Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 275

Archive for 27 agosto 2009

Manifestazione sul precariato militare

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Roma 30 settembre ore 09:00 in Piazzale Montecitorio è indetta dal Sindacato Unitario Pensionati in Uniforme di cui è presidente il generale Antonio Pappalardo una manifestazione per sollecitare, da parte del governo, una risposta ai numerosi appelli sul precariato militare. I responsabili dell’iniziativa ritengono che con la professionalizzazione delle Forze Armate per sopperire alle esigenze di organico, seguite all’abolizione del servizio di leva,  è stato avviato dalla Stato un  sistema  di reclutamento del personale, inadeguato alle effettive esigenze e attese dei militari. “Vergognoso – si ribadisce – che, lo Stato non abbia previsto per i precari militari, quando sono stati immessi a calci nella vita civile,  l’iscrizione alle liste di collocamento civile, al pari di altri disoccupati  per ricercare un lavoro adeguato a quello perduto e negato l’indennità di disoccupazione che a diritto godono i lavoratori  civili ed extracomunitari”. Nel commento i sindacalisti evidenziano che “Tanta disgraziata storia patria non ha insegnato nulla a certuni””. Si fa, al riguardo, un esempio: “invece di stabilizzare gli esistenti  si continuano a richiamare senza graduatorie cioè “ad capocchia” gli ufficiali ausiliari congedati.  Quanto agli Altri precari,  la Difesa da una parte addestra e forma persone di continuo, distribuendo a piene mani illusioni lavorative, e dall’altra getta alle ortiche esperienze pluriennali e formazione acquisita, equamente ripartito su un comune denominatore con il risultato di perseguire solo sperpero di danaro pubblico. Carta straccia, infatti, sono risultate le certificazioni dei corsi di formazione militare perché non misurabili  e confrontabili nelle Università. “Lo sa – ribadiscono i sindacalisti – questo La Lega che si occupa  tanto di ronde e di sicurezza?  Lo sa o no La Lega, quando dalle sue parti affermano  “ Roma ladrona”, che ladro chi  ruba ma lo è anche chi gli tiene il sacco?  Lo sa questo il Ministro Brunetta che dovrebbe vigilare e prevedere, affinché nella Pubblica Amministrazione, tutti parlino, scrivano ed operino con il solito linguaggio riguardo a norme e disposizioni quando sono soprattutto  finalizzate a  reprimere  sperperi e furberie varie?  Lo sa questo il Ministro La Russa che giorni indietro si è occupato così utilmente della regolarizzazione  delle badanti?” I Pensionati in uniforme, ci assicurano, saranno a Roma numerosi e ben motivati e hanno deciso di incatenarsi davanti ai “palazzi” affinché sia evidente a tutti la vergogna del precariato militare dell’esercito e dei carabinieri.”

Posted in Cronaca/News, Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Honors Senator Edward Kennedy

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

The Woodrow Wilson Center was privileged to have hosted Senator Ted Kennedy on several occasions and we join his family and the entire nation in mourning his passing.  As noted by Time magazine in 2006, Senator Ted Kennedy “amassed a titanic record of legislation affecting the lives of virtually every man, woman and child in the country.”  His contributions to civil rights, health care, and education policy are recognized across the nation, constituting only some of the areas in which he exercised unparalleled leadership.  At the Center we particularly have an appreciation for another, lesser-known aspect of his gigantic legacy:  his path-breaking contributions to the defense of human rights in Latin America.  Following the 1973 military coup in Chile, Kennedy led the Congress in speaking out against human rights violations and working for the release of junta’s political prisoners.  Between 1974 and 1976 he sponsored a series of amendments to the foreign aid bill that terminated military aid to General Augusto Pinochet and directed economic assistance to those most needy.  He worked closely with the families of murdered Chilean diplomat Orlando Letelier and his young colleague, Ronni Karpen Moffit, following their assassination in 1976 on the streets of the nation’s capital.  The former head of Chile’s secret police, the DINA, was subsequently convicted of masterminding the Letelier murder and other human rights crimes. Throughout the Central American wars of the 1980s, Senator Kennedy continued to be a leading voice on human rights issues.  He took an active role in support of the families of four U.S. churchwomen murdered in El Salvador in 1980, pressing the U.S. and Salvadoran governments to bring the killers to justice.  Later in the decade, when six Jesuit priests and two Salvadoran women were murdered in cold blood on the campus of the Jesuit-run Central American University, Kennedy was among a handful of congressional leaders—among them former Massachusetts Congressman Joe Moakley—moving to tie U.S. military aid to a swift resolution of the case.  The restrictions on military aid contributed to the pressures leading to a negotiated settlement of the Salvadoran war in 1992. Senator Kennedy’s voice and moral compass will be sorely missed.

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

17a Edizione Festival Ultrapadum

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Castello di S.AlessioOrchestraS. Alessio con Vialone (PV) Sagrato della Chiesa Parrocchiale 4 Settembre ore 21,15 “Omaggio a Rondò Veneziano” con l’Orchestra Giovanni Francesco Pressenda. Ingresso libero  Il programma della serata prevede l’esecuzione di alcuni dei brani più belli e famosi del noto ensemble Rondò Veneziano, tra cui La Serenissima, Bettina, Rondò Veneziano, Ca’ d’oro, Casanova, San Marco, Odissea Veneziana, Donna Lucrezia, Colombina, Tema Veneziano, Oboe d’amore, Feste Veneziane e Sinfonia per un addio.  I Rondò Veneziano sono un ensemble musicale italiano che unisce la musica barocca prodotta da una tipica orchestra da camera e le sonorità della musica pop e rock. L’Orchestra Giovanni Francesco Pressenda ha una lunga storia ed esperienza alle spalle. Nasce ad Alba nel 1984 con il nome di Orchestra Stabile di Alba e con la missione di divulgare la cultura musicale sul proprio territorio. Gli anni Novanta furono caratterizzati dagli acronimi O.S.A. (Orchestra Stabile di Alba) e A.M.A. (Associazione Musicale Albese) che continuarono a proporre le tradizionali stagioni concertistiche prima in San Domenico e poi in Teatro collaborando anche con musicisti del Teatro Regio di Torino e della RAI. Successivamente l’Orchestra stabile di Alba trovò finalmente il personaggio giusto a cui intitolarsi: “Giovanni Francesco Pressenda”, grande liutaio della storia della musica lequiese e dunque adattissimo al progetto di identificazione con il territorio.  L’Orchesta ha collaborato anche con personaggi del mondo dello spettacolo come Alessandro Haber e Bruno Gambarotta, entrambi simpaticissime voci recitanti in “Pierino e il Lupo”. L’Orchestra, e il Maestro Paglia in particolare, sono stati oggetto di trasmissioni televisive della RAI (TG1, TG2, TG3, Uno Mattina, Cronache italiane, l’Italia in diretta) e l’Orchestra ha effettuato registrazioni durante i concerti nella chiesa di San Domenico ad Alba per Rai Stereo 3, più volte messi in onda sulle reti radiofoniche nazionali. Attualmente il Direttivo è formato dal Dott. Giuseppe Malò, giornalista e Presidente, Sandra Drago della Direzione Amministrativa e Legale Rappresentante, dal Maestro Roberto Gilio, musicista e Direttore Artistico e dal Maestro Paolo Paglia, Direttore Musicale.  Attualmente Paolo Paglia è il direttore dell’Orchestra Stabile di Alba Giovanni Francesco Pressenda. Ha diretto in prestigiose sale in Italia e all’estero tra cui: il Teatro comunale di Bologna, La “Sala Greppi” a Bergamo, il Teatro di Lugo di Romagna, il Teatro di Carpi, il Teatro Chiabrera di Savona, il teatro Cavour di Imperia, il “Piccolo Regio”di Torino, a la Castelada de Nice (Fr) nella sala concerti di Olten e Soloturn (Ch).
Il comune di Sant’Alessio con Vialone fin dal XII° secolo era noto come Sancto Alexjo e appartenne alla nobile famiglia Canepanova di Pavia, cui fu tolto dai Beccaria nel XIV° secolo. Un ramo di questa casata prese nome da Sant’Alessio, poi Beccaria di Montebello. Dopo l’estinzione di tale ramo (1629) il paese non fu più infeudato. Faceva parte della Campagna Sottana di Pavia. Nel 1512 fu saccheggiato dagli Svizzeri e nel 1527 dai Francesi. Nel XVIII° secolo gli furono aggregati i piccoli comuni di Lossano e Guardabiate. Nel 1841 fu infine aggregato a Sant’Alessio anche il comune di Vialone. Nel 1863 prese il nome di Sant’Alessio con Vialone; nel 1929 fu soppresso e unito a Lardirago, ma nel 1947 riacquistò l’autonomia. http://www.festivalultrapadum.com.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Coppa del Mondo di parapendio

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

parapendioDal 1 al 12 settembre a Poggio Bustone (Rieti) si terrà la finale della Coppa del Mondo di parapendio (PWC), schierati i 130 migliori piloti delle 26 nazioni che hanno partecipato alle precedenti tappe in Brasile, Corea, Turchia, Francia e Croazia. In palio il titolo di campione del mondo del circuito World Cup. La conca retina è stata scelta per le eccellenti condizioni meteorologiche, adatte al volo in parapendio. Organizzata dalla associazione Alta Quota di Poggio Bustone con la collaborazione della Pro Loco e di Cornizzolo Eventi, il patrocinio del comune di Poggio Bustone, della provincia di Rieti e della regione Lazio, la manifestazione non nasconde l’obiettivo di fare del volo libero un’attività di richiamo turistico. Infatti la competizione creerà un notevole movimento di persone tra addetti ai lavori, piloti in gara ed appassionati che convergeranno in loco per assistere alla gara. Cerimonia d’apertura il 1 settembre, ore 20, in piazza Emo Battisti a Poggio Bustone, presenti il sindaco Alberto Cerroni, per la provincia il presidente Fabio Melilli e l’assessore allo sport Francesco Tancredi, i consiglieri regionali Annamaria Massini, Antonio Cicchetti e Mario Perilli, l’onorevole Guglielmo Rositani ed il senatore Angelo Maria Cicolani. Sfilerà il complesso bandistico di Poggio Bustone, mentre nella vicina piazza Regina Elena sarà imbandito un buffet per circa 250 tra ospiti e piloti. Meteo permettendo, si disputerà una manche al giorno per determinare la classifica finale: i piloti s’innalzeranno in cielo dal decollo di Monterosato per toccare punti salienti del territorio sabino, con percorsi di decine di km lungo la pedemontana reatina. Le correnti d’aria ascensionali saranno l’unico motore dei parapendio, silenzioso ed in perfetta sintonia con l’ambiente. Particolare risalto avrà la giornata del 5 settembre, quando la carovana della PWC si trasferirà in Abruzzo per disputare una prova con decollo da Campo Imperatore e atterraggio ad Onna, il paese che il recente sisma ha reso tristemente noto.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Death Senator Ted Kennedy

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Michelle and I were heartbroken to learn this morning of the death of our dear friend, Senator Ted Kennedy. For nearly five decades, virtually every major piece of legislation to advance the civil rights, health and economic well-being of the American people bore his name and resulted from his efforts. His ideas and ideals are stamped on scores of laws and reflected in millions of lives — in seniors who know new dignity; in families that know new opportunity; in children who know education’s promise; and in all who can pursue their dream in an America that is more equal and more just, including me. In the United States Senate, I can think of no one who engendered greater respect or affection from members of both sides of the aisle. His seriousness of purpose was perpetually matched by humility, warmth and good cheer. He battled passionately on the Senate floor for the causes that he held dear, and yet still maintained warm friendships across party lines. And that’s one reason he became not only one of the greatest senators of our time, but one of the most accomplished Americans ever to serve our democracy. I personally valued his wise counsel in the Senate, where, regardless of the swirl of events, he always had time for a new colleague. I cherished his confidence and momentous support in my race for the Presidency. And even as he waged a valiant struggle with a mortal illness, I’ve benefited as President from his encouragement and wisdom. His fight gave us the opportunity we were denied when his brothers John and Robert were taken from us: the blessing of time to say thank you and goodbye. The outpouring of love, gratitude and fond memories to which we’ve all borne witness is a testament to the way this singular figure in American history touched so many lives. For America, he was a defender of a dream. For his family, he was a guardian. Our hearts and prayers go out to them today — to his wonderful wife, Vicki, his children Ted Jr., Patrick and Kara, his grandchildren and his extended family. Today, our country mourns. We say goodbye to a friend and a true leader who challenged us all to live out our noblest values. And we give thanks for his memory, which inspires us still. Sincerely, (President Barack Obama)

Posted in Cronaca/News, Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Militari non piangiamoci addosso

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Editoriale fidest. Esistono uomini coraggiosi, antesignani, volenterosi, ricchi di idee che sono pronti a tracciare un percorso, a spronare i dubbiosi, a infondere certezze, ma tutto questo non basta se i destinatari dei vari messaggi non si sentono parte di questa voglia di crescere, di misurarsi, di proporsi. Qui non parliamo di cose da poco. E proprio perché sono grandi queste cose è nato MoviMiles, è nata la coscienza critica, la voglia di crescere, di riconoscersi, d’esprimere la propria opinione e ancor più di confrontarla. Dobbiamo capire il perché i militari non possono avere un sindacato, devono avere retribuzioni da fame, devono subire tagli alla difesa, i 23 mila volontari hanno un futuro incerto, i politici tanto bravi a pronunciare elogi funebri per le vittime del servizio non lo sono nel sostenere i diritti degli uomini e delle donne con le stellette. Dobbiamo capirlo e farcene una ragione. Non bastano le promesse. Hanno fatto il loro tempo. Dobbiamo, innanzitutto, renderci conto che se vogliamo rispetto dobbiamo conquistarcelo perché non si chiede la classica luna nel pozzo ma qualcosa che è nell’interesse generale del Paese. Avere un esercito preparato, addestrato, motivato, significa che la divisa diventa una garanzia per i cittadini, un motivo d’orgoglio, un maggior rispetto per le istituzioni che rappresentano. Dobbiamo capire se siamo europei sino in fondo là dove vi sono eserciti che sono dotati di un sindacato e hanno la stima e la solidarietà di tutti, dai politici all’uomo della strada e lo dimostrano con i fatti giorno dopo giorno. Dobbiamo capire se la nostra classe politica è capace di percepire il segno dei tempi che non riguarda solo il mondo militare ma tutta la società civile. Oggi non parliamo più di un solco che potrebbe dividerci ma di un terreno rassodato in attesa che spunti il germoglio. Questo germoglio siamo tutti noi. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Editoriali/Editorials | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Giammario Battaglia scrive al direttore

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Lettera al direttore“Lorenzo Cesa ad Affaritaliani.it ha dichiarato:<<Non faremo alcun accordo a livello nazionale né con il PD né con il PDL >>, salvo precisare subito dopo: Beh!, se proprio dovesse scapparci qualche accorduccio << sceglieremo in base agli uomini ed ai programmi che dovranno mettere al centro alcune questioni che ci stanno a cuore: un sostegno serio alla famiglia >>. Oddio mi sono chiesto: << Quale famiglia? >>. Si perché Lorenzo Cesa, in questi anni, insieme a Totò Cuffaro le loro famiglie le hanno aiutate, eccome. Vi invito, infatti, a leggere un interessante libro di Sergio Rizzo,dal titolo: << I rapaci >>, edizione Rizzoli, del 2009. Rizzo ci narra, infatti, alcune interessanti storielle, tra le quali quella di un’inutile società pubblica, la ARCUS, di proprietà del Ministero dei Beni Culturali, che ha il compito di finanziare progetti nel campo culturale e dello spettacolo. Il 26 gennaio 2007 – scrive Rizzo – il commissario della ARCUS, nominato da Rutelli, approva un progetto di restauro e manutenzione dell’Auditorium della Conciliazione di Roma. Ben 600.000 euro. Il contributo è destinato ad una società di Roma. Indovinate di chi? Di Lorenzo Cesa e di altri due amministratori pubblici, un ex assessore al Turismo della Capitale della giunta Rutelli ed un ex vicepresidente dell’ATAC di Roma. Rizzo si interroga: << Si può considerare normale che la societa’ di un parlamentare in carica e di due pubblici amministratori, sia destinataria di contributi da parte dello stato? >>. A quanto pare per l’UDC è una cosa normale. Basti pensare che il senatore UDC, Totò Cuffaro (per gli amici “Zì vasa vasa”), insieme ai suoi due fratelli, sono proprietari di due società che operano nel settore turistico, di cui una, la Raphael Srl, è partecipata nientepopodimeno che da Sviluppo Italia, la società del Tesoro che ha il compito di finanziare le attività imprenditoriali meridionali. In tempi come questi, dove gli imprenditori, per ottenere un prestito dalle banche, sono costretti ad ipotecare anche l’anima, Cuffaro ed i suoi fratelli, invece, al grido: <<Viva la famiglia>>, ricevono: 1.058.000 euro a fondo perduto dal Ministero dell’Industria, e 425.560 euro da Sviluppo Italia per ristrutturare un loro Hotel a Palermo. Uno dei due fratelli Cuffaro ha dichiarato: << Non vedo dove sia lo scandalo >>. Nessuno scandalo, per carità, rispondiamo noi. Il vero scandalo è che dal PDL sia partita nei confronti dell’UDC, come scrive Libero, << l’offensiva del sorriso >>, affidata a Sandro Bondi e Gaetano Quagliariello. Eh! Eh! Eh ! Chiudo con una nota di cronaca … nera. Francesco Storace ha dichiarato ad Affaritaliani.it: << Se Silvio mi offre il Lazio non mi tiro indietro >>. Onorevole Storace, non si preoccupi, non ne avevamo dubbi. Mai pensato il contrario. Viva la famiglia”.

Posted in Lettere al direttore/Letters to the publisher | Contrassegnato da tag: , , , | 1 Comment »

Corsi formazione per cittadini stranieri

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

La Caritas diocesana di Roma, attraverso gli enti ad essa collegati Cooperativa “Roma Solidarietà” e Arciconfraternita SS. Sacramento, organizza a partire da agosto 2009 quattro corsi di formazioni rivolti a cittadini stranieri per pizzaioli, operatori informatici, lingua e cultura italiana.. Aperte le iscrizioni, inizio delle selezioni il 2 settembre. Progetto “Toolkit: conoscenze, competenze e strumenti per lavorare nella ristorazione italiana” Il progetto prevede la realizzazione di un corso di formazione per la qualifica di “pizzaiolo”, rivolto a cittadini non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia. La durata del percorso formativo è di 310 ore ed è strutturato in tre parti: un corso propedeutico di lingua e cultura italiana ed educazione civica (52 ore), lezioni teoriche svolte presso una Scuola specializzata (108 ore), un tirocinio formativo presso pizzerie della Provincia di Roma (150 ore). Le iscrizioni sono già aperte e le selezioni dei partecipanti si effettueranno nella settimana dal 7 all’11 settembre 2009 presso il Centro Ascolto Stranieri in Via delle Zoccolette 19.  L’inizio delle lezioni è prevista il 14 settembre. Il corso è gratuito e verrà rilasciato ai partecipanti un attestato di frequenza  Progetto “Civicamente – lingua e cultura italiana per stranieri” La durata della formazione è di 100 ore per il corso di italiano rivolto a 10 stranieri analfabeti o semianalfabeti, 120 ore per il corso di italiano di base (A2), rivolto principalmente a donne e 120 ore per il corso di italiano intermedio (B1) rivolto a uomini e donne. I corsi si svolgeranno nel pomeriggio (14.00 – 18.00) a partire dal 21 Settembre 2009 fino ad inizi Dicembre 2009 presso le sedi della Caritas di Roma: Centro Ascolto Stranieri di Via delle Zoccolette 16 e Polo didattico di Via Aurelia 773. Progetto “Roadmap: strade e competenze per un lavoro in Italia” rivolto a cittadini di Paesi Terzi non comunitari regolarmente soggiornanti in Italia, non titolari di Protezione Internazionale. Destinatari particolari sono le donne e coloro che hanno un permesso di soggiorno per “ricongiungimento familiare”. Il corso è gratuito ed inizierà il 29 settembre 2009. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequenza. Progetto “Open door: percorso formativo per l’apprendimento del linguaggio digitale e azioni integrate per l’inserimento lavorativo dei cittadini immigrati” La durata del corso è di 160 ore e si svolgerà nella sede di Via Aurelia 773 La domanda di iscrizione dovrà essere presentata entro le ore 12.00 del 24 agosto 2009 presso il Centro Ascolto Stranieri Caritas in Via delle Zoccolette 19. Le selezioni si svolgeranno il giorno 2 settembre dalle ore 14.00 alle ore 18.00. Il corso è gratuito ed ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di frequenza. I bandi completi dei corsi sono disponibili nel sito http://www.caritasroma.it

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Insegnanti in visita alla latteria di Mortegliano

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Promuovere sane abitudini alimentari tra i più giovani, la conoscenza della genuinità dei prodotti caseari artigianali, dei loro principi nutritivi e del funzionamento delle latterie sociali e turnarie. È questo l’obiettivo di “Muu…oviamoci, alla scoperta delle latterie cooperative del Fvg”, iniziativa avviata nel 2008 da Confcooperative-Fedagri e Irecoop Fvg (l’ente di Confcooperative che si occupa di educazione cooperativa) e che, in un solo anno, ha coinvolto 450 bambini delle scuole regionali. Numeri e caratteristiche del progetto sono state illustrate, nei locali della latteria sociale di Mortegliano (una delle realtà aderenti all’iniziativa, con altre 8 latterie regionali) a una delegazione di 23 insegnanti delle scuole primarie e secondarie del Trentino accompagnati da funzionari della Federazione Trentina della Cooperazione e della Provincia di Trento. Guidati dai referenti di Irecoop e Fedagri Fvg i docenti trentini, in visita nella nostra regione per studiare altre esperienze di educazione cooperativa, hanno avuto modo di osservare da vicino le modalità educative del progetto. Focus di “Muu…oviamoci” sono le visite nelle latterie, dove le classi possono osservare “in diretta” il lavoro del casaro e comprendere quanto è lungo e articolato il processo per la preparazione del formaggio; il laboratorio del gusto, attività che stimola i giovani studenti a prendere coscienza delle sensazioni offerte dai cibi non industriali e genuini; infine, la lezione in classe, che illustra il significato del lavorare insieme, in cooperativa.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Uffici questura sotto “canicola”

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Cagliari, questura. In un comunicato congiunto il Coisp, sindacato di polizia,e il Silp/Cgil ci informano: “Ormai da mesi gli operatori del settore sono costretti a subire temperature da “forno elettrico”, all’interno di alcuni uffici della nostra Questura si respira aria africana che si cerca in qualche modo di affrontare con l’inutile utilizzo di alcuni ventilatori! Sappiamo tutti che il declino della Pubblica Amministrazione, ed in questo caso della Polizia di Stato, è giunto al punto tale da comprometterne anche il decoro: caserme, auto e strumenti di lavoro in genere sono per lo più obsoleti, inefficienti o insufficienti, ma se è vero che funzionalità ed efficienza sono demandate ormai allo stoicismo di pochi eroi è anche vero che i cittadini, munti dal fisco oltre ogni limite censurabile, non si aspettano certo di patire anche la calura di questa torrida estate isolana presso gli uffici destinati al pubblico della questura di Cagliari, ove gioco forza si recano quotidianamente numerosi per ottenere passaporti, porto d’armi, nulla osta e quant’altro il presidio è obbligato a garantirgli. A causa della cronica inadeguatezza dell’impianto di climatizzazione, infatti, i locali di Via Tuveri somigliano ogni giorno di più a veri e propri forni. Il disagio agli utenti è indescrivibile, ma è paradossale che gli stessi manifestino solidarietà, quando non anche compassione, nei confronti degli operatori di Polizia che in quel contesto sudano le storiche sette camicie, dando un immagine della pubblica amministrazione da terzo mondo. È necessario un intervento urgente e risolutivo che non può attendere la prima “vittima”. La normativa sugli ambienti di lavoro non ammette deroghe, tanto meno in una struttura deputata a garantire il rispetto delle leggi ed ogni cittadino può sentirsi in diritto di farle rispettare. Invitiamo gli addetti alla carta stampata a farci visita al fine di verificare personalmente il grado di “temperatura” sotto la quale gli operatori si trovano costretti a lavorare… in condizioni indecenti!!”

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Cisco lancia il Media Hub

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Cisco ha annunciato la disponibilità del Media Hub Linksys by Cisco NMH300, progettato per semplificare l’accesso ai contenuti multimediali e la loro fruizione. Il Media Hub infatti raccoglie, organizza e rende fruibili tutti i video, le fotografie e la musica in un’unica locazione della rete domestica invece che disseminati sui diversi dispositivi presenti in casa. Con il Media Hub è possibile godere appieno di tutti i propri media attraverso un’interfaccia semplice da usare e accessibile non solo da casa ma da ogni parte del mondo attraverso un browser web. Il Media Hub è la soluzione ideale per chi ha tanti contenuti digitali e desidera semplificarne la gestione. Condividere i contenuti di tutti i dispositivi presenti in casa è quindi molto semplice con Media Hub e le sue funzionalità iTunes. Media Hub ricerca automaticamente sulla rete domestica tutti i dispositivi su cui possano trovarsi contenuti digitali per riunirli e presentarli in maniera univoca all’utente raccolti in una singola postazione e mediante un’interfaccia intuitiva ed accattivante. L’Accesso Remoto1, che permette di raggiungere i propri file in qualunque momento da qualunque parte del mondo, è attivabile sul Media Hub con pochi clic durante la procedura di installazione o in un secondo momento. Non è necessario installare software specifici o cambiare la configurazione della rete: il Media Hub fa praticamente tutto da sé, eccetto scegliere il nome dell’Accesso Remoto che dovrà essere specificato dall’utente, cosa per altro gradita in quanto consente di scegliere un nome o un abbreviativo di facile memorizzazione. Che si acceda al Media Hub dal PC di casa o da una postazione remota attraverso un browser dall’indirizzo http://www. ciscomedia hub.com, si ha accesso alla stessa, semplicissima interfaccia utente da cui si arriva ai propri contenuti digitali, per usufruirne o magari caricarne di nuovi anche da remoto. E’ incluso anche un software di backup automatico, così da mettere al sicuro anche i contenuti più preziosi. Si possono anche predisporre delle cartelle specifiche su un computer all’interno della rete domestica su cui caricare i media digitali, per copiare automaticamente ogni nuovo file sul Media Hub e non perdersi mai nulla!

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Digitalizzazione delle biblioteche statali

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

“Siamo interessati ad ogni iniziativa che conserva e valorizza i beni culturali e librari, ma solo nel rispetto del diritto d’autore”: è il primo commento del presidente dell’Associazione Italiana Editori (AIE) Marco Polillo alla notizia di una possibile partnership con Google Books per trasferire sul web le collezioni librarie delle 47 biblioteche gestite direttamente dal Ministero per i Beni e le Attività culturali.“Se si trattasse realmente, come sembra ricavarsi dall’Ansa, di 16 milioni di libri da digitalizzarsi – ha proseguito Polillo – verrebbe da pensare che tutte le opere, anche quelle ancora sotto tutela del diritto d’autore, debbano essere oggetto di riproduzione e messa a disposizione sul web. Questo naturalmente non potrà essere possibile se non nel rispetto dei diritti e con la preventiva ed espressa autorizzazione degli autori ed editori interessati”.

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Energia: Indennizzi automatici

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

I consumatori ringraziano per il 27 milioni di indennizzi automatici che l’Autorità per l’energia ha stabilito a loro favore per il non rispetto degli standard di qualità. È un risultato importante. Un diritto acquisito nel settore dell’energia che con il 1° gennaio viene ulteriormente ampliato. La riduzione del numero dei casi di mancato rispetto degli standard evidenzia, inoltre, che il diritto al risarcimento resta un forte deterrente per migliorare la qualità del servizio. Adiconsum ritiene che il diritto all’indennizzo automatico  debba essere esteso anche al settore delle tlc e a quello dei trasporti, dove il non rispetto degli standard di qualità è diventata prassi quotidiana.

Posted in Diritti/Human rights | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Miscela rock festival

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Romano Canavese (TO) 4/5/6 settembre 2009 Piazza Bachelet  Settimo anno per il Miscela rock festival. il  Non è un concorso a premi, non è un Contest, ma un festival dove Miscela mette a disposizione un service di ottima qualità con 20000 Watt di potenza, un palco di 12 metri e l’ospitality agli artisti. Di conseguenza, tutti sono trattati allo stesso modo e non ci sono artisti ospiti o artisti privilegiati rispetto ad altri, ma l’esclusivo piacere di fare parte di una comunità in sintonia. Tre giorni di grandi appuntamenti a impatto zero! L’associazione Miscela propone infatti un festival più attento al rispetto dell’ambiente grazie all’utilizzo di materiale plastic-free per la distribuzione di bevande e alimenti, un impianto fotovoltaico per il risparmio energetico, la piantagione di nuovi alberi per la rigenerazione dell’ossigeno e garantendo un accurato servizio di raccolta rifiuti differenziata durante tutto l’evento. Come sempre un ricco e variegato calendario di concerti completamente gratuiti che quest’anno vedrà salire gli artisti sul nuovo palco allestito nella piazza ospitante.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

PRISA press Conference

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

New York, PRISA will provide experience in radio programming tailored to regional idiosyncrasies. Currently PRISA operates more than 1,200 radio stations in 10 countries, being leaders in Spain, Colombia, and Chile. PRISA will also provide a broad news gathering organization with seasoned editorial experience in 22 countries, and high quality audiovisual production capacity in Spain, Portugal, and the U.S.  IBN will bring its patented technology for personalized in store communications that delivers music and interactive video in grocery and chain drug stores.  Currently, IBN leads the U.S. retail media with a presence in more than 13,500 stores nationwide and 150 million unique shoppers that hear its programming on a monthly basis.  PRISA is the largest education, information and entertainment company in the Spanish and Portuguese speaking world, with presence in 22 countries and an audience, readers and listeners of a total of 55 million.

Posted in Estero/world news | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Alitalia e Alemanno

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Anche il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha potuto toccare con mano i disservizi che tutti i giorni patiscono i passeggeri che decidono di prendere un volo Alitalia in partenza/arrivo dall’aeroporto intercontinentale Leonardo da Vinci di Fiumicino (Roma): un’ora di volo e un’ora di attesa, senza aria condizionata e in piedi. Alemanno ha convocato, per i prossimi giorni, una riunione di tutti gli enti e operatori interessati all’aeroporto. Questi sono i fatti. Aduc, associazione consumatori, in un comunicato a firma del suo segretario Mastrantoni gli scrive: “Caro Sindaco, ti accorgi ora che il biglietto da visita di una città inizia con le stazioni di arrivo (aeroportuali, ferroviarie, portuali, ecc.)? C’è bisogno di una esperienza diretta per capire i disagi di milioni di passeggeri che transitano per l’aeroporto romano? E dire che ieri era un semplice Martedi’ 25 agosto, giorno non da bollino rosso o nero. Cosa potrai dire alla riunione con Enac, Adr e società di handling come Alitalia Airport?  Forse potevi dire qualcosa quando Alitalia è stata privatizzata a carico del contribuente, potresti aggiungere che sarebbe opportuno ritirare la concessione aeroportuale ad Adr, che il numero degli addetti al check-in, all’handling (carico e scarico merci) e ai controlli deve essere aumentato, che la manutenzione deve essere garantita, che occorre pulire, che… Tutte cose che diciamo da anni, inascoltati. Ovvio che il tuo intervento avrà maggior peso. Speriamo che serva Gli interessi in gioco sono tanti e consistenti. Auguri”.

Posted in Diritti/Human rights, Roma/about Rome | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Chiesa valdese in materia immigrazione

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Dichiarazione di Marco BELLION (Partito Democratico) «Aderisco convintamene al digiuno promosso dal Sinodo delle Chiese Metodiste e Valdesi per protestare contro le nuove norme in materia di immigrazione. Quanto sta avvenendo nel nostro Paese, con la criminalizzazione indiscriminata di tutti gli immigrati e la politica dei respingimenti, sta mettendo in discussione principi e valori fondamentali della società e quindi è giusto che i cristiani facciano sentire la loro voce attraverso un gesto così significativo». Con queste parole il Consigliere regionale Marco BELLION (PD) ha commentato l’annuncio da parte del Sinodo, in corso a Torre Pellice, di un digiuno di solidarietà con gli immigrati.  “Mi auguro che molti altri colleghi politici aderiscano al digiuno – ha aggiunto il consigliere Marco BELLION – in particolare coloro che si dichiarano cristiani, poiché non si può tacere di fronte alle norme discriminanti varate dal Governo e ai comportamenti intolleranti sempre più diffusi. Sono sotto gli occhi di tutti gli effetti perversi che l’introduzione del reato di clandestinità sta provocando, penalizzando i soggetti più deboli, come le donne incinte e le persone malate. Altro che repressione di chi delinque! Sia le Chiese protestanti sia i vertici della Chiesa cattolica hanno concordemente contestato l’impostazione delle nuove norme e invitato a porre al centro la dignità della persona umana: auspico che il Governo accolga questo appello e faccia marcia indietro sul reato di clandestinità”.

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Non scholae discimus, sed vitae

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Non ci prepariamo per la scuola ma per la vita. Se andiamo a “visitare” i programmi delle scuole di ogni ordine e grado in Italia e, in una certa misura, quelli degli altri Paesi ci accorgiamo che siamo alquanto lontani da questa massima latina. E’ il tourbillon che riguarda un po’ tutte le generazioni e che poteva avere un interesse marginale allorché l’uomo di lettere si distingueva da tutti gli altri ed aveva un mecenate-protettore o la scuola era d’elite. Oggi la scuola vuole essere l’anticamera della migliore performance del lavoratore sul terreno degli impieghi che procedono di preferenza su percorsi meno umanistici e più tecnologici. E se oggi ci vogliono 13 anni di studi per raggiungere la soglia dell’università ci chiediamo perplessi cosa questi anni hanno saputo dare ai giovani in tema di professionalità lavorativa. In pratica nulla e, culturalmente, uno sterile nozionismo. Proprio per questo motivo ai giovani, che frequentano l’ultima trance dei cinque anni dopo i precedenti otto, sono state offerte, in taluni Paesi, soluzioni integrative che potremmo chiamare stage dove si va a sperimentare il lavoro da chi lo pratica per conoscerlo  più da vicino e comprenderne la portata. Ma a nostro avviso non basta, a prescindere dal fatto che tali metodiche “osservative” sono state violate trasformando gli stagisti in lavoratori in nero, per capire quante dosi d’insegnamento scolastico vanno iniettate per pareggiare i conti con la realtà lavorativa e in che misura possono interagire e completarsi in un quadro unitario. Noi abbiamo dimenticato, ad esempio, la possibilità, a livello di studi universitari di poter accedere in part-time ad un vero e proprio lavoro e farlo collimare con le prime conoscenza acquisite con lo apprendimento ad hoc. Pensiamo al corso di laurea per medicina. Dopo il primo triennio, ad esempio, di esami sostenuti, perché i discenti non possono conseguire il diploma di infermiere professionale? Perché, volendolo, non possono entrare nel lavoro part-time delle cliniche e degli ospedali e degli ambulatori? Lo stesso dovremmo dire per molti altri indirizzi universitari e persino estenderlo alle scuole superiori dove si conseguono titoli professionali (geometri, ragionieri, periti industriali ed altri similari). Non dobbiamo, tuttavia, sottacere la necessità che per rendere più efficace questa interazione tra studio e lavoro, sia pure in part-time, occorre rivedere i programmi scolastici per adeguarli a queste opportunità “combinatorie” e fare della  scholae maestra di vita oltre che maestra di istruzione e, in una certa dimensione, di cultura.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Legge sviluppo

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

La Legge sullo Sviluppo viene definita “storica” dal ministro Scajola. Purtroppo non così è per il capitolo “consumatori”, in particolare per la normativa sull’azione collettiva e quella sui carburanti. Il provvedimento più atteso quello sulla class action, che lo stesso ministro si era impegnato a migliorare rispetto al testo del Governo Prodi, infatti, non accrescerà la tutela dei consumatori contro le furbizie, i raggiri e le truffe. Questo giudizio così drastico è dovuto al fatto che: la possibilità di attivare la procedura dell’azione collettiva è riservata ai consumatori e non alle associazioni consumatori riconosciute dal Ministero stesso come negli altri Paesi;  la possibilità di ricorso è limitata ad interessi identici, restringendolo quindi a casi eccezionali, poiché nella realtà non esistono interessi identici, ma omogenei; chi attiva la procedura corre il rischio di risarcire l’impresa nel caso in cui l’azione collettiva non sia ammessa dal giudice (il c.s. danno punitivo); i consumatori devono farsi carico di tutte le spese di pubblicità (e non di informazioni) stabilite dal giudice; Una procedura che ha come conseguenza la paralisi dei tribunali, poiché ogni consumatore coinvolto dovrà depositare lì la propria documentazione probatoria; Infine, se il risarcimento verrà ammesso dal giudice questo sarà correlato a quanto previsto dalle c.d. Carte dei servizi che prevedono solo risarcimenti simbolici. il click per conoscere il prezzo dei carburanti è un provvedimento utile, ma del tutto marginale: non cambierà niente rispetto ai consueti fenomeni speculativi. Per aggirare questi fenomeni è indispensabile prevedere dei criteri di adeguamento del prezzo alla pompa periodico e non giornaliero. La proposta di Adiconsum ha ottenuto ampi consensi. Adiconsum chiede, quindi, al Ministro Scajola un provvedimento in tal senso: periodicità trimestrale delle variazioni come avviene per luce e gas. Le imprese decidano l’entità della variazione e l’Autorità per l’energia ne verifichi la corretta applicazione. Con questo meccanismo non c’è alcuna violazione del mercato.

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La scuola e la «democrazia speciale»

Posted by fidest press agency su giovedì, 27 agosto 2009

Forse è più facile ricordare per i discenti il tempo in cui in Italia fu sperimentato il “compromesso storico”. Fu anche il tempo della “democrazia speciale” ovvero di un disegno  teso a rendere quei caratteri stabili, di completarne il profilo istituzionale e si assicurarne così l’irreversibilità. Il tutto ebbe inizio intorno agli anni ’70. Occorreva muoversi  de là del vecchio schema centrista. All’indomani delle elezioni del 1979 Craxi  formulerà il disegno di “una grande riforma” e questo concetto continua a ruotare intorno all’idea della “democrazia speciale”. Diciamo che si stavano maturando i tempi in cui la politica di distensione tra le grandi potenze ci avrebbe fatti traghettare verso un nuovo equilibrio geopolitico mondiale. Le parti ricominciavano a riallinearsi anche in Europa. Ma non tutto filò liscio. Pensiamo alle trasformazioni strutturali dei processi produttivi che avevano incrinato i rapporti di forza nella conflittualità industriale. Un esempio, a tale riguardo, basta per tutti. Tra il 1978 ed il 1985 la Fiat passava, nell’area piemontese, da 340.000 a 160.000 addetti, per continuare a scendere nei successivi anni. Ed era, questo, uno dei presupposti perché si potesse consolidare il progetto della “democrazia speciale”. Ora ci chiediamo se tutto ciò non costituisce, anche per i politici di oggi, un limite invalicabile che pregiudichi in via definitiva la speranza attesa per questa democrazia speciale che avrebbe potuto portare ad un ribaltamento del suo schema centrista ed aprirci la strada per alleanza di tutt’altra natura. Ed ancora se dietro la proposta di un nuovo partito politico (vedasi Forza Italia) noi dobbiamo intravedervi la volontà di perpetuare la tenuta di uno schema centrista inteso come definitiva chiusura verso questo progetto di democrazia speciale. Il sistema resta quindi centrale per questo difetto innovativo che si è inteso bloccare sul crinale del compromesso storico. Dobbiamo, quindi, convenire che il sogno di Moro e di Berlinguer è, definitivamente, tramontato? Probabilmente si.

Posted in Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »