Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 321

Archive for 13 agosto 2009

Autovie venete: previsione traffico

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Misure da “supertraffico” inalterate anche per questo fine settimana per Autovie Venete, in previsione del week end di Ferragosto. Le previsioni della Concessionaria, infatti, indicano una intensificazione degli arrivi (in direzione Trieste) fin dalla giornata di venerdì 14 agosto, mentre per sabato 15, ai transiti del turismo pendolare si affiancheranno i primi rientri che proseguiranno – prevalentemente in direzione Venezia anche domenica 16 agosto. Uno scenario, dunque, che prefigura traffico molto sostenuto durante tutte le tre giornate, ma più diluito rispetto ai fine settimana precedenti. Allertate, come sempre,  in concomitanza dell’esodo estivo, le squadre di pronto intervento, i presidi di personale di Autovie nei piazzali delle stazioni di pedaggio maggiormente congestionate (ausiliari alla viabilità e manutenzione d’urgenza), presidi tecnici alle stazioni di pedaggio più frequentate per risolvere eventuali inconvenienti di tipo tecnologico, il monitoraggio costante dei flussi di traffico, presidi con carri adibiti al soccorso meccanico a Quarto D’Altino, sull’autostrada A4 e a Latisana. In vigore anche la segnaletica aggiuntiva con indicazioni specifiche per il raggiungimento delle località turistiche, così come la collaborazione con i Volontari della Protezione Civile per la distribuzione d’acqua agli utenti. Ai caselli saranno aperti tutti i varchi disponibili e, nelle aree di servizio, controllate dal personale di Autovie, è attivo il pronto intervento per il rifornimento carburanti. Nessuna modifica, rispetto allo scorso fine settimana, nemmeno per quanto riguarda i piani d’emergenza previsti d’intesa con le società concessionarie Cav e Venezia Padova per l’attivazione, in cado di necessità, di percorsi alternativi all’utilizzo del passante autostradale di Mestre, compresa la segnaletica (con presidio di personale) per l’attuazione delle deviazioni del traffico su viabilità alternativa.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La fattura rifiuti deve essere senza Iva

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Con la sentenza n.238 dello scorso 24 luglio, la Corte Costituzionale e’ stata molto esplicita: sia la Tarsu che la Tia non devono essere soggette ad Iva, perche’ non rappresentano un servizio dovuto a contratto ma una tassa che, di per se’, non si qualifica mai come corrispettivo di un servizio . La sentenza e’ importante e problematica: – Importante perche’ mette dei punti fermi sulla dicotomia tra Tarsu (tassa) e Tia (tariffa). Dopo che, con la legge 22/97,  alcuni Comuni erano passati alla Tia, la situazione e’ stata congelata e solo a partire dal 31 dicembre 2009 le amministrazioni comunali che lo vogliono possono passare dal sistema a tassa a quello a tariffa. La Corte Costituzionale ha pero’ fatto piazza pulita della anomala similitudine tra tassa e tariffa che aveva una unica sostanza: l’aggravio fiscale per il contribuente. – Problematica perche’ mette tutte le amministrazioni comunali e l’Erario con le spalle al muro: a ritroso di cinque anni, oltre i quali scatta la prescrizione, il contribuente puo’ chiedere il rimborso di quanto pagato illecitamente. Milioni e milioni di euro che sono transitati dalle amministrazioni locali e finiti allo Stato. Gli analisti della stampa specializzata gia’ si aspettano particolari provvedimenti da parte dell’amministrazione statale ed evitare cosi’ questo bagno di uscite dai Comuni ai contribuenti e dall’Erario ai Comuni. Siccome sappiamo come vanno spesso a finire queste cose, non crediamo di essere eccessivi se intravediamo all’orizzonte qualche mega-fregatura per i contribuenti tipo restituzione tassa sull’Europa: per esempio, tempi strettissimi per chiedere il rimborso in dispregio alle norme oggi vigenti sulle prescrizioni e con informazioni limitate e concentrate in periodi di bassa attenzione dei media (ferragosto, il giorno dopo un cataclisma ambientale, etc.), rimborsi solo in parte percentuale e non complessivi e con relativi interessi e danni (come avviene nella società civile quando le contese sono tra privati), e altre amenita’ tipiche del bagaglio statuale quando si tratta di rimediare a cio’ che hanno sbagliato. Cosa fare in questo contesto? Una cosa e’ fondamentale per mettere le mani avanti e dare valore legale da subito alla propria richiesta: mettere in mora l’amministrazione comunale tramite una raccomandata A/R in cui citando la sentenza, si intima il rimborso del dovuto (anche in modo generico viste le difficolta’ per i singoli a fare calcoli precisi), spese, interessi ed eventuali danni. Qui le spiegazioni pratiche sulla messa in mora: http://www.aduc.it/ dyn/sosonline/schedapratica /sche_mostra.php?Scheda=111051

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tlc Telefonini: in Italia più cari del 30%

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Qualche giorno fa l’Autorità per le comunicazioni era uscita evidenziando il calo della bolletta telefonica nel contesto dei vari prodotti e servizi, ma questo “primato” viene oggi messo in discussione dai dati Ocse dove emerge chiaramente che i telefonini italiani sono più cari del 30%. In altre parole molte Autorità dei paesi europei hanno svolto un ruolo più incisivo sulla concorrenza che in Italia. Ma il dato Ocse non si esprime sulla qualità. Mentre nella maggior parte dei paesi europei si telefona sulla metropolitana e sui treni e difficilmente cadono le linee, diversa è la situazione nel nostro Paese dove la qualità lascia ancora a desiderare: sui treni è praticamente impossibile telefonare così come nelle gallerie delle Autostrade e sulla metropolitana. Inoltre, frequenti restano le cadute di linea dovute ai “buchi” della rete. Adoconsum invita quindi l’Agcom ad analizzare attentamente i dati dell’Ocse e ad assumere qualche ulteriore decisione in tema di riduzione delle tariffe dei cellulari.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I prezzi della telefonia mobile

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Saverio Romeo, analista di Frost & Sullivan, nel settore delle comunicazioni mobili, commenta l’analisi dell’OCSE sui prezzi della telefonia mobile e spiega perche’ in Italia telefonare costa di piu’. Guardando agli abitanti dell’area OCSE al riguardo dei prezzi dei servizi di telefonia cellulare, gli italiani, a buon ragione, possono urlare “Ed io pago! Ed io pago!” Gli abitanti dello stivale, che hanno un quasi amore per il telefonino – un cellulare e mezzo per abitante, un numero inverosimile di SMS inviati per anno, tanto per menzionare due indicatori – sono tra quelli che pagano di piu’ per servizi di telefonia mobile in base al modello di analisi dei prezzi dell’OCSE. Ogni relazione ha un costo, ma quella degli italiani sembra essere elevato. Ma perche’ vi e’ questa discrepanza tra il mercato italiano ed altri mercati simili a quello italiano per natura e fase di sviluppo? Il mercato italiano presenta due peculiarita’ che sono alla base del “caro cellulare”. La prima riguarda il ritardo dell’effetto MVNO sui prezzi. Nel Nord Europa i primi MVNO sono apparsi nel lontano 1998-1999 con strategie mirate ad offrire servizi di telefonia mobile a prezzi bassi. Questo ha innescato una forte competizione tra MVNO ed operatori di rete portando i prezzi verso un forte ribasso. I primi MVNO in Italia arrivano solo nel Giugno 2007 in un mercato gia’ saturo e, consequentemente, il loro effetto e’ stato piuttosto debole sin ora. Il secondo motivo riguarda la struttura del mercato telefonia mobile in Italia. Si tratta di un mercato largamente prepagato. Il modello abbonamento sembra non decollare in modo forte come in altri mercati anche per la presenza di tasse governative che pesano sui costi d’utenza. I contratti d’abbonamento presentano alcuni vantaggi in un mercato maturo come la capacita’ di stabilire solide relazioni di fiducia tra utente ed operatore,  che possono anche portare a definire soluzioni vantaggiose per il consumatore. Il quasi amore per il cellulare e’, quindi, anche un punto dolente per il consumatore italiano. Alcune lentezze del sistema comunicazioni mobili in Italia sono alla base di questa contraddizione. Ma si puo’ accelerare. Gli MVNO possono osare di piu’ ed il rapporto OCSE gli da’ motivo per farlo. Lo stesso possono fare gli operatori di rete. Il nobile in decadenza s’accorge, solo di fronte alla morte, che pagare non e’ cosi’ importante purche’ si e’ vivi. Il consumatore italiano non ha bisogno dell’estremo passo. L’industria italiana della telefonia mobile puo’ assicurare loro una vita lunga e serena!

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Antonella Ruggiero in concerto

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

ADSADS1Cortina D’Ampezzo (BL). Sul palco di “Cortina Incontra”, una delle voci più versatili del panorama musicale italiano per una nuova tappa dello “Stralunato Recital” in cui Antonella Ruggiero ripercorre 25 anni di carriera prima con i Matia Bazar e poi, dal 1996, come solista attraverso i suoi più grandi successi. Con  Antonella sul palco, un trio formato da Mark Harris, al pianoforte, Carlo Cantini, al violino, e Ivan Ciccarelli alle percussioni. Davanti a una platea gremita che ha visto il PalaInfiniti registrare il tutto esaurito, si sono intrecciate canzoni nuove e meno recenti, italiane e straniere che da “Vacanze Romane” a “Echi d’infinito” hanno ripercorso la carriera artistica della cantante genovese.  Si inizia con “Amore lontanissimo”, uno dei primi successi della Ruggiero solista. Da lì in poi è un crescendo rossiniano che comprende Bach (“Aria sulla IV corda”), un classico intramontabile come “Blue moon”, De Andrè (“La canzone dell’amore perduto”), Gino Paoli (“La gatta”), Lucio Battisti (“Io vorrei, non vorrei,…”), una canzone della tradizione genovese come “Ma se ghe pensu”, Judy Garland con “Over the rainbow” direttamente dal Mago Di Oz.  Gran finale con “Vacanze romane”, cui, dopo 5 minuti di applausi scroscianti, fanno seguito i bis “Guantanamera” e “Oh tu stele”, canto tipico friulano.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il futuro mondiale delle biblioteche

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Milano, 23 – 27 agosto 2009  Expo 2015 ospita il 75° Congresso Mondiale dell’IFLA (associazione internazionale bibliotecaria, costituita da circa 1700 associazioni professionali, istituzioni bibliotecarie e singoli professionisti). Il 23 agosto cerimonia inaugurale con il Sindaco di Milano Letizia Moratti e i relatori, tra cui Claudia Lux, Presidente IFLA, Nicoletta Maraschio, Presidente dell’Accademia della Crusca, e Mauro Guerrini. Oltre a un calendario denso di incontri per addetti ai lavori, si terranno eventi culturali aperti al pubblico, fra cui sette mostre dedicate al libro. Per cinque giorni 4.000 delegati da tutto il mondo animeranno la città fra dibattiti e tavole rotonde per discutere del presente e del futuro delle biblioteche, con un occhio di riguardo per i Paesi  mediterranei. Dopo 45 anni, l’IFLA torna in Italia. Un riconoscimento importante per le biblioteche italiane e lombarde in particolare, come ricorda Mauro Guerrini, Presidente dell’Associazione Italiana Biblioteche e del Comitato Nazionale per IFLA 2009. Il titolo del congresso, Libraries create futures: building on cultural heritage indica che la biblioteca di oggi rappresenta una sfida verso il futuro: da luogo depositario del sapere a portale di accesso a contenuti affidabili. Presso il Centro Congressi della Fiera di Milano si affronteranno temi come il Web 2.0, la biblioteca digitale, la tutela del copyright nell’era di internet, il concetto di open access, i progetti per le biblioteche del futuro, la multiculturalità (per favorire l’integrazione dei cittadini), l’informazione di comunità (servizio di informazioni utili ad orientarsi nei problemi della vita quotidiana). http://www.ifla2009.it e http://www.ifla.org.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Bene l’SMS per aiutare gli italiani in vacanza all’estero

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Ma urge un tavolo per risolvere i tanti disservizi L’aiuto va concertato insieme anche a associazioni consumatori e associazioni imprenditoriali del turismo e del trasporto aereo Adiconsum ha già avanzato alla Farnesina e al ministro Brambilla la richiesta di un tavolo permanente Adiconsum ha appreso dalla stampa del servizio di sms attivato dalla Farnesina per ricevere aiuto in caso di vacanza all’estero. Quest’estate 2009 – dichiara Pietro Giordano, segretario nazionale Adiconsum – è stata rovente per decine di migliaia di cittadini che hanno visto le proprie vacanze rovinate per i più disparati disservizi: dalla perdita di bagagli a overbooking incontrollati e incontrollabili, dagli annullamenti di voli per rientro dall’Italia e dall’estero a ritardi di intere giornate, a pacchetti viaggio che non corrispondono ai servizi acquistati Disservizi resi da My Air, Alitalia e altre compagnie e da tour operator come TodoMondo. Bene quindi l’sms attivato dalla Farnesina, ma per la soluzione dei disservizi Adiconsum ha già chiesto l’apertura di un tavolo sia alla Farnesina che al ministro Brambilla che veda il coinvolgimento delle associazioni consumatori e delle associazioni degli operatori del settore turistico e del trasporto aereo  unitamente all’Authority Enac, affinché le vacanze degli italiani, siano esse natalizie, pasquali ed estive, non rimangano un amaro ricordo.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Codice della strada

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

I primi giorni di applicazione delle nuove norme sul codice della strada, oltre che incuriosire per alcuni episodi prima imprevedibili ma che ora dovrebbero diventare nostra quotidianità, fanno riflettere su alcune utilita’ e, soprattutto, sulla diffusa cultura e pratica dell’illegalita’ che impera e che il nostro sistema alimenta. Hanno fatto notizia le prime multe a ciclisti che, violando il codice e dotati anche di patente di guida, si sono visti decurtare i punti di questa patente. Persone che sono passate col semaforo rosso, o che avevano il mezzo privo di fanalino o che andavano sui marciapiedi. Persone che hanno protestato non tanto perche’ si sono visti levare i punti, ma perche’ rivendicavano il proprio diritto a violare il codice della strada: tra questi due casi esemplari: – un imprenditore che, sulle cronache di tutti i media, ha anche annunciato un ricorso contro la multa inflittagli per il passaggio col rosso… chissa’ se trovera’ un giudice che gli possa dar ragione….- il Sindaco di Venezia che ha rivendicato il proprio diritto a trotterellare a pedali sui marciapiedi di Milano. Si potrebbe dire: “chi semina vento raccoglie tempesta”. I seminatori di vento sono di due tipi: 1-  gli amministratori nazionali che credono di risolvere il disordine solo aumentando le pene e lacerando la Costituzione: tutti i cittadini sono uguali davanti alla legge, ma se sei un ciclista ed hai la patente per guidare un’automobile, sei piu’ diverso di chi non ha questa patente; cioe’ si viene multati non per l’illecito commesso ma anche rispetto a chi e cosa si e’ e si possiede… tanto varrebbe istituire anche le multe proporzionali rispetto al redditto…
2 – gli amministratori locali che, in assenza di politiche nazionali che incentivino l’uso del mezzo non inquinante (che non c’entrano nulla con la rottamazione), accettano supinamente le logiche nazionali e, pur nella scarsa disponibilita’ dei mezzi a loro disposizione, non sembrano interessati a creare condizioni infrastrutturali che incentivino una mobilita’ legale (piste ciclabili, parcheggi per bici, etc).La tempesta che si raccoglie e’ quella, per l’appunto: 1 – del Sindaco di Venezia: predica altrettanto per i motoscafi contromano nei canali della sua citta’? 2 – di tutti i ciclisti che rivendicano il diritto ad infrangere il codice sempre e ovunque. E’ innegabile che tutto questo e’ molto italiano: per come ci vedono all’estero e per come siamo tutti consapevoli di esserlo. Ma bisogna vivere…… dicono i piu’ e lo dicono anche le istituzioni con queste stupide e incostituzionali norme! (Vincenzo Donvito, presidente Aduc)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova condanna per il Nobel per la pace Aung San Suu Kyi

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

La condanna della voce critica del regime birmano Aung San Suu Kyi ad altri 18 mesi di arresti domiciliari, per l’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) rappresenta la fine di ogni speranza per una possibile apertura democratica della Birmania. In questo modo anche le elezioni previste per l’inizio del 2010 perdono di ogni legittimità. La Giunta militare ha cercato sistematicamente ogni pretesto per eliminare dalla scena politica ogni personaggio scomodo al regime in vista delle elezioni.Il fatto che Aung San Suu Kyi almeno non sia stata costretta ai lavori forzati è da ricondurre certamente al fatto che sono state numerose le proteste internazionali contro l’ingiusto processo che ha dovuto subire. Questa sentenza dimostra comunque che anche questa giunta non può semplicemente ignorare le diverse proteste internazionali. Il Premio Nobel per la pace, dopo un processo ingiusto subito a causa della presunta violazione delle leggi sulla sicurezza, è stata condannata a tre anni di lavoro forzato. Ma la pena è stata subito convertita ancora in tribunale ad una condanna di 18 mesi agli arresti domiciliari. Aung San Suu Kyi ha trascorso quasi 14 anni degli ultimi 20 anni tra gli arresti domiciliari e il carcere.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Defense Logistics and Performance Based Logistics

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Zeist, 30 September 2009 in Amsterdam RAI the Netherlands Conferences & Exhibitions Europoint b.v. one-day workshop on Performance Based Logistics will take for the Netherlands, preliminary to the international conference on defence logistics ALICE 2009. The workshop is an initiative of the University of Tennessee (USA) and Europoint Conferences & Exhibitions (Netherlands) and offers the chance to extend the existing PBL knowledge.Over the course of the past decade, performance-based product support best practices have been described and refined in military organizations around the world. Although the United States Department of Defense is the broadest application example of PBL, these best practices have been found all over the world. PBL can be applied at the component, sub-system, or weapons systems level. Performance-based, outcome oriented approaches catalyze innovation in both government and industry, providing more effective and affordable solutions for weapons systems support. This dynamic and highly interactive workshop ‘Performance Based Logistics: Current Perspectives’ will cover among others the following areas:-  What is PBL, and where does it seem to be headed? – The trade space: best value tradeoffs and finding the compelling opportunity among cost,  performance, profit, affordability, investment, and enterprise priorities) – Tenets: just what are the building blocks of a PBL relationship? –  The network implications of PBL: partnerships, the opportunities inherent in “pooled” requirements and a virtual fleet. – Review and discussion of the PBL award winning programs in the United States  – Policy insights and political considerations in America, and implications for European partners  The University of Tennessee and Europoint have started a cooperation to organise the Performance Based Logistics workshop in the Netherlands. The University of Tennessee has had many years of experience in developing high quality educational and research programmes and Europoint has been leading for over 12 years in organising specialised conferences. The combined expertise of both companies has resulted in a high quality workshop specific for the defence logistics sector, with the kick-off preliminary to the international conference ALICE 2009. http://www.alice2009.eu.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Greening the Global Economy through Sustainable Tourism

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

The Gothenburg Symposium, taking place on 14-15 September in Gothenburg Sweden, has been convened as part of UNWTO’s Davos Process to address how the development of sustainable consumption and production relates to the tourism sector in the run-up to the Copenhagen Agreement. With climate change and the global recession driving the current international political agenda, both politicians and businesses are increasingly drawn towards the idea of a global green economy. The tourism sector is at the frontline of these key issues, yet is unlikely to receive the attention it deserves in the current high-level discussions concerning the replacement of the Kyoto protocol to be finalised in Copenhagen this December.  UNWTO is working towards raising the profile of the sector as a key strategic element of global resilience and recovery, teaming up with the European Travel Commission (ETC) and Visit Sweden next month to show how tourism can play a leading role in the development of a sustainable global economy.   Leading figures from the European Union, national governments and industry will also be there to clarify how their respective institutions are greening the sector in order to make the necessary changes imposed by the climate change agenda and by the global economic crisis.  The Gothenburg Symposium will launch ETC’s own climate change and sustainable tourism knowledge networking strategy for NTOs, using the European Environment Agency’s innovative DestiNet Sustainable Tourism Portal (http://destinet.ew.eea.europa.eu).

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Promuovere il commercio on line

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Internet promuove le transazioni internazionali, permette lo sviluppo delle PMI e amplia le possibilità di scelta dei consumatori. E’ quanto afferma il Parlamento chiedendo misure per aumentare la fiducia in tale strumento alla luce delle truffe che lo penalizzano. Sollecita poi campagne d’informazione sui diritti e i doveri degli utenti, e chiede di ricorrere a standard aperti, inserire tale materia negli accordi OMC e migliorare il mercato on line dell’UE. Approvando con 562 voti favorevoli, 9 contrari e 10 astensioni la relazione di Georgios PAPASTAMKOS (PPE/DE, EL), il Parlamento sottolinea poi l’influenza positiva esercitata da Internet sul commercio transfrontaliero e internazionale di beni e servizi negli ultimi vent’anni, evidenziando come i mercati online fungano da nuovi intermediari, al fine di agevolare gli scambi, aumentare l’accesso alle informazioni a bassissimo costo e ampliare, in generale, l’ambito dei rapporti tra le imprese.  Il Parlamento nota poi che il commercio online – ossia «la produzione, la pubblicità, la vendita e la distribuzione di prodotti attraverso reti di telecomunicazione» – «supera già il commercio tradizionale». Permette inoltre di aggirare le «barriere commerciali obsolete», penetrare in mercati che in passato «erano distanti e inaccessibili» e ha creato «una nuova gamma di concetti commerciali e valori economici», come le proprietà immobiliari digitali (i nomi di dominio) e l’accesso alle informazioni (i motori di ricerca). Ha poi ricadute positive sulla possibilità di scelta, la disponibilità, i tempi e le modalità di acquisto dei consumatori. Anche perché più della metà dei cittadini dell’UE e quasi 1,5 miliardi di persone in tutto il mondo hanno accesso a Internet, mentre nell’UE un cittadino su tre effettua acquisti online, ma sono solo 30 milioni coloro che effettuano acquisti transfrontalieri nell’UE. Riconoscendo tuttavia l’esistenza di problemi in materia di garanzia della qualità e sicurezza dei prodotti, il Parlamento suggerisce che comportamenti illeciti come la contraffazione, la pirateria, le truffe, la violazione della sicurezza delle transazioni e la violazione dello spazio privato dei cittadini «non vadano attribuiti alla natura del mezzo, ma debbano essere considerati manifestazioni di attività commerciali illecite già presenti nel mondo fisico». Ritenendo che la scarsa fiducia nella sicurezza delle transazioni e dei pagamenti «costituisca il pericolo maggiore per il futuro del commercio elettronico», esorta la Commissione a indagarne le cause e a moltiplicare gli sforzi per creare meccanismi atti a rafforzare la fiducia delle imprese e dei privati, nonché a istituire idonei strumenti per risolvere le dispute connesse alle pratiche commerciali illegali. Sottolinea inoltre la necessità di una cooperazione internazionale a livello normativo affinché il commercio elettronico internazionale «sviluppi appieno le sue potenzialità». La Commissione è poi invitata a mettere a punto una strategia completa per rimuovere gli ostacoli al commercio elettronico che tutt’ora interessano le PMI, ad esempio accesso alle TIC, costi connessi allo sviluppo e al mantenimento dei sistemi di commercio elettronico, mancanza di fiducia, carenza di informazioni, incertezza giuridica nelle dispute transnazionali, ecc.. Dovrebbe inoltre formulare raccomandazioni strategiche che comprendano l’offerta di incentivi alle PMI volti a incrementare la partecipazione al commercio online di prodotti e servizi.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rail freight transport in France

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Given the chronic congestion of the road and motorway networks and the rising cost of fuel, the transport of goods by rail is a competitive alternative to road transport and should become the preferred means of transport in the future. Legislation proposed as a result of the Grenelle Environment Forum held November 2007, which aims to increase the percentage of freight that is not transported by road to 25% by 2012 (it is currently 14%) and reduce carbon emissions by 20% by 2020, is a step in this direction. In addition to the deregulation of passenger transport, European authorities have voted for the progressive liberalization of freight transport, starting with international transport between Member States, and this in the general context of a more favorable business climate in France. Since 2003, independent operators have been allowed to operate on French soil. The management of freight links is the responsibility of the French Rail Network (RFF), which issues operating and safety licenses to transport operators and provides manpower training. Railway freight transport has been deregulated since March 31, 2006, and a Railway Regulatory Commission (CRAF), responsible for ensuring open access to all railway operators, is currently being set up. Private operators have also appeared alongside the traditional national operators in the specialized train, chemical products, foodstuffs (cereals) and bulk load (cement, gravel, iron) sectors. The new operators are often subsidiaries of traditional operators, for example DB Schenker (German), Euro Cargo Rail (subsidiary of the British EWSI group), BLS Cargo (Swiss), CFF Cargo (subsidiary of Swiss railways), CFL Cargo (Luxemburg railways and ArcelorMital), VFLI (subsidiary of the French SNCF), Veolia Cargo (subsidiary of Veolia Transport), Rail 4 Chem (German BASF), and Europorte 2 (subsidiary of Eurotunnel). These operators are also developing their activities in the part loads market, which provides an alternative to HGV goods transport. Combined rail-road, or multimodal, transport is well developed in the container sector. The transfer of HGV trucks onto rail networks is expanding with the development of wide-load (B+) capacity on major axes and the introduction of specialized rolling stock using traditional technology (German and Swiss rolling roads) or new technology such as the Modalohr (Lorry Rail) trailer wagon. Classic combined transport is represented in France by Naviland (ex CNC) and Novatrans. These technological developments are accompanied by infrastructure works, such as the opening of the Perpignan-Luxemburg rail link, major trans-alpine tunnels such as the Lötschberg or the Gothard railway tunnel running from north to south, which will be completed by connections running north to west and south to east, for example (Alpine rolling road) that is currently being built, as well as wide-load adjacent tunnels between Lyon and the new Modane entrance. In addition, the launch of the Lyon-Turin railway tunnel is a key link in the European railway transport network, linking regions lying between Barcelona and Budapest. The opening up of docks platforms to the general rail network, via the modernization of bundles and sidetracks, and their operation by operators that are also authorized to run on plain track (Rail 4 Chem, Veolia, VFLI…) aims to attract flows of freight traffic, especially on new specialized links which connects the ports to their surrounding areas. One example would be the modernization of the line that connects to the Le Havre docks, which circumvents Rouen and the narrow-load Seine corridor and avoids the bottleneck of Paris triage. Invest in France Agency (IFA) promotes and facilitates international investment in France. The IFA network operates worldwide. IFA works in partnership with regional development agencies to offer international investors business opportunities and customized services all over France. For more information, please visit http://www.investinfrance.org

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il trasporto delle merci su ferrovia

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Costituisce sempre di più un’alternativa competitiva al trasporto su gomma tanto da poter diventare, in futuro, il mezzo di trasporto prediletto per la logistica. In Francia, le misure previste dalle leggi emerse dopo Incontri di Grenelle sull’Ambiente nel novembre 2007, mirano ad aumentare del 25% entro il 2010 la percentuale del traffico merci che transita su vettori alternativi alla gomma (attualmente pari al 14%) e a ridurre le emissioni di carbonio del 20% entro il 2020. Dal 2003, grazie alla deregolamentazione decisa dalle autorità europee gli operatori ferroviari indipendenti possono esercitare in territorio francese sotto il controllo della Rete Ferroviaria Francese (RFF), che concede le licenze operative e di sicurezza agli operatori di trasporto e garantisce la formazione della manodopera. Dal 31 marzo 2006 la deregolamentazi one interessa il trasporto ferroviario delle merci ed è in via di costituzione una Commissione di Regolamentazione Ferroviaria (CRAF) che provvederà a garantire libertà d’accesso a tutti gli operatori ferroviari.  Oltre ai tradizionali operatori nazionali sono attualmente presenti sul mercato francese operatori privati nei settori dei treni speciali, dei prodotti chimici, alimentari (cereali) e carichi voluminosi (cemento, ghiaia e ferro).  Spesso i nuovi operatori sono società controllate dagli operatori tradizionali, ad esempio DB Schenker (Germania), Euro Cargo Rail (Gruppo britannico EWSI), BLS Cargo (Svizzera), CFF Cargo (affiliata delle ferrovie svizzere), CFL Cargo (joint venture tra le ferrovie del Lussemburgo e ArcelorMital), VFLI (affiliata della società francese SNCF), Veolia Cargo (affiliata di Veolia Transport), Rail 4 Chem (società tedesca BASF), e Europorte 2 (affiliata di Eurotunnel). Questi operatori stanno inoltre sviluppando servizi per il trasporto di merci in piccole partite, che rappresentano una valida alternativa al trasporto merci su automezzi. Il trasporto combinato strada-rotaia, o multimodale, è ben sviluppato nel settore dei container. Il trasporto di camion su reti ferroviarie è in espansione, con lo sviluppo di capacità di grosso carico (B+) sugli assi più importanti e l’introduzione di materiali rotabili specializzati che utilizzano la tecnologia tradizionale (strade ferroviarie tedesche e svizzere) o nuove tecnologie, quali i treni Modalohr (Lorry Rail). In Francia servizi di trasporto combinato tradizionale è offerto da Naviland (già CNC) e Novatrans. Questi sviluppi tecnologici sono affiancati da interventi sulle infrastrutture, quali l’apertura del collegamento ferroviario Perpignan – Lussemburgo, importanti trafori transalpini quali il  Lötschberg o il traforo ferroviario del Gottardo, in direzione nord-sud, cui seguiranno collegamenti in direzione ovest e sud verso est, ad esempio la strada ferroviaria alpina attualmente in costruzione, nonché i trafori per grossi carichi adiacenti fra Lione e il nuovo accesso di Modane. Oltre a ciò, il traforo ferroviario Lione-Torino, che sarà un collegamento essenziale per la rete europea di trasporti ferroviari e andrà a collegare le regioni geografiche comprese fra Barcellona e Budapest. L’apertura di piattaforme di carico alla rete ferroviaria, attraverso la modernizzazione di nodi e binari di raccordo e la loro gestione da parte di operatori autorizzati anche ad utilizzare binari normali (Rail 4 Chem, Veolia, VFLI…) mira ad attrarre i flussi di traffico merci, in particolare sulle nuove vie di collegamento specializzate fra i porti e le aree circostanti. Ne è un esempio la modernizzazione della linea di collegamento ai dock di Le Havre, che evita Rouen e il corridoio per carichi di piccole dimensioni della Senna e libero dunque il centro di smistamento di Parigi sempre molto intasato.

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: accordo Enel per implementare rete ricarica elettrica

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

«Il Comune di Roma firmerà a settembre un protocollo d’intesa con Enel  per la realizzazione di un progetto sperimentale che promuova  lo sviluppo della mobilità elettrica nella Capitale». E’ quanto dichiarano l’assessore alla Mobilità e ai Trasporti del Comune di Roma, Sergio Marchi, e l’assessore all’Ambiente, Fabio De Lillo. «Una scelta promossa e già approvata dalla giunta Alemanno, che porterà alla creazione di una nuova rete di ricarica per veicoli elettrici e che consentirà l’implementazione del servizio esistente, dal 2007 fermo a 11 stazioni, per un totale di 40 colonnine, equivalenti a 96 punti di ricarica gratuita per scooter e autovetture. Il nuovo progetto prevede una prima fase sperimentale – spiega Marchi – per consentire, successivamente, l’espansione del servizio, oggi a vantaggio della sola utenza privata, anche nell’ambito del trasporto pubblico non convenzionale e per l’attuazione di soluzioni dedicate agli spostamenti casa-lavoro. Guardando ad un futuro sostenibile per la nostra città – conclude l’assessore alla Mobilità – l’amministrazione capitolina ha infatti deciso di accettare la sfida di portare anche Roma a livelli di mobilità sostenibile sempre più elevati: ponendo attenzione alle problematiche della collettività, interpretandone le aspettative, e  cercando di contemperare l’esigenza istituzionale di ridurre la congestione ed il traffico, fonte di stress per i cittadini, con la doverosa tutela dell’ambiente». «A settembre – ribadisce De Lillo – i tecnici dei due assessorati, dell’Atac e dell’Enel avvieranno una importante collaborazione per definire il piano di localizzazione e di installazione delle nuove stazioni di ricarica dedicate ai veicoli elettrici. Si tratta di una valida opportunità per sviluppare un sistema di mobilità sostenibile a impatto zero – precisa l’assessore all’Ambiente –  annoverando Roma tra le città pilota in questo tipo di sperimentazione, perfettamente in linea con la riduzione dell’inquinamento atmosferico cui punta l’Amministrazione capitolina. Un obiettivo – conclude De Lillo – verso il quale già si sta lavorando da un anno, con risultati tangibili. Lo confermano i dati ottenuti dai rilevamenti effettuai nei primi 7 mesi del 2009, che mostrano una riduzione del 50% del numero di superamenti di Pm 10 rispetto allo stesso periodo del 2007».

Posted in Cronaca/News, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Exposed: 10 years in Hollywood

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Hollywood. Author / Photographer: Mark Liddell Jamaican born Mark Liddell is considered to be one of the world’s foremost celebrity photographers, having published more than 300 top international magazine covers as well as many celebrity-driven advertising campaigns. Liddell focuses on what is “behind the eyes,” with a signature style that brings together what he sees as four essential elements: strength, sensuality, seduction and soul. He has photographed many of the worlds most beautiful and intriguing personalities including Jennifer Aniston, Tom Cruise, Heath Ledger, Nicole Kidman and Cindy Crawford. Exposed: 10 years in Hollywood goes behind the lens of more than 100 photo shoots with photographer Mark Liddell and today’s most sought-after musicians, supermodels, media darlings, and the Hollywood A-list, exposing it all. Including an informative Q&A with all the answers to the questions you have wanted to know about what goes on behind-the-scenes of today’s celebrity photo shoots. Exclusive insider commentary from Halle Berry, Britney Spears, Sharon Stone, Annie Lennox, Avril Lavigne, Paris Hilton and more. This book brings attention to many of today’s issues and causes with a portion of all proceeds going to The trevor project: A suicide prevention helpline for lesbian, gay, bisexual, transgender and questioning youth and to Jenesse, the Women’s Domestic Abuse center.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I Meridionali: da emigranti a protagonisti

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Dopo la seconda guerra mondiale i governanti italiani  fecero fortuna loro e di loro amici con emigrazione ed  illusioni (CasMez, Isveimer ecc. ): l’esodo di giovani infiacchì ancor più il già fiacco Mezzogiorno, ridotto  alla mercé della funesta raccomandazione e della vergognosa protezione, gestite abilmente dagli  “amici del popolo”, abili distruttori di  coscienze e di professionalità, i quali valorizzando ignoranza alimentano impreparazione, inefficienza e degrado.  Il Meridione  lascia ad altri studi, ricerche, impegno sociale e produzione diventando mercato quasi solo dei prodotti altrui.  Due Italie: una vogliosa di fare per non sganciarsi dalla storia e l’altra  costretta a subire la storia. Fiorirono così nel Nord case editrici  per dare ad ognuno le conoscenze per essere all’altezza della situazione e migliorarsi in tutti i settori, dall’agricoltura all’industria, all’artigianato, al commercio, allo sport, e nel Sud non solo non si scrivevano libri di tal genere né si leggevano, ma addirittura non si conoscevano! Cittadino nel Nord seguito ed istruito e nel Sud alla ricerca di un titolo di studio da presentare a mamma raccomandazione,  per il sospirato posto fisso!  Nel Nord la Bocconi per accrescere la professionalità e nel Sud tutt’al più corsi di formazione:  costante  azione di politici, che si vantano persino di aver utilizzato la raccomandazione per sistemare amici! Nel Sud quasi mai posizioni primarie, ma quasi sempre funzioni in sottordine, come se in ogni meridionale al massimo ci sia un  Pier delle Vigne, cioè al massimo un ottimo esecutore, ma mai un progettista! Politici in concreto  privi di ideali e di idee e però dotati di uno spiccato attaccamento al potere, per conservare il quale sono arrivati a sovvenzionare l’emigrazione  con un tanto al mese a chi decide di abbandonare il Sud!   Spopolamento: grande  saggezza politica e non genocidio per traslazione! Ridotto piuttosto male, il Sud può ancora farcela e da solo.  ( Da Pensieri e ponderazioni 1 di Nunziante Minichiello)

Posted in Spazio aperto/open space, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rail industry benefits

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Zeist, the Netherlands, The autonomisation of the railway industry, the related enhanced commercialisation and the separation of infrastructure and operations ask for new criteria in optimal life cycle management. Good management of the total life cycle costs of rail assets is a key aspect in this. Challenges such as calculations in which changing circumstances and future expenses need to be taken into account, still need to be overcome. This greatly influences the determination of prices in for example tendering procedures of rolling stock. Rules, interoperability and feasibility of technological developments are also among the issues at stake. However, optimal life cycle management offers remarkable opportunities and provides competitive advantages. This will all be discussed on 8 December 2009 during the international Life Cycle Management conference. The conference will take place in Congress centre Amstelveen in the Netherlands and is being organised by Europoint Rail Technology Conferences & Exhibitions.The Life Cycle Management conference starts with a benchmarking forum, after which the need and necessity for cross border regulations will be illustrated from different perspectives. The conference programme includes contributions from politics, science and industry. In the afternoon the following issues will be discussed via interactive seminars:- Rail concessions and asset/life cycle management: winning contracts- Management accounting & LCM- The interaction between infrastructure and rolling stock: symbiosis or parasitism?-  The balance between technology and cost efficiency The organisers expect these issues to lead to a successful interaction between speakers and delegates. The exchange of viewpoints will result in innovative solutions and tangible actions that will lead to a cost effective and manageable integral method of Life Cycle Management in the rail industry.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Educare alla legalità

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

I tanti episodi di violenza che hanno per lo più riscontro tra i giovani e i giovanissimi devono non solo farci riflettere ma renderci consapevoli di una realtà che abbiamo costruito dimenticando molto spesso i valori fondanti di una società che si basa proprio sull’educazione alla legalità e al rispetto della persona umana. Abbiamo inculcato nei giovani il veleno del consumismo che ha insegnato loro che esiste un solo Dio quello del denaro e che esso va ottenuto con qualsiasi mezzo. Abbiamo predicato la libertà senza freni e ci siamo ritrovati con i figli drogati. Abbiamo inventato mille scappatoie per sfuggire ai rigori della legge e i giovani hanno finito con non trovare più un limite tra la legalità e l’illegalità. Abbiamo dato risalto alla politica praticata nelle istituzioni ma ci siamo guardati bene dal depurarla dagli abusi e dalle corruzioni. Non possiamo essere educatori a parole se poi nei fatti facciamo tutto il contrario. Non possiamo rispettare il nostro simile se lo vediamo solo come un antagonista, un soggetto da sfruttare, da schiavizzare. Ciò che oggi ha più sconvolto l’opinione pubblica non è tanto l’aggressione, e lo stupro di per sé, quanto le motivazioni che le hanno accompagnate. Si da fuoco a un giovane che dorme su una panchina e a chi chiede il perché è stato fatto si risponde: “per divertirci”. A questo punto l’aspetto più importante è nel restituire il valore della legge nella pratica di tutti i giorni. Non possiamo più permetterci che un procedimento giudiziario passi in giudicato dopo 10 o 12 anni. E’ negare la giustizia. E’ favorire l’illegalità. E’ ridicolizzare le istituzioni. Ci rendiamo conto o no della deriva che ci porta questo modo di regolare i rapporti nella società e nel rispetto dei nostri simili? Se non agiamo in fretta raddrizzando le storture più palesi faremo cadere anche l’ultimo velo che ci copre e metteremo a nudo quello che il peggio della nostra inciviltà e indegnità. (Riccardo Alfonso fidest@gmail.com)

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Settimane Teologiche della FUCI

Posted by fidest press agency su giovedì, 13 agosto 2009

Si sono concluse le Settimane Teologiche della FUCI nel monastero benedettino di Camaldoli, nell’aretino, per un’esperienza di ricerca, approfondimento, preghiera e amicizia. Anche quest’anno – per ognuna delle due Settimane – una settantina di universitari provenienti da tutta Italia si sono ritrovati nelle colline del Casentino perpetuando una tradizione iniziata da Giovanni Battista Montini negli anni Trenta.  Nella Prima Settimana Teologica, svoltasi dal 26 luglio al 1° agosto, gli universitari saliti a Camaldoli hanno approfondito il tema “Atti degli Apostoli. Cittadini del mondo, cittadini del regno”. La riflessione è stata guidata dal biblista padre Paolo Bizzeti s.j. e da Franco Riva, docente di Etica sociale all’Università Cattolica di Milano.  La Seconda Settimana Teologica, svoltasi dal 2 all’8 agosto ha visto quale tema “La questione antropologica e le sfide della bioetica”. «Le sfide della bioetica sono oggi tra i principali terreni di scontro fra il pensiero cosiddetto laico e quello religioso – si legge nella relazione introduttiva a cura della Presidenza Nazionale FUCI – il principio fondamentale della dignità della persona umana pare, pur con notevoli sfumature, comune al pensiero religioso come a quello non religioso, ma non per entrambi l’affermazione di questa dignità presuppone una considerazione coincidente del valore della vita umana. La persona è quindi il centro del dibattito. Non l’individuo, ma la persona che se ne distingue per la strutturale ineludibile capacità di relazione con il mondo».  A guidare la riflessione degli universitari sono intervenuti mons. Nunzio Galantino, responsabile del Servizio nazionale della CEI per gli studi superiori di teologia e di scienze religiose e docente alla sezione San Luigi della Fa¬coltà teologica dell’Italia meri¬dionale, e mons. Cataldo Zuccaro, rettore della Pontificia Università Urbaniana e assi¬stente nazionale del Movimento ecclesiale di impegno culturale (Meic). Le due Settimane sono state inoltre scandite dai ritmi della liturgia delle ore che i giovani hanno celebrato insieme alla comunità monastica, un momento propizio per rinsaldare quel legame e quell’amicizia che vi è tra la e la FUCI e i Camaldolesi, in un clima di reciproco scambio.  Il prossimo appuntamento nazionale della FUCI sarà la Scuola di Formazione che si svolgerà dal 29 ottobre al 1° novembre p.v. a Trento dal titolo “Cerando un fondamento per la ricostruzione. Sulle orme di De Gasperi”.  Nel prossimo mese di aprile, infine, la FUCI celebrerà a Piacenza il proprio 60° Congresso Nazionale sul tema “In tempo di crisi, quale economia a servizio dell’uomo?”, un momento nel quale la Federazione rifletterà sulle cause dell’odierna situazione e quale deve essere il contributo che l’Università può dare nell’interpretazione delle crescenti sfide in materia economica.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »