Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 9 agosto 2009

L’Abruzzo saluta il lago d’Orta

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

ragazzi abruzzesi.Orta San Giulio (No),Se ne vanno affascinati dalle bellezze del paesaggio, ma giurano di tornare molto presto. Il lago d’Orta è rimasto nel cuore degli studenti abruzzesi, ospiti del Consorzio Cusio Turismo e dell’Ufficio Scolastico Provinciale nell’ambito dell’iniziativa “Novara 4 You”.  “I luoghi e l’ospitalità sono stati eccezionali – dice Pierfrancesco Bentivegna, vice presidente della consulta degli studenti de l’Aquila – siamo emozionati e commossi per la grande ospitalità ricevuta dal Piemonte e dal Lago d’Orta”. Il soggiorno dei giovani abruzzesi sul lago d’Orta ha dato il via ad un vero e proprio gemellaggio tra la consulta degli studenti aquilani e quella novarese. Iniziative e sinergie non mancheranno. “Il lago d’Orta nutre un legame particolare con l’Abruzzo – afferma Andrea Giacomini, presidente del Consorzio Cusio Turismo – i nostri territori si assomigliano per conformazione e per vocazione economica. Abbiamo in mente una sorta di gemellaggio che possa dare vita ad iniziative importanti”. In realtà, un primo atto c’è già stato. Gli studenti abruzzesi, ospiti in questi giorni dell’Hotel San Rocco di Orta San Giulio, hanno portato in dono il meglio della loro terra ovvero lo zafferano. Un omaggio non casuale, visto che l’oro giallo dell’Abruzzo è stato donato proprio allo chef del San Rocco, Paolo Viviani, campione in carica delle Olimpiadi Mondiali del Riso. “Lo zafferano abruzzese – ha ricordato Viviani – è tra i prodotti eccellenti del nostro paese ed è anche uno dei miei ingredienti preferiti. Le olimpiadi del riso le ho vinte grazie ad una rivisitazione del famoso risotto alla milanese”. Il risotto olimpico è stato riproposto anche ai giovani abruzzesi ospiti del lago, che lo hanno degustato assieme ai vini del territorio. L’iniziativa, attuata con il patrocinio del Consorzio per la Tutela dello Zafferano dell’Aquila, ha dato il via ad una collaborazione ufficiale che oltre ad associare il nome del lago d’Orta a quello dell’Abruzzo, consentirà di valorizzare e promuovere l’enogastronomia di entrambi i territori. Tra i progetti, c’è anche quello del “risotto per l’Abruzzo”, che il campione Paolo Viviani e gli chef stellati del lago prepareranno appositamente per gli ospiti delle tendopoli. Tutte le iniziative si svolgeranno con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico provinciale di Novara.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Phonetica Jazz Festival

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

CristinaMaratea (PZ) 9 agosto seconda edizione del “Phonetica Jazz Festival”. La rassegna, curata dall’Ass. Cult. “Phonetica”, con la direzione artistica del batterista barese Aldo Bagnoni, è inserita nella stagione estiva del Comune di Maratea ed è sostenuta da Unione Europea, Regione Basilicata, APT Potenza, Comune di Maratea e da Il Gioco del Lotto. Domenica 9 agosto, in conclusione, a Palazzo Tarantini, alle h. 21.30, Cristina Zavalloni col suo quartetto IDEA, nello spettacolo “Per caso Aznavour”. L’ingresso ha il costo di € 10. (cristina)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il club dei pettegolezzi

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

club pettegolezziRoma lido di Ostia  29 agosto – ore 21.00 pontile di Ostia Daniela Grandi presenta il suo libro Il club dei pettegolezzi Newton edizioni. In occasione della manifestazione  approdo alla lettura interviene Paolo Perelli Se Cenerentola avesse avuto delle buone amiche, avrebbe riso di più e trovato di meglio che il solito principe azzurro!  Ogni felice incontro, ogni fatale scontro, ogni dubbio esistenziale è motivo per incontrarsi intorno ad un tavolo e raccontarsi in una, cento, mille chiacchiere, per far si che l’allegria diventi rito e la tristezza lasci spazio al sorriso. Tra vino, cappuccini, birra, tisane e brioche, vanno in scena le giornate di “sei amiche al bar”, sei trentenni alla ricerca dell’altra metà. Le disavventure sentimentali e professionali delle nostre giovani donne si alternano a deliranti e improvvisi trionfi. Un felice connubio di amore, amicizia, saggezza, lacrime e frizzanti risate. Un libro da non perdere per la leggerezza di quei giorni raccontati per gioco. Amanda, Anna, Ilaria, Gloria, Laura e Sole, le nostre eroine, con i loro amori persi e quelli ritrovati, i sospirati appuntamenti, le drastiche diete, gli inevitabili tradimenti, gli incontri improvvisi, le colleghe invadenti e i capi arroganti sono un po’ tutte noi e con la loro straripante allegria riusciranno a commuoverci e convincerci.Amanda, redattrice in una piccola televisione di provincia è relegata a occuparsi di spiccioli eventi cittadini e a condividere la scrivania con le molte stagiste di passaggio, proprio lei che da piccola sognava di diventare una reporter di guerra alla Fallaci. Dopo una triste disavventura sentimentale capisce che è ora di dare una svolta alla sua vita e decide di iscriversi ad una agenzia matrimoniale. Amanda nella sua rocambolesca ricerca del principe azzurro da sempre coltiva una silenziosa passione: Mathieu, il suo amico del cuore.  Attraverso racconti dettagliati intorno ad una bottiglia di buon vino o – alle brutte – sorseggiando una tisana fumante, Laura, Gloria, Ilaria, Anna e Sole  supporteranno Amanda, accompagnandola nel corso di tutta la storia e diventando loro stesse protagoniste di vicende parallele spesso paradossali e divertenti.
Daniela Grandi è di Parma, vive a Roma ma vorrebbe vivere a Bologna o a New York. Ha quasi quarant’anni e questo, davvero, le sembra impossibile. È giornalista della redazione Cultura-Spettacoli del Tg la7. Nel tempo libero ama leggere, andare al cinema e  ridere. (Club pettegolezzi)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova mostra alla Marciana

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

CremaParodiVenezia dall’11 al 30 settembre 2009 la Biblioteca Nazionale Marciana presenta una nuova mostra – organizzata in collaborazione con l’Associazione culturale AMI.B.E.C. (Amici Beni Culturali) – intitolata “Materiche armonie dell’arte” che sarà allestita, come di consueto, nelle sue Sale Monumentali (Libreria Sansoviniana), inserite nel percorso integrato dei Musei di Piazza San Marco (ingresso dal Museo Correr, Ala napoleonica). L’inaugurazione è prevista per giovedì 10 settembre, alle ore 17.00, con ingresso dal n. 13/a di Piazzetta San Marco. La Biblioteca Nazionale Marciana, antica e attenta custode della memoria veneziana, conserva il suo inestimabile patrimonio in due prestigiose e storiche sedi veneziane: l’edificio della Libreria Sansoviniana e l’antica Zecca. La Sala della Libreria presenta una decorazione pittorica del soffitto, decorato a grottesche su fondo d’oro, che costituisce un ciclo grandioso espresso nei tondi, opera di diversi artisti, il cui disegno iconografico complessivo richiama da una parte le possibili attività che si aprono al patrizio o al cittadino al servizio della Repubblica, dall’altra le discipline che rappresentano gli elementi costitutivi del sapere. Tale è l’importanza e il numero delle opere, che il soffitto è stato definito il manifesto del manierismo a Venezia. È in questa cornice che la Biblioteca Nazionale Marciana ospita una collettiva di arte contemporanea con quattro artisti: i pittori Joseph Kaliher e Pia Parodi e gli scultori Giorgio Bortoli e Paola Crema.
Le opere esposte, attraverso visioni naturalistiche, oniriche o mitiche, di cui ognuno degli artisti è portatore e interprete, consentono di tracciare un sentiero comune nel quale convergono esperienze e capacità realizzative proprie dei diversi artisti allo scopo di offrire a tutti un’offerta culturale ampia e variegata. La mostra, organizzata in collaborazione con l’Associazione culturale AMI.BE.C (Amici Beni Culturali), ben si inserisce per il suo valore artistico e documentario nell’ottica della fruizione e della valorizzazione di opere di artisti contemporanei all’interno di uno dei più importanti e preziosi patrimoni artistici e culturali del mondo, gioiello di cultura e di bellezza. (crema, parodi)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Valori in perdita

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

Editoriale fidest. Più volte ci capita di notare che non sono pochi coloro che ci sventolano sotto il naso il testo della Costituzione e che, con quel gesto, vorrebbero farci credere che ne sono i fedeli interpreti e sostenitori. Oggi i valori fondanti la nostra società non sono andati in crisi perché obsoleti ma perché coloro che istituzionalmente ne sono i tutori hanno perso la credibilità con i loro comportamenti poco corretti e con chiusure anacronistiche per la tutela ad oltranza di istituti che hanno perso con il tempo la loro ragione d’essere. L’esempio tipico lo riscontriamo nell’ambiente miitare. Per anni è stato sostenuto che i militari non sono legittimati a godere degli stessi diritti degli altri in tema di libertà d’espressione, di critica e nella salvaguardia di diritti che in altri ambiti sono mediati dalle rappresentanze sindacali e da altri strumenti di tutela. Non solo. Non è infrequente il caso che si parta dall’idea che il mondo militare è qualcosa di estraneo nei confronti di coloro che non indossano una divisa. E’ un condizionamento che, probabilmente, si richiama ad un passato dove si è cercato, intenzionalmente, di svilire la figura del militare come è accaduto nel primo dopoguerra nei moti di piazza o nell’associare la figura del tutore dell’ordine come a quello di un nemico o nella quintessenza di una burocrazia cieca e indifferente ai reali bisogni della gente. Ricordo che al tempo in cui vissi a Londra apprezzai la figura del bobby e mi sorpresi nel notare la stima e la considerazione espressa dalle persone che avevano modo di contattare il “poliziotto di quartiere” e di trovarlo consigliere e amico. La meraviglia, ovviamente, mi proveniva dal fatto che comparavo il diverso rapporto esistente in Italia. La traccia che mi lasciò questo diverso trattamento mi indusse a sostenere che in Italia occorreva creare i presupposti per arrivare a stabilire un contatto più sereno tra le parti. In tempi più recenti proposi le “ronde” ma non di certo come si pensa oggi. Per me le ronde dovevano essere costituite da due o tre poliziotti di cui uno “straniero” con il compito di dialogare con gli immigrati e trasmettere ad essi un messaggio di solidarietà e di assistenza logistica. La polizia, in altri termini, non deve fare paura ma generare rispetto. Deve, però, essere preparata, sensibile ma anche severa, all’occorrenza, in quanto le leggi vanno rispettate ma vanno anche conosciute e applicate con intelligenza e con una certa concretezza. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

No alle ronde si all’integrazione

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

“Uno Stato che riconosce la giustizia fai da te e affida il controllo del territorio ai privati dichiara, nel modo più plateale ed esplicito, il proprio fallimento. Uno Stato che non sia in grado di assicurare il controllo sul proprio territorio non può definirsi uno Stato sovrano”. Questo il giudizio di Guido Barbera, presidente del Cipsi – coordinamento di 42 associazioni di solidarietà e cooperazione internazionale – alla vigilia dell’entrata in vigore del decreto attuativo per la regolamentazione delle ronde cittadine e del reato di clandestinità. Domani 8 agosto, infatti, il Ministro degli Interni Roberto Maroni varerà le norme per regolamentare le «associazioni tra cittadini non armati», come vengono definite nella legge 194/2009. Una denominazione che non nasconde la vera natura di questo provvedimento, una vera e propria delega ai privati cittadini di compiti che sono propri delle forze dell’ordine e che ha come unico effetto quello di alimentare un clima di diffidenza, paura e insicurezza. “Per questo – sottolinea Barbera – chiediamo con forza a tutti i Comuni italiani, ai sindaci e ai cittadini di dire no alle ronde. Lanciamo un appello alle istituzioni locali affinché vengano promosse iniziative per aumentare il senso civico dei cittadini e momenti di formazione, approfondimento e responsabilizzazione per una migliore conoscenza dei valori di solidarietà, uguaglianza e giustizia sociale veicolati dalla nostra Costituzione. Chiediamo che alla politica delle ronde si sostituisca la politica dell’integrazione, del dialogo, del rispetto delle diversità”. “Chiediamo alle istituzioni e ai cittadini di promuovere e costruire una convivenza umana basata sulla reciproca fiducia, sulla bellezza e la ricchezza del dialogo e dell’incontro tra tutti i cittadini del mondo”. http://www.cipsi.it.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il partito per la tutela dei diritti dei militari (Pdm)

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

“E’ nato – scrive il suo segretario Luca Marco Comellini – dall’esigenza di vedere riconosciuti ai cittadini che servono lo Stato indossando una uniforme, i diritti e le prerogative che la legge già gli riconosce ma che, per l’effetto di una visione verticistica, miope e ancorata a ingiustificati pregiudizi, non trovano quella corretta applicazione che è naturale verso altri settori della società italiana. L’impossibilità per gli appartenenti alle Forze armate e alle Forze di polizia a ordinamento militare di poter esercitare compiutamente i loro diritti costituzionali, come ad esempio quelli di opinione e espressione o quello associativo, ne impedisce l’effettiva partecipazione alla vita sociale e politica del Paese. La mancanza di adeguate disposizioni normative, che sappiano coniugare l’effettività dei diritti con lo sviluppo sociale e politico dell’Italia, ha dato vita a situazioni difficilmente sanabili da parte di coloro che, sconoscendo le reali problematiche del settore, si arrogano il diritto di rappresentanza. Le attuali disposizioni regolamentari affidano la tutela delle legittime attese, di queste donne e uomini, ad un sistema che si è rivelato essere la diretta espressione di una visione miope dei vertici militari e politici, dettata dalla paura del nuovo. Tale sistema non è più idoneo a garantire quella necessaria coesione di forze nell’interesse del Paese, confermando la necessità di questa nostra scelta che, certamente, saprà dare le adeguate risposte alle richieste di questi cittadini, alle loro famiglie, e a tutti coloro che a questi fedeli servitori dello Stato affidano la propria sicurezza. Questo partito è libero e aperto a tutti quelli che credono nell’irrinuciabilità ai diritti e alla pari dignità che la Costituzione riconosce in modo uguale ad ogni cittadino italiano”. Fin qui le motivazioni ufficiali. La nostra prima domanda è quella di chiedersi se questa e non altre poteva essere la risposta migliore per sbloccare una situazione che sembra senza vie d’uscita per un’effettiva democratizzazione della vita militare. Sembra persino surreale che dove i militari non possono avere un sindacato e nemmeno aderire ad un’associazione sia rimasta aperta una opportunità che più “politica non si può” nella realtà italiana. Qui, ovviamente, non parliamo di un partito vero e proprio ma di uno strumento a nostro avviso improprio ma necessario per tutelare i “diritti dei militari”. A sostenere la sua legittimità di questa scelta vi sono parlamentari e giuristi ben addentro alle “segrete cose” come lo è, di certo, l’avvocato Giorgio Carta, esperto in diritto amministrativo giudiziale (TAR, Consiglio di Stato, Corte dei Conti) e stragiudiziale (consulenza ad enti o società) e conoscitore della vita militare essendo stato ufficiale di complemento.dell’Arma dei Carabinieri. Ma tutto questo non deve preoccupare chi in politica è abbarbicato alla sua nicchia di potere elettorale. Ci troviamo al cospetto di chi vuole aprire una porta e non chiudersi in una campana di vetro. Un movimento che non crediamo possa finalizzare il suo obiettivo all’idea di presentarsi alle elezioni amministrative e politiche che siano ma, semmai, saper indicare coloro che con la loro dirittura morale e impegno civile sappiano, ovunque si trovino, portare avanti il rispetto di quanti ogni giorno si espongono per l’incolumità delle persone.
Giorgio Carta Iscritto all’Ordine degli Avvocati di Cagliari dal 1998. Ufficiale in congedo dell’Arma dei Carabinieri. Assistente Parlamentare. Studi: Laurea in Giurisprudenza presso l’Università degli studi di Cagliari (1993). Corsi di specializzazione post. laurea in diritto amministrativo. Consolidata esperienza nelle problematiche delle Forze dell’ordine, in particolare di quelle dell’Arma dei Carabinieri, di cui è stato ufficiale di complemento. Ha tenuto numerose conferenze per enti o associazioni e per le Forze di Polizia (in particolare, Carabinieri e Corpo Forestale dello Stato). Autore di svariati articoli di dottrina nelle riviste giuridiche specializzate nonché nell’ambito di testi giuridici pubblicati dalla Cedam di Padova. Quale consulente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri, è autore di quattro monografie scientifiche. Interviene saltuariamente quale esperto legale nella trasmissione “Sportello Italia” di RAI International. Tra le pubblicazioni si ricordano: “La direzione dei lavori nell’appalto di opere pubbliche” (Riv. Trim. Appalti, 2004, 69); “Nuovi profili di tutela nella disciplina per il reclutamento dei professori universitari di ruolo. Riflessioni a margine delle più recenti pronunce giurisdizionali” (Riv. Amm. della Repubblica Italiana, 2001, 1023) Altri titoli e curricula professionali sono reperibili su internet.
“Luca Marco Comellini, già maresciallo dell’Aeronautica militare. Le sue battaglie da militare sono state condotte alla luce del sole e con coraggio e convinzione nell’essere nel giusto. Ora intende proseguire il suo impegno per affermare i diritti dei militari tramite iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica e le parti politiche senza tuttavia interrompere la sua costante attività di informazione sul mondo militare”.

Posted in Confronti/Your opinions, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | 2 Comments »

Rai: Non sospendere il servizio pubblico

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

Adiconsum ha verificato che nei maggiori centri di elettronica (Mediaworld, Euronics, Trony, Eldo, Coop) il decoder TivùSAt non è in vendita. Adiconsum invita, pertanto, la RAI a non escludere i propri canali dal decoder di SKY e a continuare a garantire la visione integrale dei propri programmi, come prevede il Contratto di servizio, almeno fino a quando i decoder per TivùSat non saranno presenti in tutti i negozi. In merito poi alle dichiarazioni del direttore generale della Rai, Mauro Masi, sul decoder unico, Adiconsum non può che essere d’accordo: il decoder unico sarebbe un bene per tutti e Adiconsum lo ha sempre affermato. Masi ora incolpa Sky, come ostacolo alla sua realizzazione, ma solo Adiconsum ha denunciato, nel passato il comportamento scorretto di SKY, con il suo decoder non rispondente alle regole. L’Agcom non è mai intervenuta. I consumatori, in questo periodo di switch-off, hanno diritto a certezze. Devono poter utilizzare liberamente tutte le piattaforme trasmissive ed usare la piattaforma satellitare nello stesso modo in cui usano quella terrestre, cioè con un solo decoder.Adiconsum chiede l’intervento urgente dell’Agcom, perché regolamenti la piattaforma satellitare.

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Autovie venete: esodo e controesodo

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

Maxi schermi posizionati all’area di servizio di Gonars (in direzione Venezia), al Centro assistenza clienti di Trieste Lisert e di Latisana (aperti no stop sabato e domenica dalla 9 alle 17) con informazioni sul traffico in tempo reale; una moto Bmw C1, omologata per il soccorso stradale (quindi dotata di lampeggiante e kit di primo intervento meccanico), 200 persone mobilitate, presidi della protezione civile a Trieste per distribuzione acqua; presidi di personale di Autovie nei piazzali delle stazioni di pedaggio maggiormente congestionate (ausiliari alla viabilità e manutenzione d’urgenza), presidi tecnici alle stazioni di pedaggio più frequentate per risolvere eventuali inconvenienti di tipo tecnologico, monitoraggio costante dei flussi di traffico, presidi con carri adibiti al soccorso meccanico a Quarto D’Altino, sull’autostrada A4 e a Latisana. La moto, agile e veloce, permetterà di raggiungere più facilmente chi ha chiesto soccorso. In occasione di code e rallentamenti, infatti, sono numerosissime le chiamate per guasti meccanici di lieve entità e per esaurimento del carburante. Piccoli inconvenienti che però, quando il traffico è molto forte, diventano elemento di ulteriore disturbo alla circolazione. Il settore viabilità, nella giornata di sabato, mobiliterà 52 uomini fra responsabili operativi, ausiliari alla viabilità, manutenzione d’urgenza, personale della manutenzione impianti e operatori di sala radio, mentre il comparto dell’esazione (gestori, esattori, capicasello, operatori del monitoraggio traffico), sempre sabato potrà contare su 156 persone. Oltre 200, dunque, gli uomini impegnati per garantire la sicurezza in autostrada. Sicurezza alla quale contribuisce una notevole dotazione tecnologica, che comprende 60 telecamere per il monitoraggio, 62 pannelli a messaggio variabile per le informazioni all’utenza, 11 colonnine meteo, 42 sensori per il rilevamento dei flussi di traffico, 185 colonnine Sos, 2 sorpassometri e 4 postazioni per il monitoraggio merci pericolose. Oltre a ciò, tutte le piste dei caselli saranno aperti e sarà potenziata la segnaletica che indicherà il tipo di pista (telepass, manuale, altro). Per quanto riguarda le aree di servizio, inoltre, è stato attivato il servizio di pronto intervento per rifornimento di carburanti in caso di esaurimento. Personale di Autovie, infine, seguirà in loco anche le situazioni delle aree di servizio. D’intesa con le Concessionarie Cav e Venezia Padova, saranno attivati, se necessario, i percorsi alternativi all’utilizzo del passante autostradale di Mestre, così come sarà predisposta apposita segnaletica da utilizzarsi in caso di deviazioni del traffico su tratti alternativi.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sicurezza Alemanno: valorizzare commercianti seri

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

“Credo che le organizzazioni di rappresentanza dei commercianti debbano accogliere con favore le nostre ordinanze, per due ordini di motivi. Primo, perché il degrado e l’illegalità connessa alla vita notturna allontana la maggioranza dei cittadini avventori dei locali che vogliono vivere la movida romana in un clima di tranquillità, senza avere problemi e senza trovarsi coinvolti in piccoli o grandi reati. In secondo luogo, le nostre ordinanze unite al protocollo valorizzano i comportamenti positivi, e, in questo senso, ricordiamo la nostra disponibilità ad abbassare il costo dell’occupazione del suolo pubblico in cambio di interventi sulla pulizia e sul controllo attraverso la polizia privata, e incoraggiano gli esercenti più responsabili che aderiscono alle associazioni di rappresentanza, mentre possono creare problemi a quelli che sono estranei al settore, improvvisati e senza professionalità. Quindi, ripeto, si tratta di interventi che valorizzano la parte più professionale e più seria della categoria dei commercianti”.  Lo dichiara in una nota il sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Parco auto polizia stato

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

Il Ministero interno con apposito circolare ha disposto:”Al  fine di contenere le spese di manutenzione del parco veicolare della Polizia di Stato la restituzione alle competenti Autorità Giudiziarie di tutte le autovetture di cilindrata superiore ai 2500 cc, affidate in giudiziale custodia a Uffici e Reparti nel territorio, nonché di radiare dal Registro Automobilistico della Polizia di Stato le autovetture con la medesima motorizzazione provenienti da sequestro, che siano state successivamente confiscate ed acquisite al patrimonio dello Stato. Ciò premesso, nel rappresentare l’inopportunità che codesti Uffici in futuro, richiedano l’assegnazione in giudiziale custodia di autovetture di cilindrata superiore ai 2500 cc. si comunica che, con separati provvedimenti verranno specificate le autovetture che dovranno essere restituite all’Autorità Giudiziaria ovvero radiate dal Registro Automobilistico della Polizia di Stato”. Sino ad oggi l’autorità giudiziaria ha affidato in custodia giudiziale dette auto agli organi di polizia o ad altri organi dello Stato o enti pubblici non economici che li usino per finalità di giustizia, protezione civile o tutela dell’ambiente e che possono usarli anche per esigenze di polizia giudiziaria. A questa iniziativa la risposta del Segretario Generale del Coisp Franco Maccari non si è fatta attendere. A suo avviso:  “Non solo vengono eliminate progressivamente le risorse per la Sicurezza, ma si arriva a restituire le automobili già confiscate alla Mafia, per mancanza di fondi.  Questi mezzi permettevano fino ad oggi, agli uffici investigativi di tutta Italia, di proseguire le indagini, poiché la media delle poche auto ancora operative, supera abbondantemente i 180.000 km di percorrenza.” E prosegue Maccari:  “Questo è esemplificativo di come il Governo tratta le Forze di Polizia e nel contempo di come combatte la Mafia e di come contrasta i delinquenti che infestano le città. Con buona pace degli imbonitori che spacciano rondisti e pattuglie di militari come panacea alla criminalità. Per aggiungere alla beffa il danno, ci chiediamo cosa farà l’Autorità Giudiziaria di queste auto. Se non le metterà in vendita dovrà parcheggiarle in depositi giudiziali, le cui spese dovranno essere sopportate da noi tutti, contribuenti italiani, conclude Maccari”.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Suoni in gioco

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

Chioggia (Ve) 28, sabato 29 e domenica 30 – dalle ore 19.00 – Piazza Todaro di Sottomarina si animerà con spettacoli di burattini, di musica, danza, teatro di strada e con laboratori di animazione. Suoni in gioco della compagnia Erewhon apre la rassegna – tutti e tre i giorni alle 19.00 – trasformando piazza Todaro in un grande strumento musicale, coinvolgendo il pubblico nella creazione di oggetti in grado di emettere suoni.   A seguire lo spettacolo per burattini Teste di legno, Teste d’ingegno di Alessandro Gigli che porterà in scena anche la “farsa tragicomica per burattini a guanto e cantastorie” L’Angelo e il diavolo e la casa di pinocchio, dedicata al celebre burattino e alla sua casa dei sogni.Quest’edizione il teatro di strada avrà il Cantiere Ikrea in Circo 900, uno spettacolo che apre in forma di parata itinerante con tricicli e risciò d’epoca;  Luigi Ciotta con Funky pudding, vincitore del concorso “cantieri di Strada 2009”; Stefano Cortese in La leggenda del pianista sul furgone, evento teatrale e musicale allo stesso tempo; Milo e Olivia in Kokok i terribili vicini di casa, spettacolo che tra poesia, circo e  teatro mette in scena il modo di superare la paura dello straniero. Molto spazio è dedicato alle importanti realtà associative di Chioggia: l’Associazione Lirico Musicale Clodiense presenta Giovani note musicali, il Centro Formazione Danza l’immaginifico Il Circo ed  il laboratorio a cielo aperto Danzarinventando che permetterà ai più giovani di avvicinarsi al mondo della danza. Arena Artis chiuderà la rassegna prima con un tributo a Mary Poppins accompagnato da aperitivi analcolici, e poi saluterà tutti ripercorrendo i momenti più belli del cinema per ragazzi.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Strutture private e pazienti psichici

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

Lettera aperta del Direttore generale della Asl di Chieti Ing. Mario Maresca: “Sul caso delle strutture psicoriabilitative del Gruppo Villa Pini è tempo di porre fine allo scaricabarile delle responsabilità e cogliere l’opportunità per attuare le ipotesi progettuali di riorganizzazione del settore che l’Azienda sanitaria locale di Chieti ha formulato da mesi, dopo avere verificato le situazioni di tutti i pazienti psichici (352) ospitati in quelle strutture, ma senza ottenere risposte. Il bubbone «Sanità privata» e le tensioni che esso ha creato e continua a creare si sono scaricati tutti sulla dirigenza della Asl di Chieti, che oggi ha il torto di essere rimasta con il cerino acceso in mano: soprattutto perché questa Azienda ha la ventura di avere sul proprio territorio la più alta concentrazione di strutture private. Il nucleo ispettivo della Asl di Chieti ha verificato tonnellate di cartelle cliniche; ha controllato l’appropriatezza e la legittimità di oltre 80mila ricoveri ospedalieri e altre prestazioni sanitarie, ricostruendo il quadro dal 2005 in poi: un lavoro immane che ha prodotto una corposa documentazione che ha consentito di recuperare somme importanti e, in sede giudiziaria, di contestare ai privati richieste di pagamento non dovute per decine di milioni di euro. Cio’ ha portato tutti al rispetto delle regole e ha evitato altri sperperi di denaro pubblico. Al settore della psicoriabilitazione eravamo già arrivati. Ma va fatta una premessa. Il Piano sanitario regionale assegna alla Asl di Chieti 70 posti per la gestione di pazienti in strutture psicoriabilitative. Nella realtà, sul territorio teatino ve ne sono 352 dei circa 700 presenti in tutto l’Abruzzo. Non basta: tra il 1996 e il 1997 i pazienti che dimorano in queste strutture hanno improvvisamente preso la residenza a Chieti. In tal modo il loro costo grava interamente sul bilancio della Asl di Chieti e non sulle Asl e sulle Regioni di provenienza, oltre che sulle famiglie per la quota sociale di loro spettanza.  Questo lavoro ha prodotto un documento per il riordino complessivo del settore della psicoriabilitazione, che la Direzione generale della Asl di Chieti ha inviato alle competenti autorità regionali. La discussione a livello regionale non è stata avviata. Questa Azienda sanitaria locale non si vuole sottrarre ad alcuna responsabilità, ma di sicuro non accetta un processo mediatico ingiusto.Sento il dovere di difendere il lavoro dei dirigenti di questa Asl, cui solo la carenza di tempo e risorse ha impedito di completare in tempo utile quel grande lavoro di rivisitazione di tutte le prestazioni erogate dai privati o rimettere ordine in un sistema da troppo tempo fuori controllo. Le continue tensioni legate proprio alla sanità privata e la necessità di risolvere continuamente problemi scaricati sulle spalle di questa Asl, hanno bruciato il tempo necessario per completare l’opera, provocando l’indagine della Commissione d’inchiesta del Senato”. (In sintesi)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Denuncia sfruttamento immigrati

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

L’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM), in merito alle notizie recentemente pubblicate dagli organi di stampa nazionali sul caso dei ritorni di marocchini dalla Campania, precisa che l’indagine svolta dal proprio team a San Nicola Varco – su richiesta delle autorità locali e del Ministero dell’Interno – ha avuto come scopo la verifica delle condizioni dei migranti che lavorano come stagionali nei campi intorno a Eboli e ha portato alla scoperta di una frode perpetrata ai danni di molti marocchini presenti nella zona.  La missione, della durata di 10 giorni, ha potuto verificare la presenza di un migliaio di migranti che vive in edifici abbandonati, tra i rifiuti, senza elettricità né acqua corrente, in condizioni rischiose, insalubri e assolutamente non dignitose. I migranti, tutti uomini marocchini impiegati senza contratto come lavoratori stagionali nel settore agricolo, sono sfruttati da datori di lavoro senza scrupoli che li pagano tra i 15 e i 25 euro al giorno per lavorare nelle serre o nei campi, con un orario che va dalle 4.30 del mattino fino alle 4 del pomeriggio. “Il nostro team”, ha affermato Peter Schatzer, capo missione dell’OIM in Italia, “ha scoperto che la maggior parte dei migranti sono vittime di una frode: sono tutti giunti in Italia con un visto, attraverso il sistema delle quote stagionali stabilito ogni anno dal governo italiano. Hanno dovuto pagare una somma di denaro a un «intermediario» della loro stessa nazionalità e a un datore di lavoro italiano, che ha promesso di assumerli regolarmente. Una volta in Italia, il datore di lavoro è scomparso o, a volte, si è semplicemente rifiutato di assumerli. Senza un permesso di lavoro, molti sono caduti nelle mani degli sfruttatori”. ll team OIM, composto da 4 esperti legali e 2 mediatori culturali, ha intervistato più di 200 migranti e l’Organizzazione sta verificando adesso con le autorità competenti, tra cui la Procura di Salerno, come poter venire incontro alle loro necessità.   Nell’ambito del lavoro portato avanti con i suoi interlocutori italiani per verificare se e come sarà possibile offrire ai migranti truffati assistenza e protezione in Italia, l’OIM ha anche la possibilità di fornire un sostegno per coloro che desiderassero tornare a casa attraverso il programma di ritorno volontario assistito.   Quella del ritorno volontario e assistito – programma già attivo da tempo in tutte le regioni d’Italia e finanziato con fondi europei dal Ministero dell’Interno – è però solo una soluzione scelta in modo assolutamente volontario e spontaneo da quei migranti che ne hanno fatto richiesta e resta del tutto marginale rispetto a un intervento umanitario più ampio, con cui l’OIM mira innanzitutto a offrire assistenza e protezione in Italia ai migranti frodati.

Posted in Diritti/Human rights, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Pombo: dalla Sierra Maestra a La Higuera

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

Suzzara 12 agosto 2009  ore 21,30 Parco La Quercia Festa Regionale del PD  –    Presentazione del libro Pombo: dalla Sierra Maestra a La Higuera. Dieci anni con Che Guevara.  Ne parleranno: Roberto Borroni, autore del libro  e Daniele Protti, direttore de “L’Europeo”  che nel mese di agosto esce con un numero speciale dedicato al cinquantenario della Rivoluzione Cubana. In collaborazione con la Libreria Galleria Einaudi di  Mantova Il libro è dedicato a Harry Villegas, ragazzo afrocubano che ha sposato le scelte ed il destino del Che, del quale fu la guardia del corpo. Pombo, nome di battaglia che gli aveva dato il comandante, ha partecipato a tutta la campagna dell’esercito ribelle di Fidel Castro ed ha instaurato una profonda amicizia con il leggendario guerrigliero argentino che ha seguito in Congo e pure nella tragica esperienza boliviana. Il libro, attraverso la testimonianza di Harry Villegas, ricostruisce le tappe più significative del rapporto tra i due uomini. Harry Villegas oggi è Generale di Brigata delle Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba.Il ricavato delle vendite di questo volume verrà devoluto al Gruppo Volontariato Civile (GVC) di Bologna e all’associazione “Un bambino come amico” di Mantova al fine di sostenere i progetti di solidarietà a Cuba, in Perù e in Mozambico.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Kit scuola comune Roma

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

Anche per il 2009 il Comune di Roma, l’Assessorato alle Attività Produttive, Lavoro e  Litorale e l’Assessorato alle Politiche Educative Scolastiche, della Famiglia e della Gioventù,  in accordo con le Associazioni di categoria del Commercio, Confcommercio, Confesercenti, Federdistribuzione, Lega Coop, Federlazio, Assocart, ripropone per l’anno scolastico 2009 – 2010 il kit scuola per venire incontro alle esigente delle famiglie e calmierare i prezzi dei prodotti scolastici. L’accordo prevede che i punti vendita della piccola, media e grande distribuzione che aderiscono all’iniziativa offrano alle famiglie romane un kit con tutto l’occorrente per l’inizio della scuola al prezzo di 19,90 euro. I prodotti inseriti nei kit scuola saranno di buona qualità e saranno proposti in due versioni, una per le scuole elementari ed una per le scuole medie.  Il  kit per le scuole elementari conterrà: zaino, astuccio completo, 4 quaderni, diario, quaderno ad anelli, 2 evidenziatori o colla. Mentre per quanto riguarda le scuole medie saranno aggiunte anche 2 squadre, compasso e riga. I punti vendita che aderiscono all’iniziativa potranno scegliere di mettere in vendita lo stesso kit personalizzandolo. Il marchio della campagna sarà presente in tutti i punti vendita che aderiscono all’iniziativa. “Questa proposta vuole essere un valido sostegno per le famiglie romane che si trovano ad affrontare le spese per il corredo scolastico dei propri figli. Il kit scuola è un ulteriore supporto che l’amministrazione comunale offre ai genitori degli alunni delle scuole romane e va ad aggiungersi alle iniziative, come l’erogazione dei buoni libro e dei buoni borse di studio, volte a garantire il diritto allo studio” – dichiarano l’Assessore alle Attività Produttive Lavoro e Litorale Davide Bordoni e l’Assessore alle Politiche Educative Scolastiche, Laura Marsilio.

Posted in Roma/about Rome, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Assicurazione sulla vita

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

L’avv. Filippo Soddu ci informa che il Tribunale di Milano ha in questi giorni ingiunto alla società CNP Unicredit Vita S.p.A. l’immediata restituzione in favore di uno dei suoi assistiti del premio da questi versato in relazione al contratto di assicurazione sulla vita denominato Performance 6), oltre al pagamento degli interessi legali ed alla refusione delle spese di giudizio. Accogliendo la domanda dello studio legale il Giudice ha dato rilievo all’espressa garanzia di restituzione del capitale prevista dalle condizioni di polizza e dalla relativa nota informativa. “Al riguardo – precisa l’avvocato Soddu – si segnala che il mio assistito aveva in precedenza rifiutato le proposte transattive denominate Cash e Trasformazione, avanzate da CNP Unicredit Vita nell’ambito di un’unilaterale iniziativa asseritamente volta a tutelare gli interessi della propria clientela in relazione ai recenti accadimenti al gruppo Lehman Brothers (cfr. inter alia ilsole24ore.com 28 novembre 2008 e http://www.cnpunicreditvita.it). Entrambe tali proposte, se accettate, avrebbero comportato per il cliente una rinuncia a chiedere ed ottenere, alla scadenza contrattuale del maggio 2009, la liquidazione del capitale minimo garantito dalla polizza (ossia il 100% del premio unico versato)”.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sì alle bandiere regionali

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

In  linea di massima lu Frunti Nazziunali Sicilianu “Sicilia Indipinnenti” è favorevole all’accoglimento della recente  proposta  della Lega nord, tendente, com’ è noto, a  dare agli stemmi e alle bandiere regionali  ruolo, funzioni e “riguardo”  molto simili  a  quelli  riservati attualmente al tricolore.  Intendiamoci: con la proposta in argomento,  la Lega Nord, in sostanza,si dà la  zappa sui piedi. Avverrà, infatti, che  i popoli del sud avranno una preziosa occasione per acquisire maggiore consapevolezza della rispettiva e separata identità.  E sarebbe, questa, una marcia in più  per contrastare  la egemonia della padania, al cui esclusivo servizio fu ed  e’ impostata la politica economica dello stato italiano . non da poco tempo, certamente, bensì da 150 anni a questa  parte.  L’FNS si permette, tuttavia, di rivolgere a tutti i  Cittadini della varie Regioni ed ai Siciliani (in particolare) la calorosa raccomandazione  di non cadere in una trappola e/o   in trappole mediatiche, che li potrebbero distrarre  da problemi più importanti, acuitisi  in questo momento drammatico,  per la Sicilia e per il Sud. Di questa problematica  fanno parte, appunto, la mancanza di lavoro, la debole e  scarsissima  occupazione e la crisi di produttività. Non disgiunti dai problemi di mafia, di corruzione, di malgoverno e di malamministrazione, di occasioni perdute, di sperpero di denaro pubblico. La mancanza di una strategia siciliana  per L’Economia Siciliana  e via dicendo.   Non vorremmo, infine, che, fra una notizia propagandistica e l’altra, I Pontisti ed i loro Complici  procedessero, muti muti, a  dare il VIA alle opere relative al Ponte-Imbuto sullo Stretto di Messina.  A parte la considerazione del fatto che senza referendum specifico il ponte sarebbe nella piena illegalità. Per concludere: l’fns  non si fa distrarre dagli altri obiettivi che caratterizzano la lotta per la indipendenza, per il progresso, per la libertà della Sicilia. ribadisce, anzi ,con   determinazione addirittura maggiore, il proprio “no” all’operazione ponte sullo stretto.  E ribadisce che la bandiera regionale della sicilia, che e’  molto simile alla bandiera del vespro , deve sventolare a pari dignita’  del tricolore italiano, a prescindere da tutte le altre problematiche relative alle vertenze in corso. A scanso di equivoci e di confusioni, l’FNS puntualizza, infine, che l’emblema plurimillenario della Nazione Siciliana (la Trinacria, appunto) è storicamente anche il simbolo della Civiltà, della Identità e della fratellanza esistenti fra tutti i Popoli del Mediterraneo, fin dalla notte dei tempi. (Giuseppe Scianò Segretario FNS) http://siciliaindipendentefns.blogspot.com

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Air China Business Travel Card

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

In order to meet business passengers’ needs, Air China has integrated the services offered through e-commerce and frequent flyer programs to launch the ‘Air China Business Travel Card’. There are four types of card available — The Distinguished Travel Card, The Clear Travel Card, The Smooth Travel Card and The Easy Travel Card. These cards can be used to store credit, book tickets, collect frequent flyer miles and utilize complimentary services. The cards come with a credit value of between RMB 20,000 and 300,000. Air China has launched several promotions and limited edition versions of the business travel cards. The first 99 customers to purchase a limited edition Distinguished Travel Card will receive a complimentary first-class roundtrip ticket to any of Air China’s international destinations. The first 500 customers to purchase a limited edition Distinguished Travel Card will receive a Gold PhoenixMiles Card. The first 199 customers to purchase a limited edition Clear Travel Card will receive a complimentary first-class roundtrip ticket to any of Air China’s domestic destinations. The first 1000 customers to purchase a limited edition Clear Travel Card will receive a silver PhoenixMiles Card. The first 299 customers to purchase one of the 10,000 limited edition Smooth Travel Cards, will receive a complimentary economy roundtrip ticket to any of Air China’s domestic destinations, plus complimentary credit of RMB 3,000. The first 399 customers to purchase one of the 200,000 limited edition
Easy Travel Cards, will receive a complimentary economy one-way ticket to any of Air China’s domestic destinations, plus complimentary credit of RMB 1,000. The promotion is valid from August 6, 2009 to December 31, 2009. Passengers can call +86-4008-986-999 and then press 6 to order their Business Travel Card. Once ordered, the card can be used starting September 16, 2009. Once the card’s credit is used, it can be recharged. If lost, a new card can be issued at the appointed Air China sales offices. For more product information, please visit http://www.airchina.com.cn or call the booking hotline at +86-4008-986-999 and press 6 for details.

Posted in Estero/world news, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Volontari sicurezza

Posted by fidest press agency su domenica, 9 agosto 2009

“Ancora una volta devo esprimere tutto il mio sostegno e apprezzamento al Sindaco di Roma Gianni Alemanno che ribadito per l’ennesima volta che nella nostra città non ci saranno ronde o cose simili ma solo volontari per la sicurezza impegnati nella lotta al degrado urbano e in iniziative di sostegno ai cittadini, niente di più e niente di diverso, quindi basta con l’utilizzo improprio di questo termine delle ronde che rischia solo di generare false paure ed incomprensioni”. Dichiara Federico Rocca consigliere del PdL del Comune di Roma. “La linea del Campidoglio su questo argomento è sempre stata chiara e definita, al di là delle polemiche strumentali messe in campo del centro sinistra o da qualche errata interpretazione di singoli esponenti della maggioranza che forse non avevano ben compreso la situazione. I cittadini possono stare sereni, a Roma ci saranno dei volontari e nulla di più, peraltro, mi auguro che ci possa essere al più presto un tavolo di concertazione molto ampio per definire le competenze e il ruolo di queste figure, poichè abbiamo il dovere di mettere in campo un iniziativa seria, utile ed efficace per garantire maggiore sicurezza ai cittadini ma anche a questi nuovi volontari. Rimane pertanto fermo e inequivocabile il ruolo delle forze dell’ordine – conclude Rocca – le uniche deputate a garantire la sicurezza nel nostro paese ed ogni tentativo di sommargli figure e realtà estrenee rischiano solo di problemi, sull’argomento il Sindaco Alemanno è stato fin troppo chiaro ma forse qualcuno fa ancora finta di non voler capire”.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »