Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Arte dall’Oceano

Posted by fidest press agency su sabato, 11 luglio 2009

A Cervia, nella Vecchia  Pescheria  sono esposti per la seconda volta in una mostra, destinata poi a girare in Italia e all’estero, con il titolo “Voci dal profondo” insieme alla documentazione del percorso di ricerca scientifica, portato avanti in questi anni dal Centro di Ricerca bolognese. Diversi altri prestigiosi Istituti, come quello di Scienza e Tecnologia dei Materiali Ceramici ISTEC di Faenza, ASTER- Scienza, Tecnologia e Impresa, o il Museo Nazionale dell’Antartide di Trieste e l’APT  della Regione Emilia- Romagna hanno già espresso l’intenzione di ospitare in futuro la mostra nelle proprie sedi. La ricerca artistica e tecnica di Enzo Babini è nota in Romagna e oltre confine da molti anni.  In occasione del Giubileo 2000 aveva realizzato novanta medaglioni in terracotta policroma utilizzando le terre dell’intera  Romagna, dall’Appennino alle Valli di Comacchio. Nel 2003 utilizzò  le argille dei cinque continenti per il monolite Pangea, usato come testimone e messaggero di Pace dalla Regione Emilia-Romagna che lo rese disponibile per altrettante mostre internazionali. Oggi, a distanza di sei anni da quell’esperienza, Babini si propone al suo pubblico con i risultati della più originale e innovativa ricerca di argille mai affrontata: grazie alla fattiva e pluriennale collaborazione con ISMAR, il Dipartimento di Scienze Marine del CNR di Bologna l’artista infatti ha potuto disporre dei campioni prelevati dai fondali oceanici nel corso delle spedizioni organizzate per lo studio delle variazioni climatiche sul pianeta.  Le caratteristiche di questi campioni, per primi quelli provenienti dall’Antartide, poi dall’Atlantico, dall’Oceano Indiano, dal Pacifico e del Mar Nero sono risultate estremamente interessanti sia per l’amalgama sia per le reazioni al fuoco, conservando caratteristiche diverse in virtù della natura a volta sedimentaria, a volte vulcanica di queste terre. Reso esperto nei processi di lavorazione e cottura, praticate in quest’occasione a temperature che vanno dai 960° ai 1250°, Enzo Babini ne ha tratto in questi anni circa settanta piccoli capolavori di piccola e media dimensione che ha in gran parte donato al CNR  di Bologna ed in parte riservato per i suoi estimatori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: