Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 33 n° 335

Ai miei 656 amici virtuali della rubrica

Posted by fidest press agency su mercoledì, 22 luglio 2009

La presente è inviata ai miei 656 amici virtuali con i quali, giornalmente, commentiamo i fatti del giorno e anche altro. Da più parti mi è stato chiesto il mio orientamento politico, ma non solamente teorico, ma rapportato alla concretezza di una scelta. Che il berlusconismo non mi piace, credo di averlo ampiamente documentato, anche perché ne intuisco i pericoli, verificando l’itinerario fin qui seguito. La mia idea politica è senza dubbio centrista, ma di un centrismo sociale, lontano da ogni fondamentalismo, vuoi politico che confessionale. Ma oggi non esiste un Centro degno di tale identificazione, in quanto il partito che cerca di rifarsi alla centralità politica, risulta compromesso con un pesante precedente quando si è legato per cinque lunghi e interminabili anni al berlusconismo, votandone anche le leggi ad personam e difendendo il leader dagli attacchi che giustamente gli venivano rivolti. A ciò si aggiunge la presenza di personaggi compromessi con strutture che niente hanno a che fare con la correttezza civile. Non resta che il PD,  pur con le tante manchevolezze che assillano tale partito, che non è ancora “partito” veramente. Ora si dibatte nella ricerca del leader, con la speranza di trovare il personaggio perfetto per tale ruolo. Sfugge la concretezza che oggi serve l’uomo giusto e non l’uomo perfetto. Per questo andrò a votare con convinzione per Pierluigi Bersani, ritenendolo l’uomo giusto, al momento giusto, al posto giusto. L’ho sentito parlare in questi giorni in occasione di una campagna elettorale che elettorale non è, si tratta solamente della presentazione del programma sul quale gli elettori devono decidere.  Bersani ha parlato con chiarezza perché voleva farsi capire, con un fraseggio breve e incisivo, privo delle architetture del politichese; ha parlato anche da “incazzato”, ed è quello che più mi è piaciuto, anche se senza la bava alla bocca, ma solo per pudore di immagine, pur dimostrando una scelta irreversibile, senza se e senza ma. Nell’attuale maggioranza sono in corso le grandi manovre, gli allenamenti intensivi, per sbolognare il cavaliere e prenderne il posto… e anche il pasto; è questo il momento determinante per offrire agli elettori l’alternativa nazionale e sociale. Certo, se ci fosse un vero centro con Bruno Tabacci! (Rosario Amico Roxas)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: