Fidest – Agenzia giornalistica/press agency

Quotidiano di informazione – Anno 31 n° 301

Archive for 30 agosto 2009

Lessinia, montagna al femminile

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

carmenBosco Chiesanuova (Verona)  Nel corso della cerimonia di premiazione, presso il Teatro Vittoria, la giuria internazionale ha assegnato il Gran Premio Lessinia – Lessinia d’Oro a Carmen meets Borat (Olanda) di Mercedes Stalenhoef. In 85 minuti la regista racconta i sogni e le speranze di Carmen, diciassettenne che vive in un piccolo villaggio svizzero sulle colline della Romania la cui normalità viene turbata dall’arrivo della troupe del film Borat. “Con occhio attento la regista osserva gli abitanti di un villaggio rumeno e con sguardo sereno registra la loro forza e le loro debolezze. Nulla le sfugge. Il film non è solo un dramma – si legge nel verbale scritto dalla giuria –, realizzato con maestria, sui sogni traditi di una famiglia, ma anche una critica alla grande industria cinematografica che ignora totalmente i valori umani. Un film che ci fa ridere e piangere”. Nel ritirare il premio, la regista ha ringraziato gli abitanti del piccolo villaggio di Glod.  Il secondo premio del Film Festival, la Lessinia d’Argento, è andato al film Himalaya, la terre des femmes (Francia) di Marianne Chaud. Gli altri riconoscimenti del ricco palmarès del Film Festival sono andati ad altre 10 opere tra le 23 ammesse a partecipare al concorso. Il premio del Curatorium Cimbricum Veronense per le lingue e le culture minoritarie è stato attribuito invece a El somni di Christophe Farnarier (Spagna). L’inglese Goleshovo, di Ilian Metev ha ottenuto il riconoscimento della Regione Veneto per il miglior filmato sul “paesaggio culturale” montano; il premio della Provincia di Verona, dedicato alla storia in montagna, è stato vinto da La culla delle aquile di Alessandro Pugno.  Il premio del Parco Naturale Regionale della Lessinia per il miglior documentario naturalistico è stato attribuito a The Urals di Oliver Goetzl, mentre quello della Comunità Montana della Lessinia (alla migliore opera riguardante i Monti Lessini veronesi e il Monte Baldo) è andato a Il tasso. L’anima di un torrente di Raffaello Boni. Il premio della giuria è andato al film Prezzemolo, sensa pile sensa curént elètrica di Sandro Gastinelli e Marzia Pellegrino (Italia). Una menzione speciale è stata assegnata, infine, alla pellicola Semaan Bil Day’ia del libanese Simon El Habre. Il premio speciale alla memoria di Mario Pigozzi e Piero Piazzola è andato a Goleshovo, del giovane regista Ilian Metev (Inghilterra); il riconoscimento della Cassa Rurale Bassa Vallagarina è stato assegnato a Am Grat der Zeiten und Kulturen – Entlang des Karnischen Höenweges di Hubert Shönegger. La pellicola Crossing the Himalaya, di John Murray, ha ottenuto il premio del pubblico. (carmen)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Premio d’Arte Contemporanea “Val di Sambro”

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

premio arteSan Benedetto Val di Sambro (Bologna) 13 settembre 2009 dalle ore 17,30 in Via delle Rose n. 3, nei locali della ex discoteca Grillo’s Club, si aprirà la prima edizione del Premio d’Arte Contemporanea “Val di Sambro”, promosso ed organizzato dalla Pro Loco con il patrocinio e il contributo del Comune di San Benedetto Val di Sambro e della Banca di Credito Cooperativo di Monterenzio. La direzione artistica dell’iniziativa è stata affidata alla Galleria Spazio Gianni Testoni la 2000+45 di Bologna, che ha selezionato dieci giovani artisti tra le realtà contemporanee presenti sul territorio bolognese. Una giuria presieduta dalla Professoressa Vera Fortunati, Direttrice del Dipartimento di Arti Visive dell’Università degli Studi di Bologna, dal Ragionier Andrea Alpi, Direttore Generale della Banca di Credito Cooperativo di Monterenzio e dal Sindaco del Comune di San Benedetto Val di Sambro, attribuirà ai primi tre classificati tre “premi-acquisto” del valore rispettivamente di 1.000 euro al primo, 800 euro al secondo e 600 euro al terzo. Le opere di tutti gli artisti resteranno visibili fino al 20 settembre 2009, tutti i giorni dalle 15,30 alle 19,00. (premio arte)

Posted in Cronaca/News, Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Futurismo, da Boccioni all’Aeropittura

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

FuturismoParma dal 6 settembre all’8 dicembre alla Fondazione Magnani Rocca nella grande mostra “Futurismo, da Boccioni all’Aeropittura”. L’esposizione propone, per la volta tutti insieme in Emilia Romagna, capolavori di Boccioni, Balla, Severini, Sironi, Soffici, Russolo, Depero, Prampolini, sculture, libri futuristi (il libro imbullonato di Depero, il libro di latta di D’Albisola), figurini di abiti futuristi, fino alle opere di aeropittura di Dottori, Crali, Fillia, Tato.  Una sezione di arte pubblicitaria futurista arricchisce la mostra documentando una formidabile inventiva anche in questo ambito creativo, di inalterato impatto comunicativo.  La mostra “FUTURISMO!” riunisce oltre cento opere spiccatamente innovative e sorprendenti che, partendo dagli antefatti divisionisti, offrono del primo e secondo Futurismo una visione estesa e aderente alla sequenza creativa dei manifesti del movimento, dalla teorizzazione della valenza estetica del dinamismo e della simultaneità del primo periodo, alla rappresentazione della meccanizzazione giocosa della figura umana e del suo contesto degli anni venti, fino all’aeropittura degli anni trenta, basata sulla visione emozionale del paesaggio da un aereo in volo.  Collegato al tema dell’aeropittura, la mostra intende celebrare anche un secondo centenario: il 2009, infatti, vede anche i cent’anni dai primi voli aerei in Italia. La morte di Boccioni nel 1916 e il contemporaneo passaggio di Carrà e Severini a soluzioni vicine al cubismo, determinano lo scioglimento del gruppo originario legato a Milano (città dinamica per eccellenza) e il trasferimento a Roma del centro di gravitazione del movimento, con la conseguente nascita del Secondo Futurismo, a sviluppare la teorizzata necessità per l’arte futurista d’una progettazione totale e d’una più concreta interazione col reale. Alla fase iniziale del secondo futurismo (1918-28), legata alla cultura postcubista e costruttivista, succede una nuova fase (1929-38), partecipe degli svolgimenti del surrealismo, con avanzate connotazioni di carattere spazialista e polimaterico, ricche di spunti per l’arte dei decenni successivi.  L’Aeropittura si colloca nell’ambito del secondo futurismo, iniziando tuttavia ad affermarsi negli anni successivi alla prima guerra mondiale e trovando un indubbio precursore nel D’Annunzio eroe-aviatore e nella sublimazione del volo da lui declamata. Espressione avanzata del mito della macchina e della modernità caratteristico del movimento marinettiano, l’aeropittura manifesta l’entusiasmo per il volo e la velocità aerea, con la scansione delle immagini per piani di colore, sottolineando il carattere meccanico e dinamico dell’aviazione. (futurismo)

Posted in Cronaca/News, Mostre - Spettacoli/Exhibitions – Theatre | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

“Festival del Prosciutto”

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

patriziaLanghirano-PR 5 settembre alle h.18,00  a, nel contesto delle attività letterarie del “Festival del Prosciutto”,   Patrizia Debicke van der Noot  presenterà il suo ultimo romanzo storico d’avventura “La gemma del Cardinale” (Ed. Corbaccio).  L’incontro sarà introdotto dal Prof. Roberto Greci, Preside della Facoltà di Lettere dell’Università di Parma.
Patrizia Vanni sposata Debicke van der Noot è nata a Firenze, ha viaggiato molto e ha trascorso la sua vita sia in Italia che all´estero. Suo nonno, Candido Vanni, era il segretario “storico” del famoso premio letterario fiorentino L´Antico Fattore. Praticamente bilingue – il francese appreso da una nonna alsaziana e presso l´Università di Grenoble – ha sempre “usato la penna” per le sue attività. Ha frequentato gli ambienti dell’aristocrazia e della cultura con il primo marito, principe Alessandro Ruspoli, da cui ha avuto una figlia, Alessandra. (patrizia)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il Fantastico Mondo dei Sogni

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Il_SognoRecentemente è stata pubblicata la nuova Edizione del libro, Il Fantastico Mondo dei Sogni,   Universale – Psicologia, Ed. Edup. L’autrice Sabina Rellini, psicologa e psicoterapeuta è impegnata da anni in numerose pubblicazioni scientifiche e divulgative per diverse riviste tra cui Psicologia Contemporanea, Attualità in Psicologia e Psychologies Magazine. Ha collaborato altresì alla prestigiosa rivista Babele, trattando il tema del sogno in una prospettiva interdisciplinare ed ha condotto corsi e seminari relativi alla tecnica onirica, presso L’Università degli Studi di Roma La Sapienza ed in altre istituzioni pubbliche. Siamo sempre più consapevoli che è indispensabile sognare, soprattutto quando il cittadino è imbrigliato nelle conseguenze della crescente crisi economica della nostra società. Una maggiore conoscenza del sogno, potrebbe essere utile per la salute mentale e consequenziale integrità fisica, sempre più compromessa. Il libro, Il  Fantastico Mondo dei Sogni, esplora il misterioso mondo del sogno in chiave psicologica, storica e antropologica, senza tralasciare la funzione terapeutica dell’esperienza onirica e l’utilità di ricordarla e analizzarla. Tutti sognano: l’uomo appartenente a qualsiasi etnia, in modi differenti nel processo di continua evoluzione e fino al termine della sua esistenza, senza distinzione di sesso o di età. Acuta è l’introspezione dell’autrice, il suo scibile tracima in tutte quelle aree, dove il sogno si integra con la scienza, la letteratura, la musica, la pittura, il cinema ed in particolare nella vita quotidiana. La giovane scrittrice si avvale di un’ampia documentazione pittorica e fotografica nell’esplorare il suggestivo, profondo e misterioso mondo dei sogni nelle diverse discipline suindicate. In quanto riflette la personalità del suo autore, il sogno è un valido strumento che aiuta a scoprire le proprie potenzialità creative, a individuare e superare un problema, un conflitto o un momento di crisi; suggerisce anche utili spunti di riflessione relativi ad aspetti emozionali e cognitivi. Pertanto l’esperienza onirica, favorisce il confronto con la propria realtà psicologica e di superare ogni limite, consente altresì di mettere in gioco se stessi. Questa inesauribile risorsa della vita inconscia, puntando un fascio di luce su zone profonde oscure e inesplorate, diventa precipua ai fini dell’autoconoscenza e dell’equilibrio psicofisico di ogni individuo. Come scientemente è stato rilevato, il sogno pur appartenendo all’area dell’immaginario, rappresenta un’importanza uguale a quella dell’esperienze reali. In considerazione di questo assunto, l’autrice attraverso un’attenta disamina in un avvincente excursus storico, descrive l’interpretazione del sogni nel corso dei numerosi secoli, dai popoli antichi fino all’attualità dei nostri giorni, senza trascurare la Bibbia e le grandi religioni asiatiche. Fondamentali sono le funzioni terapeutiche del sogno, soprattutto quale strumento essenziale per superare crisi temporanee o difficoltà esistenziali. Il linguaggio giornalistico scorrevole ed incisivo, avvincente per la tematica e per la grande professionalità con la quale si affronta, stimola profondamente la nostra fantasia e libra l’animo in proficue riflessioni, si presenta e si propone con una lettura rapida per acquisire un’appassionata documentazione. In una società spasmodica dove la povertà e l’indifferenza continuano la loro crescita esponenziale, l’illusione del facile guadagno, attraverso il gioco, espandono nelle maglie dell’usura sempre più cittadini giovanissimi, stimolati inconsciamente dai mass media, che non stimolano adeguatamente l’interesse per i libri di un certo spessore culturale. Eppure la lettura è sempre foriera di effetti catartici ed in particolare questi libri, ci offrono nuovi scenari e aprono nuovi orizzonti.   (Alberto De Marco) (il sogno)

Posted in Recensioni/Reviews | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La politica salariale in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Editoriale fidest. Parlare, nel tempo delle “vacche magre”, di una nuova stagione salariale può apparire a taluni fuori dalla realtà, ma in effetti non è così. Lo ha dimostrato il presidente Barrack Obama ponendo un freno alle alte retribuzioni dei manager del suo paese e potremmo farlo noi partendo dal basso. In effetti è questo il punto nodale. Noi dobbiamo riconoscere che non è più possibile negare il “minimo vitale” e un riconoscimento professionale a quelle attività che per essere svolte richiedono più sacrifici, più impegno e più preparazione. Non solo. Non è più pensabile, ad esempio, che lavori analoghi siano compensati in modo totalmente diverso. Pensiamo all’impiegato e al funzionario che presta la sua attività negli uffici parlamentari, della presidenza del consiglio e della repubblica che godono di un trattamento economico di gran lunga superiore al loro omologo ministeriale o in altri settori del pubblico impiego o è in prima linea per la lotta alla criminalità organizzata. Diciamo, per essere più franchi, che è giunto il momento di rivedere tutta la materia ma non partendo da logiche populiste come quelle della Lega con le sue gabbie salariali. Significa, anche, restituire dignità a certe categorie che rappresentano, nel loro agire, lo Stato e meritano, se non altro, d’essere affrancate dall’umiliazione di salari da fame. E’ quanto, ci sembra di capire, sta proponendo il Movimiles, tramite il suo presidente Girolamo Foti rivolgendosi ai rappresentanti istituzionali del Paese e chiedendo ascolto e accesso ai media perché non si tratta di una pura e semplice rivendicazione salariale ma oseremmo dire è una questione “culturale” e di civiltà giuridica. Culturale e giuridica in quanto dovrebbe far parte del nostro profilo etico e civile che i cittadini devono essere trattati con pari dignità e che in una società che si rispetti non ci devono essere figli e figliastri. Senza volerci ingolfare in logiche populistiche potremmo anche dire che non abbiamo nulla d’eccepire che le massime cariche dello stato godano di assegni di tutto rispetto come i grand commis di stato e i grandi manager privati, ma non ci sembra giusto che sul versante opposto si possa giustificare chi ha salari da fame. Il divario è troppo forte, è ingiusto, è incivile. Non si può più tollerare che vi sia chi vive con il superfluo e altri che sono privati del necessario. E’ questa, e non altra, la vera stagione delle rivendicazioni e per ciò, che è dato di capire essa non può essere fatta solo con le parole e gli scritti in termini asettici, occorre risvegliare le coscienze, renderle consapevoli dei loro diritti, perché il dovere lo stanno facendo come lo hanno già fatto in passato, ma ci sono, purtroppo sull’altro versante, ancora troppi sordi tra ,le file di chi, invece, ci sente benissimo. (Riccardo Alfonso http://www.fidest.it)

Posted in Welfare/ Environment | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Infrastrutture in Sicilia, nemmeno l’ombra

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Dopo la prima inaugurazione della Frecciarossa a Milano nel dicembre scorso, l’amministratore delegato di Trenitalia M.Moretti, si appresta anche a dicembre di quest’anno ad inaugurare a Torino, la nuova linea ad alta velocità Torino-Salerno avvicinando così le grandi città Torino-Milano-Bologna-Firenze-Roma-Napoli-Salerno e mettendo in questo modo a disposizione di queste grandi città, una specie di metropolitana veloce lunga oltre mille chilometri, considerato che da Roma Termini a Milano ci vorranno tre ore, da Rogoredo a Roma Tiburtina 2 ore e 50. Mentre in Italia avviene tutto questo, la Sicilia, i siciliani e la politica siciliana stanno a guardare. Considerato che le nostre ferrovie risalgono al 1800 e che per percorrere Palermo-Messina 232 km occorre impiegare almeno 5 ore e 30, da Messina a Siracusa 182 km quasi 4 ore, da Catania a Palermo 243 km oltre 6 ore. Disattenzioni, errori, scarso interesse da addebitare, certamente ad una classe politica siciliana, regionale e nazionale, che non ha fatto nulla per far realizzare infrastrutture importanti per far decollare lo sviluppo economico-sociale della Sicilia, almeno per cercare di ridurre l’enorme divario infrastrutturale tra nord e sud. Alcuni esempi: il raddoppio ferroviario Messina-Palermo (legge obiettivo 1) a che punto è, e da quanti anni è in costruzione, e quando si pensa di finirlo? Il completamento del raddoppio ferroviario Messina-Catania-Siracusa nel tratto Fiumefreddo di Sicilia (CT)-Giampileri (ME) e targia-Siracusa che da otre vent’anni se ne parla ma ad oggi è ancora incompleto, e la cosa grave è che sono scomparsi i 1970 milioni di euro previsti nel contratto di programma quadro per il completamento. Nel panorama ferroviario nazionale la Regione Sicilia si trova all’8° posto, dopo Piemonte, Lombardia, Toscana, Lazio, Emilia Romagna, Veneto, Campania, per la lunghezza complessiva dei binari, ed al 5° posto per le linee ferroviarie in esercizio dopo Piemonte, Lombardia, Toscana, Lazio, mentre è al 16° posto con 169 km. (12%) di linea a doppio binario su 1378 km. a seguire Sardegna, Molise, Basilicata e Valle d’Aosta. (dati sulle linee rilevati dal sito di Rete Ferroviaria Italiana aggiornato a gennaio 2009).  I siciliani, anch’essi cittadini italiani sono costretti a subire da troppo tempo le conseguenze di questi ritardi infrastrutturali ed è compito dei nostri rappresentanti politici siciliani (comunali, provinciali, regionali e nazionali) rimuovere gli ostacoli di ordine sociale ed economico, così come recita l’art. 3 della Costituzione Italiana. Non vorremmo che le infrastrutture di cui i Siciliani e la Sicilia aspettano da quarant’anni, viaggiassero solo sui binari delle varie campagne elettorali.  (Giosuè Malaponti Coordinatore Comitato Pendolari Siciliani) http://pendolarisiciliani.blogspot.com

Posted in Cronaca/News, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La giuria di Miss Italia 2009

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Guillermo Mariotto, direttore creativo della maison Gattinoni, torna a Miss Italia dopo essere stato presente nell’edizione del 2007. E’ uno dei cinque componenti della giuria di questa edizione, sempre gli stessi per tutte e tre le serate condotte da Milly Carlucci su Raiuno il 12, 13 e 14 settembre. Sono, oltre a Mariotto, l’attore e regista Ricky Tognazzi, la produttrice cinematografica Rita Rusic e l’attore Sergio Assisi.  Il quarto giurato sarà reso noto successivamente.

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Programma incontri culturali

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Anghiari (AR) dal 17 al 20 Settembre 2009, si terranno incontri, dibattiti, presentazioni di libri e di progetti, letture tratte dal grande patrimonio di scritture di sé depositate nell’archivio della Libera Università dell’Autobiografia.. Una quattro giorni durante la quale sarà possibile entrare nel vivo della Libera non solo in relazione alle attività svolte ad Anghiari, ma a quelle svolte in tutto il territorio nazionale. La manifestazione è rivolta infatti a tutti coloro che, da tempo, partecipano in prima persona e con continuità alle iniziative della Libera: esperti in metodologie autobiografiche formati presso la nostra scuola, autobiografi, scrivani e biografi di altrui storie di vita disseminati in ogni regione d’Italia e non solo. Ma si rivolge anche a chi ci segue da lontano, o ci ha seguiti in passato, che, in questa occasione, vorremmo conoscere o rincontrare, a chi vuole scoprire alcune delle strade nelle quali si dirama il lavoro di chi fa parte della Libera Università dell’Autobiografia. I Cantieri saranno uno spazio di ascolto, di riflessione, di progettazione alla presenza di studiosi, ricercatori, specialisti dei diversi campi nei quali ormai si declinano le pratiche autobiografiche. Saranno inoltre l’occasione per festeggiare i 10 anni di vita della Libera Università dell’Auotbiografia. (Loredana Gambuzzi, Collaboratrice Scientifica e membro del Comitato Scientifico della L.U.A Formatrice, Psicoterapeuta) http://www.lua.it/index.php? option=com_ content&task=view&id=1097&Itemid=79

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il cibo degli dei

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Un itinerario turistico-gastronomico della Provincia Pisana. C’è chi si sofferma, e a ragione, in Piazza dei Miracoli o davanti alla Torre Pendente e chi segue con grande interesse la ricerca dei tartufai  sulle colline samminiatesi alla ricerca dei tartufi bianchi. Uno di essi ha già raggiunto un primato nell’oramai lontano 1954 con i suoi due chili e mezzo di peso e fu donato al Presidente degli U.S.A.. Fu un’annata eccezionale con un record della raccolta che in novembre raggiunse i 210 Kg. Da allora ha coinvolto, emotivamente, in vasto pubblico di turisti ed appassionati, sia italiani sia stranieri e contribuisce a far conoscere, ancora più da vicino, questo meraviglioso prodotto ed il suo legame con la gastronomia, gli altri prodotti tipici, la gente, il territorio delle colline sanminiatesi. I tartufai della provincia di Pisa sono circa 1.700 (la metà di tutta la Toscana). Ogni giorno con i loro cani si recano alla ricerca del tartufo bianco nei botri, nel fondovalle, nei boschi, nei campi, lungo i rii ed i fossi. Le tre zone più importanti per il tartufo, oltre a San Miniato, sono quella di Alba e di Acqualagna. Spesso tra loro c’è molta competizione per esaltare il primato del proprio tartufo. E storie di tartufai famosi ve ne sono tantissime ed anche le tecniche per la ricerca. Una delle citazioni illustri è quella di un certo Stanislao Costa, detto Starnazza nato nel 1875 a Casola Valsenio sull’Appennino in provincia di Ravenna, di professione panettiere. Un altro personaggio fu Eugenio Gazzarini (classe 1885) e che divenne il capostipite di una famiglia che alternava la gestione delle fornaci per varie fattorie  alla ricerca e al commercio dei tartufi. Nel 1924 Gazzarini fu premiato alla Mostra Circondariale per la “conservazione dei tartufi bianchi in scatola”. Un altro nome che ricorre spesso nell’albo d’oro della professione è quello di Arturo Ballerini soprannominato il “Bego” molto conosciuto a Balconevisi e in tutta la Valdegola. E’ nato il 23 luglio del 1913. E tutto questo è solo un modestissimo assaggio del vasto “campionario” di cercatori che hanno dato lustro alla professione e resa prestigiosa la località. Tutte queste notizie le abbiamo espunte da una piccola pubblicazione, ma ricca di informazioni ed illustrata, scritta in italiano ed inglese da Luciano Marrucai ed edita dalla Provincia di Pisa.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Anteprima Miss Italia 2009

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Venerdì 11 settembre, alle 18 su Raiuno, Edelfa Chiara Masciotta presenterà un’anteprima speciale delle 60 Miss finaliste. Si assisterà al passaggio dalle 253 alle 60 Miss, tra momenti di gioia e di delusione. Nel corso della puntata verrà presentato il backstage segnato da prove di trucco, capelli, portamento e abiti. Bellezze e talenti a confronto in un mix di ansia, attese, emozioni ed aspirazioni derivanti anche dalla divisione delle miss in quattro categorie: vamp, romantiche, sportive e trendy . Vedremo una Milly Carlucci inedita, in una dimensione interessante e non comune, in versione autrice e non conduttrice che, con maniche rimboccate, dispenserà consigli alle miss, vigilerà sulle riprese e sulle prove, e renderà visibile il cammino di lavoro che porta alla realizzazione di un progetto così ambizioso e rivoluzionario che è Miss It alia 2009. Miriam Leone, l’attuale Miss Italia, sarà intervistata da Edelfa alla quale racconterà la sua esperienza nel corso dell’anno vissuto da reginetta. Con Patrizia Mirigliani invece si ripercorreranno i 70 anni di Miss Italia. Il programma presenterà anche le ultime anticipazioni sugli ospiti di questa edizione targata Milly Carlucci. http://www.missitalia.rai.it

Posted in Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Difesa: Rivolto smentisce ministro

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

“Nella gerarchia militare le medesime parole proferite da bocche diverse, acquistano significati differenti, persino antitetici.” – Lo dichiara Luca Marco Comellini, segretario del partito per la tutela dei diritti dei militari. – “Mentre il ministro La Russa si affanna a dichiarare che la partecipazione della nostra pattuglia acrobatica è solo per festeggiare la firma del trattato di “amicizia” Italia-Libia, il comandante della base di Rivolto (Udine) afferma che la PAN sarà impegnata sui cieli di Tripoli anche martedì primo settembre. E’una strana coincidenza quella della presenza nei cieli di Tripoli in occasione dei festeggiamenti dell’ascesa al potere del leader libico, e ciò mi fa pensare che l’improvvisa visita effettuata questa mattina da La Russa alla base di Rivolto non sia stata di semplice cortesia ma, invece, sia servita a tranquillizzare i piloti sulle accese polemiche che stanno precedendo la loro, quanto mai inopportuna, partenza per la Libia. Diversamente non mi risulta che gli sia stato consigliato di fare una visita presso il 1° Rgt. Bersaglieri o presso i Reggimenti della Brigata Sassari, che nelle prossime settimane partiranno per il fronte afghano, per verificare personalmente le dotazioni di sicurezza e lo stato di efficienza di quei mezzi che reputa così sicuri, e con l’occasione incontrare il personale ed ascoltare quelli che sono i reali problemi di un soldato, e della sua famiglia, quando è costretto ad abbandonare i propri affetti per servire comunque la Patria, nella speranza di ritornare sulle proprie gambe.” (Luca Marco Comellini)

Posted in Confronti/Your opinions, Cronaca/News | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

XXI Congresso Nazionale ATI

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Corato – Andria-Castel del Monte  7-11 settembre 2009 Castel Del Monte Park Hotel
sp 234 km Teologia dalla scrittura
Attestazione e interpretazioni. A distanza di quasi cinquant’anni dal Concilio, è sempre di nuovo pertinente e attuale interrogarsi sul rilievo e la posizione accordati al testo biblico nella pratica della teologia alla luce della ricca evocazione suggerita da Dei Verbum 24, ove diverse immagini convergono nel segnalare l’intrinseco legame che intercorre fra rivelazione, Bibbia e teologia: a) la parola di Dio scritta costituisce il fondamento perenne per la teologia; 
b) quest’ultima riceve dalla prima vigore e ringiovanimento; c) lo studio della Scrittura ha da essere l’anima della teologia. Il titolo del XXI Congresso dell’Associazione intende proporre la prospettiva e la direzione del percorso (fare teologia a partire dalla Scrittura), nonché i due fuochi della ricerca: la testimonianza ecclesiale dell’evento rivelatore (attestazione) e l’esercizio di intelligenza del testo in ottica credente (interpretazioni). 
In chiave di teologia fondamentale, sorge anzitutto l’esigenza di mostrare in qual senso il momento biblico dell’esercizio teologico nelle sue molteplici forme possa e debba integralmente aderire alla struttura originaria della parola di Dio per il suo aprirsi nello spazio di fede della Chiesa. Alla teologia sistematica spetta il compito d’interrogarsi sul modo in cui occorre esprimere un’ermeneutica in grazia della quale l’accostamento alla Scrittura non costituisca soltanto il primo capitolo della storia dei dogmi, ma attivi un processo d’intelligenza della fede nel quale il principio sistematico si legittimi e si produca in conformità alla struttura veritativa della rivelazione attestata dalla Scrittura e trasmessa nello Spirito dalla comunità credente.
L’ascolto della lezione della storia della teologia suggerisce di sostare su alcuni momenti della traditio, per discernere come l’approdo a nuovi paradigmi di lettura della Scrittura abbia comportato una riformulazione dei compiti del teologare e nuove forme di trasmissione della fede ecclesiale. Sul piano della teologia biblica, si tratta di ovviare alla separazione fra “testo” e “testimonianza”, in quanto il senso della Scrittura è perfettamente raggiunto allorché la fede riconosce analiticamente di sapere la cosa stessa attestata dalle Scritture. Sul piano della metodologia teologica, infine, bisogna mostrare in qual senso la teologia sappia di non poter disporre del suo oggetto (la rivelazione) fuori della Scrittura, e insieme riconosca che è nella Chiesa, dunque nell’esperienza del vissuto credente declinato nelle sue molteplici e convergenti istanze di competenza, che la Scrittura ha da essere letta e interpretata. Il Congresso, assieme alle relazioni fondamentali e a comunicazioni più settoriali, offrirà ai partecipanti l’occasione per lavori di gruppo su più di un “caso esemplare” del rapporto Scrittura-teologia. 
www.casteldelmonteparkhotel.it

Posted in Cronaca/News, Università/University | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I « modelli » di industrializzazione nel Centro-Nord

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Il nocciolo duro dell’economia italiana sta tutto sulle piccole imprese operanti prevalentemente nei settori del tessile, dell’abbigliamento, delle calzature, dei mobili e in alcuni comparti della meccanica. Questo modello ha fatto la storia del nostro Paese e a segnato una evoluzione del sistema paleoindustriale nazionale che ha impresso una volta significativa in tutto l’arco del XX secolo e che in precedenza era caratterizzato da robuste tradizioni artigianali, da sistemi insediativi costituiti da città piccole e medie, da forte integrazione sociale e assenza di conflitti, da omogeneità politica (pensiamo alle regioni rosse del Centro e a quelle bianche del Nord Est), da strutture istituzionali, amministrative e sociali orientate alla cooperazione e alla soddisfazione delle esigenze di sviluppo delle imprese locali. Ora c’è da chiedersi se in presenza dei notevoli progressi nelle tecnologie dell’informazione e della comunicazione e gli enormi incrementi di produttività e la nuova divisione internazionale del lavoro che l’utilizzazione di questa tecnologia  rende possibili impongono alle imprese di adottare nuove strategie di sviluppo. Come dire è bello essere piccoli ma ancora più bello essere insieme ed è  anche economicamente vantaggioso, ed il che non storpia di certo. Di sicuro possiamo dire che la richiesta del mercato a continui adeguamenti della linea di prodotti, all’evoluzione tecnologica che non trova soste, alle mutevoli opportunità lavorative che offre e richiede il mercato, alla necessità di acquisire rilevanti investimenti in conoscenze e in capitale umano, si deve, oramai, rispondere entro una logica delle grandi imprese e non diversamente. Questa riflessione va posta da subito se vogliamo continuare a competere con successo nel mondo e non sentirci secondi a nessuno.

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il problema sicurezza nel Mezzogiorno d’Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Secondo un rapporto della Svimez di qualche anno fa  “non vi è dubbio che la presenza della criminalità organizzata scoraggia gli investimenti, quindi l’occupazione, riduca la dimensione del bilancio fiscale attraverso la riduzione della base imponibile, abbassa l’effetto moltiplicativo degli incrementi di spesa, sottraendo debito e risparmio dal circuito legale.” E’ una circostanza che si aggiunge all’intrecciarsi di realtà sommerse, al limite della legalità, per fattori di insicurezza, per gli sfruttamenti insani dell’ambiente, per quelle circostanze, diciamo epocali,  che si delineano nella grande confusione e disordine dei processi migratori. Sono tutte condizioni oggettive di una realtà composita con la quale dobbiamo di continuo avere a che fare e che si sommano alle problematiche che l’intera area dispiega associandola ai problemi dello sviluppo. Il nostro compito non può farsi chiaro se rimaniamo nel chiuso delle nostre paure, dei possibili conflitti etnici, di un assillo della sicurezza, che ci porta fuori da ogni umana riflessione sui fattori di una politica diversa, la cui fonte ispiratrice dovrebbe essere ancora una volta culturale, di un neoumanesimo realistico, senza sogni, tutto rivolto a fare vivere i principi cristiani della convivenza, nel rispetto pieno dei diritti umani e delle culture altre, tutto ciò, visto come una occasione storica che tocca a noi, vivere con coraggio e intelligenza politica, non come una penalizzazione.

Posted in Diritti/Human rights, Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Speciale Pisa e la sua Provincia

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Questa volta non vi parliamo della Piazza dei Miracoli e della Torre Pendente e nemmeno della città universitaria e le Normali che hanno visto passare le figure più rappresentative della cultura italiana. Il nostro, questa volta, vuol essere un discorso, come dire, terra terra e da sotto l’humus portarci agli alberi di olivo. Un tratto verticale di pochi metri, ma buoni, ovviamente. Tanto prelibati d’avere dei cultori di eccellenza come Galileo Galilei che le cronache dell’epoca ci dicono ghiotto di “castagnaccio” o di un Leonardo Fibonacci, padre della matematica moderna,  che adorava il sanguinaccio o i pontefici pisani da Eugenio III a Niccolo V che “dall’esilio romano” si facevano arrivare l’olio e il vino dalle natie campagne. E questo discorso lo facciamo oggi più che mai perché dalle tavole imbandite italiane, e non solo, vorremmo che ritornassero “sovrani” gli antichi sapori della nostra terra e si esaltassero e si mescolassero per la gioia dei nostri palati ed anche della nostra salute. E l’Italia, e la provincia di Pisa nello specifico,  è stata si può dire da sempre un territorio dai gusti forti e consolidati che si misuravano nelle infinite storie e sagre popolari. Abbiamo gustato i cibi predisposti con le antiche tecniche romane carpite da sotto gli scavi di Pompei e poi abbiamo rinnovato la nostra attenzione per i vigneti, i frutteti e gli oliveti che fin dalla metà del XIV secolo si estendevano sul territorio pisano. Non solo. La provincia di Pisa oltre ad aver beneficato dei grandi insediamenti Etruschi, che furono i primi ad introdurre il bovis-bovis bianco, e Romani ebbe la ventura, in concomitanza con la nascita della repubblica marinara, di coniugare, nella sua cucina, i sapori e le spezie che venivano da lontano con i gusti forti della propria terra. Sono diventati tutti usi e consuetudini che si sono, di generazione in generazione, tramandati nella loro semplicità. Si tratta di una cultura contadina fortemente radicata sul territorio e con essa tecniche di lavoro agricolo, artigianale e rituali che si sono riversate sulla cucina pisana con il concetto del massimo utilizzo e riutilizzo di tutti i componenti di un prodotto alimentare. Persino la cottura dei cibi risente della vecchia tradizione cultural-tecnologica, che recupera da fonti energetiche del lavoro quotidiano, dalle braci dei fabbri, dei maniscalchi dei carbonai, arrosti e verdure grigliate.; da fonti di calore dei forni di laterizi, gli umidi; dalle arti della lana, la lessatura delle carni.

Posted in Cronaca/News, Viaggia/travel | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

La regolamentazione del factoring in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

(Da uno studio effettuato da Michele Benvenuti e Marco Gallo della B.I., sede di Firenze, nucleo per la ricerca economica e pubblicato sul bollettino mensile della B.I.) “Il contenuto giuridico del factoring differisce da quello delle varie forme di anticipazione bancaria (sconto di cambiali, salvo buon fine di ricevute bancarie, anticipi su fatture) le quali non prevedono la cessione dell’obbligazione scaturita dal rapporto commerciale tra venditore ed acquirente ma soltanto l’attribuzione di un incarico di riscossione all’azienda di credito associato alla concessione di un finanziamento. Il factoring è stato considerato un contratto atipico fino alla sua regolamentazione, avvenuta con la legge 21/2/1991 n° 52 e la successiva legge 14/7/1993 n° 260 che ha autorizzato la ratifica della Convenzione di Ottawa del 1988 relativa alla definizione delle operazioni di factoring internazionale.” In tale contesto normativo è stato “definito un regime speciale della cessione di crediti che ricorre qualora il cedente sia un imprenditore, il credito ceduto, esclusivamente di natura pecuniaria, sia stato originato da una transazione commerciale e il cessionario sia una banca oppure un intermediario finanziario la cui ragione sociale preveda esplicitamente lo svolgimento dell’attività di factoring.” In conclusione possiamo dire che “in materia di factoring l’Italia riflette la peculiarità che la caratterizza nel campo del credito commerciale.  Le dimensioni del mercato sono particolarmente ampie e riflettono le esigenze della domanda di smobilizzo proveniente dalle imprese. Per una quota non piccola il mercato ospita inoltre un’altra peculiarità, quella di società captive che catturano il flusso di crediti concessi alla casa madre dai suoi fornitori, una caratteristica indicativa del tipo di relazioni che possono instaurarsi in un sistema polarizzato fra poche imprese di grandi dimensioni e un ampio tessuto di più piccola dimensione.”

Posted in Diritti/Human rights, Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Il mercato del factoring in Italia

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Da uno studio effettuato da Michele Benvenuti e Marco Gallo della B.I., sede di Firenze, nucleo per la ricerca economica e pubblicato sul bollettino mensile della B.I., abbiamo rilevato alcuni spunti emersi dalla ricerca che proponiamo in questa sede. Partiamo da un dato di fatto: a partire dagli anni ’80 il mercato del factoring in Italia ha assunto dimensioni rilevanti. In termini assoluti è il terzo al mondo dopo quello britannico e lo statunitense, e il primo in rapporto al prodotto interno lordo. “La rilevanza del fenomeno – soggiungono gli autori nel loro sommario – è connessa con la diffusione nel nostro Paese della pratica dei pagamenti dilazionati, cui corrisponde un elevato ammontare di credito commerciale, che rappresenta la materia prima del factoring. In Italia si riscontra una elevata diffusione del cosiddetto factoring indiretto, ossia la cessione di crediti commerciali vantati da soggetti terzi nei confronti di imprese che fanno parte del gruppo cui appartiene la società di factoring. Le imprese che fanno ricorso al factoring presentano indicatori di maggiore tensione finanziaria rispetto a quelle che non vi fanno ricorso: la probabilità di cedere crediti ad una società di factoring è più elevata per quelle più indebitate, meno liquide e con minore cash flow. La probabilità di cessione a una società di factoring di origine industriale presenta invece un legame più debole con gli indicatori di tensione finanziaria dell’impresa cedente, plausibilmente a causa della minore rilevanza delle motivazioni finanziarie nella scelta di ricorrere al factoring indiretto.” Per concludere possiamo dire, a nostro avviso, che gli autori hanno voluto in particolare sottolineare come il ricorso al factoring in Italia sia cambiato nel corso del tempo sotto il profilo qualitativo, con una crescita dell’importanza dei contenuti assicurativi e di servizio. E si precisa che “le ragioni per cui le imprese utilizzano il factoring piuttosto che incrementare la quatta di anticipi bancari possono essere riconducibili a fattori sia di domanda, sia di offerta. Dal lato della domanda assume importanza il contenuto del servizio del factoring. Dal lato dell’offerta appaiono rilevanti considerazioni in ordine al contenimento del rischio da parte del sistema bancario, che nei casi di clientela con maggiori problemi di solvibilità può trovare conveniente dirottare il finanziamento verso società di factoring del gruppo di appartenenza, sfruttando i vantaggi offerti dalla disciplina giuridica che impedisce l’azione revocatoria sui crediti ceduti nell’ipotesi di fallimento del cedente.”

Posted in Economia/Economy/finance/business/technology | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

Nuova tecnica di blefaroplastica

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Ci ha pensato a presentarla, qualche anno fa, il dott. Claudio Lucchini. LO strumento adottato è stato il laser CO2 che è in grado di ringiovanire le palpebre e  la zona del contorno occhi senza ricorrere ad una chirurgia più  aggressiva. La Blefaroplastica – tecnica chirurgica che risolve l’aspetto di uno sguardo stanco dovuto all’eccesso di pelle delle palpebre e di grasso delle borse perioculari – oggi trova nell’utilizzo del laser la sua tecnologia migliore. L’utilizzo del laser CO2 al posto del bisturi tradizionale permette di operare la palpebra inferiore dall’interno senza lasciare cicatrici evidenti sulla cute e il recupero post operatorio risulta più rapido rispetto alla tecnica tradizionale essendo ridotto l’edema e la presenza di ematomi. Nel caso fosse necessario spianare le residue sottili rughe della palpebra inferiore si esegue un delicato resurfacing della cute con il laser CO2  o con il laser ad Erbium. Tale tecnica è indicata per pazienti giovani che hanno uno scarso eccesso di cute o borse adipose giovanili familiari, e per pazienti anziani sui quali si vuole intervenire con una chirurgia più conservativa; in tal caso però si deve prevedere l’associazione a un resurfacing della palpebra inferiore ed eventualmente un peeling chimico che possa aiutare a ridurre l’eccesso di cute. Oltre all’assenza di cicatrici cutanee visibili e ai rapidi tempi di recupero, la blefaroplastica transcongiuntivale con laser CO2 ha i vantaggi di: non toccare il muscolo orbicolare e di ridurre i rischi di deformazione del margine palpebrale , come lo scleral show o l’occhio tondo o il più grave rovesciamento della palpebra verso l’esterno. Tra gli svantaggi invece troviamo le complicanze generiche come le ipo e iper correzioni, sanguinamento post operatorio
Il dott. Claudio Lucchini si è laureato a pieni voti presso l’Università Statale di Milano conseguendo la specializzazione in oculistica con il massimo dei voti presso la medesima università. Dal 1988 svolge la propria attività libero professionale nel suo studio di Milano. Oltre all’attività diagnostica di routine e alla chirurgia della cataratta con le più moderne tecniche di facoemulsificazione e d’impianto di cristallino artificiale, è stato tra i primi chirurghi in Italia ad applicarsi all’introduzione delle nuove tecniche di correzione chirurgica della miopia, dell’ipermetropia e dell’astigmatismo con il laser ad eccimeri (PRK e LASIK) e lenti fachiche, e ad oggi vanta ormai un’esperienza pluriennale. Da circa 8 anni ha trasformato la sua pratica di chirurgica plastica estetica per la correzione delle palpebre e delle rughe perioculari, introducendo nuove tecniche con il laser al CO2 ed il laser ad Erbium  per raggiungere risultati estetici del viso particolarmente efficaci e duraturi. E’ organizzatore e direttore del “Corso Multidisciplinare di Laser Chirurgia Oftalmoplastica ed Estetica” giunto alla sua terza edizione.

Posted in Medicina/Medicine/Health/Science | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »

I “neorurali”

Posted by fidest press agency su domenica, 30 agosto 2009

Sempre più numerosi sono i cosiddetti “neorurali”, gente che abbandona l’ambiente urbano per andare a vivere in campagna, pur continuando a lavorare in città. Quando la scelta dei nuovi venuti si incrocia con la positiva accoglienza da parte dei già residenti, l’incontro diventa fecondo per tutti: chi già vive in campagna allarga i propri orizzonti e si confronta con culture diverse; chi arriva dalla città respira e fa propri i valori antichi del mondo rurale. La scuola e la parrocchia, in questo quadro, diventano palestre vivaci di tale integrazione. Queste nuove presenze, a loro volta, frenano almeno in parte lo spopolamento del territorio rurale e l’impoverimento dei servizi indispensabili: scuole, trasporto pubblico, servizio sanitario, strutture commerciali, ecc.  L’impatto dell’immigrazione extracomunitaria, che oggi è uno dei fattori necessari e decisivi per il mantenimento stesso del mondo agricolo, sta lentamente cambiando il volto anche dei paesi più interni e marginali.

Posted in Spazio aperto/open space | Contrassegnato da tag: , , , | Leave a Comment »