Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Soldà su discorso Franceschini

Posted by fidest press agency su sabato, 18 luglio 2009

Il  vicepresidente dell’Italia dei Diritti: “Fermo rimanendo il rispetto delle dinamiche congressuali, spiace notare come spesso l’accento sia posto più sulle divergenze interne che su un rilancio di un’alternativa di governo” ” Ho ascoltato con attenzione  il discorso di Franceschini e ho seguito i recenti sviluppo della dialettica pre-congressuale, ma non posso non notare quanto troppo spesso in casa Pd ci si scontri più che ci si incontri”. Così Roberto Soldà, vicepresidente dell’Italia dei Diritti, ha commentato la prolusione del segretario Franceschini per il rilancio della sua candidatura alla guida del Nazareno. Tra i temi affrontati, bipolarismo, primarie e alleanze su base programmatica.” Non intendo in alcun modo espormi o appoggiare pubblicamente l’uno o l’altro candidato – ha poi aggiunto il vicepresidente del movimento guidato da Antonello De Pierro – anche perché non sono un tesserato né intendo diventarlo. Gradirei però che il principale partito di opposizione abbandonasse quelle tentazioni di autosufficienza che nulla di buono hanno portato, né a loro stessi e né tantomeno al popolo italiano. La strada da percorrere è quella di un nuovo corso, una ricostruzione di un patto di coalizione che raccolga la maggioranza dei voti e spedisca definitivamente a casa i signori che ci governano”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: