Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 17 luglio 2009

Nasce il partito dei “militari”

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

simboloIl Partito per la tutela dei Diritti dei militari (PDM) nasce dall’esigenza di vedere riconosciuti ai cittadini che servono lo Stato indossando una uniforme, i diritti e le prerogative che la legge già gli riconosce ma che, per l’effetto di  una visione verticistica, miope e ancorata a ingiustificati pregiudizi, non trovano quella corretta applicazione che è naturale verso altri settori della società italiana.L’impossibilità per gli appartenenti alle Forze armate e alle Forze di polizia a ordinamento militare di poter esercitare compiutamente i loro diritti costituzionali, come ad esempio quelli di opinione e espressione o quello associativo, ne impedisce l’effettiva partecipazione alla vita sociale e politica del Paese. La mancanza di adeguate disposizioni normative, che sappiano coniugare l’effettività dei diritti con lo sviluppo sociale e politico dell’Italia, ha dato vita a situazioni difficilmente sanabili da parte di coloro che sconoscono le reali problematiche del settore e si arrogano il diritto di rappresentanza. Le attuali disposizioni regolamentari affidano la tutela delle legittime aspettative, di queste donne e uomini, ad un sistema che si è rivelato essere la diretta espressione di una visione miope dei vertici militari e politici, dettata dalla paura del nuovo. Tale sistema non è più idoneo a garantire quella necessaria coesione di forze nell’interesse del Paese, confermando la necessità di questa nostra scelta che, certamente, saprà dare le adeguate risposte alle necessità di questi cittadini e delle loro famiglie. Questo partito è libero e aperto a tutti coloro che credono nell’irrinuciabilità ai diritti e alla pari dignità che la Costituzione riconosce in modo uguale ad ogni cittadino italiano. (simbolo)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

NCR investe in Brasile

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Duluth, Georgia – NCR Corporation (NYSE: NCR) ha annunciato la creazione in Brasile di un nuovo centro di produzione, ricerca e sviluppo destinato alla realizzazione di sportelli bancomat all’avanguardia per i mercati del Brasile, dell’America Latina e dei Caraibi. Il centro di innovazione e produzione sarà ampliato col tempo per lo sviluppo e la produzione di tecnologie self-service destinate anche ad altri settori. La struttura sarà operativa a partire dal dicembre 2009. Inizialmente il nuovo centro creerà circa 250 nuovi posti di lavoro e consentirà a NCR di offrire soluzioni avanzate e rafforzare la propria posizione competitiva in Brasile, un mercato chiave nella strategia di crescita dell’azienda. Il Brasile rappresenta il terzo mercato al mondo nel settore degli sportelli bancomat e, in base alla Retail Banking Research, si prevede che crescerà del 16% entro il 2012. L’investimento iniziale per la realizzazione dell’impianto sarà di oltre 73 milioni di real. La struttura sarà dedicata alla produzione della gamma di bancomat NCR SelfServ, dotati della maggiore efficienza e della più alta disponibilità attualmente sul mercato. Inoltre si progetteranno prodotti specifici che rispondano alle esigenze dei clienti brasiliani. Gli istituti finanziari brasiliani hanno un ampio parco bancomat e necessitano di personalizzare gli sportelli adeguandoli con l’immagine del brand; in altri casi in Brasile c’è la richiesta di specifiche funzionalità come l’identificazione biometrica e la stampa degli assegni, mentre tutti richiedono standard di sicurezza elevati e personalizzati. All’inizio di questo mese NCR ha annunciato l’apertura di una nuova struttura produttiva a Columbus (Georgia), per un totale di 870 nuovi posti di lavoro nell’ambito dell’azienda. La produzione di bancomat nell’America Settentrionale sarà concentrata in questa nuova struttura, che sarà operativa all’inizio del quarto trimestre 2009.
NCR Corporation è un’azienda tecnologica, leader nella produzione di sportelli automatici, di self-checkout e di altre soluzioni assistite e self-service. È presente in più di 100 paesi nel mondo. Le soluzioni hardware, software, oltre ai servizi di consulenza e al supporto al cliente di NCR aiutano le aziende nei settori bancario, della grande distribuzione, turismo, sanità e altri nell’interazione con i consumatori attraverso i diversi canali disponibili. La sede principale di NCR è a Duluth, Georgia.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il modo più facile per combattere la cellulite

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Roma 31 luglio – ore 21.00 lido di Ostia  pontile di Ostia In occasione della manifestazione  approdo alla lettura Jill Cooper presenta il suo libro interviene Paolo Perelli Basta tacere su argomenti prettamente femminili: dopo i tampax, la cera a caldo, le sindromi premestruali e post parto, questo manuale combatte e abbatte l’ultimo tabù: la cellulite. Basta pensare che sia una condanna divina e che abbia preso di mira solo te, 9 donne su 10 ne soffrono è inutile quindi prendersela con il creatore: capire il perchè è già l’inizio di una guarigione. Un libro da leggere assolutamente prima di mettersi in bikini! Perché comprare creme anti-cellulite sotto banco, indossare il burqa durante l’estate ed evitare a tutti i costi di rimanere senza veli con le luci accese? Oggi arriva in tuo soccorso Jill Cooper che, armata di un pizzico di ironia, un sano senso della misura e un’estrema professionalità, ti aiuterà finalmente a combattere il tuo più grande nemico: la cellulite! Smettila di disperare mentre ti guardi allo specchio: non tutto è perduto. La cellulite non è una condanna divina ma la conseguenza diuno stile di vita errato. Apri il magico manuale e comincia a conoscere il tuo avversario. Fidati di Jill: seguendo i suoi semplici consigli ti munirai delle armi adeguate e vincerai finalmente la “grande guerra” contro tutti gli inestetismi. Minerai alla radice le cause dell’odiosa buccia d’arancia e tutto diventerà presto solo un fastidioso, lontanissimo ricordo.
Jill Cooper lavora nel campo del fitness da quasi venti anni. Insegnante, personal trainer, consulente tecnico per la commercializzazione dei prodotti di home fitness, Jill è tra i maggiori esperti del settore del benessere in Italia. Ha partecipato a trasmissioni televisive (Amici di Maria de Filippi, UnoMattina, Grande Fratello e molte altre), ha curato una rubrica su «TV Sorrisi e Canzoni», ha ideato e prodotto collane di DVD con i suoi innovativi programmi di esercizi (tra gli altri: 10 minuti al giorno! In forma in una settimana!, Jill Cooper a casa tua: in forma in 3 settimane e La palestra a casa tua) e ha lanciato una sua linea di prodotti per l’home fitness. Con la Newton Compton ha pubblicato nel 2003 il suo primo libro, Conquista il Tuo Corpo, e nel 2008 il fortunato manuale 101 modi per essere sani, belli e con un corpo mozzafiato senza rinunciare ai piaceri della vita. 280 pagine circa € 12,90 ISBN 978-88-541-1497-5

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fiera Hannover

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

“Dal 19 al 23 aprile 2010 Hannover, ospiterà nuovamente uno degli eventi più rilevanti nel panorama economico e tecnologico internazionale di cui l’Italia sarà partner ufficiale. Plaudo al lavoro portato avanti dal ministro Scajola che ha condotto l’Italia ad avere un ruolo di protagonista in questa vetrina internazionale”. Lo ha dichiarato Aldo Di Biagio, responsabile italiani nel mondo del PdL. “Questa sarà una cornice importante – ha continuato – entro cui  centinaia di aziende italiane operanti in ogni settore produttivo, saranno protagoniste ed avranno l’occasione di presentare innovazioni e progettualità del settore. L’evento avrà anche l’ambizione di essere un’occasione di incontro politico con la partecipazione dei vertici istituzionali italiani e tedeschi” “Il nostro Paese – ha sottolineato – ha investito molto in termini di risorse e di relazioni per ricreare le condizioni di una partnership proficua con la fiera tedesca e ritengo che questo riconoscimento rappresenti un elemento strategico per rinnovare e rafforzare le potenzialità dell’Italia non soltanto in termini economici  ma anche in termini di immagine nello scenario internazionale”. “La partnership dell’Italia si delinea proprio in concomitanza della nomina del nuovo ambasciatore a Berlino,  Michele Valensise – conclude –  al quale formulo il mio più sentito augurio di provvedere a creare le condizioni ottimali per il rafforzamento delle relazioni tra l’Italia e la Germania, ed i tratti della reciproca cooperazione nel quadro europeo, che non siano soltanto relativi al versante economico-strategico ma che si collochino anche su quello politico”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

First guidelines on indoor air quality

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

To day, WHO publishes its first guidelines on indoor air quality, addressing dampness and mould (. They are the result of a rigorous two-year review of the currently available science by 36 leading experts worldwide, coordinated by the WHO Regional Office for Europe. The authors conclude that occupants of damp or mouldy buildings, both private and public, have up to a 75% greater risk of respiratory symptoms and asthma. The guidelines recommend the prevention or remediation of dampness- and mould-related problems to significantly reduce harm to health. The book is the first in a series of WHO guidelines on indoor air quality. They are intended for worldwide use, to protect health under various environmental, social and economic conditions. Future publications addressing selected chemicals and combustion products are being prepared. Together, the guidelines will comprise the first-ever comprehensive evidence-based recommendations to tackle indoor air pollution, one of the major causes of death and disease worldwide. Globally, about 1.5 million deaths each year, mostly among women and children in developing countries, are associated with the indoor combustion of solid fuels. In the European Union (EU) alone, combustion, chemicals from building materials and dampness cause an annual loss of over 2 million years of healthy life due to premature death or to chronic diseases, such as asthma and cardiovascular diseases.  In many EU countries, 20–30% of households have problems with dampness. Strong evidence indicates that this is a risk to health. In damp conditions, hundreds of species of bacteria and fungi grow indoors and emit spores, cell fragments and chemicals into the air. Exposure to these contaminants is associated with the incidence or worsening of respiratory symptoms, allergies, asthma and immunological reactions. Children are particularly susceptible. According to recent evidence, 13% of childhood asthma in developed countries in the WHO European Region could be attributable to damp housing. Knowledge of indoor air pollutants is the key to enabling action to prevent related health effects and maintain clean air. Many of these actions are beyond the power of individual building users and occupants, and must be taken by public authorities. The guidelines recommend measures to ensure that buildings are well designed, constructed and maintained, and to make adequate housing and occupancy policies. Building owners are responsible for providing healthy workplaces or living environments, free of moisture and mould, by ensuring adequate insulation. Occupants are responsible for managing the use of water, heating and ventilation to avoid excess humidity. (http://www.euro.who.int/air).

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Daniele Ninfole: La corte del bagolaro

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Nel cortile di una nobile masseria le aspirazioni dei più giovani s’intrecciano con il declino di un antico paternalismo. Mikaj, Valeria, Arnaldo, sono i misconosciuti eroi di una gioventù controcorrente, continuamente ricacciati indietro nella precoce ricerca di un’identità che li affranchi da un passato scomodo o doloroso. Il dissidio fra ideali e concretezza è la morsa che avvicina più di qualsiasi diversità, la linfa dell’affinità trascendente fra un giovane artista, esule per scelta, e l’obbligata e schiva erede dell’antico latifondo. Una vicenda realistica e imprevedibile, sullo sfondo di stagioni e paesaggi in continua mutazione, un omaggio alla bellezza tradita del meridione. In un Salento passionale e ammaliante, sospeso fra richiami ancestrali e pulsioni moderne, La corte del bagolaro è la storia lirica e disperata della rinuncia e dell’abnegazione, l’ultima risorsa per scacciare i germi di un’incolpevole degenerazione. Besa editrice Pagine: 208 ISBN 978-88-497-0614-7 € 16,00 Daniele Ninfole, architetto, è alla sua prima esperienza narrativa.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Età pensionabile per le donne

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Dichiarazione dell’On. Elisabetta RAMPI (PD) “Nel decreto anti-crisi in discussione alla Camera, come preannunciato, è stata inserita la proposta di innalzamento a 65 dell’età pensionabile per le donne della pubblica amministrazione. Sono fermamente contraria sia per una questione di metodo sia per il merito della questione.  Innanzitutto non si deve pensare di fare cassa sulle donne! Se occorre aprire una discussione lo si deve fare nell’ambito di una complessiva riforma del sistema, non aprioristicamente, nella piena consapevolezza che adeguarci all’Europa significa conseguirne gli obiettivi in materia di occupazione, welfare, parità sostanziale, mentre l’Italia è ancora lontanissima dal raggiungimento degli obiettivi di Lisbona…e il Governo non sembra preoccuparsene un granché…  Ancora una volta si vuole intendere la parità in senso punitivo, così  a pagarne le conseguenze saranno le donne, alle quali oggi si chiede di rinunciare a quel piccolo risarcimento riconosciuto per il lavoro di cura svolto ogni giorno, e che tanto ha fatto e fa risparmiare allo Stato!  Inoltre, occorre rilevare che in tempi di crisi la vita è  più difficile per tutti e arrivare a fine mese è spesso un’impresa. Andarsene in pensione sta diventando un miraggio anche per chi ne ha maturato i requisiti e tutte le condizioni previste dalle norme attualmente in vigore…Allora mi domando se è proprio il caso di avanzare questa proposta nell’ambito del decreto anti-crisi, o se non sarebbe meglio muoversi con la cautela ed il rispetto necessari, soprattutto quando si toccano argomenti così sensibili.  Oggi si comincia con le lavoratrici statali, domani si colpiranno anche le donne degli altri settori.  Penso che a fronte di questa ennesima provocazione occorra innanzitutto coinvolgere tutti gli attori sociali e creare nel Paese, a partire dai posti di lavoro, una serrata discussione che coinvolga tutte le donne per arginare l’ingratitudine di chi non conosce la fatica femminile”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo. Il bluff del ministero

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Per il ministro del Turismo, Michela Vittoria Brambilla, e non solo, la crisi del turismo e’ un vecchio ricordo perche’ sarebbe l’11% in piu’ il numero di italiani che quest’anno andra’ in vacanza. Federalberghi pero’, raddrizza il tiro e fa sapere che le percentuali governative sono solo stime, mentre l’aumento sarebbe dell’1,5% ma a fronte di un giro d’affari in calo del 15% (17,2 miliardi rispetto ai 20,2 del 2008): se nel 2008 la spesa procapite era di 861 euro, quest’anno sara’ di 710, con un calo del 18%. Se qualcuno avesse l’ardire di sostenere che si spende meno perche’ i prezzi sono diminuiti o perche’ gli italiani sono piu’ attenti, nel primo caso gli battiamo una pacca sulla spalla, nel secondo gli diciamo “e vorremmo vedere….”. Fatta questa fotografia, ci sarebbe da capire come rimediare e, quantomeno, cercare di farsi meno male anche perche’ se crisi c’e’, non e’ solo italiana ma mondiale. Federalberghi -giustamente- chiede meno fiscalita’ e piu’ investimenti governativi per lo promozione. Nel primo caso, viste le riduzioni fiscali che il Governo fa in vari ambiti, crediamo che sia il caso di non contarci piu’ di tanto, anzi, di prestare molta attenzione perche’ non e’ escluso che dietro apparenti vantaggi si nasconda qualche fregatura. Per gli investimenti, invece, crediamo che il Governo abbia gia’ fatto tanto regalando la inutile poltrona di ministro ad un dicastero che gli italiani avevano abrogato con un referendum e, per cui, ogni Regione si era gia’ attrezzata per conto proprio. Allo stato dei fatti, pero’, non ci sembra che sia altro che possa far modificare la direzione di calo e la beffa di farci credere il contrario.
E che il ministero del Turismo sia un’istituzione inadeguata lo dimostra una delle prime norme approvate, la beffa della finta sistemazione delle stelle degli alberghi: ognuno continua a fare come crede, per cui un quattro stelle di Reggio Calabria e’ peggiore di un due stelle di Bolzano (1). E bene inoltre ricordare il flop dei buoni-vacanza non utilizzabili quando gli italiani medi vanno in vacanza e che, ad oggi, meta luglio 2009, in un ambito in cui quasi tutto viaggi via web, il nostro ministero non ha ancora un proprio sito Internet. E che dire della compagnia aerea di bandiera che in ambito europeo si distingue per ritardi e disservizi (3) dopo che e’ costata un patrimonio ai contribuenti? Non solo, ma i problemi della rinascita del turismo non crediamo siano legati all’esistenza dello specifico ministero, perche’ questo non si occupa di cio’ che principalmente allontana i turisti dallo Stivale: – infrastrutture inesistenti e fatiscenti; – servizi costosi, inefficienti e inadeguati; – e le nuove norme sulla sicurezza e la lotta alla clandestinita’ che, di fatto, fanno si’ che molti turisti che visitano il nostro Paese per piu’ di una settimana senza registrarsi in questura sono passibili di multa ed espulsioni, al pari di un immigrato clandestino.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In calo le operazioni di m&a in g.b.

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Calano in Gran Bretagna le operazioni di M&A, ovvero quelle che riguardano fusioni e acquisizioni tra aziende. Secondo una rilevazione Experian, di riferimento nella business information, nel secondo trimestre 2009 (aprile-giugno) il numero di operazioni M&A è calato del 4% rispetto a quanto fatto registrare nel trimestre gennaio-marzo, passando da 1.019 a 976 operazioni. Cade anche il valore totale delle transazioni (-17% per un totale di 47 miliardi di euro). Tuttavia, lascia ben sperare per il futuro la buona prestazione congiunturale, ovvero riferita al primo trimestre 2009, dell’area londinese (+7,2%), che secondo gli esperti Experian dovrebbe essere in prima linea a guidare la ripresa.
Experian (Experian Plc) è leader mondiale nei servizi informativi per la prevenzione dei rischi di credito e di frode, il marketing  e la protezione dei dati di aziende e consumatori. E’ quotata alla Borsa di Londra (EXPN), ove concorre all’indice FTSE-100, espresso dai 100 titoli azionari più importanti.  Ha sede a Dublino (Irlanda) e le principali direzioni operative sono  a Costa Mesa (California, USA) e Nottingham (GB). Conta circa 15.000 addetti in 40 paesi per una clientela estesa a più di 65 paesi, con un fatturato annuo che supera i 3,9 miliardi di dollari. In Italia, opera dal 1995; ha sede a Roma, e filiali a Milano e Pontedera (PI).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Master di II livello in Diagnostica per Immagini

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Il Master “in Diagnostica per Immagini del Cane e del Gatto (DICG)” nato dalla collaborazione UNICAM e AIVPA (Associazione Italiana Veterinari Piccoli Animali) colma un gap presente nell’offerta formativa italiana, riguardante la preparazione dei veterinari al corretto uso, alla interpretazione e alla refertazione di esami quali la T.A.C., la Risonanza magnetica, la Scintigrafia, l’Ecografia e la Radiologia. Infatti analogamente a quanto si è osservato in Medicina Umana, anche in Medicina Veterinaria la Diagnostica per Immagini ha fatto enormi passi soprattutto per quanto attiene lo sviluppo di nuove tecnologie ed apparecchiature dedicate e grazie a questi progressi oggi è possibile anche per il veterinario la diagnosi precoce di patologie sia dei tessuti molli che osteoarticolari. Il Master organizzato dalla Facoltà di Medicina Veterinaria di Unicam si basa sull’apporto scientifico dei massimi leaders mondiali del settore, tanto che il percorso formativo è stato riconosciuto come attività curriculare per il conseguimento del Diploma Europeo Rilasciato dall’European College Of Veterinary Diagnostic Imaging (Ecvdi). L’importanza di questo master è stata riconosciuta anche dalla WSAVA (World Small Animal Veterinary Association) che ne darà menzione sul suo bollettino ufficiale, stampato in tutte le più importanti lingue del mondo.  Nello specifico, il Master in Diagnostica per Immagini del Cane e del Gatto (DICG) è un corso di formazione avanzato post-laurea per Medici Veterinari (Classe 47/S e ordinamento previgente al DM 509/99) che intendano approfondire le informazioni di tipo specialistico sugli aspetti della diagnostica per immagini vale a dire: radiologia, ecografia, TAC, risonanza magnetica, scintigrafia dei vari organi ed apparati (digerente, respiratorio, cardiocircolatorio, urinario, genitale, muscolo-scheletrico, sistema nervoso centrale e periferico, occhio ed orecchio).

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

UniCredit Group entra in Reti amiche

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Siglato Protocollo d’intesa tra il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta e l’Amministratore delegato del Gruppo bancario Alessandro Profumo. Annunciata la nascita di un gruppo di lavoro congiunto UniCredit-PA sul tema sicurezza e gestione della crisi. Il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta e l’Amministratore delegato di UniCredit Group Alessandro Profumo hanno firmato oggi a Palazzo De Carolis il Protocollo d’intesa per l’attuazione del Piano e-gov  2012. Il protocollo attua e allarga i temi toccati dall’accordo quadro intercorso con ABI. L’accessibilità ai servizi pubblici da parte dei cittadini e la valutazione della qualità dei servizi sono al centro della riforma della pubblica amministrazione e della strategia dell’innovazione del Ministro. La qualità del servizio e l’accesso anche con strumenti innovativi di rete è al centro dell’attenzione di UniCredit. Il protocollo tra Ministero e UniCredit avvia una collaborazione tra Pubblico e Privato che fa sinergia, creando risorse nuove a disposizione dei cittadini e anche dell’azienda, dal punto di vista della comunicazione e della qualità del servizio complessivo offerto agli sportelli bancari.  “Reti Amiche” è un progetto che facilita l’accesso dei cittadini-clienti alla PA, apre nuovi punti di accesso, facilita l’interazione con le amministrazioni. Con la sigla del Protocollo da parte di UniCredit Group, la PA si arricchisce di una struttura distribuita capillarmente sul territorio nazionale. UniCredit Group è presente infatti in Italia con una rete di 7 banche, circa 5000 sportelli, più di 3.000 chioschi,  8000 ATM (Automated Teller Machine) e intrattiene rapporti con oltre 9 milioni di cittadini, 2 milioni e mezzo dei quali utilizzano i canali telematici (Home Banking) per interagire con la banca.  UniCredit lavorerà quindi allo sviluppo dell’erogazione di servizi pubblici verso cittadini e imprese sia attraverso gli sportelli sia attraverso i canali innovativi (internet e atm) delle banche del Gruppo.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Elettricità. Scegliere il produttore ecologico

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

L’incidente avvenuto nella centrale nucleare Kruemmel (Germania), nelle settimane scorse, ha indotto molti utenti a scegliere aziende che forniscono solo elettricita’ proveniente da fonti rinnovabili. Dall’inizio del mese, diverse migliaia di utenti del gestore Vattenfall, distributore d’elettricita’ dell’impianto nucleare Kruemmel, gli hanno voltato le spalle. Parallelamente, nei giorni successivi al guasto, il fornitore ecologico Lichtblick ha registrato  il 70% in piu’ di utenti. Un passaggio fondamentale per i cittadini che possono indurre scelte energetiche orientate alle fonti rinnovabili. Insomma, da soggetto passivo a cittadino consapevole. In Italia questa scelta non e’ possibile, al massimo ognuno puo’ produrre energia da fonti rinnovabili per le proprie esigenze il che, pero’, non cambia le scelte strategiche del governo, recentemente confermate dal Parlamento, per quanto attiene al nucleare. Esiste qualche imprenditore nel nostro Paese che vuole provare a produrre e vendere energia elettrica da fonti rinnovabili? Se c’e’, batta un colpo! (Primo Mastrantoni, segretario Aduc)

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Fastweb e pratiche commerciali scorrette

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Lo scorso fine maggio avevamo denunciato all’Antitrust la condotta commerciale scorretta ed ingannevole del gestore di telefonia Fastweb, che’, tra l’altro, rendeva impossibile il recesso del contratto cosi’ come stabilito dalle leggi vigenti. L’Autorita’, a firma del responsabile del Procedimento Maria Luisa Altavista, ci comunica che gia’ dal 13/02/2009 e’ stato avviato un procedimento istruttorio contro Fastweb per valutare l’eventuale sussistenza di pratiche commerciali scorrette in violazione di vari articoli del Codice del Consumo. “La pratica commerciale contestata al professionista potrebbe considerarsi da un lato ingannevole, in quanto sarebbero state fornite ai consumatori informazioni non rispondenti al vero, promuovendo piani tariffari con condizioni economiche apparentemente vantaggiose rispetto a quelle che in seguito sono state effettivamente applicate e promettendo sconti che, poi, non sono stati effettuati, inducendo i consumatori ad assumere una decisione di natura commerciale che altrimenti non avrebbero preso (retention ingannevole). Dall’altro, la suddetta pratica potrebbe considerarsi aggressiva in quanto consistente in ostacoli non contrattuali frapposti al professionista nei confronti di quei clienti che, avanzando la richiesta di migrazione, avrebbero manifestato a Fastweb la volonta’ di passare ad altro operatore. Tali ostacoli sarebbero stati rappresentati, in particolare, dal non dare ai clienti interessati i relativi codici di migrazione o dal rilasciare codici di migrazione errati, dall’emettere fatture per il pagamento di servizi non usufruiti in quanto relativi a periodi successivi all’avvenuta disattivazione della linea telefonica ed, in generale, dall’ostacolare il passaggio ad altro operatore con l’occupazione indebita della linea”. (fonte aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Calabria sul web

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Da una parte i 2 milioni di calabresi che vivono e risiedono in Calabria, dall’altra i quasi 6 milioni* di calabresi che vivono al di fuori della regione d’origine (in Italia e nel mondo) ma che non vogliono per questo perdere le proprie origini e tradizioni trovando soprattutto sul web e nelle community on-line il punto di incontro privilegiato. Da qui il grande successo del progetto http://www.calabriacaffe.it, la community di chi ama la Calabria, voluto e sponsorizzato dall’azienda Caffè Guglielmo.La Calabria nonostante ospiti sul proprio territorio il centro d’accoglienza di immigrati più grande d’Europa (Sant’Anna di Isola Capo Rizzuto) è stata, ed è tutt’ora, una grande terra di emigrazione. Le partenze, iniziate alla fine dell’Ottocento, non si sono mai fermate e anche se sono state accantonate le valigie di cartone per essere sostituite da eleganti trolley, ancor oggi molti, per lo più persone di cultura medio-alta e altamente qualificate, lasciano la regione alla ricerca della “terra promessa”, di una maggiore realizzazione professionale.La Calabria con 328.912 iscritti nell’elenco dell’Aire (Anagrafe Italiana Residenti Estero) è la terza regione di provenienza (dopo Sicilia e Campania) degli emigrati italiani residenti all’estero. E’ il vecchio continente ad ospitare il maggior numero di Calabresi con il 49,6% (163 mila), segue a ruota l’America con il 42,2% (139 mila) e, distaccata, l’Oceania con il 7% (24 mila). Per quanto riguarda i singoli paesi di destinazione è l’Argentina a fare la parte da leone, dove l’elezione e la celebrazione di Miss Calabria d’Argentina da oltre 50 anni riempie teatri e saloni alla presenza di massime cariche dell’amministrazione calabrese. Al di là dei continenti di riferimento, in una ipotetica classifica dei paesi di residenza si susseguono, nell’ordine, l’Argentina dove vivono 73.408 calabresi pari al 22,35% del totale; la Germania con 62.487 pari al 19,0 %, la Svizzera con 41.836 pari al 12,7%, la Francia con 34.886 pari al 10,6% e il Canada con 25.853 pari al 7,9%. (vedi tabella)Nel 2005 la Regione Calabria ha istituito l’Albo regionale delle associazioni, enti ed istituzioni che operano a favore degli emigrati calabresi nel mondo contemplando allora ben 78 tra associazioni, circoli, enti e istituzioni e 3 federazioni delle associazioni dei calabresi residenti all’estero (una in Canada, una in Australia ed una in Argentina) con l’intento di promuovere i valori della calabresità, all’insegna di cultura, tradizioni, lingua e folklore e unirne le sue espressioni associative. Detto Albo è stato successivamente aggiornato nel 2007, portando a 127 il numero delle associazioni regolarmente registrate, ed ora si stima siano più di 150, a fronte delle numerose e crescenti richieste di accreditamento. Ora è la volta del portale per i calabresi.  Propone agli utenti non solo l’area news, con recensioni, interviste, notizie, ma anche una vera e propria Community, iscrivendosi alla quale è possibile ricevere la newsletter, partecipare a concorsi ed ottenere sconti, votare gli articoli, pubblicare le proprie foto e video, partecipare ai sondaggi e chat con altri utenti, accedere alle aree riservate, il tutto all’insegna di una forte interazione con gli utenti.  http://www.calabriacaffe.it

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Miss Italia 2009

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Tutte le regioni d’Italia saranno rappresentate al Concorso di bellezza che quest’anno compie 70 anni. Il 24 agosto arriveranno a Salsomaggiore e a Tabiano Terme 269 candidate che gareggeranno per il titolo di Miss Italia 2009: tra queste, 22 sono già in Finale (si tratta delle miss che portano il titolo della regione – con l’aggiunta di Miss Romagna – e della Prima Miss dell’Anno Alessia Delli Veneri, romana).  Tra le 269 ragazze, saranno dunque 38 le miss scelte il 27 agosto dalla Commissione Giudicante che andranno a completare il quadro delle 60 finaliste. Le serate tv saranno tre e il titolo verrà assegnato lunedì 14 settembre.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Partito del Sud: dall’aborto al “raschiamento”

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

L’ipotizzato aborto del Partito del Sud  si è consumato, ora Lombardo dovrebbe avere il coraggio politico di passare al “raschiamento” per eliminare anche le più piccole fonti di inquinamento e di infezione. La maschera è caduta con l’affermazione di Dell’Utri che non sarebbe stato fondato un nuovo partito, ma sarebbe stato allungato il braccio del PdL ; il cavaliere è contento della nuova invenzione, anche se Lombardo non si è servito del predellino di un’auto. Ma era questo l’intento di Lombardo? Se così fosse, allora è la Sicilia ad essere stata presa in giro, sono i siciliani che sono stati turlupinati.  Ma se l’intento di Lombardo era quello di realizzare un’entità meridionale, mediterranea, multietnica, solidale, allora si è ritrovato, per salvaguardare il suo governo, con i peggiori compagni di viaggio. Un governo che si sostiene  in qquesto modo, non merita di durare; tanto vale richiamare i siciliani ad esprimersi, portando avanti una nuova realtà politica, siciliana, meridionale e mediterranea. Lombardo ha dovuto accogliere nella sua squadra di governo un pluritrombato perché imposto dal  partito di provenienza, secondo la logica che i trombati vanno pur sempre messi nella condizione di mantenere lo status quo a cura e spese dei contribuenti. E la competenza…?  Ma che c’entra la competenza con i posti di governo!? (Rosario Amico Roxas)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il silenzio è d’oro il parlare è di più

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Simplicio scrive a Rosario. Un tempo si diceva che “nessuno parlava perché tutti ascoltavano” per poi aggiungere “ora tutti parlano perché nessuno ascolta”. Di là della battuta, che trova il suo tempo, qualcosa di vero ci deve essere. Ora mi chiedo, da buon simplicio di nome e di fatto, se rapportiamo queste considerazioni nella nostra realtà quotidiana cosa dobbiamo dedurne? Che si fa un gran chiasso, e nel bel mezzo di questo vociare o si alza, più di tutti, la voce anche se si dicono delle cretinerie o si è condannati a non essere percepiti. Non solo. L’arte della comunicazione sembra essersi affinata ai massimi livelli di scientificità per cui siamo in grado di metabolizzare ogni cosa nella buona e nella cattiva sorte. Così i politici hanno imparato, forse meglio delle altre categorie, ad inventarsi di tutto perché è importante non ciò che dicono ma ciò che la gente sente. Mi ricorda gli anni della mia prima giovinezza allorchè venivo attratto dalle dotte eloquenze del padre gesuita o benedettino nella settimana santa nella chiesa della mia parrocchia per avere alla fine il commento della vecchietta che mi diceva: come parla bene. Ma se le chiedevo cosa l’aveva colpito di più mi guardava stranita come per dire: “ma che c’entra? Tradotto dal politichese significa che da quella bocca si può dire di tutto perché allora bastavano le belle parole oggi è sufficiente aver capito che gli italiani hanno la memoria corta non per un deficit intellettivo ma il fatto che sono bombardati di continuo da un effluvio ininterrotto di notizie che li straniscono. Vi è poi l’aggiunta, per molti, del desiderio prepotente di normalità e lo è tanto e così forte che si passa sopra le classiche “malefatte di Gogol” che si possono tradurre con le parole della vecchietta di oggi colta mentre fa la spesa al mercato rionale: “povero fijo! Gliene dicono tante! E finirà per votarlo come a ripagarlo dalle numerose malelingue. Non pensa che la stessa persona la fa vivere male con una misera pensione, con il caro vita, con il nipote disoccupato, con l’assistenza sanitaria sempre più ridotta al lumicino. I militari direbbero è un “diversivo strategico”. Ma gli stessi militari ci insegnano che se il primo colpo dell’avversario va a segno in previsione del secondo si possono ricercare adeguate contromisure. E qui la nota dolente: per il caso Italia nessuno ci pensa perché i politici sono troppo interessati ai loro “poderi aviti” e gli altri? Non hanno il megafono.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

X Edizione Premio Roma

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Si è svolta, presso il Teatro Romano di Ostia Antica, la serata finale della X Edizione del Premio Roma, presentata da Paola Saluzzi. Chiamati sul palco per la proclamazione e premiazione dei vincitori grandi nomi della letteratura italiana e straniera di fronte ad un pubblico di oltre 4000 spettatori ed alla presenza di personalità del mondo della cultura, dell’editoria, del giornalismo, della politica e dello spettacolo tra cui il Sindaco di Roma On. Gianni Alemanno, l’Ambasciatore d’Italia in Austria S.E. Massimo Spinetti, l’Ambasciatore d’Austria in Italia S.E. Christian Berlakovits. La Cerimonia di Premiazione si è aperta con la consegna del Premio Internazionale alla Cultura all’attore e regista austriaco Maximilliam Schell. Si è poi proceduto alla consegna dei premi ai vincitori: Narrativa Straniera:  Alameddine Rabin  – Hakawiti – Il cantore di storie – Bompiani  Editore; Narrativa Italiana:   Loewenthal Elena   –  Conta le stelle se puoi      –      Einaudi Editore;  Saggistica:  Massimo Teodori – Storia dei laici. Nell’Italia clericale e comunista  – Marsilio Editore; La Cerimonia di Premiazione si è conclusa con la proclamazione dei vincitori di due premi speciali:  – al Col. Roberto Vittori, astronauta italiano, che sarà premiato dal giornalista Tito Stagno (telecronista del primo allunaggio avvenuto nel 1969);  – alla “Fondazione Alta Gamma per il Designer Italiano nel mondo” di Milano. A chiusura della serata: Johann Straub con l’esibizione di allievi dell’Accademia Nazionale di Danza.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasparenza nel mondo con le stellette

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

(di Paolo Melis) . La denuncia mossa dal neonato Partito per la tutela dei Diritti dei Militari, circa le circostanze della morte del Caporal Maggiore Alessandro Di Lisio, riapre una serie di interrogativi circa la necessità di trasparenza nel mondo con le stellette. Infatti l’On.Turco sottolineava come, a suo avviso, vi fossero delle incongruenze tra le dichiarazioni del Ministro della Difesa quando il 3 Luglio scorso assicurava “Sto studiando un sistema di protezione per i nostri militari che si trovano in ralla (piattaforma dalla quale i militari fanno fuoco) perché non muoiano più per un’esplosione. E’ una posizione pericolosa che necessita di una copertura ancora maggiore” e questo successivo tragico evento.  Questa vicenda sembra essere il contr’altare di quella che vide protagonisti quattro elicotteristi dell’esercito operanti in Iraq che nell’autunno del 2003 posero il problema della sicurezza del mezzo su cui volavano, un elicottero CH 47,  rifiutandosi di farlo, e per questo vennero processati per codardia , salvo essere successivamente assolti perché il fatto non sussisteva, allorché in sede dibattimentale emerse con tutta evidenza che, mentre l’amministrazione militare promuoveva l’azione penale contro i quattro piloti, contemporaneamente avviava le procedure per provvedere ad apportare le modifiche agli elicotteri che fino ad allora aveva negato agli equipaggi.  Così come, due giorni fa, non è stata salvata quella del caduto della Folgore, morto nonostante tutti gli addetti ai lavori fossero a conoscenza dei rischi a cui sono esposti coloro che operano nelle medesime condizioni.  Questa analogia potrebbe essere considerata lo specchio in cui è riflessa l’immagine di un intero sistema.  A ben vedere la cosa lascerebbe spazio a più d’una perplessità, dato che ad un’escalation della potenza offensiva dovrebbe esserci un progressivo innalzamento dei sistemi di difesa, altrimenti avremmo ancora  eserciti che combattono con arco e frecce, ritenendo come un fattore ineludibile ed imponderabile la circostanza che il nemico si sia dotato di fucili. Di conseguenza irrilevante al fine di stabilire se sia opportuno esporre impunemente i propri “arceri” al fuoco delle pallottole nemiche. Ecco perché lo stesso La Russa, evidentemente sempre convinto di essere sempre alla guida di una “Ferrari” (così come paragonava i Carabinieri in rapporto alla Polizia sindacalizzata) subito ha tenuto a puntualizzare che nessuna exit-strategy dall’Afganistan era alle viste, come a voler rassicurare che le vite perse sono considerabili alla stregua di “danni collaterali”. Si continua a trincerare dietro un ostinato no a qualunque forma di sindacalizzazione delle Forze Armate. Insistendo su un sistema come la Rappresentanza Militare muto testimone dei diritti che si desidererebbero ma ancor oggi i militari non hanno. (fonte grnet.it dove è visibile l’originale in versione integrale)

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lettera aperta ai dirigenti del PD

Posted by fidest press agency su venerdì, 17 luglio 2009

Lettera al direttore. Non sono iscritto al PD, ma, se lo fossi,  non credo che voterei per Grillo. Tuttavia ritengo che sia un grosso sbaglio a negargliene l’iscrizione, con l’assurdo pretesto che lui, a causa delle sue critiche al vetriolo, è da annoverare fra i nemici del PD. Non cambiate mai!  Le critiche non vi piacciono, Nell’URSS come nel PCI i non allineati, anche se compagni impegnati seriamente, erano guardati con sospetto e finivano (nel PCI, se non andavano via di propria iniziativa) emarginati, o espulsi; e (in URSS) nei gulag o fucilati. In compenso, però, i Bondi e i Ferrara,  gli Jeltsin e i Putin, con tutto il loro seguito, facevano carriera. L’esperienza dovrebbe averci insegnato che le critiche quando sono eccessivamente severe, tanto severe da apparire sconfinanti nell’odio, sono, non prove di inimicizia, ma la reazione naturale ad un grande amore tradito o esasperato dalla constatazione di errori, deviazioni, o assenze gravi che non si sa o non si vogliono vedere. Grillo, non so se reciti soltanto o se le sue critiche, intrise di rabbia e di odio, siano la reazione ad un grande amore tradito, ma, quel ch’è certo, è proprio perché si  suppone egli nutra codesto amore e odio che una larga fascia di elettori della Sinistra, che non vota o è parcheggiasta con Di Pietro, si riconosce in lui e spera riesca a rianimarvi e a strapparvi dal vostro attuale assopente torpore.  Del PCI e dell’URSS ho detto per decenni peste e corna, e ne dico ancora: ma da quando sono scomparsi, mentre per coloro che a quelle mie critiche si indignavano e mi stendevano attorno un cordone sanitario sono morti, sepolti e dimenticati, a me, invece, mi mancano come due persone care di famiglia.  Sarà perché io ci credevo veramente e per loro, invece, PCI e URSS erano soltanto datori di lavoro. Non sarà la stessa cosa anche adesso con Grillo?  Cordiali saluti e buon lavoro (Pasquale Iacopino)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »