Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 23 agosto 2009

Afghanistan: uso armi tornado ultima opzione?

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

“Se ieri avevamo chiesto al Ministro della Difesa chiarimenti sull’uso degli armamenti dei Tornado oggi, dopo aver letto le dichiarazioni del maggiore Angelo De Angelis, comandante degli aerei schierati a Mazar-e-Sharif., riportate dalle agenzie ANSA e ADNK, in cui si afferma comunque l’esistenza un rischio per i civili, e quelle del generale Marco Bertolini, capo di stato maggiore della missione Nato-Isaf a Kabul, sul grave deterioramento del conflitto in Afghanistan, non ci sembra più il caso che il Ministro La Russa continui a tacere sulla reale situazione in atto. Riteniamo sia doveroso da parte del Ministro riferire con la massima urgenza al Parlamento su quanto realmente sta avvenendo sul fronte afghano. Ormai è chiaro che anche ai suoi colleghi di governo questa missione comincia ad apparire insostenibile per le forti contraddizioni che emergono e per gli elevati costi in termini di vite umane e di risorse sottratte alla sicurezza interna del paese e allo sviluppo economico.”

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Traffico sulle autovie venete

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Giornata decisamente meno critica, quella di domenica 23 agosto sulla rete autostradale di Autovie Venete, rispetto al giorno precedente (sabato 22). Traffico molto intenso, soprattutto in direzione Venezia, ma le code vere e proprie non hanno mai superato i 7 chilometri, picco che si è avuto alle 10 e 30 del mattina e frutto di due piccoli incidenti, con più vetture coinvolte, accaduti a poca distanza l’uno dall’altro nel tratto fra San Giorgio di Nogaro e Latisana in direzione Venezia. Flusso decisamente rallentato fra le 13,00 e le 14,30 fra Villesse e Latisana, sempre in direzione Venezia con 16 chilometri di code a tratti (nel flusso molto lento ci sono state code vere e proprie mai superiori a 1 chilometro e mezzo). La situazione è tornata regolare a partire dalle 15,00 del pomeriggio. Andamento come da previsioni, dunque, e nessun problema particolare se non i rallentamenti causati dagli incidenti che, quando il traffico è sostenuto, determinano l’immediato formarsi di code anche perché gli automobilisti rallentano per guardare. Situazioni, comunque, risolte tutte in tempi ridottissimi, grazie alla forte presenza di ausiliari alla viabilità in servizio su tutta la rete. Il personale operante sull’autostrada, infatti, è distribuito in modo da garantire il raggiungimento del luogo dove si verifica una criticità, in non più di 7 – 10 minuti.  Nessuna coda, oggi, alla barriera di Trieste Lisert che durante questo fine settimana ha confermato l’incremento dei flussi in entrata (e quindi di rientro), rispetto allo stesso periodo del 2008. Giovedì 20 agosto sono entrati 23 mila 216 veicoli (+ 6,5% rispetto al 2008), venerdì 21 sono entrati 28 mila 113 veicoli (+ 3,4%), sabato 22 sono entrati 31 mila 483 veicoli (+ 0,7%). Oggi, domenica 23 agosto, alle 11 del mattino sono entrati 9 mila 775 veicoli. “Giornata assolutamente nella norma – commentano da Autovie Venete – per questo periodo, in linea con le previsioni e quindi gestita senza particolari difficoltà, tant’è che non si è mai reso necessario attivare le squadre per la distribuzione dell’acqua”.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Festival internazionale multidisciplinare BOS’Art

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Alberto Masala.Bosa (Or) 24 agosto alle ore 21 all’ex Convento dei Cappuccini, grande appuntamento alla sesta edizione del festival internazionale multidisciplinare BOS’Art che, lunedì assegna il prestigioso premio “Lucio Colletti – Il Temo d’Oro” a personalità della vita culturale italiana come il giornalista del TG1 Roberto Olla, il poeta e artista sardo Alberto Masala e il luminare di ordinamento giudiziario il Prof. Giuseppe Di Federico I premiati presenti leggeranno abstract delle loro più recenti pubblicazioni, rispondendo alle domande del pubblico e, per l’occasione, il giornalista del TG1 Roberto Olla presenterà in anteprima il suo cortometraggio “9/11 – Dust Memories”, dedicato alla tragedia dell’11 settembre 2001 e ai suoi effetti sulla civiltà occidentale mentre il famoso poeta sardo Alberto Masala leggerà alcune liriche tratte dalla sua ultima raccolta “Alfabeti di strade e altre vite” (Edizioni Il Maestrale) appena uscito ma già accolto dalla critica specializzata come un vero capolavoro della poesia contemporanea. Alberto Masala Nato in Sardegna nel 1950, abita a Bologna. La conoscenza di diverse lingue (oltre il sardo e l’italiano) gli permette in scrittura un personale “linguaggio di confine”. Spesso in azione (soprattutto in concerto) con poeti, musicisti, artisti visivi di diverse provenienze. Roberto Olla Di origine sarda, Olla si trasferisce a Milano dove si laurea con lode alla Facoltà di Storia e Filosofia dell’ Università Statale. Entrato in Rai come vincitore di concorso nel 1978 si specializza nella realizzazione di documentari. Giornalista del Tg1 è responsabile della rubrica Tg1Storia. Autore di diversi libri.   Giuseppe Di Federico è professore emerito di “Ordinamento giudiziario” dell’Università di Bologna. Ha fondato e diretto il Centro Studi e Ricerche sull’Ordinamento giudiziario dell’Università di Bologna e l’Istituto di Ricerca sui Sistemi Giudiziari del CNR. E’ stato Presidente dell’European Research Network on Judicial Systems  e componente  del Consiglio Superiore della Magistratura.

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

5a Edizione di “cammina con i gufi”

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

valleGufo realeCesiomaggiore (Belluno) 19 settembre alle 17.30 in piazza Mercato a Cesiomaggiore e dalle 18.30 alle 19.15 ci sarà la partenza, scaglionata in tre gruppi, accompagnati da una guida.La manifestazione nata, cinque anni fa, con il proposito di scoprire nella quiete della notte le bellezze naturali della valle di Sant’Aagapito, si sta caratterizzando di anno in anno come un evento davvero singolare. Anche in questa edizione il percorso si snoderà ad anello, a nord dell’abitato di Cesiomaggiore, su facili sentieri nei boschi, lungo stradine sterrate e asfaltate e, oltre ad udire il canto di gufi e civette, si potrà assistere alla suggestiva rievocazione delle luminarie di Sant’Agapito com’era in origine quando i valligiani, per onorare il Santo protettore della valle, realizzavano sulla montagna cinque grandi lettere (WSAM+), visibili in tutta la valle del Piave, usando come lume i gusci delle lumache riempiti d’olio. Inoltre, lungo il percorso, si potrà osservare la luna e la volta celeste con i telescopi dell’associazione Rethicus, ascoltare i racconti della strega, ammirare le opere d’arte di artisti locali, attraversare il bosco degli insetti giganti e soprattutto incontrare Maghi: una femmina di gufo reale, tanto possente quanto tenera. In effetti l’evento intende unire aspetti della conoscenza ambientale del territorio della valle di Sant’Agapito, in particolare della vita dei rapaci notturni (Strigiformi), con la riscoperta della cultura popolare del luogo. Quest’anno, oltre ad ascoltare le voci dei rapaci notturni, ci sarà la possibilità di conoscere più da vicino questi splendidi animali, con collaborazione degli esperti dell’associazione Falconieri delle Dolomiti.  “I rapaci notturni”, dicono gli organizzatori della manifestazione, “sono animali che riscuotono nella gente comune contrapposti sentimenti: qualcuno li teme perché crede siano portatori di sventura, molti li amano perché hanno un aspetto simpatico e curioso. Per questo vorremmo che “Cammina con i gufi”, oltre a creare le condizioni per smentire alcuni luoghi comuni, fosse un evento nel quale cultura, storia e scienza si fondano per creare una miscela di conoscenze e partecipazione di grande effetto”. L’evento è ideato e curato dal gruppo Cesiobiettivi. Il percorso come sempre è alla portata di tutti, comprese famiglie e bambini, con un dislivello massimo di 250 metri .  La partecipazione è gratuita, però è necessario iscriversi. Le iscrizioni si aprono sabato http://cesiobiettivi.splinder.com

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XV Film Festival della Lessinia

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

millenniumBosco Chiesanuova (Verona), Una serie di mini-telegiornali per raccontare gli Obiettivi del Millennio dal punto di vista dei ragazzi di strada di Nairobi: verranno proiettati, a partire da lunedì 24 agosto, all’interno del Film Festival della Lessinia. Tra gli Eventi Speciali della kermesse cinematografica dedicata alle montagne di tutto il mondo, uno spazio speciale è stato riservato a Millennium News. “Notiziari di strada” di 8 minuti ciascuno –  incentrati sugli otto Obiettivi del Millennio delle Nazioni Unite – che sono stati pensati, scritti e condotti da 80 ragazzi e ragazze (di età compresa tra gli otto e i vent’anni) provenienti dalle baraccopoli di Nairobi e che oggi sono sostenuti sostenuti da AMREF, Fondazione Africana per la Medicina e la Ricerca.  I prossimi appuntamenti con il Film Festival della Lessinia sono: Lunedì 24 agosto 2009 Presso il Teatro Vittoria, alle 16, per “Heidi in Lessinia”: Heidi. Zoccoletti olandesi di Allan Dawn (Usa, 1937) trasposizione cinematografica delle vicende della pastorella qui interpretata da Shirley Temple. Alle 21 il film in concorso: Good Morning, My Sun! (Buongiorno, sole mio!) di Uljana Konowalowa (Kyrgyzstan, 2008), storia del distacco di una donna cieca dai paesaggi montani che per quarant’anni furono i suoi unici compagni di vita. A seguire la pellicola in concorso Kino Lika (Il cinema di Lika) di Dalibor Matanic (Croazia, 2008), che narra le vicissitudini di un giovane calciatore, un povero contadino e una ragazza grassa in un villaggio delle regioni balcaniche. Martedì 25 agosto 2009 Le proiezioni al Teatro Vittoria cominceranno alle ore 16 con la rassegna Heidi in Lessinia e il film  Heidi. Sono tornata per te di Luigi Comencini (Svizzera, 1952), la storia di Heidi raccontata dal grande maestro italiano, e proseguiranno alle ore 21 con tre film in concorso: La culla delle aquile (The Cradle of the Eagles) di Alessandro Pugno (Italia, 2008), che narra di una comunità arroccata sulle Alpi liguri e considera questo luogo la culla per un futuro migliore; Resolution (Risoluzione) di Pavel Oreshnikov (Usa, 2008) storia ambientata in un villaggio montano della Russia, dove un uomo esasperato dai propri vicini decide di dare una svolta alla sua vita; infine il film El somni (Il sogno) di Christophe Farnarier (Spagna, 2008), in cui la macchina da presa segue un pastore nomade nel suo ultimo viaggio con il gregge attraverso i Pirenei. In Sala Olimpica, alle 21, un altro contributo di Angelo Loy per Millennium News – Potere alle donne (Italia, Kenya, 2009): stavolta i giovani Keniani riflettono sulla condizione femminile nel loro Paese, a seguire per la Retrospettiva TSR: La montagne l’a fait comme-ça! (La montagna l’ha fatto così!) di Armand Caviezel (Svizzera, 1978), il ritratto di Rodolphe ed Hèlene, che da oltre quarant’anni gestiscono un rifugio ad alta quota sulle Alpi di Vaud. http://www.filmfestivallessinia.it

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Andamento economia italiana e internazionale

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Editoriale fidest. Dagli ultimi risultati delle indagini congiunturali si rileva una probabile persistente debolezza dell’attività economica che dovrebbe mantenersi per i prossimi mesi. In tale frangente a subire i maggiori effetti avversi sarà il mercato del lavoro. Il tasso d’inflazione, a sua volta, resterà, nella media del corrente anno, ancorato intorno al 2%. Rimane sullo sfondo un elevato livello di incertezza per quanto abbia raggiunto il suo punto di svolta. Per il prossimo anno, tuttavia, si prevede una graduale ripresa con tassi di crescita trimestrali di segno positivo. Nel complesso queste prospettive restano soggette a rischi bilanciati. Diciamo che continuano i timori concernenti interazioni negative più intense o prolungate fra le economie reali e le turbolenze finanziarie. Vi è da mettere in conto, ad esempio, l’incognita dei rincari petroliferi e delle altre materie prime oltre alle maggiori spinte protezionistiche, alle condizioni del mercato del lavoro e alla possibile correzione disordinata degli squilibri internazionali. Passando alle politiche strutturali è necessario esercitare un maggiore impegno nelle riforme per favorire la crescita sostenibile nell’area dell’euro. Il primo aspetto da tenere in debita considerazione è quello del mercato del lavoro creandovi opportuni incentivi. Al tempo stesso vanno incoraggiate le politiche volte ad accelerare la ristrutturazione e gli investimenti in linea con il principio di una economia di mercato aperta e con la libera concorrenza. Ma vi è anche un aspetto che non va sottovalutato. Mi riferisco in particolare alla necessità di porre mano alle riforme strutturali ma con criteri tanto innovativi da essere di rottura con il passato. Pensiamo al welfare nel suo complesso ma anche alla filiera dei processi economici e imprenditoriali stabilendo nuove e condivise regole di gestione economica e finanziaria di portata mondiale. Partiamo dal presupposto che pur essendo le risorse limitate esse restano utilizzate male per cui il primo presupposto dovrebbe essere quello di un loro recupero per generare una più equa ridistribuzione per colmare il divario esistente nelle aree più deboli. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Stalking

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Perseguitare fino ad arrivare ad ingenerare ansia, paura e , nei casi limite il persecutore può arrivare ad uccidere. Lo stalking si manifesta per lo più nei seguenti contesti: nel 55% circa è la relazione di coppia; nel 25% circa è il condominio; nello 0,5% circa è la famiglia (figli/fratelli/genitori); nel 15% circa è il posto di lavoro/scuola/università. Con il dilagare di internet il fenomeno sta aumentando Lo stalker può essere un estraneo, ma il più delle volte è un conoscente e spesso affetto da Sindrome Borderline e problemi di interazione sociale. In Italia le condotte tipiche dello stalking sono punite dal reato di “atti persecutori” (art. 612-bis c.p.), introdotto il 23 aprile 2009 con la conversione in legge del D.L. 23 febbraio 2009, numero 11, dal Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna. Bersaglio preferito il “sesso debole”; e sì ancora!
A Roma l’Aipc, Associazione italiana di psicologia e criminologia, fin dal 2004 ha aperto uno sportello di ascolto nei pressi di piazza Bologna. Solo nel Lazio, a seguito di un’ampia ricerca effettuata dall’Aipc (Associazione italiana di psicologia e criminologia), si è scoperto che il 21% delle donne è stata od è vittima di stalking. Ad Ostia, il criminologo Francesco Bruno sta lavorando ad un progetto anti – stalking . Da tempo invece ,alla Regione Lazio, giace una proposta di legge per contrastare lo stalking.  Legge bipartisan che trova d’accordo tutti i partiti, ma è ferma in commissione sanità da due anni!  Canali, lista civica per Marrazzo, non si decide a metterla all’ordine del giorno.La proposta prevede: l’istituzione di servizi anti-stalking in tutte le Asl del Lazio; la creazione di un Osservatorio regionale per il monitoraggio del fenomeno; la stipula di un protocollo d’intesa con le autorità pubbliche e giudiziarie per definire un iter di azione anti-stalking. (Cristiana Zarneri)

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

L’economia friulana reagisce alla crisi

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

È positivo di 184 unità il saldo delle imprese registrate alla Camera di Commercio di Udine nel secondo trimestre 2009, «segno – commenta il presidente della Cciaa Giovanni Da Pozzo – che c’è ancora voglia di fare impresa sul nostro territorio, come testimoniano le nuove 1654 iscrizioni nei primi 6 mesi dell’anno». Se, dunque, nel primo trimestre del 2009, il numero delle imprese registrate è stato superato di 598 unità dalle cancellazioni, il secondo trimestre segna un’inversione di rotta. Lo evidenziano i dati semestrali elaborati dall’Ufficio Studi e Statistica dell’Ente camerale udinese, che rilevano 48.032 imprese attive al 30 giugno 2009. Nel dettaglio, le 1654 nuove iscrizioni si collocano per l’11% nel settore agricolo e della pesca, l’11% nell’industria, il 22% nel comparto costruzioni, il 31% nel commercio e il 25% nei servizi.  L’analisi congiunturale del 1° semestre evidenzia una lieve ripresa del comparto manifatturiero (+0,22% al 30 giugno 2009 rispetto al 2008), conferma il buon andamento dei servizi (52 imprese attive in più), specie servizi all’impresa (+1,43%) e la lieve frenata del comparto edile. Rimanendo sul quadro generale, risulta in calo la situazione del commercio, nel quale le imprese registrate diminuiscono dell’1,37%, anche se con una sostanziale tenuta del comparto alberghi e ristoranti (+0,27%). «I dati, però – commenta il presidente, sottolineando la tipicità del comparto commercio e pubblici servizi – rimarcano come le unità locali, cioè i punti vendita, risultino in aumento del 2,81% rispetto allo stesso periodo del 2008». Quanto all’industria, si confermano in calo le imprese del comparto “legno e arredo” (-1,64%); si registra invece un aumento delle aziende attive nei comparti “meccanica e metalmeccanica” (+0,88%) ed “elettrico-elettronico” (+1,46%). In questa fase di particolare congiuntura economica, gli indicatori del mercato del lavoro presentano i segnali della criticità in atto: l’incremento della cassa integrazione guadagni ordinaria in provincia è massiccio (+865% nel periodo gennaio-luglio 2009, per un totale di 2,7 milioni di ore erogate), così come di quella straordinaria (+335%). La disoccupazione sul territorio udinese, monitorata nel periodo più acuto della crisi, è salita al 4% del 2008 dal 3,4% del 2007, rimanendo comunque fortemente al di sotto delle medie nazionali ed europee. La situazione di difficoltà è testimoniata anche dalle aperture di nuove procedure fallimentari, registrate nel primo semestre dell’anno: 63, di cui 40 concentrate nel periodo aprile-giugno (mentre in tutto il 2008 sono state 73). Quanto all’export, l’analisi si concentra sul primo trimestre: il valore delle esportazioni della provincia di Udine è stato pari a poco più di 1 miliardo di euro, registrando un -15% rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso; le importazioni ammontano a 520 milioni di euro (-24,63% rispetto al primo trimestre 2008). «Percentuali – aggiunge Da Pozzo – che comunque si mantengono molto al di sopra della performance nazionale (l’export italiano si è attestato sul -22,8%) e del Nordest (-21%)». Il saldo dell’interscambio commerciale, però, è positivo e ammonta a +540.847.861 euro. Analizzando l’export di Udine per destinazione, si rilevano incrementi rilevanti verso l’America settentrionale (in ripresa le esportazioni verso gli Stati Uniti dopo un periodo di costante flessione) e verso l’Africa (+14%); in calo invece le esportazioni verso l’Europa. Da evidenziare incrementi consistenti (+878,92%) nelle importazioni dall’Ucraina e nelle esportazioni verso la Polonia (+236,02%). Emerge infine il forte interscambio da e verso la Corea del Sud, con importazioni a +465,77% ed esportazioni aumentate del 110,94% rispetto al 2008.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Martirio di S. Giovanni Battista

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Capo di Sorrento (Na) 28 Agosto 2009 ore 18.00 Chiesa del Rosario  e 29 Agosto 2009 ore 18.00 Chiesa parrocchiale di Cannicchio-Pollica (Sa) In occasione della ricorrenza liturgica del Martirio del Santo Patrono dei Cavalieri di Malta ad honorem, S.Giovanni Battista, la cui memoria liturgica cade il 29 agosto, l’Aggregazione campana dei Cavalieri di Malta ad honorem ricorderà la memoria del S.Patrono con DUE eventi solenni:  il giorno Ven. 28 Agosto 2009 alle ore 18.00 presso la Chiesa del SS.Rosario del Capo di Sorrento (Na) saranno solennemente celebrati i Vespri in memoria del Martirio. il giorno Sab. 29 Agosto 2009 alle ore 18.00 presso la Chiesa parrocchiale di Cannicchio in Pollica (SA) nel Parco Naz. del Cilento sarà celebrata un Solenne Pontificale  cui seguirà un Concerto di Beneficenza (0re 20.30 Chiesa di Cannicchio) curato dalla Corale Kamaraton di Marina di Camerota per la Pontificie Opere Missione. Agli eventi presenzierà ufficialmente l’Arcivescovo S. Ecc. R. Mons. Robert Sarah, Segretario Vaticano per l’Evangelizzazione dei Popoli e le Pontificie Opere Missionarie (che ha il rango di Sottosegretario di Stato Vaticano). I Cavalieri di Malta ad honorem sono confratelli dell’Arciconfraternita dei santi Giovanni Battista ed Evangelista, fondata il 28 aprile 1502, e trasformata da Carlo III di Borbone nel 1735 da istituzione solo religiosa in religiosa-cavalleresca-nobiliare. Il Re, con conferma del suo successore, oltre a conferire il titolo di Cavalieri di Malta ad honorem in perpetuo e singolarmente ad ogni membro del sodalizio confraternale, concesse anche l’uso della croce ottagona melitense. Tale concessione era ed è pienamente legale in quanto Carlo III di Borbone, nella sua qualità di re di Napoli e di Sicilia, era sovrano feudale anche dell’Isola di Malta concessa, dal suo avo Carlo V, in vassallaggio all’Ordine dei Cavalieri Ospitalieri di San Giovanni (l’Ordine di Malta). L’istituzione è aggregata all’arcibasilica lateranense di cui è filiazione diretta ed è regolarmente riconosciuta dal Diritto Canonico, è regolarmente iscritta alla Confederazione nazionale delle Confraternite d’Italia che è un Ente eretto dalla CEI, e lo Stato italiano ne riconosce la personalità giuridica. L’Aggregazione Campana è presieduta dal Nob. Cav. Prof. Ciro Romano.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

In bicicletta alla scoperta delle cascine storiche

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Rivanazzano Terme. L’associazione Occasioni di Festa termina la propria stagione culturale estiva con una nuova iniziativa: domenica 13 settembre, in occasione della festa di fine estate sull’aia, accompagnerà un gruppo di cicloturisti alla scoperta delle cascine storiche di Rivanazzano Terme.  L’appuntamento è alle 8 al Cortile Sacchetti, in via Malaspina. I cicloturisti seguiranno un percorso nella pianura che si estende a nord-ovest di Rivanazzano, su strade strette circondate da campi e fossati, una zona da secoli votata all’agricoltura e all’allevamento del bestiame. Nonostante la vicinanza con grossi centri e vie di comunicazione, questo territorio non è ancora stato conquistato dall’industrializzazione, ed ha saputo così preservare tutto il suo fascino. Qui, dove il lavoro viene ancora cadenzato dai ritmi delle stagioni, sono rimaste alcune storiche cascine, la più antica risalente al XV secolo, condotte ancora, anche se con moderni macchinari, come nei secoli passati. Barbabietole, mais, pomodori, foraggi, ma anche cavalli da corsa: le cascine di Rivanazzano sapranno riservare qualche piacevole sorpresa a chi deciderà di passare qualche ora pedalando nel loro territorio. I meno giovani ed i cinefili potranno riconoscere, tra queste cascine, il set di “Cavalleria”, uno dei più famosi film di Amedeo Nazzari, girato nel 1936. La biciclettata fa parte di quel pacchetto di escursioni organizzate dall’Associazione Occasioni di Festa in collaborazione con il Gruppo Naturalistico Rivanazzanese per far conoscere Rivanazzano Terme e per proporre un modo nuovo, almeno per il nostro territorio, di fare turismo. Non solo terme e non solo enogastronomia, quindi, ma “turismo ecocompatibile”, a piedi, come per le due precedenti uscite a Buscofà e alla chiesetta di Madonna del Monte, e in bicicletta.  I proprietari delle cascine Rosano, San Carlo, La Bidella e La Marchesina, per l’occasione, oltre ad aprire le loro case e le loro aziende ai cicloturisti, ospiteranno alcuni produttori del territorio che allestiranno così dei punti di ristoro e di valorizzazione delle produzioni locali che sarà poi possibile acquistare al rientro, al cortile Sacchetti. La pedalata durerà poco più di due ore su un terreno interamente pianeggiante, adatto a tutti. Non sarà necessario avere biciclette da corsa o super tecnologiche: si potrà partecipare con qualunque mezzo a due ruote … non motorizzato! In alcuni tratti si pedalerà sotto antichi viali di querce, pioppi e cipressi, e a qualche albero di noce di nuovo impianto, si consiglia comunque di portare un cappello e sufficiente scorta d’acqua. Al rientro al cortile Sacchetti sarà servito l’aperitivo, e alle 12,30 il pranzo: ad attendere gli escursionisti un menù che ancora una volta esalta i prodotti del territorio: salame, agnolotti, bollito con le salse, budino pere e cioccolato, accompagnati da vini dell’Oltrepò Pavese. Prenotando entro il 6 settembre, gruppi di cicloturisti di almeno 5 persone possono usufruire di un trattamento speciale per il pranzo, mentre la partecipazione all’escursioni è gratuita. Chi avrà risparmiato sufficienti energie, per pomeriggio potrà dilettarsi con gli ormai tradizionali balli sull’aia. (Rosita Viola)

Posted in Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

World population to exceed 9 billion by 2050

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

New York, World population is projected to reach 7 billion early in 2012, up from the current 6.8 billion, and surpass 9 billion people by 2050, reveals the 2008 Revision of the official United Nations population estimates and projections, released today. Most of the additional 2.3 billion people will enlarge the population of developing countries, which is projected to rise from 5.6 billion in 2009 to 7.9 billion in 2050, and will be distributed among the population aged 15-59 (1.2 billion) and 60 or over (1.1 billion) because the number of children under age 15 in developing countries will decrease. In contrast, the population of the more developed regions is expected to change minimally, passing from 1.23 billion to 1.28 billion, and would have declined to 1.15 billion were it not for the projected net migration from developing to developed countries, which is projected to average 2.4 million persons annually from 2009 to 2050. The results of the 2008 Revision incorporate the findings of the most recent national population censuses and of numerous specialized population surveys carried out around the world. The 2008 Revision provides the demographic data and indicators to assess trends at the global, regional and national levels and to calculate many other key indicators commonly used by the United Nations system.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Economie regionali

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Mai, per quanto ci è dato da pensare, in passato è emerso forte il richiamo per il risanamento dei diffusi fenomeni, soprattutto evidenti per il contrasto che genera nell’ambito di una stessa nazione, come accade oggi nel meridione d’Italia, di sottosviluppo e da livelli elevati di disoccupazione, in specie giovanile. Tutto ciò richiede non solo  la creazione e lo sviluppo di elevate competenze per le Amministrazioni centrali e locali ma una “regia” di livello regionale in grado di assicurare il coordinamento dei programmi di internazionalizzazione da realizzare in ambito locale. In sostanza l’avvio e l’implementazione di un nuovo quadro normativo ed istituzionale in grado di garantire efficacia e tempestività alle misure di internazionalizzazione previste dagli stessi Programmi operativi regionali (Por). Per innescare un percorso di crescita stabile e duraturo che parta dal basso non vi è dubbio che la scuola è in grado di esercitarvi il suo ruolo sino in fondo purché ne abbia gli strumenti per farlo.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Turismo e risorse umane

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

In tema di globalizzazione e di nuove tecnologie anche il turismo ha cambiato volto in particolare dal punto di vista economico nel rappresentare uno dei settori più importanti per il mondo intero e, per ciò che ci riguarda da vicino, per l’Italia. Nel nostro Paese, lo scorso anno, ha rappresentato circa il 10% del Pil, hanno trovato occupazione oltre tre milioni di persone e registrato tassi sostenuti di crescita (+13% fra il 1997 ed il 2001) sicuramente più elevati di quanto si possa riscontrare in altri comparti. La struttura reticolare turistica italiana parte da tre tipi di conduttori: tour operator, enti pubblici ed agenzie viaggi e si indirizza verso hotel, camping, villaggi ed agriturismo. Ma il segreto del successo sta nel fatto che la proposta turistica deve tenere in massima considerazione le condizioni del mercato di fronte a turisti sempre più consapevoli ed esigenti e che impongono un’offerta a loro maggiormente orientata, rinnovata, ricca di prodotti sempre più appetibili e validi dal punto di vista qualitativo. Uno dei fattori che più spinge nella direzione di questi cambiamenti è indubbiamente quello tecnologico. Su questo piano si giocheranno molte delle possibilità di trasformazione e di crescita delle aziende turistiche in un prossimo futuro. Non dimentichiamo, ad esempio, che il tasso di penetrazione delle tecnologie internet per le famiglie italiane è cresciuto nel 2001 dell’8% rispetto all’anno precedente ed un analogo  incremento, se non superiore, si prevede nel corso d’anno. Questo nel quadro di una crescita media mondiale che procede intorno al 4,9%. Diciamo, quindi, che oggi il 41% delle famiglie italiane possiede un personal computer ed il 25% usa regolarmente internet. Per quanto riguarda il turismo circa il 50% dei navigatori consulta la rete alla ricerca di informazioni di vario genere prima di mettersi in viaggio e la predisposizione all’uso di queste tecnologie è ancora migliore: il 71% la ritiene utile come strumento di comunicazione e-mail, soprattutto ed il 36% lo userebbe per trovare informazioni su alberghi. Ne deriva che i contenuti dei siti web turistici italiani sono composti essenzialmente di quattro componenti: e-commerce, contenuti informativi, assistenza al cliente e servizi. La filosofia di fondo è quella di anticipare la propria audience proponendo una realizzazione che tenga conto dei desideri e delle esigenze, ma anche delle effettive capacità tecnologiche del pubblico cui si rivolge.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Discrimination against Women: New CD-Rom

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

A new CD-ROM issued by the United Nations Division for the Advancement of Women provides easy access to 25 years of work of the Committee on the Elimination of Discrimination against Women. Following an introduction and overview of the Committee’s work, the CD-ROM provides the full text of all concluding comments issued by the Committee since its first session, organized alphabetically by country and in chronological order. The CD-ROM contains the text of the Convention on the Elimination of All Forms of Discrimination against Women and its Optional Protocol, as well as the Committee’s 25 general recommendations issued on articles of the Convention or cross-cutting themes, and its 1998 statement on reservations. The Committee celebrated the twenty-fifth anniversary of its work last year (1982–2007).  Since the inaugural session at the United Nations Office at Vienna in October 1982, the Committee has held 39 sessions, the most recent one in August 2007 at United Nations Headquarters in New York. One of the major responsibilities of the Committee is to monitor States parties’ compliance with their treaty obligations.  The Committee discharges this responsibility in a constructive dialogue with representatives of the State party, based on a report the State submits in accordance with article 18 of the Convention.  There are now 185 States parties to the Convention.  Over the last 25 years, the Committee examined 401 reports, submitted by 154 States parties. The French and Spanish language versions of the CD-ROM are forthcoming.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il vivere sociale ed asociale

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

In un dibattito di questi giorni avviato dal Centri studi della Fidest è emerso questo aspetto sempre più evidente, per quanto contraddittorio, tra chi si identifica nella comunità e cerca di viverla immedesimandosi in essa e chi la respinge sdegnosamente ed anche in forma arrogante. Il tema è d’attualità. Il sociologo polacco Zygmund Barman in un suo lavoro titolato la “modernità liquida” ne ha fatto oggetto di attenta osservazione ed ha lanciato un inquietante avvertimento: “Attenti o faremo la fine dei topi di Hamelin”. In pratica egli esteriorizza il problema di fondo affermando che la società deve farsi una convinzione che è quella che si cresce tutti insieme. In difetto, se ciascuno va per conto suo, si va verso la rovina. Ed accadrà proprio come i topi di Hamelin: inseguendo la sirena di un individualismo esasperato, preoccupato solo di se stesso, capace solo di autolalimentarsi si chiuderà per sempre il capito dell’uomo sociale, della civiltà tale in quanto condivisa e compartecipe.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le imprese e gli istituti di credito nell’area euro

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

I gruppi di ricerca dell’eurosistema hanno analizzato il comportamento di investimenti delle imprese e l’andamento dei prestiti bancari nell’area dell’euro, utilizzando dati a livello di singola impresa e singola banca, applicando sia approcci specifici per paese, che facilitano la spiegazione di specificità nazionali, sia un approccio armonizzato che permette più agevoli confronti tra paesi.  L’analisi dell’evoluzione del crediti bancario è mirata alla identificazione e alla misurazione delle reazioni dell’offerta di credito alla politica monetaria. Anche in questo caso sono state effettuate dai ricercatori dell’Eurosistema sia analisi specifiche per paese, sia a livello armonizzato. Il quadro di riferimento analitico è stato fornito da un semplice modello in base al quale i prestiti erogati dalle singole banche sono riconducibili a variazioni dei tassi di interesse a breve termine, considerati come proxy di variazione della politica monetaria, oltre che agli andamenti del prodotto reale e dei prezzi che costituiscono le principali determinanti della domanda aggregata di prestiti nel medio e lungo termine. I risultati hanno confermato, che le variazioni della politica monetaria, insieme al Pil e al livello dei prezzi, hanno un effetto rapido e quantitativamente rilevante sull’andamento dei prestiti bancari. Ciò potrebbe essere riconducibile sia alla tendenza delle banche, osservati in parecchi paesi dell’area dell’euro, a operare in reti cooperative e all’ampiezza e grado di copertura degli schemi di sicurezza, spesso impliciti, forniti dalle autorità pubbliche. Entrambi questi fattori aiuterebbero a mitigare l’effetto delle caratteristiche dei singoli bilanci sul comportamento dei prestiti e, più in generale, a ridurre la rilevanza di qualunque “canale di credito” della politica monetaria.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La scuola

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Quante volte ne abbiamo parlato? Tante, forse troppe. Se andiamo a riesumare i servizi della Fidest lungo il tracciato dei suoi 21 anni di attività, ci accorgiamo che almeno ogni anno, e con una certa regolarità all’inizio dell’anno scolastico, abbiamo riverberato le attese e le speranze per una scuola nuova e diversa dal passato per rispondere alle attese del nostro tempo e soprattutto dei giovani che sono i primi attori di quello che confidavamo il momento di non ritorno. E tutte le volte ci restava l’amarezza di un cambiamento a lungo atteso ed altrettanto disatteso. Ma la speranza è dura a morire. Purtroppo il tempo perduto non si può recuperare. Resta solo da capire se esiste uno spazio sufficiente per tentare un recupero nell’intento di salvare il salvabile. Basterebbe, a nostro avviso, concentrarsi su tre punti qualificanti: la didattica, per rispondere a criteri di elasticità ed in aderenza con i tempi nuovi; al progetto educativo, per creare uno spazio da cogestire con tutte le componenti della scuola e nel ridare al plesso scolastico la logica dell’ambiente, in cui è situato, per interagire con i fermenti che provengono dall’esterno. Una scuola, quindi, come laboratorio di vita vissuta nei quartieri, nei rioni, nelle strade dove si abita e si trascorre la maggior parte della propria esistenza. La scuola, quindi, come opportunità d’incontro tra discenti, docenti, genitori e non docenti e non solo, ma vissuta nel suo quotidiano. Non dimentichiamo che il travaglio epocale che attraversiamo è espresso in massima parte dal fatto che esistono due anime e che esse non sono state, per giunta, educate al dialogo tra loro. Sono rappresentate dai tradizionalisti, che disconoscono e diffidano del nuovo che si prospetta, e dai futuristi che non riescono a vivere nel presente e sognano un domani che non è fatto di sogni. Sono le due facce di uno stesso problema. Sono il cuore e la mente, la ragione ed il fine che lega con un nodo indissolubile il cavernicolo all’homo novus, plasmati nei millenni, granello su granello, illuminati dall’intelligenza e cresciuti attraverso un’appassionante sfida culturale. E la scuola resta lo specchio fedele di questi travagli generazionali e per i quali deve trovare una giusta risposta per consentirci di crescere senza sbandare.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il car sharing ovvero l’auto in condivisione

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Qualcuno pensa che sia solo una moda, ma con il caro petrolio, il caro polizze rc-auto, il costo delle auto nuove o anche usate sempre in ascesa e via di questo passo, quella che è stata, per taluni un’idea un po’ provocatoria può diventare una scelta intelligente. Il Ministro dell’ambiente Altero Matteoli è uno dei sostenitori più convinti di questa pratica. A suo avviso l’utilizzo di un’auto senza possederla può ridurre la presenza di tante auto in circolazione. Il sistema è sulla carta ben congegnato. Manca, naturalmente la sperimentazione pratica. Si tratta, per chi sceglie il car sharing di utilizzare una macchina in ogni momento senza doverla possedere. Non vi è dubbio che, per certe categorie di persone e per il lavoro che svolgono questo sistema può costituire un risparmio notevole. Pensiamo ad un lavoratore dipendente che utilizza la macchina per andare o ritornare dal lavoro. Nell’arco di tempo in cui svolge la sua attività la macchina è di solito parcheggiata inutilizzata per almeno 6-8 ore. Perché non vi può essere qualcun altro a farne uso per le sue necessità? E’ un po’ come dare in affitto la seconda casa per il tempo che non si va ad usufruire delle proprie vacanze. Il car sharing ha, ovviamente, un costo che i tecnici del ministero hanno quantificato, mediamente, sui 30 centesimi a chilometro ed un abbonamento annuale di 170-200 euro annuo. Sicuramente suscita un certo interesse sapere che un’automobile può trasformarsi in una comodità senza avere l’obbligo di pagare le tante tasse ed oneri vari che diventano sempre più onerosi e di tenerla anche quando non la si utilizza.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Editoria: Vulnus

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Di Riccardo Alfonso,  Edizioni Fidest, pag. 218. Credete alla reincarnazione? Potete immaginare una storia che non abbia il sapore del fantastico impersonando la figura di un uomo che vive nell’anno tremila dopo Cristo e ricorda nei suoi sogni tormentati una sua precedente vita nel XX secolo? E’ Vulnus una ferita che è della nostra anima, di un passato che ritorna e ci inquieta. Ma è anche una diagnosi cruda e realistica di ciò che è rimasto della Terra dopo che la barbarie ha avuto il sopravvento. Armi di distruzione di massa hanno ridotto la popolazione mondiale a 300-400 milioni di esseri. Ma essi non vogliono più crescere e prolificare. Sono gli esseri umani generati dopo la follia dei loro antenati e sembrano aver appresa la lezione. Come vivono? Come hanno risolto i vari rapporti esistenziali tra di loro e le istituzioni? L’autore si sofferma su ciò che di nuovo vi appare e, se vogliamo, le sue rappresentazioni potrebbero essere già un buon inizio per risolvere i nostri problemi….. se arrivassimo prima della soluzione finale. Forse, se ci riuscissimo, potremmo modificare il destino che attende la nostra generazione e le conseguenze più immediate che potrebbero ricadere su quelle future, per almeno un mezzo millennio. E’ una lettura affascinante che incuriosisce ed avvince per le novità che sono introdotte con stile incalzante dall’autore.

Posted in Fidest - interviste/by Fidest | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Capire l’Islam

Posted by fidest press agency su domenica, 23 agosto 2009

Di ogni khutbah, Al-Minbar dà il nome dell’imam che l’ha pronunciata. E del luogo. Le più autorevoli sono quelle delle tre città sacre, nell’ordine La Mecca, Medina e Gerusalemme, e delle moschee prime per antichità: della Kaaba alla Mecca e di Al Aqsa a Gerusalemme, sopra la città vecchia. Il sacro primato di questi luoghi è richiamato di continuo ed è esso stesso un messaggio politico. Lo Stato d’Israele è definito inaccettabile per principio: ricade in quella terra sacra «che ha uno statuto speciale tra le terre musulmane e che oggi comprende la Palestina, la Siria, il Libano, la Giordania, e parti dell’Arabia Saudita e dell’Iraq».Il falso antisemita intitolato “Protocolli dei savi di Sion”, dato per autentico, è citato a prova del disegno ebraico d’impadronirsi del mondo. In combutta con la massoneria, ma più ancora «con le benedizioni dei cristiani e dell’Occidente», nonché delle Nazioni Unite e di quei «musulmani solo di nome, ciechi» che confidano nei processi di pace israelo-palestinesi senza vedere che essi sono «soltanto una variante del piano sionista di dominio universale». Tutto congiura contro le nazioni islamiche, sotto ogni cielo: «le repubbliche musulmane dell’ex Unione Sovietica possedevano le armi nucleari, ma l’Occidente gliele ha strappate per darle ai cristiani ortodossi russi». Tutta la lode va invece ai «martiri» musulmani, ovvero ai terroristi suicidi, mai però designati così. Sono loro i «benedetti», mentre «veri terroristi» sono definiti gli ebrei. Il loro martirio «è il miglior sentiero per il paradiso». Là ciascuno di essi, «come dice il Profeta, avrà settantadue fanciulle e potrà intercedere per settanta suoi famigliari che altrimenti sarebbero destinati all’inferno».

Posted in Confronti/Your opinions | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »