Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 330

Archive for 14 agosto 2009

Ferragosto a Cervia, Milano Marittima, Pinarella e Tagliata

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

la notteAnche quest’anno stabilimenti balneari rimangono aperti la sera con un ventaglio di proposte sorprendenti per catturare l’attenzione del pubblico con intrattenimenti per tutte le età.  E così la festa di mezza estate si trasforma in un’occasione per trascorrere la notte con i piedi nella sabbia sotto il cielo stellato. Ogni bagno si dedica al piacere del palato con diverse proposte gastronomiche. Inoltre musica dal vivo con  artisti e dj si esibiscono negli stabilimenti balneari che per l’occasione hanno organizzato feste di vario  genere, ma soprattutto  a tema. Da non perdere quindi l’emozione di una cena a lume di candela in spiaggia o di una serata di musica in riva al mare.  Un ferragosto che inizia presto con il concerto all’alba dell’Orchestra Giovanile Città di Cervia nella spiaggia libera di Milano Marittima (viale Forlì). La giornata continua con “un bagno di scrittori”, che sbarcano a Cervia per il momento conclusivo  della 17^ edizione La spiaggia ama il libro. Il 15 agosto dalle ore 11 nella spiaggia antistante il Grand Hotel di Cervia, gli autori arriveranno su coloratissime imbarcazioni d’epoca. Personaggi del calibro di Franca Rame, Dario Fo e Luca Goldoni, inoltre Diego Dalla Palma, Giancarlo Mazzuca, Massimo Picozzi, Nicola Dante Basile e Carlo Cambi, saranno protagonisti del talk show di ferragosto. Ospiti d’onore: Pierluigi Visci, direttore di QN e Salvatore Giannella, giornalista e scrittore. L’appuntamento serale è con le risate de Il Sarchiapone, manifestazione di grande successo dedicata a Walter Chiari. La serata del 15 agosto è in Piazza Garibaldi (ore 21,30) all’insegna di un programma scandito, come tutti gli anni, da ospiti importanti e protagonisti dello spettacolo per parlare di racconti, storie, aneddoti  e filmati e ricordare il grandissimo Walter.  Quest’anno gli artisti ospiti sono: il comico forlivese Andrea Vasumi del Laboratorio Zelig off con Giorgio Lanzoni, Enrico Zambianchi, Giorgio Montanini, I Dirigibili, Francesco Damiani, Simone Perinelli e Selene Lungarella.  Ferragosto in canoa a Cervia.  Con le canoe da 1, 2 o 3 posti l’escursione si fa di notte alla luce della luna, in mezzo alla pineta fino ad arrivare alle saline, oppure si può risalire il fiume Savio fino ad arrivare al mare.  Anche l’arte apre di sera. A Cervia l’affascinante struttura del Magazzino del sale ospita  fino al 30 agosto due mostre aperte la sera  dalle 20 alle 24.  Accanto la mostra dal titolo “I 50 anni di Barbie” dedicata al compleanno della bambola più famosa del mondo che proprio quest’anno festeggia i 50 anni. La mostra è divisa in sezioni rappresentanti ciascuna un decennio. La maggior parte dei materiali esposti fu prodotta dagli anni ’60 agli anni’90. Il divertente e curioso percorso espositivo si snoda tra bambole Barbie/Mattel del decennio rappresentati, abiti originali, arredamento d’epoca e d’ambientazione, accessori e incredibili oggetti originali dell’epoca come il porta bambola, il ferro da stiro, gioco di società in scatola della Barbie. (la notte)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ferragosto, destinazioni last minute

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

ferragostoChi deve ancora partire, chi non ha organizzato nulla, chi ha fatto le vacanze in giugno e ormai non se le ricorda nemmeno più, chi vuole semplicemente festeggiare la notte più pazza dell’estate in modo speciale… ecco per tutti le offerte last minute del Ferragosto italiano! Emblema delle vacanze, il 15 agosto (e la sua vigilia) portano con sé la voglia di divertirsi, e sono tante le occasioni tra cui scegliere per trascorrere queste giornate in spensieratezza e allegria.   Il Belvedere Hotel di Riccione (www.belvederericcione.com) propone un gemellaggio con la mondana Capri, inventando il party “Anema e Core”. Un mix di sapori, colori e suoni per celebrare il culmine dell’estate in spiaggia, in cui temi dominanti sono le scenografie al limone, chitarra e mandolino e ingredienti gastronomici mediterranei.  Prima ancora del menu, studiato nel dettaglio dallo chef Fabrizio Mantovani, gli invitati troveranno sui tavoli anfore di olive, pomodorini, mozzarelle, acciughe, pizze e peperoncini. Il Romantik Hotel Le Silve di Armenzano (PG) (www.romantikhotels.com/Armenzano) offre un viaggio indietro nel tempo e propone invece un’ottima cena allietata da speciale musica medievale dal vivo.  Il Castello di Bardi (PR) (www.diasprorosso.com) invita per la vigilia di Ferragosto, venerdì 14, ad un’eccezionale visita guidata della fortezza “By Night”. Un maniero imponente e suggestivo, che fu teatro di fatti d’amore e sangue diventa ancora più affascinante alla luce della luna… Borgo Casale di Albareto (PR) (www.borgocasale.com) invita a trascorrere una serata all’insegna del divertimento e della musica: Ballando con la luna. Sotto il cielo di Casale si celebra la più classica delle notti d’estate tra un cocktail e un passo di danza, in un contesto eccezionale. http://www.ellastudio.it/articolo-3316.htm (ferragosto)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Ferragosto “Caliente” con Carlos Vives “Live”

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

carlosRoma. Il 15/agosto al Fiesta di Roma Dopo 10 anni ritorna in Europa Uno dei più grandi artisti latino americani Candidato a 6 Latin Grammy Awards Grande interprete di telenovelas, quali “Gallito Ramirez”, dove interpreta la storia di un pugile colombiano che si innamora di una ricca ragazza, interpretata da quella che in seguito diventa la sua prima moglie, Margarita Rosa de Francisco. Tra le telenovelas che lo hanno reso famoso nel mondo ricordiamo; “Tuyo es mi corazon”, “Loca Pasiòn”, “La Otra”, “Aventurera”, ma la svolta della sua vita avviene nel 1991, quando al suo ritorno in Colombia gli viene offerta la parte da protagonista nella serie basata su Rafael Escalona, compositore del genere Vallenato, chiamata ovviamente “Escalona”. Nella serie canta le canzoni di Escalona reinterpretando il genere e mescolandolo con del rock, pop e fondendolo con altri ritmi etnici dei caraibi colombiani, cosa che scandalizzerà i puristi del genere vallenato. Nel 1993 pubblica “Clásicos de la Provincia”, che si rivela un classico senza tempo nella musica colombiana e latino americana, lanciando il vallenato nello scenario mondiale. Successivamente escono “La Tierra del Olvido” (1995), “Tengo Fe” (1997), “El Amor de mi Tierra” (1999), “Déjame Entrar” (2001) and “El Rock de mi Pueblo” (2004) che pur non eguagliando il primo successo affermano definitivamente la maturità del cantante. Quest’anno il cantante colombiano ha ricevuto 6 Nomination per la prossima edizione dei “Latin Grammy Awards”, è così ufficialmente in lizza per il titolo di, tra gli altri, miglior album dell’anno e canzone dell’anno, a quota 4 c’è la cantante salsa Celia Cruz. La terza edizione della consegna dei premi si svolgerà al Kodak Theatre di Hollywood il rpossimo 18 settembre. Il prossimo 15/Agosto/2009 una tappa del suo tour mondiale sarà al Fiesta di Roma, all’interno del Festival Latino americano di Capannelle, un evento straordinario per il suo genere, che focalizzerà l’attenzione di tutto il popolo colombiano, di tutti i latino americani presenti in Italia, ma anche di tutti gli italiani amanti della musica latinoamericana DOC, un Ferragosto caliente per tutti i romani e tutti coloro che saranno a Roma per le vacanze. (Carlos)

Posted in Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I radicali scrivono al Cardinal Angelo Bagnasco

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Egregio Signor Presidente, l’iniziativa “ferragosto in carcere”, organizzata da noi Radicali nei giorni 14, 15 e 16 agosto, ha avuto presso parlamentari italiani ed europei, consiglieri regionali e garanti dei diritti dei detenuti, un ascolto che è andato ben al di là delle nostre previsioni: in 150, di tutti gli schieramenti politici, infatti, visiteranno 175 delle 221 carceri distribuite su tutto il territorio nazionale. Lo faranno per unirsi alla “comunità penitenziaria” per una ricognizione approfondita di una realtà che registra oggi un numero mai visto prima di ristretti: 64.000 esseri umani stipati in spazi che potrebbero ospitarne legalmente solo 43.000. Come saprà, l’art. 67 dell’ordinamento Penitenziario riconosce agli ordinari diocesani e all’ispettore dei cappellani il diritto di visitare le carceri senza autorizzazione, che è invece richiesta per i ministri di culto. Le scriviamo per chiederLe di farsi promotore di un nostro appello presso i Vescovi affinché scelgano di far parte delle delegazioni che nei giorni 14, 15 e 16 agosto visiteranno gli istituti penitenziari italiani. Che il momento sia straordinariamente difficile, lo dimostra anche il triste bollettino di morte che in queste ore la benemerita rivista Ristretti Orizzonti sta diffondendo a tutti i media. In quell’elenco, troviamo veramente gli “ultimi” ai quali è stato tolto persino il diritto alla speranza  cosicché, a decine quest’anno, hanno deciso di farla finita impiccandosi alle sbarre di una cella. Questo “ferragosto in carcere” costituisce – crediamo – la più consistente visita di sindacato ispettivo mai realizzata in Italia, visita che avviene nel momento in cui non solo si registra il picco massimo di presenza di detenuti dal dopoguerra, ma anche una carenza spaventosa di personale e risorse ridottissime persino per l’ordinaria amministrazione. E’ con fiducia che ci rivolgiamo a Lei, consapevoli dell’importanza che la Chiesa cattolica da sempre riconosce all’assistenza ed al conforto dei detenuti. Un segno, anche simbolico, della presenza dei ministri del culto cattolico proprio in quei tre giorni sarebbe un forte incoraggiamento per i legislatori ad occuparsi senza più rinviarla di una questione divenuta umanamente insostenibile. Uniamo le forze, questa volta sì, per un obiettivo comune: il rispetto dell’articolo 27 della Costituzione Repubblicana e con esso della dignità della persona umana. Gradisca, con l’occasione, i nostri più cordiali saluti (Rita Bernardini Antonella Casu deputata Radicali/PD) (Segretaria Nazionale di Radicali Italiani)

Posted in Cronaca/News, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Ferragosto in carcere”

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Gli psicologi esperti ex art. 80 che operano in modo continuativo e precario da 30 anni in carcere aderiscono all’iniziativa promossa dai parlamentari negli istituti di pena. Si uniscono agli altri operatori per chiedere alle forze politiche di intervenire sullo stato di emergenza, che ha determinato nelle carceri tensione e conflittualità difficilmente gestibili ed espone sia i detenuti, sia chi presta servizio negli istituti ad una situazione di rischio. Tale rischio ha ricadute sulla sicurezza della collettività esterna: anche se lontano dalla visibilità e dalla vita quotidiana di ognuno di noi il carcere dovrebbe infatti svolgere, non solo funzioni di risarcimento da parte del reo e di isolamento, ma anche di contenimento e prevenzione di comportamenti distruttivi concorrendo,  in prospettiva, alla sicurezza di tutti. Ciò richiederebbe spazi, mezzi, risorse umane, sia per la sicurezza che per le attività specialistiche di trattamento che, già da tempo insufficienti, sono stati ulteriormente resi inefficaci dal  sovraffollamento. Le condizioni di vivibilità nel carcere rendono ancor più difficile praticare trattamenti volti a promuovere nelle persone detenute quei processi di crescita personale, revisione critica e assunzione di responsabilità, necessari alla prevenzione della recidiva. Né allo stato attuale sono possibili valutazioni sulla pericolosità dei detenuti, compresi quelli per reati ad alto allarme sociale, che stanno per tornare in libertà. Ciò ha comportato inoltre un crescente disagio nei detenuti che si traduce nell’accentuarsi delle problematiche di devianza ed in uno stato di tensione che inevitabilmente si rivolge contro gli altri o contro sé stessi. Come dimostra il triste primato, raggiunto negli ultimi mesi, di episodi di scontro fisico (anche con il personale) e di suicidi. A fronte di tale disagio non sono, allo stato attuale, garantiti i livelli minimi di assistenza psicologica. Tale funzione di assistenza, che ha il duplice scopo di tutelare la salute psichica ed attivare processi psichici volti ad affrontare problematiche devianti e  disinnescare meccanismi criminali, è stata svolta da oltre 30 anni dai 380 psicologi consulenti ai quali, con il passaggio della Sanità Penitenziaria al SSN, è stata sottratta questa competenza. Attualmente l’assistenza psicologica è affidata agli psicologi di ruolo, che sono 19  in tutto il territorio nazionale, mentre i consulenti continuano a lavorare con un rapporto di lavoro precario potendo dedicare solo 3 ore l’anno per ciascun detenuto. Ne consegue che la risposta al disagio ed all’aumento di suicidi è unicamente medico-psichiatrica, con uso massiccio di psicofarmaci che incidono pesantemente sulla spesa senza affrontarne le cause, prevalentemente di natura esistenziale, e senza tenere conto  che la patologia non è dentro la persona ma anche e soprattutto nel contesto. Si richiama l’attenzione dei parlamentari in visita negli istituti sulla necessità di: investire risorse nella prossima finanziaria per aumentare il personale in organico sia  di Polizia Penitenziaria che dell’area del trattamento e stabilizzare gli  psicologi che lavorano in modo precario da 30 anni; -riaprire ai detenuti prospettive di vita futura e dare un senso riabilitativo alla pena poiché questo ridurrebbe, da un lato il disagio psichico e i suicidi, dall’altro porrebbe le basi per l’adozione sensata di pene alternative permettendo di affrontare il grave problema del sovraffollamento e della prevenzione della recidiva con l’ uso delle leggi in vigore; -rendere possibile il lavoro di tutte le professionalità, in particolare quella del controllo svolta dalla polizia penitenziaria e del trattamento (educatori, assistenti sociali, mediatori etc) compresa l’assistenza psicologica, poiché oltre ad essere peculiari del mandato istituzionale, sono strettamente interconnesse e necessarie l’una all’altra per mantenere  i già difficili equilibri in carcere. Per affrontare realmente la difficile situazione determinatasi nelle carceri, è necessario non separare la funzione dell’esclusione e del controllo da quella mirata alla riduzione dei meccanismi criminogeni e delle problematiche devianti, poiché tale scissione non garantisce sicurezza né all’interno degli istituti né alla collettività esterna quando le persone detenute usciranno e l’istituzione non potrà più esercitare su di loro un controllo diretto. (Dr.ssa Paola Giannelli Segretario Nazionale S.I.P.P. Società Italiana Psicologia Penitenziaria)

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Monica Nassisi: Giustizia a richiesta

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Molti interrogativi mi pone il fatto che sia stata ripristinata la custodia cautelare, con nuova ordinanza fondata sul pericolo di fuga, nei confronti di Luigi Campise, solo a seguito del grido di dolore e rabbia del padre della giovane vittima, del clamore suscitato dalla risonanza mediatica data alla scarcerazione, dall’invio degli ispettori dal Ministro Alfano. Luigi Campise, condannato in primo grado a trenta anni di reclusione per l’omicidio della giovane fidanzata, in attesa della definizione del secondo grado di giudizio, era stato rimesso in libertà per decorrenza dei termini di custodia cautelare. La presunzione di innocenza, principio irrinunciabile costituzionalmente garantito, legittima norme come quella sui termini della custodia cautelare, che non consentono uno stato di detenzione, oltre un certo periodo di tempo, laddove non sia stata accertata, con sentenza passata in giudicato, la responsabilità penale per i fatti oggetto di contestazione. Il nostro sistema penale è, però, fondato anche sui principi di concentrazione e di celerità dei processi, che dovrebbero sia garantire l’innocente ad avere una pronta e veloce assoluzione, sia tutelare la collettività, assicurando alla giustizia, in tempi brevi, chi definitivamente è riconosciuto colpevole. Purtroppo, per diversi motivi, la realtà è, spesso, molto diversa dal modello di riferimento del legislatore. Fortemente destabilizzante è, per un cittadino, la perdita di fiducia in quella giustizia che dovrebbe garantire coloro che hanno visto lesi i propri, e quelli dei loro cari, diritti fondamentali, com’è il diritto di vivere. Sicuramente, una giustizia a richiesta non sembra.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Rosario risponde a Simplicio

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Amico Simplicio, una sola risposta per due note può bastare? Chi è Simplicio? Ma perché non “chi è Rosario Amico Roxas”? Ma non si tratta delle due facce della medesima medaglia?  Se Simplico chiede, è perché vuole stimolare, provocare, forse, ma certamente pensare; Rosario si ritrova costretto a pensare, ma non per far capire a Simplicio, ma per capire lui stesso. E’ il riflesso silente della coscienza, che invita a separare il grano dal loglio, le promesse dai progetti, le illusioni dalla realtà.  Qui le due note si assimilano, perché gli “altolocati”, in tutte le salse, sia in salsa grazioli che in salsa vaticana, ci impongono  (o ci vorrebbero imporre) il loro pensiero che dovrebbe diventare il pensiero unico, pena la condanna come relativismo dalla salsa vaticana, o peggio…molto peggio… di comunismo dalla salsa grazioli. La storia si scrive pagina dopo pagina, e qui il problema non è di cambiare pagina o meno; siamo di fronte ad una scrittura criptata della storia; quando poi l’altolocato che decide, non riesce a proseguire nel suo itinerario, resosi contro delle contraddizioni in cui è caduto, strappa le pagine precedenti, come se nulla fosse accaduto. La salsa grazioli  adesso si adopera per il nobel per la pace, che dovrebbe strappare tutte le pagine precedenti ed aprire il grande capitolo della presidenza della Repubblica; l’altra campana della salsa vaticana, nell’omelia intorno a Santo Curato d’Ars, ha sostenuto che  “la credibilità dei sacerdoti  dipende dalla loro santità”. Per il primo c’è poco, pochissimo da dire. Quello che è più preoccupante è l’identificazione della credibilità sacerdotale, rapportata alla santità; quindi il sacerdote che non è santo non è credibile; ma quando è abbastanza santo da risultare credibile?  Ma se la santità fosse rapportata alla testimonianza? Temo proprio che salterebbero (metaforicamente) molte teste dalla porpora in su. Certamente non sarà mai santificato Pio XI, il quale manifestò la propria testimonianza contro le leggi razziali di Mussolini. che oggi vengono riproposte, con queste testuali parole, riportate in  “E. Fattorini, Pio XI, Hitler e Mussolini, Einaudi, Torino, 2007 pag.171” Ma io mi vergogno…mi vergogno di essere italiano. E lei padre [il gesuita Tacchi-Venturi] lo dica pure a Mussolini! Io non come papa ma come italiano mi vergogno!Il popolo italiano è diventato un branco di pecore stupide. Io parlerò, non avrò paura. Mi preme il Concordato, ma più mi preme la coscienza. E non ebbe paura; si ritirò a Castel Gandolfo quando a Roma arrivò Hitler; fece trovare i musei vaticani chiusi perché “Roma era stata invasa da croci senza Cristo”  (le croci uncinate e le croci celtiche.) Fu quella una altissima testimonianza, che secondo quanto lasciò scritto nei suoi diari il cardinale Tisserant, il pontefice avrebbe pagato duramente da lì a poco. (Rosario Amico Roxas)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Gesù: l’attualità di un personaggio

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Sono passati oltre duemila anni allorché un uomo di modeste origini attraversava la Galilea predicando la fratellanza umana ed generando l’interesse dei semplici con le sue parabole e mettendo a tacere i dotti critici con risposte dettate dal buon senso. Era un uomo buono e si avvertiva che fosse un giusto. Tutti titoli che avrebbero dovuto condurlo se non proprio alla santità, in quanto era già santo, alla stima e alla considerazione del suo prossimo. Divenne, invece, un pericolo pubblico. Occorreva metterlo a tacere. Subì in questo modo l’onta del martirio e della morte sulla croce. Non solo. Persino il più fedele dei suoi discepoli negò per ben tre volte, di averlo conosciuto. E il popolo? Il giorno prima lo osannava e il giorno dopo non esitò a preferirlo a Barabba, un criminale. C’è oggi chi dubita che possa essere esistito un uomo del genere, o meglio nel considerarlo il figlio di Dio. La verità è che uomini di tale stampo ve ne sono stati tanti nel mondo sia pure scremati sul passo generazionale. Lo sono stati in chiave laica e religiosa. Lo sono stati tra i poveri e i ricchi, tra i peccatori e i redenti, tra i pagani e i monoteisti. Una congerie di figure trasversali a tutte le condizioni umane di casta, di professioni e di cultura. Ma ciò che oggi sconcerta di più è che, da una parte, è stata raggiunta una maggiore consapevolezza del bene e del giusto che ciascuno di noi deve esserne il portatore, dall’altra il male continua ad impazzare come se da questa parte nulla sia cambiato. In mezzo non vi è, purtroppo, la risposta ferma di quella maggioranza di tutti i tempi che così a lungo ha sofferto e subito, ma vi è la rassegnazione. Oggi si riduce di molto la possibilità che per un reato d’opinione come quello perpetrato da Gesù per i censori di tutti i tempi, vi sia una condanna così drastica come quella della crocefissione ma cresce, invece, la calunnia, il sospetto, l’isolamento dell’appestato. Questa la misura del martirio. E’ la storia del povero Cristo del XXI secolo. (R,A.)

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La lotta dura paga

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

La conclusione della vicenda INNSE- con un risultato parziale, ma positivo per i lavoratori- dimostra che la lotta radicale paga. Dimostra che una lotta ad oltranza, disposta a travalicare i “diritti di proprietà” e i vecchi rituali, pur di difendere il lavoro, è capace di strappare risultati: allargando il campo della solidarietà, reggendo alle intimidazioni poliziesche, piegando l’arroganza del padrone. E’ un’indicazione preziosa per tutti i lavoratori italiani, alla vigilia dell’autunno: solo la radicalità operaia può sconfiggere la radicalità del padrone. Per questo, l’occupazione operaia di tutte le aziende che licenziano, sostenuta da una cassa nazionale di resistenza, è l’unica via per imporre il blocco dei licenziamenti. Proponiamo l’immediato coordinamento nazionale tra le rappresentanze dei lavoratori delle aziende già oggi presidiate o occupate, in funzione della generalizzazione delle occupazioni. Proponiamo a tutte le sinistre politiche e sindacali di unirsi attorno a questa indicazione, collegandola alla rivendicazione anticapitalista della nazionalizzazione senza indennizzo e sotto controllo operaio delle aziende che licenziano. Il PCL- presente costantemente nella lotta di queste settimane alla INNSE- lavorerà in ogni caso per la generalizzazione e l’unificazione delle lotte in direzione di un’autentica esplosione sociale contro Governo e Confindustria. Marco Ferrando (portavoce nazionale del Partito Comunista dei Lavoratori)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Acaya: corteo storico nel borgo medioevale

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Acaya (Lecce) 16 Agosto. E’ un borgo medioevale (Acaya era l’antico nome di una famiglia nobile di origine greca, alla quale fu affidata la gestione del feudo, nel 1294, da Re Carlo II D’Angiò). Situata nel comune di Vernole, vicinissima al mare ed a pochi km dal Capoluogo, è l’unica città fortezza rimasta quasi intatta al sud d’Italia ed in passato fu il primo punto di difesa della città di Lecce. Acaya, anticamente chiamata Segine, fu fatta fortificare nel 1535 dal Regio Ingegnere militare Gian Giacomo dell’Acaya, su indicazione del re Carlo V, con lo scopo di renderla punto difensivo, utilizzandola a mo’di “scudo” di fronte alle continue minacce dei Turchi, (questi ultimi nel Salento si macchiarono di atroci delitti, in particolari si ricordi l’eccidio dei Santi Martiri di Otranto). Il borgo è composto da lunghe mura perimetrali a forma rettangolare con tre baluardi, sopra le quali un tempo lontano passeggiavano le ronde di guardia; su tre di quattro angoli delle mura si ergono dei robusti bastioni mentre nel restante angolo, quello sud-ovest per la precisione, fu costruito il Castello (1535-1536). La struttura di quest’ultimo è di forma trapezoidale, munita di un ponte di collegamento alla terra ferma, circondata da mura fortificate (delimitate a sud ed a nord da due torri) e composta da un’area dove si trovavano il forno, il mulino e la cappelletta. Oltre agli ambienti situati al piano terra, attraverso ad una scala, si poteva accedere ai piani superiori dove erano situate le stanze dei nobili. Il barone Gian Giacomo dell’Acaya fece inoltre edificare, all’interno del borgo, il convento dei Minori Osservanti, dedicato a Sant’Antonio e fece ricostruire la chiesa della Madonna della Neve, sulla base di quella preesistente. Purtroppo queste strutture sono ad oggi diroccare e della chiesa rimangono solo la sacrestia ed il campanile. Dopo la morte del Barone progettista, iniziò un lungo periodo di decadenza e con l’assedio Turco del 1714, il borgo di Acaya ebbe il suo colpo di grazia. Ai nostri tempi Acaya è tornata a risplendere e grazie alla manifestazione che, domenica 16 agosto, richiama migliaia di persone ad assistere al Corteo Storico. Questo scenario viene reso molto suggestivo grazie all’abilità e all’impegno degli artigiani che riproducono fedelmente i costumi d’epoca. Ovviamente non manca l’aspetto culinario; infatti, durante la manifestazione, si possono degustare i prodotti tipici locali. Vi consigliamo quindi di trascorrere una serata di agosto in modo fiabesco, mantenendo viva la tradizione che corre nel sangue di tutti noi.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’inflazione di luglio è uguale a zero

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Un dato positivo per il potere d’acquisto, ma negativo perché conferma la recessione in atto Il Governo emani provvedimenti per evitare le speculazioni I dati Istat sull’inflazione uguale a zero o negativa in alcune città è certamente un dato positivo per il potere d’acquisto dei salari e delle pensioni, ma allo stesso tempo è un dato preoccupante poiché conferma la recessione in atto. In particolare occorre considerare il dato dei carburanti che in assenza di controlli rischia di riesplodere nei prossimi mesi con tutte le conseguenze negative sul potere d’acquisto e sull’economia. Per questo è indispensabile da parte del Governo, anche con l’emanazione di provvedimenti amministrativi per evitare aumenti speculativi, tenere sotto controllo non solo le tariffe dei vari servizi, ma soprattutto l’andamento dei carburanti e della spesa alimentare che rappresenta il capitolo più importante per le famiglie.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A proposito di “nessuno tocchi Caino”

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Lettera al direttore. Gentile direttore, Alberto Arbasino scherza simpaticamente su La Stampa (12 agosto) a proposito del famoso «nessuno tocchi Caino», e si chiede: “Già, ma chi? Dove stava «nessuno»? In località vicine, abitate da comunità già esistenti? E create da chi?”. E sembra ignorare che da molto tempo ormai gli studiosi protestanti e cattolici sono d’accordo, riguardo ai primi versi della Genesi,  nel ritenere che l’autore bilblico non intendeva assolutamente fare una cronaca della creazione, né una descrizione delle condizioni esteriori dell’uomo delle origini. Altrimenti ne deriverebbe che l’uomo sarebbe stato creato per ultimo stando a Gen 1, 1-2, 4a e per primo stando a Gen 2,4b-7; la luce al primo giorno (1,3), e il sole e  la luna al quarto (1,14 -19); che Caino e Abele, figli dei primi uomini, attendendessero alla coltivazione dei campi e alla pastorizia, attività riscontrabili solo qualche millennio prima di Cristo; che Caino costruisse una città (4,17); che il serpente prima che il Signore lo condannasse a strisciare sul ventre (3,14), avesse zampine…E mi fermo perché l’elenco è lungo. Purtroppo con un po’ di ritardo è stato ascoltato il buon Galileo, il quale ripeteva che la Scrittura vuole insegnare come si va in cielo e non come va il cielo. (Veronica Tussi)

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il senso della ragione

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Editoriale fidest. Credo che il più grande impulso alla conoscenza sia venuto dalla filosofia greca ai tempi di Platone, Socrate e Aristotele. Da allora tutto si è tinto con i colori della cultura greca e persino i dottori della chiesa di Cristo ne hanno assorbito l’essenza volgendola a loro favore. Se ci limitiamo a considerare solo l’aspetto politico del governo della cosa pubblica da ciò che ci è stato tramandato emerge inevitabile l’assillo di sempre: avere la possibilità d’essere governati da uomini giusti e saggi. Non a caso tutte le volte che per un segno degli eventi, pur casuale, noi abbiamo sperato di imbatterci nell’uomo della provvidenza, abbiamo finito di ritrovarci  con l’amaro in bocca. Ci è mancata la consapevolezza che non è possibile immaginare che si possa trovare in un solo essere umano la quintessenza della perfezione. Pretendiamo troppo dal nostro simile e da noi stessi. Alla fine corriamo il rischio di vedere il male anche dove non vi è. Altre volte ci comportiamo come colui che vede la pagliuzza nell’occhio del nostro vicino e non la trave nel nostro. A mio avviso queste pretese e queste “sviste” non ci permettono di capire che esiste un altro aspetto che abbiamo trascurato e che è molto importante. Quanti onesti circolano nel mondo? Sono sicuro che sono tanti eppure si parla poco di loro. Sono gli altri ad essere citati, a riempire le pagine dei giornali, a suscitare in noi emozioni e persino ammirazione per le loro gesta pur deprecabili, dal punto di vista morale, se non di rilevanza penale. Questo accade, a mio avviso, perché due sono i punti deboli dell’ingranaggio dei buoni: il loro spirito gregario e la loro tendenza ad affidare ad altri il compito del battistrada. Per essi la politica va praticata da persone smaliziate, senza molti scrupoli morali. Essi non vedono nella politica ciò che è più importante poiché è la proiezione della loro vita domestica, del loro lavoro, dei loro rapporti sociali e culturali. Non si può affidare ad un ladro la chiave della propria casa e pensare che prima o poi non venga svaligiata. Bisogna, invece, battersi per una “cultura del cambiamento” che sappia far emergere la parte retta della società. Una parte trasversale alle professioni, alle arti e alla stessa cultura e politica e a farlo con gli strumenti che oggi internet ci offre favorendo le conoscenze, lo scambio di opinioni, la ricerca del buono che c’è in noi e per affinare la nostra stessa capacità di riconoscere le virtù degli altri e nell’isolare i masnadieri di turno. Se operiamo in questo modo non avremo, di certo, l’uomo perfetto, ma probabilmente l’uomo più sincero e fondamentalmente onesto. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.ti)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La versione di Barney

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Lunedì 17 Agosto avranno inizio a Roma le riprese de La versione di Barney, grandissimo successo letterario internazionale di critica e di pubblico, con più di 100.000 copie vendute solo in Italia. Le riprese proseguiranno poi a Montreal e a New York per un totale di 12 settimane. Il progetto è una produzione Canada-Italia, prodotto da Robert Lantos per Serendipity Point Films e da Domenico Procacci per Fandango. Il film “La versione di Barney” è diretto da Richard J. Lewis (CSI) sulla sceneggiatura di Michael Conyves, basato sull’omonimo romanzo cult dello scrittore canadese Mordecai Richler, e coprodotto da Lyse Lafontaine per Lyla Films e Ari Lantos. Nel cast star internazionali: il protagonista (Barney Panofsky) è Paul Giamatti (Duplicity, Lady in the water, Sideways, Cinderella man), il padre (Izzy) è Dustin Hoffman, le tre mogli di Barney: Rosamund Pike (Orgoglio e pregiudizio) nel ruolo di Miriam, adorata terza moglie di Barney, Minnie Driver (Will hunting) in quello della seconda noiosa e petulante signora Panofsky e Rachelle Lefevre (Twilight) in quello della prima moglie, l’artista scapestrata e sfortunata, Clara. Procacci del progetto dichiara:” sono felice che, dopo anni di lavoro per arrivare ad un copione che fosse all’altezza del romanzo, il capolavoro di Richler diventi un film. E sono onorato di lavorare con attori del calibro di Dustin Hoffman e di Paul Giamatti, e con un produttore, Robert Lantos, che stimo moltissimo”. Nel film, “politicamente scorretto” come il romanzo, si piange e si ride, mentre si racconta la vita folle e picaresca di Barney Panofsky, l’ebreo canadese irascibile, impulsivo e sfacciato dalle rocambolesche avventure che oramai, rabbioso settantenne, decide di scrivere la sua versione dei fatti sulla morte del caro amico Boogie,  interpretato da Scott Speedman (Adoration).

Posted in Recensioni/Reviews, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il sisma rivela un prezioso affresco ad Onna

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Un affresco dei primi del 1400 di grandi dimensioni raffigurante una crocifissione è stato ritrovato nel primo pomeriggio di ieri, martedì  11 agosto, dalla squadra dei volontari di Legambiente Protezione Civile Beni Culturali coordinata da Veronica De Vecchis, Ispettrice della Sovrintendenza dei Beni Storici e Artistici dell’Aquila, durante un’operazione di recupero presso la Chiesa di S.Pietro Apostolo di Onna, frazione martoriata dal terremoto del 6 aprile scorso. L’opera, molto pregiata anche per l’iconografia poca diffusa nell’aquilano, rappresenta una Madonna in posizione frontale con aureola punzonata, insieme a due angeli che raccolgono il sangue di Cristo che sgorga dal costato e dalla mano e copre quasi interamente la controfacciata sinistra della chiesa, nascosta fino a ieri tra uno scialbo di cemento spesso circa 2 cm e uno di calce.  L’affresco ancora non è stato scoperto nella sua interezza ma ha già rivelato frammenti suggestivi ed è una testimonianza dei tesori inestimabili che L’Aquila ancora nasconde tra le sue ferite profonde.  La squadra di volontari di Legambiente Protezione Civile Beni Culturali sta provvedendo alla schedatura e alla messa in sicurezza dell’opera.  «Accade molto spesso – spiega Luciano Marchetti, vice-commissario per la tutela del patrimonio culturale – che nell’ambito di interventi di restauro vengano alla luce parti di monumento nascosti dai vari interventi effettuati nel corso del tempo. Qualche volta, anzi raramente, il terremoto può rappresentare elemento di valorizzazione, perché rivela tracce di storia passata nascosta da rifacimenti successivi. Onna è uno di questi casi, speriamo di avere molte altre sorprese positive come questa». http://www.legambienteabruzzo.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Italiani “tartassati” dalle norme tributarie

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

“Ogni anno in Italia vengono emanate 60.000 nuove norme tributarie” E’ questa la stima elaborata da KRLS Network of Business Ethics per conto di Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani, un dato “che fa balzare l’Italia al primo posto in Europa nella classifica del Fisco lunare”. KRLS Network of Business Ethics è arrivato a questo risultato contando per difetto tutte le norme tributarie, circolari ministeriali, risoluzioni, interpelli, comunicati stampa, sentenze tributarie emesse ogni anno in Italia.”E’ impossibile pianificare le imposte in Italia”, osserva Vittorio Carlomagno presidente di Contribuenti.it Associazione Contribuenti Italiani “Il fisco italiano cambia le regole del gioco nel corso dell’esercizio finanziario mettendo in seria difficoltà coloro che vogliono adempiere agli obblighi fiscali”. “Dalla elaborazione dei dati – continua Carlomagno – emerge che la normativa fiscale in Italia nell’ultimo anno è cresciuta più del doppio rispetto agli altri paesi europei. Colpa anche della riscossione delle imposte che non funziona. Solo allargando la base imponibile è possibile riformare il fisco in Italia”. (Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani)

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Analysis of six major industrial clusters in the country

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

New Delhi,  India’s largest online B2B marketplace, IndiaMART.com, has join hands with Dun and Bradstreet (D&B) for its Indian SME Cluster Study 2009. The study, which would contain an in-depth analysis of six major industrial clusters in the country, would highlight the industries working in each of the six regions. The study will be disseminated through a series of events and publications targeting Indian SMEs. IndiaMART’s association with Dun and Bradstreet (D&B) comes close on the heels of its recent partnerships struck with the Internet and Mobile Association of India (IAMAI) and The Economic Times, which aimed at taking the Indian SME’s voice to the forefront. Highlighting the concerns of SMEs, Mr. Dinesh Agarwal, Founder and CEO, IndiaMART.com, said: “Traditionally, Indian SMEs have been growth engines of our economy and have met the expectations of the government, achieving the goals set before them. But in this era of global turmoil, it is the SMEs which are most affected and unless measures are taken, their growth will be at stake. IndiaMART has always been at the forefront to support SMEs in providing them a global exposure. This is just a step forward in this direction and we hope it has a spillover effect.”
IndiaMART.com is India’s largest online B2B marketplace connecting global buyers with suppliers through business directories, online product catalogues, buy-sell offers, industry specific marketplaces, printed media and trade shows participation. Founded in 1996, the company has a presence in over 100 cities Pan-India. With approximately 1000 employees, IndiaMART.com offers an extensive range of value-added products and services to over 500,000 members and over 5 million global buyers across industries and verticals. http://www.indiamart.com/press-section/

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Collaboration Market

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

London, Frost & Sullivan will host a live briefing on Thursday, 20 August 2009, to provide industry participants with an overview of the European Online Collaboration Market. Highlights of the briefing include an overview of online collaboration market in Europe, drivers and restraints, as well as key market trends. This briefing will benefit web conferencing solutions providers, conferencing and collaboration vendors, as well as social networking solution providers by discussing how web conferencing can be profitable in the work environment.
Frost & Sullivan, the Growth Partnership Company, enables clients to accelerate growth and achieve best in class positions in growth, innovation and leadership. The company’s Growth Partnership Service provides the CEO and the CEO’s Growth Team with disciplined research and best practice models to drive the generation, evaluation and implementation of powerful growth strategies. Frost & Sullivan leverages over 45 years of experience in partnering with Global 1000 companies, emerging businesses and the investment community from 35 offices on six continents. To join our Growth Partnership, please visit http://www.frost.com.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

A Ferragosto i radicali visitano le carceri

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

La visita ispettiva più imponente, mai realizzata in Italia. Su iniziativa di Radicali Italiani nei giorni 14, 15 e 16 agosto 2009 in tutta Italia si svolgeranno delle visite ispettive nei 221 istituti penitenziari. L’iniziativa vede coinvolti deputati, senatori e consiglieri regionali di tutti gli schieramenti politici che assieme ai garanti per i diritti delle persone private della libertà si uniscono alla “comunità penitenziaria” per una ricognizione approfondita della difficilissima situazione delle carceri italiane, per conoscere meglio e direttamente come vivono la realtà quotidiana direttori, agenti, medici, psicologi, educatori e detenuti per essere così capaci di interpretare i bisogni e di proporre le soluzioni legislative e organizzative adeguate, sia immediate che a medio e lungo termine. Ciò affinché, da un lato gli istituti penitenziari possano essere non solo luogo di espiazione della pena, ma realizzare a pieno i valori sanciti dall’art. 27 della Costituzione Italiana secondo il quale le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato; dall’altro, per quel che riguarda tutti i lavoratori che prestano la loro attività ad ogni livello negli istituti carcerari, siano garantite condizioni di lavoro moralmente, socialmente ed economicamente adeguate ai profili professionali ricoperti, che diano il giusto riconoscimento ai compiti di esemplare responsabilità espletati e che consentano di dare completa attuazione ai risultati delle rivendicazioni e delle conquiste, purtroppo oggi ancora in larga parte disattese. Si tratta della visita ispettiva più imponente, mai realizzata in Italia, per questo riteniamo molto importante la copertura da parte di tutte le testate giornalistiche nazionali e locali.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I Pellegrini spagnoli fanno tappa a Rieti

Posted by fidest press agency su venerdì, 14 agosto 2009

Greccio – Santuario di Fonte Colombo- Rieti  15 agosto 2009  Tutto è pronto in provincia di Rieti, per accogliere i numerosi pellegrini spagnoli dell’Associazione ACASAN – Via della Plata (Associazione degli amici del Cammino di Santiago con sede a Fuenterroble de Salvatierra nella provincia di Salamanca) che da Assisi, su carri trainati da asini, raggiungeranno Roma (arrivo previsto il 21 agosto), seguendo l’Itinerario della via Francigena di San Francesco. La carovana formata da otto carri trainati da asini, con la partecipazione di oltre trecento persone provenienti da tutte le regioni della Spagna, dell’Italia e di altre nazioni del mondo, arriverà, il giorno di Ferragosto, a Greccio, dove San Francesco dette vita alla prima rievocazione storica della Natività del Signore. Qui saranno accolti dalla popolazione che, per la circostanza, ha organizzato una serie di iniziative sia di accoglienza che religiose. Nel pomeriggio ci si sposterà al Santuario di Fonte Colombo, altro luogo caro al Santo Patrono d’Italia, che può essere considerato il Sinai francescano, perché fu il monte scelto da Francesco per stilare la Regola definitiva del suo Ordine. E poi conclusione a Rieti con la Messa officiata da S.E. il Vescovo Mons. Delio Lucarelli e in serata concerto di Leda Battisti, in Piazza San Francesco.  I pellegrini saranno accompagnati da otto carri (carros arrieros) tematici, quattro dei quali trasporteranno grandi statue in legno raffiguranti l’Apostolo San Giacomo, San Pietro, San Paolo e La Vergine Pellegrina.  Gli altri carri invece, sono ispirati a concetti universali positivi, quali la musica che esprime i sentimenti dell’essere umano, la cultura ed i bambini, come simbolo di speranza nel domani. Importante il Carro della Solidarietà, pieno di prodotti gastronomici tipici e dell’artigianato locale da mettere in palio in riffe ed aste per raccogliere fondi da destinare ai terremotati dell’Abruzzo per non dimenticare chi soffre e testimoniare la vicinanza di tutte le gente.  Lungo la strada al gruppo si uniranno i fedeli dei paesi attraversati, nello spirito religioso e solidale di un Cammino nella Fede, quello stesso che caratterizzava i pellegrinaggi nel passato.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »