Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 29 luglio 2009

Crociata leghista contro ambulatori per immigrati

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

“Dopo l’introduzione del reato di “soggiorno illegale nel territorio dello Stato”, la Lega Nord, nella persona del capogruppo regionale Danilo Narduzzi, ha chiesto alla Regione Friuli Venezia Giulia di chiudere gli ambulatori che assicurano assistenza sanitaria agli immigrati clandestini perché “in palese contrasto con lo spirito della legge”. Gli ambulatori interessati sono quattro, uno per ogni capoluogo di provincia: il Distretto Sanitario di via Nordio, a Trieste; l’ospedale “Gervasutta” di Udine; il “Santa Maria degli Angeli” di Pordenone e la struttura ospedaliera di via Vittorio Veneto, a Gorizia. Relativamente a ciò che appare come una grave mortificazione della dignità umana, l’Italia dei Diritti intende esprimere un profondo dissenso attraverso le voci del responsabile per l’immigrazione Emmanuel Zagbla e del responsabile per il Friuli Venezia Giulia Luigino Smiroldo: “A prescindere dal rispetto per la legalità, a cui noi dell’Italia dei Diritti siamo sempre legati” – ha commentato Zagbla -, impedire a gruppi di cittadini, anche clandestini, di usufruire di centri sanitari di prima necessità porta la società ad affrontare una sfida dalle conseguenze imprevedibili. Se per caso tra quei clandestini ci fossero persone affette da influenza aviaria, ad esempio, cosa accadrebbe? Le malattie non chiedono i documenti. Se un malato, anche clandestino, vive in Italia, può trasmettere malattie sia agli italiani, sia agli immigrati regolari. Bisogna trovare una soluzione. Le decisioni proposte quindi non risolvono il problema, anzi creano nuovi allarmi. Di fronte a questa prospettiva di diffusione di eventuali epidemie, noi chiediamo alle autorità di valutare non tanto in merito alla legge, quanto alla realtà dei fatti. Non si può togliere a queste persone la possibilità di potersi curare perché altrimenti saremmo tutti soggetti a pericolose conseguenze”. Dello stesso avviso Luigino Smiroldo, responsabile friulano del movimento, che ha dichiarato: “Mi dissocio assolutamente da questa iniziativa la cui responsabilità è esclusivamente della Lega. Le conseguenze del loro gesto saranno drammatiche per tutta la nazione e per coloro che si troveranno a dover risolvere un problema di salute in una condizione di duplice clandestinità. Riaffioreranno donne pronte ad abortire clandestinamente, ci sarà un rifiorire di falsi medici che per pochi soldi non si faranno scrupoli nel dare speranza e cure discutibili a chi invece avrebbe bisogno di un servizio medico affidabile”. (fonte Italia dei diritti)

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Vox populi vox dei

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Editoriale Fidest “Voce di popolo, voce di Dio”. Il detto popolare afferma che se una cosa è ripetuta concordemente da molti è come se essa provenga da Dio; deve, quindi, essere vera. Ma in realtà i fatti non stanno sempre così. Questo detto la sa, probabilmente, lunga in fatto di umori popolari, del si dice e del non si dice, delle mezze verità, dei dubbi che insinua, delle mancate certezze per una raffinata arte che ci chiama disinformazione. Così le “vulgate” del S.Girolamo dei nostri tempi diventano delle boutade da trivio. Ma cosa oggi risuona nel nostro orecchio di sinistra che non trova percezione in quello destro? E’ che abbiamo un uomo che ama la vita, o meglio le cose della vita e se le prende senza molti scrupoli, anzi ritiene di essere molto furbo poiché è in grado di far cambiare colore alle evidenze come farebbe un abile prestigiatore che fa uscire dal cilindro una coppia di colombi dopo averci dimostrato che non potevano esserci. Quest’uomo è tra noi, ma non vive con noi ma è sopra di noi come un cielo oscurato da nubi plumbee che presagiscono nulla di buono. Ma noi non vi diamo peso perché ci sentiamo al sicuro rinserrati come siamo con i nostri affetti e i nostri interessi personali. Pensiamo che la tempesta che si preannuncia si riverserà sul capo degli altri e che noi possiamo sentirci sicuri d’uscirne immuni. E allora perché prestare attenzione alle Cassandre di turno, al turbinio delle voci, ai timori che maturano nei pressi? Tutto sembra irreale e lontano. La voce del popolo, dopo tutto, non può essere la voce di Dio. Così sono nate le grandi e piccole dittature, così sono nate e maturate le grandi e piccole perversità. Così l’essere umano ha perso il suo Dio e la sua voce. Ciò che non ci rendiamo del tutto conto è che siamo passati dai regimi autoritari ad un autoritarismo strisciante dove il potere non si manifesta con i muscoli ma con l’appropriarsi delle intelligenze, nel toccare il nervo sensibile delle nostre debolezze, dei nostri interessi di bottega, nell’illuderci d’essere fortunati di qualcosa e di avere, come gregari, l’uomo giusto al posto giusto. Così anche le democrazie possono diventare delle dittature, per buona pace dei ben pensanti. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.net)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Subito 16 milioni per le pmi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Dalle Banche del Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia, subito 16 milioni di euro per le micro, piccole e medie imprese regionali. Le risorse, attraverso il sistema del Credito Cooperativo italiano, giungono dalla quota del 15 per cento della prima tranche di 3 miliardi di euro del plafond messo a disposizione dalla Cassa Depositi e Prestiti per l’erogazione di prestiti a favore delle pmi. Tale disponibilità, di 450 milioni di euro, sarà quindi gestita attraverso la rete capillare delle Banche di Credito Cooperativo. La percentuale del 15 per cento riconosciuta e attribuita alle Bcc è in funzione del ruolo rilevante che il Credito Cooperativo riveste nel finanziamento a favore delle pmi. L’intero plafond a disposizione delle imprese micro, piccole e medie, pari a 8 miliardi di euro, verrà erogato sulla base di due distinte tranches. La prima (3 miliardi) potrà essere utilizzata entro il 28 febbraio 2010, la seconda (5 miliardi, più la parte eventualmente non impiegata della prima tranche) dopo quella data. Le Bcc del Friuli Venezia Giulia metteranno a disposizione, da oggi, 16 milioni di euro della prima tranche. “La rete del Credito Cooperativo ha risposto immediatamente alla proposta di utilizzo dei fondi della Cassa Depositi e Prestiti per contrastare sempre più efficacemente la fase recessiva in atto – sottolinea il presidente della Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia, Giuseppe Graffi Brunoro -. L’impegno delle banche locali è quello di garantire l’intero utilizzo del plafond a nostra disposizione nei tempi stabiliti”. “Tutto questo – dichiara il direttore della Federazione, Gilberto Noacco – in linea con quanto le Bcc stanno facendo da tempo, assolvendo al compito di banche del territorio attente ai bisogni delle loro comunità.  Non è un caso – conclude il direttore – che i dati del primo trimestre 2009 certifichino un aumento annuo degli impieghi delle Bcc regionali alle famiglie e imprese del 6,91 per cento (per le imprese, + 9 per cento), per un totale di 281 milioni (216 milioni), a fronte di un incremento del 2,8 per cento del resto del sistema”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’attesa delle vittime del terrorismo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Dobbiamo denunciare con forza che dopo 5 anni dalla sua approvazione la legge 206/04 ( Nuove norme a favore delle vittime del terrorismo e delle stragi di tale matrice) non sia ancora stata attuata in molte sue parti. Siamo al paradosso; mentre Camera e Senato approvano all’unanimità ordini del giorno dettagliati in cui impegnano il Governo a completarne la sua attuazione, viene realizzato un vergognoso scaricabarile e la legge non viene attuata. Tutti gli espedienti sono buoni: vari funzionari accampano problemi procedurali,carenza nei sistemi per l’ elaborazione dei dati, problematiche tecniche, nuovi quesiti a vari organi e dubbi a non finire sull’esecutività della legge. Il tutto appare finalizzato a far si che si perda tempo prezioso, disattendendo od interpretando restrittivamente le norme in essa contenute. Apprendiamo che il Governo ha chiesto un parere al Consiglio di Stato per l’esatta interpretrazione della norma che prevede l’erogazione ai feriti con invalidità pari o superiore all’80%, della pensione pari all’ultimo stipendio percepito. Tutto ciò, perchè i dirigenti dell’INPS non vogliono attuare la norma, nonostante l’articolo 4 comma 2 della legge,la direttiva della Presidenza del Consiglio dell’agosto 2007, la norma inserita nella finanziaria del 2007 e nonostante, dopo 10 mesi ,una circolare dell’INPS stessa che chiariva inequivocabilmente la sua interpretazione e quindi la sua immediata attuazione. Questo atteggiamento irresponsabile ha determinato che l’INDAP che aveva correttamente interpretato la legge applicandola nei confronti dei suoi assicurati con tale percentuale di invalidità, ha revocato, con una circolare di pochi giorni fa, la sua precedente decisione rendendo provvisorie le pensioni definitive erogate dal 2006. Una ulteriore perdita di tempo ed un’ennesima umiliazione per le vittime che la dice lunga sulla volontà di attuare completamente questa legge votata all’unanimità da tutto il Parlamento. Una ulteriore dimostrazione di come il Parlamento stesso venga sminuito e deriso nella sua funzione legislativa. (Il Presidente Paolo Bolognesi)

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma, in ripresa il settore dei lavori stradali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

“Riprendono finalmente a marciare le attività di manutenzione e costruzione strade nella capitale, facendo segnare risultati incoraggianti nei mesi di maggio e giugno (+ 10-15% rispetto al 2008), dopo un lungo letargo invernale che aveva fatto temere il peggio. Se il trend positivo dovesse confermarsi, si prevede una chiusura di anno più che soddisfacente con una produzione di bitume (materiale di derivazione petrolifera essenziale nella costruzione delle strade) che potrebbe superare anche del 25-30% quella dello scorso anno.”. E’ questo il dato più evidente che emerge dal raffronto tra l’andamento del settore delle opere stradali nella città eterna e nel resto dell’Italia nei primi sei mesi dell’anno, presentato dal SITEB – l’Associazione Italiana Bitume e Asfalto Stradale.Il segnale di crescita nel 2009 ha più di una motivazione: da una parte il negativo effetto congiunto sulla produzione 2008 determinato dall’insediamento della nuova giunta capitolina che inevitabilmente ha prodotto qualche ritardo burocratico negli appalti rallentando il business e dal blocco dei lavori di manutenzione operato dalla magistratura in seguito alla nota vicenda “dell’appaltone Romeo”; dall’altra parte, da gennaio di quest’anno si è avviata una politica di forte investimento sulla manutenzione delle strade capitoline, funestate da un inverno quanto mai piovoso e dall’assenza di lavori nei mesi precedenti che ne aveva ridotto comfort e sicurezza, rendendo improcrastinabili interventi di maquillage.  Ogni anno nella sola Roma si concentra l’80-85 % dei lavori stradali eseguiti nel Lazio e si producono mediamente circa 2 milioni di tonnellate di asfalto su un complessivo dato nazionale che è in continua diminuzione (dai 45 milioni del 2003 ai 32 del 2008). A fronte di un piccolo segnale di ripresa delle attività di manutenzione e costruzione delle strade, le aziende del settore lamentano un grande disagio causato dall’aggravamento del già critico fenomeno del ritardo nei pagamenti da parte della P.A., principale committente dei lavori in corso: si è passati rapidamente dai 120 giorni di attesa di dicembre scorso agli oltre 200 di oggi, con danno enorme per le imprese della Capitale (circa 20 di medie dimensioni).

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assistenza più facile per chi si sposta in Ue

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Un pacchetto legislativo approvato da Consiglio e Parlamento europei, consente entro marzo 2010 un moderno collegamento di tutti i regimi nazionali di sicurezza sociale. Assistenza malattia e previdenziale saranno così più facili per chi si sposta nei Paesi dell’Unione europea per turismo, studio o lavoro. Grazie alle nuove norme ci sarà una copertura ininterrotta assistenziale o previdenziale anche con il passaggio da uno Stato membro all’altro, facilitando così la mobilità delle persone. Finora sono già state distribuite 180 milioni di “carte europee di assistenza malattie” e con il coordinamento tra i diversi Stati é già possibile ricevere cure in caso di incidente o malattia, senza dover richiedere ogni anno l’autorizzazione all’Asl.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Caritas in veritate

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Sono diversi i punti da cui poter partire per immettersi nell’ultima enciclica di Benedetto XVI. Un testo che intende affrontare la questione sociale alla luce del termine “sviluppo” che aveva avuto un posto determinante nell’insegnamento della Populorum progressio di Paolo VI del 1967. Esso si pone come l’obiettivo per verificare la totalità della persona nel suo armonioso sviluppo della conoscenza di sé, delle relazioni interpersonali, sociali e del mondo che lo circonda e all’interno del quale è inserito; in una parola, “l’apertura alla vita è al centro del vero sviluppo” (n. 28). Ricorda il Papa quanto sia necessario per l’uomo sentirsi profondamente legato al libro della natura senza cadere in una sorta di schizofrenia facilmente verificabile in diverse situazioni del mondo contemporaneo.  La natura, insomma, non è al di sopra dell’uomo né questi avulso dalla sfera naturale; è determinante, pertanto, un equilibrio basilare che non esalti l’uno umiliando l’altro, cadendo in forme di neopaganesimo. Questa dimensione, a nostro avviso, conduce al cuore dell’argomentazione di Caritas in veritate: lo sviluppo genuino e coerente che la nostra società è chiamata a perseguire è quello di un umanesimo integrale (cfr n. 78). Questa prospettiva, per nulla teorica come potrebbe apparire a prima vista, tende a mostrare la via per uscire dal tunnel dell’emotività generalizzata e dall’arbitrarietà. Assumere la verità come principio universale, infatti, permette alla carità di diventare essa stessa principio universale oltre il sentimentalismo o il fideismo di turno: “Senza verità, la carità scivola nel sentimentalismo.  Per permettere questo, Benedetto XVI si fa propositivo. Quanti in questi anni ripetono pedissequamente il ritornello diventato ormai un luogo comune che “La Chiesa dice sempre dei no”, dovranno ben rileggere le pagine di questa enciclica per verificare la progettualità, anche coraggiosa in alcuni momenti, a cui essa rinvia. Relazionarsi al solo sistema economico, dimenticando che siamo ad un crocevia alquanto affollato di situazioni complesse che richiedono l’apporto incondizionato di quanti sono coinvolti nel processo, equivarrebbe a vivere in una miopia che non porta lontano. Riportare alla centralità della persona equivale a evidenziare che oltre alle inevitabili situazioni di rischio che il mercato, l’impresa e la finanza possiedono, esiste anche –per non dire soprattutto- una serie di qualità quali l’abilità, la fantasia, l’intelligenza, la conoscenza scientifica e tecnologica che permettono di produrre reale sviluppo in quanto impegnano costantemente alla curiosità intellettuale che sa produrre nuovi e positivi “stili di vita” con al proprio fondamento una scelta etica e morale che completa il semplice prodotto economico. Da questa prospettiva nessuno può sentirsi esonerato dall’assunzione di una responsabilità per il progresso della società. Un’espressione di Benedetto XVI lo indica in maniera evidente: “Lo sviluppo è impossibile senza uomini retti, senza operatori economici e uomini politici che vivano fortemente nelle loro coscienze l’appello del bene comune” (n. 71). Pregio dell’enciclica è certamente il richiamo all’istanza etica.      In una parola, Caritas in veritate ripropone gli elementi fondamentali della dottrina sociale della Chiesa dinanzi alle nuove provocazioni del mondo contemporaneo; si presenta come una proposta valida e perseguibile anche per noi oggi.   “Senza Dio l’uomo non sa dove andare e non riesce nemmeno a comprendere chi egli sia” (n. 78). Un’espressione come questa posta a conclusione di Caritas in veritate getta molta luce sull’insegnamento che Benedetto XVI ha voluto offrire con questa enciclica. Pagine da cui emerge con forza non solo la capacità argomentativa del credente, ma soprattutto la possibilità di comunicare le ragioni della propria fede anche a quanti ci guardano con attenzione e desiderano compiere con noi un percorso fatto almeno alla luce della ragione se non ancora della fede. (Rino Fisichella – intervento in sintesi)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antistaminici per trattare diabete e obesità?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Sono quattro gli studi pubblicati da Nature Medicine in cui si suggerisce un ruolo terapeutico dei farmaci antistaminici nel trattamento di diabete e obesità. La sperimentazione su modelli animali delle due patologie ha permesso di osservare che nel tessuto adiposo delle cavie erano presenti in eccesso cellule del sistema immunitario tipiche delle reazioni allergiche. Trattandole con due antistaminici (chetotifene fumarato e cromolina), si verificava un controllo del peso e della glicemia maggiore rispetto a quello ottenuto con la dieta. La combinazione dei due interventi migliorava del 100% i valori di tutti i parametri. Inoltre è stato anche un eccesso di cellule Cd8-T in cavie sottoposte a una dieta ad alto contenuto di grassi; mentre, i roditori geneticamente modificati per essere privi di questo tipo di cellule mostravano meno infiammazione nei tessuti, anche se nutriti con molti grassi. Anche le osservazioni su pazienti hanno suggerito un coinvolgimento della risposta immunitaria, in particolare di macrofagi, nei soggetti in sovrappeso.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Su religione, scienza e altri pensieri

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

scenaFirenze  13 agosto, ore 21 Palazzo Strozzi. Qui, giovedì il gruppo Catalyst mette in scena Su religione, scienza e altri pensieri, dialogo sui massimi sistemi della ragione e della fede tra Galileo e un rappresentante della Chiesa. E’ uno dei capitoli più intriganti e paradigmatici del vasto progetto Il dito di Galileo che Catalyst ha realizzato in collaborazione con Firenze dei Teatri e il Festival della Creatività. La regia è di Riccardo Rombi, in scena Paolo Santangelo (Galileo) e Jacopo Gori (un frate). Lo spettacolo conclude ben degnamente il ciclo dei 10 incontri con l’autore (tema: Scienza e società), che Caffè Letterario Galileo ha ospitato ogni giovedì dal 4 giugno con l’organizzazione della Fondazione Rinascimento Digitale. Protagonisti, come noto, scienziati e giornalisti scientifici di fama. In sequenza: Piergiorgio Odifreddi, Paolo Rossi, Giorgio Cosmacini, Piero Bianucci, Edoardo Boncinelli, Giuseppe O. Longo, Armando Massarenti, Giovanni Caprara, Adriano Prosperi, Margherita Hack. Per quest’ultimo appuntamento teatrale (l’ingresso è libero) Catalyst presenta un racconto lucido ed emozionante sulle chiavi del pensiero galileiano. La scena è affidata ai soli Galileo / Santangelo, sorpreso nella quotidiana intimità della sua casa, e a un anonimo frate domenicano (Gori). Da un lato il grande scienziato, chiamato a illuminare, chiarire, definire e ridefinire gli spazi mentali e le sfere di pertinenza del ragionamento scientifico e di quello religioso; dall’altro il teologo, intransigente difensore delle verità rivelate. Dallo scontro delle due visioni del mondo e dell’universo nasce un’intensa rilettura di alcuni dei più famosi pensieri di Galileo: l’importanza rivoluzionaria delle teorie copernicane, il valore esclusivo dell’indagine scientifica; la difesa del libero pensiero, la lotta alla superstizione e all’ignoranza. Sipario con il celebre brano del Saggiatore noto come La Favola dei Suoni. http://www.rinascimento-digitale.it (scena)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Furti opere nelle campagne romane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

La fontanella sparita.“Crediamo sia giusto dare il dovuto risalto ai piccoli continui furti che quotidianamente stanno impoverendo il patrimonio culturale e storico della campagna romana ai confini del Municipio XV con il Comune di Fiumicino, come quello avvenuto qualche giorno fa in Via di Monte Carnevale, piccola strada di campagna che congiunge Via della Muratella con Via di Malagrotta”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV. “E’ stato rubato l’intero nasone di una fontana che esisteva da tempo nella zona, lasciando solo basamento e tubazione – prosegue la  nota del consigliere – ma soprattutto riteniamo gravissimo il furto della campana della Cappelletta, opera consacrata nel 1955 dagli agricoltori della zona a protezione dei raccolti”. “Voglio quindi esprimere la mia sincera vicinanza a tutta la comunità religiosa di Porto e Santa Rufina, nonché a tutti i residenti di questo quadrante che, già vessato dalle gravi servitù ambientali della discarica di Malagrotta e della Raffineria di Roma, ora subisce l’ennesimo colpo alla propria storia e alla propria identità, riuscendo difficilmente ad accettare che per un kilogrammo di bronzo possa essere stata compiuta tale grave offesa a un’intera comunità”, conclude la nota di Santori. (fontanella sparita)

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Commedia all’Italiana và a Teatro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

nardopalladinoRoma, TeatroLoSpazio.it Via Locri 42/44, (traversa di via Sannio, Metro San Giovanni). Locale climatizzato Ultimo appuntamento al Teatro Lo Spazio.it, per la rassegna di Teatro Italiano contemporaneo “La Commedia all’Italiana và a Teatro”, diretta da Rosario Galli e Carlo Prinzhofer . Si chiuderà il sipario con un doppio appuntamento nella stessa serata: La matematica sentimentale di e con Pierpaolo Palladino (4-5-6 agosto ore 21,30) scritto con Fabio Rinaldi e Roberto Silvestri,consulenza scientifica di Fabio Rinaldi allestimento scenico di Cristina Aubry In questo testo il protagonista torna indietro nei ricordi ai suoi vent’anni e rievoca tutte le peripezie divertenti o malinconiche che lo portarono a scegliere la facoltà di matematica, scoprendo la bellezza e la passionalità di una materia apparentemente così fredda e distaccata. e Il telegramma di  Aldo Nicolaj con Alessandra Nardo e Carmine Balducci Un divertente e ironico monologo per una difficile prova d’attrice scritto da uno dei più famosi autori italiani.  di Aldo Nicolaj (4-5-6 agosto ore 22,30) La rassegna ha già visto protagonisti tre spettacoli che hanno attirato l’attenzione del pubblico del teatro nel cuore di San Giovanni: 13419 la necessità del ritorno, di Roberto Attias, NAPOLI… è ‘na parola, di e con Marco Simboli e Le due sorelle di Alberto Bassetti. “La Commedia all’Italiana va a teatro” è un omaggio a tempi belli della Commedia all’Italiana, un periodo felice del nostro cinema, con un raffronto al presente e lo sguardo volto al futuro, il tutto portato sulle tavole del palcoscenico. (nardo, palladino)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

250 Lavoratori Capodarco rischiano di rimanere senza lavoro

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

E’ giunto alla segreteria Provinciale Ugl sanità di Roma e Provincia un fax nel quale la società Lait s.p.a annuncia, a seguito della comunicazione del Dott.Artico, di  non procedere, in ottemperanza a quanto disposto dal Decreto Commissariale del 2 Febbraio 2009 n.U001, al pagamento, fino ad ora svolto dalla Cooperativa Capodarco, degli operatori di front office per le aziende  Rm H, Rieti, e Frosinone a partire dalla data del 1 Giugno 2009. E’ quanto afferma in una nota il Dirigente Provinciale Ugl Sanità Pietro Bardoscia. Nonostante – prosegue bardoscia – il nostro segretario provinciale Ugl Sanità Antonio Cuozzo abbia richiesto con urgenza al Senatore Montino un incontro per discutere su questo problema, oggi leggiamo sbigottiti questo fax, inviato dalla Lait a firma dell’amministratore Delegato Giancarlo D’Alessandro e dal responsabile Settore Sanità Lorenzo Sornaga alla Cooperativa Capodarco e ai Direttori Generali dell’Asl RmH, Rieti e Frosinone. Questo porterà gravissime conseguenze già a partire da domani con oltre 250 operatori Capodarco, operanti in quelle ASL, che rischiano di restare senza lavoro. La Ugl Sanità chiede un intervento urgente al Presidente della Regione Piero Marazzo e al Senatore Esterino Montino al fine di evitare questo disastro, che noi avevamo purtroppo previsto giorni fa attraverso un nostro comunicato stampa, oltre ai gravi disservi ai cittadini sull’esempio di quanto avvenuto nel Cup del San Camillo Forlanini. Siamo pronti – conclude Bardoscia –  a manifestare sotto la Regione Lazio per tutelare il posto di lavoro di tutti questi lavoratori, molti dei quali disabili.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tavolino selvaggio a Roma

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Continuano ad aumentare le infrazioni commesse dagli esercenti che, ignorando le norme vigenti, decidono di dare vita al fenomeno del cosiddetto “tavolino selvaggio”, ovvero all’occupazione di suolo pubblico non autorizzata o a quella che si estende oltre i limiti prestabiliti dalla licenza del locale. Questa situazione si protrae e si diffonde a macchia d’olio a causa della cifra esigua, 100 euro per metro quadro,  prevista come contravvenzione per coloro che non rispettano le regole. Vittorio Marinelli, responsabile per il Lazio dell’Italia dei Diritti, ha commentato ironicamente: “Non è necessario prendere un aereo e partire verso il Sud America per ritrovare la giungla che tanto ha affascinato i nostri sogni da bambino. Basta recarsi nel centro storico romano – continua l’esponente del movimento presieduto da Antonello de Pierro – per incappare nello stesso groviglio intricato, ma questa volta non di liane, bensì di regolamenti e codicilli, e svariate ordinanze che per lo più non vengono rispettate. L’unico modo per risolvere la situazione, in questa assenza di provvedimenti chiari e mancanza di pianificazione, sembrerebbe quello di azzerare le regole preesistenti per realizzare delle nuove normative e ordinanze da rispettare. Questo sarebbe possibile – conclude Marinelli – se a Roma esistesse un’amministrazione degna di questo nome, che in realtà è proprio quello che manca alla nostra città”.

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gian Marco Tognazzi e Alessandro Gassman insieme

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

L’annuncio è stato dato dallo stesso Tognazzi nel corso di “Stile libero”, lo spazio di  approfondimento a cura di Pierluigi Diaco che si tiene ogni giorno all’interno del VillageRoma09, il Villaggio dei Mondiali di Nuoto al Foro Italico. Tognazzi che è  ospite del talk show insieme al fratello Thomas ha spiegato che ai primi di settembre cominceranno le riprese di “Natale a Beverly Hills” il film di Neri Parenti in cui tornerà a recitare insieme a Gassman. “Se per molto tempo le nostre strade si sono divise – ha spiegato a Diaco Gian Marco Tognazzi – è stato semplicemente dovuto al fatto che non ci sono state proposte occasioni interessanti per tornare a lavorare insieme”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antitrust multa Sky

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

L’Antitrust ha condannato SKY per vendita scorretta in merito alla campagna pubblicitaria, che sfruttando la chiusura della tv analogica e con l’utilizzo dei loghi delle regioni interessate dallo Switch Over, cercava di far nuovi Abbonati.Adiconsum chiese l’interevento dell’AGCM perché riteneva che quella campagna pubblicitaria era ingannevole e forniva informazioni inesatte. Con la condanna l’Antitrust ha confermato che Adiconsum aveva ragione e che SKY ancora una volta dimostra di non usare metodi corretti nei confronti dei consumatori. Nella sentenza, AGCM ha sottolineato che la rappresentazione adoperata da Sky in merito alla situazione che si verrà a creare successivamente al passaggio al Digitale Terrestre  è fuorviante perché  utilizza uno strumento di “aggancio” del consumatore per far sì che quest’ultimo decida di sottoscrivere un abbonamento, sulla base di un presupposto fattuale non corretto ed equivoco usando i loghi istituzionali delle regioni, peraltro senza autorizzazione delle stesse, per offrire una particolare enfasi grafica che potevano indurre i consumatori a ritenere che l’iniziativa proposta da Sky aveva  ricevuto un esplicito avallo/patrocinio, di carattere istituzionale, da parte delle Regioni interessate.Quanto accaduto denota, ancora una volta che SKY non pone affatto attenzione al rispetto dei diritti dei consumatori e che per accrescere il proprio bacino d’utenza è disposta anche a non rispettare il codice del consumo.Questa sanzione che si aggiunge alle precedenti, evidenzia ancora una volta che la sanzione non è in sé fattore deterrente sufficiente a impedire pratiche commerciali scorrette.Adiconsum ripropone l’urgenza di un’azione collettiva risarcitoria che purtroppo la normativa approvata ultimamente dal Parlamento italiano disattende nella sua efficacia.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La logica del chiodo schiaccia un altro chiodo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Rosario risponde a Simplicio. Caro Simplicio… non hai grande fiducia nella Divina Provvidenza. Cristo fu sempre molto paziente, insegnò la pazienza e la sopportazione, ma quando  (diciamo)  si arrabbiò scacciò i mercanti dal Tempio e non certo come la mitezza delle parole. Non c’è da attendersi che torni Cristo per liberarci dalla pandemia tutta italiana del berlusconismo e di Berlusconi; non c’è da attenderselo anche perché  Israele ha votato la moratoria sulla pena di morte, e anche per la divina pazienza di Cristo, tornare e beccarsi l’ergastolo in una prigione sionista sfiora i limiti della divina sopportazione.  Ma si sta svegliando la parte silente della Chiesa, quella che ha sempre parlato ma è apparsa muta perché i detentori dell’interruttore dell’altoparlante, avevano deciso di non far sentire quella voce. Ma in altra tua lettera hai parlato della calunnia che da  “venticello”  diventa un tornado che travolge tutto e tutti; ha cominciato Famiglia Cristiana ed adesso prosegue Avvenire; tace l’Osservatore, troppo vicino a Ratzinger per permettersi di criticare il cavaliere e questo silenzio della ufficialità vaticana costerà carissimo alle alte gerarchie. Anche dallo stesso PdL i mormorii cominciano a farsi sentire, ma sanno bene  che il dopo-cavaliere sarà un tonfo verticale, per cui resistono per “illegittima” difesa. Piuttosto, invece di parlare di miraggi futuri, sarebbe il momento di iniziare a preparare il popolo italiano a stringere la cinghia se si vorrà ricominciare daccapo. Si dovrà tornare indietro di trent’anni, cioè dall’inizio del craxismo, quando ,fu messo in piedi il più pesante debito pubblico dell’Occidente.Niente miraggi, ma incubi da affrontare con coraggio e dignità; quella dignità che in questi ultimi trent’anni è stata mortificata a vantaggio delle ruberie generalizzate. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bagno a pagamento nei lidi romani

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Questa estate i romani andando al mare di salato non troveranno solo l’acqua ma anche i prezzi. Ancora una volta i gestori degli stabilimenti balneari di Ostia e Fregene  decidono, a discapito dei bagnanti,  di non rispettare le regole e di vietare l’accesso al mare a coloro che chiedono solo di fare il bagno senza pagare l’entrata e senza usufruire di sdraio e ombrelloni. Le scuse dei gestori sono sempre le solite: “C’è troppa gente oggi, torni domani” oppure “Il sabato e la domenica l’ordinanza non è valida”. Secondo le norme vigenti, infatti, il bagnante ha diritto di transitare negli impianti gratuitamente, attraverso appositi varchi, per raggiungere la riva e poter anche fare il bagno. Inoltre gli spazi che secondo il regolamento dovrebbero restare vuoti per permettere il transito sulla battigia sono occupati da ombrelloni e attrezzature dello stabilimento. “Questi bagnanti diventano ogni giorno più molesti. e la loro ottusità rasenta l’incredibile. Come si fa infatti a non capire ancora che L’Italia è il paese dei pochi furbi e della moltitudine di poveri fessi?” Commenta così la vicenda Vittorio Marinelli, responsabile per il Lazio dell’Italia dei Diritti. “Più in generale  – continua Marinelli – il problema riguarda la progressiva privatizzazione dei  beni pubblici che non risparmia ormai niente di quello che fino a pochi anni fa era pacifico e assodato. Svendiamo quindi acque minerali a pochi centesimi per poi consentire  l’inquinamento in largo e soprattutto in lungo dell’italico stivale. Si deve, di conseguenza, gridare allo scandalo in relazione a  un vergognoso regolamento della regione Lazio che, invece di <<ridare al popolo ciò che è del popolo>>, pone una sorta di pietra tombale sulle giuste pretese della collettività. In questi casi viene proprio da pensare che forse non tutti gli Tsunami vengono per nuocere”.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuovi tagli alla sanità italiana

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Secondo i contenuti già noti del dossier riservato del Welfare, la sanità italiana navigherebbe in torbide acque. Nel nostro Paese sarebbero presenti circa 4 miliardi di disavanzo di cui oltre l’83 per cento nel centro e nel meridione con 156 milioni di euro solo a Catanzaro; il Ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Sacconi, per risolvere questo problema, ha proposto quindi una sorta di <<deospedalizzazione>> e di trasformazione degli ospedali periferici in <<presidi sanitari>> con tagli a numerosi posti letto. Roberto Soldà, vicepresidente del movimento Italia dei Diritti, ha commentato: “Il fiume in piena delle spese italiane non deve essere evitato riversando le conseguenze sulla sanità. E’ un controsenso tentare di salvare l’Italia ammazzando i malati, tagliando posti letto e strutture significative. Il modo migliore per colmare i buchi di bilancio è l’ottimizzazione dei mezzi sanitari e la razionalizzazione delle risorse, attraverso controlli più massicci verso coloro che speculano sulla sanità regionale e che sono una delle principali cause della situazione di disagio corrente”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza pubblica, la legge in vigore dall’8 agosto

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Entrerà in vigore il prossimo 8 agosto la legge n. 94, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 24 luglio 2009, che contiene importanti norme in materia di immigrazione clandestina, criminalità diffusa e organizzata, sicurezza stradale e decoro urbano. Fra le novità più rilevanti: – l’introduzione del reato di ingresso e permanenza clandestina nel Paese; – il prolungamento fino a 180 giorni dei termini di trattenimento nei centri di identificazione ed espulsione; – le associazioni di volontari per il presidio sul territorio (le cosiddette ronde); – restituzione più rapida alla collettività dei beni sottratti alla mafia; – la corresponsabilità dei dipendenti pubblici collusi; – l’obbligo di denuncia dei tentativi di estorsione da parte delle imprese, pena l’esclusione dalle gare di appalti pubblici; – regime carcerario più duro per i sottoposti al 41 bis; – l’inasprimento delle sanzioni per i guidatori in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti; – lo stop ai matrimoni di convenienza. La legge, approvata definitivamente dal Senato il 2 luglio scorso, si propone di rendere più incisiva ed efficace l’azione di prevenzione e di contrasto dello Stato nei confronti della macro e microcriminalità.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pacchetto università: Fondi alle più virtuose

Posted by fidest press agency su mercoledì, 29 luglio 2009

Una parte dei fondi destinati alle Università (525 milioni di euro) sono stati assegnati quest’anno sulla base di criteri di valutazione che tengono conto della qualità della ricerca e della didattica. Previsto dall’art. 2 del decreto legge 180/2008 convertito nella legge n.1/2009 il provvedimento di assegnazione dei fondi è stato firmato dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca il 24 luglio scorso. Le altre misure del “Pacchetto Università”: 1) Il regolamento sulla struttura e il funzionamento dell’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (Anvur) che valuterà la qualità degli Atenei e degli Enti di ricerca. 2) Il taglio dei corsi inutili per avviare una più coerente razionalizzazione dei corsi di laurea. 3) Lo sblocco dei concorsi, con nuove regole per il reclutamento dei professori universitari e dei ricercatori che impongono modalità più trasparenti di formazione delle commissioni. La valutazione dei candidati avverrà secondo parametri riconosciuti anche in ambito internazionale. In particolare, ogni titolo scientifico sarà valutato separatamente, per evitare giudizi sommari e approssimativi, e sarà richiesto, per i settori scientifici, il ricorso a valutazioni di indici oggettivi e a sistemi di valutazione internazionali (peer review).

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »