jazz”, il saggio con cui Claudio Sessa disegna il quadro della musica jazz degli ultimi decenni. Straordinariamente aperta a ogni forma di sperimentalismo, l’epoca contemporanea viene spesso ignorata nelle storie del jazz. Da Wynton Marsalis a Brad Mehldau, da Steve Coleman a Dave Douglas, senza dimenticare gli sviluppi dei musicisti più creativi delle precedenti generazioni, Claudio Sessa riempie questo vuoto riportando in un quadro generale le varie sfaccettature di una realtà musicale ricca di tendenze e personalità. Lasciando sempre sullo sfondo il mondo americano, che ha contraddistinto la nascita di questo genere musicale, “Le età del jazz” analizza la scena attuale da molteplici punti di vista. Si aprono così porte nascoste dietro le quali il lettore scorge alcune importanti peculiarità del jazz attuale: con l’attenzione verso la tradizione americana e l’esperienza accademica del Vecchio continente acquistano importanza anche le radici popolari delle molte etnie approdate nel Nuovo mondo. Attraverso l’analisi dell’integrazione tra stili e tradizione questa indagine mette a confronto il manierismo dei giovani leoni degli anni ottanta con l’eclettismo di coordinate stilistiche appartenenti a parametri di epoche storiche diverse, fino ad analizzare il valore delle strumentazioni elettroniche. Acquista un ruolo fondamentale il capitolo dedicato alla musica italiana attuale, considerata un esempio eccellente della complessità riscontrabile in tutto il jazz contemporaneo. Affiancato da richiami dettagliati a più di duecento incisioni, “Le età del Jazz” – prima parte di un lavoro che punta a descrivere in modo innovativo l’intero sviluppo storico di questa musica – è un testo di riferimento sia per il neofita sia per il lettore più esperto, un’essenziale «guida discografica» per orientarsi in un universo musicale unico e misterioso. http://www.ubijazz.it
Claudio Sessa (Milano, 1955) si occupa di cronaca e critica jazzistica dalla metà degli anni Settanta. Scrive per il Corriere della Sera, ha diretto la rivista specializzata Musica Jazz e tiene la cattedra di Storia del jazz al Conservatorio Tartini di Trieste. Da diversi anni collabora con la Rete Due della RSI.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: