Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 21 agosto 2009

Una serata di cinema

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Deliceto 24 agosto, con inizio alle ore 21, in piazzale Belvedere Il cinema di Foggia sbarca a Deliceto nell’ambito del cartellone di Appennino Art’infest, proponendo una serata in piazza nel corso della quale si terrà anche un’anteprima e verranno presentate alcune interessanti novità. Tra le novità più ghiotte, il recentissimo video che Francesco Colangelo, regista e sceneggiatore originario di Bovino, ha dedicato al suo paese natale: “Bovino 8 mm – Aprile 1972” che è un originale montaggio di materiali su pellicola su testi di Gabriele Consiglio, Antonio Manuppelli e Gioacchino Colangelo. Sempre di Colangelo, che è tra i più talentuosi giovani cineasti italiani,verrà presentata una delle opere più significative: “Il male assoluto” girato a Peschici. L’anteprima riguarda invece la proiezione de “Vite Riflesse” di Vincenzo Siesto, nell’interpretazione di Carla De Girolamo, Vito De Girolamo, Lorenzo Paoletta. Il cortometraggio racconta la storia di Aisha, che, non contenta del colore della sua pelle, decide di sottoporsi ad un esperimento di genetica. Ben presto, però, la ragazza si rende conto che cambiare razza non cambia la sua vita. Terzo autore ospite della serata delicetana Adriano Santoro, di cui verranno proposti i back stage realizzati in occasione delle due ultime edizioni del festival foggiano, ed alcuni originali esperimenti di video arte. Colangelo e Santoro sono stati selezionati dalla direzione artistica del Festival del Cinema di Foggia per il recente e riuscito gemellaggio con il Festival del Cinema Indipendente di Rimini.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Tirrenia

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Adiconsum: “La vendita di Tirrenia garantisca il non aumento delle tariffe e salvaguardi la qualità del servizio ai passeggeri” Adiconsum chiede al Governo: che fine ha fatto il piano integrato dei trasporti? I consumatori, in linea di principio, non sono contrari alle liberalizzazioni, purché queste avvengano: •garantendo il servizio universale •prevedendo investimenti per migliorare la qualità del servizio •non aumentando le tariffe •non tagliando il servizio. Adiconsum non intende assistere a ciò che sta avvenendo col trasporto ferroviario e aereo: privatizzazione delle tratte più remunerative come la Salerno-Milano per l’alta velocità o la tratta Roma-Milano-Roma per il trasporto aereo e al contempo taglio dei vagoni e delle tratte che portano meno profitti o abbandono degli aeroporti meno appetibili. Adiconsum chiede al Governo che fine ha fatto il piano integrato dei trasporti e per questo chiede un incontro al Ministero dei Trasporti unitamente a tutti i soggetti coinvolti.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Roma: stampa internazionale plaude alla scelta di Muti

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Grande rilievo sulla stampa internazionale all’accordo raggiunto con il Maestro Riccardo Muti per assumere la direzione dell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma. La notizia diffusa in via preliminare dalla “Associated Press” è stata ripresa dal “New York Times”, che evidenzia come l’accordo sia stato raggiunto dopo l’incontro a Salisburgo tra il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno, e il direttore d’orchestra, che terrà la direzione anche della Chicago Symphony Orchestra a partire dalla stagione 2010-2011, dopo aver assunto ufficialmente la guida dell’Orchestra del Teatro dell’ Opera di Roma nel Dicembre del 2010.  Proprio sul doppio incarico si sofferma il “Chicago Tribune” che, alla stregua del “Washington Post”, sottolinea le motivazioni della scelta del Sindaco Alemanno come “una necessità della Capitale di alzare il suo profilo musicale perseguendo l’eccellenza, un tentativo che nel caso della lirica ha avuto successo”. Anche l’agenzia di stampa tedesca Apa ha diffuso la notizia precisando che il maestro dirigerà due titoli a stagione più due concerti, dopo un “corteggiamento” delle istituzioni romane durato otto mesi.  Lo precisa una nota del Campidoglio.

Posted in Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un freno ai nuovi grandi centri commerciali

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Torino 20 agosto 2009, dalle ore 12.00, presso la Sala dei Presidenti di Palazzo Lascaris (Via Alfieri, 15), , si svolgerà la Conferenza stampa “un freno ai nuovi grandi centri commerciali ”.I Consiglieri regionali Stefano LEPRI (Vice Presidente Gruppo PD) e Mariano TURIGLIATTO (Insieme per Bresso) illustreranno i contenuti dell’Ordine del Giorno finalizzato a:  descrivere l’abnorme diffusione dei centri commerciali registrata negli ultimi anni in Piemonte;  ripensare e porre un freno all’indiscriminata proliferazione dei grandi centri commerciali, nello spirito della stessa Legge regionale in vigore (n. 10/2005);  operare affinché le valorizzazioni derivanti da eventuali trasformazioni urbanistiche a finalità commerciale ricadano a totale beneficio degli Enti locali;   considerare la tutela delle aree agricole come obbiettivo primario.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Commission on limits of continental shelf

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

New York, (Division for Ocean Affairs and the Law of the Sea) — The General Assembly, in its resolution 63/111 of 5 December 2008, approved the convening by the Secretary-General of the twenty-fourth session of the Commission on the Limits of the Continental Shelf in New York from 10 August to 11 September 2009 on the understanding that 10 to 21 August and 8 to 11 September will be used for the technical examination of submissions at the Geographic Information System laboratories and other technical facilities of the Division. The plenary will start on 24 August and run through 4 September.  The twenty-fourth session was preceded from 3 to 7 August by a resumed twenty-third session, which was used for the technical examination of submissions at the Geographic Information System laboratories and other technical facilities of the Division. At the twenty-fourth session, the Commission will continue the examination of data and other materials submitted by several coastal States parties to the 1982 United Nations Convention on the Law of the Sea concerning the outer limits of their continental shelf in areas where those limits extend beyond 200 nautical miles. In particular, it will continue to examine the submissions made by France (in respect of the areas of French Guiana and New Caledonia), Barbados, the United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland (in respect of Ascension Island) and Indonesia (in respect of the area of North West of Sumatra Island). In accordance with the Commission’s rules of procedure (document CLCS/40/Rev.1), the submissions which were delivered more than three months before the commencement of the twenty-fourth session are included on the session’s provisional agenda.  These submissions were made by Suriname; Myanmar; France (for the areas of the French Antilles and the Kerguelen Islands); Yemen (in respect of South East of Socotra Island); the United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland (in respect of Hatton Rockall Area); Ireland (in respect of Hatton-Rockall Area); Uruguay; Philippines (in the Benham Rise region); the Cook Islands (concerning the Manihiki Plateau); Fiji; Argentina; Ghana; Iceland (in the Ægir Basin area in the Western and Southern parts of Reykjanes Ridge); Denmark (in the area North of the Faroe Islands); Pakistan; Norway (in respect of Bouvetøya and Dronning Maud Land); South Africa (in respect of the mainland of the territory of the Republic of South Africa); the joint submission by the Federated States of Micronesia, Papua New Guinea and the Solomon Islands (concerning the Ontong Java Plateau); the joint submission by Malaysia and Viet Nam (in the Southern part of the South China Sea); the joint submission by France and South Africa (in the area of the Crozet Archipelago and the Prince Edward Islands); Kenya; Mauritius (in the region of Rodrigues Island); Viet Nam (in North Area VNM-N); Nigeria; Seychelles (concerning the Northern Plateau Region); France (in respect of La Réunion Island and Saint-Paul and Amsterdam Islands); Palau; Côte d’Ivoire and Sri Lanka.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Lingue romanze

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Giaglione 24 agosto alle ore 10.00 presso la sede del Ce.S.Do.Me.O., corso di formazione linguistica intensivo dedicato alle lingue minoritarie del Piemonte Imparare a leggere e comprendere  le lingue romanze in pochi giorni ideato dal Professore Tilbert Dídac Stegmann  della Goethe Universität di Francoforte.  Il seminario della durata di cinque giorni, che si svolgerà da lunedì fino al venerdì 28 agosto con frequenza diurna (dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00), rientra nell’ambito del progetto di rete “Le Lingue madri: Occitana, Francoprovenzale e Francese come valore aggiunto della montagna della Provincia di Torino” promosso dall’Assessorato provinciale alla cultura, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Regione Piemonte.  Si tratta di un progetto, di durata annuale, che mette in rete la Provincia di Torino, quale ente capofila, la Comunità Montana Alta Valle Susa, la Comunità Montana Bassa Valle Susa e Val Cenischia, la Comunità Montana Val Sangone, la Comunità Montana Pinerolese Pedemontano e 21 comuni di minoranza ad esse appartenenti: Oulx, Bardonecchia, Sauze di Cesana, Sauze d’Oulx, Salbertrand, Exilles, Gravere, Giaglione, Novalesa, Venaus, Mattie, Meana di Susa, Susa (solo in parte), Chianocco, Condove, Rubiana, Giaveno, Coazze, Valgioie, Prarostino, San Secondo di Pinerolo.  Il corso di formazione intensivo EuroComRom è gratuito e si rivolge in particolar modo ai dipendenti pubblici degli enti aderenti al progetto, ma è comunque aperto a tutti gli interessati e ai cultori delle lingue minoritarie piemontesi. Il sistema Eurocom si fonda sull’idea che chiunque possa con questo metodo imparare facilmente e velocemente a comprendere tutte le lingue appartenenti al ceppo della propria lingua. Con questo sistema, a partire per esempio dall’italiano, si riesce molto velocemente a leggere in francese, spagnolo, portoghese, occitano, rumeno, arrivando in due settimane a comprenderne l’ottanta per cento senza studiare la grammatica. Il primo passo è diventare consapevoli di ciò che non c’è bisogno di studiare, grazie alla parentela tra le lingue e al comune inconscio collettivo. Nella pratica il metodo individua sette “setacci”, nei quali è possibile ritrovare ciò che è già noto in ogni lingua affine. Nel metodo EuroComRom è possibile affrontare contemporaneamente tutte le lingue di una famiglia linguistica; più lingue vengono abbordate, più il metodo risulta efficace ed economico. In questo quadro EuroComRom si può considerare un metodo realista, dal momento che non richiede sforzi eccessivi e riconosce il valore di una competenza linguistica parziale, quella che permette innanzitutto di comprendere.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Taxi: Roma-Milano

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

“Anche Milano si uniforma a indicazioni già fornite a Roma”. Parla di turismo, di accoglienza e di comunicazione il Vicesindaco di Roma, sen. Mauro Cutrufo, ma nella fattispecie si riferisce alla proposta del Comune di Milano di far indossare la divisa ai tassisti milanesi.    “Gli operatori del trasporto pubblico sono uno dei biglietti da visita della città ed il turista, quando sale su di un taxi all’aeroporto od alla stazione forma il primo giudizio e la prima impressione proprio su chi guida la vettura. Il Campidoglio ha messo a punto per questo una strategia di accoglienza al turista con varie tipologie di azioni inserite e rese esecutive da una delibera della Giunta Comunale del 5 agosto u.s.. All’art.2 la delibera si occupa proprio dell’abbigliamento dei tassisti e, modificando il codice di comportamento, inserisce tra gli obblighi del conducente anche l’adozione di un abbigliamento che deve essere consono al servizio pubblico, che prevede scarpe chiuse, pantaloni, camicia, t-shirt o polo. Tante volte si è detto basta all’abbigliamento qualche volta troppo disinvolto di alcuni guidatori di taxi – ha detto Cutrufo – ora stiamo mettendo a punto regole ben precise per ovviare a tale inconveniente ed andare incontro alle esigenze dell’accoglienza di una città come Roma. Questo perché siamo convinti che il turista sia una risorsa preziosa, e che il turismo stesso sia un vero e proprio volano economico della Capitale. Dalla seconda metà settembre partirà una  campagna di comunicazione, in collaborazione con l’Atlazio finalizzata a sensibilizzare proprio gli operatori sull’importanza dell’accoglienza al turista nell’ottica di una moderna metropoli europea.  L’obiettivo – spiega Cutrufo – è far diventare Roma la città dove si respira, più che altrove, il calore dell’accoglienza, dell’amicizia e della cordialità stimolando nei cittadini ed, in particolar modo negli operatori del settore, lo sviluppo della “cultura dell’accoglienza” nei confronti dei turisti. Alla campagna di comunicazione seguiranno dei percorsi formativi rivolti agli operatori del settore, nell’ottica di una qualificazione continua del mercato turistico. L’idea delle divise proposta da Milano deve essere vagliata con grande attenzione ascoltando anche le istanze degli operatori – ha detto ancora Cutrufo – perché solo con il contributo di tutti, saremo in grado di dare una svolta ed un volto nuovo all’accoglienza che il nostro Paese riserva  al turista”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

India: pogrom contro indigeni cristiani

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Da un anno ormai le vittime sopravvissute alle sommosse che poi hanno provocato i pogrom contro gli indigeni Adivasi cristiani nello stato orientale indiano dell’Orissa Attendono invano che i colpevoli vengano adeguatamente puniti. L’Associazione per i Popoli Minacciati (APM) in occasione dell’anniversario dello scoppio delle violenze il 23 agosto, in cui radicali indù avevano minacciato di morte la popolazione cristiana, riporta il fatto che ora i testimoni oculari vengono minacciati per evitare che depongano per poter ottenere la liberazione degli indiziati. C’è un clima di paura e molti sfollati al loro ritorno nei loro villaggi temono di rimanere nuovamente vittime di attacchi. Per questo motivo i testimoni devono essere assolutamente protetti meglio e si teme una riduzione della protezione delle istituzioni cristiane da parte delle forze di sicurezza. Desta preoccupazione il fatto che già dal mese di luglio è iniziato il ritiro delle ultime 400 unità delle forze speciali della polizia federale indiana CRPF dalla zona di crisi della regione di Kandhamal. Subito dopo l’assassinio del leader radicale indù Swami Laxmanananda Saraswati, il 23 Agosto 2008, erano stati inviati fino a 50000 uomini delle forze speciali nella regione orientale dell’India. Bande indù molto ben organizzate avevano preso di mira e attaccato 315 villaggi di indigeni Adivasi. Le competenti autorità locali di polizia si erano rifiutate di proteggere i cristiani: 120 Adivasi erano stati uccisi, tra loro dieci erano sacerdoti e monache. 50.000 Cristiani sono stati costretti a fuggire, 252 chiese e 13 scuole cristiane sono state distrutte, 4.640 case saccheggiate e bruciate. Fino ad oggi, solo sei criminali sono stati condannati a pene detentive dai due ai sei anni di reclusione, anche se i singoli episodi di violenza sono stati 1004 e 1218 persone sono state arrestate. Almeno 17 imputati sono stati assolti per insufficienza di prove. Sono state sporte 821 denunce e sono stati avviati 480 procedimenti istruttori. Ma poiché i testimoni sono stati intimiditi e minacciati, difficilmente si potrà arrivare a emettere delle condanne. Ad esempio tre estremisti indù armati di pistole (i loro nomi sono noti alle autorità) il 30 giugno 2009 sono andati in diversi villaggi e hanno minacciato di morte i testimoni se si fossero recati in tribunale a testimoniare. Anche un testimone in un procedimento per stupro della suora cattolica Meena, in cui sono inquisiti una decina di persone, ha ricevuto minacce sul suo posto di lavoro. L’APM ha inviato spesso il proprio esperto per l’India James Albert nella zona di crisi, poiché le informazioni fornite dalle autorità locali sin dall’inizio dei tumulti si sono spesso dimostrate inaffidabili. Albert ha verificato come i profughi cristiani vengano costretti da radicali indù a convertirsi all’Induismo. Inoltre i profughi sono sottoposti a forti pressioni perché ritirino le proprie denunce per dare almeno una formale impressione di convivenza pacifica e armoniosa. Circa 1300 profughi si rifiutano ancora oggi di ritornare ai propri villaggi perché la loro sicurezza non è garantita. Quegli Adivasi ritornati alle proprie case riferiscono di continue tensioni tra indù e cristiani.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Buon Compleanno Summer Jamboree”!

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Senigallia (Marche – An). 22 agosto. Una festa lunga una notte intera, dal tramonto all’alba per il X “Summer Jamboree”, a La baldoria ALL NITE LONG con decine e decine di artisti in giro per la città e musica dalle 6 del pomeriggio alle 6 della mattina successiva (domenica 23). Sul palco principale del Foro Annonario c’è il “Rock and Roll Show and Ball” con la Abbey Town Jump Orchestra, big band di oltre 20 elementi e una staffetta di special guest stars. Quasi 40 i pezzi previsti in scaletta tra strumentali e cantati. Tra i cantanti anche Marco Poeta, musicista simbolo del fado in Italia che in questa sera torna alla sua prima passione, il rock and roll! Partecipazione straordinaria per… Marilyn! Presenta Lara Luppi. All Nite Long di musica, dance show, lezioni di ballo, dj set, anche all’Unicredit stage dei Giardini della Rocca e nella bellissima Piazza del Duca.   L’evento è organizzato in collaborazione con: Lab American Bar, Caffè Bicchia, Loddo’s Pizza, Caffè Italia, Matis Wine Bar, Piccadilly, Gelateria Chocoice, Caffè del Duca, Ristorante Canestrari, Gelateria Rosita, Caffe del Corso, City Pub, Caffè Portici, Ristorante Eden, Caffè Centrale, Enoforum, Saffi Caffè, Saltatappo, Caffè Doria che per l’occasione resteranno aperti tutta la notte.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Social, humanitarian affairs and human rights

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Year after year, the General Assembly allocates to its Social, Humanitarian and Cultural Affairs Committee, commonly referred to as the “Third Committee”, agenda items relating to a range of social, humanitarian affairs and human rights issues that affect peoples all over the world. An important part of the Committee’s work focuses on the examination of human rights questions, including reports of the special procedures of the newly established Human Rights Council.  In October 2008, the Committee will hear and interact with 25 such special rapporteurs, independent experts, and chairpersons of workings groups of the Human Rights Council. The Committee also discusses the advancement of women, the protection of children, indigenous issues, the treatment of refugees, the promotion of fundamental freedoms through the elimination of racism and racial discrimination, and the promotion of the right to self- determination.  The Committee also addresses important social development questions such as issues related to youth, family, ageing, persons with disabilities, crime prevention, criminal justice, and drug control. At the sixty-second session of the General Assembly, the Third Committee considered 67 draft resolutions, more than half of which were submitted under the human rights agenda item alone.  These included a number of so-called country-specific resolutions on human rights situations. Under the chairmanship of H.E. Mr. Frank Majoor, the Permanent Representative of the Netherlands to the United Nations, the Third Committee is expected to consider in 2008 a similar number of draft resolutions.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Palestinian customs’ pioneering steps

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Ramallah, system, ASYCUDA WORLD, was officially launched by Palestinian Customs today, after years of relentless effort. A special ceremony was held to mark this event at Best Eastern Hotel in Ramallah under the patronage of Salam Fayyad, Palestinian Authority Prime Minster and Minister of Finance, with the participation of Christian Berger, the Representative of the European Commission (EC), and representatives of the United Nations Conference on Trade and Development (UNCTAD), the main partners for the Palestinian customs modernization programme.  Out of the 90 countries that use the ASYCUDA system – known in Palestine as TAWASOL – to manage their customs, the Palestinian Customs service is one of the first 10 national customs authorities to adopt the latest version, ASYCUDA WORLD. The new system represents a qualitative shift in the management of Palestinian customs, its ability to use the most up-to-date technology and to build specialized national professional capacities. The system will be running at the Palestinian Customs headquarters and rolled out to all the 13 customs offices in the West Bank. By the end of the year, the system will be fully introduced to the Palestinian Customs´ Vehicles Department and will be connected via the Internet to the Ministry of Transportation to facilitate the business operations of public and private institutions and individuals. The ASYCUDA WORLD system offers the technological, procedural and administrative infrastructure for the Palestinian customs system to facilitate Palestinian trade with electronic single-window and single-file processes, in line with international standards and the rules of the World Customs Organization. With this remarkable achievement, Palestinian Customs has taken a leading role in building the institutional foundations for a sovereign Palestinian state and has made a significant contribution towards the emergence of an independent Palestinian state in the future.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Sviluppo e impianto partitico italiano

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

In tema di sviluppo e modernizzazione resta sotto osservazione l’impianto partitico italiano in quanto sistema, secondo molti, strutturalmente incapace di interpretare e di accompagnare le profonde e globali trasformazioni socioeconomiche e tecnologiche di questi anni. E’ discorso serio che va approfondito tenendo conto che a tutt’oggi, fuori dalle contingenti e fisiologiche polemiche di natura politica, il rischio burocrazia, letto sotto la specie sia delle lungaggini temporali che delle pericolose cavillosità procedurali, è una delle variabili che disincentiva investimenti, soprattutto esteri, e che struttura, insieme a questioni che riguardano la sicurezza e il controllo del territorio, il complessivo rischio di una “politica senza società” se vogliamo far nostro un concetto caro ad Alain Touraine. Per Donati occorre elaborare una ri-fondazione del concetto di cittadinanza come cittadinanza societaria a partire da una convincente teoria relazionale della società all’interno della quale “un soggetto sociale è un insieme di persone che compartecipano di una relazione la quale è sentita, vissuta, e agita come riferimento simbolico-intenzionale e come legame strutturale, avendo un valore ed una realtà in sé.” E’ essenziale, in latri termini, che il gruppo sociale assuma  compiti in proprio e che corrispondano all’intenzione di autogestire i problemi d’affrontare. Altrimenti è solo un attore di rivendicazione o protesta, certamente importante per stimolare gli altri attori, ma non costituisce una vera e propria soggettività sociale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alimenti: crosta del pane benefica

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Protegge dal cancro e dalle malattie cardiovascolari. Sono le proprieta’ della crosta del pane, scoperte da due ricercatori tedeschi, esperti in chimica degli alimenti, il dott. Thomas Hofmann dell’Universita’ di Monaco e la dott.ssa Veronica Faist, dell’Istituto di nutrizione umana e scienze alimentari di Kiel. L’effetto benefico e’ dovuto alla formazione di un derivato della lisina. La lisina -dichiara Primo Mastrantoni, segretario dell’Aduc- e’ un amminoacido essenziale, presente in molte proteine animali e vegetali, favorisce la crescita, la riparazione dei tessuti e la produzione di anticorpi, ormoni, enzimi; il nostro organismo non e’ in grado di produrlo per cui dobbiamo assumerlo dagli alimenti. Durante la cottura, l’amminoacido lisina si combina con l’amido contenuto nella farina e forma un derivato (pronil lisina) presente sulla superficie indurita del pane, la crosta appunto, in particolare in quello di segale e frumento. Il processo di formazione del derivato della lisina e’ favorito da una lunga lievitazione. Insomma ritornare alle antiche abitudini, una lievitazione prolungata e una buona cottura del pane, non puo’ che far bene: al gusto e alla salute.(fonte Aduc)

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’ambiente e il creato

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

E’ una questione di cultura. Constatiamo un uso tendenzialmente “consumistico” della natura: ne usufruiamo senza preoccuparci del futuro; usiamo e gettiamo; consumiamo e non riutilizziamo. In questo senso oggi non è in ballo tanto la “questione rurale”, sia nelle pianure che nelle montagne, quanto la “questione dell’uomo”. Occorre un impegno vasto e condiviso per una svolta culturale. Gli educatori devono operare affinché nella scuola, nella catechesi, sui mezzi di comunicazione sociale siano rispettati e accolti tutti i valori della vita personale e sociale, quali la verità, la solidarietà, la giustizia e il rispetto dell’ambiente. Nessuno deve restare fuori dallo sviluppo e dalla crescita: nessuno e nessun luogo. Anche i responsabili della politica sono chiamati a offrire gli aiuti necessari perché ogni comunità possa godere dei frutti del proprio lavoro per avere nella società piena cittadinanza e visibile dignità, attuando il principio di sussidiarietà. E con la politica, anche le associazioni e quanti operano nel settore agricolo: tutti siano impegnati in quest’opera di risveglio culturale fatto di rispetto, di attenzione a chi soffre, di cura dei più deboli con la giusta ripartizione della risorsa dell’acqua, di sviluppo delle zone interne, di riscoperta delle tipicità di ogni vallata, di reciprocità leale e promozionale per tutti.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La necessità di governare la ripresa

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Essa si può annunciare solo attraverso sagge politiche economiche. E’ il pensiero di Jean Paul Fitoussi, presidente dell’Osservatorio francese sulla congiuntura economica. A suo avviso: “Nonostante alcuni fattori comuni sottintendano la battura d’arresto dell’economia mondiale, altri fattori, più legati alla specificità di questa o quella regione, hanno pure un loro ruolo e spiegano come il rallentamento sia stato meno accentuato in Europa che negli U.S.A. Ora ci troviamo all’inizio di una fase di ripresa anche se rimangono ancora molte incertezze. Le condizioni di partenza ci dicono come l’Europa abbia la possibilità di godere di una fase di forte crescita. In parte a motivo delle scarse performance degli anni Novanta, e dei corrispondenti bassi tassi di investimento, l’Europa, diversamente dagli U.S.A., non deve scontare la zavorra di un enorme deficit nel settore privato. Dato che l’investimento è lo strumento privilegiato per l’introduzione di nuove tecnologie, una forte crescita metterà presumibilmente in moto un processo di trascinamento ed innescherà un circolo virtuoso attraverso l’incremento della produttività.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Salute. I fattori di rischio

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

L’assillo ricorrente per ciascuno di noi è come difendersi dai tumori e dalle malattie cardiovascolari che risultano essere la causa maggiore di mortalità. (il 75% dei decessi). Stabilito che le cause più remote risalgono al nostro Dna taluni ricercatori si sono chiesti se è proprio l’ambiente a determinare, in qualche modo, i livelli difensivi del nostro organismo oppure i fattori debbano risalire ad altre ragioni.  Per sgomberare il terreno da questi dubbi o per trovare possibili certezze è stato avviato uno studio che ha coinvolto, in pratica, un’intera regione: il Molise. Saranno impiegati ben 25 mila molisani dai 30 anni in su per cercare attraverso questo “campione” di capire meglio perché in talune regioni le difese per certe malattie sono più alte che altrove. Il Molise è una regione ideale per i ricercatori anche perché in un territorio alquanto limitato è possibile  trovarsi in situazioni ambientali diverse: pianura, quella di Larino e di Boiano, ad esempio, il mare di Termoli e la montagna. In questa regione già si conosceva l’immunità della maggioranza dei suoi abitanti per talune infezioni come il tetano. Ora c’è da chiedersi se talune difese naturali dipendano dall’ambiente o dalle abitudini alimentari o da tutte e due messe insieme in qualche modo. I ricercatori stanno ora selezionando i molisani tra quelli residenti e gli altri che sono emigrati, in specie nel Belgio e, questi ultimi, con le diverse abitudini di vita ed anche nei rapporti affettivi con gli elementi locali che hanno determinato una generazione “mista”. Questo genere d’indagine non è nuova tra i ricercatori. Basti pensare agli studi condotti da oltre 50 anni a Framingham in U.S.A. Ora con il Molise è possibile confrontarli e valutarli sotto molti aspetti. Ci auguriamo solo che non ci vorranno altri 50 anni per cercare di capire qualcosa.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I segreti di Stato, quelli di fatto ed i poteri occulti

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Emergono al di là delle risposte direttamente “istituzionali” dei problemi di controllo sociale, di avvicendamento generazionale e di aspetti diversi di quelli dei terrorismi patriottico-indipendentistici. Sono tutti rischi che attentano alla democrazia, nella sua incessante ricerca di equilibri tra libertà e solidarietà, tra sicurezza e vulnerabilità. Sono, d’altra parte, da sempre esistiti ed in ogni area geografica dei reati che sono rimasti impuniti siano essi di carattere privato o di delinquenza organizzata in cosche malavitose o di natura politica come è stato l’assassinio del Presidente Kennedy e in Italia di Moro. Ciò che fa specie e che questi reati si possano commettere con la complicità di quella parte delle istituzioni che con un termine un po’ ambiguo definiamo “deviate”. Ma deviate da chi e per quali fini, non è sempre del tutto chiaro. Ricordiamo, in proposito quanto è emerso dal documento ufficiale del 1988 da parte della I Commissione della Camera dei Deputati presieduta da Labriola intitolato: “Documento conclusivo dell’indagine conoscitiva relativa alla materia dei servizi di informazione e sicurezza” Un passo di questo atto ci sembra significativo là dove è scritto: “che alcune strutture sono avvolte da riservatezza particolarissima e che nemmeno un’indagine conoscitiva del Parlamento è in grado di perforare.” Sono dichiarazioni, indubbiamente, gravissime perché lasciano presupporre un potere occulto superiore alle istituzioni ma che le attraversa e le compenetra. Lo stesso documento afferma che si tratta di un “uso dei servizi che, alla luce della legge e con buona pace di certi sostenitori dello Stato etico, costituisce una vera e propria deviazione dei compiti istituzionali non meno grave di quelle più note e più esecrate. E’ questa la cornice entro la quale si stanno muovendo fatti criminosi che ci richiamano i delitti più recenti da D’Antona a Biagi. Certo è che la magistratura non è riuscita a risolvere alcuni pesanti episodi terroristici e il Parlamento rimane in merito sul vago. In effetti la stessa società, e non solo lo Stato al suo interno, può essere “doppia” pro o contra il diritto vigente, schierarsi per il rispetto di quest’ultimo o per il ricorso al sommerso illegale.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Siamo alla fine delle ideologie?

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Caduto il nazismo, il fascismo, il comunismo possiamo considerare esaurita la loro carica ideologica e di affiliazione che hanno permeato il tempo in cui esso sono vissute e germinate? La risposta sembra ovvia ed affermativa, ma in effetti dovremmo andarci cauti. I revanscismi cacciati dalla porta sovente rientrano dalla finestra. Questa stessa democrazia moderna che ha avuto il sopravvento sulle “barbarie” di un civiltà involuta, in effetti, mentre da un parte si sforza di instaurare un ordine umano autonomo, centrato sull’individuo, respingendo il sentimento naturale di gerarchia a guida si una necessità universale, cela dentro di sé, sotto forme patologiche, la “necessità mostruosa” del razzismo. Diventa, in pratica, la negazione dell’utopia egualitaria che proclama. Ora c’è da chiedersi se questi abiti nuovi altro non siano che la rinascita di quelle stesse ideologie sia pure sotto mentite spoglie. Ciò che si potrebbe obiettare in merito è che delle manifestazioni xenofobe, etniste, razziste erano preesistenti alle società democratiche, o, per così dire, esistevano sin dall’origine della storia umana. In verità la coesistenza pacifica delle etnie e delle nazioni, la correttezza nei dibattiti filosofici e storici, ovvero la cooperazione culturale fra i popoli sono esperienze di civiltà che appaiono fragili e persino mortali come ebbe a notare Paul Valéry.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il concetto ideale della universalità della verità

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Tutto il XX secolo è stato attraversato da questa pretesa di verità che è insita nella natura umana. Certamente è terminato il lungo periodo dopo la seconda guerra mondiale durante il quale l’attivismo marxista e le sue varianti castrista, hodjaista, maoista, terzo-mondista, se non trotskista, sembravano regnare nella storiografia contemporanea dei nostri Paesi, ma i suoi rigurgiti, come testimonia l’opera interessante di Hobsbawm, le Siècle court, sopravvivono non solo nei paesi dove gli apparati comunisti più o meno epurati sovrintendono ad una metamorfosi delle basi dottrinarie internazionaliste in basi social-liberali o nazionaliste autoritarie. E’ quanto scrive François Fejto, professore dell’Institut des Etudes Politiques de Paris ed osserva: “Nel suo libro su Le malheur du siècle, dedicato alla memoria dei militanti anti-attivisti che sono diventati gli ex comunisti Annie Kriegel e Michel Heller, Alain Besançon ha spiegato magistralmente le ragioni per cui, soprattutto nei Paesi latini dell’occidente, il nazismo aveva una risonanza ben più marcata del comunismo e che si “poteva rimproverare a molti storici di non adottare gli stessi criteri nei confronti di tutti i crimini del passato,” come annotava Alfred Grosser. Bisogna accettare il discorso di Alain Besançon e la sua interpretazione del principio di verità per scrivere una storia bilanciata, equilibrata, veramente credibile e scevra di fanatismo ripercorrendo gli eventi che si sono susseguiti lungo l’intero corso di un secolo. Il nazismo era meglio conosciuto e quindi più fermamente condannato. Con l’apertura degli archivi sovietici la circostanza cambiò.E’ anche questo il profilo atteso per conferire alla storia quell’atteso rapporto di equilibrio e di linciamento veramente scevra da fanatismo.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’Italia davanti alle sue responsabilità storiche

Posted by fidest press agency su venerdì, 21 agosto 2009

Non mancano in questi ultimi anni studi e ricerche sul ruolo dell’Italia nel contesto dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo: il grande lago della civiltà millenaria che ci ha condotto per mano alla realtà odierna non sempre all’altezza delle antiche vestigia. Esiste per molti, come sottolinea una ricerca condotta dai Centri studi della Fidest, una nostra particolare responsabilità, perché siamo, se non altro, per quanto riguarda il Meridione, tra le aree povere dell’Unione. In quelle regioni si registra la più estesa e maggiore carenza di infrastrutture. Eppure la loro posizione geografica è strategica, protesa com’è nel Mediterraneo, vicina alle coste dei paesi balcanici così come a quelli dell’Africa del Nord, ma anche esposta in modo più diretto alle tensioni regionali e soprattutto ai processi migratori. Proprio per questo motivo si ravvisa la necessità ed anche l’urgenza di recuperare la politica nel processo di cooperazione nel Mediterraneo. E’ un banco di prova difficile se consideriamo le tensioni esistenti in particolari aree come quella mediorientale e più in generale, nei movimenti integralisti islamici che attraversano un po’ tutti gli stati arabi della costa Sud dei paesi mediterranei. Ma è anche una sfida che è stata lanciata e che noi dobbiamo raccogliere. L’Europa non è fatta solo e comunque con i protocolli di Maastricht e di Amsterdam ma anche di Barcellona. Questa realtà deve essere la prima pietra di un nuovo collegamento che porti alle origini stesse della civiltà europea. E’ un cordone ombelicale che non si spezza facilmente nel corso degli anni come non lo è stato nel passato così sarà in futuro. La logica dell’espansione europea al Nord e ad Est forse individua con minore vigore e consapevolezza ciò che risiede nel Sud del suo continente. Forse prevale la consapevolezza che vi sono pochi e quindi scarsi profitti per una espansione che sappia avere un interessante mercato di sbocco per le proprie produzioni, ma diventa un errore grave sottovalutare oggi una civiltà che si vuole in qualche modo ghettizzare ed emarginare solo perché rivela note stonate in ordine alle proprie scelte di vita e di progresso tecnologico e di modalità di vita.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »