Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 5 agosto 2009

Caccia al Weekend

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

investigatoreLa prossima Ora X, che segna l’inizio dei giochi, scoccherà alle 21.30  di giovedì 10 settembre. A partire da quel momento, attraverso due fasi, i partecipanti avranno una settimana di tempo per districare la matassa e sperare di vedere il proprio nome in cima alla classifica finale, che sarà resa nota venerdì 18 settembre. Per la Caccia al Weekend del prossimo 10 settembre, sono previsti in premio 3 soggiorni weekend di 2 notti per 2 persone B/B presso l’Hotel Lanterna di Marco Polo a Venezia.  Oltre agli appuntamenti fissi con gli hotel sfondo dell’avventura online – che prevede nuove puntate a partire dall’8 ottobre, dal 12 novembre e dal 10 dicembre – sono in fase di lancio anche “cacce speciali”. In autunno, il profumo dei tini offre lo spunto per la prima “eno-caccia”, dove i protagonisti  saranno i vini, o meglio le aziende che li producono: queste saranno sponsor del gioco, che si snoderà con i suoi quesiti attraverso siti  web carichi di aromi, etichette e gradi. L’appuntamento è con la gli itinerari del vino nella Costa degli Etruschi”,  dunque con lo straordinario territorio di Bolgheri e la magia del celeberrimo Viale dei Cipressi – immortalato da Giosuè Carducci – ma anche con la grande enologia dei vini “supertuscans” (Sassicaia e Ornellaia, solo per citarne alcuni) e dei loro eredi. Da qualche anno, autunno è però anche sinonimo di grande schermo e tappeti rossi stesi sulla capitale. Ecco dunque che, in coincidenza con l’edizione 2009 del FilmFestival, prenderà il via la prima “Caccia al Weekend” della città di Roma: un selezionato gruppo di strutture ricettive della Città Eterna farà da sfondo, con i propri siti web, al gioco, ambientato tra bobine, pellicole e celebri citazioni cinematografiche.  Il meccanismo è semplice: si tratta di risolvere inizialmente 10 enigmi, le cui risposte sono nascoste tra i testi e le immagini dei siti web degli alberghi che aderiscono all’iniziativa. In questa prima fase, non è rilevante la rapidità delle risposte, quanto la loro esattezza. Una volta risolti i 10 quesiti, tutti coloro che li avranno esattamente indovinati saranno “convocati” per un’ultima e più difficile prova, stavolta a tempo, che decreterà il vincitore del weekend in palio.  Tutte le iniziative sono sempre sostenute da una periodica newsletter  informativa, con cui vengono presentate le offerte/pacchetti degli hotel e delle aziende sponsor del gioco. Inoltre, su Facebook sono presenti un’identità e un gruppo della “CaW”.   http://www.ellastudio.it/articolo-3257.htm (investigatore)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Isola d’Elba in libertà

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

elbaAvventurarsi su due ruote lungo le antiche vie di comunicazione isolane: ecco un modo divertente e insolito per scoprire la ricchezza paesaggistica del Parco nazionale dell’Arcipelago. Un reticolo di sentieri in mezzo ai boschi o a picco su magnifiche spiagge e calette, single-trek tra i massi, salite e discese che hanno ospitato la Coppa del Mondo di mountain bike: sono tante le occasioni proposte dal boutique Hotel Ilio di Capo Sant’Andrea per cicloturisti, bikers esperti, freeriders o semplicemente amanti della natura. Itinerari selvaggi e inesplorati, sentieri ora ripidi e scoscesi, ora morbidi e pianeggianti. E tutto intorno un paesaggio che stupisce per la sua ricchezza. Con una buona mountain bike e il casco d’obbligo, eccoci pronti per scoprire il piacere di un’escursione in mountain bike nell’Elba più segreta e affascinante. Il boutique Hotel Ilio di Capo Sant’Andrea offre tutte le informazione necessarie e consiglia itinerari adeguati alle proprie capacità tecniche. Percorsi per principianti, tortuosi sigle track per i più esperti e discese avventurose per i freeriders: non c’è che l’imbarazzo della scelta. E per chi è alle prime armi, è possibile rivolgersi a centri qualificati per corsi ed escursioni. L’offerta include sette notti in camera doppia con colazione a buffet, un’escursione in mountain bike con una guida ambientale del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e la guida ai sentieri “A spasso nel Parco Nazionale”. I prezzi partono da 700 euro per due persone per sette notti. (elba)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

BirguFest

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

vittoriosaVittoriosa (Malta) dal 9 all’11 ottobre. Vittoriosa, o Birgu (borgo) com’è chiamata dalla popolazione locale, è una delle Tre Città del distretto di Cottonera. Sorge su un promontorio roccioso in posizione dominante Porto Grande, proprio di fronte a Valletta. Le teorie sull’origine del nome Vittoriosa sono essenzialmente due: si pensa che sarebbe stata chiamata così a seguito del Grande Assedio a opera dei turchi nel 1565, che impegnò la popolazione in una strenua lotta per la difesa della città. Grazie alla vittoria conseguita, la popolazione la ribattezzò Vittoriosa. Altra affascinante teoria vuole che, in segno di ringraziamento verso la città di Birgu, celebrandone l’onore, il Gran Maestro Jean de La Valette la rinominasse Civitas Vittoriosa, cioè città vittoriosa. Le maggiori attrazioni locali includono la Chiesa di S. Lorenzo, progettata da Lorenzo Gafà (il più famoso architetto barocco), il Palazzo dell’Inquisitore, Fort St Angelo (forse la più antica fortificazione sulle isole maltesi) e il Museo Marittimo. Per ammirare la città in tutto il suo splendore, vale la pena trascorrervi un weekend. http://www.visitmalta.com/events; http://www.birgu.gov.m (vittoriosa)

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Quando lo stile va (purtroppo) in vacanza

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

E’ il primo libro di Tommaso de Mottoni y Palacios ed è un piccolo volume-guida-osservatorio ironico, politicamente scorretto e sanamente snob che parla degli italiani in vacanza, dando curiose e inedite chiavi di lettura per far sì che villeggiature, trasferte e week end siano sempre marcate da un certo stile e non si trasformino in maratone tra all inclusive, infradito, pinocchietti e animatori a bordo piscina. Ad aprire questo viaggio nel viaggio, il quadretto spassoso dei nostri connazionali in vacanza, che troppo spesso si fanno prendere dalla frenesia e dalla iperattività, senza godersi di fatto il periodo di riposo. La scelta della meta è un altro passaggio obbligato, per capire che non serve andare all’altro capo del mondo per staccare dalla nostra quotidianità. I mezzi di trasporto sono un male necessario, che dobbiamo sopportare senza tuttavia lasciarsi subissare dalle chiacchiere e le molestie degli altri passeggeri e/o occasionali compagni di viaggio. Non viene tralasciato neppure l’abbigliamento, un ambito nel quale il cattivo gusto imperante nella vita di tutti i giorni raggiunge vertici assoluti durante i periodi di relax. È poi la volta della chiosa riservata al menu scelto: perché, spiega l’autore, anche e soprattutto in vacanza abbiamo l’abitudine di ingurgitare cibo tanto scarso nella qualità quanto abbondante nella quantità.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Niente più sorprese sui mutui

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Arrivano i nuovi strumenti finanziari derivati di copertura targati Banca Agrileasing, appositamente predisposti per la copertura dal rischio di oscillazione del tasso di interesse per le imprese che accendono mutui e finanziamenti a medio e lungo termine. Banca Agrileasing, la banca per lo sviluppo delle imprese clienti del Credito Cooperativo, completa così il suo catalogo con nuovi prodotti che si aggiungono ai derivati già disponibili per le operazioni di locazione finanziaria.  Le nuove proposte sono studiate per i prestiti ipotecari concessi sia da Banca Agrileasing sia dalle Banche di Credito Cooperativo e sono declinate in tre formule: Certezza Mutuo, Stabilità Mutuo e Versatilità Mutuo. Certezza Mutuo, rende tendenzialmente costante il costo effettivo del contratto di mutuo indipendentemente dall’andamento dei tassi di mercato; Stabilità Mutuo, delimita il costo effettivo del mutuo all’interno di un valore minimo e di un valore massimo prefissati in sede di sottoscrizione del contratto; Versatilità Mutuo, che consente, a fronte di un pagamento anticipato o dilazionato, di limitare entro un livello massimo il costo effettivo del finanziamento. L’offerta prevede, quindi, strumenti finalizzati esclusivamente alla copertura connessa a specifiche esposizioni finanziarie. Si tratta, cioè, di una sorta di assicurazione contro quegli eventi che potrebbero verificarsi sui mercati e modificare negativamente la convenienza e la sostenibilità economica dell’iniziativa, così come valutata dall’imprenditore in fase decisionale. Un insieme di soluzioni non speculative volte a integrare il sostegno del Credito Cooperativo all’economia reale in una fase congiunturale che, nonostante un suo lieve miglioramento, presenta ancora rischi per l’imprenditoria locale. A seconda degli obiettivi che si pone l’azienda e delle aspettative che l’imprenditore ha maturato in relazione al futuro evolversi dei tassi, infatti, i derivati di copertura di Banca Agrileasing consentono – a seconda dei casi – di fissare preventivamente il costo per interessi, determinare un livello di protezione in caso di rialzo di tassi e contemporaneamente mantenere il beneficio di un minor costo in presenza di un andamento dei tassi al ribasso e determinare una fascia di oscillazione massima del costo del debito. Banca Agrileasing congiuntamente alle singole Bcc presenti sul territorio supporta le imprese anche nel campo della copertura contro il rischio di oscillazione dei tassi con un’offerta assicurata da un team di specialisti dedicati alla clientela corporate che operano in stretto coordinamento con il personale degli sportelli del Credito Cooperativo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Espulsioni di palestinesi da Gerusalemme

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Appello Al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano  Al Ministro degli Affari Esteri Franco Frattini All’Ambasciatore d’Italia a Tel Aviv Luigi Mattiolo Al Console Generale d’Italia a Gerusalemme Luciano Pezzotta. Domenica 02 agosto e’ stato reso esecutivo l’ordine di sfratto pendente su due famiglie palestinesi di Sheikh Jarrah a Gerusalemme Est. Alle prime ore del mattino i soldati dell’IDF (Israeli Defence Forces) hanno costretto con la forza le famiglie al Ghawi e al Hanoun, già profughi nel `48, a lasciare le loro case nel quartiere di Sheikh Jarrah, dove risiedevano dal 1956. Al loro posto sono gia’ entrati nelle abitazioni coloni israeliani. Da settimane la presenza di cittadini e attivisti per i diritti umani palestinesi, israeliani ed internazionali ha sostenuto la determinazione delle famiglie a non lasciare le proprie case e a non divenire vittime delle politiche di pulizia etnica dello Stato di Israele. Secondo il Diritto Internazionale Gerusalemme Est fa parte dei Territori Palestinesi Occupati da Israele dal 1967 e la comunita’ internazionale e’ tenuta a far rispettare le risoluzioni delle Nazioni Unite che vietano il trasferimento di popolazioni cosi’ come ogni intervento atto a modificare lo status quo della citta’ (cfr. Convenzioni di Ginevra (1949) e Risoluzioni ONU (n. 242 del 1967, 252 del 1968, 267 del 1969, 271 del 1969, 298 del 1971, 465 del 1980, 476 del 1980, 478 del 1980).   La condizione degli abitanti palestinesi a Gerusalemme Est si fa sempre piu’ insostenibile a causa delle politiche discriminatorie del Governo occupante che hanno come obiettivo la giudeizzazione della citta’ di Gerusalemme creando continuità territoriale tra Gerusalemme Ovest e gli insediamenti israeliani illegali che circondano Gerusalemme Est (Maale Adumim, Pisgat Zev….).  Dal 1967 ad oggi sono stati costruiti 17 insediamenti che occupano circa il 35% del territorio di Gerusalemme Est, nei quali vivono piu’ 200,000 coloni. Fonti OCHA (Office for Coordination of Humanitarian Affairs – http://www.ochaopt.org/) riportano che tra il 1967 e il 2006 sono state demolite piu’ di 8500 case palestinesi. Nei soli primi 4 mesi del 2009, OCHA ha registrato la demolizione di 19 strutture a Gerusalemme Est, che comprendono 11 abitazioni civili. Di conseguenza 109 palestinesi, tra cui 60 bambini, si ritrovano sfollati. Le dirette conseguenze sulla societa’ palestinese di tali azioni del Governo Israeliano sono la frammentazione territoriale dei diversi quartieri di Gerusalemme Est nonche’ l’isolamento di Gerusalemme Est dal resto della Cisgiordania, creando di fatto le condizioni per cui Gerusalemme diventi la capitale ‘unica ed eterna’ dello Stato di Israele in violazione del Diritto Internazionale e delle Risoluzioni ONU.Le famiglie al Ghawi, al Hanoun e al Kurd, quest’ultima cacciata dalla propria abitazione nel novembre 2008, sono solo le prime tra le 28 famiglie (500 persone) residenti nel quartiere di Sheikh Jarrah, che sono a rischio di espulsione.  La nuova amministrazione statunitense e l’Unione Europea hanno condannato la confisca, la demolizione delle case palestinesi a Gerusalemme Est e la costruzione di nuovi insediamenti. Chiediamo pertanto al Governo Italiano e piu’ direttamente alla rappresentanza diplomatica del  Consolato Generale di Italia a Gerusalemme di condannare severamente il governo israeliano per le espulsioni delle famiglie al Ghawi e al Hanoun, e di richiedere al Governo Israeliano che venga cancellato l’ordine di espulsione, che le famiglie cacciate possano rientrare nelle proprie case, che vengano cancellati gli ordini di espulsione per le altre famiglie e che vengano fermati i piani di costruzione degli insediamenti a Gerusalemme Est, come previsto dal rispetto del Diritto Internazionale.  In quanto cittadini italiani chiediamo al Consolato Generale di Italia a Gerusalemme di visitare le famiglie al Ghawi, al Hanoun e al Kurd per portare un messaggio di solidarieta’ e sostegno umano e soprattutto politico, come gia’ fatto da altri rappresentanti diplomatici europei e statunitensi.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Class action. La solita manfrina

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

La class action e’ proprio una presa in giro. Non di per se’, ovviamente, ma nella versione edulcorata che Governo e Parlamento le stanno dando prima dell’ipotetica entrata in vigore. Doveva essere attiva -in una versione a nostro avviso orribile (1)- gia’ a gennaio 2008, ma fu rinviata al 29 giugno del medesimo anno; poi al 1 gennaio 2009; poi al 30 giugno 2009 e infine (??) al 1 gennaio 2010 ma, cosi’ c’era scritto, potendola utilizzare per i reati commessi a partire dal 1 luglio 2009. Un po’ di certezza del diritto? Non scherziamo, per favore, siamo nel Paese di Pulcinella, dove la Giustizia e’ uno dei simboli dello stato dei fatti e uno “status symbol”di chiunque ci governi e faccia le leggi. Ecco quindi che nel DL Sviluppo pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.136 dello scorso 31 luglio viene con forza ribadita questa peculiarita’ del nostro sistema/regime: l’azione giudiziaria collettiva non potra’ piu’ essere utilizzata per i reati commessi a partire dal 1 luglio ma solo per quelli a partire dal 15 agosto!! Sara’ perche’ in questo mese e mezzo di differenza sono stati commessi alcuni reati che potrebbero essere oggetto di causa collettiva chiamando a risponderne alcuni dei “gioielli” del nostro sistema economico come, per esempio, Alitalia e i suoi ritardi o gli intasamenti delle autostrade nuove di zecca del nord-est?
E siamo maligni se crediamo che nuovi rinvii potrebbero essere approvati se nuove dimostrazioni dell’efficienza economica del nostro sistema dovessero manifestarsi? Domande pleonastiche!! Nel frattempo, siccome lo sport di parlare senza cognizione di causa e per creare polveroni e’ molto diffuso, e sono in diversi che preannunciano class action contro operatori turistici e vettori aerei che hanno lasciato a terra migliaia di persone… non facciamoci infinocchiare e non perdiamo tempo: che senso avrebbe fare una class action contro chi e’ fallito? Dove dovrebbe prendere i soldi per risarcire i malcapitati? Avrebbe senso, invece, promuovere azioni collettive contro le banche che ci hanno rubato milioni di euro con i prodotti del cosiddetto risparmio gestito (tanto le banche in Italia non falliscono mai), contro l’Alitalia di cui sopra e contro i ladri di Stato che ci massacrano tutti i giorni, ma…. tranquilli: per i cosiddetti privati ci sono le proroghe come quella di ora, per il pubblico le norme approvate e quelle che dovrebbero in qualche modo essere messe a posto entro gennaio 2010 non saranno applicabili. Mettiamoci l’anima in pace e dimentichiamoci la class action. Continuiamo la nostra opera di sostengo e informazione con gli attuali sgangherati strumenti che la Giustizia ci mette a disposizione… quando non è in vacanza come dallo scorso 1 agosto fino al 15 settembre prossimo (sospensione feriale dei termini)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Militari bistrattati dal governo

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Il direttore del “giornale dei militari” Antonella Manotti scrive un articolo molto significativo che dimostra bene il disinteresse per il “mondo militare” ed io aggiungo (grazie anche alla colpevole compiacenza dei Cocer colpevoli nella stessa misura in cui trattano allo stesso modo le rappresentanze confluenti). In particolare, scrive: Nonostante una specifica norma del D.Lgs nr.195/95 impegni il Governo alla convocazione per un preventivo incontro con le parti sociali prima della presentazione ed approvazione del DPEF, il governo ritiene superfluo il confronto e, con un atto di indubbia gravità e di assoluto disinteresse nei confronti del personale del Comparto Sicurezza e Difesa, assume una decisione che. “per le modalità ed i tempi in cui si è sviluppata, non può che essere interpretata come un chiaro ed inequivocabile atto politico di estrema gravità, che non può essere ascritto in alcun modo ad un mero “incidente” ma come conseguenza diretta di una presa di distanze dal personale delle forze di polizia”. Questo il commento dei sindacati della Polizia che non partecipano alla riunione, considerando: “Un tentativo maldestro quello posto in essere dal Governo su precisa sollecitazione di ambienti militari di convocare le rappresentanze del personale dopo l’approvazione del DPEF da parte del Consiglio dei Ministri,che costituisce un ulteriore sgarbo istituzionale ed un rimedio peggiore del male in quanto, oltre a non essere rispettoso delle norme, offende anche la dignità degli operatori della sicurezza e non è rispettoso del ruolo di rappresentanza del personale.” (F.M.) (fonte: Nuovo Giornale dei Militari)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I poliziotti vogliono le scuse da Berlusconi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Egregio Presidente del Consiglio On.le Silvio Berlusconi, Dopo aver sentito il Ministro La Russa paragonare la Polizia alla Fiat ed i Carabinieri alla Ferrari ed il Ministro Brunetta dare dei “panzoni passacarte” ai poliziotti che stanno negli uffici: Visto che denigrare il lavoro dei poliziotti non paga, ma dimostra anzi tutta l’arrogante faccia del potere, inteso nel peggiore dei modi, da parte di chi per primo non sa rinunciare per un secondo alla scorta dagli Appartenenti delle Forze dell’Ordine, ma sa solamente sminuirne il ruolo, senza nemmeno pentirsene. Visto il comportamento del Suo omologo d’oltreoceano: Le chiediamo di fissare una data ed un luogo per poter usufruire della Sua leggendaria ospitalità, in una delle Sue residenze e finalmente rendere giustizia agli insulti che abbiamo ricevuto dagli esponenti del Governo. Attendiamo con fiducia Sue notizie, Le anticipiamo che potremo portare con noi solo una modesta bottiglia di vino, che però vorremmo condividere: l’Amarone. Se non dovessimo ricevere una risposta da parte Sua, attenderemo con fiducia la prossima visita del Presidente Obama, al quale consegneremo tutte le nostre domande di trasferimento presso la Polizia Federale Americana.

Posted in Politica/Politics, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Vacanze romane

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

“Tutto esaurito” per Toccata & Fuga vacanze romane, la kermesse itinerante ideata per i turisti, che in uno speciale a Fontana di Trevi ha voluto celebrare il cinquantesimo anniversario dal famoso bagno di Anita Ekberg. A fare il bilancio della serata, che ha visto oltre 3.000 spettatori gremire piazza di Trevi, il Vicesindaco di Roma, sen. Mauro Cutrufo, ideatore dell’iniziativa giunta alla sua terza edizione. “Anita Ekberg è un’icona della Dolce vita. Fu scelta da Fellini per il film che ha portato le immagini di Roma in tutto il mondo, in un’epoca in cui il cinema raccontava luoghi e paesi lontani, qualche volta inarrivabili. Con la nascita del fenomeno del cineturismo le locations dei set cinematografici sono diventate mete di viaggio, tanto che molti tour operator si sono specializzati nell’offerta di itinerari “da film”. In molti casi ospitare set cinematografici contribuisce all’aumento del flusso turistico, come a Matera che ha decuplicato il numero dei turisti dopo avere ospitato il film “Passion” di Mel Gibson. A Roma questo è impossibile per ovvi motivi, visto che la città eterna attrae milioni di turisti ogni anno – ha detto Cutrufo –  ma film come “il Gladiatore” con Russel Crowe o più recentemente “Angeli e demoni” di Ron Howard, muovono un interessante segmento tra gli amanti di questo tipo di viaggi. Proprio per questo porteremo la borsa del cineturismo a Roma e la presenteremo nell’ambito del Festival del Cinema – ha detto Cutrufo. A Fontana di Trevi, gremita oltre l’inverosimile si è esibito il cast di Toccata & Fuga su di un set cinematografico allestito per l’occasione.  Fabio Andreotti, Olga Adamovich, Marco Santoro e Federica Proietti accompagnati dal maestro Sergio La Stella, hanno “letto” alcune delle pagine più belle della Tosca di Puccini, mentre sulla naturale scenografia della fontana, Tosca, Mario ed il famigerato Barone Scarpia (figuranti vestiti con i costumi del Teatro dell’Opera di Roma), con un’azione scenica hanno accompagnato le voci rendendo magica l’atmosfera intorno alla famosa fontana. “Un ringraziamento particolare va a chi ha contribuito alla riuscita della serata, primo fra tutti il Corpo di Polizia Municipale, che ha saputo gestire con grande professionalità tutta la situazione logistica sulla piazza”. Toccata & Fuga tornerà domenica 9 agosto alle ore 19.00 a piazza del Colosseo, lunedì 10 agosto alle ore 21.15 (piazza Navona ed a seguire piazza di Spagna), venerdì 14 agosto alle ore 22.00 piazza di Spagna e terminerà lunedì 17 agosto ore 21.15 (piazza Navona ed a seguire piazza di Spagna).

Posted in Roma/about Rome, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Difesa fondi marini

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

“Sarà il senatore Raffaele Ranucci del Partito democratico il relatore del disegno di legge per “Istituzione di campi ormeggi attrezzati per imbarcazioni da diporto nelle isole minori e nelle aree marine di maggior pregio ambientale e paesaggistico” che, approvato all’unanimità in Commissione Territorio, Ambiente e Beni ambientali e con il parere favorevole del governo, approda in aula il 17 settembre. Il Dl, di cui il senatore Ranucci è il primo firmatario insieme ai senatori Zanda, Della Seta, del PD e Villari del gruppo misto, ha iniziato il suo iter lo scorso anno e dopo i pareri non ostativi delle commissioni Affaricostituzionali, programmazione economica e Bilancio e degli Affari regionali, passa finalmente all’esame dell’Aula di Palazzo Madama. “Il disegno di legge – illustra il senatore Ranucci nella sua relazione  – mira a promuovere un progetto di infrastrutturazione leggera delle isole minori italiane, delle aree marine protette e di reperimento e di particolari tratti di costa, che li doti di campi di ormeggio attrezzati, cosiddetti campi boe, laddove più alta è la pressione del diporto. La finalità dei campi boe  – sottolinea il senatore – è di limitare, se non eliminare del tutto, gli ancoraggi sulle praterie di Posidonia oceanica o comunque in aree con fondali protetti per evitare una eccessiva pressione turistica ed antropica”. “La regolamentazione degli ancoraggi e degli accessi nelle aree protette, oltre a rispondere alla predetta esigenza ambientale, si rende necessaria per far fronte alle difficoltà degli approdi particolarmente sentita nel periodo estivo” conclude il senatore Ranucci.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Overbooking da eliminare

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Come si puo’ classificare una societa’ o una persona che vende due volte lo stesso prodotto o servizio al cittadino? Truffa? Raggiro? Furbizia? Ebbene, succede che le compagnie aeree vendano piu’ posti di quanti ne dispone un aereo perche’, secondo un calcolo statistico delle stesse compagnie, una certa percentuale di passeggeri non si presenta all’imbarco e, quindi rimangono posti disponibili per una ulteriore vendita. Insomma, le compagnie aeree vendendo due volte lo stesso posto guadagnano il doppio. Semplice, no? Il bello è che questo modo di fare è stabilito da normative europee.I risultati sono quelli che si vedono in questi giorni di esodo estivo. Siamo d’accordo con il viceministro alle Infrastrutture e Trasporti, Roberto Castelli: l’overbooking (sovraprenotazione) va abolita. Se così non fosse chiunque offre un servizio (treni, alberghi, ecc.) potrebbe reclamare l’applicazione dei meccanismi perversi dell’overbooking aerea. Riassumiamo qui appresso i diritti del passeggero. Per approfondimenti rimandiamo alla scheda pratica. In caso di overbooking la compagnia aerea deve offrire al passeggero una delle seguenti scelte:
* il rimborso del prezzo del biglietto entro 7 giorni in denaro o con buoni di viaggio e/o altri servizi; * il primo volo possibile fino a destinazione; * un volo in data successiva, a scelta del passeggero. In aggiunta la compagnia aerea deve pagare un risarcimento in contanti pari a: * 250 euro per i voli fino a 1.500 km; * 400 euro per i voli interni alla Ue oltre 1.500 km e per tutte le altre tratte comprese tra 1500 e 3500 chilometri; * 600 euro per i voli che non rientrano nei punti precedenti.
La compagnia aerea deve inoltre offrire gratuitamente: * due telefonate o fax, telex o e-mail; * pasti o rinfreschi; * il pernottamento in albergo; Il passeggero ha diritto alla differenza di prezzo se viaggia in una classe inferiore a quella prenotata. Il passeggero non e’ tenuto a chiedere i risarcimenti e i servizi elencati perche’ devono essere erogati  dalla compagnia aerea che deve informare i passeggeri dei loro diritti. (Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Trasloco “La Rinascente” in via del Tritone

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Roma centro storico. “La fine programmata del piccolo commercio e della piccola distribuzione nel centro storico. Questo il mio commento alle allarmanti notizie provenienti da un quotidiano nazionale, che annunciano ben 15.000 metri quadrati di superficie commerciale in arrivo nella storica Galleria INA, di via del Tritone. Faccio mie le perplessità della associazione Tridente sul grave impatto urbanistico e viario di una struttura di questa portata che condannerà a morte le piccole botteghe storiche del centro. In special modo quelle dedicate all’abbigliamento. Gioiscano dunque le friggitorie, le mescite di liquori e tutta la scadente filiera del precotto e del kitsch che oramai spadroneggia negli angoli più belli e pregiati del Centro. Si vedono nell’immediato futuro nuovi spazi pubblici da conquistare ad uso di Sua Maestà il tavolino.   Appaiono poi pretestuose le giustificazioni che accompagnano solitamente,  come amuleti scaccia-guai, operazioni urbanistiche di questa portata: ovvero la riqualificazione delle zone limitrofe.  Un adagio noioso, quando non chiaramente falso, trattandosi di zone assai pregiate che in ogni “riqualificazione” vedono  pericolosi adeguamenti architettonici e funzionali  in omaggio alla tal struttura cui dovranno essere “di servizio”, e non certo per l’interesse generale . Il no del I Municipio appare motivato ed apprezzabile nel momento in cui si fa rilevare l’incongruenza del progetto presentato con le norme del PRG in merito agli standard urbanistici. Sarebbe invece limitativo e deprecabile se il no fosse  subordinato alla realizzazione di un grande parcheggio sotterraneo proprio sotto l’edificio.  Desta poi particolare allarme  la sorte che potrebbe toccare al pregevole edificio della “Rinascente” di Largo Chigi:  appare certa la ristrutturazione  per il celebre edificio costruito dagli architetti Giulio De Angelis e Sante Bucciarelli nel 1887, con tutto quel che precede e segue queste operazioni.  Ben venga dunque la proposta della storica Fondazione Critica Liberale, di via delle Carrozze, per la trasformazione dello storico Palazzo della Rinascente in una biblioteca pubblica o meglio nella sede della prima permanente dell’editoria romana. Il plauso che la proposta ha ricevuto presso l’Editore Croce e che sta ricevendo alla Regione Lazio,  lascia ben sperare che prima dell’inizio dei lavori, previsti per il 2012, tutti gli attori istituzionali pubblici della Capitale,  avranno potuto  legittimamente esercitare  una  moral suasion  per evitare che  un altro edificio pregiato del centro di Roma, cada nelle mani dell’ennesima multinazionale straniera di abbigliamento low cost. Le peculiari caratteristiche architettoniche del palazzo, le grandi balconate sorrette dalle pregevoli colonne di ghisa che circondano senza soluzione di continuità la pianta quadrata, il grande lucernario centrale, le scale e le scale mobili laterali ed i magazzini lo rendono ideale per una destinazione culturale a bassissimo  impatto architettonico ed urbanistico.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Easyviaggio dà voce ai rimborsi

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Le due truffe subite dai clienti Myair e Todomondo si stanno rivelando peggio di quel che si credeva. Ad aggravare la situazione infatti ci si mette il sistema dei rimborsi italiano. Sulla carta, esiste un “Fondo nazionale di garanzia del consumatore di pacchetti turistici” destinato a garantire al consumatore il rimborso del prezzo versato in caso di fallimento o di accertata inadempienza del venditore o organizzatore di viaggi e vacanze. Il fondo è costituito dal 2% dell’ammontare dei premi delle polizze assicurative che le agenzie di viaggi versano per l’esercizio della propria attività. In realtà, il Fondo è vuoto. Per rimediare al buco, il ministro del turismo Michela Brambilla ha attivato la scorsa settimana un fondo riservato ai soli clienti Todomondo. Notizia positiva per metà, in quanto il Ministro ha comunicato che gli unici beneficiari del Fondo saranno ”i turisti che abbiano acquistato pacchetti turistici in Italia da agenzie regolarmente autorizzate dall’autorità competente”, vale a dire un’agenzia di viaggi tradizionale. Conseguenza inevitabile di questa vicenda è di certo un’accresciuta diffidenza verso chi vende on-line. Il vero problema, spiega Easyviaggio, non è tanto quale sia l’acquisto più sicuro (on-line o presso agenzia), ma se esista una garanzia di essere rimborsati in caso d’inadempienza dell’operatore o fallimento. Questo tenuto conto che le agenzie di viaggi falliscono in numero almeno pari a chi opera on-line! A differenza di altri Paesi, come Francia o Gran Bretagna, dove esistono istituzioni preposte come garanzia delle agenzie viaggi tradizionali o on-line, e di conseguenza alla tutela dell’acquirente (in Francia la SNAV, Organizzazione nazionale dei professionisti del viaggio, esistente fin dal 1945, e CETO, Organizzazione dei Tour operators), in Italia tutto è di competenza del Ministero del Turismo. L’esistenza di un ente superiore incaricato di impedire frodi a livello telematico e di controllare i circuiti delle carte di credito eliminerebbe la nozione stessa di “incauto acquisto” legato a internet (si sta infatti profilando l’ipotesi di una sorta di responsabilità dei consumatori stessi perché hanno “incautamente acquistato” dei pacchetti online). Come fare, allora, per ottenere un rimborso? Sul sito dell’Associazione per i diritti degli utenti e dei consumatori (ADUC) è disponibile un vademecum efficace (Todomondo e MyAir.  Parte del gruppo Easyvoyage.com, lanciato in Francia nel 2001 da Jean-Pierre Nadir, Easyvaggio.com approda in Italia l’11 marzo 2008. Primo portale d’infomediazione completamente dedicato al turismo, Easyviaggio.com ha già raggiunto dei risultati molto importanti: oltre 504 mila visitatori unici al mese, più di 200 mila clic rimandati ogni mese verso gli operatori e oltre 1.300.000 di abbonati alle newsletter. Easyviaggio.com offre un approccio originale grazie alla combinazione di cinque elementi: forti contenuti editoriali, comparazione tra le offerte del mercato (voli, circuiti, soggiorni, hotel), classificazione degli hotel, community on-line e la newsletter con selezione di offerte speciali

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo e disagi viaggiatori

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Non è possibile, denuncia Paolo Landi, Segretario Generale Adiconsum, che il turismo italiano, grande ricchezza  reale e potenziale, sia per l’ennesima volta danneggiato da un sistema dei trasporti inefficiente.  Redditi, posti di lavoro, godimento delle bellezze naturali e culturali,  dichiara Pietro Giordano, Segretario Nazionale Adiconsum, sono messi a repentaglio da un sistema del trasporto aereo, ferroviario e stradale che risulta essere un disservizio continuo, un vero e proprio “colabrodo”, come dimostra ciò che è avvenuto durante l’esodo estivo del week end di inizio agosto. Blocchi di ore ed ore al passante di Mestre, ed in tante altre tratte autostradali, con migliaia di turisti ed automobilisti, bloccati sotto il sole con minima o nulla assistenza. Quali responsabilità hanno le società autostrade? Quali quelle delle Autorità di controllo? Com’è possibile che non si preveda che un’autostrada ad imbuto crei una fila di 32 km sotto il sole torrido di inizio agosto? Ciò non basta, continua Giordano, anche in stazioni importanti come Termini, nel venerdì dell’esodo, i turisti stranieri non riuscivano ad avere informazioni sulle partenze, perché nel terzo millennio le nostre stazioni informano i viaggiatori solo in lingua italiana. Non meno disagi Adiconsum ha registrato negli aeroporti di Italia, con overbooking, cancellazioni voli, ritardi aerei e smarrimenti dei bagagli.  L’overbooking, continua Giordano, è una cattiva prassi che va ridotta ai minimi termini, soprattutto  nei periodi degli esodi estivi ed invernali. Adiconsum, chiede urgentemente un tavolo concertativo permanente con i Ministeri del Turismo e dei Trasporti, le Associazioni imprenditoriali di settore e con l’Enac, per prevenire i consueti disservizi e trovare soluzioni adeguate per il rilancio di un comparto produttivo, come quello del turismo, centrale per l’economia italiana.

Posted in Diritti/Human rights, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Air France mette all’asta i voli inaugurali

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Air France ha scelto di mettere all’asta 380 poltrone, in ognuno dei propri voli inaugurali dell’Airbus A380, che collegheranno Parigi a New York il prossimo 20 novembre e New York a Parigi il prossimo 21 novembre 2009. La vendita all’asta, le cui modalità saranno comunicate in seguito, avrà luogo il prossimo ottobre su internet e sarà disponibile in tutti i paesi. I vincitori dell’asta viaggeranno per una tratta sul volo inaugurale dell’A380 ed al ritorno su uno degli altri voli in programma. Le partenze dei voli inaugurali avverranno unicamente da Parigi e da New York.  I proventi dell’asta saranno devoluti a tre dei progetti umanitari dalla Fondation Air France per l’Infanzia in difficoltà :  in Francia (Marsiglia) : «Association Arts et Développement», atelier di pittura di strada all’interno dei quartieri, in Sud Africa (Johannesburg / Soweto, Alexandra e Witbank) : «Association François-Xavier Bagnoud», programma extra scolastico rivolto agli orfani dell’AIDS,in India (Nuova Delhi): «Association Plan France», progetto che ha come obiettivo il miglioramento delle condizioni di vita dei bambini costretti al lavoro minorile. «A partire dal 1992 la Fondation Air France ha sostenuto oltre 580 progetti in 67 paesi per consentire all’infanzia sofferente ed in grave difficoltà di poter accedere allo studio e all’istruzione, senza dimenticare lo svago. Ci è sembrato importante che il primo volo di un Airbus A380 di Air France non fosse solo il festeggiamento di un aereo innovativo al servizio dei clienti, ma anche il simbolo di azioni di solidarietà», precisa Pierre-Henri Gourgeon, Direttore generale di Air France. I primi voli commerciali Parigi – New York in Airbus A380 inizieranno ad operare il 23 novembre 2009 ed è possibile prenotare i posti fin d’ora.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sud: riappare il fantasma della Cassa del Mezzogiorno

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

«Per il Sud la Cassa del Mezzogiorno sarà per sempre un fantasma. Ogni volta che un governo non riesce a realizzare la sfida della convergenza, ecco che torna ad aleggiare su di noi, come se bastasse evocarlo per uscire d’incanto dal dualismo che, da decenni, frena lo sviluppo di tutto il Paese. Così oggi Berlusconi e Tremonti, a corto di soluzioni e sotto pressione per le spinte centrifughe dei meridionalisti della maggioranza, rispolverano la carta dell’assistenzialismo e propongono un rimedio peggiore del male che vorrebbero, a parole, curare. La verità è che il Sud ha bisogno di altro. Quando Ciampi e Andreatta decisero di chiudere la Cassa per il Mezzogiorno, nel 1993, lo fecero spinti soprattutto dalla consapevolezza che si trattava di uno strumento inutile e deresponsabilizzante per gli amministratori. Partì allora, non a caso, la grande stagione della programmazione negoziata e degli incentivi automatici che, dal 1996 al 2001, permise alle regioni meridionali più virtuose di recuperare terreno e di crescere più del Nord. Poi dal 2002, con il secondo governo Berlusconi, di nuovo la frenata. Da allora una china inarrestabile che in queste settimane i dati Svimez hanno confermato con una fotografia senza appello. Che senso ha tornare indietro di quindici anni? Possibile che l’esperienza maturata con la gestione dei Fondi Strutturali, con il percorso imboccato verso il federalismo e con lo stimolo alla responsabilizzazione di regioni ed enti locali venuto da Bruxelles possa essere archiviata così, solo per mettere a tacere i malumori di una parte della coalizione al governo?». Così Guglielmo Vaccaro, deputato del Partito Democratico, eletto in Campania.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Più militari a Torino?

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Dichiarazione dell’On. Giorgio Merlo (PD):“Sul raddoppio della presenza dei militari in città si può anche dissentire sulla reale efficacia della decisione, ma è indubbio che rappresenta una misura concreta in più capace di contrastare il pianeta della criminalità nelle sue varie articolazioni. E Torino, com’è ovvio, non è esente da questa emergenza. Un tema, quello della sicurezza, che richiede anche da parte del centro sinistra piemontese, una riflessione meno legata alla propaganda e più ancorata alle situazioni di difficoltà che quotidianamente si scaraventano sui cittadini”. (n.r. E’ la solita musica. Sembra che lo spauracchio delle “divise” serva per lo meno a farci dimenticare che la sicurezza è tutt’altra cosa. Manca, semmai, la certezza che si possa perseguire efficacemente chi delinque. Che i processi siano rapidi e risolutivi. Che chi commette un reato, per quanto possa essere di lieve entità non vi sia più quel rapporto odioso che ci dice che il 90% degli scippatori, dei borseggiatori, dei truffatori, dei furti nelle abitazioni la fa franca. Non è colpa della polizia. Non è colpa dell’esercito ma della filiera giustizia nel suo complesso poiché l’iter processuale dura anni, le carceri sono sovraffollate, la sorveglianza sul territorio è dismogenea, il personale non è utilizzato al meglio e per compiti specifici al loro grado di preparazione e d’ingaggio tanto che vi sono carabinieri che fanno i dattilografi nelle procure e poliziotti negli uffici amministrativi nelle sedi ministeriali, nelle prefetture ecc. Se non mettiamo ordine a tutto ciò non avremo la possibilità di rispondere al meglio al bisogno di sicurezza dei cittadini. Il resto è solo fumus per gli allocchi di turno)

Posted in Cronaca/News, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La Ru 486 sta scatenando fiumi di parole

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Lettera al direttore. Però difficilmente assistiamo ad un dialogo costruttivo. Ognuno dice la sua, e nessuno fa il minimo tentativo di capire le ragioni dell’altro, e di confutarle con validi argomenti se non si trova d’accordo. Vorrei provare a contestare alcune frasi del cardinale Bagnasco, che non mi sono sembrate giuste. Intervistato da Avvenire ha dichiarato: «Da una parte c’è la donna, certo, ma di fronte a lei c’è il diritto di una nuova vita umana che ha tutta la dignità della persona. Le libertà devono dialogare». Ora, come può avvenire il dialogo tra la libertà di una donna (anche lei ha tutta la dignità della persona), che si trova ad essere incinta contro la sua volontà, e la libertà della nuova vita umana? Non può esserci dialogo, giacché necessariamente prevale la libertà dell’una o dell’altra. Il cardinale ha detto ancora: «A ben vedere, il discorso della libertà di scegliere ciò che si preferisce afferma solo il diritto del più forte». Come si può parlare di libertà di scegliere ciò che si preferisce, se una donna viene a trovarsi davanti ad un fatto compiuto? Si trova a scegliere tra due costrizioni: portare avanti la gravidanza non desiderata, oppure abortire. Sarebbe come dire che si può scegliere, non so, tra l’essere frustati o bastonati.  Altra affermazione del cardinale: «La pillola abortiva rende tutto più facile». E allora? Questa mi sembra un’offesa alla dignità della donna, ritenuta irresponsabile, giacché farebbe dipendere la sua decisione, non dalla necessità, ma dal modo più o meno facile di abortire. (Francesca Ribeiro)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Cesare Pavese 2009

Posted by fidest press agency su mercoledì, 5 agosto 2009

Santo Stefano Belbo (Cn) 30 agosto 2009 Via Cesare Pavese, 20 Cepam I vincitori della XXVI edizione saranno decretati venerdì 7 agosto  e premiati domenica 30 agosto 2009 a Santo Stefano Belbo (Cn) Organizzato e promosso dal Cepam-Centro Pavesiano Museo Casa Natale, assieme alla Fondazione Cesare Pavese e al Comune di Santo Stefano Belbo, il Premio Cesare Pavese è la prima manifestazione frutto del Parco Culturale Piemonte Paesaggio Umano, il nuovo coordinamento che riunisce la Regione Piemonte, la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura e numerosi Comuni e soggetti culturali che operano tra Langhe, Roero e Monferrato. Espressione della volontà congiunta delle realtà pubbliche e private locali, il Parco nasce per non disperdere il ricco patrimonio culturale e letterario sviluppato in questi anni. Il Premio Cesare Pavese prevede due sezioni: opere edite e opere inedite. Tre i riconoscimenti che saranno attribuiti per le opere edite: premio individuale di narrativa; premio del Presidente della Giuria destinato a un’opera di narrativa, poesia o saggistica; premio di saggistica generale o di critica delle opere di Pavese. Per la sezione opere inedite, la Giuria assegnerà: il premio di narrativa; il premio di poesia; il premio di saggistica; il premio a una tesi di tesi di laurea che abbia affrontato uno studio o una critica dell’opera di Pavese (promosso dall’Azienda Agricola Giacinto Gallina); il premio per medici scrittori in lingua italiana o francese (promosso dall’Associazione Medici Scrittori Italiani e dall’Union Mondial Médecins Escrivains).il premio di narrativa e di poesia in lingua piemontese (promosso dalla rivista Piemonteis Ancheuj); La cerimonia di premiazione delle opere edite sarà preceduta dalla giornata pavesiana di sabato 29 agosto, interamente dedicata allo scrittore, alla sua poetica e ai luoghi da lui narrati: in programma la passeggiata pomeridiana alla scoperta delle ambientazioni de La luna e i falò e la premiazione delle opere inedite ispirate a Pavese. In serata gli scrittori Andrea Bajani, Giuseppe Culicchia e Margherita Oggero, insieme a Ernesto Ferrero, direttore del Salone del Libro, proporranno al pubblico brani e versi che sono diventati un classico della letteratura italiana e internazionale (l’appuntamento è curato in collaborazione con la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura).La Giuria del Premio Cesare Pavese è presieduta da Giovanna Romanelli (docente all’Università Cattolica di Milano; è stata professoressa alla Sorbona). ed è composta dal Vicepresidente Adriano Icardi (professore; è stato Senatore, Assessore alla Cultura della Provincia di Alessandria e Sindaco di Acqui Terme), Luigi Gatti (Presidente del Cepam), Pierluigi Cavalli (membro dell’Associazione Medici Scrittori Italiani), Abraham De Voogd (membro dell’Union Mondial Médecins Ecrivains), Giuseppe Rosso (professore e membro della sezione italiana dell’Union Mondial Médecins Ecrivains), Camillo Brero (studioso e divulgatore della lingua piemontese; autore del Vocabolario della lingua piemontese e della Grammatica della lingua piemontese). Luciana Bussetti Calzato (professoressa e scrittrice di racconti).
Associazione culturale nata nel 1976 a Santo Stefano Belbo, il Cepam-Centro Pavesiano Museo Casa Natale è da sempre impegnato a diffondere le opere di Cesare Pavese e a fornire impulso allo sviluppo culturale e socio-economico del territorio. Tra le iniziative in programma ogni anno: il concorso di pittura  e quello di scultura, giunti nel 2009 rispettivamente alla XX e alla XIII edizione; il premio letterario Il vino nella letteratura, nell’arte, nella musica e nel cinema; la pubblicazione della rivista Le colline di Pavese e dei Quaderni del Cepam; l’allestimento di mostre personali e collettive di pittura, scultura e fotografia; l’organizzazione della manifestazione Il Moscato nuovo in festa nel mese di dicembre. Gestisce l’Osservatorio Permanente sugli studi pavesiani nel mondo (coordinato dal professore Antonio Catalfamo dell’università di Messina), che monitora il panorama letterario internazionale per individuare e pubblicare nuovi studi e saggi sull’opera dell’autore di La casa in collina.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »