Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Festa della Cultura Contadina

Posted by fidest press agency su martedì, 14 luglio 2009

festaTrecasali (PR) dal 30 luglio al 4 agosto, 6 giorni di folclore ed enogastronomia in pianura 140° compleanno della Sagra.  Più di una sagra tradizionale. Più di una festa folcloristica che riscopre le origini di un paese a vocazione agricola. Più di una grande fiera dove dal 1869 gli agricoltori della pianura parmense portavano i migliori capi equini e bovini, mentre gli artigiani esponevano e commerciavano aratri, otri, carri.
La storia: un po’ di Amarcord Era il 6 maggio 1869 e il sindaco Giuseppe Corradi istituì con delibera di Consiglio Comunale la prima fiera annuale per merci e bestiame – come riportano le “Cronache di Trecasali e del suo territorio” a firma di Enzo Giuffredi –  con un premio: al primo classificato sul podio un compenso di 50 lire e al secondo 30 lire. All’epoca gli agricoltori portavano in piazza i migliori cavalli, asini, buoi e mucche. I mezzadri e i fittavoli si vestivano a festa per partecipare alla sagra con spose e bambini al seguito. I più anziani radunati negli spiazzi commentavano il ciclo delle stagioni e l’andamento del raccolto. Gli artigiani esponevano attrezzi agricoli, carri, aratri in legno, vasi, ceramiche, otri. I più piccoli giocavano a campana, con i cerchi e le bilie. E una commissione con il cappello calcato sulle tempie e l’abito elegante valutava opere, ingegno e animali, assegnando poi il premio. Da allora 140 sono trascorsi. L’euro ha preso il posto della lira. I macchinari agricoli si sono industrializzati, ma i tempi della campagna sono rimasti simili con le rotazioni dei prati e dei seminati nei campi. E Trecasali – toponimo che rievoca quei tre casali o casati attorno ai quali è nato l’abitato – punta a tenere viva la memoria storica, attualizzandola e facendo rivivere il sapore di due secoli ormai trascorsi. Gli abitanti del parmense ritroveranno sapori e gesti cari anni nonni e bisnonni e trisavoli. I turisti che – da lontano – scelgono la pianura per scoprire il paesaggio parmense e l’enogastronomia saranno presi per la gola ogni sera, con un gusto diverso tutto da scoprire! (festa)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: