Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Mariani su sanità Lazio

Posted by fidest press agency su giovedì, 6 agosto 2009

Roma.“La decisione del Presidente Marrazzo di rispedire al mittente il riordino del sistema ospedaliero presentato dal subcommissario Morlacco e dal Governo è una scelta importante e condivisa. Avevamo ragione infatti a denunciare con forza la pericolosità del Piano governativo e i suoi effetti devastanti”, è quanto fa sapere in una nota Peppe Mariani, Presidente della Commissione Lavoro, Politiche Giovanili, Pari Opportunità e Politiche Sociali “Quella che va assolutamente rifiutata – prosegue Mariani – è l’idea di poter ridurre il settore sanitario ad un problema meramente economico e contabile. Ma non basta. L’assurdità dell’azione del Governo è dimostrata ulteriormente dal fatto che i conti del sub commissario sono anche sbagliati. La proposta si riferisce infatti a 5 milioni e 304 mila persone, quando gli interessati nel Lazio sono più di 5 milioni e 632 mila. Questo rende bene l’idea di un progetto folle e sconclusionato che mira unicamente a sottrarre al Lazio quei 214 milioni di euro che gli spettano e che invece non vengono elargiti. ”“Il Piano di Morlacco  inoltre penalizza e declassifica per assurdo proprio quelle strutture e le relative Aziende che hanno operato virtuosamente. Nel nostro Sistema Sanitario Regionale, che risulta uno dei pochi sistemi a livello mondiale equo e solidale, sono numerosi i fiori all’occhiello che vanno potenziati e valorizzati, mentre il vero spreco di risorse è da ricercarsi in una mancata organizzazione del patrimonio umano, culturale e strutturale già esistente.” “In questo senso la medicina territoriale deve assumere un’importanza strategica nel valutare l’attuale offerta, in rapporto ai bisogni reali dei diversi territori regionali, organizzando e promuovendo la capillarità del servizio, con grande beneficio per l’utenza.”“Se il filo conduttore del cambiamento è costituito soltanto dai costi delle prestazioni, e di conseguenza dai fatturati degli Ospedali, senza peraltro avere dati esatti sull’attuale  dotazione di posti letto nei vari Presidi,  la Sanità nella nostra regione sarà destinata ad andare al collasso.  “La definizione di un Sistema Sanitario moderno ed innovativo – continua Mariani – necessita al contrario di condivisione, coinvolgimento e valorizzazione di tutti i soggetti che erogano e usufruiscono del servizio sanitario: dai cittadini alle amministrazioni locali, fino ad arrivare agli ordini professionali. Quella condivisione che abbiamo praticato per esempio, nella riforma dei servizi sociali approvata venerdì scorso in Commissione”  “Per questo motivo – conclude Mariani – è di fondamentale importanza avviare immediatamente gli Stati Generali della Sanità, per ridare centralità ai bisogni dei cittadini e per elaborare risposte immediate e certe con tutti gli attori realmente interessati.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: