Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Liberalismo, Pio XI e l’azione cattolica

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 agosto 2009

pio XIAnche un maurrassiano di ferro, come Yves Chiron, nel suo interessante libro Pio XI (Cinisello Balsamo, San Paolo, 2006), è costretto ad ammettere che il pontificato di papa Ratti fu caratterizzato dall’ “antimodernismo della regalità sociale di Cristo” (pp. 155-177), dall’impulso alle missioni, che portarono il Vangelo in gran parte del mondo non ancora evangelizzato e approfondirono il cristianesimo nelle anime indigene che già lo avevano ricevuto (pp. 178-197). Dall’Azione Cattolica, intesa dal Papa come dover “rifare la società cristiana” (p. 229). Anche per quanto riguarda i ‘cristeros’, Chiron è assai equilibrato con Pio XI, cfr. pp 376-384; 431-438. Pure in Messico, sebbene alla fine (“meglio tardi che mai”), i frutti vennero: «Il governo messicano aveva già iniziato a modificare la sua politica. Durante il 1937 e il 1938 a poco a poco saranno riaperte tutte le chiese e il numero dei preti autorizzati non subirà più limitazioni. Questa vittoria è dovuta da una parte alla fermezza dimostrata da Pio XI nelle sue encicliche e allocuzioni. Ma anche alla resistenza armata e spirituale dei cattolici messicani, resistenza armata che è stata riconosciuta legittima dalla Chiesa [e da Pio XI] anche se tardi» (p. 438).  Certamente, ciò non significa che tutte le scelte pratiche e le azioni di Pio XI, siano state le migliori possibili, ma neppure che esse siano state gravemente disordinate e inficiate dal peccato mortale del liberalismo dottrinale o pratico. Come al solito si tratta di distinguere: né errore per eccesso (angelismo: che vorrebbe fare del Papa un angelo e un semi-dio), né errore per difetto (anti-papismo: che tende a svalutare e condannare come gravemente peccaminoso l’operato pratico-politico di un Papa, quando – col senno di poi – esso si rivela non pienamente soddisfacente), ma in medio et culmen stat veritas: se i princìpi sono conformi alla dottrina cattolica e la loro applicazione è – per quanto umana fragilità lo permetta – conforme alla recta ratio agibilium, ci si trova di fronte ad un Papa che ha custodito il Deposito affidatogli da Cristo ed ha cercato di calarlo in pratica, in circostanze non sempre facili, con la possibilità implicita di non ottenere il massimo, ma pur sempre con la retta intenzione di correggersi, qualora si accorgesse di aver fatto falsa strada. Ora Pio XI, mi sembra appartenere proprio a quest’ultima classe di Papi. (d. Curzio Nitoglia) (Pio XI)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: