Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 259

Archive for 25 agosto 2009

Frecce tricolori, passando all’uranio impoverito

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

“Il 18 dicembre del 2008 il responsabile del dicastero della difesa ha annunciato che il governo ha stanziato 30 milioni di euro in tre anni per risarcire le vittime dell’uranio impoverito e delle nano particelle”. – Lo afferma Vladimiro Rinaldi, capogruppo della Lista Storace al Consiglio regionale del Lazio.  – Nel febbraio dell’anno successivo il Consiglio dei ministri, sempre per bocca del ministro La Russa, ha varato – continua Rinaldi – il regolamento che disciplina termini e modalità di riconoscimento di infermità per cause di servizio in favore del personale impiegato nelle missioni militari all’estero, nei conflitti e nelle basi militari nazionali. Ebbene, a distanza di otto mesi – prosegue il rappresentante della lista Storace – i destinatari di quelle risorse non hanno ricevuto un solo centesimo. Nel frattempo è aumentato il numero delle persone decedute  e cresce vertiginosamente il personale che contrae patologie dovute alla contaminazione con l’uranio impoverito. La lungaggine amministrativa – dichiara Rinaldi – in questo caso non è soltanto fonte di irritazione, ma rischia di rivelarsi un’atroce beffa come è accaduto al parà Marica che, ottenuto il risarcimento di oltre mezzo milione di euro concesso dal tribunale civile di Firenze, è deceduto dopo neanche tre mesi. Ci auguriamo – conclude il Consigliere regionale – che in Via XX Settembre, anziché pensare all’invio delle frecce tricolori a Tripoli per festeggiare i quarant’anni della presa del potere del colonnello Gheddafi, provvedano ad alleggerire le procedure affinché la burocrazia non coincida con l’estrema unzione”.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La celebrità più pericolosa nel cyberspazio

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

jessica bielSanta Clara, California, Jessica Biel ha rimpiazzato Brad Pitt come celebrità più pericolosa da ricercare nel cyberspazio, in base al fornitore di sicurezza Internet McAfee, Inc. (NYSE: MFE). Per il terzo anno consecutivo, McAfee ha effettuato una ricerca tra le star più affascinanti di Hollywood e gli idoli musicali più famosi per individuare le celebrità più pericolose sul Web. L’ultimo report di McAfee ha rivelato che le ricerche correlate a Barack o Michelle Obama rappresentano una minaccia inferiore rispetto ad altri. I fan che effettuano ricerche online utilizzando i termini “Jessica Biel” o “Jessica Biel downloads,” “Jessica Biel wallpaper,” “Jessica Biel screen savers,” “Jessica Biel photos” e “Jessica Biel videos” hanno una possibilità su cinque di finire su un sito Web risultato positive alle minacce online, quali spyware, adware, spam, phishing, virus e altro malware. La ricerca di notizie recenti e materiale da scaricare su personaggi famosi può danneggiare il personal computer. Ogni giorno, I criminali informatici utilizzano nomi e immagini di celebrità, come Kim Kardashian e Rihanna, per adescare gli internauti alla ricerca degli ultimo pettegolezzi e notizie, screensaver o suonerie per cellulari offrendo loro download gratuiti carichi di malware.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Porsche Live: al via la quinta edizione

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

GiancoAmanda Sandrelli.Padova.  Ancora pochi i posti disponibili per la quinta edizione della rassegna di musica e teatro “Porsche Live. Le Notti.” che inizierà il primo settembre e terminerà sabato 5 settembre. La serie di concerti è organizzata da Porsche Italia e la Scuola di Musica “G. Gershwin”, con il Patrocinio dell’ Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e dell’ Assessorato alla Cultura della Provincia di Padova.  I primi quattro appuntamenti saranno ospitati al Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann: si partirà il primo settembre con “Alfonsina y el mar: storie di tango e passione” con la partecipazione di Amanda Sandrelli, il 2 sette spettacmbre si continuerà poi con “Where it hurts” insieme al duo voce e chitarra composto dalla cantante britannica Sarah-Jane Morris e il chitarrista statunitense Dominic Miller. Il 3 settembre sarà la cantante portoghese Lura ad esibirsi con lo spettacolo “Eclipse”, mentre il 4 settembre andrà in scena “Né sconti, né saldi!”, un viaggio nella musica italiana dagli Anni 60 ai giorni nostri firmata da Ricky Gianco, affiancato dalla sua band. A chiudere “Porsche Live. Le Notti.” sarà la voce di Antonella Ruggiero, che si esibirà il 5 settembre nel Cortile di Palazzo Moroni con il suo nuovo spettacolo “Sacrarmonia”.  Tutti gli spettacoli si svolgeranno alle ore 21.15 e, in caso di pioggia, si terranno presso l’Auditorium “C. Pollini”. L’ ingresso è gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili. E’ possibile ritirare i tagliandi d’ingresso presso Scuola di Musica “G. Gershwin” (Via Tonzig, 9 – Padova) fino al 31 agosto. La prenotazione è obbligatoria.

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XV Film Festival della Lessinia

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

diversità in LessiniaBosco Chiesanuova (Verona), Le montagne veronesi e della Svizzera saranno tra le protagoniste, mercoledì 26 agosto, della quinta giornata del Film Festival della Lessinia. Al Teatro Vittoria alle 16: Heidi torna tra i monti, lungometraggio animato di Isao Takahata del 1976, tratto della serie televisiva che rese la figura di Heidi famosa in tutto in mondo. Le proiezioni proseguiranno alle 21 con i film in concorso: Semaan Bil Day’ya (L’uomo villaggio) del regista Simon El Habre, storia di un allevatore di vacche in un piccolo villaggio delle montagne libanesi distrutto dalla guerra civile; Crossing the Himalaya (Attraversando l’Himalaya) di John Murray, viaggio nel cuore dell’Himalaya, seguendo la più grande migrazione annuale di uomini e animali. Alle 21 il terzo capitolo di Millennium News sul tema Basta mortalità infantile; quindi per la  Retrospettiva TSR: L’Etivaz, mon amour (L’Etivaz, amore mio) di Jean-Paul Mudry, un racconto filmato sulla produzione di uno dei più pregiati formaggi elvetici; Sur la piste du renne blanc (Sulla pista delle renne bianche) di Hamid Sardar, che narra come in una tribù della Mongolia un giovane debba dimostrare di saper addomesticare una renna per avere in sposa la sua amata Solingo. In chiusura di serata per la sezione Altre montagne: Am Grat der Zeiten und Kulturen. Entlang des Karnischen Höhenweges (Sulla cresta dei tempi e delle culture. Lungo l’alta Via Carnica) di Hubert Schönegger, sguardo sulla vita e la natura lungo la via Carnica, tra alto Adige e Austria.  Giovedì 27 agosto 2009 Al Teatro Vittoria, alle 17, in replica la proiezione del film documentario Terra Madre di Ermanno Olmi. Alle 21 tributo al regista Marcello Baldi, con la visione di Non solo K2… Parte seconda: da Pupille agli Aramei di Renato Morelli: omaggio alla lunga carriera dell’artista, dai primi spettacoli con i burattini fino all’esperienza da cineasta. Seguirà la proiezione di Narciso. Dietro i cannoni, davanti ai muli di Marcello e Dario Baldi: la contrastata storia d’amore nata in un piccolo paese di montagna. Sarà presente in sala il figlio del regista, recentemente scomparso, che presenterà alcuni estratti del backstage. In sala Olimpica alle 21 il film in concorso: Karearea: the Pine Falcon (Karearea: il Falco dei Pini) di Sandy Crichton (Nuova Zelanda, 2008), documentario che racconta di come una colonia  falchi insediatasi in una piantagione commerciale tenti di difendere i propri nidi dai taglialegna. A seguire: El Ciruelo di Carlos Rossini ed Emiliano Altuna (Messico, 2008), testimonianza della lenta ed inesorabile sparizione di un villaggio messicano sommerso dalle acque del fiume.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I chirurghi dei Riuniti in Mongolia

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

chirurghi in missioneBergamo. Arriverà  in  Mongolia  il  4  settembre  la delegazione di medici degli Ospedali Riuniti che per una settimana eseguirà interventi,  soprattutto  pediatrici,  all’ospedale di Arvayheer. Si tratta della  prima missione medica dopo i contatti avuti nei mesi scorsi in vista di  un  futuro gemellaggio  tra le due strutture sanitarie, sul modello di quanto   già   avvenuto  con  l’Uzbekistan, sotto  l’egida  della  regione Lombardia.  Con  Maurizio  Migliori  della  Direzione  Medica partiranno il primario  di  Chirurgia  Pediatrica  Daniele  Alberti, i chirurghi plastici Marcello Carminati  e  Luca Ortelli, l’anestesista Bruno Carrara e Michele Andreoletti  dell’Ingegneria Clinica,  che  compirà una ricognizione sulle apparecchiature in uso. Per  una  settimana  si occuperanno di malformazioni congenite e di ridurre gli  esiti  di  ustioni,  molto  frequenti tra i bambini della zona a causa dell’utilizzo  di  stufe  per il riscaldamento, ma anche dell’addestramento del  personale sanitario locale.  Questa   missione   s’inserisce   in   un   percorso  avviato  dall’Wopsec, associazione  che raduna i chirurghi pediatrici a livello mondiale e che ha già  intessuto  rapporti  di collaborazione con le autorità locali. I primi contatti  sono  scaturiti grazie  a  padre  Ernesto  Viscardi, missionario bergamasca  della  Consolata di Torino attualmente con altri confratelli in Mongolia.   Grazie  a  Wopsec  altre  équipe  hanno  già  portato  il  loro contributo:  da alcuni sanitari francesi ai rappresentanti dell’ospedale di Treviso,  che tornerà sul  posto  anche  il  prossimo  ottobre  e  che ha apprezzato il coinvolgimento dei Riuniti per garantire una certa continuità alle missioni umanitarie. La delegazione bergamasca porterà con sé 60 chilogrammi di materiale tra indumenti, presidi e attrezzi chirurgici, parte dei quali sono stati donati da alcune aziende che operano nel settore. Nell’ambito del trasferimento nel nuovo ospedale, e della conseguente dismissione di alcune apparecchiature che saranno rinnovate, l’ospedale in Mongolia è tra le strutture che potrebbero ricevere parte della tecnologia dismessa.

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Borsellino e l’agenda rossa

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

L’agenda rossa di Paolo Borsellino resta uno dei tenti misteri italiani. La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricordo della procura di Caltanissetta contro il proscioglimento del colonnello dei carabinieri Giovanni Arcangioli. Era lui il sospettato di aver preso l’agenda dove Borsellino segnava con meticolosità tutti gli avvenimenti e le notizie di rilievo che si erano registrate dopo la strage di Capaci. Si ritorna al nulla. Al muro di gomma. Ancora misteri sulla morte di Paolo Borsellino. Resta solo l’indignazione del fratello che ha dichiarato all’Ansa: «La giustizia è morta». «Sono ormai abituato nei 17 anni – aggiunge il fratello del magistrato – che sono passati dall’assassinio di Paolo a continuare a vederlo ripetutamente massacrato da tutte le volte che è stata negata la giustizia per quella strage». «Sono stati eliminati senza bisogno di tritolo quei giudici che hanno osato avvicinarsi ai fili scoperti della corruzione del sistema di potere – osserva – Sono stati intimoriti gli altri magistrati con gli esempi di provvedimenti disciplinari inauditi e da espulsioni dalla magistratura». Queste invece le parole del prosciolto «La sentenza di proscioglimento è giustizia, una giustizia alla quale non mi sono mai sottratto, ma che anzi ho ricercato con ogni forza ed energia anche rinunciando alla prescrizione». Così il colonnello dei carabinieri Giovanni Arcangioli commenta, per il tramite del suo difensore Diego Perugini, la decisione della Corte di Cassazione di respingere, per inammissibilità, il ricorso della procura di Caltanissetta contro il proscioglimento dell’ ufficiale dall’accusa di aver preso l’agenda rossa di Paolo Borsellino poco dopo la strage di via D’Amelio, il 19 luglio 1992. «Non bisogna dimenticare – aggiunge Arcangioli, sempre attraverso Perugini, legale insieme con Adolfo Scalfati – che tra le lecite e doverose indagini e la pura persecuzione a volte il confine è labile. Ed è per questo che non si può non concordare con la dichiarazione attribuita al capo della procura nissena nella parte in cui afferma che la decisione della Cassazione mette ‘fine alla vicenda almeno con riferimento ad Arcangiolì. Anni di scoop televisivi e giornalistici, a colpi di foto, filmati e dichiarazioni che mi individuavano, nella logica del puro sospetto, come colpevole quando ancora non ero neanche formalmente indagato, rappresentano di per se una pena alla quale non dovevo essere sottoposto. Semmai sarebbe il caso di guardare altrove». Chi ha sottratto l’agenda rossa di Paolo Borsellino? La notizia a quanto pare non interessa la grande stampa.

Posted in Cronaca/News, Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Report finanziario di Delticom

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

Delticom AG (German Securities Code (WKN) 514680, ISIN DE0005146807, stock exchange ticker DEX), leader europeo nell’e-commerce di pneumatici, ha pubblicato il rapporto relativo al primo semestre 2009.  Il CEO di Delticom, Rainer Binder, è molto soddisfatto dell’andamento economico dell’azienda: “Nonostante una congiuntura economica difficile, Delticom registra una forte crescita nelle entrate e nei profitti”. La società ha riportato entrate per 139,2 milioni di Euro nella prima metà del 2009, il 14,5% in più rispetto allo stesso periodo 2008 (primo semestre: 121,5 milioni). Le entrate derivanti dalle attività di e-commerce si sono attestate a 130,8 milioni di Euro con una crescita del 15,8% (2008: 112,9 milioni). Le entrate della divisione wholesale sono invece leggermente scese da 8,6 milioni a 8,4 milioni di Euro.Nel periodo preso in considerazione, il risultato operativo (EBIT) è cresciuto dell’82,9% portandosi a 10,2 milioni di Euro (primo semestre 2008: 5,6 milioni), con un margine EBIT del 7,3% (2008: 4,6%). Il profitto netto consolidato è stato di 7,0 milioni di Euro, ovvero 0,59 Euro per azione. Il profitto per azione è quindi cresciuto del 70,9% rispetto agli 0,35 Euro della prima metà del 2008. La crescita nel settore e-commerce è fortemente connessa al significativo incremento nella base clienti, passata da 2,3 a più di 3 milioni di clienti negli ultimi dodici mesi. Dall’inizio del 2009 Delticom ha acquisito 377mila nuovi clienti, mentre sono stati 173mila gli utenti che hanno ripetuto i propri acquisti attraverso uno degli oltre 100 negozi online in 35 Paesi (in Italia il portale principale è http://www.gommadiretto.it).  Sempre più automobilisti e motociclisti sono attratti dai vantaggi dell’acquisto online. L’importanza dell’e-commerce come canale di vendita per gli pneumatici sta quindi crescendo rapidamente. Frank Schuhardt, CFO di Delticom, è comunque prudente: “I consumatori europei subiranno gli effetti della crisi soprattutto nel corso dei prossimi mesi e naturalmente ne sarà colpito anche il mercato degli pneumatici. Non abbiamo quindi la sicurezza che Delticom riesca a mantenere gli stessi margini di profitto anche nella seconda metà dell’anno”. Nonostante questo, il Management Board prevede una crescita annua nell’EBIT del 10% e del margine EBIT del 7%. Philip von Grolman, responsabile della logistica e membro del Management Board, aggiunge: “Lo sviluppo della nostra capacità di stoccaggio e immagazzinamento avviata nella prima metà dell’anno ci danno ulteriori margini di crescita nel medio e nel lungo termine”.  http://www.delti.com

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Scuola di vela e navigazione storica

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

Cattolica da sabato 29 a lunedì 31 agosto sulla riviera emiliano romagnola sarà possibile vivere un’esperienza unica e indimenticabile partecipando alla Scuola di vela e navigazione storica in programma a Cattolica nell’ambito del progetto “TerreAlte AltoMare” della Regione Emilia-Romagna. Il corso, gratuito per i ragazzi fra i 15 e i 30 anni, si articolerà tra lezioni teoriche ed esperienze pratiche a bordo di imbarcazioni tradizionali armate con vele al terzo aderenti all’Associazione della Mariegola delle Romagne. Lo spirito che anima la Scuola è quello di recuperare e valorizzare la nautica tradizionale, sia come prezioso patrimonio storico ed etnografico che abbraccia un intero orizzonte culturale (quello dei naviganti, dei pescatori e delle loro comunità), sia come straordinario strumento di analisi e di comparazione nello studio della navigazione “antica”, attraverso il riconoscimento di quei caratteri arcaici dell’arte nautica rimasti pressoché invariati nel corso dei secoli. Un approccio alla vela e alla navigazione in cui, attraverso una rigorosa impostazione metodologica, si fondono etnografia, storia e archeologia, contesti specificamente trattati nell’ambito delle lezioni teoriche che precederanno le uscite in mare. Gli argomenti spazieranno dalla vita di bordo alle tecniche di navigazione, dalla storia ed evoluzione delle vele alla manovra e alla condotta delle imbarcazioni, all’uso dei principali strumenti nautici che hanno consentito lo sviluppo della navigazione stimata. Il corso, gratuito e rivolto particolarmente ai giovani, si articola in una parte teorica (lezioni, laboratori) e una pratica (navigazione), con la finalità di introdurre i partecipanti all’arte della navigazione con la vela al terzo caratteristica delle marinerie da pesca e da traffico dell’alto Adriatico. Le lezioni saranno centrate sull’armamento delle barche e sulle tecniche di navigazione, sul salvataggio e la conservazione delle imbarcazioni e delle tradizioni nautiche, offrendo anche una rassegna della bibliografia specifica sui diversi argomenti. Le prove pratiche in mare saranno il prosieguo naturale delle lezioni teoriche, mettendo i partecipanti a diretto contatto con il governo e la manovra delle barche.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Lazio: “La lista Storace con la destra“

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

“Abbiamo già dichiarato come Lista Storace, la nostra volontà e determinazione per il rilancio dell’azione politica de La Destra, in vista delle amministrative del Lazio – Lo afferma Vladimiro Rinaldi, capogruppo della Lista Storace al Consiglio Regionale. – Troppe falle sono state aperte dal governo Marrazzo e troppi rischi sono stati corsi in primis dai cittadini in questi ultimi anni. La chiarezza fatta dalla Corte dei Conti sull’operato della giunta Storace – sottolinea Rinaldi – ha dato anche maggiore luce al lavoro che stiamo svolgendo a sostegno delle fasce più deboli dei cittadini nel Lazio che certamente ci sosterranno nel nostro percorso politico”.

Posted in Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Insegnanti del Trentino “a scuola”

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

Azzanello di Pasiano patria dell’educazione cooperativa per un giorno. È stato presentato a una delegazione di 23 insegnanti delle scuole primarie e secondarie del Trentino ospitati nella sede della locale cooperativa Laboratorio Scuola, il ricco carnet dei progetti che Irecoop Fvg (l’ente di Confcooperative che si occupa di educazione cooperativa) continua a mettere a punto per il mondo della scuola. Tra questi, i percorsi di stage e tirocinio rivolti agli studenti delle scuole superiori e delle università, che prevedono un periodo di formazione e “pratica sul campo” all’interno delle cooperative. O, ancora, l’iniziativa (che ha coinvolto, nel 2009, 12 classi) dell’associazione cooperativa scolastica, nel cui contesto i ragazzi hanno la possibilità di avvicinarsi all’ambito della cooperazione e al lavoro di gruppo costituendo, per gioco, una vera e propria cooperativa. Compito di Irecoop, il supporto alla classe e agli insegnanti durante la stesura dello statuto e la realizzazione concreta del progetto. «L’arrivo di questa delegazione, giunta nella nostra regione per attività di aggiornamento – ha commentato il presidente di Irecoop Fvg, Ervino Nanut, a margine dell’incontro – è un forte segno di stima e competenza nei confronti dell’esperienza maturata da Irecoop nel settore regionale dell’educazione». Al termine della presentazione la cooperativa Laboratorio Scuola, che gestisce attività con diverse scuole primarie della zona nonché un servizio diurno per bambini con situazioni familiari difficili, ha illustrato ai docenti trentini i risultati di una ricerca (condotta in collaborazione con Irecoop Fvg) sul rapporto comunicativo tra età adulta e infanzia.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Novartis presenta il “laboratorio del futuro”

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

Novartis ha offerto un’ulteriore dimostrazione del suo impegno a favore della ricerca e dell’innovazione presentando, in apertura del  Biotechnology Leadership Camp (BioCamp) 2009, il suo Lab of The Future (LOTF). Si tratta di un progetto, attraverso il quale Novartis intende creare laboratori d’avanguardia, caratterizzati da spazi di lavoro flessibili, da strutture modulari, in grado di adattarsi al mutare delle esigenze del team di ricerca, e da avanzatissime tecnologie a sostegno della comunicazione, della collaborazione interdisciplinare e dello sviluppo dell’innovazione.Nel corso dei tre giorni del BioCamp, 45 studenti selezionati tra le più prestigiose università europee vivranno a tu per tu con il mondo delle imprese biotecnologiche. I partecipanti al seminario potranno interagire con esperti del settore, confrontandosi sullo stato dell’innovazione nella ricerca. Avranno anche l’opportunità di partecipare a workshop di alto livello e di scoprire direttamente come avviene lo sviluppo di un farmaco biotech, visitando il Novartis Center of Biotechnology, dove vengono prodotti innovativi farmaci biologici. Potranno visitare i laboratori, compreso il Lab of the Future, per capire come sta evolvendo la ricerca, e potranno infine conoscere ed esplorare le opportunità di carriera. Il futuribile ambiente di ricerca LOTF è funzionale a un modello di R&S, quello di Novartis, che ha caratteristiche uniche, poiché intende fare progressivamente scomparire le tradizionali barriere tra le discipline scientifiche coinvolte nella ricerca farmaceutica.  Per esempio, figure come quelle dei biologi, dei medici, degli esperti in tossicologia o dei chimici, hanno sempre lavorato separatamente dal punto di vista organizzativo, e spesso anche da quello fisico. Ora, nel LOTF, i componenti essenziali del team lavoreranno fianco a fianco. Inoltre, tecnologie integrate e innovativi strumenti di comunicazione consentiranno ai ricercatori di lavorare insieme, tanto in uno spazio reale quanto in uno virtuale.  Sono quattro i giovani talenti italiani selezionati per il Novartis BioCamp 2009. Si tratta di Eva Coppola, Fabrizio Piazza, Francesco Saladini e Sara Santinelli, provenienti, rispettivamente, dalle università di Napoli, Milano, Siena e Roma. Ognuno di loro, così come gli altri partecipanti al seminario europeo, potrà essere selezionato per prendere parte all’International BioCamp, che si terrà a fine ottobre a Cambridge, in  Massachusetts.   Workshop e presentazioni saranno condotti da esperti del settore, tra i quali, oltre a Daniel Vasella e a Mark Fishman, anche Mark Heffernan, CEO di OSPONA Therapeutics Ltd., e Paul Herrling, direttore della Novartis Corporate Research.
Novartis fornisce soluzioni terapeutiche in grado di far fronte alle esigenze, in continua evoluzione, dei pazienti e della società. Focalizzata interamente nelle aree in crescita del settore Salute, Novartis offre un portafoglio diversificato per meglio rispondere a queste esigenze – farmaci ad alto contenuto di innovazione, vaccini preventivi e dispositivi diagnostici, farmaci generici a costi competitivi, prodotti per automedicazione. Novartis è la sola azienda al mondo a detenere una leadership in tutte queste aree. Nel 2008, le attività in prosecuzione del Gruppo hanno registrato un fatturato di 41,5 miliardi di dollari e un utile netto pari a 8,2 miliardi. Circa 7,2 miliardi di dollari sono stati investiti in Ricerca & Sviluppo. Con sede a Basilea, in Svizzera, Novartis conta circa 99.000 collaboratori, in oltre 140 Paesi del mondo. Ulteriori informazioni sono disponibili nei siti http://www.novartis.it e http://www.novartis.com.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La tragedia dei migranti eritrei

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

“Si è consumata nella totale indifferenza dellla comunità internazionale, prima e dopo – ha commentato Guido Barbera, presidente del Cipsi, coordinamento di 42 associazioni di solidarietà e cooperazione internazionale – i disastrosi eventi: basti vedere i cadaveri non ripescati, il disprezzo totale della vita nel gioco al rimbalzo delle responsabilità tra i governi di Italia, Malta e Libia che negano ogni responsabilità su quanto accaduto. La legge del mare vuole che chi si trova in difficoltà venga soccorso”.   “Inoltre – continua Barbera – questa tragedia nasce da un’altra tragedia: quella dell’Eritrea, dove i diritti umani sono quotidianamente violati. Un paese governato da uno spietato dittatore,  un vero e proprio inferno, con migliaia di prigionieri politici. Questi morti pesano sulla coscienza dei politici italiani incapaci di una politica capace di tutelare i diritti e la vita di ogni essere umano”.  “L’entrata in vigore della nuova legge sulla sicurezza sta aggravando la situazione e aumentando la tensione. L’indifferenza rispetto alle tragedie del mare e la mancata assunzione di responsabilità da parte dei governi e della comunità internazionale ci spaventano e ci indignano. Ci auguriamo che su quest’ultimo tragico avvenimento la giustizia faccia il suo corso, che venga fatta luce sulla morte di tante persone, che vengano accertate le responsabilità dei governi ed identificati i responsabili delle omissioni di soccorso e dei tardivi interventi che se realizzati tempestivamente, avrebbero forse potuto salvare tante vite. Chiediamo ancora una volta al Governo italiano e all’Unione europea il rispetto dei diritti umani di tutti i cittadini e dei rifugiati, il diritto alla vita, alla libera circolazione, all’asilo politico”. Aspettiamo risposte concrete.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La politica economica del Governo Berlusconi

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

Siamo di nuovo alla vigilia di un’altra finanziaria. Si stanno, al riguardo, affilando le armi della propaganda per vendere l’ennesima illusione agli italiani con meno imposte e di più ricchezza distribuita, tenendo presente che esiste una classe di meno avvantaggiati come possono essere i pensionati, i monoreddito da lavoro, i disoccupati, ecc. Ed ancora una volta il velo della speranza tende a celare alla vista di coloro che vogliono credere, di là dell’evidenza, perché sono persone aduse a rispettare le istituzioni, a dare credito ad esse senza riserve di alcun genere, una diversa realtà. Ma i tempi incominciano ad essere cadenzati da un passo greve perché nulla si sta facendo per rendere meno insicura la vita dei cittadini. Ci siamo mai chiesti quanti genitori si stanno facendo carico delle maggiori spese per l’istruzione dei figli e quanti hanno avuto la consapevolezza che intorno al caro libri ed accessori per la scuola si è innescata una speculazione che ha permesso una crescita indebita dei relativi prezzi? Ed ancora quante famiglie si fanno carico dei propri figli disoccupati? Ci siamo mai chiesti se alla fine non si avrà la consapevolezza che la continua spremitura dei magri bilanci delle famiglie ha un limite oltre il quale noi finiamo con il far emergere solo la rabbia e l’avversità per le istituzioni considerate le vere responsabili di quanto sta accadendo? Chi ci governa pensa di cavarsela come sempre con un mugugno e qualche opportuna iniezione di ottimismo e di una proposta conciliante sulle imposte e le tasse lasciando intravedere la solita chimera che potranno, probabilmente, diminuire tra un anno o forse due. Pensano di averci fatto dimenticare che lo stesso ragionamento lo hanno già fatto tre anni fa ed oggi, se facciamo bene i conti, ci accorgiamo che, in effetti, le imposte e le tasse sono aumentate e che persino sul caro benzina, dovuto ad una crisi internazionale, il Governo ci specula ottenendo maggiori introiti fiscali invece di ridurli.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology, Politica/Politics | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il master è una moda?

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

Ora che si è consolidato il percorso delle lauree brevi  ci chiediamo se questo calo di “professionalità” nel conseguimento di un titolo di laurea, non favorisca ancora di più il proliferarsi dei master che da un calcolo approssimativo già raggiungono in Italia oltre i mille per anno. Non sarebbe bene che la sola università se ne assumesse il carico favorendo la possibilità per i giovani provenienti dalle lauree brevi di accedere a corsi specialistici di concerto con il mondo imprenditoriale localmente espresso? La verità è che questi master così come sono oggi articolati sono per lo più sedicenti. Ci sono master che durano un solo giorno ed altri interi mesi a tempo pieno o si svolgono di sera o due o tre giorni la settimana o per i fine settimana. In pratica i giovani che vi aderiscono dovrebbero diventare in un week-end esperti di logistica, personal trainer e practitioner. Ora ci sono anche i master di economia domestica, per coppie in crisi, per gli aspiranti sposi, per chi vuole cambiare sesso o ne fa troppo e via di questo passo. Di là delle stravaganze che hanno i loro limiti e si giudicano da sole si avverte la necessità che vi sia una autorità indipendente che sia in grado di valutare la serietà del master e di certificarne la loro validità ai fini didattici e di accesso al lavoro. Per essere, se non altro, un po’ più rispettosi non tanto e non solo del mercato ma anche e soprattutto degli utenti e delle famiglie che ne pagano il prezzo.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La libertà di stampa è un optional?

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

Molto si discute in questi giorni sulla libertà di stampa e si insiste nel ritenerla un fatto culturale e di civiltà del diritto. In effetti parliamo di una libertà che in pratica si muove già da tempo con affanno. Le cause sono di varia natura e non tutte attribuibili ad una parte politica in luogo di un’altra, ma, semmai, all’intero sistema. Oggi dobbiamo chiederci se è possibile far conoscere la propria opinione agli altri senza subire pesanti condizionamenti. Il fatto è che esiste un editore. Questi è sollecitato da più interessi. Il primo è di natura economica e pensa di risolvere tale aspetto cercando sponsor non solo tra le aziende che cercano di farsi pubblicità per acquistare una loro notorietà, ma anche tra chi esercita un ruolo pubblico e vuole farsi conoscere sempre di più. Vi sono poi le proprie convinzioni personali e se si è un conservatore di formazione è difficile che possa orientare la sua testata fuori dai binari del suo modo di pensare. A questo punto si avvale di una redazione e di un direttore che riescano ad ottemperare alle sue aspettative editoriali. E qui parliamo sempre di testate giornalistiche e periodiche cosiddette indipendenti. E se consideriamo la circostanza che è nella nostra natura tendere a guarnire i fatti con i nostri commenti o illazioni, è facile presumere che anche un evento di cronaca nera può assumere contorni di natura politica se impostati in un certo modo. Ma è anche facile, volendolo intenzionalmente, mescolare un fallimento con una complicità politica o con un certo lassismo della magistratura o delle autorità di controllo. E questo, alla fine, torna bene se il tutto può essere richiamato in chiave demagogica per contestare l’operato dell’esecutivo di cui si avversa la parte politica. E’ difficile, a questo punto, essere certi di poter esercitare con obiettività un servizio informativo che si limiti ai fatti lasciando al lettore ogni giudizio di merito. Diventerebbe un lusso in quanto lascerebbe nell’indifferenza gli eventuali sponsor politici e gli stessi finanziatori commerciali che vedono meglio una testata che nei suoi servizi riesce a svegliare l’attenzione del lettore con piccoli e grandi scandali reali o costruiti a tavolino e a intravedervi connivenze di alto rango e coinvolgenti taluni poteri dello Stato. Eppure la libertà di stampa esiste e si può costruire giorno dopo giorno a dispetto dei soliti profeti di sventura. Diciamo che essa si fonda su un fatto culturale, si acquisisce attraverso i buoni maestri, si matura nelle nostre coscienze, si identifica nella buona lettura, nella volontà di rendere un servizio a noi stessi e ai nostri figli.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Un mondo che va alla rovescia

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

Talvolta chi ascolta le parole dei politici è colto da diffidenza, sospetto, scetticismo ed anche da un soffio di speranza che si spezza subito dopo con la realtà di una esistenza diversa, la propria e l’altrui. Le parole espresse da chi ci incoraggia a nutrire una speranza per il recupero del passato e ad addolcire le nostre tensioni verso il futuro, non sempre sortiscono i loro effetti. Si riconosce nella stessa ragione un non so che di insufficiente forse perché l’avvertiamo fredda e disumana. E’ quel momento del pessimismo tragico, pensato da Marcel nel suo Giornale Metafisico (tr.it. Abete, Roma), che la coscienza del negativo riesce a far emergere. A questo orizzonte appartiene il problema della conservazione del passato in quanto esso è immesso in un processo di un presente vivente in cui è rammentato e ravvisato  in un “movimento che lo evoca e lo sovrappone a se stesso”. Si dà uno stretto rapporto tra il conservare ed il creare, dice Marcel, perché può essere salvato solo ciò che vive, ciò che partecipa della vita e, pertanto, ha in sé esistenza e valore. E’ l’essere globale dell’uomo che si apre al mondo progettandolo come proprio e la politica diventa uno strumento di questa globalità ed il suo fallimento è il fallimento di tutto il suo archetipo. Questo perché si fonda su valori negativi quali la guerra per comporre le rispettive divergenze d’opinione, per il trionfo di una ideologia per quanto aberrante possa essere, su una fede giustiziera ed assolutista, sul culto del consumismo e del benessere cinico ed egoistico che guarda il sé e non il là. Non ha ragione di prospettiva dato che è una forza centripeta. L’opposto del rovescio è una politica del positivo, della condivisione, della partecipazione, della prospettiva. Ma per renderlo tale occorre che gli esseri umani restituiscono dignità alla politica, la facciano ritornare quella che è e che deve essere.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Formaggi: la mozzarella è grassa o magra?

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

Come un formaggio magro puo’ diventare grasso. Nella stagione estiva molti si tengono a dieta per evitare l’esposizione di eccessive rotondita’ sulle patrie spiagge. Ragionare di dieta e pensare ai formaggi e’ tutt’uno, specialmente se siamo convinti, chissa’ perche’, che i formaggi siano dietetici. Vediamo di fare un po’ di chiarezza. Puo’ un formaggio magro diventare grasso? Formalmente si perche’ la normativa e’ perlomeno curiosa. Per legge infatti si calcola la percentuale di grasso sul formaggio secco, privo di acqua, e non sul prodotto venduto al consumatore. Se un formaggio ha una percentuale di acqua dell’80% e il grasso e’ il 10%, cioe’ il formaggio e’ globalmente magro, tolta l’acqua rimane un 20% di prodotto, del quale la meta’ e’ costituita da grasso, quindi quel formaggio per legge ha il 50% di lipidi, di conseguenza e’ grasso. Insomma la mozzarella e’ grassa o magra? Per fortuna le tabelle “legali” sono diverse da quelle “nutrizionali” e quindi possiamo riferirci alla realta’ cioe’ al prodotto che il consumatore acquista. La mozzarella e’ tra i formaggi un prodotto magro, perche’ 100 grammi contengono il 60% di acqua, il 20% di proteine e il 16% di grassi. Quando ci nutriamo con mozzarella ingeriamo prevalentemente acqua. Ecco perche’ si puo’ mangiare senza difficolta’ un etto di mozzarella ma difficilmente si puo’ banchettare con l’equivalente di parmigiano, perche’ contiene il 29,5% acqua, il 26% di grassi, il 36% di proteine, il che lo rende particolarmente nutriente. (fonte aduc)

Posted in Cronaca/News, Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La logica della secolarizzazione

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

“La secolarizzazione in Europa, negli ultimi 30 anni, scrive Maria De Falco Marotta nell’ultimo suo interessante lavoro “Verso una globalizzazione etica?” (Ellenici editore), ha rappresentato una delle principali rivoluzioni culturali, vale a dire il progressivo diffondersi della logica della secolarizzazione cui conseguiva l’abbandono di tradizionali modelli ed abitudini, ha finito con l’affermarsi come prospettiva e principio guida del mondo moderno. L’eclissi della religione prima che nei fatti, era nei programmi sia della razionalità capitalistica, sia di quella socialista, tanto a destra quanto a sinistra, nel materialismo come nell’idealismo laico o pragmatista, sia nell’ideologia del consumismo, come in quella dell’eguaglianza. In tutti i casi modernità significava, in primo luogo, riportare su questa terra, secolarizzare appunto, il presente ed il futuro dell’uomo, la sua condizione e possibilità. Si poteva, quindi, parlare di “religione civile” se non di “religione della modernità”. Il principio di secolarizzazione, noto come processo inarrestabile di laicizzazione, che richiama e si contrappone, appunto, alla dimensione religiosa, ha prodotto la certezza di una progressiva ed inconvertibile deriva di cristianizzazione, capita, più in generale, come ateismo delle società industriali. Questa verità che ha orientato il mondo moderno, ha toccato il suo apice nei programmi e nelle ideologie sia di tipo capitalistico-razionali che socialiste, ideologie, appunto, assunte come religioni civili. La stessa religione occidentale ha subito una forte spinta alla secolarizzazione, con l’affievolirsi della sua vocazione alla ricerca esistenziale e con l’affermarsi di una tendenza verso l’istituzionalizzazione. Il mondo cattolico occidentale, in particolare, ha finito con il compromettersi con la razionalità capitalistica ed ha via via attenuato la propria tensione sacrale.  Se la Chiesa occidentale attuale manifesta la propria difficoltà a ritrovare la propria tensione verso il sacro, che è ciò che alimenta qualsiasi religione, la società postmoderna, da parte sua, pare aver smarrito quegli ideali necessari a qualsiasi ideologia politica.”

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il riconoscimento della libertà religiosa

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

Se scorriamo le pubblicazioni che fanno il punto sulla libertà religiosa nel mondo ci accorgiamo che anche taluni paesi ritenuti a ragione appartenenti alla sfera della democrazia compiuta rivelano pecche di non poco conto su questo tema. E’ forse il frutto di una laicità intesa in modo maldestro? E’ forse il timore, mai riposto, che non possono esistere una matematica o un’astronomia cristiana? Queste scienze e tante altre, si fa osservare, hanno raggiunto la loro maturità epistemologica proprio quando sono state “neutralizzate”, quando cioè si sono riconosciute come “laiche”, ed hanno accettato come presupposto il ragionare “fuor dall’ipotesi di Dio”. In altri ambiti, però, la neutralizzazione del sapere e di conseguenza l’utilizzazione di un simile concetto di laicità fa sorgere grossi problemi. E’ il caso del riconoscimento della libertà religiosa, inteso non come mero fatto, ma come valore, nell’esperienza etica, o, se si preferisce, come diritto umano fondamentale, nell’esperienza giuridica. Proprio perché l’idea di Dio non può e non deve trovare alcun posto nelle sue categorie mentali, un laico sarà portato a vedere la religione come un fenomeno culturale, più o meno rilevante storicamente, ma comunque privo di qualsiasi referente sul piano della verità. L’atteggiamento del laico verso la religione, insomma, è un atteggiamento analogo al paternalismo che un bravo europeo dell’Ottocento riteneva corretto avere nei confronti dell’africano o dell’orientale che si dedicassero con entusiastica ingenuità all’adorazione dei propri idoli: un atteggiamento di curiosità, a volte di comprensione anche simpatetica, nei confronti di una pratica sociale che però, in sé per sé, non era possibile che venisse presa sul serio. Chi voglia ripercorrere la storia della rivoluzione francese, troverà la migliore esemplificazione di come la proclamazione di tutta una serie di diritti potesse essere svuotata, dall’interno nei limiti in cui i giacobini non li prendevano realmente sul serio.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Le associazioni dei pensionati in centri servizi?

Posted by fidest press agency su martedì, 25 agosto 2009

La proposta è venuta dai Centri studi della Fidest dopo una attenta stima delle aspettative e delle esigenze delle popolazioni locali. L’anziano, ad esempio, che è presente all’uscita e all’entrata degli scolari nelle scuole, che funge da osservatore del traffico locale, dello stato delle strade, che si colloca in prossimità degli uffici postali per controllare eventuali movimenti sospetti, che coadiuva la prevenzione per reati cosiddetti minori e provvede all’assistenza o anche solo come presenza “fisica” in casa di malati o di persone bisognose di essere guardate a “vista”, che segue l’andamento dei prezzi al consumo e per segnalare le variazioni ai competenti uffici dell’annona, per stipulare convenzioni con gli esercenti locali al fine di distribuire pacchi di generi di prima necessità a prezzi scontati e via di questo passo, diventa in pratica un ottimo “ausiliario” per tutte quelle necessità avvertibili sul territorio. Un anziano che può, sia pure in part time, far tesoro delle sue precedenti esperienze lavorative di ex (poliziotto, vigile urbano, infermiere, ecc.) concorre di certo a rendere più sicura e seguita la vita degli abitanti di un quartiere e, nel complesso, di una intera città grande o piccola che sia ed avere, per questo, anche un corrispettivo da chi vi richiede una prestazione organizzata e continua.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »