Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 8 agosto 2009

Eletta Miss Trecate

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Miss Italia a Trecate.Grande successo di pubblico a Trecate per l’ultima selezione regionale di Miss Italia, prima delle finali del 21 agosto. Ventidue ragazze, oltre a tre fuori concorso, hanno partecipato alle selezioni tenutesi nella capiente cornice di Piazza Cavour, di fronte a un pubblico di oltre mille persone.“Una bella iniziativa, interessante e partecipata – ha commentato il Sindaco Enzio Zanotti Fragonara– cittadini e commercianti hanno apprezzato e il pubblico in piazza ha seguito lo spettacolo con attenzione ed entusiasmo. Speriamo di poter ripetere questa esperienza anche in futuro”.Nel salotto buono di Trecate, abbellito dagli effetti scenografici della nuova illuminotecnica del palazzo municipale, una giuria severa composta da autorità, imprenditori, commercianti ed artigiani, ha valutato le ragazze in gara assegnando il titolo di Miss Moda Mare Diana T, valido per l’accesso alle prefinali nazionali di Salsomaggiore Terme. La fascia è andata a Giulia Fratton, studentessa di vent’anni che vive a Novara. Secondo posto a Daniela Piovano, 17 anni di Alessandria. Terza classificata Anastasia Michailidis, ventunenne di Trecate che studia lingue all’università e nel tempo libero lavora in un bar di Novara. A quest’ultima è andata anche la fascia di Miss Trecate.“Siamo soddisfatti di aver organizzato qui a Trecate una delle tappe più prestigiose di Miss Italia – ha detto l’assessore alla cultura Federico Binatti – ora speriamo che le ragazze premiate facciano strada. Un ringraziamento all’agente regionale del concorso Vito Buonfine, per il prezioso supporto organizzativo”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Afghanistan: italiani sotto attacco talebano

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

“Il nuovo attacco, come riportato dalle agenzie di stampa, fortunatamente non ha causato ne morti ne feriti  ma la gravità dei danni riportati dal mezzo dimostrano ancora una volta che il Lince  non è assolutamente adeguato alle attuali condizioni operative che devono affrontare i militari del contingente italiano.” Lo afferma Luca Marco Comellini, segretario del partito per la tutela dei diritti dei militari. “Dopo i proclami fatti dal Ministro La Russa in merito all’impiego di nuovi e più potenti armamenti – prosegue comellini – che poi si sono rilevati privi di ogni immediato utilizzo, temiamo seriamente per la vita dei nostri militari che continuano ad urilizzare mezzi e dotazioni di protezione individuale assolutamente inadeguati ai mutati compiti che li vedono impegnati. Ribadiamo con forza l’invito già rivolto nei giorni scorsi al Ministro della Difesa di valutare attentamente le decisioni tattiche e operative che gli vengono sottoposte dai vertici militari, decisioni queste, che a nostro avviso, – aggiunge Comellini – non sempre corrisppondono alle reali possibilità delle Forze armate. Lo abbiamo visto con i Tornado e con i Freccia – conclude Comellini – dove, questi ultimi mezzi, oltre a non essere disponibili, non possono essere impiegati perchè ci sono neanche equipaggi addestrati”.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’unità d’Italia tra il reale e il supposto

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Riportiamo, sia pure in sintesi, un interessante articolo, sotto forma di lettera, che è uscito sul Corriere della Sera di venerdì 7 agosto 2009 a firma di Claudio Magris dove il giornalista pensa d’avere come suo naturale interlocutore il ministro Gelmini della Pubblica istruzione: “Signor ministro, mi permetto di scriverLe per suggerirLe l’opportunità di ispirare pure la politica del Ministero da Lei diretto, ovvero l’Istruzione — a ogni livello, dalla scuola elementare all’università — e la cultura del nostro Paese, ai criteri che ispirano la proposta della Lega di rivedere l’art. 12 della Costituzione, ridimensionando il Tricolore quale simbolo dell’unità del Paese, affiancandogli bandiere e inni regionali. Programma peraltro moderato, visto che già l’unità regionale assomiglia troppo a quella dell’Italia che si vuole disgregare. Ci sono le province, i comuni, le città, con i loro gonfaloni e le loro incontaminate identità; ci sono anche i rioni, con le loro osterie e le loro canzonacce, scurrili ma espressione di un’identità ancor più compatta e pura. Penso ad esempio che a Trieste l’Inno di Mameli dovrebbe venir sostituito, anche e soprattutto in occasione di visite ufficiali (ad esempio del presidente del Consiglio o del ministro per la Semplificazione) dall’Inno «No go le ciave del portòn», triestino doc. La letteratura dovrebbe ad esempio esse¬re insegnata soltanto su base regionale: nel Veneto, Dante, Leopardi, Manzoni, Svevo, Verga devono essere assolutamente sostitui¬ti dalla conoscenza approfondita del Moroso de la nona di Giacinto Gallina e questo vale per ogni regione, provincia, comune, frazione e rione. Anche la scienza deve esse¬re insegnata secondo questo criterio; l’ope¬ra di Galileo, doverosamente obbligatoria nei programmi in vigore in Toscana, deve essere esclusa da quelli vigenti in Lombar¬dia e in Sicilia. Per quel che riguarda la Storia dell’Arte, che Michelangelo e Leonardo se lo tengano i maledetti toscani, noi di Trieste cosa c’entriamo con il Giudizio Universale? E per la musica, massimo rispetto per Verdi, Mozart o Wagner, che come gli immigrati vanno bene a casa loro, ma noi ci riconosciamo di più nella Mula de Parenzo, che «ga messo su botega / de tuto la vendeva / fora che bacalà». Bisogna rivalutare il rione, cellula dell’identità. Io, per esempio, sono cresciuto nel rione triestino di Via del Ronco e nel quartiere che lo comprende; perché dovrei leggere Saba, che andava invece sempre in Viale XX Settembre o in Via San Nicolò e oltretutto scriveva in italiano? Neanche Giotti e Marin vanno bene, perché è vero che scrivono in dialetto, ma pretendono di parlare a tutti; cantano l’amore, la fraternità, la luce della sera, l’ombra della morte e non «quel buso in mia contrada»; si rivolgono a tutti — non solo agli italiani, che sarebbe già troppo, ma a tutti. Insomma, so¬no rinnegati. Ci riconoscevamo in quella frase di Dante in cui egli dice che, a furia di bere l’acqua dell’Arno, aveva imparato ad amare fortemente Firenze, aggiungendo però che la nostra patria è il mondo come per i pesci il mare. Sbagliava? Oggi certo sembrano più attuali altri suoi versi: «Ahi serva Italia, di dolore ostello, / nave sanza nocchiere in gran tempesta, / non donna di province, ma bordello!».

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Calcio: Grazie Lazio

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

«Grazie alla Lazio, Roma lega indissolubilmente il suo nome ad una finale destinata a restare nella storia del calcio: proprio nel giorno in cui ricorre il primo anniversario delle Olimpiadi di Pechino, infatti, tifosi, famiglie, giovani e bambini si sono ritrovati ancora una volta allo stadio ‘Nido d’Uccello’, per assistere ad un esaltante evento di sport, stavolta ‘made in Italy’. E la vittoria dei biancocelesti è senza dubbio la migliore delle pubblicità per l’immagine della capitale, che da oggi potrà contare sul sostegno e la simpatia di tantissimi sportivi asiatici. Nel rivolgere un pensiero particolare ai supporter che hanno percorso oltre 8mila chilometri per seguire la loro squadra del cuore, giungano alla Lazio i più vivi complimenti, per aver conquistato il primo titolo della stagione 2009/2010. Non possiamo che dare appuntamento a tutta la squadra in Campidoglio, che in occasione dei festeggiamenti per il ritorno in A della Lazio femminile ha già ospitato la Tim Cup, per festeggiare insieme la Supercoppa Italiana». È quanto dichiara il Delegato allo Sport, Alessandro Cochi.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Supercoppa: i complimenti di Alemanno alla Lazio

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

«Esprimo le mie congratulazioni alla squadra e alla società per la vittoria della Lazio nella Supercoppa Italiana. È un trofeo importante ed è una vittoria che, mi auguro, sia di buon auspicio per il resto della stagione. È, inoltre, l’occasione più lieta per festeggiare, insieme ai giocatori e allo staff societario, in Campidoglio. Dopo la pausa estiva, avremo modo, insieme al presidente Lotito, di riprendere il discorso sul nuovo stadio». Lo afferma Gianni Alemanno, sindaco di Roma.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I militari e i partiti politici

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

“Molti militari di tutta Italia ci riferiscono di essere stati superiormente diffidati dall’iscriversi ai partiti politici e, in particolare, al PDM” Lo afferma Luca Marco Comellini segretario del partito per la tutela dei diritti dei militari – “Tale condotta delle scale gerarchiche è gravemente illecita e deve cessare, atteso che l’articolo 49 della Costituzione sancisce il diritto di tutti i cittadini di associarsi liberamente in partiti per concorrere con metodo democratico a determinare la politica nazionale e, peraltro, la potestà prevista dal successivo articolo 98 di limitare – mediante legge – il diritto d’iscriversi ai partiti politici non è stata mai esercitata dal Parlamento. Ne discende che tutti i militari possono iscriversi ai partiti politici e svolgere attività politica, ovviamente fuori dal servizio. Il PDM – prosegue Comellini – ha lo scopo di portare all’interno delle Forze armate e di polizia la democrazia e il rispetto dei diritti costituzionali affinché sia realizzata una piena e consapevole partecipazione alla vita sociale e politica del Paese delle donne e degli uomini in divisa. Presupposto della democrazia è innanzitutto la corretta informazione e, quindi, riteniamo indispensabile che il personale in divisa sia lealmente reso edotto dei suoi diritti. A tal fine, denunceremo e perseguiremo nelle opportune sedi ogni ulteriore abuso o minaccia che ci verranno segnalati”.

Posted in Diritti/Human rights, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie Venete, traffico dal primo pomeriggio

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Trieste Lisert alle 16 di sabato 8 agosto: 17 mila e 500 transiti, l’8% in più rispetto a sabato scorso e mille in più rispetto all’8 agosto 2008. Nel confronto con i weekend da venerdì 17 luglio a oggi, si tratta del picco massimo di veicoli in movimento oltre il casello triestino. Durante la notte, la media dei transiti sulla A4 ha sfiorato i 3000 veicoli l’ora. Dal primo pomeriggio di oggi, il traffico è ritornato scorrevole, anche se permangono le criticità alla barriera del Carso, dove tuttora i chilometri di coda sono circa 7.  Quattro gli incidenti registrati finora sulla direttrice autostradale, fortunatamente con lievi conseguenze e quasi tutti segnalati dagli addetti alla viabilità, la cui presenza costante ha permesso di attivare i servizi di soccorso con prontezza e l’intervento dei mezzi, in media, entro i 5 minuti.  In entrata a Venezia Est oggi, fino alle 15, sono stati registrati 10 mila 476 veicoli (maggiore afflusso tra le 4 e le 6 del mattino e tra le 8 e le 9), mille e 500 in meno di sabato scorso. In uscita a S. Donà, 5 mila 224 veicoli, in uscita a S. Stino 3 mila 270, a Portogruaro 5.529 e a Latisana 8 mila 331 (circa mille e 500 in meno di sabato scorso). Alla barriera del Lisert, dalle 10.30 del mattino e per tutta la giornata, Autovie Venete ha predisposto la distribuzione di circa 10 mila bottiglie d’acqua agli automobilisti in coda, attraverso una squadra formata da 13 persone della Protezione civile e due coordinatori della concessionaria.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Governo che si inventa l’efficienza…

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Il capo del Governo, Silvio Berlusconi,  in conferenza stampa ha rivendicato il merito di avere raggiunto l’obiettivo mantenendo italiana la compagnia di bandiera. Oggi Alitalia ha ripreso -ha detto- funziona, è in accordo con il budget anche se deve fare il conto con giornali antitaliani; per il nostro Paese è ‘impossibile non poter disporre di una compagnia di bandiera’. Chissa’ cosa ne pensano le migliaia di passeggeri che in questi mesi sono state vittime dei ritardi di Alitalia, tant’e’ che per l’Enac la situazione è preoccupante (il grado di puntualità di Alitalia è al di sotto di una decina di punti rispetto all’obiettivo fissato) e pende anche una specifica interrogazione parlamentare. O cosa ne pensano tutti coloro che, a a fine luglio son rimasti a terra per overbooking. E chissa’ cosa ne pensano tutti gli azionisti della vecchia Alitalia che ad oggi non sanno ancora se hanno in mano solo carta straccia o, bene che gli vada qualche minimo residuo percentuale del proprio investimento. Fa tristezza il capo del Governo che si inventa una efficienza li’ dove tutti, ma proprio tutti, sanno che le cose stanno ben diversamente.  L’onore di avere una compagnia di bandiera tricolore e’ un sentimento che per il nostro sistema economico e politico e’ molto costoso. Sul fatto che poi l’italianità debba essere elemento indispensabile, abbiamo certezze al contrario… solo pensando agli Usa che, in fatto di mobilità ed efficienza aerea hanno molte da dire a tutti, e dove compagnie di bandiera farebbero solo sorridere. Queste convinzioni del capo del Governo sono la facciata di un pessimo biglietto da visita per il trasporto aereo italiano, biglietto sul cui retro ci sono solo costi per i contribuenti, costi per i risparmiatori, costi per i passeggeri. Convinzioni che la dicono lunga sulla possibilità di una inversione rispetto all’attuale politica economica del disastro permanente.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma noir

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

roma noirRoma lido di Ostia  28 agosto – ore 21.00 pontile di Ostia Cristiano Armati, in occasione della manifestazione  approdo alla lettura, presenta il suo libro Roma Noir Newton Noir pp. 256 € 13,90 ISBN 978-88-541-1430-2 Newton Compton Editori interviene Paolo Perelli. Esiste un’altra città nella città chiamata Roma. Una città che adora monumenti di rabbia e dove la violenza traccia sentieri che pochi hanno il coraggio di esplorare. Succede, in questo mondo sotterraneo e clandestino, che le storie raccontate ai passanti dai più vecchi tra tutti i pendolari si trasformino in leggende dai confini incerti. È in questo momento che i peggiori incubi della metropoli sono pronti a invadere il centro della città, dando vita a mostri armati di pistola e di coltello: presenze inquiete ma reali, destinate a sconvolgere l’ordine apparente delle cose con l’omicidio, lo stupro, lo spaccio di stupefacenti, la truffa e la rapina a mano armata. È un’altra Roma quella a cui, questo libro, dedica le sue pagine più nere: una Roma dove le caserme della polizia possono essere prese d’assalto da orde di hooligan assetati di vendetta e dove, malamente soffocati dalle acque del Tevere, affiorano i cadaveri di donne decapitate. È inutile sfogliare le pagine peggiori della cronaca nera: nessuno avrà il coraggio di scrivere la vita dell’uomo-lupo avvistato nelle baracche costruite sotto i cavalcavia del raccordo anulare. Né, sui giornali, finiscono le ultime parole del tossicodipendente trovato morto nei bagni pubblici della stazione o le lacrime del passante malmenato. Nera come le anime che popolano i bassifondi, anche questa è Roma: una megalopoli che ha smarrito la speranza tra i senzatetto che affollano i giardini pubblici e dove, ammainato il vessillo capitolino, il teppismo sventola la sua ultima bandiera.  Cristiano Armati è nato nel 1974 a Roma, la città dove vive e dove scrive. Giornalista free lance, ha pubblicato diversi libri tra cui, per la Newton Compton, Roma criminale (con Yari Selvetella), Italia criminale e Cuori rossi. Il suo indirizzo internet è http://www.armati.splinder.com (roma noir)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio Cesare Pavese 2009

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Santo Stefano Belbo (Cn) 29 e domenica 30 agosto 2009 presso la casa natale dell’autore de La luna e i falò (Via Cesare Pavese, 20)  cerimonia di premiazione per Andrea Camilleri con La danza del gabbiano (Sellerio), Enzo Bianchi con Il pane di ieri (Einaudi), Giancarlo Caselli con Le due guerre (Melampo) e il saggista newyorkese Lawrence G. Smith con Cesare Pavese and America: life, love and literature (University Massachussetts Press) sono i vincitori della XXVI edizione del Premio Cesare Pavese (sezione opere edite).  Sono stati designati dalla Giuria internazionale presieduta da Giovanna Romanelli (docente all’Università Cattolica di Milano; già professoressa alla Sorbona) e composta dal Vicepresidente Adriano Icardi (professore; già Senatore, Assessore alla Cultura della Provincia di Alessandria e Sindaco di Acqui Terme), Luigi Gatti (Presidente del Cepam-Centro Pavesiano Museo Casa Natale), Pierluigi Cavalli (membro dell’Associazione Medici Scrittori Italiani), Abraham De Voogd (membro dell’Union Mondial Médecins Ecrivains), Giuseppe Rosso (professore e membro della sezione italiana dell’Union Mondial Médecins Ecrivains), Camillo Brero (studioso e divulgatore della lingua piemontese; autore del Vocabolario della lingua piemontese e della Grammatica della lingua piemontese), Luciana Bussetti Calzato (professoressa e scrittrice di racconti). Organizzato e promosso dal Cepam-Centro Pavesiano Museo Casa Natale, assieme alla Fondazione Cesare Pavese e al Comune di Santo Stefano Belbo, il Premio Cesare Pavese è la prima manifestazione frutto del Parco Culturale Piemonte Paesaggio Umano, il nuovo coordinamento che riunisce la Regione Piemonte, la Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura e numerosi Comuni e soggetti culturali che operano tra Langhe, Roero e Monferrato. L’iniziativa intende rendere omaggio a un autore classico della letteratura italiana e internazionale che ha saputo al tempo stesso mantenere un forte legame con le sue radici piemontesi. Suddiviso in due sezioni – opere edite e opere inedite –, il Pavese ogni anno premia gli scrittori e gli intellettuali che meglio hanno saputo trasmettere il legame con il territorio, il valore dell’impegno civile o fornire punti di vista stimolanti su tematiche attuali. Per la sezione opere edite, Andrea Camilleri riceverà il Premio individuale di narrativa per il suo ultimo romanzo La danza del gabbiano (Sellerio, 2009), un’indagine sofferta su una storia criminale complessa e spietata, raccontata con prosa fluida e toni sottilmente umoristici, dove il paesaggio aspro e desolato e il vibrante dialetto siciliano si accompagnano ai protagonisti come tessere fondamentali di un mosaico da ricomporre. Enzo Bianchi, priore della Comunità Monastica di Bose (Magnano – Bi), ritirerà il Premio del Presidente della Giuria per Il pane di ieri (Einaudi, 2008), raccolta di storie intrise di saggezza popolare, che narrano di uomini e donne singolari, di rispetto per il paesaggio, di amore per la terra e per le tradizioni, portando riflessioni sulla vita, la morte e la diversità intesa come ricchezza. Il Premio di saggistica generale sarà consegnato a Giancarlo Caselli, procuratore capo presso la Corte d’Appello di Torino. Il Premio di critica pavesiana andrà al saggista newyorkese Lawrence G. Smith per Cesare Pavese and America: life, love and literature (University Massachussetts Press, 2008).  Sempre per la sezione opere edite, la Giuria assegnerà due Premi Speciali a: – Ugo Roello, già direttore della biblioteca Luigi Einaudi di Dogliani (Cn), per Pavese e le Langhe di ieri e di oggi tra mito e storia (Rubbettino, 2009); – Giuseppe Crescimbeni, giornalista, per San Francesco d’Assisi (Reverdito, 2009). Il premio per la miglior tesi di laurea dedicata a Cesare Pavese andrà a Simona Comparini (di Molazzana – Lu) per “Il mestiere di vivere” di Cesare Pavese. Lettera a se stesso, discussa presso l’Università degli Studi di Urbino. Il riconoscimento è promosso dall’Azienda Agricola Giacinto Gallina di Santo Stefano Belbo (Cn).
Associazione culturale nata nel 1976 a Santo Stefano Belbo, il Cepam-Centro Pavesiano Museo Casa Natale è da sempre impegnato a diffondere le opere di Cesare Pavese e a fornire impulso allo sviluppo culturale e socio-economico del territorio. Tra le iniziative in programma ogni anno: il concorso di pittura e quello di scultura, giunti nel 2009 rispettivamente alla XX e alla XIII edizione; il premio letterario Il vino nella letteratura, nell’arte, nella musica e nel cinema; la pubblicazione della rivista Le colline di Pavese e dei Quaderni del Cepam; l’allestimento di mostre personali e collettive di pittura, scultura e fotografia; l’organizzazione della manifestazione Il Moscato nuovo in festa nel mese di dicembre. Gestisce l’Osservatorio Permanente sugli studi pavesiani nel mondo (coordinato dal professore Antonio Catalfamo dell’università di Messina), che monitora il panorama letterario internazionale per individuare e pubblicare nuovi studi e saggi sull’opera dell’autore de La casa in collina.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

17a Edizione Festival Ultrapadum

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Petrone -GiovanniValverde (PV) 15 Agosto ore 21,15 “L’Acquarello Napoletano” di Pietro Quirino e il Quartetto Calace Piazza della Resistenza –- Ingresso 10 Euro  Al termine del concerto si terrà la degustazione di vini e prodotti tipici  Le note di Funiculì Funiculà, ‘O surdato ‘nnamurato, Lo Guarracino, Marechiaro, ‘O sole mio, coinvolgeranno il pubblico di tutte le età in una allegra serata ferragostana.  Pietro Quirino, noto tenore napoletano e il Quartetto Calace, sono uno straordinario gruppo di artisti (Nunzio Reina, 1° mandolino, Salvatore Esposito, 2° mandolino, Gennaro Petrone alla mandola e Giovanni Dell’Aversana alla chitarra), che collabora con i maggiori interpreti della musica italiana e internazionale. Con il concerto “Acquarello Napoletano” propone un raffinato excursus storico della canzone napoletana seguendo una linea filologicamente perfetta. Il programma è  piuttosto articolato e l’esecuzione di altissimo livello. Spazia dalla musica classica, alla tradizione etnica, alla canzone d’autore, tracciando un percorso storico-musicale che parte dal Seicento e giunge fino alla metà del Novecento attraverso i vari generi della musica napoletana e nell’assoluto rispetto filologico dei brani eseguiti. La performance è  impeccabile, concepita con un alto grado di fedeltà alla tradizione, affinata attraverso uno studio approfondito sui testi, sulle sonorità degli strumenti impiegati in concerto (mandolino, chitarra, percussioni popolari ecc.) e sulle tecniche esecutive. Il risultato è una messe di suggestioni perdute e di ritmicità sonore piene la malia, che si fonde in uno spettacolo prezioso fatto di sottili eleganze.  Il programma dei concerti è suscettibile di variazioni. In caso di maltempo i concerti si terranno al coperto. http://www.festivalultrapadum.com (petrone, giovanni)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Le Lune di Pompei”

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

NecropoliCasa VenereTutte le sere fino al 16 agosto un nuovo percorso negli scavi per vivere l’esperienza degli scavi di Pompei di notte. “Le Lune di Pompei” – tutte le sere fino al 16 agosto e fino al primo novembre tutti i week end (venerdì, sabato e domenica) – sono un itinerario completamente inedito di suoni e luci con partenza da Piazza Anfiteatro. “Le Lune di Pompei”, infatti, vuole far rivivere al visitatore una civiltà passata attraverso tecnologie multimediali, giochi di luce, suoni e la forza evocativa della Luna.   Il percorso parte dalle necropoli di Porta Nocera, prosegue con la visita alla Casa del Giardino d´Ercole, detta anche Casa del Profumiere, continua per via dell´Abbondanza, soffermandosi nella case di Loreio Tiburtino, di Venere in Conchiglia e di Giulia Felice e si conclude nella splendida cornice dell´Anfiteatro con suggestivi giochi di Luce.  Sette grandi lune luminose segneranno il percorso e le soste, creando un’atmosfera da sogno: la Luna di Morte, la Luna del Successo, la Luna Mitica, La Luna della Vita, la Luna che non C´è, la Luna Illegale e la Luna che si Diverte, saranno i motivi guida che narreranno la storia, la mitologia e i segreti di Pompei. Direttore artistico dell’evento è Francesco Capotorto. Per Dario Scalabrini , responsabile dell’EPT Napoli, ‘’Questa e’ una iniziativa contro il turismo mordi e fuggi. Vogliamo che i visitatori restino a Pompei più di un giorno e che possano abbinare anche un visita diversa agli Scavi. Per la miglior riuscita dell’iniziativa abbiamo coinvolto anche albergatori e commercianti di Pompei, tutta la città è pronta ad una accoglienza straordinaria. Tranne che nei mesi più freddi il nostro obiettivio è rendere possibile visitare tutto l’anno Pompei di notte’’.  A cominciare dalla Necropoli che si estende fuori la Porta Nocera, dalla quale prende il nome, inizio del percorso.. Di notevole importanza segnaliamo le tombe a esedra, tra le quali imponente l’edificio funerario che Eumachia, sacerdotessa di Venere fece costruire per sé e i suoi familiari. La Casa del Giardino d’Ercole o del Profumiere presenta un triclinio in muratura per i pasti all’aperto, accanto un’edicola dedicata al culto di Ercole con una statua marmorea che ha dato il nome alla casa. L’enorme spazio verde sul retro fu organizzato alla metà del I sec. a.C. ed indagini paleobotaniche attestano la coltivazione di essenze per la produzione di profumi, è probabile quindi che il proprietario fosse un profumiere.  Infine, l’ Anfiteatro, tra gli anfiteatri più antichi e meglio conservati al mondo. Accoglieva oltre 20.000 spettatori che assistevano ai combattimenti tra gladiatori e belve feroci. (necropoli, casa venere)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza: la demagogia fa proseliti

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Il Presidente del Consiglio dei ministri nel corso dell’ultima conferenza stampa a Palazzo Chigi ha, tra l’altro, annunciato un massiccio impiego dei militari nelle città. “Berlusconi sembra aver dimenticato che lo scorso 27 maggio dal Consiglio Supremo di Difesa, riunitosi sotto la presidenza del capo dello Stato, Giorgio Napolitano, aveva frenato sulle ipotesi di impiego massiccio dei militari in operazioni sul territorio nazionale.” Lo afferma Luca Marco Comellini, segretario del partito per la tutela dei diritti dei militari (PDM). “Se il costo per impiegare 3.000 militari è stato di 30 mln di Euro, ora con altri 1250 spenderemo 42,5 mln di Euro per questi altri sei mesi di inutile farsa in cui i poliziotti saranno costretti a fare la parte delle balie. In questo periodo di vacche magre, – aggiunge Comellini – visti i tagli di bilancio effettuati nel settore della sicurezza, sarebbe stato opportuno fare delle scelte più logiche, e magari, se proprio si dovuto decidere di non dare questi soldi alle forze di polizia per pagare gli straordinari e la produttività al personale, si poteva pensare a stabilizzare alcune migliaia di precari delle Forze armate, oppure ad assumere nella Polizia di Stato quei tantissimi ragazzi che al termine del periodo di ferma volontaria nelle Forze armate risultarono idonei ma furono esclusi dalla limitazione dei posti messi a concorso. Certamente – conclude Comellini – in questo modo il Governo avrebbe dato un valido segnale di attenzione alla sicurezza dei cittadini, una concreta risposta alle promesse fatte ai tantissimi giovani precari e avrebbe evitato di percorrere una strada che rischia di portare il paese verso imprevedibili tensioni sociali o, ancora peggio, scontri tra fazioni politiche o verso minoranze etniche.” (Luca Marco Comellini Segretario PDM)

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’arte al femminile

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Alessandra Casali.Modena, Domenica 9 agosto a Pavullo nel Frignano, in Piazza Borelli, alle ore 21.00, l’appuntamento è con Alessandra Casali in Danseux. Uno spettacolo comico e ironico, concreto e immaginario, energico e coinvolgente, che lega la magia del teatro con l’abilità dell’equilibrismo e della giocoleria e l’armonia della danza.  Alessandra Casali, attrice clownesca dalla verve comica esplosiva, riesce a rompere una rigida e noiosa routine per cercare contaminazioni e incroci in altri spazi e linguaggi.  Danseux è la storia di un‘ordinaria rivoluzione. L’affermazione di una passione irrinunciabile. Danseux nasce come la narrazione di un viaggio segnato da incontri e conquiste: compagni di viaggio, i danseux, personaggi in bilico tra desiderio, concretezza ed immaginazione, la cui ambizione sarà quella di decidere le sorti di Lamiss. Una energica e ‘pasionaria’ ballerina, con i suoi attrezzi ed il suo particolare linguaggio, che si presenta davanti al pubblico con un solo e unico desiderio: dare spettacolo. Mescolando arti diverse come il mimo, la danza, la giocoleria, l’acrobatica, l’equilibrismo, Lamiss si diverte innanzitutto a stupire, divertire, sedurre, creare sintonia e complicità con chi la sta a guardare. Gli spettacoli sono ad ingresso gratuito. (Alessandra casali)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scavo paleontologico di Collecurti

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

scaviCamerino Dopo i ritrovamenti degli scorsi anni anche quest’anno l’Università di Camerino ha proseguito gli scavi nel territorio di Collecurti nel Comune di Serravalle di Chienti ed i risultati non si sono fatti attendere. Il personale del Museo di Scienze Naturali di Unicam, infatti, con la collaborazione di alcuni studenti dell’Ateneo, ha lavorato attivamente nel mese di luglio allo scavo paleontologico presso la zona di Collecurti.  Proseguendo un lavoro iniziato alla fine degli anni ‘80, lo scavo è stato riaperto, grazie alla collaborazione della Soprintendenza Archeologica delle Marche, del Comune di Serravalle di Chienti e ad un contributo della Fondazione Carima, ormai da qualche anno: c’erano infatti delle zone ancora non sondate in cui gli esperti Unicam ritenevano di poter ottenere ottimi risultati. “Ed è stato proprio così – sottolinea la professoressa Chiara Invernizzi, Direttore del Polo Museale di Ateneo – Anche il lavoro svolto quest’anno ha permesso di riportare alla luce moltissimi reperti fossili, tra cui una zanna di elefante, un femore, un’ ulna, due tibie e il bacino di ippopotamo con sacro e vertebre lombari, oltre a numerose vertebre, costole ed altre ossa, sempre di ippopotamo, tutti risalenti a circa un milione di anni fa. Stiamo quindi aggiungendo ancora preziose informazioni alle ricostruzioni paleoambientali e paleoecologiche di questa zona”. Come già detto, davvero prezioso è stato anche il lavoro degli studenti Unicam iscritti ai corsi di laurea in Tecnologie per la Conservazione e il Restauro dei Beni Culturali e Scienze per la natura e per l’ambiente. L’esperienza dello scavo paleontologico, riconosciuta nell’ambito delle attività libere o del periodo di stage, si è rivelata positiva e formativa coinvolgendo studenti che avevano già partecipato allo scavo lo scorso anno. (scavi)

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Allarme aziende in sofferenza

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Minighin.Vignandel.L’“avviso comune”, siglato il 3 agosto scorso a Milano da ABI (Associazione Bancaria Italiana) e organizzazioni imprenditoriali per la sospensione dei debiti delle PMI verso il sistema creditizio soddisfa Cofidi Veneziano – la struttura di garanzia fidi di maggior peso nel territorio provinciale, con oltre 9.000 aziende artigiane e PMI associate – e Confartigianato Provinciale di Venezia. Nonostante questo, però, servono garanzie sull’applicazione del provvedimento e una fitta concertazione tra governo, confidi e istituti di credito per adottare una serie di misure cautelative a sostegno delle imprese. “L’intesa sottoscritta tra ABI e sistema imprenditoriale, che va ad aggiungersi all’accordo siglato tra gli enti regionali e i confidi, segna sicuramente un importante passo in avanti nel sostegno alle PMI, che mai come in questo periodo si trovano sull’orlo del baratro a causa della crisi economica in atto – spiega il direttore di Cofidi Veneziano Mauro Vignandel -. Però si tratta solo il primo passo, perché adesso serve una applicazione puntuale dei punti dell’intesa, concertata tra confidi, banche e imprese, che devono riunirsi attorno a un tavolo”. L’“avviso comune”, oggetto dell’accordo tra ABI e imprenditori, prevede nello specifico la sospensione dei debiti delle piccole e medie imprese verso il sistema creditizio, con l’interruzione per 12 mesi del pagamento della quota capitale delle rate di mutuo, del pagamento della quota capitale implicita nei cambi di leasing immobiliare e mobiliare e l’allungamento a 270 giorni delle scadenze del credito a breve termine. Questo per sostenere le esigenze di cassa con riferimento alle operazioni di anticipazione su crediti certi ed esigibili. Ma è proprio sull’aspetto burocratico dell’accordo che il segretario di Confartigianato Provinciale Venezia Giorgio Minighin rileva una serie di aspetti che vanno discussi e modificati: “Chiediamo che non siano solo le aziende a dover cambiare per far fronte alla crisi – sottolinea -, ma anche il sistema-Stato, che deve intervenire al sostegno delle PMI con misure ad hoc”. Proprio per questo, a breve Confartigianato Provinciale di Venezia e Cofidi Veneziano chiederanno un incontro con il ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta. “Brunetta è veneziano e ha a cuore le sorti della propria città e provincia d’origine – conclude Minighin -. Confidiamo pertanto nella sua sensibilità per un incontro urgente in cui venga messa sul piatto la questione della burocrazia a carico delle imprese”. (minighin, vignadel)

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

1400 sospensioni dal lavoro nel primo semestre 2009

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

A cui si aggiungono 165 licenziamenti. E comparti come quello del tessile-abbigliamento vittime di un crollo del fatturato che tocca punte del -30%. Un chiaro segnale di come la crisi economica per le aziende artigiane in provincia di Venezia continui a essere molto pesante.  Ma se il panorama nel veneziano è a tinte cupe, non va certo meglio a livello veneto: nei primi sei mesi del 2009, infatti, sono già 15mila le sospensioni dal lavoro messe in atto dalle aziende artigiane della regione, a fronte delle 1100 che si registravano a giugno 2008. In netto aumento anche il numero di licenziamenti, passato dai 300 del periodo gennaio-giugno 2008 ai 1500 del primo semestre di quest’anno.  I dati, forniti da Confartigianato Provinciale di Venezia, indicano dunque come lo scenario di stagnazione prima e recessione economica poi, in atto ormai da quasi due anni, non dia adito a segnali di mutamento nel brevissimo termine: le aziende sono divenute, infatti, ancora più fragili e necessitano di un sostegno ancora più forte da parte di enti, istituzioni e associazioni di categoria. E se il mercato locale ad oggi non pare in grado di rialzarsi, la via d’uscita per una ripresa dell’artigianato in provincia di Venezia potrebbe arrivare da progetti di internazionalizzazione: per questo, Confartigianato Provinciale di Venezia ha inviato alle aziende socie un questionario per uno screening delle potenzialità e dei piani di espansione sui mercati extranazionali. Una volta censite le risposte, l’Unione Provinciale si propone di attivare servizi innovativi e proposte avanzate alle aziende per guidarle nuovi percorsi sul mercato globale. In quest’ottica l’associazione di categoria ha un ruolo chiave: “al di là dei tempi di ripresa, che non sono quantificabili, è necessaria una nuova semina per rafforzare una propensione all’internazionalizzazione che già esiste tra le PMI venete – spiega Molin –. A chi oggi potrebbe guardare al mondo ma non se la sente di farlo in solitudine, proponiamo servizi innovativi per continuare a crescere, considerando la globalizzazione non come una minaccia ma come una risorsa da sfruttare”.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Da La Russa solo demagogia

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Sicurezza, Comellini (Pdm): Da La Russa solo demagogia. Ci mancherebbe altro che il Ministro La Russa obbligasse i cittadini a fare le ronde!” – Lo afferma Luca Marco Comellini, segretario del partito per la tutela dei diritti dei militari (Pdm) – “L’attuazione delle ronde rappresenterà solo un altro problema per Forze di polizia che si ritroveranno a dovergli fare da balia come lo fanno adesso ai militari impiegati nelle citta’. Anziche’ provvedere a unificare le Forze di polizia e smilitarizzare la Guardia di Finanza – prosegue Comellini – in modo da evitare la duplicazione delle funzioni e razionalizzare le risorse umane ed economiche da destinare alla sicurezza dei cittadini questi ministri sembrano voler continuare a giocare a Risiko ma senza un preciso obiettivo. Mentre loro creano situazioni imbarazzanti per tutti gli italiani, mortificando poliziotti e militari, – conclude Comellini – noi abbiamo presentato, tramite l’On. Maurizio Turco un progetto di legge (n. 2639) che prevede la modifica all’articolo 6 della legge 1° aprile 1981, n. 121, concernente la dotazione di personale del Dipartimento della pubblica sicurezza, e delega al Governo in materia di ridefinizione della dipendenza gerarchica e delle funzioni dell’Arma dei carabinieri e del Corpo della guardia di finanza.” (com/baz) 051127 AGO 09 NNNN  (fonte Velino)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gubbio No Borders 2009

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

Gubbio (PG) dal 10 al 25 agosto 2009, il centro storico ospiterà l’ottava edizione di “Gubbio No Borders”, promossa ed organizzata dall’Associazione Culturale Gubbio No Borders, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale della città. Il festival offre un ricco cartellone composto da sette concerti, tre street parades ed una proiezione cinematografica.Gli spettacoli si svolgeranno nelle suggestive cornici del Chiostro grande dell’ex Convento di San Pietro, del Teatro Romano, della Taverna di Sant’Antonio e delle vie del centro storico di Gubbio.I musicisti invitati sono Danilo Rea, Francesco Cafiso con l’Italian Jazz Quartet, Fabrizio Bosso e Javier Girotto con il Latin Quintet, Daniele Mencarelli, Renzo Ruggeri Big Band, Linda, Joanna Rimmer, Eugenio Finardi per la sezione “Musica d’Autore”, P-Funking Band con Monica Hill per la sezione “Terra mia”. La sezione “Cinema” presenta il film “The Piano Blues” di Clint Eastwood: da sempre interprete e appassionato di pianoforte, Eastwood esplora il piano blues, attraverso rari documenti d’archivio ed interviste a vere e proprie leggende viventi del calibro di Ray Charles, Fats Domino, Little Richards e Dr. John. Novità dell’edizione 2009 del festival è il manifesto ufficiale commissionato all’artista eugubino Toni Bellucci. Da sottolineare che Gubbio No Borders, in appena sette anni ha saputo guadagnarsi una posizione di primo piano nell’ambito dei festival jazz italiani.L’Associazione Culturale Gubbio No Borders ringrazia il Comune di Gubbio per l’ottimizzazione del festival e la Regione Umbria; i main sponsor Edilizia Procacci di Alfredo Procacci e Prep srl di Domenico Barbi; la “new entry” Urbani Ospitalità; i media partners Alias, Corriere dell’Umbria, TRG Tele Radio Gubbio e Mescalina.it.  Contribuiscono all’organizzazione della manifestazione Umbria Incoming Service, Comitato Territoriale n.1, Associazione Maggio Eugubino, Confcommercio, operatori del centro storico di Gubbio, Famiglia dei Santantoniari e Photo Studio.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia: nuovo onere improprio

Posted by fidest press agency su sabato, 8 agosto 2009

“Forte preoccupazione e contrarietà per i nuovi ingiustificati aumenti delle tariffe elettriche derivanti dalla legge di conversione del Decreto Anticrisi che impone un ulteriore onere improprio sulle bollette di tutti i consumatori italiani” – dichiara Paolo Landi, Segretario generale Adiconsum, commentando l’articolo 3, comma 4-quater della legge 102 del 2009 (che ha convertito il  DL 78/09, c.d. “Anticrisi”). Questa norma – continua Paolo Landi – estende a circa 100 nuove imprese elettriche con meno di 5.000 clienti, dislocate nel continente, il particolare trattamento tariffario, sinora giustamente applicato soltanto a 14 Imprese Elettriche Minori, localizzate in aree elettricamente isolate, quali le piccole isole. Il regime introdotto dalla legge prevede che le spese sostenute da queste piccole imprese elettriche siano ripagate a piè di lista dal sistema elettrico nazionale, tramite una specifica componente tariffaria, pagata da tutti i consumatori italiani. In sostanza, si tratta di un ripiano dei costi secco, senza più alcun incentivo all’efficienza e alla riduzione dei costi. In questo modo, fondi prelevati dalle tariffe dei consumatori italiani andranno a circa 100 nuove imprese, che non hanno affatto le particolari esigenze delle isole non connesse alla rete nazionale. Questo nuovo ingiustificato onere sulle bollette degli italiani è per Adiconsum assolutamente improprio e contrario alle normative europee. Pertanto – annuncia Paolo Landi – Adiconsum ha inviato oggi stesso una lettera alla Commissaria Europea alla Concorrenza Neelie Kroes, e per conoscenza al commissario all’Energia, Andris Piebalgas, ed al Ministro Scajola, affinché valuti se non si configurino gli estremi per aprire una procedura di infrazione nei confronti dello Stato Italiano, che, al fine di realizzare un mercato dell’energia elettrica concorrenziale, ha l’obbligo di non operare discriminazioni tra le imprese elettriche, tanto più che i maggiori costi sono pagati dai consumatori.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »