Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 32 n° 106

I distretti industriali nelle realtà locali

Posted by fidest press agency su lunedì, 17 agosto 2009

La migliore strada per proiettare l’economia regionale e con essa quella nazionale, nel suo insieme, è nel sommare le intelligenze locali con lo spirito imprenditoriale e la ricerca attenta delle risorse finanziarie. Sta proprio nella fisiologia dei distretti industriali guardare più all’innovazione dei singoli processi produttivi piuttosto che ad una progettualità ad ampio respiro. E’ necessaria dunque la classica politica dei piccoli passi, per accedere alle nuove frontiere attraverso una riflessione ed un impegno che coinvolge parallelamente tutti i soggetti del territorio, istituzionali ed economici. Ciò si rende attuabile in quanto le realtà locali italiane sono animate da uno straordinario potenziale, si tratta ora di convogliarle in modo intelligente e creativo per poter entrare dalla porta principale nei nuovi scenari sociali ed economici, partendo proprio da quelle che sono le eccellenze del territorio. Se dobbiamo prevedere nell’arco, diciamo di un decennio, il passaggio delle imprese locali nella new economy  diventa vitale attivare progetti mirati, come convegni, seminari, guide, mappe dei servizi ed una informazione costante e precisa. Per questo motivo le Università locali diventano uno dei poli più attivi per riversare l’impegno intellettuale nella realtà operativa e nella ricerca di nuove risposte per lo sviluppo organico ed intelligente dell’imprenditoria e delle risorse umane “prodotte” sul territorio o da esso acquisiste. E’ ovvio che una progettualità di questo genere richiede un flash back attraverso i dati storici, le “vocazioni” artigiane ed i già sperimentati punti forti e deboli del passato. D’altra parte il sistema economico non può non misurarsi con le risorse umane che hanno tratto dall’esperienza e dalla tradizione il loro elemento portante per proiettarsi con più efficacia ed efficienza verso i nuovi obiettivi creativi di una comunità credibile e capace di reggere alle nuove sfide imprenditoriali. Le innovazioni di prodotto e di processo sono punti intersecanti tra di loro sebbene molti aspetti sono segnati a favore sulla qualità della combinazione produttiva fra l’elemento umano e le macchine e con esse le tecnologie più avanzate. Queste ultime, infatti, costituiscono qualcosa di più di un valore aggiunto se usate con intelligenza: si pensi alle piattaforme di knowledge management. Esse potrebbero arricchire i tradizionali canali di scambio delle conoscenze. Un altro aspetto da non sottovalutare nella fattispecie è l’efficacia comunicativa assicurata da un sito rappresentativo dell’intero distretto, che, per esempio, utilizzi un marchio distrettuale per promuovere la qualità dei prodotti di quel distretto nelle reti del commercio elettronico.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: